Il ruolo degli ormoni pancreatici nel corpo

Tutti gli organi e sottosistemi del corpo umano sono interconnessi e il loro lavoro dipende in gran parte dal livello di ormoni.

Alcuni di questi principi attivi sono sintetizzati nel pancreas e influenzano molti processi importanti.

A causa della quantità sufficiente di ormoni prodotti dal corpo, vengono eseguite funzioni endocrine ed esocrine.

Le cellule pancreatiche e le sostanze che producono

Il pancreas consiste di due parti:

  • esocrino o esocrino;
  • endocrino.

Le principali direzioni di funzionamento del corpo:

  • regolazione endocrina del corpo, che si verifica a causa della sintesi di un gran numero di segreti;
  • digestione del cibo grazie al lavoro degli enzimi.

L'invecchiamento del corpo contribuisce allo sviluppo di cambiamenti fisiologici nell'organo, portando alla modifica della relazione stabilita tra i suoi componenti.

La parte esocrina comprende lobuli di piccole dimensioni, formati da acini pancreatici. Sono le principali unità morfofunzionali dell'organo.

La struttura degli acini è rappresentata da piccoli dotti intercalanti e da zone attive che producono un gran numero di enzimi digestivi:

La porzione endocrina è formata da isole pancreatiche tra gli acini. Il loro secondo nome sono le isole di Langerhans.

Ciascuna di queste cellule è responsabile della produzione di alcuni principi attivi:

  1. Il glucagone è prodotto da cellule alfa. Colpisce l'aumento della glicemia.
  2. Insulina. Le cellule beta sono responsabili della sintesi di un ormone così importante. L'insulina promuove l'utilizzo del glucosio in eccesso e mantiene il livello normale di questo indicatore nel sangue.
  3. Somatostatina. È prodotto da cellule D. La sua funzione è di coordinare la funzione secretoria esterna e interna della ghiandola.
  4. Peptide intestinale vasoattivo - prodotto dal funzionamento delle cellule D1.
  5. Il polipeptide pancreatico. La sua produzione è responsabilità delle celle PP. Controlla il processo di secrezione biliare e promuove lo scambio di elementi proteici.
  6. Gastrina e somatoliberina, che fanno parte di alcune cellule della ghiandola. Influenzano la qualità del succo di stomaco, pepsina e acido cloridrico.
  7. Lipokain. Questo segreto è prodotto dalle cellule dei dotti d'organo.

Il meccanismo dell'azione e della funzione ormonale

Il fabbisogno corporeo di una quantità normale di produzione di ormoni equivale alla necessità di ossigeno e nutrizione.

Le loro funzioni principali:

  1. Rigenerazione e crescita cellulare.
  2. Ciascuna di queste sostanze attive influenza il metabolismo e la ricezione di energia dal cibo ricevuto.
  3. Regolazione del livello di calcio, glucosio e altri importanti oligoelementi contenuti nel corpo.

La sostanza dell'ormone C-peptide è una particella della molecola di insulina, durante la cui sintesi penetra nel sistema circolatorio, staccandosi dalla sua cellula nativa. Sulla base della concentrazione di una sostanza nel sangue, viene diagnosticato il tipo di diabete mellito, la presenza di tumori e patologie epatiche.

Una quantità eccessiva o, al contrario, una mancanza di ormoni porta allo sviluppo di varie malattie. Ecco perché è importante controllare la sintesi di tali sostanze biologicamente attive.

glucagone

Questo segreto prende il secondo posto in importanza tra gli ormoni della ghiandola. Il glucagone si riferisce ai polipeptidi a basso peso molecolare. Contiene 29 aminoacidi.

Il livello di glucagone aumenta sullo sfondo di stress, diabete, infezioni, danno renale cronico e diminuzioni dovute a fibrosi, pancreatite o resezione del tessuto pancreatico.

Il proglucagone, la cui attività inizia sotto l'influenza di enzimi proteolitici, è considerato il predecessore di questa cosa.

Organi interessati dal glucagone:

  • fegato;
  • cuore;
  • muscolo striato;
  • tessuto adiposo.
  1. Accelera la degradazione del glicogeno nelle cellule che costituiscono il muscolo scheletrico e gli epatociti.
  2. Promuove la crescita di un indicatore di zucchero in siero.
  3. Esegue l'inibizione della biosintesi del glicogeno, creando un deposito di riserva per molecole di ATP e carboidrati.
  4. Abbatte il grasso neutro esistente in acidi grassi che possono fungere da fonte di energia, oltre a trasformarsi in corpi chetonici. Questa funzione è molto importante nel diabete, poiché la mancanza di insulina è quasi sempre associata ad un aumento della concentrazione di glucagone.

Questi effetti di un polipeptide contribuiscono al rapido aumento dei valori di zucchero nel sangue.

insulina

Questo ormone è considerato il principale principio attivo prodotto nella ghiandola. La produzione avviene costantemente, indipendentemente dal pasto. La biosintesi di insulina è influenzata dalla concentrazione di glucosio. Le sue molecole sono in grado di penetrare liberamente nelle cellule beta, subendo ulteriore ossidazione successiva e portando alla formazione di una piccola quantità di ATP.

Come risultato di questo processo, le cellule sono cariche di ioni positivi a causa dell'energia liberata, quindi iniziano a emettere insulina.

I seguenti fattori contribuiscono alla formazione dell'ormone:

  1. Aumento dei livelli di glucosio nel sangue.
  2. Consumo di cibo, che contiene nella sua composizione non solo i carboidrati.
  3. Effetto di alcuni prodotti chimici
  4. Aminoacidi
  5. Aumento di calcio, potassio e aumento degli acidi grassi.

La diminuzione della quantità di ormone si verifica in background:

  • eccesso di somatostatina;
  • attivazione di recettori alfa adrenergici.
  • regola i meccanismi di scambio;
  • attiva la glicolisi (rottura del glucosio);
  • forma depositi di carboidrati;
  • inibisce la sintesi del glucosio;
  • attiva la formazione di lipoproteine, acidi superiori;
  • inibisce la crescita di chetoni, che agiscono come tossine per il corpo;
  • prende parte al processo di bioproduzione delle proteine;
  • impedisce agli acidi grassi di entrare nel flusso sanguigno, riducendo così il rischio di aterosclerosi.

Video sulle funzioni dell'insulina nel corpo:

somatostatina

Le sostanze sono ormoni del sistema ipotalamico-pituitario e, a seconda delle peculiarità della loro struttura, appartengono ai polipeptidi.

I loro compiti principali:

  1. L'inibizione dei bioprodotti che rilasciano l'ipotalamo dell'ormone, che causa una diminuzione della sintesi di tireotropina. Questo processo migliora il funzionamento della tiroide e delle ghiandole riproduttive, normalizza il metabolismo.
  2. Abbassa l'effetto sugli enzimi.
  3. Rallenta la produzione di un certo numero di sostanze chimiche, tra cui insulina, glucagone, serotonina, gastrina e alcune altre.
  4. Elimina la circolazione del sangue nello spazio dietro il peritoneo.
  5. Riduce il contenuto di glucagone.

Polipepdid

Il segreto consiste di 36 amminoacidi. La secrezione dell'ormone è prodotta dalle cellule che occupano un posto nel pancreas nella regione della testa, così come nelle regioni endocrine.

  1. Rallenta la funzione escretoria abbassando la concentrazione di tripsina e alcuni enzimi contenuti nel duodeno.
  2. Colpisce il livello e le caratteristiche strutturali del glicogeno prodotto nelle cellule del fegato.
  3. Rilassa i muscoli della cistifellea.

L'aumento dei livelli ormonali è influenzato da fattori quali:

  • digiuno prolungato;
  • alimenti fortificati con proteine;
  • attività fisica;
  • ipoglicemia;
  • ormoni del sistema digestivo.

L'abbassamento del livello avviene a causa dell'introduzione di glucosio o sullo sfondo della somatostatina.

gastrina

Questa sostanza si riferisce non solo al pancreas, ma anche allo stomaco. Sotto il suo controllo ci sono tutte le sostanze attive coinvolte nella digestione. Le deviazioni nella sua produzione dalla norma aggravano il malfunzionamento del tratto gastrointestinale.

  1. Grande gastrina - ha 4 aminoacidi a sua disposizione.
  2. Micro - composto da 14 aminoacidi.
  3. Piccolo - nel suo set ci sono 17 aminoacidi.

Tipi di test ormonali

Vengono eseguiti vari test per determinare il livello degli ormoni:

  1. Coppie diagnostiche Gli esami del sangue vengono eseguiti non solo per identificare i principi attivi prodotti negli organi, ma anche per chiarire gli indici degli ormoni ipofisari.
  2. Prove di stimolazione che comportano l'introduzione di sostanze che portano alla rivitalizzazione dei tessuti colpiti. La mancanza di crescita dell'ormone significa lo sviluppo di danni all'organismo stesso.
  3. Test soppressivi, consistenti nell'introduzione nei sangue-bloccanti dell'attività delle ghiandole. Cambiamenti nel livello dell'ormone saranno indicati da deviazioni nel lavoro della ghiandola sullo sfondo della manipolazione.
  4. Biochimica, che consente di determinare i livelli di molti indicatori, tra cui calcio, potassio, ferro.
  5. Esame del sangue per enzimi.

Oltre ai test di cui sopra, al paziente possono essere assegnati esami supplementari che consentono di effettuare la diagnosi corretta (ecografia, laparotomia e altri).

Ormoni pancreatici

Pancreas, i suoi ormoni e sintomi della malattia

Il pancreas è il secondo più grande ferro del sistema digestivo, il suo peso è di 60-100 g, la lunghezza è di 15-22 cm.

