Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio, o, come spesso viene chiamato "carico di zucchero", è uno dei metodi specifici di esame, che prevede la determinazione della tolleranza del corpo al glucosio (lettura - zucchero). Il test di tolleranza al glucosio consente di rivelare anche la propensione al diabete mellito e al diabete mellito, che procede in forma latente. E, di conseguenza, dà l'opportunità di intervenire in tempo e prendere tutti i provvedimenti necessari per eliminare la minaccia associata alla malattia.

Perché e chi potrebbe aver bisogno di un test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Spesso, una donna riceve un rinvio a un test tollerante al glucosio durante la gestazione, in questo caso nella direzione indicata come GTT. La gravidanza è un periodo molto difficile per una donna quando lo stress accresciuto sul corpo può provocare un'esacerbazione di malattie esistenti o lo sviluppo di nuove che possono essere avvertite solo durante il trasporto del bambino. Queste malattie includono il diabete gestazionale o il diabete gravido: secondo le statistiche, circa il 14% delle donne in gravidanza sono esposte a questa malattia.

La ragione per lo sviluppo del diabete gestazionale è una violazione della produzione di insulina, la sua sintesi nel corpo in quantità inferiori al necessario. È l'insulina prodotta dal pancreas a essere responsabile della regolazione dei livelli di zucchero nel sangue e della conservazione delle sue riserve (se non è necessario convertire lo zucchero in energia). Durante la gravidanza, quando il bambino cresce, il corpo normalmente ha bisogno di produrre più insulina del solito. Se ciò non accade, l'insulina non è sufficiente per la normale regolazione dello zucchero, i livelli di glucosio aumentano e questo segna lo sviluppo del diabete gravido.

Una misura obbligatoria del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza dovrebbe essere per le donne:

  • chi ha sperimentato questa condizione in precedenti gravidanze;
  • con un indice di massa di 30 e oltre; che in precedenza ha dato alla luce grandi bambini di peso superiore a 4,5 kg;
  • se qualcuno dai parenti della donna incinta ha il diabete.

Se viene rilevato il diabete gestazionale, una donna incinta avrà bisogno di un maggiore monitoraggio da parte dei medici.

Come prendere l'analisi GTT durante la gravidanza (test per la tolleranza al glucosio)

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza (GTT) viene effettuato ai fini della diagnosi precoce del diabete gestazionale. Secondo studi statistici, la malattia è rilevata nel 7,3% delle donne in gravidanza. Le sue complicanze sono pericolose per il normale sviluppo intrauterino del bambino e della madre stessa, poiché lei ha un rischio più elevato di manifestazione di diabete insulino-indipendente.

Lo studio è rilevante anche per i pazienti non gravidi, poiché consentono di chiarire lo stato del metabolismo dei carboidrati. Il costo della ricerca varia da 800 a 1.200 rubli e dipende dalla necessità della frequenza di misurazione dell'indicatore. L'analisi avanzata viene eseguita ad intervalli di mezz'ora dopo 30, 60, 90 e 120 minuti.

Considerare le regole specifiche per GTT, nonché le regole di preparazione e le ragioni della deviazione dell'indicatore dai valori normali.

Test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza consente di stimare la concentrazione di zuccheri semplici nel biomateriale in esame, 1-2 ore dopo il carico di carboidrati. Lo scopo dello studio è diagnosticare la presenza o l'assenza di diabete mellito gestazionale che si verifica nelle donne in gravidanza.

La preparazione allo studio comporta l'osservanza di un certo numero di regole. 3 giorni prima che il biomateriale venga raccolto, il paziente deve aderire al regime abituale, non limitandosi a determinati cibi o attività fisica. Tuttavia, immediatamente prima della visita al laboratorio, è necessario rifiutare il cibo per 8-12 ore. La dieta dovrebbe essere pianificata in modo che l'ultimo pasto non contenga più di 50 grammi di carboidrati. Il liquido dovrebbe essere consumato in quantità illimitate. È importante che sia acqua pura senza gas o dolcificanti.

Il fumo e l'alcol non sono consentiti non solo prima dell'analisi, ma anche alle donne incinte in generale.

Restrizioni per l'esecuzione di GTT in gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza è vietato nei casi in cui il paziente:

  • è nella fase della malattia infettiva acuta;
  • Prende farmaci che hanno un impatto diretto sul livello di glucosio nel sangue;
  • raggiunto il terzo trimestre (32 settimane).

Il periodo minimo dopo il trasferimento della malattia o il ritiro dei farmaci prima del test è di 3 giorni.

Una limitazione all'analisi è anche un aumento del contenuto di glucosio nel sangue prelevato dal paziente al mattino a stomaco vuoto (più di 5,1 mmol / l).

Inoltre, l'analisi non viene eseguita quando il paziente ha malattie infettive e infiammatorie acute.

Come prendere l'analisi GTT durante la gravidanza?

Il test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza inizia con la raccolta di sangue da una vena all'incrocio del gomito. Quindi il paziente deve bere glucosio sciolto in un liquido di 200-300 ml (il volume di glucosio disciolto è calcolato in base al peso corporeo del paziente, ma non più di 75 g). Va notato che il liquido deve essere bevuto non più di 5 - 7 minuti.

