Cos'è la dislipidemia?

Data di pubblicazione dell'articolo: 16/16/2018

Articolo aggiornato il: 16/09/2018

L'autore dell'articolo: Dmitrieva Julia (Sych) - un cardiologo praticante

Quando il metabolismo dei grassi viene disturbato, appare una condizione chiamata dislipidemia. Può provocare violazioni abbastanza gravi nel lavoro di molti sistemi, in particolare il sistema cardiovascolare.

Tali patologie comuni, come la malattia ischemica, l'ictus, l'aterosclerosi, si verificano a causa di una violazione del metabolismo dei grassi e spesso portano alla morte.

Cause dello sviluppo

Le cause della dislipidemia sono suddivise in congenite e acquisite.

Tra i principali fattori che contribuiscono all'aumento del livello dei complessi di colesterolo nel sangue sono i seguenti:

  • Predisposizione ereditaria Tale causa nella maggior parte dei casi provoca dislipidemia primaria.
  • La presenza della malattia, che è accompagnata da un aumento della concentrazione di grasso. Questi includono il diabete, problemi alla tiroide, aterosclerosi. Causano dislipidemia secondaria - quelli che appaiono come risultato di un'interruzione nel lavoro di un altro organo.
  • Stile di vita malsano. Ipodinia, fumo, scarsa nutrizione aumentano il colesterolo e i trigliceridi nel sangue, che causa la dislipidemia secondaria.
  • Il consumo frequente di grassi animali può causare dislipidemia, che si chiama alimentare.

Se la causa non è stata identificata, è una dislipidemia non specificata.

L'elenco delle condizioni in cui può aumentare la concentrazione di grasso nel sangue:

  • l'obesità;
  • interruzioni autoimmuni;
  • diabete mellito;
  • sindrome nefrosica;
  • uso di determinati farmaci.

Il gruppo di rischio con una maggiore probabilità di sviluppare dislipidemia comprende persone con:

  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • malattie endocrine;
  • stile di vita sbagliato;
  • predisposizione per sesso ed età.

L'iperlipoproteinemia si verifica per ragioni che sono divise in due gruppi:

  • causando lo sviluppo della malattia;
  • contribuendo alla sua progressione.

Alcuni fattori eziologici possono essere eliminati (modificati), altri rimangono con la persona a vita (non modificabile).

sintomi

Non ci sono serie di sintomi specifici o sindrome dislipidemica in questa malattia. Può essere identificato in modo affidabile dai risultati degli studi di laboratorio. Molto spesso le violazioni vengono rilevate per caso, quando un paziente viene sottoposto a un controllo di routine o durante il trattamento di un'altra malattia.

Disturbi a lungo termine del metabolismo dei grassi possono provocare una dislipidemia stabile, che porterà a manifestazioni esterne. I cambiamenti avvengono abbastanza lentamente, così spesso non causano disagio al paziente e non provocano la visita di un medico.

  • La comparsa di xantomi. Questa formazione patologica, localizzata sulla pelle e costituita da cellule immunitarie e colesterolo. Lo xantoma della palpebra si chiama xantelasma. Sembra un colore giallo piatto. Molto spesso la macchia si verifica nell'aterosclerosi grave.
  • Arco grasso della cornea. I depositi di grasso, che si notano durante l'esame oftalmologico a causa della caratteristica ombra e dell'aspetto del bordo, vengono introdotti nel tessuto corneale. Tali cambiamenti strutturali nel tessuto nel tempo portano a compromissione della vista, costrizione delle pupille, loro deformazione e neuropatia ischemica del nervo ottico.
  • La dislipidemia causata geneticamente porta a un paziente sovrappeso, che diventa evidente fin dalla prima infanzia o dalla pubertà.

Una patologia debole può verificarsi sia in un bambino che in un adulto. La tattica del trattamento dei pazienti dipende dalle cause alla base della malattia.

classificazione

I disturbi metabolici influenzano la salute degli organi interni e di tutto il corpo.

È molto importante capire la vera causa dell'insuccesso per scegliere la tattica della terapia. Per determinare con maggiore precisione la causa e il meccanismo di sviluppo del medico dislipidemico aiutano diverse classificazioni della malattia.

Classificazione della patogenesi dello squilibrio di grassi:

  • Interruzione primaria Di conseguenza, non le malattie, ma i disturbi nelle reazioni biochimiche nel metabolismo (ad esempio, la dislipidemia da ritenzione). Tali condizioni sono provocate da anomalie geniche, predisposizione ereditaria.
  • Disturbi secondari Sono il risultato di altre patologie. Si presentano con altre malattie, uno stile di vita dannoso o dopo un trattamento inefficace. Le persone con obesità, diabete, patologie renali, malattie del sistema epatobiliare, problemi endocrini lamentano questo tipo di dislipidemia. In una persona sana, il problema può sorgere a causa di uno stile di vita non salutare: alcolismo, dieta malsana prolungata, inattività fisica. I contraccettivi orali, le droghe cardiache, i corticosteroidi possono causare una violazione del metabolismo dei grassi.
  • Un salto temporaneo nella concentrazione di lipidi nel sangue viene osservato con un consumo eccessivo di grassi animali. Tali dislipidemie sono chiamate alimentari. Fallimenti occasionali che il corpo può recuperare autonomamente. Con compromissione a lungo termine e dislipidemia alimentare stabile, si verifica una patologia persistente, che porta alla disfunzione di molti sistemi di organi.

Di fredrickson

I lipidi nel corpo umano sono rappresentati da diverse frazioni. A seconda del tipo di lipidi, vengono rilasciati diversi tipi di dislipidemia.

La classificazione di Fredrikson è stata adottata come standard internazionale. Prende in considerazione il livello delle diverse classi di lipoproteine ​​e non tiene conto delle ragioni dell'aumento della concentrazione.

In totale, ha 6 tipi di malattia, di cui 5 sono considerati aterogenici.

Gli indicatori caratteristici di ciascuno di essi sono presentati nella tabella:

La minima probabilità di aterosclerosi è osservata nel primo tipo di dislipidemia.

Le cause dell'iperlipidemia tengono conto della classificazione secondo l'eziologia, che distingue anche sei tipi di malattia. Indica la patologia che più spesso porta a una violazione del metabolismo dei grassi.

C'è anche una divisione dell'ipercolesterolemia in una forma isolata e mista. Nel primo caso, vi è un aumento della concentrazione di colesterolo (come un complesso molecolare con proteine), nel secondo caso aumenta anche la concentrazione di trigliceridi.

diagnostica

Il metodo principale per la diagnosi della dislipidemia è il lipidogramma. È un'analisi dettagliata per determinare la concentrazione di ciascun tipo di lipidi.

Questa analisi identifica i seguenti indicatori:

  • Trigliceridi. La concentrazione di questi componenti è particolarmente elevata nei pazienti con diabete. I trigliceridi sono considerati fattori aterogenici.
  • Lipidi a bassa densità.
  • Lipidi a densità molto bassa. Sostanze pro-aterogeniche che contribuiscono alla formazione della placca di colesterolo sulla parete del vaso.
  • Lipoproteine ​​ad alta densità. Rimuovono il colesterolo dalle cellule e lo trasportano nel fegato, a causa del quale sono considerate la "buona" frazione.
  • Il profilo lipidico tiene conto anche dell'indice aterogenico, che mostra il rapporto tra tutti i tipi di lipoproteine. Se la quantità di colesterolo "cattivo" è tre volte la quantità di "buono", il paziente è a rischio elevato di sviluppare aterosclerosi.

