Vitamina D

La vitamina D o ergocalciferolo appartiene al gruppo delle vitamine liposolubili, che si formano sotto l'influenza dei raggi ultravioletti nei tessuti delle piante e degli animali da steroli. La vitamina è solubile in composti organici e grassi, ma non ha la capacità di dissolversi in acqua.

Le vitamine del gruppo D includono:

  • Vitamina D2 - ergocalciferolo, ottenuta dal lievito; la sua provitamina è ergosterolo;
  • Vitamina D3 - colecalciferolo, isolato dai tessuti animali; 7-deidrocolesterolo è considerato la sua provitamina;
  • Vitamina D4 - 22, 23-diidro-ergocalciferolo;
  • Vitamina D5, isolata dagli oli di grano; sitocalciferolo (24-etilolecalciferolo);
  • Vitamina D6 - stigma-calciferolo (22-diidroetil calciferolo).

Ad oggi, due composti sono considerati vitamina D - colecalciferolo ed ergocalciferolo (D2 e D3). I preparati a base di vitamine sono espressi in UI - unità internazionali.

1 UI contiene 0, 025 mkg di vitamina D in una forma chimicamente pura.

Fonti di vitamina D

La produzione di vitamina D nel corpo viene effettuata da provitamine, che vengono immesse nel corpo come prodotto finito da prodotti o formati da colesterolo sotto l'influenza dei raggi ultravioletti.

Se la pelle umana riceve abbastanza luce UV, il suo bisogno di vitamina D è più che compensato. Tuttavia, la vitamina D si trova anche negli alimenti: tuorlo d'uovo, olio di pesce, latticini, tuttavia, il consumo di alcune fonti alimentari non può garantire una copertura completa delle esigenze del nostro corpo per la vitamina D.

Vitamina D negli alimenti:

  • Aringa (400-1500 UI / 100 g.);
  • Fegato di maiale (40-50 UI / 100 gr.);
  • Fegato di manzo (40-50 UI / 100 gr.);
  • Burro (10-150 UI / 100 gr.);
  • Tuorlo d'uovo (50-400 UI / 100 gr.).

Azione di vitamina d

La funzione principale svolta dalla vitamina è quella di garantire il completo assorbimento di fosforo, calcio e magnesio, necessari per il normale sviluppo del sistema scheletrico. Questa sostanza contribuisce ad una sufficiente deposizione di calcio nella dentina e nelle ossa, svolgendo la prevenzione dell'insorgenza dell'osteoporosi e del rachitismo, prevenendo l'addolcimento (osteomalacia) delle ossa.

Il ruolo della vitamina D non si limita alla protezione delle ossa: migliora l'immunità, previene la debolezza muscolare, assicura la normale coagulazione del sangue e il funzionamento della ghiandola tiroidea. Migliorando il metabolismo minerale, la vitamina D è coinvolta nel ripristino delle membrane protettive che circondano i nervi, diventando così parte della complessa terapia e prevenzione della sclerosi multipla.

Inoltre, la vitamina D regola efficacemente il battito cardiaco e la pressione sanguigna, anche nelle donne in gravidanza, previene la crescita delle cellule tumorali. Con l'uso esterno di vitamina D3, è possibile ridurre la desquamazione pronunciata della caratteristica cutanea della psoriasi.

Bisogno di vitamina d

La principale fonte di vitamina D è il sole. Per soddisfare pienamente il bisogno di vitamina D del corpo, è sufficiente essere sotto l'influenza dell'ultravioletto solare per 15-20 minuti al giorno, specialmente durante le ore del mattino e del tramonto. Tuttavia, il periodo invernale, il fumo dell'atmosfera e l'abbronzatura pronunciata possono ridurre la produzione di vitamina nel corpo. Lo stesso si può dire per gli anziani, il cui corpo perde la capacità di sintetizzare la vitamina D da provitamine due volte, e di quelli che preferiscono attenersi a diete diverse e mangiare quantità insignificanti di grasso.

Il bisogno di vitamina D è:

  • Nei neonati a termine pieno - 500-700 IU / giorno;
  • Nei neonati con peso inferiore a 2500 g - 1000-1400 IU / giorno;
  • Nei bambini dai 5 ai 12 anni: 400-500 IU / giorno;
  • Negli adolescenti: 500-600 IU / giorno;
  • Negli adulti tra 20 e 50 anni: 300-400 IU / giorno;
  • Nelle donne in gravidanza e in allattamento - 600-800 IU / giorno;
  • Anziani: 600-800 IU / giorno.

Sintomi di ipovitaminosi

La carenza di vitamina D causa osteomalacia e comparsa di rachitismo, una malattia del sistema scheletrico caratterizzata da alterata formazione ossea. Nelle forme più lievi, i sintomi della carenza di vitamina D sono i seguenti:

  • Sensazione di bruciore alla gola e alla bocca;
  • Perdita di peso, perdita di appetito;
  • Visione offuscata;
  • Insonnia.
  • Carenza di vitamina D (carenza di vitamine);
  • l'osteoporosi;
  • osteomielite;
  • osteomalacia;
  • Fratture ossee;
  • Ipofosfatemia, ipocalcemia;
  • Osteodistrofia della genesi renale;
  • Ipoparatiroidismo, incluso - complicato da osteomalacia;
  • Lupus eritematoso;
  • Gastrite cronica;
  • Enterite cronica;
  • Pancreatite cronica;
  • Enterocolite complicata dall'osteoporosi;
  • Tubercolosi.

Indicazioni per la vitamina D

La supplementazione di vitamina D è consigliabile in caso di carie e disturbi dello sviluppo di denti, psoriasi, spasmofilia, pollinosi, diatesi emorragica, postmenopausa, nonché per migliorare le proprietà immunitarie del corpo. La vitamina D è consigliabile per la gravidanza che si verifica nel periodo autunnale invernale e per il trattamento con farmaci glucocorticoidi.

Inoltre, l'uso profilattico della vitamina può essere richiesto per le persone che vivono e lavorano nel circolo polare artico, impiegati della metropolitana, minatori.

Sintomi di ipervitaminosi

L'uso di dosi inadeguate di vitamina D può portare alle seguenti condizioni:

  • Forte mal di testa, dolori muscolari, dolori alle articolazioni;
  • Aumento della pressione sanguigna;
  • Perdita di appetito, nausea, vomito, debolezza, feci disturbate;
  • Febbre, mancanza di respiro, aumento del polso.

Avvelenamento cronico da vitamina D può causare sintomi come:

  • La comparsa di osteoporosi, demineralizzazione ossea, riassorbimento dello stroma;
  • Calcificazione di vasi e valvole del cuore;
  • La deposizione di sali di calcio nell'intestino, polmoni, reni, porta a disturbi nel lavoro di questi organi.

interazione

Si raccomanda di interrompere l'assunzione di vitamina D insieme ad agenti iperlipidemici, poiché i farmaci che abbassano il colesterolo nel sangue possono interferire con il suo assorbimento.

Vitamina D e lassativi minerali, ormoni steroidei, antiacidi, difenina e barbiturici sono ostruiti.

L'assunzione di vitamina D riduce l'attività dei glicosidi cardiaci e dosi significative di vitamina A possono portare a carenza di ferro nel corpo.

Un metabolismo completo della vitamina D nel fegato non è possibile con una carenza di vitamina E.

Quali donne hanno bisogno di vitamina D3. Segni della sua mancanza e eccesso

Il maggiore bisogno del corpo femminile per le vitamine è associato a caratteristiche fisiologiche. Perdita di sangue durante le mestruazioni, carichi che sono più difficili per una donna che per un uomo sono associati ad un elevato consumo di vitamine e sostanze nutritive. Il loro consumo durante la gravidanza, il parto e l'allattamento aumenta molte volte. Una delle "vitamine della salute delle donne" è la vitamina D3, senza la quale le ossa si indeboliscono, la pelle invecchia più velocemente, il ciclo mestruale è disturbato. La natura dei carichi sul corpo in diversi periodi della vita varia, il che influisce sulla necessità di questa sostanza.

Cos'è la vitamina d3

D3 - è una delle sostanze appartenenti al gruppo di "vitamine D". I componenti principali di questo gruppo sono:

  1. D2 (ergocalciferolo). Nel corpo umano, questa vitamina non è contenuta. Nel lievito e altri funghi, così come in alcune piante (ad esempio nel prezzemolo), è presente la cosiddetta provitamina D2 (ergosterolo). Entrando nel corpo umano con prodotti a base di erbe, si trasforma in vitamina D2.
  2. D3 (colecalciferolo). Il corpo lo ottiene in due modi. In primo luogo, si forma nella pelle umana dal colesterolo quando illuminato con raggi ultravioletti. In secondo luogo, entra nel corpo con cibo di origine animale. I prodotti a base di erbe non contengono questo componente.

L'azione delle sostanze nel corpo è la stessa.

