Ipotiroidismo: sintomi, cause, tipi e trattamento dell'ipotiroidismo

Buona giornata, cari lettori!

Nell'articolo di oggi considereremo l'ipotiroidismo, così come i suoi sintomi, cause, tipi, diagnosi, trattamento e prevenzione. So.

Cos'è l'ipotiroidismo?

Ipotiroidismo è una condizione patologica del corpo causata da una mancanza cronica di ormoni tiroidei (ormoni tiroidei).

La causa dell'ipotiroidismo si trova principalmente (nel 99% dei casi) nell'ipofunzione (produzione insufficiente) degli ormoni tiroidei - triiodotironina, tiroxina e calcitonina, questo è il caso dell'ipotiroidismo primario. La stessa causa di ipofunzione è solitamente la tiroidite, una malattia infiammatoria della tiroide. Un'altra causa di ipotiroidismo, ma la più rara, è un malfunzionamento dell'ipotalamo o dell'ipofisi, che sono coinvolti nella regolazione della produzione di ormoni tiroidei. Ci sono altri fattori / malattie della tiroide che contribuiscono alla mancanza di ormoni, ma ne parleremo più avanti nell'articolo.

L'ipotiroidismo è una grave malattia del sistema endocrino, quindi le sue conseguenze sono molto complesse. Ad esempio, l'estremo grado di ipofunzione della tiroide negli adulti è il mixedema (gonfiore della pelle) e il cretinismo nei bambini. Inoltre, il corpo abbatte i processi metabolici: il metabolismo energetico, proteico e minerale, la sintesi degli ormoni sessuali, lo sviluppo normale, la struttura e il funzionamento del sistema cerebrale, cardiovascolare, digestivo e muscolo-scheletrico. Quando una dose richiesta di ormoni mancanti viene assunta nel corpo, i sintomi di solito scompaiono, tuttavia, questo deve essere fatto in tempo.

Statistiche sulle malattie

L'ipotiroidismo nelle donne, soprattutto dopo i 60 anni, si trova di solito più spesso - 19 donne nel 1000, mentre tra le donne, la cifra è solo 1 1000. Questi problemi con la tiroide sono visti anche in persone che vivono in regioni remote del mare. Se parliamo di statistiche globali, allora i medici dicono che la popolazione totale con una mancanza di ormoni tiroidei è di circa il 2%.

Il tradimento della patologia risiede nella difficoltà di diagnosticarlo in modo indipendente. Pertanto, l'insorgere della malattia può manifestarsi con una semplice manifestazione di stanchezza cronica.

Per la prima volta, l'ipotiroidismo fu iniziato sulla malattia e descritto nel 1873.

Ipotiroidismo - ICD

ICD-10: E03.9;
ICD-9: 244,9.

Sintomi di ipotiroidismo

I primi segni di ipotiroidismo sono:

  • Debolezza generale, stanchezza;
  • L'aspetto sulla pelle di gonfiore denso di tessuti molli;
  • Bassa pressione sanguigna, dopo di che si forma ipotensione;
  • bradicardia;
  • Violazione di attività mentale;
  • Disturbo della funzione sessuale.

I principali sintomi di ipotiroidismo:

  • Debolezza generale, letargia, stanchezza, sonnolenza o insonnia;
  • Gonfiore della pelle, a volte nasofaringe mucosa e orecchio medio;
  • Depressione dell'attività mentale, memoria alterata e attenzione;
  • Disfunzione gastrointestinale - nausea, stitichezza, distensione addominale, gastrite, mancanza di appetito;
  • Una serie di chili in più, l'obesità;
  • Fallimenti mestruali nelle donne, fino alla completa assenza di mestruazioni;
  • Disfunzione sessuale e ridotto desiderio sessuale negli uomini;
  • Sbiancamento della pelle con leggero giallo, xerosi cutanea (xerodermia);
  • Aumento della perdita di capelli, così come la loro secchezza e fragilità;
  • Diradamento della lamina ungueale, delaminazione e maggiore fragilità delle unghie;
  • Tolleranza pesante di caldo e freddo;
  • Bassa temperatura corporea (ipotermia);
  • Dolore muscolare, a volte accompagnato da crampi;
  • Rigidità, un certo intorpidimento degli arti;
  • Dolore al torace, bradicardia, cardiomegalia, ipotensione;
  • Stato depresso;
  • Disfunzione surrenale;
  • Livelli ridotti di emoglobina nel sangue;
  • Carenza di ferro, anemia carente di B12, macrocitica e megaloblastica;
  • Ridurre le proprietà protettive del corpo (sistema immunitario).

Sintomi specifici:

  • Ingiallimento del cuoio capelluto;
  • Oppressione della funzione uditiva;
  • Oppressione della funzione visiva;
  • L'oppressione della funzione vocale, come se la lingua stesse vacillando, una voce roca;
  • galattorrea;
  • brividi;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Lo sviluppo della discinesia biliare;
  • Vomito.

Complicazione di ipotiroidismo

Tra le complicazioni dell'ipotiroidismo ci sono:

  • Crescita eccessiva della ghiandola tiroidea;
  • Cancro alla tiroide;
  • Formazione di adenoma secondario;
  • La formazione della sella turca "vuota";
  • Cambiamenti nella struttura delle ghiandole mammarie, galattorrea costante;
  • A causa di disfunzione ovarica - infertilità;
  • La nascita di un bambino con un disturbo dello sviluppo e del funzionamento del sistema nervoso;
  • Perdita di coscienza;
  • Ipotiroide (mixedema) coma, mortalità in cui arriva fino all'80%;
  • Morte.

Cause dell'ipotiroidismo

La causa più comune di ipotiroidismo è la presenza di tiroidite autoimmune cronica, che è una malattia infiammatoria della ghiandola tiroidea, sullo sfondo di funzionamento alterato del sistema immunitario.

Altre cause di ipotiroidismo includono:

  • Predisposizione ereditaria;
  • Anomalia congenita della ghiandola tiroidea: aumento o diminuzione delle dimensioni;
  • Trattamento chirurgico trasferito della tiroide;
  • Carenza acuta di iodio nel corpo per un lungo periodo;
  • Trattamento del gozzo con l'uso di iodio radioattivo (iodio-131);
  • Radiazioni ionizzanti della tiroide;
  • Presenza di tumori;
  • Effetti patologici sul corpo di alcuni farmaci (Levodopa, Parlodel, preparati di serotonina e altri);
  • La presenza di infezione nel corpo - tubercolosi, actinomicosi e altri;
  • Lesioni all'ipofisi o all'ipotalamo;
  • emorragia;
  • necrosi;
  • Violazioni dei reni e del fegato dalla trasformazione degli enzimi;

Tipi di ipotiroidismo

La classificazione dell'ipotiroidismo include i seguenti tipi...