Oltre a lei, le seguenti informazioni sono necessarie al medico per fare una diagnosi corretta:

  • Lo studio della storia e dei reclami soggettivi. Il medico valuta l'aspetto del paziente, presta attenzione alla presenza di xantham, xantelasma e lo stato della cornea, chiedendo la durata della loro comparsa.
  • Stile di vita di apprendimento. Qui il ruolo importante è giocato dalle malattie trasferite del paziente, così come le malattie genetiche del suo e dei suoi parenti stretti. Anche il metabolismo dei grassi può influire sullo stile di vita, in particolare sulle attività professionali. La maggior parte dei pazienti ha una storia di infarto miocardico, ictus, dislipidemia familiare e aterosclerosi.
  • Analisi clinica del sangue e delle urine. Aiuta a identificare le comorbidità e la presenza di un processo infiammatorio.
  • Analisi biochimiche Il medico attira l'attenzione sull'indicatore di zucchero, proteine, acido urico. Un'attenzione particolare è dedicata al contenuto di ciascuna frazione lipidica, per la quale viene eseguito un lipidogramma.
  • Analisi immunologiche Viene valutato il livello di immunità, viene determinato il contenuto di anticorpi e cellule immunitarie.
  • Screening genetico. Rileva se l'iperlipidemia è causata da cause ereditarie.

Sulla base di un'analisi completa dei dati, della valutazione dell'aspetto del paziente e dei suoi reclami, il medico effettua la diagnosi finale.

trattamento

La tattica del trattamento dipende dall'eziologia e dallo stadio della dislipidemia. In alcuni casi, è sufficiente regolare lo stile di vita del paziente e osservare le misure per prevenire i disordini metabolici, in altri il paziente dovrà assumere farmaci per il resto della sua vita.

medicazione

Il medico prescriverà farmaci che riducono il livello delle lipoproteine ​​"cattive". Aiuteranno a ripristinare il corretto equilibrio di tutte le frazioni di grasso.

I seguenti gruppi di farmaci sono usati per questo:

  • Le statine. Contribuire alla distruzione dei lipidi, ridurre la sintesi del colesterolo nel fegato. Inoltre, mostrano un effetto anti-infiammatorio e inibiscono il danno vascolare. L'uso prolungato di statine comporta un aumento dell'aspettativa di vita dei pazienti e una diminuzione della probabilità di complicanze.
  • Fibrati. I medicinali aiutano a ridurre i livelli di trigliceridi e ad aumentare la quantità di lipoproteine ​​benefiche.
  • Acidi omega-3. Sono considerati buoni farmaci per abbassare il colesterolo. Ridurre il rischio di malattie cardiache e vascolari.
  • Sequestranti di acidi biliari. Rimuovere il colesterolo libero dal corpo con le feci.

Seleziona un gruppo di farmaci e il dosaggio dovrebbe essere solo un medico. Alcuni prodotti a base di acidi omega-3 sono senza prescrizione e possono essere utilizzati da soli, ma solo per la prevenzione. La medicina moderna consente di trattare la dislipidemia in modo abbastanza efficace con nuovi gruppi di farmaci.

Corretta alimentazione

Con dislipidemia nutrizionale - la correzione nutrizionale è l'obiettivo principale della terapia. In altri casi, l'uso di una corretta alimentazione può solo aumentare l'efficacia del trattamento primario o ridurre la necessità di medicinali.

I pazienti mostrano una dieta a base di colesterolo, le cui regole di base sono le seguenti:

  • Si consiglia di utilizzare molti alimenti ricchi di fibre alimentari.
  • Il contenuto calorico totale mangiato al giorno dovrebbe corrispondere all'energia consumata durante lo sforzo fisico.
  • I cibi grassi e la cottura per frittura dovrebbero essere sostituiti da pasti dietetici cucinati in modi più dolci. Puoi mangiare pesce di mare, pollo o carne di tacchino, olio vegetale (invece di burro).
  • Salumi, prodotti semilavorati, prodotti affumicati sono esclusi.
  • Nel menu del giorno dovrebbero prevalere verdure, frutta, cereali e prodotti lattiero-caseari.
  • L'alcol è severamente sconsigliato: contribuisce all'accumulo di colesterolo nel lume dei vasi sanguigni.

Correzione dello stile di vita

Regolando lo stile di vita, è possibile migliorare la salute generale e normalizzare il metabolismo dei lipidi.

Per fare questo, i pazienti devono seguire queste linee guida:

  • Esercitare regolarmente fino a quando il peso corporeo non ritorna alla normalità. L'allenamento è raccomandato all'aria aperta. La molteplicità e la forza dei carichi dovrebbero essere selezionati da uno specialista, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente, nonché della localizzazione e della gravità dell'aterosclerosi.
  • È necessario eliminare tutti i fattori e le abitudini che danneggiano la salute generale - fumo, alcol, inattività fisica, stress.
  • È necessario sottoporsi a esami preventivi per l'individuazione tempestiva e il trattamento delle malattie associate, che contribuirà a ridurre il rischio di dislipidemia e problemi vascolari.

Possibili conseguenze

L'alta concentrazione di lipidi nel sangue porta a malattie gravi. Molti di loro progrediscono rapidamente e finiscono con la morte del paziente, in quanto sono accompagnati da una ridotta circolazione del sangue negli organi vitali. Il colesterolo dannoso si accumula sulle pareti della nave, restringendo gradualmente il suo lume, e in seguito lo chiude completamente.

Le complicanze possono manifestare condizioni acute e croniche. Nel secondo caso, gli effetti avversi si sviluppano gradualmente e per lungo tempo.

Tali complicazioni comprendono ischemia dell'area interessata, stenosi aortica, angina pectoris, insufficienza renale, CHF, lesione degli arti inferiori, glomerulonefrite, ulcere trofiche.

prevenzione

La prevenzione primaria include attività che impediscono la comparsa della patologia:

  • mantenere il peso nel range normale;
  • dieta;
  • esclusione delle cattive abitudini;
  • regolare esercizio fisico moderato;
  • controllo del glucosio;
  • mantenimento della pressione arteriosa inferiore a 140/90 mm Hg. v.;
  • trattamento tempestivo e completo dei relativi problemi di salute.

Lo scopo della prevenzione secondaria è di evitare la progressione della patologia e ridurre la probabilità di complicanze. Include l'assunzione di farmaci in dosi profilattiche, la correzione dello stile di vita e della nutrizione.

Cos'è la dislipidemia

Dislipidemia - una condizione in cui il metabolismo lipidico viene disturbato, portando alla comparsa di aterosclerosi.