L'attività endocrina del pancreas è svolta dalle isole di Langerhans, che consistono in diversi tipi di cellule. Circa il 60% dell'apparato isolotto del pancreas è costituito da cellule β. Producono l'insulina ormonale, che colpisce tutti i tipi di metabolismo, ma principalmente riduce il livello di glucosio nel plasma sanguigno.

Tabella. Ormoni pancreatici

L'insulina (polipeptide) è la prima proteina ottenuta sinteticamente fuori dal corpo nel 1921 da Beilis e Banti.

L'insulina aumenta drasticamente la permeabilità della membrana muscolare e delle cellule adipose per il glucosio. Di conseguenza, il tasso di transizione del glucosio in queste cellule aumenta di circa 20 volte rispetto alla transizione del glucosio nelle cellule in assenza di insulina. Nelle cellule muscolari, l'insulina promuove la sintesi del glicogeno dal glucosio e nelle cellule grasse - il grasso. Sotto l'influenza dell'insulina, la permeabilità della membrana cellulare aumenta per gli aminoacidi, di cui le proteine ​​sono sintetizzate nelle cellule.

Fig. Principali ormoni che influenzano i livelli di glucosio nel sangue

Il secondo ormone pancreatico, il glucagone, è secreto dalle cellule a-delle isole (circa il 20%). Il glucagone è il polipeptide per la sua natura chimica e l'antagonista dell'insulina per il suo effetto fisiologico. Il glucagone migliora la degradazione del glicogeno nel fegato e aumenta il livello di glucosio nel plasma sanguigno. Il glucagone aiuta a mobilitare il grasso dai depositi di grasso. Un certo numero di ormoni agisce come il glucagone: ormone della crescita, glucocortucade, adrenalina, tiroxina.

Tabella. Principali effetti dell'insulina e del glucagone

Tipo di scambio

insulina

glucagone

Aumenta la permeabilità della membrana cellulare al glucosio e il suo utilizzo (glicolisi)

Stimola la sintesi del glicogeno

Abbassa la glicemia

Stimola la glicogenolisi e la gluconeogenesi

Fornisce l'azione controinsulare

Aumenta la glicemia

La quantità di corpi chetonici nel sangue diminuisce

La quantità di corpi chetonici nel sangue aumenta

Il terzo ormone pancreatico, la somatostatina, è secreto da 5 cellule (circa l'1-2%). La somatostatina inibisce il rilascio di glucagone e l'assorbimento del glucosio a livello intestinale.

Iper-e ipofunzione del pancreas

Quando si verifica l'ipofunzione del pancreas, si verifica il diabete mellito. È caratterizzato da una serie di sintomi, il cui verificarsi è associato ad un aumento della glicemia - iperglicemia. Elevata glicemia e, quindi, nel glomerulo filtrato porta al fatto che l'epitelio dei tubuli renali non riassorbe completamente il glucosio, quindi viene escreto nelle urine (glucosuria). C'è una perdita di zucchero nelle urine - minzione da zucchero.

La quantità di urina aumenta (poliuria) da 3 a 12 e in rari casi fino a 25 litri. Ciò è dovuto al fatto che il glucosio non riassorbito aumenta la pressione osmotica dell'urina, che trattiene l'acqua. L'acqua non è sufficientemente assorbita dai tubuli e la quantità di urina escreta dai reni aumenta. La disidratazione provoca una forte sete in pazienti con diabete, che porta ad un abbondante consumo di acqua (circa 10 litri). In connessione con l'eliminazione del glucosio nelle urine aumenta drasticamente il dispendio di proteine ​​e grassi come sostanze che forniscono il metabolismo energetico del corpo.

L'indebolimento dell'ossidazione del glucosio porta all'interruzione del metabolismo dei grassi. Prodotti di ossidazione incompleta dei grassi - corpi chetonici si formano, che porta ad uno spostamento del sangue verso il lato acido - acidosi. L'accumulo di corpi chetonici e acidosi può causare una grave condizione di minaccia di morte - un coma diabetico che procede con perdita di coscienza, disturbi della respirazione e circolazione del sangue.

L'iperfunzione del pancreas è una malattia molto rara. L'eccessiva insulina nel sangue provoca una forte diminuzione di zucchero in essa - l'ipoglicemia, che può portare alla perdita di coscienza - coma ipoglicemico. Questo perché il sistema nervoso centrale è molto sensibile alla mancanza di glucosio. L'introduzione del glucosio rimuove tutti questi fenomeni.

Regolazione della funzione pancreatica. La produzione di insulina è regolata da un meccanismo di feedback negativo in base alla concentrazione di glucosio nel plasma sanguigno. La glicemia elevata contribuisce ad aumentare la produzione di insulina; in condizioni di ipoglicemia, la formazione di insulina, al contrario, è inibita. La produzione di insulina può aumentare con la stimolazione del nervo vago.

Funzione endocrina del pancreas

Il pancreas (peso in un adulto 70-80 g) ha una funzione mista. Il tessuto acinoso della ghiandola produce succo digestivo, che viene visualizzato nel lume del duodeno. La funzione endocrina nel pancreas viene eseguita da cluster (da 0,5 a 2 milioni) di cellule di origine epiteliale, conosciute come le isole di Langerhans (Pirogov-Langerhans) e costituenti l'1-2% della sua massa.

Regolazione paracrina delle cellule insulari di Langerhans

Le isole hanno diversi tipi di cellule endocrine:

  • a-cellule (circa il 20%) che formano glucagone;
  • cellule β (65-80%), sintetizzando insulina;
  • cellule δ (2-8%), sintetizzando la somatostatina;
  • Cellule PP (meno dell'1%) che producono polipeptide pancreatico.

I bambini più piccoli hanno cellule G che producono gastrina. I principali ormoni del pancreas che regolano i processi metabolici sono l'insulina e il glucagone.

L'insulina è un polipeptide costituito da 2 catene (la catena A è costituita da 21 residui di aminoacidi e la catena B consiste di 30 residui di aminoacidi) collegati da ponti disolfuro. L'insulina viene trasportata dal sangue principalmente allo stato libero e il suo contenuto è 16-160 μED / ml (0,25-2,5 ng / ml). Durante il giorno (3 cellule di una persona sana per adulti producono 35-50 U di insulina (circa 0,6-1,2 U / kg di peso corporeo).

Tabella. Meccanismi di trasporto del glucosio nella cellula

Tipo di tessuto

meccanismo

Il trasportatore di proteine ​​GLUT-4 è richiesto per il trasporto del glucosio nella membrana cellulare.

Sotto l'influenza dell'insulina, questa proteina si sposta dal citoplasma alla membrana plasmatica e il glucosio entra nella cellula favorendo la diffusione.

La stimolazione dell'insulina porta ad un aumento del tasso di assunzione di glucosio nella cellula da 20 a 40 volte il più alto grado di insulina dipende dal trasporto di glucosio nel muscolo e nel tessuto adiposo

La membrana cellulare contiene varie proteine ​​trasportatrici di glucosio (GLUT-1, 2, 3, 5, 7), che vengono inserite nella membrana indipendentemente dall'insulina

Con l'aiuto di queste proteine, facilitando la diffusione, il glucosio viene trasportato nella cellula lungo un gradiente di concentrazione.

I tessuti insulino-indipendenti includono: il cervello, l'epitelio del tratto gastrointestinale, l'endotelio, i globuli rossi, la lente, le cellule p delle isole di Langerhans, il midollo dei reni, le vescicole dei semi

Secrezione di insulina

La secrezione di insulina è divisa in basale, con un ritmo diurno pronunciato e stimolata dal cibo.

La secrezione basale fornisce un livello ottimale di glucosio nel sangue e processi anabolici nel corpo durante il sonno e negli intervalli tra i pasti. È circa 1 U / h e rappresenta il 30-50% della secrezione giornaliera di insulina. La secrezione basale è significativamente ridotta con uno sforzo fisico prolungato o il digiuno.

La secrezione stimolata dal cibo è un aumento della secrezione basale di insulina causata dall'assunzione di cibo. Il suo volume è del 50-70% del quotidiano. Questa secrezione mantiene il livello di glucosio nel sangue sotto le condizioni di integrazione incrociata dall'intestino, consente un'efficace assorbimento e utilizzo cellulare. L'espressione della secrezione dipende dall'ora del giorno, ha un carattere a due fasi. La quantità di insulina secreta nel sangue corrisponde all'incirca alla quantità di carboidrati assunti e per ogni 10-12 g di carboidrati è 1-2,5 U di insulina (2-2,5 U al mattino, 1-1,5 U alla sera, circa 1 U alla sera ). Uno dei motivi di questa dipendenza della secrezione di insulina all'ora del giorno è l'alto livello di ormoni controinsulinici (principalmente cortisolo) nel sangue al mattino e il suo declino in serata.

Fig. Meccanismo di secrezione insulinica

La prima fase (acuta) della secrezione di insulina stimolata non dura a lungo ed è associata all'esocitosi delle cellule beta dell'ormone, che è già stata accumulata tra i pasti. È dovuto all'effetto stimolante sulle cellule beta non tanto il glucosio, quanto gli ormoni del tratto gastrointestinale - gastrina, enteroglucagone, glicintina, peptide simile al glucagone 1, secreto nel sangue durante il pasto e la digestione. La seconda fase della secrezione di insulina è dovuta alla secrezione stimolante dell'insulina sulle cellule p da parte del glucosio stesso, il cui livello nel sangue aumenta a causa del suo assorbimento. Questa azione e aumento della secrezione di insulina continua finché il livello di glucosio non raggiunge il livello normale per la persona, cioè 3,33-5,55 mmol / l nel sangue venoso e 4,44-6,67 mmol / l nel sangue capillare.