Secondo l'eziologia:

Ipotiroidismo primario (tiroide). Il fattore determinante che porta a una carenza nel corpo degli ormoni tiroidei è il fallimento della ghiandola tiroidea. Considera la sua sottospecie:

  • Ipotiroidismo congenito, principalmente a causa di alterazioni dello sviluppo della ghiandola tiroidea, così come la trasformazione degli enzimi coinvolti nella produzione di ormoni da parte della ghiandola.
  • L'ipotiroidismo acquisito a causa di una varietà di fattori a causa del quale la ghiandola tiroide non funzionava correttamente includeva operazioni, radiazioni, lesioni, vari tumori, la presenza di malattie infettive, processi autoimmuni, carenza di iodio acuto e altri.
  • Ipotiroidismo idiopatico: la causa esatta dell'ipotiroidismo non può essere stabilita.

Ipotiroidismo secondario (ipofisi). La malattia è causata dal fallimento della produzione di ormone tiroideo a causa di disturbi nella ghiandola pituitaria (ferro, situato nel cervello). I fattori che portano a questo sono solitamente l'aterosclerosi vascolare, il danno ischemico e le malattie infiammatorie nel cervello, i processi autoimmuni, i tumori e l'effetto avvelenante sulla ghiandola pituitaria di alcuni farmaci. Se parliamo del quadro clinico dell'ipotiroidismo secondario, a differenza di quello primario, è più difficile perché è accompagnato da danni ad altri organi, in particolare - le ovaie, le ghiandole surrenali, i sistemi cardiovascolari e altri.

Ipotiroidismo terziario (ipotalamico). Il fallimento è associato a ipotalamo compromesso, che a sua volta è causato solitamente da fattori come lesioni, tumori, processi ischemici e malattie infettive infiammatorie (meningoencefalite, ecc.) Nel cervello, così come effetti sul corpo di alcuni farmaci, come la serotonina.

Ipotiroidismo tissutale (trasporto, periferico). Le violazioni sono solitamente correlate alla trasformazione degli ormoni e alla loro distribuzione in tutto il corpo. Ciò è spesso facilitato da fattori quali: processi autoimmuni, disturbi nella struttura dei recettori nei tessuti corporei, disordini metabolici ed enzimopatia renale e del fegato, che sono coinvolti nella conversione della tiroxina in triiodotironina.

Anche l'ipotiroidismo primario è classificato per gravità:

Ipotiroidismo latente (subclinico) - caratterizzato da elevati livelli di ormoni stimolanti la tiroide (TSH) sullo sfondo di livelli normali di tiroxina (T4).

Manifesto - caratterizzato da un aumento del livello di ormoni stimolanti la tiroide (TSH) in uno scenario con bassi livelli di tiroxina (T4), con ovvie manifestazioni cliniche (sintomi). Può essere:

Ipotiroidismo complicato (grave) - accompagna tali complicazioni come cretinismo, disfunzione cardiaca, adenoma ipofisario secondario e altri, fino a coma di mixedema e morte.

Diagnosi di ipotiroidismo

La diagnosi di ipotiroidismo include i seguenti metodi di esame:

Inoltre può essere assegnato:

  • Scintigrafia tiroidea;
  • Biopsia con ago sottile.

La diagnosi di ipotiroidismo può essere stabilita solo da un endocrinologo.

Trattamento ipotiroidismo

Il trattamento per l'ipotiroidismo di solito include, a seconda della diagnosi, i seguenti punti:

1. terapia etiotrope;
2. Terapia sostitutiva;
3. Trattamento sintomatico;
4. Dieta.

È importante! I farmaci e i loro dosaggi sono selezionati dall'endocrinologo, in base al tipo di malattia, alla sua gravità, alle manifestazioni cliniche, alle malattie concomitanti e all'età del paziente.

1. Terapia etiotropica

La terapia etiotrope comporta il trattamento di malattie primarie e associate che hanno portato all'ipotiroidismo. Questa può essere la tiroidite, che di fatto, nella maggior parte dei casi, è la causa di ipotiroidismo, gozzo endemico e altre malattie infiammatorie della ghiandola tiroidea, della ghiandola pituitaria o dell'ipotalamo.

Se la causa dell'ipotiroidismo si trova in una quantità insufficiente di iodio nel corpo, al paziente vengono prescritti farmaci, sulla base di iodio - "Betadine", "Ioduro".

Inoltre può essere nominato - sale iodato, kale di mare.

2. Terapia sostitutiva

La terapia sostitutiva comporta l'assunzione di farmaci ormonali, che sono sostitutivi degli ormoni tiroidei naturali. Tipicamente, questi farmaci sono ben tollerati, ma il loro uso può essere in alcuni casi e per tutta la vita.

Tra i farmaci che sostituiscono gli ormoni, possono essere identificati: "Bagotiroks", "Levotiroxina" (L-T4), "Eutiroks".

3. Trattamento sintomatico

Per migliorare il decorso della malattia e la qualità della vita del paziente, è prescritto un trattamento sintomatico mirato a fermare i sintomi dell'ipotiroidismo, oltre a mantenere il normale funzionamento di altri organi, la cui attività può essere inibita durante questa malattia.

Il trattamento sintomatico dell'ipotiroidismo può includere l'uso dei seguenti farmaci:

Cardioprotectors - volti a normalizzare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e altre aree che migliorano il funzionamento del sistema cardiovascolare: "ATP", "Mildronat", "Preduktal", "Trimetazidina".

Glicosidi cardiaci - usati nell'insufficienza cardiaca: "Digoxin", "Korglikon", "Strofantin"

I farmaci nootropici e i neuroprotettori sono prescritti per la normalizzazione dei processi metabolici nel sistema nervoso, il cervello:

Le droghe basate sugli ormoni sessuali femminili mirano a normalizzare il flusso delle mestruazioni e dell'ovulazione.

Complessi vitaminici e minerali che contribuiscono al miglioramento dell'attività di tutti gli organi e sistemi: Aevit, Milgam, complessi multivitaminici (Hexavit, Undevit).

4. Dieta per l'ipotiroidismo

La dieta per l'ipotiroidismo si basa sull'esclusione dalla dieta di cibi ricchi di colesterolo e acidi grassi saturi. Inoltre, è necessario ridurre al minimo il consumo di carboidrati "veloci", difficili da digerire e aumentare la secrezione nello stomaco dei prodotti.

Cucinare è meglio cotto a vapore, tale cibo sarà facile per lo stomaco e con una minima perdita di vitamine. I prodotti possono anche essere cotti. La quantità di alimenti proteici dovrebbe essere aumentata.

Quando la stitichezza ha bisogno di migliorare la quantità di fibra nel cibo.

Come sale, è meglio usare la versione iodata.

È meglio eliminare l'uso di burro o olio di girasole in cucina, o almeno ridurlo al minimo.

La quantità di acqua al giorno dovrebbe essere limitata a 1,5 litri, altrimenti il ​​gonfiore potrebbe aumentare. Come bevanda, l'uso di acqua minerale, specialmente arricchito con iodio, ha un effetto benefico sul corpo.

Cosa puoi mangiare con l'ipotiroidismo?

Carne e pesce: manzo, vitello, pollo, pesce di mare (salmone, aringa, sgombro), fegato di merluzzo, uova.

Kashi: grano saraceno, miglio.

Latticini: latte, ricotta, formaggio, kefir, yogurt naturale.

Prodotti vegetali: cavoli di mare, cavoli, barbabietole, patate, carote, pomodori, cetrioli, melanzane, zucchine, peperoni, spinaci, aglio, cipolle, così come mele, ribes, ciliegie, uva, cachi, mandarini, kiwi, banane, datteri e noci.