Valore per il corpo

Una caratteristica della vitamina D3 è che gioca un duplice ruolo nel corpo:

  1. Regola l'assorbimento di calcio, magnesio e fosforo, necessario per mantenere il normale tessuto osseo. Accelera il processo del metabolismo, promuove l'assorbimento nell'intestino di composti di questi elementi chimici.
  2. Agisce come un ormone, regola il metabolismo dei carboidrati.

Effetto su vari sistemi corporei

Sistema muscolo-scheletrico. Senza questa sostanza, l'assorbimento del calcio, che è parte delle ossa, legamenti, tessuto dentale, muscoli e sangue, è impossibile. La sua carenza porta alla lisciviazione del calcio dal tessuto osseo, a seguito della quale si verifica il suo indebolimento e la struttura cambia. Questo causa l'osteoporosi. Il rischio di malattia è particolarmente aumentato durante la menopausa, quando l'assorbimento dei nutrienti e la produzione di vitamina D3 peggiorano significativamente.

Si chiama sostanza "anti-rak". Durante la gravidanza, è necessario per la formazione di ossa sane nel feto, così come la protezione del corpo della donna incinta dalla carenza di calcio e le sue conseguenze.

Sistema nervoso La sostanza fornisce crescita e rigenerazione delle cellule nervose. Il lavoro del sistema muscoloscheletrico, la capacità dei muscoli di contrarsi dipendono dallo stato dei neuroni che trasmettono i segnali dal cervello ai muscoli.

Sistema muscolo-scheletrico. Nell'adolescenza, c'è un rapido sviluppo del sistema muscolo-scheletrico, grazie al quale viene migliorata la coordinazione dei movimenti. Durante questo periodo, l'andatura della ragazza si forma, i movimenti sono complicati. C'è un maggiore apporto di vitamina D3. Pertanto, la nutrizione è particolarmente importante, l'effetto della luce solare sulla pelle.

Sistema immunitario D3 è necessario per creare cellule immunitarie. La capacità del corpo di combattere le infezioni dipende dal loro contenuto nel sangue. L'infezione porta alla comparsa di malattie infiammatorie femminili che causano disturbi mestruali, infertilità. Durante la gravidanza, le malattie infettive portano ad uno sviluppo anormale del feto, aborto e altre complicanze.

Con un'immunità indebolita aumenta il rischio di cancro delle ghiandole mammarie, intestino, l'insorgere di malattie della pelle (psoriasi), così come la sclerosi multipla.

Sistema endocrino. Questa sostanza è coinvolta nella regolazione del metabolismo dei carboidrati nel fegato, aumenta la sensibilità del corpo all'insulina, regolando in tal modo il livello di glucosio nel sangue. L'aumento della sensibilità all'insulina è responsabile della produzione di una quantità eccessiva di estrogeni nelle ovaie. Questo porta a un'ovulazione compromessa, può causare infertilità, menopausa precoce. La capacità di regolare i livelli di zucchero nel sangue e aumentare la sensibilità dei tessuti all'insulina riduce il rischio di diabete.

La vitamina D3 è molto necessaria per le donne per migliorare il metabolismo, bruciare i grassi, ridurre il peso corporeo, migliorare il sistema cardiovascolare. L'uso di questo farmaco è necessario per le malattie della ghiandola tiroidea, in quanto ciò riduce drasticamente il contenuto di calcio e fosforo nel sangue.

In che modo la vitamina D influisce sulle ossa e sui denti?

La vitamina D, detta anche ergocalciferolo, viosterolo, colecalciferolo, vitamina antirachitica, è un gruppo di sostanze biologicamente attive che hanno somiglianza in termini di struttura chimica e sono coinvolte nell'assorbimento di fosforo, calcio, magnesio e vitamina A.

Nel corpo umano entra o con il cibo, o viene sintetizzato nella pelle sotto l'influenza della luce solare.

La vitamina D può essere attribuita a un numero di nutrienti vitali, poiché, in combinazione con alcuni minerali, è responsabile di molte funzioni, come la formazione delle ossa.

Il ruolo della vitamina nel corpo

La vitamina D ha le seguenti funzioni:

  • Fornisce la normale formazione e crescita ossea, la guarigione delle lesioni cutanee, la prevenzione dell'osteoporosi e del rachitismo. Regolando il metabolismo minerale, favorisce la deposizione di calcio nella dentina e nel tessuto osseo, prevenendo così l'addolcimento delle ossa.
  • Normalizza l'attività cardiaca e la coagulazione del sangue.
  • Aumenta l'immunità, aiuta a ridurre il rischio di raffreddore.
  • Partecipa all'escrezione di arsenico, piombo e altri metalli pesanti.
  • Promuove l'assorbimento di magnesio e vitamina A, migliora l'effetto delle vitamine C e A.
  • Svolge un ruolo importante nel trattamento di malattie come la psoriasi, l'epilessia, la congiuntivite e alcune forme di tubercolosi.

Tariffa giornaliera e raccomandazioni per l'ammissione

L'assunzione giornaliera di vitamina D è la seguente:

Con un deficit di radiazioni ultraviolette, aumenta la necessità di aumentare la vitamina. Questo vale per le seguenti categorie di persone:

  • I pazienti costretti a letto non camminano all'aria aperta.
  • Residenti di alte latitudini, nonché aree con un'atmosfera altamente inquinata.
  • Lavoratori in turni di notte o semplicemente preferiscono essere notturni.

Nelle persone di pelle scura (persone conciate, negroidi), la sintesi della vitamina D nella pelle è ridotta. Inoltre, riguarda gli anziani e i sostenitori di una dieta vegetariana.

La vitamina D è scarsamente assorbita nella disfunzione della colecisti, disturbi intestinali e fegato. La necessità di aumentare le donne in gravidanza e in allattamento, dal momento che richiede un importo aggiuntivo per la prevenzione del rachitismo nei bambini.

Arricchire il corpo con la vitamina D può essere mangiando cibo. Tuttavia, il suo contenuto nei prodotti è insignificante, quindi se necessario dovrebbe essere preso in aggiunta. Inoltre, questo dovrebbe essere fatto durante l'assunzione di cibi contenenti grassi (l'acqua potabile non è pratica).

Un punto importante è il momento giusto per prendere una vitamina. Questo dovrebbe essere fatto durante il consumo di alimenti contenenti grassi, che sono necessari per la sua assimilazione.

Segni di carenza di vitamine

Una grave deficienza nel corpo della vitamina D si manifesta in tali disturbi come l'osteomalacia (rammollimento delle ossa) e il rachitismo.

Insonnia, diminuzione dell'appetito con perdita di peso, sensazione di bruciore in bocca e gola, ridotta acuità visiva sono caratteristiche di una forma più lieve di ipovitaminosi.

Vari fattori possono portare a ipovitaminosi. Prima di tutto, è l'assenza del sole e la mancanza di vitamine nel cibo consumato.

Tuttavia, anche se tutto è in ordine con l'ottenimento della radiazione ultravioletta, il processo di sintesi attiva della vitamina nel corpo dipende da molti fattori.

Ecco i principali:

  • Lunghezza d'onda della luce Il più efficace è lo spettro medio delle onde, che si forma al mattino o al tramonto.
  • Pigmentazione della pelle Nel caso di pelle chiara al sole, la vitamina D è prodotta di più.
  • Età. Nel corso degli anni, la capacità della pelle di sintetizzare il calciferolo diminuisce.
  • Inquinamento atmosferico Le abbondanti emissioni industriali e la polvere impediscono la penetrazione dei raggi ultravioletti attraverso gli strati atmosferici.
  • Malattie dell'apparato cardiovascolare e dell'apparato digerente. Questo si applica ai casi in cui l'assorbimento dei precursori della vitamina D è compromesso.

Indicazioni per l'uso

Tra le indicazioni per l'assunzione di vitamina D dovrebbe essere notato:

  • Ipo-e vitamina D (rachitismo).
  • Fratture ossee
  • Osteoporosi.
  • Ipocalcemia / ipofosfatemia.
  • Infiammazione del midollo osseo (osteomielite).
  • osteomalacia
  • Il processo di lenta formazione del callo.
  • Osteodistrofia di origine renale.
  • Enterocolite accompagnata da osteoporosi
  • Tubercolosi.
  • Lupus eritematoso
  • Enterite cronica associata a sindrome da malassorbimento.
  • Ipoparatiroidismo / iperparatiroidismo con osteomalacia
  • Forme croniche di gastrite con acloridria e pancreatite con insufficienza secretoria.

La vitamina D in caso di artrite, pollinosi, diatesi emorragica, psoriasi, tetania, durante il periodo di perimenopausa e postmenopausa, per migliorare l'immunità non sarà fuori luogo.

Video: "Cos'è la vitamina D?"

fonti

Tra le fonti vegetali, la quantità massima di vitamina D è contenuta in prezzemolo, equiseto, ortica.