L'insulina agisce sulle cellule bersaglio stimolando i recettori della membrana 1-TMS con attività tirosin-chinasica. Le principali cellule bersaglio di insulina sono gli epatociti del fegato, i miociti del muscolo scheletrico, gli adipociti del tessuto adiposo. Uno dei suoi effetti più importanti è la riduzione del glucosio nel sangue, l'insulina si realizza attraverso un maggiore assorbimento di glucosio dal sangue da parte delle cellule bersaglio. Ciò si ottiene attivando i trasportatori di glucosio transmebranico (GLUT4), incorporati nella membrana plasmatica delle cellule bersaglio, e aumentando la velocità di trasferimento del glucosio dal sangue alle cellule.

L'insulina viene metabolizzata all'80% nel fegato, il resto nei reni e in piccole quantità nelle cellule muscolari e adipose. La sua emivita da sangue è di circa 4 minuti.

Principali effetti dell'insulina

L'insulina è un ormone anabolico e ha una serie di effetti sulle cellule bersaglio di vari tessuti. È già stato detto che uno dei suoi effetti principali, una diminuzione del livello di glucosio nel sangue, si realizza aumentando il suo assorbimento da parte delle cellule bersaglio, accelerando i processi di glicolisi e ossidando i carboidrati. La riduzione del livello di glucosio è favorita dalla stimolazione insulinica della sintesi del glicogeno nel fegato e nei muscoli, dalla soppressione della gluconeogenesi e dalla glicogenolisi nel fegato. L'insulina stimola l'assorbimento degli amminoacidi da parte delle cellule bersaglio, riduce il catabolismo e stimola la sintesi proteica nelle cellule. Stimola anche la conversione del glucosio nei grassi, l'accumulo di triacilgliceroli nel tessuto adiposo del tessuto adiposo e inibisce la lipolisi in essi. Pertanto, l'insulina ha un effetto anabolico generale, migliorando la sintesi di carboidrati, grassi, proteine ​​e acidi nucleici nelle cellule bersaglio.

L'insulina ha sulle cellule e una serie di altri effetti che, a seconda della velocità della manifestazione, sono divisi in tre gruppi. Gli effetti rapidi vengono realizzati pochi secondi dopo il legame dell'ormone al recettore, ad esempio l'assorbimento di glucosio, amminoacidi, potassio da parte delle cellule. Gli effetti lenti si sviluppano in pochi minuti dall'inizio dell'azione ormonale: inibizione dell'attività degli enzimi del catabolismo proteico, attivazione della sintesi proteica. Gli effetti ritardati dell'insulina iniziano poche ore dopo il suo legame con i recettori: la trascrizione del DNA, la traduzione dell'mRNA e l'accelerazione della crescita e della riproduzione cellulare.

Fig. Meccanismo d'azione dell'insulina

Il principale regolatore della secrezione di insulina basale è il glucosio. Un aumento del suo contenuto nel sangue a un livello superiore a 4,5 mmol / l è accompagnato da un aumento della secrezione di insulina dal seguente meccanismo.

Glucosio → diffusione facilitata che coinvolge il trasportatore della proteina GLUT2 nella β-cellula → glicolisi e accumulo di ATP → chiusura di canali di potassio sensibili all'ATP → ritardo nel rilascio, accumulo di ioni K + nella cellula e depolarizzazione della sua membrana → apertura di canali di calcio dipendenti dalla tensione e ingresso di ioni di Ca 2 + nella cellula → accumulo di ioni Ca2 + nel citoplasma → aumento dell'esocitosi di insulina. La secrezione di insulina viene stimolata allo stesso modo in cui aumentano i livelli ematici di galattosio, mannosio, acido β-cheto, arginina, leucina, alanina e lisina.

Fig. Regolazione della secrezione di insulina

Iperkaliemia, derivati ​​sulfonilurea (farmaci per il trattamento del diabete mellito di tipo 2), bloccando i canali del potassio della membrana plasmatica delle cellule beta, aumentano la loro attività secretoria. Aumentare la secrezione di insulina: gastrina, secretina, enteroglucagone, glicinina, peptide tipo glucagone 1, cortisolo, ormone della crescita, ACTH. Si osserva un aumento della secrezione di insulina da parte dell'acetilcolina quando viene attivata la divisione parasimpatica dell'ANS.

L'inibizione della secrezione di insulina si osserva con l'ipoglicemia, sotto l'azione della somatostatina, glucagone. Le catecolamine hanno un effetto inibitorio, rilasciato con un aumento dell'attività del SNA.

Il glucagone è un peptide (29 residui di amminoacidi) formato da a-cellule dell'apparato delle isole del pancreas. Trasportato dal sangue allo stato libero, dove il suo contenuto è 40-150 pg / ml. Ha i suoi effetti sulle cellule bersaglio, stimolando i recettori 7-TMS e aumentando il livello di cAMP in essi. L'emivita di un ormone è di 5-10 minuti.

Azione contagiosa del glucogon:

  • Stimola le cellule β delle isole di Langerhans, aumentando la secrezione di insulina
  • Attiva l'insulinasi epatica
  • Ha effetti antagonisti sul metabolismo.

Schema di un sistema funzionale che supporta il livello ottimale di glucosio nel sangue per il metabolismo

I principali effetti del glucagone nel corpo

Il glucagone è un ormone catabolico e un antagonista dell'insulina. In contrasto con l'insulina, aumenta la glicemia aumentando la glicogenolisi, sopprimendo la glicolisi e stimolando la gluconeogenesi negli epatociti epatici. Il glucagone attiva la lipolisi, provoca un apporto maggiore di acidi grassi dal citoplasma ai mitocondri per la loro β-ossidazione e la formazione di corpi chetonici. Il glucagone stimola il catabolismo delle proteine ​​nei tessuti e aumenta la sintesi dell'urea.

La secrezione di glucagone aumenta con l'ipoglicemia, una diminuzione del livello di aminoacidi, gastrina, colecistochinina, cortisolo, ormone della crescita. Aumento della secrezione è osservato con l'aumento dell'attività del SNA e la stimolazione di β-AR con le catecolamine. Ciò avviene durante lo sforzo fisico, il digiuno.

La secrezione di glucagone è inibita dall'iperglicemia, da un eccesso di acidi grassi e corpi chetonici nel sangue, nonché dall'azione dell'insulina, della somatostatina e della secretina.

Endocrina funzione pancreatica può manifestarsi secrezione insufficiente o eccessiva di ormoni e portare a improvvisi disturbi dell'omeostasi del glucosio - lo sviluppo di iper o ipoglicemia.

L'iperglicemia è un aumento del glucosio nel sangue. Può essere acuto e cronico.

L'iperglicemia acuta è spesso fisiologica, in quanto è solitamente causata dal flusso di glucosio nel sangue dopo aver mangiato. La sua durata di solito non supera 1-2 ore a causa del fatto che l'iperglicemia sopprime il rilascio di glucagone e stimola la secrezione di insulina. Con un aumento della glicemia superiore a 10 mmol / l, inizia ad essere escreto nelle urine. Il glucosio è una sostanza osmoticamente attiva e il suo eccesso è accompagnato da un aumento della pressione osmotica del sangue, che può portare alla disidratazione cellulare, allo sviluppo della diuresi osmotica e alla perdita di elettroliti.

iperglicemia cronica, che glicemia elevata persiste ore, giorni, settimane o più, può danneggiare molti tessuti (soprattutto vasi sanguigni) ed è quindi considerato prepathological e (o) una condizione patologica. È una caratteristica di un gruppo di malattie metaboliche e disturbi della funzione delle ghiandole endocrine.

Uno dei più comuni e gravi tra questi è il diabete mellito (DM), che colpisce il 5-6% della popolazione. Nei paesi economicamente sviluppati, il numero di pazienti con diabete raddoppia ogni 10-15 anni. Se il diabete si sviluppa a causa della violazione della secrezione insulinica da parte delle cellule beta, allora viene chiamato diabete mellito di tipo 1 - diabete mellito-1. La malattia può anche svilupparsi con una diminuzione dell'efficacia dell'azione dell'insulina sulle cellule bersaglio nelle persone anziane e si chiama diabete mellito tipo 2 diabete mellito 2. Questo riduce la sensibilità delle cellule bersaglio all'azione dell'insulina, che può essere combinata con una violazione della funzione secretoria delle cellule p (perdita della prima fase della secrezione alimentare).

Un sintomo comune di DM-1 e DM-2 è l'iperglicemia (un aumento del livello di glucosio nel sangue venoso a stomaco vuoto superiore a 5,55 mmol / l). Quando il livello di glucosio nel sangue sale a 10 mmol / l ed oltre, il glucosio compare nelle urine. Aumenta la pressione osmotica e il volume dell'urina finale, e questo è accompagnato da poliuria (aumento della frequenza e del volume di urina rilasciata a 4-6 l / die). Il paziente sviluppa sete e aumenta l'assunzione di liquidi (polidipsia) a causa dell'aumentata pressione osmotica del sangue e delle urine. L'iperglicemia (in particolare con DM-1) è spesso accompagnata dall'accumulo di prodotti di ossidazione incompleta degli acidi grassi - acidi idrossibutirrico e acetoacetico (corpi chetonici), che si manifesta con la comparsa dell'odore caratteristico dell'aria esalata e / o delle urine, lo sviluppo dell'acidosi. Nei casi più gravi, questo può causare una disfunzione del sistema nervoso centrale - lo sviluppo del coma diabetico, accompagnato da perdita di coscienza e morte del corpo.