La prima misurazione dello zucchero viene effettuata dopo 1 ora, quindi dopo 2 ore. Tra una misurazione e l'altra, il paziente deve essere a riposo, evitare l'attività fisica, compreso il camminare al piano di sopra, oltre al fumo.

Indicatori del normale GTT per le donne incinte

I risultati dello studio sono necessari per chiarire lo stato del metabolismo dei carboidrati nel corpo di una donna incinta. Tuttavia, non sono sufficienti per fare una diagnosi definitiva. Per fare ciò, il paziente deve consultare il medico endocrinologo e superare ulteriori esami medici.

I dati presentati di seguito possono essere utilizzati solo a scopo informativo. Il loro uso per l'autodiagnosi e la selezione dei trattamenti è inaccettabile. Questo può portare a un deterioramento della salute e influire negativamente sullo sviluppo intrauterino del bambino.

La tabella mostra i normali livelli di glucosio nel siero del sangue venoso di una donna incinta secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Va sottolineato che la selezione dei valori di riferimento non ha importanza per la durata della gravidanza e l'età della donna.

Com'è il test di tolleranza al glucosio?

Il test per la tolleranza al glucosio per pazienti non gravidi viene eseguito in modo simile al metodo sopra descritto per le donne in gravidanza. Breve algoritmo:

  • misurare il livello di semplice zucchero nel sangue dopo una digiuna di 8-12 ore;
  • assunzione per 5 minuti 75 grammi di soluzione di glucosio anidro o 82,5 grammi del suo monoidrato per pazienti adulti. I bambini devono bere 1,75 grammi di zucchero semplice per 1 kg di peso, con una quantità massima di 75 grammi;
  • Le misurazioni ripetute dell'indicatore considerato vengono eseguite dopo 1 e 2 ore.

Importante: restrizione per il test: glicemia alta a 5,8 mmol / l a stomaco vuoto, in questo caso lo studio viene annullato e al paziente viene assegnata una diagnosi estesa della resistenza del corpo all'insulina.

Per implementare lo studio, viene utilizzato un metodo enzimatico (esochinasi) con risultati di registrazione che utilizzano radiazioni ultraviolette (UV). L'essenza della tecnica consiste in due reazioni consecutive che si verificano sotto l'influenza dell'enzima esochinasi.

Il glucosio interagisce con la molecola di adenosina trifosfato (ATP) per formare glucosio-6-fosfato + ATP. Quindi, la sostanza risultante viene convertita per azione enzimatica di glucosio-6-fosfato deidrogenasi in 6-fosfogluconato. La reazione è accompagnata dalla riduzione delle molecole di NADH, che viene fissata all'irradiazione con UV.

La tecnica è riconosciuta come riferimento, poiché la sua specificità analitica è ottimale per determinare con precisione la quantità delle sostanze desiderate.

Aumento della glicemia - cosa significa?

Livelli elevati nel biomateriale di glucosio in gravidanza esaminato indicano diabete gestazionale. Di regola, questo stato sorge e scompare spontaneamente.

Tuttavia, in assenza di una correzione tempestiva dei livelli di zucchero nel sangue, il diabete mellito gestazionale può portare all'aborto, al danno al feto, allo sviluppo di tossicosi gravi, ecc.

Alcuni esperti tendono a considerare la manifestazione del diabete mellito gestazionale come un segnale per lo sviluppo di una forma cronica della malattia in futuro. In questo caso, una condizione pre-diabetica è prescritta alle donne nella storia. La manifestazione della malattia durante il parto contribuisce a cambiamenti ormonali che influenzano il lavoro di tutti i sistemi e organi.

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza non esclude la possibilità di risultati falsi positivi. Ad esempio, se una donna non si è adeguatamente preparata per la raccolta di biomateriali, ha recentemente subito un forte shock fisico o emotivo. Una situazione simile è possibile quando il paziente riceve medicinali che aumentano il livello di zuccheri semplici nel sangue.

Le caratteristiche riducono il livello di zucchero

I sintomi della mancanza di glucosio nel corpo possono essere osservati a una certa ora del giorno (mattina o sera) e la loro gravità dipende dal grado di diminuzione della glicemia. Se la quantità di zucchero è scesa a 3,4 mmol / l, la persona avverte irritabilità, tono basso, prestazioni ridotte e generale debolezza o letargia. Di regola, per correggere la condizione, è sufficiente assumere cibi a base di carboidrati.

Quando la mancanza di zuccheri è associata allo sviluppo del diabete, il paziente sente:

  • forte diminuzione delle forze;
  • violazione della termoregolazione e, di conseguenza, vampate di calore o brividi;
  • aumento della sudorazione;
  • frequenti mal di testa e vertigini;
  • debolezza muscolare;
  • diminuzione della concentrazione e della memoria;
  • frequenti sensazioni di fame e dopo aver mangiato cibo - nausea;
  • calo dell'acuità visiva.