Di prodotti di origine animale è quello di fornire caviale, formaggio, olio di pesce, tuorlo d'uovo, latticini, burro.

Salva la vitamina D negli alimenti, seguendo semplici regole.

Pesce e carne dovrebbero essere scongelati lentamente. Dopo lo scongelamento, è meglio non conservare il cibo, ma cucinarlo immediatamente. Il congelamento ripetuto non è il benvenuto. Non immergere pesci e carne nell'acqua.

Cuocere meglio al vapore o al forno in carta stagnola / manica. Quando si cuociono i prodotti vanno messi in acqua bollente, impedendo la loro cottura. I piatti cucinati non devono essere riscaldati più volte.

Vitamine e complessi minerali con un contenuto di vitamine

In medicina, la vitamina D viene prodotta come un complesso multivitaminico, che è responsabile della regolazione del metabolismo del calcio-fosforo e compensa la mancanza di questa sostanza nel corpo.

Spesso il prodotto finito viene prescritto dai medici al neonato, al fine di prevenire le malattie legate alla carenza di vitamine.

Esistono diverse forme di produzione di farmaci che concentrano il calciferolo. I dosaggi e le istruzioni per l'uso variano a seconda della composizione e del tipo di farmaco.

Vengono prodotti preparati sotto forma di gocce, sospensioni, compresse, caramelle gommose, capsule.

I più popolari sono Etalfa, calcio D3 Nikomed, Zemplar, Akvadetrim. Ogni farmaco deve essere assunto per via orale o per iniezione, a seconda dell'età e dello scopo di utilizzo del paziente.

Interazione della vitamina con altre sostanze

Caratteristiche dell'interazione di vitamina D con altre sostanze come segue:

  • Calciferolo in parallelo con farmaci iperlipidemici deve essere interrotto, perché i farmaci che abbassano il colesterolo nel sangue possono interferire con il suo assorbimento.
  • Prevenire l'assorbimento di antiacidi vitamina D, ormoni steroidei, lassativi minerali, difenina e barbiturici.
  • Durante l'assunzione di vitamina D c'è una diminuzione dell'attività dei glicosidi cardiaci e dosi significative della sostanza possono portare ad una mancanza di ferro nel corpo.
  • Per un metabolismo completo del calciferolo nel fegato, è necessaria la vitamina E.

Video: "Fonti di vitamina D"

Segni di overdose e come gestirli

La vitamina D è considerata liposolubile e tende ad accumularsi nel corpo. Con un eccesso di esso può causare problemi seri.

I sintomi di un sovradosaggio di vitamina D sono i seguenti:

  • Vomito, nausea, perdita di appetito.
  • Febbre alta, sete inestinguibile, bocca secca.
  • Indigestione, in alternanza con stitichezza.
  • Sintomi di intossicazione del sistema nervoso: disturbi del sonno, perdita di coscienza, crampi muscolari.
  • Perdita di peso
  • Palpitazioni cardiache, tono della pelle bluastra, cardiopatia.
  • Ridurre le difese del corpo.
  • Salti di pressione sanguigna.
  • Dolore articolare, mal di testa e muscolare.
  • Impulso lento, difficoltà a respirare.
  • Quando viene effettuato un esame del sangue, viene rilevato un livello elevato di calcio e bassi livelli di fosforo.

L'ipervitaminosi può causare lo sviluppo di osteoporosi, riassorbimento dello stroma osseo, la loro demineralizzazione, un aumento della sintesi di mucopolisaccaridi nei tessuti molli con la loro ulteriore calcificazione.

Inoltre, il fenomeno della deposizione di sali di calcio in alcuni organi, che porta a violazioni delle funzioni corrispondenti, non è escluso.

Se sviluppa sintomi di ipervitaminosi, deve interrompere immediatamente l'assunzione di vitamina D. Dovresti iniziare a mangiare correttamente e seguire una dieta.

Le uova, la ricotta e il latte di mucca dovrebbero essere esclusi dal consumo. Si raccomanda di includere alimenti con un basso livello di calcio nella dieta. Non sarà superfluo arricchire il cibo con le vitamine A, E, B, C.

Nel più breve tempo possibile, dovresti contattare uno specialista per nominare una terapia per ripristinare il corpo.

Fatti interessanti

Più recentemente, gli scienziati hanno ottenuto dati interessanti sulla ricostituzione del corpo umano con riserve di vitamina D. Si è scoperto che l'ultravioletto interagisce con il grasso sulla superficie della pelle, durante la distruzione della quale si forma questa vitamina.

Quindi viene assorbito nella pelle. Tuttavia, se ti lavi con sapone e sapone per lavare via il grasso prima di prendere il sole o dopo, allora il tuo corpo non sarà arricchito con vitamina D.

conclusione

Pertanto, la vitamina D ha le seguenti caratteristiche:

  • È un gruppo di sostanze biologicamente attive.
  • Svolge funzioni correlate al sistema osseo, ormonale, immunitario, nervoso e alla crescita cellulare.
  • Il tasso di assunzione giornaliero dipende dall'età della persona.
  • Contenuto in prodotti di origine animale (olio di pesce, latte, uova) e origine vegetale (equiseto, prezzemolo, ortica). È anche prodotto dall'esposizione ai raggi ultravioletti.
  • In prodotti farmacologici prodotti sotto forma di complessi vitaminico-minerali.
  • Gravi problemi di salute possono essere accompagnati sia da una carenza sia da un eccesso di vitamina D. È importante consultare un medico se si riscontrano sintomi.

VITAMINA D: bisogno ed effetto sul corpo. Quali prodotti contengono.


La vitamina D svolge un ruolo importante nel garantire il normale sviluppo e funzionamento del corpo dalla nascita alla vecchiaia. I residenti di molte regioni del nostro paese sono a rischio in termini di carenza di questa vitamina. Ecco perché è necessario prestare la dovuta attenzione a fornire all'organismo vitamina D.

Vitamina D Descrizione:
Vitamina D (calciferolo) - un gruppo di sostanze liposolubili formate nel corpo umano sotto l'influenza della luce solare (raggi ultravioletti) o ingerite. La vitamina D si trova in diverse forme (D1, D2, D3, D4, D5 e D6). Resistente alle alte temperature e non si dissolve in acqua. La funzione principale della vitamina D nell'uomo è garantire il corretto assorbimento di fosforo e calcio.
La principale fonte di calciferolo è la luce solare. Sotto l'influenza della luce ultravioletta, questa vitamina viene sintetizzata e si accumula nel corpo umano (nel tessuto adiposo sottocutaneo). La necessità di vitamina D può essere completamente coperta garantendo nel contempo una sufficiente radiazione ultravioletta. Va ricordato che non appena una persona ha un'abbronzatura forte, la formazione di vitamina D nel corpo sotto l'influenza dei raggi UV si arresta. Oltre alla luce solare, la fonte della vitamina D è il cibo. Ci sono molti prodotti che aiutano a fornire al corpo questa sostanza. Inoltre, c'è un integratore alimentare biologicamente attivo come l'olio di pesce, che contiene una grande quantità di vitamina D.

Perché il corpo ha bisogno della vitamina D:

  • La vitamina D fornisce l'assorbimento di calcio e fosforo, che svolge un ruolo cruciale nella costruzione dello scheletro, lo sviluppo e il rafforzamento del tessuto osseo. Senza un sufficiente apporto di vitamina D nel corpo umano, le buone condizioni delle ossa e dei denti sono impossibili. Quando c'è carenza di calcio, il corpo fornisce prima loro sangue e cellule nervose, rimuovendolo da altri tessuti, di solito dal tessuto osseo. E se nello stesso tempo nella mancanza del corpo di vitamina D, quindi le ossa e i denti perdono la loro forza, che può portare a varie malattie.
  • Questa vitamina è molto importante nella prima infanzia, poiché è lui che protegge il corpo dei bambini dal rachitismo.
  • La vitamina D previene l'insorgenza e lo sviluppo del cancro.
  • Rafforza il sistema immunitario.
  • Aiuta nel lavoro della ghiandola tiroidea.
  • Partecipa alla regolazione dei livelli di zucchero nel sangue.
  • Colpisce la vitamina D e la condizione della pelle.
  • Influisce sulle prestazioni del tessuto muscolare.
  • La vitamina D aiuta a proteggere da stanchezza cronica e cattivo umore.
  • Effetto positivo sul sistema nervoso.

Interazione della vitamina D con altre sostanze:

  • Prima di tutto, va ricordato che la vitamina D è una sostanza liposolubile e per il suo normale assorbimento deve essere fornita al corpo una quantità sufficiente di grasso.
  • Affinché la vitamina D sia sintetizzata nel corpo o ben assorbita dal cibo, è necessario anche un apporto sufficiente di calcio, fosforo, vitamina A, E, C e gruppo B.
  • Se c'è un eccesso di vitamina D, l'assorbimento del ferro può essere ostacolato.