Eccessivo contenuto di insulina (ad esempio, quando si sostituisce la terapia insulinica o si stimola la sua secrezione con farmaci sulfonilurea) porta all'ipoglicemia. Il suo pericolo sta nel fatto che il glucosio funge da principale substrato energetico per le cellule cerebrali e quando la sua concentrazione è ridotta o assente, l'attività cerebrale è disturbata a causa di disfunzioni, danni e (o) morte di neuroni. Se un basso livello di glucosio persiste abbastanza a lungo, può verificarsi la morte. Pertanto, l'ipoglicemia con una diminuzione della glicemia inferiore a 2,2-2,8 mmol / l) è considerata una condizione in cui il medico di qualsiasi specialità dovrebbe fornire al paziente il primo soccorso.

L'ipoglicemia può essere divisa in reattiva, che si verifica dopo aver mangiato ea stomaco vuoto. La causa dell'ipoglicemia reattiva è l'aumento della secrezione di insulina dopo un pasto in caso di ridotta tolleranza ereditaria agli zuccheri (fruttosio o galattosio) o un cambiamento della sensibilità all'amminoacido leucina, così come nei pazienti con insulinoma (tumore a cellule beta). Le cause dell'ipoglicemia a digiuno possono essere il fallimento della glicogenolisi e della (o) gluconeogenesi nel fegato e nei reni (ad esempio, se c'è una carenza di ormoni contrainsulari: glucagone, catecolamine, cortisolo), eccessivo utilizzo di glucosio da parte dei tessuti, sovradosaggio di insulina, ecc.

L'ipoglicemia si manifesta in due gruppi di segni. Lo stato di ipoglicemia è stressante per il corpo, in risposta allo sviluppo di cui aumenta l'attività del sistema simpato-surrenale, il livello di catecolamine aumenta nel sangue, causando tachicardia, midriasi, tremori, sudore freddo, nausea e una sensazione di forte fame. Il significato fisiologico dell'attivazione dell'ipoglicemia del sistema simpato-surrenale consiste nell'attivazione dei meccanismi neuroendocrini delle catecolamine per la rapida mobilizzazione del glucosio nel sangue e la normalizzazione del suo livello. Il secondo gruppo di segni di ipoglicemia è associato a disfunzione del sistema nervoso centrale. Si manifestano nell'uomo un calo di attenzione, lo sviluppo del mal di testa, ansia, disorientamento, deterioramento della coscienza, convulsioni, paralisi transitoria, coma. Il loro sviluppo è dovuto a una forte mancanza di substrati energetici nei neuroni, che non possono ricevere ATP sufficiente con una mancanza di glucosio. I neuroni non hanno meccanismi per la deposizione di glucosio sotto forma di glicogeno, come gli epatociti oi miociti.

Un medico (incluso un dentista) deve essere preparato per tali situazioni ed essere in grado di fornire il primo soccorso ai pazienti diabetici in caso di ipoglicemia. Prima di iniziare il trattamento dentale, è necessario scoprire quali malattie soffre il paziente. Se ha il diabete, si dovrebbe chiedere al paziente la sua dieta, le dosi di insulina utilizzate e la normale attività fisica. Va ricordato che lo stress sperimentato durante la procedura di trattamento è un ulteriore rischio di ipoglicemia nel paziente. Così, il dentista deve avere lo zucchero pronto in qualsiasi forma - bustine di zucchero, caramelle, succo dolce o tè. Quando il paziente mostra segni di ipoglicemia, è necessario interrompere immediatamente la procedura di trattamento e, se il paziente è cosciente, somministrargli dello zucchero in qualsiasi forma per via orale. Se le condizioni del paziente peggiorano, devono essere prese immediatamente misure per fornire cure mediche efficaci.

Ormoni pancreatici e loro funzioni

Il pancreas, o, come viene anche chiamato, la ghiandola pancreatica, è un importante organo dell'apparato digerente, responsabile delle funzioni endocrine ed escretorie. Grazie a tutte le sostanze biologicamente attive sintetizzate dal pancreas (PJ), l'equilibrio biochimico viene mantenuto nel corpo. Quali sono gli ormoni del pancreas e quali sono le loro funzioni nel corpo? Tutto questo sarà discusso in questo articolo.

Ormoni pancreatici e loro funzioni

Come funziona il ferro?

Il corpo è diviso condizionatamente in due parti: è esocrino ed endocrino. Tutti servono per svolgere le loro specifiche funzioni. Ad esempio, la parte esocrina occupa gran parte del pancreas e serve per elaborare il succo gastrico, che contiene un gran numero di diversi enzimi necessari per la digestione del cibo (corboxipeptidase, lipasi, tripsina, ecc.).

La parte endocrina del pancreas comprende piccole isole pancreatiche, chiamate in medicina "isole di Langerhans". Il loro compito è quello di dividere gli ormoni che sono importanti per l'esistenza di ormoni che sono direttamente coinvolti nel metabolismo dei grassi, dei carboidrati e delle proteine. Ma le funzioni del pancreas non finiscono qui, poiché questo organo, sintetizzando determinati ormoni, produce un fluido digestivo, è coinvolto nella scomposizione del cibo e del suo assorbimento. A seconda di quanto bene funzionerà il pancreas, la salute generale di una persona può variare.

La struttura della ghiandola e le "isole di Langerhans"

Classificazione delle sostanze sintetizzate

Tutti gli ormoni formati dalla ghiandola pancreatica sono strettamente interconnessi, quindi una violazione della produzione di almeno uno di essi può portare allo sviluppo di gravi disturbi nel corpo e malattie, il cui trattamento dovrebbe essere affrontato per il resto della tua vita.

Pancreas e i tipi di ormoni che produce

Il pancreas produce i seguenti ormoni:

  • insulina;
  • glucagone;
  • somatostatina;
  • polipeptide pancreatico;
  • peptide vaso-intensivo;
  • Amylin;
  • tsentropnein;
  • gastrina;
  • vagotonin;
  • callicreina;
  • lipokain.

Ormoni pancreatici

Ognuno degli ormoni di cui sopra svolge la sua funzione specifica, regolando in tal modo il metabolismo dei carboidrati nel corpo umano, oltre a influenzare il funzionamento dei vari sistemi.

Il ruolo del pancreas nella digestione

Il significato clinico degli ormoni del pancreas

Se gli ormoni prodotti dal pancreas, tutto è chiaro, quindi con le funzioni di base che svolgono, tutto è molto più complicato. Considerare separatamente ogni ormone del pancreas.

insulina

Di tutti gli ormoni sintetizzati dal pancreas, l'insulina è considerata la più importante. Aiuta a normalizzare i livelli di glucosio nel sangue. L'implementazione di questo processo è dovuta ai seguenti meccanismi:

    attivazione delle membrane cellulari, grazie alle quali le cellule del corpo iniziano ad assorbire meglio il glucosio;

Il ruolo dell'insulina nel corpo

Suggerimento: La presenza di una quantità sufficiente di insulina nel sangue impedisce lo sviluppo di aterosclerosi, riduce il livello di colesterolo "cattivo" e impedisce l'ingresso di acidi grassi nel sangue.

glucagone

Sulla base delle funzioni svolte, il glucagone può essere correttamente chiamato insulina ormone-antagonista. Il compito principale del glucagone è quello di aumentare la quantità di glucosio nel sangue, che si ottiene con le seguenti funzioni:

  • attivazione della gluconeogenesi (produzione di glucosio da ingredienti non derivati ​​da carboidrati);
  • accelerazione degli enzimi, grazie alla quale durante la scissione dei grassi aumenta la quantità di energia;
  • si verifica la scissione del glicogeno, che poi arriva al sistema circolatorio.

Poiché il glucagone è un tipo di ormone peptidico nella sua struttura, è responsabile di molte funzioni e una diminuzione del suo numero può influire negativamente sul funzionamento di molti sistemi.

somatostatina

Un altro ormone prodotto dal pancreas. Appartiene al gruppo degli ormoni polipeptidici e serve a sopprimere la sintesi di sostanze come il glucagone, i composti tireotropici e l'insulina. Con una diminuzione del livello di somatostatina nel tratto gastrointestinale, si verificano gravi disturbi. Prima di tutto, una tale reazione è legata al fatto che questo ormone prende una parte diretta nel processo di produzione degli enzimi digestivi e della bile (la somatotropina riduce la loro secrezione).

Nella moderna farmacologia, la somatotropina viene utilizzata per creare vari farmaci che vengono prescritti a pazienti che soffrono di una ridotta sintesi dell'ormone della crescita nel corpo. Se la quantità di questo ormone supera in modo significativo la norma, aumenta il rischio di sviluppare acromegalia, una patologia accompagnata da un eccessivo aumento delle dimensioni di alcune parti del corpo del paziente. Di regola, i piedi, le ossa della testa, le estremità inferiori o superiori crescono. In rari casi, i singoli organi interni subiscono cambiamenti patologici.

Gli ormoni sono prodotti da organi di piccole dimensioni - ghiandole endocrine. Ma il valore di queste sostanze nel corpo è enorme

Polipeptide pancreatico

Questo ormone è stato scoperto non molto tempo fa, quindi gli esperti non hanno ancora studiato appieno tutte le sue funzioni e metodi per influenzare il corpo umano. È noto che il polipeptide pancreatico viene sintetizzato nel processo di consumo di alimenti contenenti grassi, proteine ​​e glucosio. Esegue le seguenti funzioni:

  • ridurre la quantità di sostanze prodotte dagli enzimi digestivi;
  • diminuzione del tono muscolare della cistifellea;
  • prevenendo il rilascio di bile e tripsina.

