Cos'è la colecistopancreatite: eziologia dei sintomi e trattamento

La colecistopancreatite è chiamata infiammazione acuta o cronica combinata della cistifellea e del pancreas di varie eziologie, che è caratterizzata da dolore, sintomi di disturbi digestivi e manifestazioni di intossicazione del corpo. Il codice ICD-10 per questa patologia è K86.8.2. Un problema simile si presenta più spesso tra i giovani che abusano di alcol. La colecistopancreatite è pericolosa per le sue possibili complicanze.

classificazione

Ci sono i seguenti tipi di infiammazione:

  • acuto e cronico;
  • infettivo e non infettivo;
  • calculous e stoneless;
  • con motilità della cistifellea ridotta o aumentata;
  • complicato e senza complicazioni;
  • primario e secondario;
  • iperenzima (con aumento della produzione di enzimi pancreatici) e ipoenzima;
  • lieve, moderato e grave.

A seconda del principale fattore eziologico, emettono un danno alcolico, tossico, radiante, microbico o di origine alimentare.

affilato

La colecistopancreatite acuta è caratterizzata da una rapida insorgenza. Con questa patologia è richiesta l'ospedalizzazione dei pazienti. Spesso, il trattamento viene eseguito in un ospedale chirurgico. L'infiammazione acuta è catarrale e distruttiva. In quest'ultimo caso, c'è la distruzione dei tessuti degli organi. L'infiammazione distruttiva è perforativa (con perforazione della parete della cistifellea), flemmonica, gangrenosa, flemmonica e ulcerativa. Questa patologia è più spesso causata da malattia calcoli biliari. L'attacco può durare per diverse ore.

cronico

La colecistopancreatite cronica è caratterizzata da un lungo decorso ondulato con esacerbazioni periodiche e fasi di remissione. Questa patologia porta lentamente a un cambiamento nei tessuti ed è spesso manifestata dall'insufficienza enzimatica del pancreas. La recidiva della malattia può verificarsi con una frequenza superiore a 2 all'anno. Spesso questa forma di colecistopancreatite si presenta in forma subclinica (cancellata).

Come trattare la colecistopancreatite cronica e acuta

I gastroenterologi notano che recentemente la più comune patologia infiammatoria distruttiva del tratto gastrointestinale è la simultanea sconfitta del processo negativo della cistifellea e del pancreas. In questo caso si verifica una malattia come la colecistopancreatite cronica. Questa malattia è caratterizzata da sintomi complessi solito accompagnare quelle condizioni patologiche dell'intestino, in cui a causa di guasti nello sviluppo di enzimi digestivi nel processo intestino e bile interrotto di scissione dei grassi e carboidrati.

Cause e caratteristiche cliniche della malattia

A causa del fatto che la pancreatite e la colecistite hanno, per la maggior parte, le stesse cause, ci sono molte somiglianze nel loro corso. I seguenti fattori negativi possono provocare una tale malattia come la colecistite pancreatica:

  • diabete di lunga durata, disordini metabolici, procedimenti cronici e infezioni batteriche di qualsiasi organo e sistema;
  • stile di vita sedentario e inattivo, che provoca il verificarsi di tali effetti come stitichezza persistente, obesità, diminuzione degli organi interni del tono;
  • violazioni nutrizionali delle regole della dieta che includono l'abuso di spezie piccanti e condimenti, sottaceti, sottaceti, carni affumicate, piatti fritti e grassi, così come frequenti sovralimentazione, soprattutto la sera.

Inoltre, l'intossicazione alimentare, l'eccessivo consumo di alcol e l'assunzione di determinati farmaci possono causare la comparsa di sintomi negativi della malattia.

Manifestazioni sintomatiche

I principali sintomi di colecistite e pancreatite hanno molto in comune. Il sintomo più frequente e sgradevole in questa patologia distruttiva-infiammatoria è il dolore. Può verificarsi sia sotto il lato sinistro che sotto il lato destro, oltre a radiazioni frequenti sul retro o sulla scapola destra.

I dolori nella colecistopancreatite sono di un fuoco di Sant'Antonio, cioè, non hanno un preciso sito di localizzazione nella cavità addominale.

Oltre alla dolorosa sindrome del dolore che molte persone con questa malattia soffrono con grande difficoltà, si può sospettare lo sviluppo della malattia dalla presenza dei seguenti segni negativi:

  • l'apparizione nel giusto ipocondrio di una sensazione di pesantezza;
  • spesso con colecistite e pancreatite co-fluente, ci può essere uno stato di nausea dopo aver mangiato, che a volte è vomito intermittente;
  • Inoltre, i sintomi principali della colecistite pancreatica sono sempre espressi nel manifestarsi di disturbi dispeptici.

Inoltre, i gastroenterologi notano sempre i segni di questo disturbo come il rutto dopo aver mangiato, il frequente bruciore di stomaco e un aumento della temperatura a livelli critici.

I sintomi dipendono dalla forma della malattia

A seconda del tipo di malattia degli organi digestivi, si verifica una forma recidivante (cronica, indolente) e acuta della malattia. Sono caratterizzati dai seguenti sintomi:

  • La colecistopancreatite acuta si manifesta accompagnata da sintomi negativi brillanti che non sono sempre caratteristici di questa malattia. I sintomi clinici della colecistite che colpisce una persona in concomitanza con la pancreatite sono caratterizzati principalmente dalla comparsa di un grave dolore da herpes in una persona malata. I pazienti hanno anche membrane muco icteriche (pigmentazione itterica) e pelle, persistente distensione addominale nella regione epigastrica e vomito doloroso e indomabile. Nei casi più gravi, può verificarsi una condizione di collasso.
  • La forma cronica di questa afflizione è quasi asintomatica e non causa alcuna ansia nelle persone che soffrono di questa patologia degli organi interni. I sintomi acuti comuni che la pancreatite cronica colecistite si è manifestata solo nella fase della sua esacerbazione e sono completamente simili ai sintomi del tipo acuto della malattia.
La situazione con la progressione della forma cronica della pancreatite da colecistite è alquanto allarmante, poiché questa patologia può provocare un gran numero di gravi complicanze. Affinché ciò non avvenga, è necessario un trattamento adeguato e tempestivo della malattia, che in breve tempo consentirà di raggiungere un periodo di remissione prolungata.

Diagnosi e terapia

Senza un trattamento tempestivo e adeguato della pancreatite e della colecistite in una persona colpita dalla co-occorrenza di queste malattie, possono essere necessari sviluppo gravi complicazioni quali una completa sovrapposizione chirurgica del dotto biliare, trombosi, insufficienza endocrina e distonia vascolare. Inoltre, gli esperti notano la frequente insorgenza in pazienti che ignorano le misure terapeutiche in questa patologia, lo sviluppo della paralisi degli arti, che è associata a danni al sistema nervoso periferico.