Il fabbisogno giornaliero del corpo per la vitamina D:
Il fabbisogno giornaliero di vitamina D dipende dall'età e dalle condizioni fisiche della persona ed è, secondo la maggior parte degli esperti, 5-10 mg al giorno. Nei bambini, durante la gravidanza e l'allattamento, la necessità di questa vitamina aumenta in modo significativo. Se una persona non accade al sole, allora tutto il fabbisogno di vitamina D dovrebbe essere reintegrato con il cibo.

Prodotti contenenti vitamina D:

  • La vitamina D si trova in quasi tutti i frutti di mare. Soprattutto in fegato di merluzzo, caviale rosso e varietà grasse di pesce di mare, come l'aringa, il salmone, lo sgombro e altri.
  • Un sacco di questa vitamina nel fegato di pollo, manzo e maiale.
  • Il tuorlo d'uovo contiene anche una notevole quantità di vitamina D.
  • Il calciferolo si trova nei prodotti a base di latte fermentato - formaggio, burro, panna acida e altri.
  • Molte noci sono ricche di questa vitamina.

Carenza di vitamina D nel corpo:
La mancanza di vitamina D nel corpo è un problema molto comune in tutto il mondo. I russi sono a rischio per questo indicatore. Pertanto, tutti i residenti del nostro paese dovrebbero prestare la dovuta attenzione a questa vitamina.
Nei bambini, la carenza di vitamina D si manifesta con lo sviluppo di una malattia come il rachitismo. Negli adulti, la carenza di questa vitamina può essere accompagnata da debolezza, perdita di appetito, perdita di peso, sviluppo di osteoporosi, stanchezza cronica, deterioramento della vista e altri segni. La mancanza cronica di vitamina D può portare a malattie gravi.

Un eccesso di vitamina D nel corpo:
Sfortunatamente, un eccesso di vitamina D ha anche un effetto negativo sulla salute, proprio come una mancanza. Con l'eccesso a lungo termine di questa vitamina si possono verificare debolezza, nausea, stitichezza, dolore muscolare, altri sintomi.
Di norma, un eccesso di vitamina D si verifica quando l'uso incontrollato di grandi dosi di olio di pesce. Per questo motivo le medicine contenenti vitamina D dovrebbero essere prescritte da un medico con la condizione di stretta aderenza al dosaggio prescritto.

Abbi cura di te e sii sano!

Vitamina D (calciferolo)

La vitamina D (calciferolo) è sia un ormone che una vitamina liposolubile, la "vitamina del sole". Nel 1936 fu isolato dall'olio di pesce.

contenuto:

Vitamine del gruppo D

Ci sono due forme attive che sono attualmente chiamate vitamina D:

  • La vitamina D 2 (ergocalciferolo) è una vitamina sintetica di origine vegetale, che si forma a seguito dell'azione dei raggi ultravioletti su alcuni funghi di lievito, la sua provitamina è l'ergosterolo. La vitamina D 2 arricchisce il cibo, aggiunto agli integratori.
  • La vitamina D 3 (colecalciferolo) è anche chiamata vitamina "naturale", che si trova sotto forma di cibo di origine animale. È considerato più ottimale per il corpo umano.

Queste forme nutrienti nei reni e nel fegato vengono convertite nell'ormone calcitriolo, che è la forma fisiologicamente attiva della vitamina D - 1,25-desossicolecaciferolo. Colpisce le cellule dei muscoli, dei reni, degli intestini. Nell'intestino, promuove la sintesi di una proteina portatrice per il trasporto del calcio, e nei muscoli e nei reni intensifica il riassorbimento (assorbimento inverso) del calcio libero.

Oltre alle suddette forme di vitamine del gruppo D includono i seguenti composti:

  • Vitamina D 1 (complesso ergocalciferolo con lumisterolo).
  • Vitamina D 3 provitamina - vitamina D 4 (dihydrotachysterol)
  • Vitamina D 5 - (sitocalciferolo).
  • Vitamina D 6 - (stigma-calciferolo).

La vitamina D entra nel corpo con cibo o integratori alimentari, viene sintetizzata da steroli (provitamine) nella pelle sotto l'influenza della luce solare.

Questo nutriente è relativamente stabile durante la cottura e la conservazione del cibo.

Perché hai bisogno di vitamina D: funzioni nel corpo, ciò che colpisce

La principale funzione del nutriente è l'assorbimento di magnesio e calcio, necessari per la formazione e lo sviluppo di denti e ossa. Stimola anche l'assorbimento del calcio nei reni e nell'intestino. Controllando il contenuto di fosforo e calcio nel sangue, la vitamina D è il collegamento principale nella regolazione ormonale del fosforo e del metabolismo del calcio. Inoltre, aumenta il flusso di calcio alle ossa e ai denti, contribuendo a rafforzarli.

La vitamina D è coinvolta nel processo di crescita e sviluppo cellulare. Secondo gli studi, l'ormone calcitriolo protegge il corpo dalle malattie maligne, rallentando la crescita delle cellule tumorali nel petto, nel colon, nella pelle. È efficace nel trattamento e nella prevenzione della leucemia, del cancro al seno, dell'ovaio, della prostata, del cervello. La vitamina D 3 è utilizzata per uso esterno nel trattamento della psoriasi, perché riduce la caratteristica scia della malattia della pelle.

La quantità di vitamina D nel corpo colpisce l'area del midollo osseo, che è responsabile per la sintesi delle cellule immunitarie - monociti, cioè aumenta l'immunità.

La vitamina D coordina la produzione di insulina da parte del pancreas, cioè ha un effetto sui livelli di glucosio nel sangue.

Calciferol mantiene un livello ottimale di calcio nel sangue, che assicura la piena trasmissione degli impulsi nervosi e il processo di contrazione muscolare, cioè il normale funzionamento dei nervi e dei muscoli. Secondo alcuni rapporti, migliorando l'assorbimento di magnesio e calcio, la vitamina D aiuta a ripristinare le membrane protettive che circondano il nervo, per questo motivo è incluso nel trattamento integrato della sclerosi multipla.

Ulteriori informazioni sull'effetto del calciferolo sulla salute possono essere contenute nell'articolo: "Perché la vitamina D è utile per una persona?".

Il tasso di vitamina D

L'assunzione giornaliera media di vitamina D e le sue forme attive è di 10 -15 μg o 400 - 600 UI, la quantità massima consentita di consumo è di 100 μg.

L'articolo si basa sui tassi di consumo raccomandati dell'American Institute of Medicine (Istituto americano di medicina (IOM)), che è stato finanziato e condotto dai governi degli Stati Uniti e del Canada.

Il tasso di vitamina D per età

Fascia d'età

Dose giornaliera di vitamina D (RDA)

Consumo superiore consentito

Neonati (0-6 mesi)

1.000 UI (25 μg)

Neonati (7-12 mesi)

1.500 UI (38 mcg)

2.500 UI (63 μg)

3.000 UI (75 μg)

Bambini e adulti (da 9 a 70 anni)

4.000 UI (100 μg)

Adulti sopra i 70 anni

4.000 UI (100 μg)

Donne in gravidanza e in allattamento

4.000 UI (100 μg)

Anche la US Endocrine Society emette 600 UI al giorno per gli adulti, ma osserva che potrebbe essere necessario più per aumentare il livello di vitamina D nel sangue al di sopra di un certo intervallo.

Nel frattempo, altre organizzazioni indipendenti specificano ancora più nutrienti. Ad esempio, il Science Consilium del Consiglio di vitamina D chiama 5.000 UI di vitamina D3 al giorno.

Indipendentemente dal dibattito, il calciferolo è tutto necessario, ma alcuni fattori possono influenzare l'importo giornaliero consigliato.

Assunzione giornaliera per i bambini

L'assunzione di nutrienti adeguata raccomandata è di 400 UI (10 μg) al giorno. Poiché il latte materno contiene 25 UI o meno per litro, è importante fornire esposizione alla luce solare o assunzione supplementare di vitamina D nella dieta. Carenza di nutrienti può portare allo sviluppo di rachitismo, causare ritardo di crescita.

Assunzione giornaliera di vitamina D per bambini e adolescenti

Sebbene la dose raccomandata (RDA) di nutrienti sia di 600 UI (15 μg), studi osservazionali suggeriscono che livelli più elevati di vitamine possono aiutare a prevenire lo sviluppo del diabete di tipo 1 nei bambini. È importante consultare un medico se è necessaria una quantità aggiuntiva di calciferolo in un bambino.

Assunzione giornaliera di vitamina D per gli adulti

Sebbene la dose di nutrienti (RDA) sia di 600 UI al giorno, un numero di fattori può influenzare l'assunzione raccomandata. Dovresti consultare un medico se esiste un livello sufficiente di calciferolo nel corpo.