Polipeptide pancreatico e gastrina

Suggerimento: Secondo numerosi studi, il polipeptide pancreatico previene un maggiore spreco di enzimi biliari e pancreatici. Con una carenza di questo ormone ha interrotto i processi metabolici nel corpo.

Peptide vasointensivo

La particolarità di questo ormone neuropeptide è che può sintetizzare non solo il pancreas, ma anche le cellule del midollo spinale e del cervello, dell'intestino tenue e di altri organi. Le funzioni principali del peptide vaso-intensivo includono:

  • normalizzazione della sintesi di pepsinogen, glucagone e somatostatina;
  • rallentare il processo di assorbimento dell'acqua da parte delle pareti dell'intestino tenue;
  • attivazione di processi biliari;
  • sintesi di enzimi pancreatici;
  • miglioramento della ghiandola pancreatica nel suo insieme, che contribuisce ad aumentare la quantità di bicarbonati sintetizzati.

Il peptide vasointensivo è sintetizzato da diversi organi.

Anche il peptide vasointensivo accelera il processo di circolazione del sangue nelle pareti degli organi interni, in particolare nell'intestino.

Amylin

La sua funzione principale è di aumentare il livello di monosaccaridi, che a sua volta protegge il corpo dall'eccesso di glucosio nel sangue. L'amilina contribuisce anche alla formazione di somatostatina, perdita di peso, normalizzazione del sistema reninangiotensin-aldosterone e biosintesi del glucagone. Non sono tutte le funzioni biologiche per le quali l'amilina è responsabile (ad esempio, aiuta a ridurre l'appetito).

Tsentropnein

Un'altra sostanza prodotta dal pancreas. Il suo compito principale è aumentare il lume dei bronchi e attivare il centro respiratorio. Inoltre, questa sostanza proteica migliora la correlazione di ossigeno con l'emoglobina.

Lipokain. Tsentropnein. Vagotonin

gastrina

Sostanza simile agli ormoni sintetizzata dallo stomaco e dal pancreas. La gastrina contribuisce alla normalizzazione dei processi digestivi, migliorando la sintesi dell'enzima proteolitico (pepsina) e aumentando l'acidità dello stomaco.

Fai attenzione! La presenza di gastrina nel corpo contribuisce anche all'implementazione della fase intestinale della digestione (è anche chiamata "next"), che si ottiene aumentando la sintesi di secretina, somatostatina e altri ormoni peptidici intestinali e pancreatici.

Gastrina: cos'è?

Vagotonin

L'obiettivo principale di questa sostanza è stabilizzare la glicemia e accelerare la circolazione sanguigna. Inoltre, la vagotonina rallenta il processo di idrolisi del glicogeno nel tessuto muscolare e nelle cellule del fegato.

La vagotonina stabilizza lo zucchero nel sangue

callicreina

Un'altra sostanza prodotta dalla ghiandola pancreatica. Durante il momento in cui la callicreina è nel pancreas, è inattiva, ma dopo essere entrata nel duodeno, l'ormone viene attivato, mostrando le sue proprietà biologiche (normalizza il livello di glucosio).

Lipokain

L'azione dell'ormone è di prevenire tali patologie come la degenerazione grassa del fegato, dovuta all'attivazione del metabolismo degli acidi grassi e dei fosfolipidi. La lipocaina aumenta anche l'effetto di altre sostanze lipotropiche, tra cui colina e metionina.

Metodi diagnostici

La produzione alterata di un ormone della ghiandola pancreatica può portare a varie patologie che colpiscono non solo il pancreas, ma anche altri organi interni. In questi casi, è necessario l'aiuto di un gastroenterologo che, prima di prescrivere un corso di terapia, deve condurre un esame diagnostico per determinare la diagnosi esatta. Di seguito sono elencate le procedure più comuni eseguite in violazione del pancreas.

Diagnosi di malattie pancreatiche

Tabella. Studi diagnostici sul pancreas.

Test del sangue e delle urine

Suggerimento: Come supplemento ai metodi diagnostici sopra, il medico può prescrivere un'altra procedura - un esame del sangue biochimico. A differenza dell'analisi generale, il test del sangue biochimico consente non solo di determinare possibili malattie infettive, ma anche il loro tipo.

Cosa causa uno squilibrio ormonale

Come notato in precedenza, gli ormoni della ghiandola pancreatica sono elementi indispensabili coinvolti nel processo digestivo. Persino lievi violazioni della loro sintesi possono portare a serie complicazioni (malattie, malfunzionamento di certi sistemi o organi, ecc.).

Sistema endocrino umano

Con un eccesso di ormoni pancreatici, ad esempio, potrebbe esserci una formazione maligna (il più delle volte sullo sfondo di un aumento di glucagone) o una glicemia (con un eccesso di insulina nel sangue). È possibile determinare se il pancreas funziona correttamente e se il livello dell'ormone è normale, solo dopo un esame diagnostico. Il pericolo sta nel fatto che molte malattie associate ad una diminuzione o ad un aumento del livello degli ormoni possono verificarsi senza sintomi pronunciati. Ma puoi identificare le violazioni seguendo le reazioni del tuo corpo per un lungo periodo.

Norma, ipo e iperglicemia

Prima di tutto, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti:

  • ridotta acuità visiva;
  • appetito eccessivamente alto (il paziente non può mangiare);
  • minzione frequente;
  • aumento della sudorazione;
  • sete grave e secchezza in bocca.

Non bisogna sottovalutare il ruolo degli ormoni del pancreas nel funzionamento del corpo umano, poiché anche con lievi violazioni della sintesi di questi ormoni si possono sviluppare gravi patologie. Pertanto, si raccomanda come profilassi di sottoporsi a esami diagnostici con medici al fine di prevenire disturbi del pancreas. È sufficiente 1-2 volte l'anno per consultare un medico per un esame di routine per prevenire non solo i vari disturbi nella ghiandola pancreatica, ma anche altri problemi con il tratto digestivo. Si consiglia inoltre di effettuare esami periodici con altri medici, ad esempio con un dentista, un dermatologo e un neuropatologo.

L'insulina ormone pancreatico colpisce il metabolismo di 1) grasso, 2) carboidrati, 3) proteine, 4) minerali?

Risparmia tempo e non vedi annunci con Knowledge Plus

Risparmia tempo e non vedi annunci con Knowledge Plus

La risposta

La risposta è data

Russik1498

Connetti Knowledge Plus per accedere a tutte le risposte. Rapidamente, senza pubblicità e pause!

Non perdere l'importante - connetti Knowledge Plus per vedere la risposta adesso.

Guarda il video per accedere alla risposta

Oh no!
Le visualizzazioni di risposta sono finite

Connetti Knowledge Plus per accedere a tutte le risposte. Rapidamente, senza pubblicità e pause!

Non perdere l'importante - connetti Knowledge Plus per vedere la risposta adesso.

Laser Wirth

Enciclopedia di economia

Funzione endocrina del pancreas

Home → Fisiologia → Regolazione umorale delle funzioni del corpo -> Funzione endocrina del sistema pancreas

Funzione endocrina pancreatica

Home • Biblioteca • Diabete mellito problema • secrezione di insulina

Secrezione di insulina

L'insulina è un ormone polipeptidico con un peso molecolare di 5750 costituito da 51 aminoacidi. Ha 2 catene - A e B, collegate tra loro attraverso due ponti disolfuro. Il pancreas secerne la proinsulina che, dopo la scissione proteolitica del peptide C, si trasforma in insulina attiva. Il sito di sintesi di insulina è le cellule beta delle isole pancreatiche di Langerhans. Le cellule alfa vicine secernono glucagone. Secondo il sistema portale, l'insulina raggiunge il fegato - il suo effettore principale. I recettori epatici si legano a metà dell'ormone secreto. L'altra metà, raggiungendo la circolazione sistemica, raggiunge altri effettori: muscoli e tessuto adiposo. La maggior parte dell'insulina (80%) subisce una demolizione proteolitica nel fegato, il resto nei reni e solo una piccola parte viene metabolizzata direttamente dalle cellule muscolari e adipose.

Gli effetti dell'insulina sono mediati dai recettori dell'insulina dei tessuti insulino-sensibili. La durata dell'azione dell'insulina somministrata per via sottocutanea dipende dalla velocità del suo riassorbimento ed è di 4-6 ore. L'emivita dell'insulina endogena, che è determinata dal suo legame alla periferia, è molto breve ed è dell'ordine di 4 minuti o non è affatto determinata. Gli effetti dell'ormone dopo l'associazione ai recettori si sviluppano molto più lentamente. Ciò consente di comprendere il significato e il contenuto informativo dello studio del livello del peptide C. Quest'ultimo è secreto in un volume di insulina equimolare. Dopo la scissione dalla proinsulina, il peptide C circola nel sangue per diverse ore, e quindi il livello di secrezione di insulina può essere stimato con precisione dal suo livello.

Una molecola di insulina può esercitare il suo effetto biologico solo una volta. La gravità di questo effetto è determinata dalla densità (numero) dei recettori insulinici nei tessuti bersaglio. Con l'insulino-resistenza, anche un livello elevato di insulina non può garantire il trasporto del glucosio nella cellula. In questo caso, l'iperglicemia sarà combinata con alti livelli di insulina e C-peptide. L'iperinsulinemia inibisce la secrezione di glucagone da parte delle cellule alfa. In questa situazione, vale a dire, con la sindrome metabolica e il diabete di tipo 2, la lipolisi e la proteolisi sono inibite e la chetoacidosi non può svilupparsi.

Effetti dell'insulina sui tessuti insulino-sensibili: fegato, muscolatura, tessuto adiposo. Altri organi: il cervello, i reni, i vasi sanguigni, le cellule nervose, le cellule del sangue e l'endotelio - sono insulino-indipendenti (non si mescolano con NIDDM), cioè il glucosio li entra indipendentemente dagli effetti dell'insulina.