Dessert: Invece di dolci si consiglia di utilizzare frutta secca, si può mangiare gelatina.

1 giorno a settimana, è preferibile fare una giornata di digiuno, in cui concentrarsi sull'uso di frutta e verdura fresca.

Cosa non può mangiare con l'ipotiroidismo?

La nutrizione per l'ipotiroidismo esclude prodotti come: - speziato, grasso, fritto, carne affumicata, fast food (fast food), sottaceti, salse e sottaceti, pasticcini, succhi contenenti zucchero, riso levigato, bevande alcoliche, farina di frumento e mais.

È consigliabile ridurre al minimo, ed è meglio astenersi dall'uso di tè e caffè forti.

Certo, fumare è inaccettabile.

Trattamento di rimedi popolari di ipotiroidismo

È importante! Prima di usare rimedi popolari per il trattamento dell'ipotiroidismo. Assicurati di consultare il tuo medico!

Laminaria (alghe). Laminaria contiene una grande quantità di iodio e altri oligoelementi che contribuiscono alla normalizzazione della ghiandola tiroidea. Il cavolo marino può essere consumato sia nella sua forma naturale, insieme ad altri prodotti alimentari, sia sotto forma di polvere, che viene spesso venduta in farmacia. La quantità di assunzione di alghe per scopi medicinali dovrebbe essere 2-3 volte al giorno. Per la preparazione della polvere, è necessario sciogliere mezzo cucchiaino di polvere in un bicchiere d'acqua, quindi berla durante il pasto.

Controindicazioni all'uso di alghe è la gravidanza, la tendenza al sanguinamento, l'infiammazione dei reni, la presenza di emorroidi o tubercolosi, i disturbi del sistema nervoso.

Iodio con aceto. Aggiungere 1 cucchiaino di aceto di mele e 1 goccia di soluzione di iodio al 5% (con un peso corporeo inferiore a 65 kg) o 2-3 gocce (con un peso corporeo superiore a 65 kg) in un bicchiere d'acqua. È necessario bere mezzi durante il cibo, 2-3 volte al giorno, 2 volte a settimana.

Iodio. La mancanza di iodio nel corpo può anche essere reintegrata mediante strofinamento esterno della superficie corporea con una soluzione di iodio, ad esempio, sotto forma di una griglia. Lo iodio è notevolmente assorbito dai tessuti superiori del corpo.

Anice, noci e aglio. Aggiungere i seguenti ingredienti al contenitore: 50 g di semi di anice macinati e 300 g di noci tritate, una pappa di 100 g di aglio bollito e macinato e 1 kg di miele. Mescolare tutto accuratamente e prendere 1 cucchiaio. cucchiaio 3 volte al giorno, 20 minuti prima dei pasti, miscelazione significa prima di ogni ricevimento.

Decotto basato su eleuterococco. Prepara una raccolta dei seguenti ingredienti: 3 parti di foglie di ortica, 2 parti di erba di un cocklebur e 1 parte della radice di Eleutherococcus, radice di dente di leone, semi di carota e erba drow erba. Mescolare tutto accuratamente e 1,5 cucchiai. cucchiaio raccolta versare 500 ml di acqua, quindi mettere lo strumento sul fuoco, portarlo a ebollizione e mettere da parte a raffreddare. Successivamente, il brodo deve essere filtrato, aggiungere circa 80 gocce di infuso da partizioni di noce. Bere il brodo a 100 ml alla volta, 4 volte al giorno, 30 minuti prima dei pasti. Per migliorare l'effetto positivo, puoi anche utilizzare l'acqua con la polvere di alghe, la cui ricetta è stata considerata nella prima ricetta popolare.

Cetriolo. Alcuni guaritori tradizionali raccomandano l'uso di 500-1000 g di cetrioli freschi ogni giorno, durante l'estate. Il cetriolo fresco non solo reintegra la quantità necessaria di iodio nel corpo, ma anche altri nutrienti - vitamine e microelementi.

Prevenzione dell'ipotiroidismo

La prevenzione dell'ipotiroidismo include l'aderenza alle seguenti misure preventive:

  • Cerca di mangiare cibi arricchiti con vitamine e microelementi e non dimenticare i prodotti con contenuto di iodio;
  • Non permettere alle malattie della tiroide e del cervello di andare alla deriva in modo che non diventino cronici;
  • Non usare non controllato, senza il consiglio di un medico;
  • Smettere di fumare, che spesso causa non solo i tumori della tiroide, ma anche l'intera gola.
  • In autunno, inverno e primavera, assumere ulteriori complessi vitaminici e minerali.

Terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo: fattori che influenzano la compensazione

Pubblicato sulla rivista:
"ENDOCRINOLOGIA" №2, 2015 TB Morgunova, V.V. Fadeev
SBEE HPE "Prima Università statale di Mosca. IM Sechenov »Ministero della Salute della Russia

L'ipotiroidismo primario è noto per essere una delle più comuni malattie endocrine. La sua prevalenza nella popolazione generale varia dal 3,8 al 4,6%. Secondo la ricerca Vikgemsky, nel Regno Unito l'incidenza annuale di ipotiroidismo è di 4,1 casi su 1000 donne e di 0,6 su 1000 uomini. In tutte le forme di ipotiroidismo manifest, è indicata la prescrizione di una terapia sostitutiva con farmaci ormone tiroideo e, secondo i concetti moderni, il trattamento dell'ipotiroidismo implica la monoterapia con levotiroxina (L-T4).
Parole chiave: ipotiroidismo, ormoni tiroidei, terapia sostitutiva, levotiroxina (L-T4)

Terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo: fattori che influenzano la compensazione

Morgunova TV, Fadeev V.V.
I.M. Sechenov First Moscow State Medical University

L'ipotiroidismo primario è una delle più comuni malattie endocrine. La prevalenza dell'ipotiroidismo primario nella popolazione generale varia dal 3,8 al 4,6%. Secondo Whickham, c'erano 4,1 per 1.000 donne e 0,6 per 1000 uomini. È necessaria una terapia sostitutiva con ipotiroidismo con ormoni tiroidei e include la monoterapia con levotiroxina (L-T4).
Parole chiave: ipotiroidismo, ormoni tiroidei, terapia sostitutiva, levotiroxina (L-T4)

L'ipotiroidismo primario è noto per essere una delle più comuni malattie endocrine. La sua prevalenza nella popolazione generale varia dal 3,8 al 4,6% [19, 23, 33, 34]. Secondo lo studio Vikgemsky, nel Regno Unito l'incidenza annuale di ipotiroidismo è di 4,1 casi per 1000 donne e 0,6 per 1000 uomini [34]. In tutte le forme di ipotiroidismo manifest, è indicata la prescrizione di una terapia sostitutiva con farmaci ormone tiroideo e, secondo i concetti moderni, il trattamento dell'ipotiroidismo implica la monoterapia con levotiroxina (L-T4). Nel 2014 sono state pubblicate le raccomandazioni dell'American Thyroid Association per il trattamento dell'ipotiroidismo, in cui gli obiettivi principali della terapia sostitutiva con ricetta sono riassunti come segue: sollievo dei sintomi e manifestazioni cliniche dell'ipotiroidismo; normalizzazione dell'ormone stimolante la tiroide (TSH); prevenzione del sovradosaggio (tireotossicosi iatrogena), specialmente nei pazienti anziani [21].