In questa malattia, le pareti vascolari diventano più dense, il lume tra loro si restringe, causando un disturbo nel movimento del sangue in tutti gli organi del corpo. Questo è irto di sviluppo di cardiopatie coronariche o di malattie del cervello, ictus, infarto, ipertensione.

Informazioni generali sulla malattia

Se il livello dei lipidi è eccessivamente elevato, la patologia viene chiamata iperlipidemia. Lo sviluppo della malattia è influenzato dallo stile di vita, dalla dieta, dall'assunzione di determinati farmaci, dalla mancanza di attività e da cattive abitudini.

Dislipidemia indica una violazione dell'equilibrio degli elementi grassi. Questi composti a basso peso molecolare sono sintetizzati nel fegato e quindi trasportati a tutte le strutture cellulari e tissutali dalle lipoproteine ​​- complessi complessi lipidici-proteici. Si possono classificare tre tipi di questi, in cui bassa, alta o molto bassa densità.

LDL e VLDL sono grandi strutture che hanno una marcata capacità di depositare nel sedimento di colesterolo. Sono loro a causare malattie del letto vascolare e del cuore, e questo colesterolo è "cattivo". LDL provoca la formazione di placche sull'endotelio, che riduce il lume dei vasi.

Le HDL sono indicate come molecole che si dissolvono nell'acqua e contribuiscono all'eliminazione del colesterolo, prevenendone la deposizione nei vasi sanguigni. Nel fegato, possono essere convertiti in acidi biliari lasciando il corpo attraverso l'intestino.

Il valore aterogenico (coefficiente) è il rapporto tra la somma di LDL e VLDL e componenti ad alta densità. L'ipercolesterolemia è l'eccesso del numero di tali elementi nel sangue umano.

Sullo sfondo di questi problemi, così come la dislipidemia, può comparire l'aterosclerosi, che causa l'ipossia tissutale. Per identificare una tale condizione, è sufficiente analizzare i campioni di sangue e valutare il metabolismo dei lipidi.

Dicono di squilibrio quando:

  • Il livello di colesterolo (totale) supera i 6,3 mmol / l.
  • KA supera il 3.
  • TG più di 2,5 mmol / l.
  • LDL supera 3 mmol / l.
  • HDL inferiore a 1 mmol / l per gli uomini e inferiore a 1,2 mmol / l per le donne.

Fattori patologici

Le cause della formazione della malattia possono essere suddivise in diversi gruppi:

  • Predisposizione ereditaria La dislipidemia primaria è trasmessa principalmente da genitori che hanno un elemento anormale nel loro DNA responsabile della sintesi del colesterolo.
  • I fattori che causano dislipidemia secondaria si verificano:
    1. Nell'ipotiroidismo, quando la funzionalità della ghiandola tiroidea è ridotta.
    2. Nei pazienti diabetici, quando l'elaborazione del glucosio è compromessa.
    3. Se c'è una malattia del fegato in uno stato di ostruzione, quando il flusso della bile è disturbato.
    4. Con l'uso di alcuni farmaci.
  • Errori nell'alimentazione. Qui ci sono due forme: transitorie e permanenti. Il primo è caratterizzato dalla comparsa di ipercolesterolemia immediatamente o ogni altro giorno dopo un significativo apporto di cibi grassi. Patologia nutrizionale persistente è osservata in individui che consumano regolarmente cibi con grandi quantità di grassi animali.

Gruppo di rischio

Va tenuto presente che i fattori che causano la progressione dell'aterosclerosi sono coinvolti nella formazione della dislipidemia. Possono essere divisi in modificabili e non modificabili. Esiste un gruppo di persone a rischio più suscettibili allo sviluppo della malattia.

  • Malnutrizione, che è dominata dagli alimenti grassi del colesterolo.
  • Stile di vita sedentario
  • La presenza di stress.
  • Cattive abitudini: alcol, fumo.
  • L'obesità.
  • Alta pressione sanguigna
  • Diabete scompensato.

Questi fattori sono soggetti a correzione se desiderato dal paziente.

Le cause non modificate non possono essere modificate. Sono tipici per gli uomini che hanno più di 45 anni. Le persone con una storia familiare, che hanno avuto casi di insorgenza precoce di aterosclerosi, dislipidemia, infarto, ictus, morte improvvisa, sono anche suscettibili alla malattia.

Segni di malattia

I sintomi esterni possono manifestarsi come:

  • Xanthoma. Questi sono noduli, densi al tatto, che contengono particelle di colesterolo. Si trovano sopra gli strati del tendine. Molto spesso possono essere trovati sulle mani, meno spesso appaiono sui palmi delle mani e sulle piante, sulla schiena o su altre aree della pelle.
  • Xanthelasma. Manifestato nell'accumulo di colesterolo sotto le pieghe delle palpebre. Nell'apparenza assomigliano a noduli di un'ombra giallastra o al normale colore della pelle.
  • Arco lipoide della cornea. In apparenza è una lunetta che si deposita sul bordo della cornea dell'occhio. È bianco o grigio. Se sorgono problemi in pazienti che non hanno ancora 50 anni, questo suggerisce che la causa della malattia è nella dislipidemia ereditaria.

La malattia ha una particolarità che non si manifesta per molto tempo, quando il corpo è già gravemente danneggiato. Nella fase iniziale della patologia, è possibile identificare il problema durante il test per l'analisi dei lipidi.

La base dei disturbi è la sindrome metabolica, in generale è un complesso di fallimenti tra il metabolismo dei grassi e la normalizzazione della pressione arteriosa. Le manifestazioni caratteristiche possono essere un cambiamento nella quantità di lipidi nel test del sangue, ipertensione, iperglicemia, errori di emostasi.

Classificazione della malattia

Sulla base della quantità di lipidi, si distinguono questi tipi di patologie:

  • Ipercolesterolemia isolata, quando il colesterolo elevato, che fa parte delle lipoproteine.
  • Iperlipidemia mista quando vengono rilevati elevati livelli di colesterolo e trigliceridi nell'analisi.

Dislipidemia sul meccanismo di insorgenza può essere primaria (questo include malattie ereditarie) o secondaria, che è apparso sotto l'influenza di fattori avversi.

Inoltre, c'è una classificazione secondo Fredrickson, in cui i tipi di malattia dipendono dal tipo di lipidi che è elevato. Nella maggior parte dei casi, la malattia può portare all'aterosclerosi. Si distinguono le seguenti forme:

  • Hyperchilomycronemia ereditario. Differisce nel fatto che nell'analisi del sangue solo i chilomicroni sono elevati. Questa è l'unica sottospecie in cui il rischio di aterosclerosi è minimo.
  • Il tipo 2a è ipercolesterolemia ereditaria o causato da fattori esterni avversi. Allo stesso tempo, aumento degli indicatori LDL.
  • Tipo 2b, questo include l'iperlipidemia combinata, quando aumentano le lipoproteine ​​di densità molto bassa e bassa, nonché i trigliceridi.
  • Le disbeta-lipoproteinemie ereditarie sono classificate come terza specie quando l'LDL è elevata.
  • Il tipo 4 è chiamato iperlipidemia endogena, con livelli elevati di lipoproteine ​​a densità molto bassa.
  • Le ultime 5 specie includono ipertrigliceridemia ereditaria, in cui sono aumentati i chilomicroni e le lipoproteine ​​a densità molto bassa.

diagnostica

Nella maggior parte dei casi, la dislipidemia può essere identificata conducendo una serie di esami speciali. La diagnosi finale viene impostata dopo:

  • Subisce un'ispezione primaria con la raccolta di denunce e anamnesi. Il medico cerca di identificare i segni caratteristici della malattia in un paziente e studia anche informazioni sulle patologie ereditarie e trasferite.
  • Identificare la presenza di xantelasma, xantoma, arco lipoide della cornea.
  • Donare sangue e urina per l'analisi.
  • È lipidogramma Aiuta a determinare il coefficiente di aterogenicità.
  • Le immunoglobuline di classe M e G sono determinate nel sangue.