Si può presumere che in condizioni di iperglicemia è tale assunzione di glucosio insulino-indipendente e, quindi, incontrollabile in questi tessuti in una certa misura determina lo sviluppo delle complicazioni tardive del diabete.

Durante il digiuno sotto l'influenza del glucagone (ormone della fame), il fegato inizia a produrre glucosio a una velocità di circa 10 grammi all'ora. Questo glucosio, in primo luogo, viene utilizzato dal cervello e solo successivamente dai muscoli e da altri organi e tessuti. Se il digiuno viene ritardato, il cervello ei muscoli iniziano a ricevere parte dell'energia metabolizzando i corpi chetonici, che sono sintetizzati nel fegato dagli acidi grassi liberi. Dopo 12 ore di digiuno nelle urine, anche in una persona sana, possono essere rilevati corpi chetonici. L'eccessiva gluconeogenesi e la chetogenesi non si sviluppano, poiché la stimolazione delle cellule beta mediante glucagone fornisce un livello basale sufficiente di insulina. Questo livello basale limita la ripartizione eccessiva di grassi e proteine. A questo proposito, in caso di diabete mellito di tipo 1, l'introduzione di insulina basale è necessaria sia durante il digiuno che nel vomito e in caso di diarrea. L'assunzione di cibo corrisponde normalmente al rilascio della quantità necessaria di insulina e nel diabete mellito di tipo 1, è sostituito da una dose appropriata di semplice insulina.

Normalmente, il pancreas adulto secerne 35-50 U di insulina al giorno, che è 0,6-1,2 U per chilogrammo di peso corporeo al giorno. Questa secrezione è suddivisa in cibo e basale.

La secrezione di insulina alimentare corrisponde ad un aumento postprandiale del livello di glicemia, cioè garantisce la neutralizzazione dell'azione iperglicemica del cibo. La quantità di questa insulina alimentare corrisponde approssimativamente alla quantità di carboidrati assunti - circa 1-1,5 U per 10-12 grammi di carboidrati (1 XE).

La secrezione di insulina basale fornisce un livello ottimale di glicemia e anabolismo negli intervalli tra i pasti e durante il sonno.

Pancreas umano

L'insulina basale viene secreta ad una velocità di circa 1 U all'ora, con uno sforzo fisico prolungato o un digiuno prolungato, diminuisce fino a 1/2 U all'ora. L'insulina alimentare rappresenta almeno il 50-60% della produzione giornaliera di insulina e basale - 40-50%. Pertanto, il livello ottimale di glicemia, in primo luogo per il sistema nervoso centrale, è fornito entro 3,3-8,4 mmol / l.

I.Dedov, B.Fadeev

Leggi anche in questa sezione:

Il pancreas, formato dalle cellule endodermiche intestinali primarie, ha due sezioni: esocrina, che occupa il 98% di tutto il corpo della ghiandola. E le isole pancreatiche, o isolotti di Langerhans, sono la parte endocrina, situata in piccole chiazze sulla superficie della ghiandola.

Il compartimento esocrino è responsabile per i processi che si verificano nel duodeno, così come la produzione di succo gastrico e la sua saturazione con enzimi che promuovono la disgregazione di carboidrati, proteine ​​e grassi.

La porzione endocrina produce ormoni di sintesi di carboidrati.

Ormoni sintetizzati dal pancreas

Il dipartimento endocrino è coinvolto nella sintesi di due diversi tipi di cellule ghiandolari. che sono chiamati insulina e glucagone. La sintesi di glucagon è fatta da gabbie alfa e le gabbie beta prendono parte a sviluppo d'insulina. Oltre alle cellule alfa e beta, le isole pancreatiche contengono un'altra specie - cellule delta che contribuiscono alla produzione di somatostatina, un analogo dell'ormone prodotto dall'ipotalamo.

L'insulina, come ormone polimerico, è un filamento a due polipeptidi collegato da una coppia di legami disolfuro. È formato come risultato della proteasi delle cellule beta sulla proinsulina a bassa attività prodotta dal pancreas.

Regolazione delle attività di segreteria

Esistono due tipi secretivi di insulina - stimolati e basali.

Con il tipo basale, l'ormone entra nel sangue in assenza di stimoli. Ad esempio, a stomaco vuoto, quando il livello di zucchero nell'analisi del sangue in una persona praticamente sana non è superiore a 5,5 mmol / l, e il livello di insulina è di 69 mmol / l.

Il tipo di secrezione stimolata è causato da promesse esogene, come gli aminoacidi oi metaboliti del glucosio, che attraverso il calcio influenzano l'esocitosi di insulina e C-peptide nel sangue. La funzione secretoria dell'ormone pancreatico comprende la stimolazione dell'azione degli amminoacidi, in particolare le preparazioni di leucina o sulfonilurea.

C'è una fase iniziale o breve di stimolazione dell'insulina e uno stadio lungo o lento. Il breve stadio include il rilascio nel sangue di un ormone chiuso in un pellet. La fase lenta è caratterizzata dalla sintesi dell'ormone stesso.

L'influenza e il ruolo degli ormoni

Il succo gastrico influenza direttamente l'attività esocrina del pancreas.

Pancreas: come funziona?

La sua funzionalità dipende dalla quantità di acido cloridrico nella frazione liquida della secrezione delle ghiandole. Dipende dall'attività della secrezione dell'intestino tenue attraverso la membrana cellulare di secretina e pancreozigina, come sostanze speciali che influenzano la sintesi degli enzimi contenuti nel succo pancreatico.

L'uso di farmaci, come la vitamina A, la morfina, il solfato di magnesio, la pilocarpina, che stimola il pancreas, può portare ad un aumento dell'attività secretoria. Atropina e istamina portano all'inibizione delle sue funzioni.

Il ruolo intrasecretorio pancreatico nella produzione di insulina e glucagone è responsabile della regolazione del metabolismo dei carboidrati e dei lipidi, nonché del processo di adsorbimento del glucosio dal sangue da parte dei tessuti con il fissaggio dell'indicatore quantitativo del glicogeno nelle cellule epatiche e la riduzione del livello di lipemia. Il glucagone contribuisce all'inibizione dell'assorbimento del glucosio dal plasma sanguigno.

La principale funzione ormonale è la sintesi della lipocaina o sostanza lipotropica che blocca la degenerazione delle cellule del fegato grasso.

Mancanza di ormoni pancreatici

Il fallimento ormonale causato da una mancanza di ormoni nel corpo umano può essere associato a molte cause, comprese le carenze innate.

La mancanza di insulina porta a una malattia così spiacevole come il diabete. Con un eccesso di ormone pancreatico, c'è un processo associato ad un aumento del contenuto di glucagone, una diminuzione della concentrazione di zucchero nel plasma e un aumento del contenuto di adrenalina. Una diminuzione della secrezione di insulina e un aumento del glucagone porta all'ipoglicemia - la soppressione del glucosio che utilizza i processi da parte delle cellule epatiche.

La mancanza di somatostatina sintetizzata dalle cellule delta del pancreas, un analogo dell'ormone della crescita prodotto dalla ghiandola pituitaria, porta all'inibizione delle funzioni interne del corpo con la soppressione dei processi di sviluppo e dei disordini metabolici.

Secrezione di insulina da parte del pancreas

L'insulina è un ormone che è responsabile della riduzione del contenuto di zucchero nel plasma sanguigno e che influenza il metabolismo dei grassi nei tessuti.

Il prodotto principale della sintesi delle cellule beta è la proinsulina. Non è un ormone e svolge attività biologica. La sua trasformazione in insulina si verifica a causa del complesso di Golgi - una struttura intracellulare con la presenza di enzimi specifici. Dopo che la proinsulina è stata modificata in insulina, viene nuovamente assorbita dalla cellula beta. In esso, l'ormone subisce un processo di granulazione ed entra nel deposito, dal quale può essere estratto in caso di una carenza acuta nel corpo.

Tale necessità si presenta ogni volta con un contenuto zuccherino elevato nel plasma sanguigno. Il ruolo dell'insulina del pancreas è quello di aumentare la permeabilità della membrana cellulare al glucosio con l'assorbimento attivo di quest'ultimo. Promuove la trasformazione di zucchero in eccesso in glicogeno e lo deposita nei muscoli e nel fegato. A causa dell'azione dell'ormone del pancreas, il livello di zucchero nel plasma sanguigno è significativamente ridotto.

Cosa c'è dietro all'insulina aumentata?

Livelli elevati di insulina negli esami del sangue indicano che il corpo subisce una bassa resistenza a quantità eccessive dell'ormone. Ciò potrebbe essere dovuto alla disabilitazione dei recettori responsabili del metabolismo dei carboidrati. Di conseguenza, si sviluppa una malattia come il diabete di tipo 2 o il diabete mellito non insulino-dipendente, in cui il pancreas produce un ormone in eccesso e i recettori interni non rispondono ad esso: i carboidrati dal cibo non vengono assorbiti dal corpo e i livelli di zucchero nel sangue dà risultati alti.

Le iniezioni di insulina sono controindicate in questo tipo di diabete, poiché l'ormone è prodotto in eccesso dal pancreas. Il sintomo più spiacevole nel diabete atipico è la sete debilitante, poiché il glucosio in eccesso assorbe l'umidità intracellulare, provocando la disidratazione.

Fattori che influenzano la secrezione di insulina

Il pancreas di una persona sana è uno strumento molto delicato per sintonizzare l'intero organismo. È molto sensibile ai cambiamenti causati dal glucosio nel sangue, evidenziando una grande quantità di insulina con un eccesso di zucchero e riducendo quando è carente.