Data l'alta prevalenza di ipotiroidismo e l'uso predominante della monoterapia L-T4 per la terapia sostitutiva, è chiaro che L-T è uno dei farmaci più comunemente prescritti. Così, nel Regno Unito nel 2010, sono state scritte oltre 23 milioni di prescrizioni per LT4, rendendolo il terzo dopo simvastatina e aspirina [9].

Se assunto a stomaco vuoto, forma tablet L-T4 negli adulti sani, il 70-80% del farmaco viene assorbito nel tratto gastrointestinale [18]. La lunga emivita del farmaco (circa 7 giorni) consente di assumerlo una volta al giorno, il che garantisce il mantenimento di un livello stabile di tiroxina (T4) e triiodotironina (T3) nel sangue.

L'unico criterio oggettivo per l'adeguatezza della terapia sostitutiva nell'ipotiroidismo primario, come è noto, è il livello di TSH: si raccomanda di raggiungerlo e mantenerlo nell'intervallo di riferimento di 0,4-4,0 mU / L. Nella letteratura degli ultimi anni, è stata discussa la questione dell'opportunità di mantenere i livelli di TSH in un numero di pazienti nell'intervallo inferiore dell'intervallo di riferimento, che corrisponde alla gamma principale di valori di TSH nei pazienti sani [19]. Sono stati effettuati numerosi studi in cui sono stati valutati i vantaggi e gli svantaggi del mantenimento di diversi livelli di TSH nell'ipotiroidismo. Quindi, nello studio di J.P. Walsh et al. è stato dimostrato che prescrivere una dose leggermente superiore di lt4, fornendo livelli ridotti di TSH, ha contribuito a una diminuzione del livello di colesterolo totale (colesterolo) nelle donne con ipotiroidismo, ma non è stato accompagnato da una diminuzione della gravità dei sintomi di ipotiroidismo, miglioramento della salute generale o qualità della vita [35]. Ad oggi, non ci sono motivi sufficienti per raccomandare l'uso di bassi livelli di TSH come obiettivo per tutti i pazienti con ipotiroidismo.

In alcuni casi, sorge la domanda circa i livelli di T4 e t3 nel sangue di pazienti ipotiroidei sottoposti a terapia sostitutiva. Dall'arrivo di T3 con monoterapia L-T4 assicurato dalla delocalizzazione della tiroxina, mantenendo un livello T normale3 nel sangue può indicare una efficace delodinazione della tiroxina nei tessuti. Tuttavia, secondo alcuni autori, i livelli normali di TSH e T4 siero di sangue su monoterapia L-T4 accompagnato da livelli più bassi di T3 rispetto a persone sane [1]. Di conseguenza, sullo sfondo della monoterapia LT4 a livelli normali di TSH e T3 il siero è spesso contrassegnato con un aumento di T4 [28, 29]. Secondo i risultati di un ampio studio di J. Jonklaas et al., Che comprendeva 3.875 persone sane senza disfunzione della ghiandola tiroidea e 1.811 pazienti dopo tiroidectomia che hanno ricevuto una terapia sostitutiva L-T adeguata4, in pazienti in monoterapia L-T4 Livello T3 era significativamente più basso rispetto al gruppo di controllo. Nel 15,2 e 7,2% dei pazienti, il livello di T3 era più basso e t4 superiore a quello sano, pur mantenendo il TSH normale. Gli autori hanno anche concluso che in questi pazienti un ulteriore aumento della dose di L-T4 non porterà alla normalizzazione del livello T3 nel sangue anche nella situazione di soppressione del TSH [22]. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, l'osservazione dinamica dei pazienti con ipotiroidismo primario non aumenta la necessità di controllare il livello degli ormoni tiroidei e la determinazione del livello di TSH è abbastanza sufficiente.

Dopo aver selezionato una dose adeguata di rimedi ormonali tiroidei, è consigliabile monitorare la compensazione dell'ipotiroidismo almeno una volta all'anno. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un aggiustamento della dose L-T.4. Pertanto, la necessità di aumentare la dose può verificarsi quando si utilizzano farmaci che aumentano la clearance (fenobarbital, carbamazepina, fenitoina, sertralina, clorochina), farmaci che interferiscono con l'assorbimento di L-T4 nell'intestino (colestiramina, sucralfato, idrossido di alluminio, solfato ferroso, integratori di fibre), con un aumento della concentrazione di globulina legante la tiroxina causata da gravidanza o estrogeni, con malassorbimento o malattia celiaca. Pertanto, in uno dei lavori, sono stati somministrati 1.200 mg di calcio (sotto forma di carbonato di calcio) a 20 pazienti con ipotiroidismo compensato contemporaneamente a L-T4. Il livello di TSH è stato determinato inizialmente, dopo 2 mesi di assunzione di calcio e 2 mesi dopo l'abolizione del calcio. Il livello di TSH è aumentato in media da 1,6 a 2,7 mU / le è ulteriormente diminuito a 1,4 mU / l dopo l'abolizione del calcio [32]. Inoltre, il carbonato di calcio, il citrato e l'acetato hanno un effetto simile, riducendo l'assorbimento di L-T4 circa il 20% negli adulti sani [37]. Sebbene l'effetto dei multivitaminici sull'assorbimento di L-T non sia stato studiato in dettaglio, dal momento che i sali di calcio e di ferro sono spesso inclusi in preparazioni complesse, questo può potenzialmente portare ad un'interruzione dell'assorbimento di L-T4 [21].

A volte i pazienti riceveranno una dose di L-T per raggiungere un livello di TSH target.4, significativamente più alto di quanto stimato. Secondo le raccomandazioni della American Thyroid Association, è consigliabile condurre un esame di tali pazienti per la presenza di gastrite associata a Helicobacter pylori, gastrite atrofica o malattia celiaca. In futuro, in caso di rilevamento e trattamento efficace di queste malattie, il livello di TSH dovrebbe essere rivalutato con il successivo aggiustamento della dose di L-T4 se necessario [21]. In uno studio prospettico non randomizzato in pazienti che ricevono dosi elevate di L-T4 e quelli che non hanno ottenuto la compensazione dell'ipotiroidismo, l'eradicazione di Helicobacter pylori ha portato ad una diminuzione del livello di TSH da 30,5 a 4,2 mU / l [6]. In un altro studio, M. Centanni et al. È stato dimostrato che nei pazienti con un gozzo multinodulare quando prescrive la terapia soppressiva, la necessità quotidiana di L-T4 era superiore del 22-34% nei pazienti con gastrite associata a Helicobacter pylori o gastrite atrofica, rispetto ai pazienti senza patologia del tratto gastrointestinale. L'eradicazione di Helicobacter pylori è stata accompagnata da una diminuzione del livello di TSH alla stessa dose di L-T4 [8]. Inoltre, nei pazienti trattati con L-T4, la necessità del farmaco è correlata con la presenza o l'assenza di anticorpi verso le cellule parietali [10]. Dosi più elevate di lt4 richiesto dai pazienti con anticorpi alle cellule parietali e dalla dose di LT4 correlato con il titolo anticorpale e la gravità della gastrite.