Il trattamento della colecistite e della pancreatite viene effettuato solo quando la diagnosi è confermata da una ricerca condotta per identificare la malattia. I seguenti metodi diagnostici sono comuni per entrambe le malattie:

  • esame esterno e compilazione della storia medica;
  • palpazione della cavità addominale;
  • test di laboratorio su sangue, urina e feci;
  • esami strumentali - ECG, RM o TC, ultrasuoni.

Inoltre, per chiarire la diagnosi, possono essere aggiunti metodi diagnostici come la colangiografia (esame dei dotti biliari), la colecistografia (radiografia della cistifellea con un mezzo di contrasto) e l'esame del contenuto del duodeno.

Terapia della malattia

I sintomi e il trattamento della colecistopancreatite presente in una persona con questa patologia dovrebbero dipendere l'uno dall'altro, poiché la normalizzazione delle condizioni generali del paziente è impossibile senza eliminare i segni negativi della malattia.

La prima prescrizione del medico curante è di antibiotici. La terapia antibatterica viene effettuata al fine di salvare una persona malata da un'infezione che potrebbe essere scatenata da una malattia.

Il trattamento farmacologico della colecistopancreatite consiste nei seguenti passaggi:

  • Le persone malate devono assumere un farmaco metabolico appropriato per le condizioni del particolare paziente. Methyluracil o Pentoxyl presi in modo tempestivo dal gruppo di questi farmaci inibiscono (rallenta) l'effetto sui tessuti degli organi digestivi della tripsina, ma dovrebbero essere prescritti solo da un medico.
  • In presenza di dolore, sono necessari anestetici o antispastici, che lo specialista sceglie a sua discrezione a seconda dei sintomi presenti nel paziente. Per la maggior parte sono prescritte pillole antidolorifiche.
  • Tali farmaci, come gli inibitori della pompa protonica (Kantrikal e Gordoks), destinati a ridurre l'attività dell'enzima, sono anche usati a scopo terapeutico.
  • Per sopprimere la produzione di enzimi gastrici, gli esperti raccomandano di prendere medicine per ridurre l'acidità. Questo gruppo di farmaci comprende farmaci come la zimetadina e l'omeprazolo.
  • Quando la colecistite e la pancreatite sono anche necessarie correzioni nutrizionali e compliance. Grazie a loro, vengono create condizioni migliori per gli organi malati. È l'uso della dieta è considerata la parte principale del corso terapeutico.

Correzione della nutrizione nella prevenzione della malattia

È possibile trattare i sintomi della colecistite cronica, che si verificano con la pancreatite, non solo usando i farmaci, ma anche normalizzando la dieta e la dieta. La dieta terapeutica è progettata per lenire gli organi infiammati. Una persona con una storia di colecistopancreatite cronica, dovrebbe essere esclusa dalla dieta un numero di dannosi per gli organi dei prodotti del tratto gastrointestinale:

  • prodotti marinati, salati e affumicati, prodotti sia in negozi di produzione che cucinati da soli;
  • cibi grassi e fritti sono severamente vietati;
  • in nessun caso i pazienti affetti da colecistopancreatite possono usare dolci raffinati, torte e pasticcini.

Il trattamento di un tipo cronico della malattia nel suo periodo acuto dovrebbe iniziare con un digiuno di due giorni, durante il quale il processo infiammatorio che si sviluppa negli organi digestivi si placa. I pazienti durante questo periodo sono autorizzati a bere solo acqua pulita o tè debolmente preparato.

Anche per l'inizio rapido della fase di remissione, è necessario anche un rifiuto totale di alcol o fumo. Non dovremmo dimenticare che l'autotrattamento è categoricamente controindicato in questa malattia, il farmaco necessario può essere fornito solo da uno specialista qualificato.

Sintomi e trattamento della colecistopancreatite negli adulti

Cos'è la colecistopancreatite

La colecistopancreatite è un disturbo simultaneo del funzionamento della cistifellea e del pancreas, accompagnato da una reazione infiammatoria.

Il processo è sincrono, con la sconfitta degli organi adiacenti del sistema epatobiliare. Queste sono pancreatite e colecistite, che hanno iniziato a svilupparsi contemporaneamente per ragioni diverse o correlate.

Codice ICD-10

Nella classificazione internazionale delle malattie, la colecistopancreatite viene classificata nella classe 11 (malattie dell'apparato digerente). La malattia è nel gruppo K80-K87 - Malattie della colecisti, delle vie biliari e del pancreas.

L'ICD ha il suo codice K87.0 "Lesioni della cistifellea, delle vie biliari e del pancreas nelle malattie classificate in altre voci".

classificazione

Esistono diversi modi per classificare la colecistopancreatite. Quest'ultimo è stato proposto nel 1978. Questo metodo di classificazione prevede possibili combinazioni di malattie delle vie biliari e del pancreas.

distinti:

  • infiammazione acuta della parete della cistifellea con edema pancreatico reattivo;
  • colecistite acuta con pancreatite focale;
  • colecistopancreatite distruttiva totale;
  • l'aspetto delle pietre non solo nel calcoli biliari, ma anche nei comuni dotti biliari - condotti, accompagnati da una reazione infiammatoria asettica acuta nel pancreas;
  • complicazione della pancreatite acuta con lo sviluppo di insufficienza multiorgano, accompagnata da colecistite acuta reattiva.

Questa classificazione è importante nel determinare le tattiche di trattamento.

Cause della colecistopancreatite negli adulti

A differenza della maggior parte delle infiammazioni che possono verificarsi in altre parti del corpo, la colecistopancreatite non è sempre il risultato di un'infezione.

I concrezioni nei dotti biliari e la vescica stessa sono una delle principali cause della colecistopancreatite.

Se la cistifellea non può essere svuotata correttamente (ad esempio, a causa di cicatrici, traumi o ostruzioni), la bile si accumula e si formano delle pietre.

I concrementi bloccano parzialmente o completamente il condotto, il che porta allo sviluppo del processo infiammatorio.

Cause comuni secondarie:

  • infezione da batteri che penetrano nel fegato e nel sangue;
  • malattie endocrine come il diabete mellito di tipo 1 o 2 e l'HIV può causare edema al fegato e pancreas;
  • I tumori possono anche influenzare lo sviluppo di una reazione infiammatoria a stadio singolo nel pancreas e nella cistifellea. In questi casi, la patologia si forma a causa del tumore che blocca i dotti biliari;
  • ulcere gastriche e presenza di parassiti nel corpo.