Dose giornaliera di vitamina D per gli anziani

L'assunzione di nutrienti raccomandata per le persone di 70 anni e oltre è 800 IU. Con l'avanzare dell'età, il corpo umano non sintetizza e assimila efficacemente la vitamina D. Ciò può comportare un aumento del rischio di osteoporosi, oltre ad altri potenziali problemi di salute.

Norma per gravidanza e allattamento

La dose giornaliera per questi gruppi è di 600 UI. Le donne in gravidanza hanno bisogno della vitamina D per la salute delle ossa, l'immunità, la divisione cellulare, possono prevenire complicazioni pericolose della gravidanza come la pre-eclampsia. Calciferolo nelle madri che allattano contribuisce allo sviluppo sano delle ossa di un bambino.

Fattori che influenzano il tasso di vitamina D al giorno

Il pavimento influisce? E sì e no. La corporatura è una circostanza più pesante, anche se in media gli uomini pesano più delle donne.

Studi volti a studiare questo fattore suggeriscono che le persone con obesità hanno bisogno di 2-3 volte più vitamina D.

Tuttavia, sia gli uomini che le donne hanno varie malattie croniche o rischi del loro sviluppo, pertanto, l'adeguamento della norma di questo nutriente può essere utile per controllare i sintomi della malattia o rallentarne la progressione.

Ad esempio, gli studi dimostrano che le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia della tiroide e l'osteoporosi e che la probabilità di carenza di vitamina D è associata a entrambi. Pertanto, se una persona ha una malattia associata al genere, il medico può aiutare a determinare il tasso di assunzione di nutrienti.

Di solito le persone hanno bisogno di più vitamina D:

  • vivere in climi più freddi;
  • tonalità della pelle più scure.

La combinazione di questi due fattori aumenta ulteriormente il rischio di carenza di nutrienti.

Le persone in Africa e in Medio Oriente hanno bisogno di più vitamina D per raggiungere livelli ottimali.

Nonostante il fatto che la protezione solare sia utilizzata per prevenire le scottature e il cancro della pelle, questa sana abitudine influenza quanto la nostra pelle sintetizza la vitamina D al sole. Per ottenere la giusta quantità di nutrienti, è importante trascorrere 10-15 minuti all'aria aperta senza questo cosmetico. Se il tempo è notevolmente aumentato, vale la pena usare una crema per non aumentare il rischio di sviluppare oncologia.

Fonti di vitamina D: come potenziare il corpo e ottenere la giusta quantità?

Data l'importanza di questo nutriente, quali sono i modi migliori per aumentare il suo consumo?

Esposizione al sole

Essere sotto l'influenza della luce solare - il modo più semplice per ottenere la vitamina D. Ma vale la pena considerare alcune sfumature. Durante il soggiorno sotto il sole può influenzare:

  • età;
  • colore della pelle;
  • stagione dell'anno;
  • posizione geografica

Per raggiungere il risultato, hai bisogno dei raggi diretti del sole, in estate è sufficiente - 10-15 minuti.

Le persone dalla pelle scura avranno bisogno di più tempo. Vivendo in regioni fredde, dove non c'è abbastanza luce naturale in inverno, dovresti consultare un medico per l'assunzione di integratori alimentari, perché la dieta non fornirà la giusta quantità di calciferolo.

prodotti

Anche se il cibo non è il modo più efficace per ottenere nutrienti, può aiutare ad aumentare il suo consumo in combinazione con la luce solare.

I ricchi di vitamina D includono:

  • burro;
  • formaggi;
  • latte;
  • yogurt;
  • fegato;
  • tuorlo d'uovo;
  • pesce grasso: aringa, sgombro, salmone, sardine sott'olio, tonno;
  • olio di pesce;
  • succo d'arancia arricchito.

supplementi

I medici raccomandano di assumere da 400 a 800 UI di vitamina D3 (colecalciferolo) al giorno. Integratori - un buon modo per ottenere la giusta quantità di nutrienti, se c'è un rischio di carenza o sulla base di un esame del sangue, il medico ha stabilito un basso livello di vitamina D - meno di 20 ng / ml (ng per millilitro).

Le farmacie vendono 2 versioni di vitamina D2 e ​​D3:

  • D3 - la forma naturale che il nostro corpo produce sotto l'azione del sole. È già immagazzinato nel corpo e, in base ai risultati di alcuni studi, è più efficace.
  • D2 è di origine vegetale, non sintetizzato all'interno del corpo umano.

Sebbene scienziati e medici continuino a discutere della loro produttività.

Inoltre, è necessario assumere vitamina D con grassi sani, ad esempio, l'avocado tritato, perché Vitamina - liposolubile, per la sua assimilazione dei grassi necessari.

Dal momento che la vitamina D3 proviene da fonti animali, i vegani dovrebbero scegliere integratori con vitamina D2 o D3 con una designazione speciale - per i vegani.

Prodotti per la cura della pelle

Oltre ai tradizionali integratori alimentari, è possibile prendere in considerazione prodotti per la cura della pelle che contengono vitamina D. La ricerca suggerisce che possono essere utili a persone che hanno problemi con l'assorbimento di sostanze nutritive attraverso i prodotti e come risultato dell'esposizione alla radiazione solare. Difficoltà simili sono state osservate nelle seguenti patologie:

  • Morbo di Crohn;
  • celiachia;
  • fibrosi cistica;
  • pancreatite.

Al momento c'è poca ricerca, questo prodotto è relativamente nuovo. Inoltre, sebbene l'etichetta indichi la presenza di vitamina D, di solito l'importo esatto non viene presentato.

Dato che questo settore è scarsamente regolamentato dallo stato, è impossibile determinare con esattezza quali saranno le persone. Pertanto, cibo, sole e integratori - le principali fonti di vitamina D per le persone che sono in grado di assorbirlo in questo modo.

Se il medico diagnostica una carenza di calcio, vale la pena cercare farmaci che contengano anche calcio. La vitamina D aiuta l'organismo ad assorbire il calcio e a costruire ossa forti.

Mancanza di vitamina D

Carenza di sostanze nutritive, se una persona è sotto il sole per lungo tempo, si verifica raramente.

Negli adulti, si manifesta:

  • aumento della fatica;
  • sentirsi male;
  • difficile guarigione delle fratture.

Inoltre, l'osteomalacia si sviluppa negli adulti (rachitismo nei bambini), si osserva demineralizzazione e fratture ossee.

Nella maggior parte dei casi, la mancanza si verifica nelle persone anziane, che sono effettivamente costantemente a casa e non sono al sole. Pertanto, la vitamina D 3 non viene prodotta, che rappresenta fino all'80% della quantità di nutrienti che è ottimale per il corpo. Quasi un quarto dei pazienti anziani negli ospedali, in varia misura, soffre di osteomalacia e osteoporosi.

Inoltre, le donne in gravidanza e in allattamento, residenti nelle regioni settentrionali, sono a rischio di ipovitaminosi D.

I bambini con una carenza di vitamine sviluppano rachitismo. L'avitaminosi D riduce il processo di assorbimento del calcio e il suo rilascio dalle ossa, che provoca la stimolazione della sintesi dell'ormone paratiroideo da parte delle ghiandole paratiroidi. Si manifesta e sviluppa iperparatiroidismo secondario, che favorisce la lisciviazione del calcio dalle ossa e l'escrezione di fosfato nelle urine.

Manifestazioni di rachitismo nei bambini:

  • C'è un lento processo di dentizione, chiudendo la fontanella.
  • Le ossa piatte di un cranio con l'appiattimento di una nuca sono ammorbidite; nella regione delle cuspidi parietale e frontale, si formano delle sovrapposizioni ("testa quadrata", "fronte di Socrate").
  • Cranio facciale deformato (naso a sella, alto cielo gotico).
  • Gli arti inferiori sono piegati, il bacino può essere deformato ("un bacino piatto").
  • La forma del petto cambia ("petto di pollo").
  • Disturbi del sonno osservati, sudorazione, irritabilità.

Prevenzione affidabile (tenendo conto di vari fattori - valore nutrizionale, attività fisica, regione geografica) sta prendendo 600 UI di vitamina D al giorno durante la gravidanza, secondo la RDA, 400 UI per gli adulti sani.

Informazioni dettagliate sulla mancanza di nutrienti nel corpo: sintomi, cause, diagnosi, trattamento e prevenzione possono essere trovate nell'articolo "Carenza di vitamina D".

Devo assumere integratori di vitamina D?

Un adulto ha bisogno di 600 UI di questo nutriente al giorno. Secondo le statistiche, basandosi solo sulla dieta, è possibile ottenere in media non più di 288 UI. I supplementi aiutano ad avvicinarsi alla figura amata. Le donne di età compresa tra i 51 ei 70 anni, che hanno ricevuto in media 156 UI con nutrizione, hanno raggiunto 400 UI attraverso integratori alimentari.