Il problema che gli endocrinologi spesso affrontano nella gestione dei pazienti con ipotiroidismo è lo scompenso della malattia, a volte persistente, nonostante il fatto che la terapia sostitutiva con L-T4 semplice e conveniente, non richiede monitoraggio frequente e regolazione della dose. Secondo diversi autori, la proporzione di tali pazienti varia dal 32,5 al 62% [7, 14, 16, 24, 26]. Secondo il grande

Studio della popolazione in Colorado, su 1525 pazienti che assumono costantemente LT4, solo il 60,1% era in uno stato di compensazione; tuttavia, il 18,3% dei pazienti ha avuto ipotiroidismo subclinico o manifesta e il 21,6% dei pazienti ha avuto tireotossicosi [7]. Inoltre, il 92% dei pazienti ha visitato il medico durante l'anno precedente prima di essere incluso nello studio.

Cosa può causare decompensazione persistente dell'ipotiroidismo? Secondo alcuni autori, la causa più comune di questo è bassa aderenza al trattamento da parte del paziente [17, 20]. Quindi, secondo E. Schifferdecker et al., Il 17% dei pazienti sottoposti a terapia sostitutiva con L-T4 dopo la resezione della ghiandola tiroidea per il gozzo eutiroideo, hanno annullato in modo indipendente la terapia senza informare il medico [30]. Sono stati fatti vari tentativi per migliorare la qualità della compensazione per i pazienti con ipotiroidismo: allenamento; creazione di registri con esame annuale dei pazienti; richiami di richiamo ai pazienti, ecc. Uno degli esempi di uso efficace del registro può essere il risultato del lavoro svolto in Scozia. Nel suo studio, D.J. Cuthbertson et al. una stima della compensazione dell'ipotiroidismo in 6205 pazienti inseriti nel registro elettronico e ogni 18 mesi il livello di TSH è stato determinato in pazienti inseriti nel registro. In caso di aggiustamento della dose L-T4 i pazienti sono stati invitati all'esame di follow-up dopo 6 mesi. Secondo gli autori, c'è stata una diminuzione della percentuale di pazienti in stato di decompensazione dal 62% nel 1991 a 15,7 ± 3,6% dal 1993 al 2001 [12].

Un altro approccio utilizzato per aumentare l'aderenza dei pazienti al trattamento è stato quello di fornire opuscoli educativi. In uno degli studi randomizzati, l'efficacia dell'educazione del paziente è stata valutata utilizzando gli opuscoli consegnati per posta a domicilio rispetto all'approccio di routine. Tuttavia, non vi è stato alcun miglioramento nella compensazione dell'ipotiroidismo con questo approccio [11].
Pertanto, nessuno dei metodi proposti non è ampiamente utilizzato nella pratica.

Un altro fattore che può influenzare il raggiungimento del compenso per qualsiasi malattia cronica è lo stato psicologico dei pazienti. Pertanto, i pazienti in stato depressivo hanno meno probabilità di assumere farmaci regolarmente e correttamente [31]. Come è noto, nei pazienti con ipotiroidismo, gli stati depressivi sono registrati più spesso che nella popolazione generale, indipendentemente dalla qualità della compensazione per la malattia; l'ipotiroidismo può talvolta manifestare sintomi di depressione [13, 25, 36].

Abbiamo anche condotto uno studio per valutare la qualità della compensazione per l'ipotiroidismo [15]. Lo studio ha incluso 200 pazienti con ipotiroidismo primario, osservato in policlinici a Mosca. Inizialmente, l'ipotiroidismo è stato compensato in 116 (58%) pazienti, scompensati - in 84 (42%). Quando inclusi nello studio, ai pazienti è stata data una breve formazione individuale sull'eziologia, sulla diagnosi e sulla terapia sostitutiva dell'ipotiroidismo. Con un esame ripetuto dopo 6 mesi, l'ipotiroidismo è stato compensato nel 75,5% dei pazienti, scompensato nel 24,3%. Le cause iniziali di scompenso erano la somministrazione impropria del farmaco nel 28,6% dei casi (meno di 30 minuti prima o dopo i pasti, dividendo la dose, assumendolo con calcio o ferro), rifiutando di prendere L-T4 nel 10,7%, auto-cambiamento della dose del farmaco nel 10,7%, raccomandazioni inadeguate del dottore - nel 15,5%, cambiamento di L-T4 - 2,4%. Va notato che nel 32,1% dei pazienti con ipotiroidismo scompensato, il livello precedente di TSH era entro i limiti normali. Non siamo riusciti a identificare alcun fattore oggettivo significativo che spiegasse la causa dello scompenso in questi pazienti e, dopo la correzione della terapia, la compensazione in questi pazienti è stata raggiunta nella maggior parte dei casi. Nel gruppo di pazienti in cui la causa di scompenso era l'assunzione di farmaci sbagliata, 6 mesi dopo l'allenamento e la correzione della terapia, il compenso è stato raggiunto solo nel 42% dei pazienti. Peggio era la situazione con il raggiungimento di un risarcimento nei pazienti che si rifiutavano di assumere il farmaco e cambiando autonomamente la dose: nonostante l'allenamento e l'osservazione dinamica attiva, la compensazione era stata raggiunta solo nel 44,5 e nel 22,2% dei casi, rispettivamente. Va notato che lo stato socio-economico dei pazienti non ha avuto un impatto significativo sul raggiungimento del compenso per la malattia. Quindi, in base ai dati ottenuti, se la causa dello scompenso da ipotiroidismo era un fattore oggettivo (l'aggiunta alla terapia di farmaci che influenzano l'assorbimento di L-T4, cambiamento di farmaco), l'eliminazione di questo fattore, così come la formazione e la gestione attiva del paziente nella maggior parte dei casi è accompagnata dal raggiungimento di un compenso. Se la causa dello scompenso da ipotiroidismo è stata la deliberata non conformità del paziente con le raccomandazioni del medico (riguardo al regime e al momento della somministrazione, nonché il dosaggio del farmaco), anche l'allenamento e l'osservazione dinamica attiva non contribuiscono al raggiungimento di un compenso per la malattia.

Inoltre, la causa di scompenso può servire come fattori oggettivi quali l'uso del farmaco scaduto o il mancato rispetto delle condizioni di conservazione del farmaco (temperatura e umidità) [21]. Conformità con L-T4 Può essere difficile per i pazienti che ricevono costantemente altri farmaci, in particolare che richiedono determinate condizioni di somministrazione (ad esempio, bifosfonati). Come sapete, i pazienti che assumono più farmaci possono avere meno probabilità di aderire al regime e alla regolarità di assumere L-T4.

Tuttavia, nello studio B.A. Briesacher et al. È stato dimostrato che la compliance del paziente aumenta con l'età e supera l'80% nelle persone di età superiore a 60 anni, anche se è ovvio che in questa fascia di età in molti pazienti L-T4 non sarà l'unico farmaco [5]. Anche con i pazienti dovrebbe discutere la necessità di assunzione giornaliera del farmaco. Singola dose giornaliera L-T4 costituisce il 14% della dose settimanale totale del farmaco. Data la lunga emivita della L-T4, È ovvio che l'omissione del farmaco anche più volte al mese si rifletterà a livello di TSH.