Trattamento della malattia

Per la normalizzazione del metabolismo dei grassi, i medici possono prescrivere farmaci speciali, dieta, stile di vita attivo, metodi di medicina tradizionale.

Il metodo di trattamento della droga è quello di ricevere:

  • Statine - farmaci che aiutano a ridurre la biosintesi del colesterolo nelle cellule del fegato. Questi fondi hanno effetto anti-infiammatorio. I più comuni sono Atorvastatina, Lovastatina, Fluvastatina.
  • Fibrati somministrati a livelli elevati di trigliceridi. Il trattamento aiuta ad aumentare l'HDL, che impedisce la comparsa di aterosclerosi. La più efficace è la combinazione di statine e fibrati, tuttavia possono verificarsi gravi conseguenze spiacevoli, come la miopatia. Da questo gruppo applicare Clofibrate, Fenofibrat.
  • Acido nicotinico nella composizione della niacina, enduracina. Questi farmaci hanno proprietà ipolipemizzanti.
  • Acidi grassi polinsaturi, omega-3. Possono essere trovati nell'olio di pesce. Questo trattamento aiuta a ridurre colesterolo, lipidi, LDL e VLDL nel sangue. Tali farmaci sono anti-aterogeni, possono migliorare le funzioni reologiche del sangue e inibire la formazione di coaguli di sangue.
  • Inibitori dell'assorbimento del colesterolo che aiutano a fermare l'assorbimento nell'intestino tenue. Il farmaco più famoso è Ezetimibe.
  • Resine per composti acidi biliari: colestipolo, colestiramina. Questi fondi sono necessari come monoterapia per l'iperlipidemia o come parte di un trattamento complesso con altri farmaci ipocolesterolemizzanti.

Metodi domestici

I rimedi popolari aiutano a ridurre il colesterolo e migliorare le condizioni dei vasi sanguigni. Possono essere utilizzati come aiuto aggiuntivo.

I metodi più comuni sono:

  • Ricezione di succo di patate. Deve essere bevuto giornalmente a stomaco vuoto. Per fare questo, le patate crude vengono pulite, lavate e strofinate, spremere il contenuto. La bevanda risultante è bevuta fresca.
  • Una miscela di limone, miele, olio vegetale. Bere questo medicinale è necessario per lungo tempo, almeno 2-3 mesi.
  • Tè al limone Lenisce e tonifica bene, migliora i vasi sanguigni del cervello e del cuore.
  • Bagni di ortica Per questo, una pianta tagliata fresca viene posta in un bagno caldo. Infondere per mezz'ora, portare alla temperatura richiesta e immergere le gambe in questa acqua. Aiuta a fermare l'aterosclerosi negli arti inferiori.

Principi di nutrizione in caso di malattia

La dieta per questa patologia è necessaria per abbassare il colesterolo. Una dieta equilibrata aiuta a ridurre l'eccesso di peso e normalizzare i livelli di glucosio nel sangue.

Quando si osserva la sindrome dislipidemica, il paziente deve astenersi da una grande quantità di grassi animali consumati.

Dalla dieta dovrebbero essere esclusi lardo, panna acida, tuorli d'uovo, burro, carni grasse, salsicce, salsicce, frattaglie, gamberetti, calamari, caviale, formaggio oltre il 40% di grassi.

Per garantire che la nutrizione rimanga completa, i grassi animali possono essere sostituiti con grassi vegetali. Sarà utile per i pazienti assumere mais, girasole, semi di cotone, semi di lino, olio di semi di soia.

Inoltre, è necessario introdurre altri alimenti di origine vegetale, vale a dire:

  • Frutta, bacche, verdure, legumi. Tutte queste sostanze contengono fibre alimentari che richiedono almeno 30 g al giorno.
  • Olio di colza e olio di soia, dove sono contenuti gli stanoli. La loro quantità giornaliera dovrebbe essere di 3 g.
  • Prugne fresche, albicocche, pesche, ribes nero, barbabietole, carote. Questi prodotti sono ricchi di pectine. Durante il giorno, devi mangiare circa 15 grammi di tale cibo.

Le principali raccomandazioni di una dieta per la dislipidemia sono di seguire una serie di regole:

  • Assunzione regolare di frutta, verdura, bacche.
  • L'uso di grassi polinsaturi, mono e saturi dovrebbe avvenire in un rapporto di 1: 1: 1.
  • Restrizione dei latticini ad alto contenuto di grassi.
  • Ridurre il consumo di uova a 3 pezzi in 7 giorni.

L'abuso di alcol è controindicato, tuttavia, il vino rosso secco è buono per i malati, assunto in piccole quantità prima dei pasti.

Complicazioni di patologia

Tutti gli effetti negativi della malattia possono essere suddivisi in acuti e cronici. Il primo è un ictus, un infarto del miocardio. La patologia si sta sviluppando rapidamente e molto spesso finisce con la morte.

Le complicanze croniche includono trombosi, aritmia, ipertensione, stenosi aortica, insufficienza renale, angina pectoris, ulcere trofiche e claudicatio intermittente.

Considerando dove il danno vascolare è osservato a causa dell'accumulo di placche aterosclerotiche, l'aterosclerosi è isolata:

  • Aorta. Provoca ipertensione arteriosa, in alcuni casi può provocare difetti cardiaci, insufficienza valvolare aortica, stenosi.
  • Vasi cardiaci Può portare a infarto miocardico, insufficienza cardiaca, insufficienza cardiaca o insufficienza cardiaca.
  • Navi cerebrali. Questo deteriora l'attività del corpo. Può verificarsi sovrapposizione vascolare, causando ischemia e ictus.
  • Arterie renali. Si manifesta nell'ipertensione.
  • Arterie intestinali Spesso porta a infarto intestinale.
  • Navi degli arti inferiori. Può causare claudicatio intermittente o ulcerazione.

Come prevenire la malattia

La prevenzione della dislipidemia è:

  • Normalizzazione del peso.
  • Mantenere uno stile di vita attivo.
  • Eccezioni situazioni stressanti.
  • Sottoposti a esami preventivi.
  • Corretta alimentazione
  • Raggiungimento del risarcimento per patologie croniche come il diabete. Devono essere trattati prontamente, evitando complicazioni.

Interruzione del metabolismo dei lipidi può verificarsi a qualsiasi età, se non si controlla il tuo corpo. Per non sapere di cosa si tratta - dislipidemia, è molto importante mangiare bene e abbandonare le cattive abitudini.