Se una persona sospetta una carenza, è necessario consultare un medico, perché ci sono molti fattori che influenzano la vitamina D. Sulla base di un esame del sangue, è possibile scoprire se aumentare l'assunzione di alimenti ricchi di sostanze nutritive. O dovresti prendere degli integratori. Se una persona vive in regioni dove gli inverni sono freddi e scuri, puoi usare integratori alimentari.

La consultazione con un medico è importante, specialmente se ci sono malattie croniche. I benefici della vitamina D per alcune malattie non sono abbastanza chiari e c'è la possibilità che il supplemento faccia più danno se vengono presi altri medicinali.

Inoltre, gli integratori alimentari non sono sottoposti allo stesso rigido controllo statale dei farmaci. Pertanto, è necessario consultare la marca e il dosaggio per mantenere o migliorare la salute.

Perché alcune persone potrebbero aver bisogno di un integratore con vitamina D?

Alcuni gruppi sono a maggior rischio di bassi livelli di nutrienti. Nella maggior parte dei casi, la ragione sta nella dieta o nello stile di vita.

Ad esempio, i vegani evitano di mangiare cibi ricchi di vitamina D:

  • a base di carne;
  • pesce;
  • tuorli d'uovo;
  • latticini fortificati.

I risultati di uno studio hanno mostrato che la concentrazione sierica di vitamina D era del 34% più bassa in coloro che seguivano la dieta vegana.

Le persone obese possono aver bisogno di assumere integratori alimentari. Secondo i risultati della ricerca scientifica, le possibili cause di carenza di vitamina D sono:

  • un volume più piccolo della loro superficie corporea è esposto alla luce solare;
  • dopo le procedure bariatriche, l'assorbimento di calciferolo è ridotto.

Per quanto riguarda gli anziani:

  • passano spesso del tempo in casa;
  • La sintesi di vitamina D dal cibo o dalla luce del sole diventa meno efficace con l'invecchiamento.

Le persone a rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 dovrebbero anche prendere in considerazione l'assunzione di integratori. La carenza di vitamina D è associata allo sviluppo del diabete, perché:

  • nutriente riduce l'infiammazione;
  • aiuta a regolare la secrezione di insulina da parte delle cellule pancreatiche umane.

Studi recenti su integratori alimentari con vitamina D

Secondo i risultati di diversi progetti di ricerca, i supplementi di Calciferolo non contribuiscono alla protezione delle ossa e non prevengono le fratture. Un altro studio ha dimostrato che le persone che assumevano integratori alimentari per circa 2 anni non avevano una densità ossea maggiore o un rischio minore di sviluppare l'osteoporosi rispetto a quelli che non assumevano affatto.

Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che una serie di fattori influenzano il tasso di vitamina D - dall'età e dal sesso all'etnia e alla posizione geografica. I supplementi possono essere utili per le persone ad alto rischio di carenza:

  • vecchiaia;
  • con la pelle scura;
  • l'obesità;
  • con esposizione limitata al sole.

Eccesso di vitamina D

Poiché la vitamina D è liposolubile, è immagazzinata nel corpo e può essere dannosa se il livello è molto alto.

Non dovresti preoccuparti del sovradosaggio se una persona assume calciferolo dai prodotti e sotto l'influenza della luce solare. Quando vengono presi integratori, i problemi sono possibili. Il più delle volte, sono causati da un prolungato apporto di integratori alimentari superiore a 10.000 UI al giorno.

La situazione diventa più grave quando l'assorbimento di calcio aumenta nel corpo. L'eccesso di vitamina D può causare un aumento dei livelli di calcio nel sangue, il calcio viene trasferito dal tessuto osseo ad altri organi e tessuti, compromettendone le funzioni. Si osservano depositi nelle arterie, cuore, fegato, reni e polmoni - questo non è altro che il processo di ossificazione, calcificazione. Lo scambio è rotto, aumenta la fragilità di uno scheletro.

Un eccesso di vitamina D è spesso osservato nei bambini, quando le madri aumentano a caso la dose del farmaco, di solito dopo aver preso 3.000 ME. I bambini piccoli possono sviluppare una sindrome che i medici definiscono un "fallimento della prosperità". Sono stati osservati i seguenti segni:

  • scarso sviluppo;
  • scarsa crescita;
  • un leggero aumento del peso corporeo;
  • diminuzione dell'appetito;
  • irritabilità.

La combinazione più pericolosa è l'ergocalciferolo e il quarzo attivo o la radiazione solare. Inoltre, lo sviluppo di una condizione grave e acuta è possibile dopo l'assunzione di dosi molto elevate di olio di pesce.

Nel caso di indicazioni per l'assunzione di preparati a base di vitamina D, è richiesta una stretta osservanza del dosaggio prescritto.

I primi sintomi di overdose:

  • nausea;
  • perdita di appetito e perdita di peso;
  • polidipsia (sete innaturalmente forte);
  • poliuria (aumento della formazione di urina);
  • ipertensione (aumento persistente della pressione sanguigna);
  • costipazione;
  • rigidità muscolare.

Le cause delle morti sono:

  • insufficienza renale;
  • compressione del cervello;
  • acidosi (spostamento dell'equilibrio acido-base verso l'acidità);
  • aritmie ipercalcemiche.

Un sovradosaggio prolungato di vitamina D porta ad ipercalcemia - un alto contenuto di calcio nel siero. I segni della malattia sono dovuti al grado di sviluppo del processo: dall'irritabilità agli spasmi muscolari, all'intensa attività convulsiva e alla calcificazione dei tessuti (depositi di calcio).

Eccellente video di articoli complementari sulla vitamina D:

Effetto della vitamina D sul corpo umano

Cos'è utile vitamina D?

La vitamina D è chiamata una sostanza organica piuttosto complessa, senza la quale i singoli processi nel corpo umano sarebbero impossibili.Per esempio, partecipa allo scambio di fosforo e calcio, stimola la crescita di muscoli e ossa. La vitamina D è una sostanza liposolubile. Sono i suoi dottori che raccomandano di dare a tutti i bambini dall'infanzia a tre-cinque anni.

Chi e quando ha aperto la vitamina D

All'inizio del XX secolo, lo scienziato americano E. McColum è stato in grado di dimostrare che è possibile prevenire lo sviluppo di rachitismo e regolare il normale metabolismo del tessuto osseo con l'aiuto di una certa sostanza che può dissolversi nei grassi.

Questa sostanza utile fu chiamata vitamina D. Poco dopo, precisamente nel 1924, un altro scienziato M.

Weinstock e A. Hess erano in grado di sintetizzarlo con olio vegetale, che era affetto da radiazione ultravioletta con una lunghezza di 280-300 nm.

Ad oggi, c'è un intero gruppo di sostanze biologicamente attive con il nome comune Vitamina D.

In medicina, le sue due forme più comuni sono:

  1. ergocalciferolo (D2);
  2. colecalciferolo (D3).

La vitamina D3 è sintetizzata nella pelle umana dai suoi precursori inattivi sotto l'influenza diretta dei raggi ultravioletti. Una volta nei reni, questa sostanza viene attivata e convertita in una molecola di calcitriolo, che è caratterizzata da una certa attività ormonale.

Ruolo nel corpo umano

Probabilmente tutti sanno che la funzione principale della vitamina D è quella di regolare il metabolismo del calcio e del fosforo. Cioè, questa sostanza contribuisce al corretto assorbimento del calcio da parte del corpo e all'assorbimento dei fosfati nell'intestino.

È sicuro dire che la vitamina D è uno degli elementi più importanti, dal momento che:

  1. responsabile del normale sviluppo e crescita delle ossa dello scheletro umano. È noto che con l'età, sotto l'influenza di alcuni fattori avversi, la struttura ossea di alcune persone diminuisce di circa il 15%. Le ossa in questo caso diventano porose e doloranti. Questo disturbo viene trattato con precisione con calcio e vitamina D;
  2. nell'infanzia impedisce lo sviluppo di rachitismo;
  3. interferisce con la riproduzione attiva delle cellule tumorali;
  4. fornisce una buona coagulazione del sangue e funzionalità tiroidea;
  5. promuove l'immunità generale;
  6. ha un impatto significativo sui processi metabolici nel corpo umano;
  7. promuove la rapida guarigione delle fratture ossee;
  8. regola in parte l'attività muscolare e previene la debolezza muscolare;
  9. responsabile dell'attività dell'insulina e dei livelli di zucchero nel sangue;
  10. previene l'affaticamento cronico, che è spesso caratteristico degli anziani;
  11. aiuta a prevenire lo sviluppo di molte malattie gravi (sclerosi multipla, diabete di tipo 1, artrite reumatoide, ecc.);
  12. contribuisce alla cessazione dei processi infiammatori negli organi del corpo umano.

Da dove viene la vitamina D?

Come accennato in precedenza, la quantità più elementare di questa vitamina si forma nella pelle umana sotto l'azione dei raggi ultravioletti. Ecco perché la vitamina D più attiva si forma nella stagione calda, quando fuori splende il sole.