I fattori di rischio per la malattia includono: età (oltre 60 anni), terapia sostitutiva con estrogeni, consumo di cibi grassi.

Sintomi di colecistopancreatite

La colecistopancreatite ha 2 tipi di flusso: acuto e cronico. Entrambi i tipi di patologia differiscono nei sintomi, il che consente ai medici di navigare rapidamente attraverso il trattamento.

Segni di pancreatite colecistropica acuta in un adulto:

  • dolore addominale superiore;
  • sensazione precedente al vomito;
  • eruzione involontaria del contenuto dello stomaco (vomito);
  • febbre;
  • brividi;
  • la pelle diventa gialla;

Gli attacchi acuti possono durare da alcuni minuti a diverse ore. I sintomi della colecistopancreatite peggiorano dopo aver mangiato, specialmente grassi.

Il tipo cronico di malattia non si manifesta sempre. A volte la patologia passa inosservata, il che aggrava notevolmente l'ulteriore trattamento.

I sintomi della colecistopancreatite cronica diventano evidenti dopo aver mangiato. Durante la ricorrenza della malattia, il dolore appare nell'ipocondrio a destra. La malattia di questa forma causa:

  • flatulenza;
  • nausea;
  • violazione della sedia;
  • perdita di peso

I sintomi della colecistopancreatite si aggravano se il trattamento viene prescritto in modo errato o completamente assente.

complicazioni

La mancanza di trattamento per la colecistopancreatite cronica o la sua forma acuta comporta gravi conseguenze.

Come risultato della progressione delle patologie, l'assorbimento è disturbato, si sviluppa ittero meccanico.

diagnostica

Per la diagnostica e la ricerca fisica vengono utilizzati vari test di laboratorio e metodi di imaging.

Per confermare la patologia, sono prescritte le analisi del sangue. In presenza di un processo infiammatorio, alcuni indicatori cambieranno. La colecistopancreatite acuta è caratterizzata dalle seguenti caratteristiche:

  • aumento del numero dei globuli bianchi;
  • Accelerazione ESR;
  • concentrazione di aumenti della proteina C-reattiva.

Il meccanismo di innesco per lo sviluppo di infiammazione della cistifellea, di solito, le pietre, causa il ristagno della bile. Quindi il livello di bilirubina totale e fosfatasi alcalina nel sangue aumenta. ALAT, ASAT, GGT con lo sviluppo di malattie come colecistopancreatite acuta, sopra la norma.

La procedura standard per visualizzare la diagnosi di infiammazione è l'ecografia. Il dottore guarda all'ecografia:

  • afflusso di sangue alla parete della vescica;
  • ci sono dei calcoli biliari?
  • la parete della cistifellea è perforata o no;
  • se si è formato un ascesso epatico.

L'ulteriore tomografia computerizzata indica possibili cause e complicanze. L'esame a raggi X non ha senso con la colecistopancreatite, poiché la maggior parte dei calcoli biliari (oltre l'85%) non può essere rilevata nell'immagine.

Trattamento della colecistopancreatite

L'efficacia del trattamento dipende principalmente dal paziente. È importante non solo assumere farmaci prescritti, ma anche limitarsi a situazioni stressanti, mantenere il cibo e condurre uno stile di vita corretto. Tutti i fattori di rischio che aggravano il decorso della malattia dovrebbero essere esclusi.

Terapia farmacologica

Il trattamento negli adulti prevede l'uso di antidolorifici, antiacidi, enzimi e vitamine.

I sintomi della colecistopancreatite non migliorano se, insieme alla terapia con farmaci, trascurano una corretta alimentazione.

Il trattamento della colecistopancreatite cronica e acuta viene effettuato con l'uso dei seguenti farmaci:

  • antidolorifici - prescritto per alleviare il dolore. Questo gruppo possiede Papaverin, No-shpa, Ketorolac, Motilium.
  • preparati enzimatici - aiutano il processo digestivo. Ad esempio, Festal, Mezim, Pancreatin e Creonte.
  • antiacidi: il miglior antiacido per il trattamento della colecistopancreatite acuta è Almagel. Il farmaco è necessario per ridurre l'acidità e migliorare il processo digestivo.

L'effetto terapeutico apparirà solo se seguirai rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Intervento chirurgico

Con infiammazioni ripetute, è consigliabile eseguire l'operazione. Ciò significa che l'operazione sulla cistifellea deve essere eseguita entro 24 ore dall'ospedalizzazione.

L'infiammazione acuta della cistifellea può essere curata senza intervento chirurgico. Tuttavia, dopo terapia conservativa, si verificano spesso complicanze. Nel 30% dei casi di trattamento della colecistopancreatite cronica, il medico prescrive un intervento chirurgico.

Dopo la rimozione dell'organo, la cavità addominale viene lavata per rimuovere completamente la bile fuoriuscita.

Anziani o ad aumentato rischio chirurgico a causa di comorbidità, la chirurgia può essere posticipata ad una data successiva.

Terapia dietetica per colecistopancreatite

Gli adulti dovrebbero sempre osservare un'alimentazione corretta. Nel caso della patologia, una dieta cronica di colecistopancreatite è un modo di vivere.

Nella forma acuta della malattia, i medici a volte permettono di deviare dalle regole stabilite da loro in termini di nutrizione, ma questo non dovrebbe essere abusato.

Cosa significa dieta? Prima di tutto, questa esclusione di prodotti dannosi. Per elaborare una dieta, consultare il medico curante. Qui è importante tenere conto del decorso della malattia, della presenza di disturbi concomitanti, dei risultati dei test e del gusto del paziente.

La dieta è una fase importante del trattamento. Tuttavia, questo metodo non può fungere da monoterapia. La sola dieta non cura la colecistopancreatite.

Il programma di assunzione di cibo deve essere calcolato immediatamente. Si consiglia di mangiare ogni 2,5-3 ore. Ad esempio, la colazione dovrebbe essere il 30% della razione giornaliera, la seconda colazione - il 10%, il pranzo - il 30%, l'high tea - il 15%, la cena - il 10%.

Il rispetto della dieta aiuta a non mangiare troppo, mangiare completamente, non caricare lo stomaco e fermare il processo infiammatorio.