La complicazione più pericolosa che il paziente può incontrare è lo sviluppo di aterosclerosi, infarto, ictus, insufficienza cardiaca.

Il trattamento consiste principalmente nella correzione del metabolismo dei grassi, nella prescrizione di statine, fibrati, acido nicotinico, inibitori dell'assorbimento del colesterolo, resine per legare gli acidi biliari, acidi grassi polinsaturi.

Classificazione, diagnosi e trattamento della dislipidemia

La dislipidemia (secondo il codice ICD E78) è una patologia congenita o acquisita del metabolismo dei grassi, che è accompagnata da una violazione della sintesi, trasporto e rimozione dei grassi dal sangue. Per questo motivo, c'è un aumento del contenuto nel sangue circolante.

Ci sono diverse classificazioni di questa malattia:

  • secondo Fredrickson;
  • a seconda del meccanismo di sviluppo;
  • a seconda del tipo di lipidi.

Secondo Fredrikson, la classificazione della dislipidemia non ha ricevuto ampia popolarità tra i medici, ma comunque, a volte viene ricordata a riguardo, perché è accettata dall'OMS. Il fattore principale preso in considerazione in questa classificazione è il tipo di lipidi, il cui livello è elevato. Esistono 6 tipi di dislipidemia, tra cui solo 5 sono aterogenici, cioè portano al rapido sviluppo dell'aterosclerosi.

  • Il primo tipo è una patologia ereditaria, in cui si osserva un alto contenuto di chilomicroni nel sangue del paziente (ICD E78.3). È anche l'unico tipo che non causa lo sviluppo di aterosclerosi.
  • Il secondo tipo (aeb) è una patologia ereditaria, che è caratterizzata da ipercolesterolemia (a) o iperlipidemia combinata (b).
  • Il terzo tipo è disbetalipoproteinemia, che è caratterizzata da un aumento dei livelli di trigliceridi e lipoproteine ​​a bassa densità.
  • Il quarto tipo è l'iperlipidemia di origine endogena, a cui è elevato il livello di lipoproteine ​​di densità molto bassa.
  • Il quinto tipo è ipertrigliceridemia ereditaria, che è caratterizzata da un aumento del contenuto di chilomicroni nel sangue.

Secondo il meccanismo dell'occorrenza, la classificazione della dislipidemia ha diverse forme:

  1. Primaria - è una malattia indipendente e succede:
    • monogenica - patologia ereditaria associata a mutazioni geniche;
    • omozigote - una forma molto rara quando un bambino riceve i geni difettosi uno per uno da entrambi i genitori;
    • eterozigote - riceve un gene difettoso da uno dei genitori.
  2. Secondario - si sviluppa come complicazione di altre malattie.
  3. Alimentare - lo sviluppo di questo tipo di malattia è direttamente correlato al consumo eccessivo di grassi di origine animale.

A seconda di quali grassi sono contenuti nel sangue in una quantità maggiore di emit:

  • isolato (puro) ipercolesterolemia (secondo il codice ICD E78.0) - colesterolo nel sangue in complesso con proteine ​​e lipidi, lipoproteine.
  • iperlipidemia combinata (mista) (ICD E78.2) - una maggiore quantità di colesterolo e trigliceridi nel sangue (composti chimici di acidi grassi e triglicerolo).
Iperlipidemia combinata

motivi

Per citare un motivo che causa questa malattia è impossibile. A seconda del meccanismo di sviluppo, i seguenti fattori possono essere le cause della dislipidemia:

  1. La dislipidemia primaria si verifica a seguito della patologia dei geni di uno o due genitori e viene trasmessa geneticamente.
  2. Le cause di dislipidemia secondaria possono essere malattie di tali organi e sistemi:
  3. Disturbi di una dieta equilibrata, cioè il consumo eccessivo di grassi animali negli alimenti possono portare a dislipidemia nutrizionale. Inoltre, questo tipo di malattia può essere di diverse forme:
    • malattie endocrine (ipotiroidismo, diabete);
    • malattie ostruttive del sistema epatobiliare (per esempio, JCB);
    • farmaci a lungo termine (diuretici, immunosoppressori, beta-bloccanti);
    • transitorio - si verifica dopo un alimento ricco e grasso il giorno successivo al suo utilizzo;
    • costante - osservato nelle persone che consumano costantemente cibi grassi.

I fattori che contribuiscono alla comparsa e alla progressione della malattia possono essere:

  • stile di vita sedentario;
  • gravi violazioni della dieta e della nutrizione;
  • fumo, abuso di alcool;
  • ipertensione arteriosa;
  • obesità addominale;
  • genere maschile;
  • età superiore a 45 anni;
  • storia familiare gravata (ictus, aterosclerosi, malattia coronarica).

clinica

È impossibile individuare una sindrome clinica nella dislipidemia. Molto spesso, questa malattia è accompagnata dallo sviluppo di sintomi simili a aterosclerosi, IHD e altre malattie del sistema cardiovascolare. Può anche verificarsi una sindrome di pancreatite acuta, che è più caratteristica con alti trigliceridi. Con un alto contenuto di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) i pazienti annotano l'aspetto di:

  • Xantoma: densi noduli pieni di colesterolo, che coprono i tendini;
  • Xantelasma - colesterolo, palpebre depositate sotto la pelle sotto forma di piccoli noduli giallastri;

Deposizione di colesterolo sotto le palpebre

  • Arco lipoide corneale - arco di colesterolo bianco o bianco-grigiastro che incornicia la cornea dell'occhio. Il più spesso manifestato in pazienti con una predisposizione ereditaria dopo di età di 50 anni;
  • Eruzioni xantomatose possono coprire l'intero corpo, l'addome, il busto e persino i piedi.
  • Parlando della manifestazione clinica della dislipidemia, non dimenticare una cosa come la sindrome metabolica. La sindrome metabolica è un complesso di disturbi del metabolismo lipidico e lipidico, oltre a una disfunzione dei meccanismi di regolazione della pressione arteriosa. In pratica, viene presentata la sindrome metabolica:

    • dislipidemia;
    • obesità addominale;
    • iperglicemia;
    • ipertensione;
    • violazione dell'emostasi.

    diagnostica

    La diagnosi di dislipidemia può essere effettuata solo da un medico altamente qualificato, dopo aver condotto ulteriori diagnosi:

    • Raccogliere la storia della vita e della malattia (quando sono comparsi i primi sintomi della malattia, se i parenti hanno avuto aterosclerosi e altre malattie del cuore e dei vasi sanguigni nella storia);
    • Esame oggettivo del paziente (esame delle membrane mucose e della pelle, misurazione della AT, che può essere aumentata);
    • Analisi biochimiche generali e dettagliate di sangue e urina;
    • Lipidogramma - un esame del sangue che determina la presenza e il livello di sostanze simili al grasso nel sangue del paziente, che sono il sintomo principale della dislipidemia (trigliceridi, lipoproteine ​​di densità molto bassa, bassa e alta;
    • Uno dei metodi diagnostici più efficaci e informativi è il calcolo dell'indice aterogenico. Il coefficiente aterogenico può essere calcolato utilizzando la formula: IA = (OXC / HDL) -1, dove: IA è indice aterogenico, TCV è la quantità di colesterolo totale, HDL è il numero di lipoproteine ​​ad alta densità. Normalmente, un EA non deve superare 3,0. Se questo indicatore è molto più alto della norma, significa che nel corpo c'è una progressione dell'aterosclerosi e lo sviluppo di complicanze di questa malattia.
    • Esame del sangue immunologico - rilevamento di anticorpi contro citomegalovirus, clamidia e presenza di proteina C-reattiva.
    • Esame del sangue genetico;
    • Consultazioni di specialisti ristretti se necessario.