Il diabete porta alla disfunzione del pancreas con la soppressione dell'attività delle isole di Langerhans - la ghiandola endocrina. Pertanto, ci sono controindicazioni nel consumo di prodotti contenenti zucchero, saturi di carboidrati facilmente digeribili, come dolci, cioccolato, miele o marmellata, così come zucchero, che porta alla deplezione e ulteriore morte di beta-cellule che sintetizzano l'insulina.

Glucagone: un ormone sintetizzato dal pancreas

A livello molecolare è un polipeptide costituito da un singolo filamento con una massa di 3.500 dalton. Cellule alfa del glucagone sintetizzate del dipartimento endocrino. La mucosa intestinale è prodotta come enteroglucagone, essendo un sinergizzante di adrenalina, funziona direttamente nelle cellule del fegato. La sua attuazione è effettuata attraverso AMP ciclico e adenilato ciclasi. L'ormone pancreatico è responsabile del controllo della velocità della lipolisi e della glicogenolisi del fegato.

Il pancreas funziona come una ghiandola della secrezione esterna, secernendo il succo digestivo attraverso appositi dotti nel duodeno e come una ghiandola endocrina, secernendo ormoni insulina e glucagone direttamente nel sangue. Circa l'1% della massa di questa ghiandola è costituito da speciali gruppi di cellule - le isole di Langerhans, tra le quali predominano le cellule beta che producono l'insulina ormonale, e un numero minore di cellule alfa che rilasciano l'ormone glucagone.

Il glucagone provoca la rottura del glicogeno nel fegato e il rilascio di glucosio nel sangue e stimola anche la scomposizione del grasso nel fegato e nel tessuto adiposo.

L'insulina è un polipeptide che ha un ampio effetto su vari processi nel corpo - regola tutti i tipi di metabolismo e lo scambio di energia. Agendo aumentando la permeabilità delle membrane cellulari delle cellule muscolari e adipose, favorisce il trasferimento del glucosio nelle fibre muscolari, aumentando le riserve muscolari del glicogeno sintetizzato in esse, e nelle cellule del tessuto adiposo contribuisce alla conversione del glucosio in grasso. La permeabilità delle membrane cellulari sotto l'influenza dell'insulina aumenta anche per gli aminoacidi, in conseguenza dei quali viene stimolata la sintesi dell'RNA messaggero e la sintesi proteica intracellulare. Nel fegato, l'insulina provoca la sintesi di glicogeno, amminoacidi e proteine ​​nelle cellule del fegato. Tutti questi processi causano l'effetto anabolico dell'insulina.

La produzione di ormoni pancreatici è regolata dal contenuto di glucosio nel sangue, dalle sue cellule speciali nelle isole di Langerhans, dagli ioni Ca e dagli effetti del sistema nervoso vegetativo. Nel caso di riduzione della concentrazione di glucosio nel sangue (ipoglicemia) a 2,5 mmol l o

Il 40-50 mg% in primo luogo interrompe bruscamente l'attività del cervello, priva di fonti di energia, convulsioni, perdita di coscienza e persino la morte di una persona. L'ipoglicemia può verificarsi con un eccesso di insulina nel corpo, con un aumento del consumo di glucosio durante il lavoro muscolare.

La carenza di insulina provoca diabete mellito / diabete (diabete) grave, caratterizzato da iperglicemia. In questo caso, nel corpo, l'utilizzo del glucosio nelle cellule è disturbato, la concentrazione di glucosio nel sangue e nelle urine aumenta drammaticamente, accompagnata da una significativa perdita di acqua nelle urine (fino a 12-15 litri al giorno),

rispettivamente, forte sete e alto consumo di acqua. C'è debolezza muscolare, perdita di peso. Il corpo compensa la perdita di fonti energetiche di carboidrati attraverso la degradazione di grassi e proteine. Come risultato del loro trattamento incompleto, sostanze tossiche, corpi chetonici si accumulano nel sangue e il pH del sangue si sposta verso il lato acido (acidosi). Questo porta a un coma diabetico con perdita di coscienza e minaccia di morte.

FUNZIONI DI GHIANDOLE GASTRICHE

Per le ghiandole sessuali (gonadi) includono i semi nel corpo maschile e le ovaie nel corpo femminile. Queste ghiandole svolgono una duplice funzione: formano cellule sessuali e rilasciano ormoni sessuali nel sangue. Sia nel maschio che nella femmina sono prodotti ormoni sessuali maschili e femminili (androgeni) e femmine (estrogeni), che differiscono nella loro quantità. La loro produzione e attività sono regolate dagli ormoni ipofisari gonadotropici. Per struttura chimica, sono steroidi (derivati ​​dal colesterolo), sono prodotti da un comune precursore. Gli estrogeni si formano dalla conversione dal testosterone.

L'ormone sessuale maschile testosterone è prodotto da cellule speciali nella regione del tubulo contorto dei testicoli.

Il ruolo del pancreas nel metabolismo

Un'altra parte delle cellule assicura la maturazione degli spermatozoi e allo stesso tempo produce estrogeni. L'ormone testosterone inizia ad agire anche dopo lo sviluppo intrauterino, formando l'organismo di tipo maschile.

Assicura lo sviluppo delle caratteristiche sessuali primarie e secondarie dell'organismo maschile, regola i processi della spermatogenesi, il flusso degli atti sessuali, forma il comportamento sessuale caratteristico, le caratteristiche strutturali e la composizione corporea, le caratteristiche mentali. Il testosterone ha un forte effetto anabolico - stimola la sintesi delle proteine, promuovendo l'ipertrofia muscolare.

La produzione di ormoni sessuali femminili (estrogeni) viene effettuata nelle ovaie dalle cellule del follicolo. L'ormone principale di queste cellule è l'estradiolo. Le ovaie producono anche ormoni sessuali maschili - androgeni. Gli estrogeni regolano la formazione del corpo femminile, lo sviluppo delle caratteristiche sessuali primarie e secondarie del corpo femminile, la crescita dell'utero e delle ghiandole mammarie, la formazione della natura ciclica delle funzioni sessuali, il corso dell'atto del lavoro. Gli estrogeni hanno un effetto anabolico nel corpo, ma in misura minore rispetto agli androgeni. Oltre agli ormoni estrogeni, l'ormone progesterone è prodotto nel corpo femminile. Le cellule del corpo luteo hanno questa funzione, che dopo l'ovulazione diventa una ghiandola speciale di secrezione interna.

La secrezione di estrogeno e progesterone è controllata dal centro sessuale dell'ipotalamo e dell'ormone gonadotropico della ghiandola pituitaria, che formano la periodicità del ciclo ovarico-mestruale (CMC) con una durata mediamente di circa 28 giorni nell'intero periodo fertile della vita della donna (da circa 12-15 anni a 45 anni). 55 anni).

Il ciclo mestruale ovarico comprende le seguenti 5 fasi:

• ciclo mestruale (circa 1-3 giorni) - rifiuto di un uovo non gambo con parte dell'epitelio uterino e sanguinamento (ciclo mestruale);

• postmenstrual (4-12 giorni) - la maturazione del prossimo follicolo con un uovo e aumento del rilascio di estrogeni;

• ovulatorio (13-14 giorni) - rottura del follicolo e rilascio dell'uovo nelle tube di Falloppio;

• postovulatoria (15-25 giorni) - la formazione del corpo luteo dal follicolo scoppiante e la produzione dell'ormone progesterone, necessario per l'introduzione di un ovulo fecondato nella parete uterina e nel corso normale della gravidanza;

• premestruale (26-28 giorni) - distruzione del corpo luteo (in assenza di fertilizzazione), diminuzione della secrezione di estrogeni e progesterone, deterioramento della salute e efficienza.

I Studio di laboratorio sulla funzionalità renale
I. ANATOMIA DELLA GHIANDOLA TIROIDE
II Funzioni di lingua privata
BIOMECCANICA DEI GIUNTI e loro classificazione per funzione
Funzioni biochimiche del fegato
Matrimonio e famiglia Famiglia e sue funzioni, il concetto di responsabilità genitoriale.
Variazioni di funzione principale ()
Tipi di prezzi, sue funzioni e fattori di prezzo
Forcone e funzioni dei negoziati internazionali
Il potere dell'ideologia. Le funzioni dell'ideologia politica

insulina si riferisce agli ormoni della natura proteica. È sintetizzato dalle cellule b del pancreas. L'insulina è uno degli ormoni anabolici più importanti. Legare l'insulina alle cellule bersaglio porta a processi che aumentano il tasso di sintesi proteica, così come l'accumulo di glicogeno e lipidi nelle cellule, che sono una riserva di materiale plastico ed energetico. L'insulina, probabilmente a causa del suo effetto anabolico, stimola la crescita e la riproduzione delle cellule.

La molecola di insulina consiste di due catene polipeptidiche della catena A e della catena B. La catena A contiene 21 residui amminoacidici, la catena B è 30. Queste catene sono interconnesse da due ponti disolfuro: uno tra A7 e B7 (numero di aminoacidi, contando dai N-termini delle catene polipeptidiche), il secondo tra A20 e B19. Il terzo ponte disolfuro si trova nella catena A, che collega A6 e A11.

Il principale stimolo fisiologico per il rilascio di insulina dalle cellule b nel sangue è un aumento della glicemia.

L'effetto dell'insulina sul metabolismo dei carboidrati può essere caratterizzato dai seguenti effetti:

1. L'insulina aumenta la permeabilità delle membrane cellulari per il glucosio nei cosiddetti tessuti insulino-dipendenti.