Il menu della dieta approssimativa:

martedì:

  • 3 albumi d'uovo, farina d'avena in acqua, tè leggero, cracker o biscotti;
  • un bicchiere di kefir o ricotta a basso contenuto di grassi;
  • zuppa di verdure, un pezzo di coniglio o altra carne magra, semola;
  • un bicchiere di kefir con biscotti;
  • composta di frutta secca, non marmellata dolce.

giovedi:

  • farina d'avena, cracker e infuso di camomilla;
  • caramelle e tè alla menta;
  • purea di carote, tortino di manzo, infuso di rosa canina;
  • marmellata di bacche non acide con una fetta di pane e tè di ieri;
  • un bicchiere di yogurt magro fatto in casa, biscotti.

giovedi:

  • frittata di patate, cotoletta al vapore, uovo alla coque, tè;
  • decotto di dogrose con caramello;
  • zuppa con polpette di carne, pesce al forno in salsa di limone, tè verde;
  • merenda pomeridiana - mele cotte;
  • 200 ml di kefir o latte magro.

martedì:

  • uovo alla coque, maccheroni al formaggio, tè al latte;
  • camomilla con biscotto secco;
  • mele cotte, zuppa vegetariana, latte;
  • casseruola di ricotta;
  • insalata di verdure di pomodoro e cetriolo, tè con limone.

venerdì:

  • frittata di vapore con insalata di verdure, porridge di grano saraceno con latte, un bicchiere di tè caldo al limone;
  • biscotti galetny e latte magro;
  • gelatina o cracker con kefir, purè di patate con burro, yogurt;
  • soufflé di ricotta, gelatina;
  • tazza di yogurt.

sabato:

  • semolino, tè verde, syrniki in salsa di miele;
  • frutta;
  • zuppa di sedano, pesce al vapore, porridge di grano saraceno e insalata di verdure;
  • tè con frittata al limone e al vapore;
  • yogurt e torta di carne al forno.

domenica:

  • porzione di fiocchi d'avena, ricotta e cracker, gelatina;
  • insalata di verdure, meringa;
  • zuppa di crema di zucca, composta, meringa;
  • mele al forno con ricotta;
  • ricotta a basso contenuto di grassi, tè al limone.

Per preparare una dieta per una settimana, è necessario sapere quali prodotti sono vietati da usare e in che forma preparano il cibo.

I pazienti con colecistopancreatite sono raccomandati per assumere cibo passato. Cuocere a vapore, infornare, far bollire. I brodi di carne sono indesiderabili.

Non puoi speziare piatti, carni affumicate, sottaceti, prodotti acquistati pronti (zuppe in bricchette, porridge istantaneo). E 'vietato mangiare pane fresco, carne grassa, panna, fagioli, usare caffè e alcool.

L'elenco degli alimenti proibiti include anche cibi in salamoia, grassi di origine animale, pasticcini e funghi.

Previsione e prevenzione della colecistopancreatite

La colecistopancreatite cronica e acuta risponde bene al trattamento. Con un'assistenza tempestiva resa, la condizione patologica passa ad uno stadio di ricaduta.

Per quanto tempo la malattia sarà in una condizione cronica senza manifestazione del processo infiammatorio dipende dal rispetto delle misure preventive:

  • corretta alimentazione;
  • riduzione del peso;
  • stile di vita corretto.

La prognosi della malattia acuta e cronica è buona. Raramente, la malattia finisce nella morte. Nella maggior parte dei casi, i pazienti riescono a mantenere uno stato di recidiva visitando il medico in tempo e sottoposti a trattamento di sanatorio.

CONTROLLA LA TUA SALUTE:

Non ci vuole molto tempo, quindi avrai un'idea della tua salute.

holetsistopankreatit

La colecistopancreatite è un'infiammazione combinata della cistifellea e del pancreas. Si manifesta con dolore nell'epigastrio, ipocondria destra e sinistra, vomito ripetuto, altri sintomi dispeptici, cambiamenti nella natura delle feci, ittero. Viene diagnosticato utilizzando l'analisi biochimica di sangue e urina, coprogramma, ecografia addominale, MRPHG, RCPG. Per il trattamento vengono utilizzati analgesici, agenti miotropici, anticolinergici, antisecretori, antiemetici e antibatterici. I metodi chirurgici raccomandati sono metodi diversi di colecistectomia, stomia esterna ed interna del dotto biliare comune, dissezione della papilla di Vater.

holetsistopankreatit

La presenza di colecistopancreatite è dovuta alla vicinanza anatomica e all'interazione funzionale del pancreas (pancreas) e della cistifellea. Fallimento del sistema dello sfintere sfinterico, l'autoregolazione del capezzolo Vater con la malattia di uno degli organi prima o poi porta a cambiamenti patologici nell'altro. Secondo una ricerca nel campo della gastroenterologia clinica, nel 69-70% dei pazienti con colecistite acuta, il parenchima della ghiandola è patologicamente cambiato, con colecistite cronica, l'indice raggiunge l'85-88%. Il 38-39% delle persone che soffrono di pancreatite acuta sono diagnosticate con colecistite, con infiammazione cronica del pancreas, la colecisti è interessata nel 62-63% dei casi.

Cause della colecistopancreatite

L'emergere di un'infiammazione combinata del pancreas, la cistifellea è associata alla lesione primaria di uno di questi organi. Nell'85% dei pazienti, la colecistite associata alla colelitiasi diventa il collegamento iniziale della malattia. Nel 15% dei casi, il processo infiammatorio si sviluppa nel pancreas ed è complicato da una colecistite enzimatica secondaria. Il ruolo principale di JCB nello sviluppo della colecistopancreatite è dovuto all'azione di fattori quali:

  • Otturazione meccanica della papilla di Vater. Con il blocco delle vie di escrezione del succo pancreatico, la bile origina il ristagno biliare, provocando l'accumulo di una quantità critica di flora intestinale all'interno della cistifellea, infiammazione dell'organo. L'aumento simultaneo della pressione intraduttale nella ghiandola pancreatica porta all'ingresso dei suoi stessi enzimi nei tessuti dell'organo e l'insorgenza di cambiamenti infiammatori e distruttivi.
  • Disfunzione dello sfintere di Oddi. L'irritazione costante con piccole pietre provoca discinesia dei muscoli lisci della papilla di Vater. Emergenti reflussi biliare-pancreatici e pancreatico-biliare contribuiscono all'ingresso della bile, incluso l'infetto, nel pancreas e gli enzimi pancreatici nel tratto biliare. L'ipertensione intraduttale sullo sfondo dello sfintere dell'ipertone di Oddi diventa un fattore aggravante.

patogenesi

Il meccanismo di sviluppo della colecistopancreatite si basa sulla violazione del passaggio fisiologico della bile e del succo pancreatico nel duodeno. In condizioni normali, i propri sfinteri dei dotti biliari pancreatici e comuni prevengono la retrazione del segreto. In caso di ipertensione intraduttale causata da ostruzione meccanica della papilla Vater o discinesia dello sfintere di Oddi, diventa possibile per la bile entrare nel dotto pancreatico.