    trattamento

    Il trattamento della dislipidemia dipende dal tipo, dalla gravità e dal tipo di dislipidemia ed è scelto individualmente per ciascun paziente. Esistono diversi tipi di trattamento per la dislipidemia:

    • trattamento farmacologico;
    • trattamento non farmacologico;
    • terapia dietetica;
    • terapia extracorporea;
    • tecniche di ingegneria genetica.
    • Statine - farmaci la cui azione è volta a ridurre la sintesi del colesterolo da parte degli epatociti e del suo contenuto intracellulare;
    • Inibitori dell'assorbimento del colesterolo - un gruppo di farmaci che interferiscono con l'assorbimento intestinale del colesterolo;
    • Resine a scambio ionico (sequestranti di acidi biliari) - un gruppo di preparati farmaceutici che hanno la capacità di legare gli acidi biliari e il colesterolo in essi contenuti e di rimuoverli dal lume intestinale;
    • Fibrati: farmaci che riducono il livello dei trigliceridi nel sangue e aumentano la quantità di sostanze protettive HDL;
    • Omega-3 acidi grassi polinsaturi - farmaci sintetizzati dai muscoli del pesce che proteggono il cuore da un attacco di cuore, riducono il rischio di aritmie.
    Effetti delle statine sul colesterolo

    Trattamento non farmacologico

    Non è consigliabile trattare la dislipidemia con farmaci senza l'uso di metodi non farmacologici. Infatti, regolando la dieta, il lavoro e il riposo, oltre all'attività fisica, è possibile ottenere un ottimo effetto terapeutico. Per questo è necessario:

    • ridurre la quantità di grassi animali nella dieta quotidiana e talvolta abbandonarli completamente;
    • normalizzare il peso corporeo;
    • aumentare l'attività fisica, corrispondente ai punti di forza e alle capacità del paziente;
    • andare a un pasto equilibrato, fortificato e frazionario;
    • limitare drasticamente o smettere di bere alcol, che aumenta la quantità di trigliceridi nel sangue del paziente, ispessisce le pareti dei vasi sanguigni e accelera lo sviluppo di aterosclerosi.
    • Anche il fumo gioca un ruolo importante nello sviluppo di questa malattia.

    Terapia dietetica

    Come accennato in precedenza, la dieta con dislipidemia è uno dei principali fattori per un trattamento efficace. La dieta non è un fenomeno temporaneo, ma un modo di vita e di nutrizione, su cui si basa la prevenzione dell'aterosclerosi. La dieta per questa malattia ha lo scopo di abbassare il livello di colesterolo nel sangue del paziente e ha diversi principi:

    • limitare il consumo di carni grasse, pesce, strutto, gamberetti, burro, latticini grassi, formaggi industriali, salsicce e salsicce;
    • Arricchisci la tua dieta con grassi, origine vegetale, verdure, frutta, varietà a basso contenuto di grassi di carne di pollame e pesce;
    • i latticini sgrassati sono anche indicati per questo tipo di malattia;
    • il potere è raccomandato frazionario, in piccole porzioni ad intervalli regolari.

    Trattamento extracorporeo

    Tale trattamento viene utilizzato per modificare le proprietà e la composizione del sangue, al di fuori del corpo umano. La severa dislipidemia aterogenica è un'indicazione per questo metodo. Infatti, la dislipidemia aterogenica è un fattore che contribuisce allo sviluppo di complicazioni sotto forma di malattie cardiovascolari.

    Metodi di ingegneria genetica

    Questo tipo di trattamento in futuro potrebbe diventare uno dei principali nel trattamento della dislipidemia ereditaria. I risultati dell'ingegneria genetica sono usati per cambiare il materiale genetico e dargli le qualità desiderate. Questo tipo di trattamento è sviluppato per prospettiva.

    Possibili complicazioni e conseguenze

    La malattia è curabile, ma questo processo è piuttosto lungo e richiede disciplina e forza di volontà da parte del paziente. Ma questi sforzi valgono la pena per prevenire complicazioni di salute complesse e pericolose sotto forma di:

    • aterosclerosi;
    • cardiopatia coronarica;
    • attacco di cuore;
    • ictus;
    • disturbi del ritmo cardiaco;
    • ipertensione e lesioni vascolari renali;
    • aterosclerosi intestinale;
    • aterosclerosi degli arti inferiori.

    Secondo il meccanismo di sviluppo, tutte le complicanze possono essere suddivise in due gruppi:

    • affilato;
    • cronica.
    Le complicanze possono essere diverse, dall'aterosclerosi all'ictus

    Le complicanze acute sono la presenza di stenosi (contrazione) della nave e la separazione di un coagulo di sangue dal punto di attacco. In poche parole, un trombo chiude completamente o parzialmente il lume della nave e si verifica un'embolia. Questa patologia è spesso fatale. Le complicanze croniche sono un restringimento graduale del lume del vaso e la formazione di un trombo in esso, che porta a ischemia cronica dell'area che viene fornita da questa nave. La prognosi per la dislipidemia dipende da:

    • la gravità e il tipo della malattia;
    • localizzazione di aterosclerosi;
    • tasso di sviluppo del processo patologico;
    • diagnosi e trattamento tempestivi.

    prevenzione

    Questa malattia, come tutte le altre, è più facile da prevenire di quanto sia lunga e difficile da trattare. Pertanto, la prevenzione dell'aterosclerosi e della dislipidemia può essere di diversi tipi:

    1. La prevenzione primaria è un insieme di misure volte a prevenire l'insorgenza e lo sviluppo della malattia. Per questo scopo è raccomandato:
    2. Prevenzione secondaria: misure volte a prevenire lo sviluppo di complicazioni e la progressione della malattia. Questo tipo di profilassi viene utilizzato per la dislipidemia già diagnosticata A questo scopo, puoi applicare:
      • normalizzazione del peso corporeo;
      • stile di vita attivo;
      • evitare lo stress;
      • allocazione razionale del tempo per il lavoro e il riposo;
      • esami medici regolari con esami obbligatori del sangue e delle urine, nonché misurazione della pressione arteriosa;
      • terapia dietetica;
      • prevenzione della droga;
      • effetti non farmacologici sulla causa della malattia.

    Quando compaiono i primi sintomi allarmanti, dovresti cercare assistenza medica qualificata.

    Prevenzione, diagnosi e trattamento, eseguiti in modo tempestivo, possono prolungare e preservare la vita e la qualità del paziente. Solo la condizione principale per una simile previsione è disciplina e rispetto per la tua salute.