Per quanto riguarda il cibo, che contiene vitamina D, di norma, abbastanza a piccole dosi, puoi trovarlo in:

  1. olio di pesce;
  2. pesce di mare;
  3. tuorli d'uovo;
  4. latte vaccino;
  5. fegato, ecc.

Vale la pena notare che la quantità di questo composto, che può entrare nel corpo solo con il cibo, non è in grado di coprire i bisogni quotidiani degli esseri umani.

Parlando, per esempio, di un neonato, si può sostenere che se sua madre non riceve supplementi fortificati speciali durante l'allattamento, difficilmente si può prevedere uno sviluppo normale del bambino.

Quante persone D hanno bisogno giornalmente

Il fabbisogno giornaliero di un organismo per questa sostanza biologicamente attiva è determinato dall'età, dalla fisiologia e dallo stile di vita di ogni singola persona. Pertanto, in media, i bambini dalla nascita ai tre anni dovrebbero ricevere 10 mg di vitamina D al giorno.

Al raggiungimento dell'età di quattro anni, la dose raccomandata viene ridotta a 2,5 μg. La stessa quantità di vitamina è necessaria quotidianamente per i bambini più grandi e gli adulti. Le donne incinte e le madri che allattano hanno bisogno di più vitamine, quindi per loro la dose giornaliera è di 10 microgrammi.

Cioè, risulta che la maggior parte di tutta la vitamina D dovrebbe essere data ai bambini, così come le donne in gravidanza e in allattamento. I bambini hanno bisogno di questa sostanza come nessun altro, perché i loro muscoli e lo scheletro stanno appena iniziando a formarsi e crescere attivamente.

Se è troppo

Con un trattamento troppo lungo e l'assunzione di complessi vitaminici nell'uomo, può verificarsi un sovradosaggio di vitamina D. Come già accennato, questa sostanza è liposolubile e, di conseguenza, può accumularsi nel corpo.

In questo caso, una persona può osservare i seguenti sintomi:

  1. debolezza generale;
  2. mancanza di appetito;
  3. sentirsi nauseante;
  4. mancanza di respiro;
  5. ipertensione;
  6. dolore articolare;
  7. convulsioni;
  8. mal di testa e dolori muscolari.

Se una grande dose di vitamina D viene introdotta nel corpo, il calcio verrà depositato negli organi interni e penetrato nelle pareti dei vasi sanguigni, con conseguente formazione di placche aterosclerotiche.

Tuttavia, affinché ciò accada, è necessario ottenere una dose di vitamina 2-3 volte quella terapeutica, pertanto l'ipervitaminosi D non viene praticamente riscontrata.

Mancanza di vitamina d

A differenza del sovradosaggio, la carenza di vitamina D è un fenomeno molto comune che può causare varie malattie.

Una piccola carenza di esso, di regola, si manifesta con i seguenti sintomi:

  1. mancanza di appetito;
  2. perdita di peso;
  3. bruciore alla gola e alla bocca;
  4. insonnia;
  5. sudorazione eccessiva;
  6. affaticamento costante;
  7. menomazione visiva.

Se la mancanza di questa sostanza è molto significativa, non è escluso lo sviluppo di osteoporosi, rammollimento delle ossa negli adulti, rachitismo e deformità spinale nei bambini.

Come potete vedere, la vitamina D è molto importante in vari aspetti della salute umana.

Ciò che vale solo il fatto che questa sostanza entri nell'organismo in quantità sufficienti, può prolungare la vita umana per 10-15 anni, ridurre il rischio di sviluppare malattie maligne, endocrine e cardiovascolari.

Vitamina D (calciferolo)


La vitamina D (calciferolo) è sia un ormone che una vitamina liposolubile. "Vitamina del sole". Nel 1936 fu isolato dall'olio di pesce.

Ci sono due forme attive che sono attualmente chiamate vitamina D:

  1. La vitamina D 2 - è una vitamina sintetica di origine vegetale, che si forma a seguito dell'azione dei raggi ultravioletti su alcuni funghi di lievito, la sua provitamina è l'ergosterolo. La vitamina D 2 arricchisce il cibo, aggiunto agli integratori.
  2. La vitamina D 3 è anche un altro nome per la vitamina D "naturale", la cui forma si trova negli alimenti di origine animale. È considerato più ottimale per il corpo umano.

Queste forme di vitamina D nei reni e nel fegato vengono convertite nell'ormone calcitriolo, che è la forma fisiologicamente attiva della vitamina D - 1,25-desossicolecaciferolo. Colpisce le cellule dei muscoli, dei reni, degli intestini. Nell'intestino, promuove la sintesi di una proteina portatrice per il trasporto del calcio, e nei muscoli e nei reni intensifica il riassorbimento (assorbimento inverso) del calcio libero.

Oltre alle suddette forme di vitamine del gruppo D includono i seguenti composti:

  1. Vitamina D 3 provitamina - vitamina D 4.
  2. Vitamina D 5 - (sitocalciferolo).
  3. Vitamina D 6 - (stigma-calciferolo).

La vitamina D entra nel corpo con il cibo ed è sintetizzata dagli steroli (provitamine) nella pelle sotto l'influenza della luce solare.

È relativamente stabile durante la cottura e la conservazione del cibo.

Le funzioni della vitamina D nel corpo:

  1. Sistema osseo: la funzione principale della vitamina D è l'assorbimento di magnesio e calcio. richiesto per la formazione e lo sviluppo di denti e ossa. Stimola anche l'assorbimento del calcio nei reni e nell'intestino. Regola il contenuto di fosforo e calcio nel sangue, la vitamina D è il principale legame ormonale di regolazione dello scambio di fosforo e calcio. Inoltre, aumenta il flusso di calcio alle ossa e ai denti, contribuendo a rafforzarli.
  2. Crescita delle cellule: la vitamina D è coinvolta nella crescita e nello sviluppo delle cellule. Secondo gli studi, l'ormone calcitriolo protegge il corpo dalle malattie maligne, rallentando la crescita delle cellule tumorali nel petto, nel colon, nella pelle. È efficace nel trattamento e nella prevenzione della leucemia, del cancro al seno, dell'ovaio, della prostata, del cervello. La vitamina D 3 viene utilizzata quando applicata localmente nel trattamento della psoriasi, poiché riduce il ridimensionamento della pelle che è caratteristico della psoriasi.
  3. Il sistema immunitario: la quantità di vitamina D nel corpo colpisce l'area del midollo osseo responsabile della sintesi delle cellule immunitarie - i monociti, cioè aumenta l'immunità.
  4. Ormoni: la vitamina D coordina la produzione di insulina da parte del pancreas, cioè colpisce il livello di glucosio nel sangue.
  5. Sistema nervoso: aiuta a mantenere un livello ottimale di calcio nel sangue, che assicura la piena trasmissione degli impulsi nervosi e il processo di contrazione muscolare, cioè il normale funzionamento dei nervi e dei muscoli. Secondo alcuni rapporti, migliorando l'assorbimento di magnesio e calcio, la vitamina D aiuta a ripristinare le membrane protettive che circondano il nervo, per questo motivo è incluso nel trattamento integrato della sclerosi multipla.

Vitamina D nel cibo

Prodotti di origine animale: burro, formaggio, latte, fegato, tuorlo d'uovo, pesce grasso (aringa, sgombro, salmone, sardine sott'olio, tonno), olio di pesce.

Vitamina D Norm

L'assunzione giornaliera media di vitamina D e delle sue forme attive è di 5 μg o 300-600 ME, la quantità massima consentita è di 15 μg. La dose di vitamina D per i bambini è 400-500 UI.

Mancanza di vitamina D

La mancanza di vitamina D, se una persona è sotto il sole per molto tempo, si verifica raramente.

Negli adulti, la carenza si manifesta con un aumento della fatica, cattiva salute, difficoltà di guarigione delle fratture. Si sviluppa anche osteomalacia (rachitismo), si osservano demineralizzazione ossea e fratture.

Nella maggior parte dei casi, la carenza di vitamina D si verifica nelle persone anziane, che sono praticamente a casa tutto il tempo e non sono esposte alla luce solare. Pertanto, la vitamina D 3 non viene prodotta e rappresenta fino all'80% della quantità ottimale di vitamina per il corpo. Quasi un quarto dei pazienti anziani negli ospedali, in varia misura, soffre di osteomalacia e osteoporosi.

Inoltre, le donne in gravidanza e in allattamento, residenti nelle regioni settentrionali, sono a rischio di ipovitaminosi D.

I bambini con carenza di vitamina D sviluppano rachitismo. L'avitaminosi D riduce il processo di assorbimento del calcio e il suo rilascio dalle ossa, che provoca la stimolazione della sintesi dell'ormone paratiroideo da parte delle ghiandole paratiroidi. Si manifesta e sviluppa iperparatiroidismo secondario, che favorisce la lisciviazione del calcio dalle ossa e l'escrezione di fosfato nelle urine.