Questo porta all'attivazione della fosfolipasi e di altri enzimi pancreatici, la formazione di sostanze altamente tossiche dai componenti della bile che distruggono l'organo. Meno comunemente, sullo sfondo della pancreatite esistente, gli enzimi sono gettati nei dotti biliari, provocando lo sviluppo di colecistite. Un ulteriore fattore è il reflusso, la diffusione ematogena e linfatica della flora patogena. Nelle forme acute di colecistopancreatite, l'infiammazione è catarrale o purulenta-necrotica, nei processi fibro-degenerativi cronici prevalgono.

classificazione

La sistematizzazione delle forme di colecistopancreatite tiene conto della natura dei cambiamenti istologici e delle caratteristiche della malattia. A seconda dei principali disturbi morfologici, si distinguono le varianti essudativa, purulenta, necrotica, distruttiva e atrofica della malattia, e il tipo di infiammazione nella cistifellea e nella ghiandola pancreatica può essere diverso. Dalla natura del flusso si distinguono:

  • Colecistopancreatite acuta. Di norma, si verifica all'improvviso in presenza di un'ostruzione meccanica o di errori grossolani nella dieta. Differisce nel dolore pronunciato e nelle sindromi da rigurgito. In assenza di una terapia adeguata, la mortalità è del 31,5-55,5%.
  • Colecistopancreatite cronica. La malattia si sviluppa gradualmente ed è solitamente associata a JCB. I sintomi dispeptici, il disagio nelle regioni epigastrico e ipocondrale, la progressiva disgregazione dei processi digestivi dovuta alla degenerazione del pancreas prevalgono.
  • Colecistopancreatite cronica ricorrente. Più spesso è il risultato di una forma acuta di patologia, meno frequente nel precedente corso persistente. Le ricadute sono spesso innescate da disturbi nutrizionali. Il tasso di letalità durante le riacutizzazioni raggiunge il 3,5-7%.

Sintomi di colecistopancreatite

Il quadro clinico della malattia è vario e include segni di infiammazione sia della cistifellea che della ghiandola pancreatica. La principale lamentela dei pazienti con colecistopancreatite è il dolore addominale, che può essere localizzato nell'ipocondria o nella regione epigastrica. Caratterizzato da un aumento del dolore dopo aver assunto grandi quantità di cibi grassi, bevendo alcolici. Possibile vomito ripetuto con mescolanza di bile, non portando sollievo al paziente.

Disturbi dispeptic in forma di nausea, eruttazione e pesantezza nell'addome sono costantemente osservati, anche durante il periodo interictale. Per la colecistopancreatite, una violazione delle feci è tipica: i pazienti notano lo scolorimento delle feci, la presenza di inclusioni di cibo non digerito e un aumento dei movimenti intestinali fino a 4-6 volte al giorno. L'ingiallimento della sclera, delle membrane mucose e della pelle può verificarsi in combinazione con il colore delle urine scure. Nel periodo di esacerbazione, si osserva febbre subfebrillare o febbrile, debolezza generale e diminuzione della pressione sanguigna.

complicazioni

Nella colecistopancreatite si forma grave insufficienza digestiva, associata ad alterazione del flusso biliare, mancanza di enzimi pancreatici necessari. I pazienti sviluppano steatorrea e lienterei, c'è una significativa perdita di peso. A causa del coinvolgimento delle isole di Langerhans nel processo patologico, il diabete pancreatogenico può svilupparsi. L'infezione dell'intestino tenue adiacente causa l'insorgenza di duodenite ed eunite.

La complicanza grave della colecistopancreatite è la pancreatonecrosi, che viene rilevata quando gli enzimi vengono attivati ​​all'interno dei dotti pancreatici. I pazienti hanno spesso lesioni della cistifellea sotto forma di pericolecistite ed empiema. Senza trattamento, possono verificarsi perforazione dell'organo e rilascio di contenuti infetti nella cavità addominale libera. Esiste il rischio di peritonite biliare. Durante l'esacerbazione si può formare un guasto d'organo multiplo, che a volte porta alla morte.

diagnostica

La colecistopancreatite può essere sospettata se ci sono lamentele e sintomi fisici tipici (Kera, Murphy, Mayo-Robson, Myussi-Georgievsky). Per confermare la diagnosi è necessario un esame completo con l'uso di studi di laboratorio e strumentali. Il più informativo nel piano diagnostico sono metodi come:

  • Analisi biochimiche del sangue. I segni caratteristici della malattia sono un aumento significativo della fosfatasi alcalina e della bilirubina diretta, con necrosi del pancreas che aumenta il livello di AST e ALT. Si riscontrano anche ipoalbuminemia e disproteinemia, che è associata a una mancanza di digestione.
  • Analisi al microscopio delle feci Nel caso di colecistopancreatite nel coprogramma, vengono determinati i residui di cibo non digerito, una grande quantità di fibre muscolari larghe e granuli di amido. Inoltre, eseguire feci ELISA per alfa-amilasi - un aumento del livello dell'enzima 3-4 volte consente di confermare la diagnosi.
  • Esame ecografico della cavità addominale. Ultrasuoni della cistifellea, il pancreas rivela segni di danno d'organo. L'ispessimento delle pareti e il rigonfiamento della cistifellea, la presenza di pietre nella sua cavità e dotti biliari, l'eterogeneità del parenchima pancreatico, la deformazione dei suoi contorni.
  • Imaging. La colangiopancreatografia a risonanza magnetica viene utilizzata quando altri metodi non sono sufficientemente informativi e aiuta a studiare la struttura del pancreas e del sistema biliare in dettaglio. Il metodo è necessario per la rilevazione di cisti e aree di necrosi, diagnosi di patologie del fegato e della testa del pancreas.
  • ERCP. Colangiopancreatografia retrograda viene utilizzata per visualizzare lo stato delle vie biliari e dei dotti pancreatici. Il metodo consente di identificare i calcoli negativi ai raggi X, stimare il diametro dei dotti biliari, le condizioni dello sfintere di Oddi. Secondo le indicazioni può essere papillosfinterotomia.

In generale, l'analisi del sangue durante l'esacerbazione della colecistopancreatite ha evidenziato una lieve leucocitosi, aumento della VES. Nell'analisi biochimica dell'urina possono essere presenti bilirubina e urobilina. Se si sospetta che venga effettuata l'elmintiasi, vengono eseguiti esami del sangue immunologici. Al fine di escludere patologie di altri organi del tratto gastrointestinale, vengono prodotte radiografie e raggi X con contrasto orale.