    Dislipidemia - che cos'è, come trattare

    Molti sono interessati al problema della dislipidemia, che rivela il lipidogramma. Questo stato del corpo non è una malattia, ma causa il rischio di varie malattie. Gli esperti dicono che la dislipidemia aumenta molte volte il rischio di aterosclerosi, gravi problemi cardiaci.

    Cos'è la dislipidemia

    • Codice ICD-10 - E78 (numero nella classificazione internazionale);
    • Codice ICD-9 - 272.0-272.4 (codici diagnostici);
    • DiseasesDB (MedlinePlus) - 6255 (numero dal database internazionale di malattie);
    • MeSH - D006949 (codice dalla National Library of Medicine);
    • OMIM - 143890 (numero dall'enciclopedia di Mendeleev dell'eredità).

    La disgregazione del metabolismo dei grassi, manifestata dai cambiamenti nei lipidi del sangue (grassi, complessi proteici), si chiama dislipidemia. Le sostanze non si dissolvono in acqua, quindi arrivano alle cellule del corpo sotto forma di lipoproteine. Esistono diversi tipi di lipidi nella densità: LDL, LDL e VLDL. Sostanze sintetizzate nel fegato, da dove vengono consegnate alle cellule del corpo. L'elemento principale di cui i tessuti e gli organi hanno bisogno è il colesterolo. Senza di esso, le membrane cellulari non si formano.

    LDL è considerato un modo inaffidabile per il trasporto di colesterolo. Questo elemento filtra facilmente nel sangue quando si muove, formando placche sulle pareti dei vasi sanguigni. A questo proposito, è consuetudine dividere il colesterolo in buono e cattivo. La sostanza viene rimossa dalle cellule, entrando nella composizione delle lipoproteine ​​(VP), quindi da nessuna parte in ritardo. I TG sono una frazione lipidica che dà energia al corpo umano per tutta la vita. L'eccesso di questi elementi porta alla deposizione di placche di colesterolo, lo sviluppo di aterosclerosi.

    Il rapporto tra la somma di LDL e VLDL e gli elementi ad alta densità è il coefficiente aterogenico. Qual è la dislipidemia è una violazione del metabolismo dei lipidi. Cos'è l'ipercolesterolemia: un aumento della quantità di sostanze simili al grasso nel sangue. L'aterosclerosi, che si sviluppa sullo sfondo di questi disturbi, porta al mancato ricevimento dell'ossigeno da parte dei tessuti. Identifica una tale condizione del test del sangue del corpo per i lipidi.

    Possiamo parlare di violazioni con i seguenti indicatori:

    • il colesterolo totale è superiore a 6,2 mmol / l;
    • KA più di 3;
    • TG più di 2,3 mmol / l;
    • LDL> 3,0 mmol / l;
    • HDL

    Analisi genetiche, ricerca immunologica, analisi del sangue e delle urine aiutano a identificare la violazione. Di seguito è riportata una classificazione in base al meccanismo di sviluppo:

    • primario (non dovuto a malattia);
    • forma monogenica - ereditata;
    • l'omozigote è una forma rara che si sviluppa a causa della ricezione di geni difettosi da entrambi i genitori;
    • eterozigote: una forma sviluppata sullo sfondo di un gene difettoso di uno dei genitori trasmesso al bambino;
    • forma poligenica - ereditarietà, fattori esterni;
    • forma alimentare si verifica a causa di una dieta scorretta;
    • dislipoproteinemia - una forma che si sviluppa sotto l'influenza di fattori aterogenici;
    • la dislipidemia secondaria è una conseguenza della malattia.

    Inoltre, esiste una classificazione per livello di lipidi, in cui i tipi di dislipidemia si presentano in questo modo:

    1. L'ipercolesterolemia isolata è un aumento del colesterolo, che si presenta nella composizione dei complessi proteici.
    2. Iperlipidemia combinata: aumento del numero di TG (esteri con acidi grassi) e colesterolo.

    Classificazione di dislipidemia di Fredrickson

    Un noto scienziato ha suddiviso questa condizione per tipo di lipidi. La seguente è la classificazione della dislipidemia di Fredrickson:

    1. Iperlipoproteinemia tipo I - iperchilomicronemia ereditaria, in cui è aumentato il numero di chilomicrone. Questo tipo non causa l'aterosclerosi (codice ICD E78.3).
    2. L'iperlipoproteinemia di tipo II è ulteriormente suddivisa in due gruppi. Qual è l'iperlipidemia di tipo IIa? Questa è la specie in cui si nota un apoB elevato. Ciò è dovuto all'influenza dell'ambiente esterno e dell'eredità. Il tipo IIb è una forma combinata in cui aumentano i punteggi LDL, TG e VLDL.
    3. Secondo Fredrickson, l'iperlipoproteinemia di tipo III è una disbeta-lipoproteinemia ereditaria con un aumento del colesterolo LDL e del TG.
    4. L'iperlipoproteinemia di tipo IV è causata da un aumento della VLDL nel sangue. Un altro nome di forma è l'iperlipemia endogena.
    5. L'ultimo tipo secondo Fredrickson è l'ipertrigliceridemia ereditaria. Quando l'iperlipoproteinemia di tipo V nel sangue aumenta i chilomicroni e la VLDL.

    motivi

    La maggior parte dei pazienti, avendo visto questa diagnosi nella loro mappa, non capisce, dislipidemia - che cos'è e per quali ragioni si sviluppa. Ci possono essere diversi fattori. Le seguenti sono le principali cause della dislipidemia:

    • mancanza di recettore LDL;
    • malattia del fegato ostruttiva;
    • ipertensione arteriosa;
    • diabete mellito;
    • mutazioni genetiche (iperlipoproteinemia primaria, ipercolesterolemia poligenica);
    • obesità addominale;
    • lipasi lipoproteica ridotta;
    • ipotiroidismo;
    • trattamento antibiotico a lungo termine;
    • stile di vita sedentario;
    • cattive abitudini.

    Dislipidemia - sintomi

    Analisi della storia della vita, esame fisico del paziente, analisi del sangue (analisi immunologica, profilo lipidico, indice aterogenico, analisi biochimica del sangue) aiutano a determinare questa violazione e a fare una diagnosi. I sintomi della dislipidemia possono apparire come segue:

    • noduli esterni e depositi di colesterolo;
    • un orlo bianco o grigiastro sopra la cornea;
    • segni di danni agli organi interni (con forme avanzate e aterosclerosi).

    Dislipidemia - trattamento

    Se la diagnosi è già stata fatta, allora è necessario trattare questo disturbo. Ci sono diversi modi di terapia. Il trattamento della dislipidemia sarà efficace se viene applicato un approccio integrato:

    1. Metodo medico (statine, acido nicotinico, fibrati, farmaci come gemfibrozil, stimolanti LPL endoteliali).
    2. Dieta.
    3. Stile di vita sano
    4. Trattamento extracorporeo

    dieta

    La nutrizione con una tale diagnosi deve essere prima aggiustata. La dieta dislipidemica dovrebbe mirare a ridurre il colesterolo:

    1. Il consumo di carne grassa, pesce, sostituti di grassi naturali, grassi è limitato.
    2. Escludere salsicce industriali, formaggi, burro.
    3. Usa molte verdure e frutta.