2. L'insulina attiva la degradazione ossidativa del glucosio nelle cellule.

3. L'insulina inibisce la decomposizione del glicogeno e attiva la sua sintesi negli epatociti.

4. L'insulina stimola la conversione del glucosio in trigliceridi di riserva.

5. L'insulina inibisce la gluconeogenesi, riducendo l'attività di alcuni enzimi della gluconeogenesi.

L'effetto dell'insulina sul metabolismo lipidico consiste nell'inibire la lipolisi nei lipociti mediante la defosforilazione del triacilglicerolo-lipasi e la stimolazione della lipogenesi.

L'insulina ha un effetto anabolico sul metabolismo delle proteine: stimola l'ingresso di amminoacidi nelle cellule, stimola la trascrizione di molti geni e stimola, rispettivamente, la sintesi di molte proteine, sia intracellulari che extracellulari.

glucagone è un ormone di natura polipeptidica, secreto dalle cellule a-del pancreas. La funzione principale di questo ormone è di mantenere l'omeostasi energetica del corpo a causa della mobilizzazione delle risorse energetiche endogene, questo spiega il suo effetto catabolico totale.

La catena polipeptidica di glucagone contiene 29 residui di amminoacidi, il suo peso molecolare è 4200 e non vi è cisteina nella sua composizione. Il glucagone è stato sintetizzato chimicamente, che ha infine confermato la sua struttura chimica.

Il sito principale della sintesi del glucagone è a-cellule del pancreas, tuttavia, quantità piuttosto grandi di questo ormone si formano in altri organi del tratto gastrointestinale. Il glucagone viene sintetizzato sui ribosomi di a-cellule sotto forma di un precursore più lungo con un peso molecolare di circa 9000. Durante la lavorazione, la catena polipeptidica viene significativamente ridotta, dopo di che il glucagone viene secreto nel sangue. Nel sangue è in forma libera. La parte principale del glucagone è inattivata nel fegato dalla scissione idrolitica di 2 residui amminoacidici dall'N-terminale della molecola.

La secrezione di glucagone da parte di a-cellule del pancreas è inibita da un alto livello di glucosio nel sangue, così come la somatostatina secreta dalle cellule D del pancreas. La secrezione viene stimolata abbassando la concentrazione di glucosio nel sangue, ma il meccanismo di questo effetto non è chiaro. Inoltre, la secrezione di glucagone è stimolata dall'ormone somatotropo pituitario, arginina e Ca 2+.

Il meccanismo d'azione del glucagone Nel meccanismo d'azione del glucagone, il legame ai recettori specifici della membrana cellulare è primario, il complesso risultante del recettore glucagone attiva l'adenilato ciclasi e, di conseguenza, la formazione di cAMP.

Funzione endocrina del pancreas

Quest'ultimo, essendo un effettore universale di enzimi intracellulari, attiva la protein chinasi, che a sua volta fosforila la fosforilasi chinasi e la glicogeno sintasi. La fosforilazione del primo enzima contribuisce alla formazione di glicogeno fosforilasi attivo e, di conseguenza, alla rottura del glicogeno con la formazione di glucosio-1-fosfato, mentre la fosforilazione della glicogeno sintasi è accompagnata dalla sua transizione verso una forma inattiva e, di conseguenza, bloccando la sintesi del glicogeno. Il risultato complessivo dell'azione del glucagone è l'accelerazione della rottura del glicogeno e l'inibizione della sua sintesi nel fegato, che porta ad un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue.

Sotto l'azione del glucagone negli epatociti, la mobilizzazione del glicogeno accelera con il rilascio di glucosio nel sangue. Questo effetto ormonale è dovuto all'attivazione della glicogeno fosforilasi e all'inibizione della glicogeno sintetasi come conseguenza della loro fosforilazione. Va notato che il glucagone, a differenza dell'adrenalina, non influisce sul tasso di glicogenolisi muscolare.

Glucagone: in primo luogo, accelera la degradazione delle proteine ​​nel fegato; in secondo luogo, aumenta l'attività di un numero di enzimi, come il fruttosio-1,6-bisfosfatasi, fosfoenolpiruvato carbossichinasi, glucosio-6-fosfatasi. si verifica anche un aumento del glucosio nel sangue.

Il glucagone stimola la lipolisi nei lipociti, aumentando così il flusso di glicerolo e acidi grassi superiori nel sangue. Nel fegato, l'ormone inibisce la sintesi di acidi grassi e colesterolo da acetil CoA, e l'accumulo di acetil CoA viene utilizzato per sintetizzare i corpi di acetone. Quindi, il glucagone stimola la chetogenesi.

Nei reni, il glucagone aumenta la filtrazione glomerulare, che a quanto pare spiega l'aumento dell'escrezione di sodio, cloro, potassio, fosforo e ioni di acido urico osservati dopo la somministrazione di glucagone.

53. Regolazione del metabolismo dei sali d'acqua degli ormoni. Vasopressina e aldosterone: struttura e meccanismi d'azione.

Ormone - sostanze chimiche di segnalazione biologicamente attive secrete dalle ghiandole endocrine direttamente nel corpo e che forniscono effetti complessi e complessi a distanza sul corpo nel suo insieme o su determinati organi e tessuti bersaglio.

Gli ormoni fungono da regolatori umorali (trasmessi dal sangue) di determinati processi in vari organi e sistemi.

Ci sono altre definizioni, secondo le quali l'interpretazione del concetto di un ormone è più ampia: "segnalazione di sostanze chimiche prodotte dalle cellule del corpo e che colpiscono le cellule di altre parti del corpo". Questa definizione sembra essere preferibile, dal momento che copre molte sostanze tradizionalmente elencate come ormoni: ormoni di animali che sono privati ​​del sistema circolatorio (per esempio, ecodisoni di nematodi, ecc.), Ormoni vertebrati, che non sono prodotti nelle ghiandole endocrine (prostaglandine, eritropoietina, ecc.), così come gli ormoni vegetali.

Un numero di ormoni partecipa alla regolazione del metabolismo del sale marino nel corpo, che può essere diviso in due gruppi principali: ormoni che regolano la concentrazione di ioni sodio, potassio e idrogeno (aldosterone, angiotensina e renina) e gli ormoni che influenzano l'equilibrio di calcio e fosfato (ormone paratiroideo e calcitonina).

La regolazione del metabolismo del sale dell'acqua avviene per via neurormonale. Quando la concentrazione osmotica del sangue cambia, vengono eccitate speciali formazioni sensibili (osmoreceptors) dalle quali l'informazione viene trasmessa al centro, il sistema nervoso e da esso al lobo posteriore della ghiandola pituitaria. Con un aumento della concentrazione osmotica del sangue, aumenta il rilascio di ormone antidiuretico, che riduce l'escrezione di acqua nelle urine; con un eccesso di acqua nel corpo, la secrezione di questo ormone diminuisce e la sua escrezione aumenta dai reni. La costanza del volume dei fluidi corporei è fornita da uno speciale sistema di regolazione, i cui recettori reagiscono ai cambiamenti nel flusso sanguigno di grandi vasi, cavità cardiache, ecc.; di conseguenza, la secrezione ormonale viene stimolata in modo riflessivo, sotto la cui influenza i reni cambiano l'escrezione di acqua e sali di sodio dal corpo. Gli ormoni vasopressina e glucocorticoidi, sodio - aldosterone e angiotensina, calcio - ormone paratiroideo e calcitonina sono i più importanti nella regolazione del metabolismo dell'acqua.

La vasopressina, o ormone antidiuretico (ADH), è un ormone dell'ipotalamo che si accumula nel lobo posteriore dell'ipofisi (nella neuroipofisi) e viene secreto da lì nel sangue. La secrezione aumenta con l'aumento dell'osmolarità del plasma sanguigno e con una diminuzione del volume del liquido extracellulare. La vasopressina aumenta il riassorbimento di acqua da parte del rene, aumentando così la concentrazione di urina e diminuendone il volume. Ha anche una serie di effetti sui vasi sanguigni e sul cervello. Consiste di 9 aminoacidi: Cys-Tyr-Phe-Gln-Asn-Cys-Pro- (Arg o Lys) -Gly.

L'aldosterone è il principale ormone mineralcorticosteroide della corteccia surrenale nell'uomo. Il meccanismo d'azione dell'aldosterone, così come tutti gli ormoni steroidei, consiste in un'influenza diretta sull'apparato genetico del nucleo cellulare con la stimolazione della sintesi del corrispondente RNA, l'attivazione della sintesi delle proteine ​​e degli enzimi che trasportano i cationi, nonché un aumento della permeabilità delle membrane per gli amminoacidi. I principali effetti fisiologici dell'aldosterone sono di mantenere il metabolismo del sale marino tra l'ambiente esterno e quello interno del corpo. Uno dei principali organi dell'ormone sono i reni, dove l'aldosterone provoca un maggiore riassorbimento di sodio nei tubuli distali con il suo ritardo nel corpo e un aumento dell'escrezione di potassio nelle urine. Sotto l'influenza di aldosterone, c'è un ritardo nel corpo di cloruri e acqua, un rilascio potenziato di ioni H e ammonio, un aumento del sangue circolante, uno spostamento nello stato acido-base verso l'alcalosi. Agendo sulle cellule dei vasi sanguigni e dei tessuti, l'ormone promuove il trasporto di Na + e acqua nello spazio intracellulare.

Il risultato finale dell'azione è un aumento del volume ematico circolante e un aumento della pressione arteriosa sistemica.

Data di pubblicazione: 2015-11-01; Leggi 4025 | Pagina di violazione del copyright

Istruzioni per l'uso Accu-Chek Multiklik

Norma di glucosio plasmatico