Prima di tutto, la colecistopancreatite cronica acuta o esacerbata è differenziata dall'appendicite acuta. I criteri diagnostici principali sono la localizzazione del dolore nell'epigastrio o nell'ipocondrio sinistro, i segni ecografici delle lesioni del pancreas e delle vie biliari e i sintomi positivi di Mayo-Robson e Kera. L'attenzione è rivolta alla storia e alla durata del decorso della malattia - il rapido aumento dei sintomi sullo sfondo del benessere generale è a favore della patologia chirurgica acuta. Un gastroenterologo, un epatologo e un chirurgo sono attratti dall'esaminare un paziente.

Trattamento della colecistopancreatite

Quando si sceglie una tattica terapeutica, prendono in considerazione le dinamiche dello sviluppo della patologia, i presunti cambiamenti morfologici negli organi, la presenza di disturbi concomitanti. I pazienti con un processo acuto sono ospedalizzati in un ospedale chirurgico, forniscono il riposo funzionale degli organi del tratto digerente (digiuno, decompressione intestinale, se necessario - alimentazione parenterale o enterale). Nella variante cronica colecistopancreatite limitare l'assunzione di cibi grassi, ridurre la quantità di carboidrati. Dei farmaci usati:

  • Analgesici non narcotici e narcotici. La base per l'analgesia è una sindrome dolorosa persistente. Nei casi più gravi, è possibile prescrivere antipsicotici, anestesia epidurale.
  • Antispasmodici miotropi. La rimozione dello spasmo della muscolatura liscia riduce l'ipertensione intraduttale, facilita la secrezione del succo pancreatico e della bile. Se necessario, la terapia con colecistopancreatite è integrata con farmaci anticolinergici.
  • Farmaci antiemetici. In presenza di sindrome da rigurgito, i farmaci di prima scelta sono bloccanti della dopamina e della serotonina. Sono mostrati i pazienti con bloccanti selettivi persistenti del vomito 5HT-3-serotonina.
  • Antibiotici. Per la prevenzione delle complicanze infettive e l'eliminazione della flora patogena, vengono utilizzate penicilline semisintetiche, macrolidi, cefalosporine e aminoglicosidi. Quando si sceglie un farmaco si tiene conto della sensibilità dell'agente patogeno.
  • Agenti antisecretori. Al fine di inibire la secrezione pancreatica, sono prescritti inibitori della pompa protonica e inibitori del recettore dell'istamina. Per la colecistopancreatite con grave distruzione, gli ottapeptidi e gli inibitori della proteasi sono efficaci.

Tenendo conto della gravità dei sintomi, la terapia infusionale viene effettuata con l'introduzione di soluzioni elettrolitiche, analeptici e glicosidi cardiaci per supportare l'attività cardiaca. L'inefficacia del trattamento conservativo della colecistopancreatite è un'indicazione per la chirurgia. Di solito, il miglioramento si verifica dopo una colecistectomia aperta, laparoscopica o SILS. Quando si verifica un'ostruzione acuta delle vie biliari, la coledocolostomia, la coledocoduodenostomia o la coledocoenterostomia. I pazienti con una lesione isolata del capezzolo Vateri sono mostrati papillosfinterotomia.

Prognosi e prevenzione

La prognosi dipende dalla durata della malattia e dal grado di disturbi strutturali. Il risultato è relativamente favorevole in caso di diagnosi precoce di colecistopancreatite e suo trattamento tempestivo. Con un decorso complicato della malattia, la prognosi è dubbia. Per prevenire è necessario seguire una dieta (evitare l'abuso di cibi fritti e grassi, limitare l'assunzione di alcool), fare esercizio fisico forte, trattare altre malattie gastroenterologiche.

Colecistopancreatite cronica

La colecistopancreatite cronica è una malattia quando il pancreas e la cistifellea si infiammano contemporaneamente. In questo contesto, vi è una violazione del processo di digestione di grassi e carboidrati, la rottura del flusso di bile e il rilascio di enzimi digestivi. Tali cambiamenti portano alla comparsa di sintomi specifici.

I principali provocatori della patologia sono altre malattie croniche del tratto gastrointestinale, scarsa nutrizione, dipendenza da cattive abitudini e molti altri fattori predisponenti.

Il quadro clinico è rappresentato dalla sindrome del dolore con localizzazione nell'ipocondrio destro o sinistro, un sapore amaro in bocca, perdita di peso, nausea e vomito, defecazione alterata.

La diagnosi finale viene effettuata solo dopo che il paziente è stato sottoposto ad un'ampia gamma di esami strumentali, che sono necessariamente integrati da test di laboratorio e manipolazioni eseguite direttamente dal clinico. Indipendentemente non è possibile confrontare i sintomi e il trattamento.

Il trattamento della patologia è ridotto all'uso di tecniche terapeutiche conservative, tra cui i farmaci, le procedure fisioterapeutiche e l'uso di ricette di medicina alternativa.

La colecistopancreatite nella forma cronica di occorrenza nella classificazione internazionale delle malattie ha un significato separato. Il codice ICD-10 sarà K86.8.2.

eziologia

Vengono presentate le principali ragioni per la localizzazione del processo infiammatorio simultaneamente nel pancreas e nella galla:

  • vicino posizione anatomica degli organi;
  • restringimento cicatriziale del dotto duodenale;
  • la formazione di pietre nel tratto biliare;
  • atonia dello sfintere di Oddi;
  • reflusso duodenopancreatico;
  • stagnazione della bile;
  • completa assenza o trattamento irrazionale della forma acuta di questa malattia.

Colecistopancreatite cronica è spesso formata sullo sfondo del verificarsi di tali malattie:

Come fattori predisponenti possono essere:

  • mangiare grandi quantità di cibi grassi;
  • dipendenza perenne da alcol e altre cattive abitudini;
  • assunzione di farmaci senza prescrizione da parte del medico curante - questo dovrebbe includere l'eccesso del dosaggio giornaliero del farmaco o la durata del suo uso;
  • assunzione insufficiente di proteine ​​nel corpo umano;
  • insufficiente afflusso di sangue al tratto digestivo;
  • pasti irregolari;
  • patologie del sistema endocrino;
  • eccesso di cibo frequente

I medici non escludono l'effetto della predisposizione genetica.

classificazione

La colecistopancreatite cronica è caratterizzata da un andamento ondulatorio recidivante, che implica l'alternanza di tali fasi:

  1. Esacerbazione dei sintomi Ci sono manifestazioni cliniche caratteristiche della variante acuta. Nella stragrande maggioranza delle situazioni, le ricadute sono provocate da scarsa nutrizione, violazione della dieta, dipendenza da cattive abitudini e influenza prolungata di situazioni stressanti.
  2. Remissione. Il sintomo principale sarà dolore lieve nell'ipocondrio sinistro o destro.