    Ulteriori informazioni su LDL: cos'è, come eseguire un'analisi.

    dislipidemia

    La dislipidemia è una violazione del metabolismo dei lipidi, che consiste nel modificare la concentrazione dei lipidi nel sangue (diminuzione o aumento) ed è un fattore di rischio per lo sviluppo di numerosi processi patologici nel corpo.

    Il colesterolo è un composto organico che, tra le altre cose, fa parte della membrana cellulare. Questa sostanza non è solubile in acqua, ma solubile nei grassi e nei solventi organici. Circa l'80% del colesterolo è prodotto dal corpo stesso (il fegato, l'intestino, le ghiandole surrenali, i reni, le ghiandole sessuali sono coinvolti nella sua produzione), il restante 20% viene ingerito con il cibo. La microflora intestinale è attivamente coinvolta nel metabolismo del colesterolo.

    Le funzioni del colesterolo includono la garanzia della stabilità delle membrane cellulari in un ampio intervallo di temperature, la partecipazione alla sintesi della vitamina D, degli ormoni surrenali (inclusi estrogeni, progesterone, testosterone, cortisolo, aldosterone) e degli acidi biliari.

    In assenza di trattamento, l'aterosclerosi vascolare si sviluppa sullo sfondo della dislipidemia.

    Le forme di trasporto dei lipidi nel corpo, così come gli elementi strutturali delle membrane cellulari sono le lipoproteine, che sono complessi costituiti da lipidi (lipo) e proteine ​​(proteine). Le lipoproteine ​​si dividono in libere (lipoproteine ​​plasmatiche, solubili in acqua) e strutturali (lipoproteine ​​delle membrane cellulari, guaina mielinica delle fibre nervose, insolubili in acqua).

    Le lipoproteine ​​libere più studiate sono le lipoproteine ​​plasmatiche classificate in base alla loro densità (più alto è il contenuto lipidico, minore è la densità):

    • lipoproteine ​​a bassissima densità;
    • lipoproteine ​​a bassa densità;
    • lipoproteine ​​ad alta densità;
    • chilomicroni.

    Il colesterolo viene trasportato ai tessuti periferici da chilomicroni, lipoproteine ​​a bassissima e bassa densità e le lipoproteine ​​ad alta densità vengono trasportate nel fegato. Con la degradazione lipolitica delle lipoproteine ​​a bassissima densità, che si verifica sotto l'azione dell'enzima lipoproteina lipasi, si formano lipoproteine ​​a densità intermedia. Normalmente, le lipoproteine ​​a densità intermedia sono caratterizzate da una breve durata nel sangue, tuttavia, sono in grado di accumularsi con alcuni disturbi del metabolismo lipidico.

    La dislipidemia è uno dei principali fattori di rischio per l'aterosclerosi, che a sua volta è responsabile della maggior parte delle patologie del sistema cardiovascolare che si verificano in età avanzata. I disturbi aterogenici del metabolismo dei lipidi includono:

    • aumentare la concentrazione di colesterolo totale nel sangue;
    • aumento dei livelli di trigliceridi e lipoproteine ​​a bassa densità;
    • diminuzione dei livelli di lipoproteine ​​ad alta densità.

    motivi

    Le cause della dislipidemia possono essere congenite (mutazioni singole o multiple che causano iperproduzione o difetti nel rilascio di trigliceridi e lipoproteine ​​a bassa densità, o ipoprodotti o eccessiva eliminazione di lipoproteine ​​ad alta densità) o acquisite. Molto spesso, la dislipidemia è causata da una combinazione di diversi fattori.

    Il trattamento farmacologico della dislipidemia nei bambini viene effettuato solo dopo 10 anni.

    Le principali malattie che contribuiscono allo sviluppo di questo processo patologico comprendono l'epatopatia diffusa, l'insufficienza renale cronica, l'ipotiroidismo. La dislipidemia si verifica spesso nei pazienti con diabete. La ragione è la tendenza di tali pazienti all'aterogenesi in combinazione con una maggiore concentrazione nel sangue dei trigliceridi e delle lipoproteine ​​a bassa densità e una diminuzione simultanea del livello delle lipoproteine ​​ad alta densità. I pazienti con diabete mellito di tipo 2 sono ad alto rischio di sviluppare dislipidemia, in particolare con una combinazione di controllo del diabete basso e obesità marcata.

    Altri fattori di rischio includono:

    • la presenza di dislipidemia nella storia familiare, cioè predisposizione ereditaria;
    • ipertensione arteriosa;
    • cattiva alimentazione (soprattutto alimentazione eccessiva, consumo eccessivo di cibi grassi);
    • mancanza di attività fisica;
    • sovrappeso (specialmente l'obesità addominale);
    • cattive abitudini;
    • stress psico-emotivo;
    • assunzione di alcuni farmaci (diuretici, immunosoppressori, ecc.);
    • età oltre 45 anni.

    Tipi di dislipidemia

    La dislipidemia è divisa in congenita e acquisita, oltre che isolata e combinata. Le dislipidemie ereditarie sono monogeniche, omozigote ed eterozigote. Acquisito può essere primario, secondario o alimentare.

    La dislipidemia è essenzialmente un indicatore di laboratorio che può essere determinato solo dai risultati degli esami del sangue biochimici.

    Secondo la classificazione di Fredrickson della dislipidemia (iperlipidemia), che è accettata dall'Organizzazione mondiale della sanità come una nomenclatura standard internazionale dei disturbi del metabolismo lipidico, il processo patologico è diviso in cinque tipi:

    • Dislipidemia di tipo 1 (iperchilomicronemia ereditaria, iperlipoproteinemia primaria) - caratterizzata da un aumento dei livelli di chilomicroni; non appartiene alle principali cause delle lesioni aterosclerotiche; frequenza di insorgenza nella popolazione generale - 0,1%;
    • dislipidemia di tipo 2a (ipercolesterolemia poligenica, ipercolesterolemia ereditaria) - aumento dei livelli di lipoproteine ​​a bassa densità; frequenza di insorgenza - 0,4%;
    • dislipidemia di tipo 2b (iperlipidemia combinata): aumento dei livelli di lipoproteine ​​e trigliceridi a bassa, bassissima densità; diagnosticato in circa il 10%;
    • Dislipidemia di tipo 3 (disbeta-lipoproteinemia ereditaria): aumento del livello delle lipoproteine ​​a densità intermedia; alta probabilità di lesione aterosclerotica dei vasi sanguigni; frequenza di insorgenza - 0,02%;
    • Dislipidemia di tipo 4 (iperlipemia endogena) - aumento dei livelli di lipoproteine ​​a densità molto bassa; si verifica nell'1%;
    • Dislipidemia di tipo 5 (ipertrigliceridemia ereditaria) - un aumento del livello dei chilomicroni e delle lipoproteine ​​a densità molto bassa.

    Perché devo prendere il sangue a stomaco vuoto?

    metabolismo