Come dovrebbero essere assunti i farmaci L-T4 in relazione a cibo e bevande per assicurarne l'assorbimento ottimale? In conformità con le raccomandazioni della American Thyroid Association, è ottimale prendere L-T4 60 minuti prima di colazione o prima di andare a dormire (dopo 3 ore o più dopo cena), poiché l'ingestione di cibo e un certo numero di bevande possono peggiorare l'assorbimento del farmaco [21]. Aspirazione lt4 si verifica nell'intestino tenue e un ruolo importante in questo è l'ambiente acido dello stomaco a stomaco vuoto. Quando assume il farmaco a stomaco vuoto, assorbe fino all'80% della dose. In uno degli studi condotti, 4 pazienti che non hanno raggiunto il livello target di TSH durante l'assunzione di L-T4 15-20 minuti prima di colazione, è stato condotto un test di assorbimento del farmaco. Con ricezione quasi simultanea di L-T4 e il cibo era caratterizzato da un assorbimento acuto della droga. Dopo 1 mese di aumentare l'intervallo tra l'assunzione di L-T4 e colazione fino a 60 minuti è stata osservata una diminuzione del livello di TSH in tutti i pazienti [3].

In un certo numero di lavori, l'efficacia della terapia sostitutiva è stata valutata prendendo il farmaco un'ora prima della colazione o prima di andare a dormire. In uno dei lavori eseguiti, le dinamiche del livello di TSH sono state confrontate durante l'assunzione della preparazione L-T.4 a stomaco vuoto, 1 ora prima della colazione, durante la colazione o prima di andare a letto per 8 settimane. Il livello medio di TSH era 1,06; 2.93 e 2.19 mU / l, rispettivamente [2]. In un altro studio in doppio cieco, i pazienti hanno preso L-T4 o placebo prima di colazione e prima di coricarsi per 12 settimane di ogni regime. Il livello di TSH era 1,25 (0,6-1,9) mU / l superiore quando si assumeva il farmaco al mattino rispetto a prima di andare a dormire, ma questo non era accompagnato da cambiamenti nella qualità della vita, profilo lipidico o pressione sanguigna [4]. In un'altra opera R. Rajput et al. confrontando le due modalità di terapia - 30 minuti prima della colazione e 2 ore dopo il pasto serale - non sono state riscontrate differenze nei livelli di TSH, profilo lipidico, qualità della vita, gravità dei sintomi [27].

Le differenze risultanti tra il lavoro possono essere dovute principalmente a diversi gruppi di pazienti, nonché a diverse abitudini alimentari. Tuttavia, gli studi condotti suggeriscono che la ricezione di L-T4 la sera, può essere considerata un'alternativa per il digiuno al mattino, soprattutto in una situazione in cui è inaccettabile che il paziente prenda regolarmente il farmaco al mattino a stomaco vuoto. E, forse, in questo caso, il trasferimento del tempo per l'assunzione del farmaco contribuirà a migliorare l'aderenza al trattamento.

In generale, l'uso di moderne preparazioni di ormoni tiroidei assicura il raggiungimento di un compenso per l'ipotiroidismo, che porta ad un miglioramento del benessere dei pazienti, una riduzione dei sintomi e un aumento della qualità della vita. La presenza di droghe L-T4 con una vasta gamma di dosaggi, inclusi 25, 50, 75, 88, 100, 112, 125, 137 e 150 μg (eutirox), consente di scegliere una dose adeguata del farmaco, che aiuta a mantenere la compensazione della malattia e ad aumentare l'aderenza al trattamento da parte del paziente.

INFORMAZIONI SUGLI AUTORI

Morgunova Tatyana Borisovna - Candidata di Scienze Mediche, Assistente del Dipartimento di Endocrinologia dell'Istituto Educativo di Bilancio dello Stato di Istruzione Professionale Superiore "Prima Università Medica Statale di Mosca intitolata a IM Sechenov »Ministero della Salute della Russia

Valentin Viktorovich Fadeev - Dottore in Scienze Mediche, Capo del Dipartimento di Endocrinologia dell'Istituto Educativo Medico Statale di Istruzione Professionale Superiore "Prima Università Medica Statale di Mosca. IM Sechenov »Ministero della Salute della Russia

Tutto quello che volevi sapere sull'ipotiroidismo compensato e scompensato

Recentemente, i medici hanno diagnosticato in modo crescente l'ipofunzione tiroidea. La malattia comune ha diversi tipi e forme. In particolare, l'ipotiroidismo, a seconda del grado di compensazione, è classificato in: forma compensata, subcompensata e scompensata.

In questo articolo, vedremo come l'ipotiroidismo compensato differisce da altre forme e come vengono trattati in ciascun caso.

Qual è l'ipofunzione della tiroide?

L'ipotiroidismo è una malattia caratterizzata da una mancanza di produzione di ormoni tiroidei.

In altre parole, si sviluppa l'ipofunzione dell'organo endocrino. La ghiandola tiroide produce ormoni tiroidei, tra cui i principali: triiodotironina (T3) e tiroxina (T4).

La sintesi di questi ormoni avviene sotto il controllo dell'ormone stimolante la tiroide (TSH), prodotto dalla ghiandola pituitaria. Se i livelli ematici di T3 e T4 sono inferiori al normale, allora l'ipofisi inizia a produrre intensivamente l'ormone TSH, che stimola la funzione ormonale della tiroide. Quando la quantità di ormoni tiroidei supera la norma, la sintesi di TSH diminuisce e quindi la produzione di T3 e T4 viene inibita.

A seconda del livello in cui si verificano le violazioni, che porta a una carenza di ormoni tiroidei, l'ipotiroidismo è suddiviso nei seguenti tipi:

  1. Primaria - innescata dal verificarsi di cambiamenti organici o funzionali nei tessuti della ghiandola tiroidea.
  2. Secondario - appare a causa di disturbi nell'attività della ghiandola pituitaria, che è responsabile della produzione di ormoni tiroidei tiroidei.
  3. Terziario - si sviluppa in caso di danni ai centri dell'ipotalamo che sintetizzano l'ormone tireoliberina (TRH), che stimola la produzione di TSH ipofisario dalla ghiandola pituitaria.
  4. Periferico - si verifica dopo la comparsa di irregolarità nei processi di trasformazione dell'ormone da T4 a T3, così come il loro movimento intorno al corpo. Questa patologia porta a interruzioni nel metabolismo; un numero insufficiente di enzimi epatici e renali coinvolti nella trasformazione degli ormoni, così come altri processi autoimmuni. La patologia è molto rara. Viene anche chiamato trasporto o tessuto.

Il paziente può manifestare ipotiroidismo manifest, che ha sintomi vividi. La patologia subclinica è possibile, con sintomi sfocati.

Le cause principali della patologia congenita

L'ipotiroidismo primario è uno dei tipi più comuni di malattia. Secondo le statistiche mediche, è diagnosticato nel 95% dei pazienti con ipofunzione tiroidea. Disturbi congeniti e acquisiti della tiroide possono portare allo sviluppo di ipotiroidismo primario.