Secondo la variante del flusso emettono:

  • colecistopancreatite ulcerosa;
  • colecistopancreatite ostruttiva cronica;
  • colecistopancreatite purulenta;
  • colecistopancreatite calcificata cronica.

sintomatologia

La prima manifestazione esterna di una riacutizzazione è la sindrome del dolore e la sua gravità può variare da un lieve disagio al dolore acuto. Più lunga è la malattia, più debole sarà il dolore, ma l'insufficienza funzionale degli organi interessati progredirà sicuramente.

Il dolore è localizzato sotto le costole destra o sinistra, spesso si verifica circa 30 minuti dopo il consumo di cibi grassi e speziati, prodotti fritti e affumicati, dopo aver bevuto alcolici. I dolori di fuoco di Sant'Antonio non sono esclusi.

Ulteriori segni di colecistopancreatite cronica:

  • amarezza e secchezza in bocca;
  • nausea, che termina con vomito e non porta sollievo;
  • comparsa di ruggito caratteristico nello stomaco;
  • un aumento del volume della parete addominale anteriore;
  • frequente diarrea;
  • debolezza generale e debolezza;
  • stanchezza;
  • aumento della temperatura corporea;
  • diminuzione delle prestazioni.

Sopra sono le manifestazioni esterne più frequenti, ma vale la pena notare che nella colecistopancreatite cronica possono essere presenti segni più rari:

  • giallo della pelle, membrane mucose visibili e sclera;
  • ascite;
  • lesioni artritiche delle articolazioni delle mani degli arti superiori;
  • la formazione di pseudocisti su organi malati;
  • placca bianca o giallastra;
  • desquamazione della pelle;
  • fragilità della lamina ungueale;
  • macchie rosse sull'addome vicino all'ombelico o blu nella zona;
  • atrofia muscolare della parete addominale anteriore;
  • decolorazione delle feci;
  • riduzione del grasso sottocutaneo.

Questo quadro sintomatico dovrebbe essere attribuito sia a pazienti adulti che a bambini affetti dalla forma cronica di colecistopancreatite.

diagnostica

Al fine di fare la diagnosi corretta e prescrivere le tattiche di trattamento più efficaci, un gastroenterologo deve familiarizzare con i risultati dell'esame strumentale. Tuttavia, il clinico deve svolgere autonomamente diverse attività:

  • studiare la storia della malattia - cercare un fattore stimolante;
  • familiarizzare con la storia della famiglia;
  • raccogliere e analizzare la storia della vita - per identificare la fonte fisiologica più probabile;
  • palpazione profonda della parete addominale anteriore;
  • valutazione della condizione della pelle;
  • indagine dettagliata - per fare un quadro sintomatico completo.

Come studi di laboratorio ausiliari sono:

  • analisi cliniche generali di sangue e urina;
  • biochimica del sangue;
  • esame microscopico delle feci, che indica la presenza di particelle di grasso, cibo non digerito, sangue e parassiti;
  • Test PCR;
  • test sierologici;
  • proteinogramma;
  • analisi immunologiche.

Le basi della diagnosi sono:

  • EFGDS;
  • CT e RM;
  • ecografia;
  • radiografia.

trattamento

Metodologie conservative volte al raggiungimento di questi obiettivi:

  • normalizzazione del funzionamento degli organi interessati;
  • migliorare la qualità della vita;
  • prevenzione delle complicanze;
  • sollievo del processo infiammatorio.

Trattamento della colecistopancreatite cronica:

  • prendere medicine;
  • l'implementazione della fisioterapia;
  • uso di ricette di medicina tradizionale;
  • rispetto di una dieta moderata.

Spesso ai pazienti vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • antispastici;
  • antibiotici;
  • antiacidi;
  • inibitori della pompa protonica;
  • anticolinergici;
  • analgesici;
  • bloccanti del recettore H2 dell'istamina;
  • procinetici;
  • sostanze enzimatiche;
  • inibitori delle reazioni enzimatiche;
  • farmaci mirati a ripristinare la microflora intestinale;
  • immunomodulatori;
  • complessi vitaminici e minerali.

Il trattamento della patologia mediante procedure fisioterapeutiche implica l'implementazione di:

  • DVM a bassa intensità;
  • terapia laser;
  • UHF ad alta frequenza;
  • terapia diadinamica;
  • crioterapia;
  • terapia magnetica;
  • riscaldamento;
  • galvanica;
  • UV e microonde;
  • elettroforesi medicinale;
  • Confezioni di paraffina

Come tecnica aggiuntiva, vengono usati i rimedi popolari. Decotti medicinali e infusi destinati alla somministrazione orale, preparati sulla base delle seguenti erbe:

  • assenzio e achillea;
  • menta e erba di San Giovanni;
  • camomilla e violetta;
  • semi di tiglio e di lino;
  • calendula e dente di leone;
  • rosa selvatica e ginseng.

Per quanto riguarda il menu medico, la dieta per la colecistopancreatite cronica è pienamente coerente con le regole del numero di dieta 5P.

Possibili complicazioni

Ignorare i sintomi e la completa assenza di trattamento è irto dello sviluppo delle seguenti complicanze:

  • la formazione di coaguli di sangue;
  • ostruzione della cistifellea;
  • epatite reattiva;
  • formazione del tumore nel dotto pancreatico;
  • polineuropatia;
  • ittero ostruttivo;
  • emorragia nel tratto digestivo;
  • insufficienza endocrina;
  • diabete mellito;
  • morte del tessuto
  • la formazione di pseudocisti, ascessi e flemmoni.

Prevenzione e prognosi

Al fine di evitare lo sviluppo della forma cronica di colecistopancreatite, è necessario impegnarsi in un trattamento completo del decorso acuto della malattia.

Per ridurre la probabilità di patologia, le persone dovrebbero attenersi a queste semplici misure preventive:

  • rifiuto completo delle dipendenze;
  • nutrizione sana ed equilibrata;
  • prendendo solo quei farmaci che il medico emetterà;
  • aderenza al lavoro e al riposo;
  • individuazione precoce e completa eliminazione di quelle patologie che possono portare a una tale malattia - è raccomandato più volte l'anno di sottoporsi a un esame completo in un istituto medico con una visita a tutti i medici.

I sintomi e il trattamento della colecistopancreatite cronica sono fattori che determinano la prognosi. La terapia combinata fornisce una prognosi favorevole, ma ignorare le manifestazioni cliniche può portare alla formazione di complicanze. Va notato che ogni 2 pazienti con una diagnosi simile muoiono a causa degli effetti della malattia.