Manifestazioni di rachitismo nei bambini:

  1. C'è un lento processo di dentizione, chiudendo la fontanella.
  2. Le ossa piatte di un cranio con l'appiattimento di una nuca sono ammorbidite; nella regione delle cuspidi parietale e frontale, si formano delle sovrapposizioni ("testa quadrata", "fronte di Socrate").
  3. Cranio facciale deformato (naso a sella, alto cielo gotico).
  4. Gli arti inferiori sono piegati, il bacino può essere deformato ("un bacino piatto").
  5. La forma del petto cambia ("petto di pollo").
  6. Disturbi del sonno osservati, sudorazione, irritabilità.

Prevenzione affidabile (tenendo conto di vari fattori - valore nutrizionale, attività fisica, area geografica) è l'assunzione giornaliera di 1500 UI di vitamina D durante la gravidanza. Questo può essere 2 cucchiai. cucchiai di olio di pesce naturale, 1-2 gocce di ergocalciferolo (vitamina D2) o 1,5 cucchiaini di olio di pesce medicinale.

Eccesso di vitamina D

L'eccesso di vitamina D può causare un aumento dei livelli di calcio nel sangue, il calcio viene trasferito dal tessuto osseo ad altri organi e tessuti, compromettendone le funzioni. Si osservano depositi nelle arterie, cuore, fegato, reni e polmoni - questo non è altro che il processo di ossificazione, calcificazione. Lo scambio è rotto, aumenta la fragilità di uno scheletro.

Un eccesso di vitamina D è spesso osservato nei bambini, quando le madri aumentano arbitrariamente la dose del farmaco, di solito dopo aver preso 3.000.000 UI di vitamina D. I bambini piccoli possono sviluppare una sindrome che i medici definiscono un "fallimento della prosperità". Si osservano i seguenti sintomi: scarso sviluppo, crescita debole, lieve aumento del peso corporeo, riduzione dell'appetito e irritabilità. La combinazione più pericolosa è l'ergocalciferolo e il quarzo attivo o la radiazione solare. Inoltre, lo sviluppo di una condizione grave e acuta è possibile dopo l'assunzione di dosi molto elevate di olio di pesce.

Nel caso di indicazioni per l'assunzione di preparati a base di vitamina D, è richiesta una stretta osservanza del dosaggio prescritto.

I primi sintomi di overdose di vitamina: nausea, perdita di appetito e perdita di peso; polidipsia (sete innaturalmente forte), poliuria (aumento della formazione di urina), ipertensione (aumento persistente della pressione arteriosa), stitichezza, rigidità muscolare. Le cause di morte sono l'insufficienza renale, la compressione cerebrale, l'acidosi (uno spostamento dell'equilibrio acido-base verso l'acidità) e le aritmie ipercalcemiche.

Un sovradosaggio prolungato di vitamina D nella dieta porta ad ipercalcemia - un alto contenuto di calcio nel siero. I sintomi dell'ipercalcemia sono dovuti al grado del processo: dall'irritabilità agli spasmi muscolari, all'intensa attività convulsiva e alla calcificazione dei tessuti (depositi di calcio).

Vitamina D nel corpo umano

Lo scopo della vitamina D nel corpo umano è la crescita e lo sviluppo delle ossa, la prevenzione delle malattie del sistema scheletrico (rachitismo, osteoporosi, osteomalacia). Il calciferolo stimola il metabolismo minerale e contribuisce allo stoccaggio del calcio nel tessuto osseo e nei denti (dentina), prevenendo la debolezza e l'addolcimento delle ossa (osteomalacia).

Il suo prodotto attivo 1,25-deossicolecaciferolo, che si forma nei reni, controlla l'azione delle cellule intestinali (la produzione di proteine ​​di trasporto per il rilascio di molecole di calcio), così come i reni e i muscoli (migliora la digeribilità del minerale). Inoltre, la vitamina D nel corpo umano svolge una serie di funzioni:

  • regolazione dell'assorbimento di fosforo e magnesio nel corpo;
  • aumentare l'immunità;
  • un componente importante per il funzionamento della ghiandola tiroidea e la normale coagulazione del sangue;
  • effetto benefico sulla pressione sanguigna, sulla funzione cardiaca e sul tono muscolare;
  • prevenzione delle malattie della pelle;
  • influenza la suscettibilità dell'organismo al cancro e combatte anche efficacemente con esso;
  • interferisce con l'aterosclerosi, l'artrite, il diabete, la sclerosi multipla;
  • stimola la trascrizione di DNA e RNA per la sintesi di proteine.

Nell'uomo la vitamina D è formata da provitamine (ergosterolo, stigmasterolo e sitosterolo) nell'epitelio della pelle. Queste sostanze sono ricche di prodotti vegetali. Sotto l'azione dei raggi UV, si verifica un riarrangiamento spaziale e una trasformazione in una forma attiva.

L'assorbimento del calciferolo si verifica prevalentemente nell'intestino tenue prossimale (una parte della sostanza si trova nelle sezioni centrali, una piccola quantità è la regione iliaca) necessariamente sotto l'azione della bile.

Esistono diverse forme di vitamina D:

  • Vitamina D2 (ergocalciferolo) - sintetizzata dal lievito, l'ergosterolo è la provitamina;
  • Vitamina D3 (colecalciferolo) - sintetizzata da tessuti animali, provitamina - 7-deidrocolesterolo;
  • Vitamina D4 (22, 23-diidro-ergocalciferolo), provitamina - 22-diidroergosterolo;
  • vitamina D5 (sitokaltsiferol) - sintetizzata da oli di grano, provitamina - 7-deidrositosterolo;
  • vitamina D6 (stigmacalciferolo), provitamina - 7-deidro-stigmasterina;
  • Vitamina D7 (Campalciferolo), provitamina - 7-Dehydrocampester.

I più comuni sono ergocalciferolo e colecalciferolo, che sono forme naturali della vitamina.

Bisogno umano di vitamina D

L'assunzione giornaliera minima di vitamina D per un adulto è di 2,5 microgrammi. Le persone che avvertono una carenza di raggi UV dovrebbero aumentare l'assunzione di vitamine. Questo gruppo include:

  • rappresentanti delle regioni con maggiore inquinamento atmosferico;
  • pazienti costretti a letto, con accesso limitato all'aria aperta;
  • lavoratori notturni;
  • gente che predica notturna;
  • donne in gravidanza e in allattamento.

Il corpo riceve abbastanza vitamina D dal cibo. se il suo bisogno di raggi UV è soddisfatto. Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche dell'educazione:

  • la lunghezza dei raggi (i raggi più favorevoli dello spettro medio - al mattino e al tramonto);
  • colore della pelle (più scura è la superficie della pelle, meno produzione di vitamine);
  • età (l'efficienza della sintesi di calciferolo diminuisce con l'età);
  • la composizione del cibo consumato (i vegetariani sintetizzano una minore quantità della sostanza);
  • ecologia (l'inquinamento atmosferico nelle aree industriali rende difficile penetrare i raggi UV favorevoli).

L'abbronzatura (pigmentazione della pelle) è una risposta e impedisce al corpo di eccessiva esposizione ai raggi UV.

Eccesso e mancanza di vitamina D nel corpo umano

La mancanza di vitamina D nel corpo è associata a sintomi di malattie del sistema scheletrico - rachitismo e osteomalacia: alterato metabolismo del calcio-fosforo, così come le persone (soprattutto i bambini) soffrono di malattie delle ossa, delle articolazioni e dei denti. I segni iniziali appaiono come:

  • perdita di appetito, peso e sonno;
  • sensazioni spiacevoli in bocca;
  • perdita di acuità visiva.

L'eccesso di vitamina D nel corpo umano è associato alla proprietà, come tutti i grassi solubili, di accumularsi nei tessuti e negli organi. In condizioni normali, un aumento della concentrazione di calcepherolo porta alla sintesi della sua forma inattiva, che non causa interruzioni della struttura ossea. Con un aumento artificialmente significativo dell'assunzione di vitamina D, questo processo viene interrotto.

Con l'ipervitaminosi da vitamina D, si osservano i seguenti sintomi:

  • perdita di appetito, mal di testa;
  • debolezza muscolare, dolori articolari;
  • nausea, vomito, stitichezza, diarrea;
  • febbre, ipertensione, convulsioni, mancanza di respiro;
  • il contenuto di calcio nel sangue sale a valori critici;
  • demineralizzazione ossea (debolezza e fragilità);
  • formazione della placca aterosclerotica - alterata circolazione del sangue nel cervello e malattia coronarica;
  • la deposizione di sali di calcio nei reni, polmoni, intestino, cuore.

Che glucosio glicemico per via endovenosa

Olio di lino con colesterolo alto: efficacia e istruzioni per l'uso