Ci sono tali ragioni principali per lo sviluppo dell'ipotiroidismo primario congenito:

  • anomalie congenite della ghiandola tiroidea - o è sottosviluppato, o le sue dimensioni superano la norma;
  • malfunzionamenti nel funzionamento del sistema ipotalamo-ipofisi;
  • ci sono disturbi nella sintesi degli ormoni tiroidei.

Le donne dovrebbero ricordare che l'uso indipendente di droghe durante la gravidanza, può portare a disturbi dello sviluppo della tiroide del bambino. Lo stesso risultato è possibile quando gli anticorpi materni vengono prodotti durante la patologia autoimmune alla ghiandola tiroidea.

Il ruolo degli ormoni tiroidei durante la gravidanza

Il normale sviluppo intrauterino del bambino è possibile solo con un livello sufficiente di ormoni tiroidei materni. Con la loro carenza, il sistema nervoso centrale del bambino è sottosviluppato. Ciò si manifesta con ritardo mentale, che è di vari gradi, e nel peggiore dei casi arriva al cretinismo.

Per identificare l'ipotiroidismo all'inizio dello sviluppo e iniziare il trattamento nel tempo, lo screening obbligatorio è stato introdotto a livello dell'ormone TSH. Analisi speciali prese alla nascita o 4-7 giorni di vita del neonato.

Lo screening consente una diagnosi precoce della malattia. Con l'uso tempestivo dell'ormone tiroideo, è possibile evitare entrambi i seri problemi di salute in un bambino e una significativa diminuzione delle sue capacità intellettuali.

Quali sono le cause dell'ipotiroidismo acquisito

Le seguenti cause portano allo sviluppo della forma acquisita di ipotiroidismo primario:

  • Una grave carenza di iodio, soprattutto con un eccesso di calcio e litio, per lungo tempo;
  • sviluppo della tiroidite autoimmune cronica - una patologia in cui il sistema immunitario percepisce le cellule tiroidee come estranee e produce anticorpi contro di loro;
  • rimozione chirurgica di un frammento della ghiandola tiroidea o dell'intero organo;
  • lesioni alle ghiandole;
  • il risultato del trattamento del gozzo con iodio radioattivo;
  • radiazioni tiroidee;
  • la comparsa di tumori sulla ghiandola;
  • complicazione di tubercolosi, sifilide o altre malattie infettive pericolose;
  • lesioni dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria o delle emorragie nell'area della loro posizione.

Inoltre, l'iperfunzione della ghiandola tiroidea può degenerare in ipofunzione, a causa dell'assunzione di farmaci che inibiscono la sintesi degli ormoni tiroidei.

Brevemente sul meccanismo di compensazione

La ghiandola tiroidea, come ogni altro organo, ha alcuni meccanismi compensatori. Forniscono un adattamento della ghiandola ai cambiamenti nello stile di vita di una persona, all'influenza dell'ambiente esterno e allo sviluppo di malattie. Se è spiegato in modo molto semplice, il normale lavoro di una tiroide umana sana, che non è influenzato da alcuna sostanza o stress nocivo, è considerato come uno stato di equilibrio.

Quando alcuni fattori interni o esterni portano la ghiandola tiroidea fuori dall'equilibrio, l'azione dei meccanismi di compensazione mira a ripristinare l'equilibrio modificando il lavoro della ghiandola o se stesso.

Ad esempio, la crescita delle dimensioni del corpo e la formazione del gozzo. Durante la compensazione, la tiroide deve lavorare più intensamente. Dal momento che, nel corpo umano, tutti i sistemi sono correlati, il carico su tutti gli organi interni aumenta e questo porta ad un indebolimento del sistema immunitario.

I meccanismi di compensazione non possono più far fronte a un certo livello di gravità, con i cambiamenti risultanti nel sistema endocrino, o falliscono. Di conseguenza, appare uno stato di scompenso - il meccanismo di compensazione non contrasta i disturbi risultanti nel funzionamento della ghiandola tiroidea.

Tassi di compensazione della malattia

A seconda del grado di scompenso, si distinguono diverse forme di ipotiroidismo primario:

  1. L'ipotiroidismo compensato non ha manifestazioni cliniche della malattia e la quantità di tutti gli ormoni rientra nell'intervallo di normalità. Con questa forma di malattia, il paziente non ha bisogno di cure. Ma ha bisogno di eseguire regolarmente un esame del sangue da una vena per determinare il livello dei livelli di ormone tiroideo al fine di prevenire lo sviluppo di altre forme di ipofunzione nel tempo.
  2. L'ipotiroidismo subcompensato è lo stadio iniziale della malattia, in cui i risultati del test non mostrano una deviazione dalla norma, ma a causa del fatto che il corpo non ha abbastanza ormoni, appare il primo sintomo della patologia. La sottocompensazione, durante il trattamento con analoghi artificiali degli ormoni tiroidei, indica che il paziente sta assumendo farmaci con dosaggio insufficiente per lui.
  3. L'ipotiroidismo scompensato è una manifestazione classica della patologia che il corpo non è in grado di compensare da solo. Il paziente ha sintomi della malattia e un esame del sangue conferma la diagnosi. Nell'ipotiroidismo, il livello di tiroxina libera (T4) viene abbassato. Di conseguenza, l'ormone stimolante la tiroide (TSH) è prodotto dalla ghiandola pituitaria in eccesso di quantità normali. Scompenso coinvolto nel trattamento degli ormoni tiroidei mancanti. La dose di farmaci per ciascun paziente viene selezionata individualmente in base ai risultati degli esami del sangue. Il paziente potrebbe già avere complicanze dell'ipotiroidismo, che richiedono un trattamento aggiuntivo. Una diminuzione della produzione di ormoni tiroidei porta allo sviluppo di malattie del fegato e degli organi del sistema cardiovascolare, nonché una violazione del metabolismo del colesterolo. I pazienti spesso cambiano i valori ematici, il che porta allo sviluppo dell'anemia.

Se prima nella diagnosi esperta per la designazione della disabilità era indicata la gravità della malattia, oggi, invece, indica il grado di compensazione per l'ipotiroidismo sullo sfondo della terapia ormonale costante. Quando un paziente che assume un trattamento ormonale non mostra sintomi e gli esami del sangue sono normali, allora la diagnosi indica che ha un ipotiroidismo compensato dalla droga.

Sintomi di ipofunzione della ghiandola tiroidea

L'ipotiroidismo clinico compensato è asintomatico. In effetti, in questa forma di malattia, le cellule tiroidee più sane producono più intensamente i loro ormoni. Tali azioni di compensazione, permettono di prevenire la carenza di ormoni tiroidei.