Colecistopancreatite cronica: sintomi e trattamento

Cause dello sviluppo

Ci sono molte ragioni per cui la colecistopancreatite cronica può apparire e svilupparsi. I più frequenti sono:

  • sistemazione impropria di organi;
  • cicatrici e compressione del dotto duodenale;
  • colecistite sviluppata;
  • anomalie dello sviluppo che influenzano il tono dello sfintere di Oddi;
  • flatulenza prolungata, che aumenta la pressione sull'intestino.

Oltre alle principali cause dello sviluppo della malattia, ce ne sono di minori, che, in combinazione con una serie di fattori, facilmente provocano disturbi. Questo, ad esempio, la presenza di calcoli nella cistifellea, ulcera gastrica, tumori pancreatici (sia benigni che maligni), aumento dell'acidità del succo gastrico.

Cos'è una malattia pericolosa?

La colecistopancreatite, quando è acuta, è pericolosa stimolando lo sviluppo della trombosi venosa, così come i disturbi nel sistema endocrino. Inoltre, la malattia causa spesso tumori nel pancreas, oltre a false cisti e, sorprendentemente, artrite.

A volte, a causa della prolungata colecistopancreatite, la parte pleurica del pancreas sporge, il che influenza negativamente l'organismo nel suo complesso.

sintomi

La colecistopancreatite ha i suoi sintomi e trattamento. Per quanto riguarda i sintomi, possono essere suddivisi in comune (per tutte le malattie dell'apparato digerente) e specifici.

Con l'esacerbazione della malattia può essere una diminuzione di interesse per il cibo, gonfiore, gas, la presenza di particelle evidenti di grasso non digerito nelle feci.

Si può osservare un certo numero di segni neurologici che sono piuttosto specifici. Questo, ad esempio, la presenza di dolore nel giusto angolo vertebrale costale, la pelle blu attorno all'ombelico, la compattazione a livello del pancreas, che è facile da tastare. Inoltre, il tessuto adiposo sottocutaneo può essere significativamente ridotto, un rash può comparire ai margini dell'ombelico e i muscoli addominali possono indebolirsi in modo significativo.

diagnostica

Per diagnosticare una malattia del tipo di holicista, i seguenti metodi diagnostici sono comunemente usati:

  • MRI, che include la diagnosi usando strumenti.
  • Ricerca biochimica, poi mangia un'analisi delle feci per determinare le particelle di grasso non digerito in esso, così come la rilevazione di quantità eccessive di lipidi nel corpo.
  • Test respiratorio, che consente di determinare l'attività degli enzimi.
  • Esame del sangue per determinare la composizione ormonale del liquido.
  • Ultrasuoni, cioè esame mediante ultrasuoni.

Trattamento farmacologico

Per il trattamento della malattia nel modo tradizionale, medico, utilizzare tali farmaci:

  • Antiacidi - "Almagel", "Maaoks", "Fosfalyugel".
  • Bloccanti dei recettori istaminici - Gastrosidina, ranitidina, Kvamatel.
  • Acceleratori della pompa protonica: "Lansoprazol", "Esomeprazole".
  • Anticolinergici: platifilina, atropina e altri.
  • Preparati enzimatici: Pancreatina, Creonte.
  • Acceleratori della reazione di natura enzimatica: "Trasilol", "Gordoks", "Contrikal".
  • Analgesici: "Baralgin", "Analgin".
  • Farmaci antispastici: "No-Shpa".
  • Droghe di natura procinetica - "Tsirukal", "Motilium".
  • Sostituti del plasma - Gemodez.

dieta

I pazienti con colecistopancreatite dovrebbero escludere dalla loro dieta fritti e grassi, speziati e affumicati, vari cibi in scatola, cibi salati, salsicce e salsicce, cacao e cioccolato, alcol e caffè, verdure crude, in particolare cetrioli e pomodori, succhi di agrumi.

Di solito, con colecistopancreatite, i medici prescrivono una tabella di dieta N 5.

La durata di tale terapia dietetica è determinata individualmente in ciascun caso. In media, dura non più di 3 mesi.

Rimedi popolari

Il trattamento solo i rimedi popolari non ha senso, dal momento che non porta il risultato corretto. Il trattamento per le "ricette della nonna" deve necessariamente essere combinato con i farmaci. Il risultato dell'uso di agenti farmacologici è quello di alleviare le condizioni generali del paziente e ridurre i sintomi pronunciati della malattia.

I metodi popolari di affrontare la malattia sembrano innocui, infatti possono essere pericolosi per le persone con colecistopancreatite.

Pertanto, l'uso di qualsiasi rimedio popolare deve essere coerente con il medico.

prevenzione

Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che curare. E la colecistopancreatite non fa eccezione. Se il corpo è affetto da una malattia, allora è possibile "ostacolare" il suo sviluppo rinunciando all'alcool e osservando il regime del lavoro e del riposo.

Non è necessario eliminare completamente i prodotti nocivi dalla dieta, ma è necessario minimizzarne l'uso. È necessario condurre uno stile di vita sano e mangiare spesso (6-8 volte al giorno), ma in piccole porzioni. In questo caso, gli intervalli tra i pasti dovrebbero essere di almeno 4 ore. Altrimenti, il pancreas può solo danneggiare.

Video "Prevenzione delle malattie gastrointestinali"

Al fine di prevenire lo sviluppo di holicepstancreatitis, è necessario rifiutarsi da cibo grasso e dannoso, e anche non mangiare troppo. Ulteriori informazioni su come prevenire le malattie del tratto gastrointestinale possono essere trovate nel video.

Quale dottore contattare?

Dopo aver individuato i primi segni della malattia, è necessaria una visita a uno specialista.

Se vi è il sospetto di colecistite, è necessario contattare un gastroenterologo, un medico generico o un endocrinologo. Per il trattamento di forme gravi della malattia è quello di attirare e specialisti di altri rami della medicina - infectiologist, immunologo e altri.

Quindi, una malattia come la colecistite, è abbastanza difficile ed è accompagnata da una serie di sintomi spiacevoli. Può essere pericoloso per il corpo umano, quindi uno specialista dovrebbe essere contattato immediatamente. Per evitare l'insorgenza o la progressione della malattia, bisogna essere più attenti alla propria salute e mangiare bene. I rimedi popolari non devono essere trascinati, in quanto possono danneggiare in modo significativo. In ogni caso, la consultazione con un medico e una diagnosi dettagliata sono obbligatorie. La salute del tratto gastrointestinale deve essere trattata con particolare attenzione.

Immunoterapia contro il cancro

Pietre di pancreas - trattamento senza chirurgia