Quando la forma subcompensata sviluppa i sintomi più caratteristici dell'ipotiroidismo:

  1. C'è una debolezza generale, stanchezza.
  2. Abbastanza spesso c'è un cattivo umore, e a volte arriva a uno stato depressivo.
  3. I processi di memoria e di pensiero si stanno deteriorando, è difficile concentrare l'attenzione.
  4. Durante il giorno si sente sonnolenza e di notte, sonno intermittente e tormento insonnia.
  5. Riducendo il tasso metabolico, il peso corporeo è in costante aumento, nonostante il deterioramento dell'appetito.
  6. La pelle è secca, specialmente sui gomiti, i capelli cadono abbondantemente e le unghie si rompono.
  7. L'impulso diventa più raro e la temperatura corporea diminuisce.
  8. Sullo sfondo di un metabolismo più lento, si sviluppa una sensazione di freddezza e una persona non tollera il freddo.
  9. Nelle donne, il ciclo mestruale è disturbato. Lo sviluppo della sterilità è possibile.

Come potete vedere, in un paziente con un indebolimento della funzione ormonale della ghiandola tiroidea, vi è una diminuzione delle prestazioni mentali e fisiche, un peggioramento dell'aspetto e della qualità della vita in generale.

Manifestazioni di malattie non compensate

L'ipotiroidismo non compensato si manifesta con sintomi pronunciati. Meno i suoi ormoni produce la ghiandola tiroidea, più intensi sono i sintomi della patologia.

I seguenti sintomi vengono aggiunti ai sintomi sopra indicati:

  1. Appare un gonfiore specifico, cosiddetto, myxedematoso del viso, delle gambe e delle braccia. Se lo premi, la fossa non si forma.
  2. La pelle diventa giallastra.
  3. Le caratteristiche facciali nel tempo diventano più ruvide.
  4. I capelli cadono non solo sulla testa, ma sulle ciglia e sulla parte esterna delle sopracciglia.
  5. Gli organi interni scorrono via. A causa del gonfiore della mucosa nasale, il paziente ha difficoltà a respirare. Il gonfiore dell'orecchio medio porta alla perdita dell'udito. Raucedine provoca gonfiore della laringe.
  6. Una condizione patologica prolungata porta allo sviluppo di depressioni gravi, inibizione significativa, intelligenza ridotta e grave sonnolenza.
  7. Ci sono dolori nei muscoli.
  8. La mancanza prolungata di ormoni tiroidei provoca danni agli organi del sistema cardiovascolare. Si sviluppa ipertensione arteriosa, si forma grave insufficienza cardiaca.
  9. Nei pazienti, la motilità intestinale è compromessa e spesso soffrono di stitichezza.
  10. Si manifesta atrofia della mucosa gastrica e discinesia biliare.

La manifestazione più pericolosa della forma non compensata della malattia è il coma mixedema. Il paziente viene salvato in rianimazione. Sfortunatamente, in circa la metà dei casi si verifica la morte. Abbiamo preso in considerazione tutti i tipi di ipotiroidismo, le cause del loro sviluppo, così come i sintomi caratteristici.

Come diagnosticare

Se la diagnosi della malattia tiroidea è stata eseguita correttamente, l'endocrinologo sarà in grado di prescrivere correttamente il trattamento.

La disfunzione della ghiandola tiroidea viene diagnosticata solo in modo complesso. Dopo tutto, la malattia potrebbe non avere sintomi o non saranno specifici, e il paziente, considerando che non sono collegati al lavoro del sistema endocrino, non lo dirà al medico.

La diagnostica include i seguenti elementi:

  1. Il medico raccoglie le lamentele del paziente circa le anomalie negli organi e nei sistemi corporei.
  2. Esegue la palpazione della ghiandola tiroidea.
  3. Il paziente viene inviato a superare i seguenti esami del sangue: ormoni, generali e biochimici. Un'analisi generale aiuta a identificare l'anemia e il biochimico - un aumento del livello di colesterolo. Quando il livello di TSH nel sangue è elevato, allora il paziente ha ipotiroidismo primario. Se il numero di TSH e T4 è ridotto, allora la patologia secondaria.
  4. Al paziente viene prescritta una direzione per la consegna di urina. Secondo il contenuto di iodio nelle urine, si determina se l'elemento traccia è sufficiente, il corpo riceve.
  5. Ultrasuono prescritto della tiroide.
  6. Se l'ecografia è la formazione di nodi o tumori, quindi nominare ulteriori ricerche. La tomografia computerizzata consente di determinare con precisione la posizione del tumore, le sue dimensioni e la sua struttura.
  7. La risonanza magnetica consente di valutare le condizioni dell'ipofisi o dell'ipotalamo e di identificare tumori o emorragie che hanno provocato lo sviluppo di ipotiroidismo secondario e terziario.
  8. La scintigrafia è prescritta per studiare l'attività funzionale della ghiandola con l'aiuto di radioisotopi.
  9. Viene eseguito un elettrocardiogramma per valutare il funzionamento del cuore.

L'endocrinologo può inoltre prescrivere una biopsia di puntura con ago sottile della neoplasia tiroidea. Il fatto che il bambino sviluppi ipotiroidismo congenito indicherà un livello elevato di TSH nei risultati dello screening condotto nell'ospedale di maternità.

Trattamento efficace dell'ipofunzione tiroidea

Il trattamento dell'ipotiroidismo ha lo scopo di normalizzare il livello dell'ormone TSH nel corpo del paziente. Dovrebbe essere entro 0.4-4 IU / l.

A tal fine, i pazienti vengono prescritti ormoni tiroidei nei preparati. Il trattamento per ogni paziente viene assegnato individualmente. Determinando la dose del farmaco, il medico prende in considerazione i risultati degli esami del sangue per gli ormoni, il peso e l'età del paziente, nonché la presenza di complicanze della malattia.

Nella maggior parte dei casi, nell'ipotiroidismo primario, la terapia ormonale è prescritta per tutta la vita. Nella diagnosi di ipotiroidismo possono essere prescritti i seguenti agenti ormonali: L-tiroxina, Eutirox, Levotiroxina, Tirecomb, Tireotomo. Quando la patologia si è sviluppata a causa di una persistente mancanza di iodio, alla terapia viene aggiunto l'iodomarina o un altro farmaco contenente iodio.

Nei casi più gravi, il paziente presenta complicanze sotto forma di malattie dell'apparato cardiovascolare e digerente, oltre a depressione e altri gravi disturbi mentali.

L'infertilità può svilupparsi nelle donne. Pertanto, oltre ad un endocrinologo, altri medici sono impegnati nel trattamento di un paziente: cardiologi, medici generici, ginecologi, psichiatri e talvolta oncologi.

La medicina moderna tratta con successo la terapia ormonale con ipotiroidismo. Un paziente che assume farmaci contenenti ormoni conduce uno stile di vita attivo. Una donna può desiderare di avere un bambino se lo desidera. La terapia dipende dal grado di compensazione della malattia. L'ipotiroidismo compensato non ha bisogno di essere trattato.

Nel caso di una forma di patologia sottocompensata, il trattamento è prescritto in base ai risultati degli esami del sangue. In caso di ipofunzione scompensata della tiroide, è necessaria la terapia. Più velocemente il paziente passa la diagnosi e inizia la terapia ormonale sostitutiva, più velocemente le sue condizioni si stabilizzeranno e non compaiono complicazioni. Vi auguriamo buona salute!

Urina per diastasi - come prendere e decifrare i risultati, normali indicatori per bambini e adulti

Calcolo del BMI e dell'obesità