Le situazioni critiche sono accompagnate da convulsioni, andatura insolita, convulsioni, svenimento e coma. È importante prestare attenzione alla manifestazione dell'ipoglicemia grave e fornire assistenza medica competente.

L'analisi della tolleranza al glucosio mostra valori bassi se:

  • il paziente assume farmaci che aiutano a ridurre il livello di zuccheri semplici, ad esempio l'insulina;
  • La persona sottoposta a test ha l'insulinoma. La malattia è accompagnata dalla formazione di una neoplasia, che inizia a secernere attivamente una sostanza simile all'insulina. Un terzo delle neoplasie si presenta in forma maligna con la diffusione delle metastasi. La malattia colpisce persone di qualsiasi età: dai neonati agli anziani.

La prognosi del risultato dipende dalla natura del tumore, con benigna - il recupero completo è osservato. Neoplasie maligne con metastasi peggiorano significativamente la prognosi. Tuttavia, dovrebbe essere sottolineato un alto grado di sensibilità dei tessuti mutanti agli effetti dei farmaci chemioterapici.

Valori bassi vengono anche registrati dopo un digiuno prolungato del paziente in esame o dopo un intenso esercizio fisico. Il valore diagnostico di tali risultati è piccolo. L'influenza di fattori esterni sulla composizione biochimica del biomateriale dovrebbe essere esclusa e lo studio dovrebbe essere ripetuto.

Il glucosio e lo zucchero nel sangue sono uguali o no?

La risposta a questa domanda dipende dal contesto dei concetti in esame. Se parliamo dell'analisi dello zucchero e del glucosio, i concetti hanno un significato equivalente e possono essere considerati sinonimi intercambiabili. L'uso di entrambi i termini sarà considerato corretto e appropriato.

Se rispondi alla domanda dal punto di vista della chimica, l'equazione equivalente dei concetti non è corretta. Perché lo zucchero è una sostanza organica di carboidrati a basso peso molecolare. Allo stesso tempo, gli zuccheri sono divisi in mono-, di- e oligosaccaridi. I monosaccaridi sono zuccheri semplici: è in questo sottogruppo che entra il glucosio. La composizione degli oligosaccaridi comprende da 2 a 10 residui di zuccheri semplici e i disaccaridi sono il loro caso particolare.

Con quale frequenza dovrei passare GTT?

Medici di ricerca: medico generico, pediatra, endocrinologo, chirurgo, ginecologo, cardiologo.

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza è obbligatorio per le donne con maggiori fattori di rischio. Ad esempio, la presenza di una storia di malattia della tiroide, casi noti di ridotta tolleranza al glucosio nella famiglia immediata o abuso di cattive abitudini.

I pazienti che hanno raggiunto i 45 anni di età, lo studio deve essere condotto con una frequenza di 1 ogni 3 anni. Tuttavia, in presenza di fattori di sovrappeso e ad alto rischio (simili alle donne in gravidanza) è consigliabile eseguire GTT almeno 1 volta in 2 anni.

Quando si stabilisce che la tolleranza al glucosio è compromessa, lo studio viene eseguito una volta all'anno.

risultati

Riassumendo, dovrebbe essere sottolineato:

  • un livello normale di glucosio nel sangue è necessario affinché una persona realizzi processi biochimici, così come per il corretto funzionamento del sistema nervoso e una sufficiente attività mentale;
  • La GTT è necessaria per confermare la diagnosi di diabete mellito o la sua diagnosi precoce nelle donne durante la gravidanza;
  • l'analisi è vietata se il contenuto di zuccheri semplici in una paziente gravida supera il valore di 5,1 mmol / l, in non gravida - 5,8 mmol / l;
  • una corretta preparazione per lo studio determina l'accuratezza dei risultati di GTT. Pertanto, la raccolta di biomateriali dopo un digiuno prolungato o una sovratensione fisica porta ad un forte calo del glucosio. E l'assunzione di farmaci per aumentare il livello glicemico contribuisce ad ottenere dati falsi positivi;
  • un'analisi della tolleranza al glucosio da sola non è sufficiente per una diagnosi definitiva. Si raccomanda di sottoporsi a ulteriori studi per identificare le violazioni del metabolismo dei carboidrati: livelli di peptide C, insulina e proinsulina. E anche per misurare il livello di emoglobina glicata e creatinina nel siero.

Julia Martynovich (Peshkova)

Nel 2014 si è laureata con lode presso l'Università Statale HEB di Orenburg, con una laurea in microbiologia. Laurea specialistica post-laurea FGBOU IN Orenburg GAU.

Nel 2015 presso l'Istituto di Simbiosi Cellulare e Intracellulare, la Sezione Ural dell'Accademia Russa delle Scienze ha subito una formazione avanzata nel programma professionale aggiuntivo "Batteriologia".

Vincitore della competizione tutta russa per il miglior lavoro scientifico nella nomination "Scienze biologiche" 2017.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza - norme

Il test per la tolleranza al glucosio durante la gravidanza è uno studio importante che consente di identificare il diabete gestazionale. Sebbene nella maggior parte dei casi passi da solo dopo il parto, i disturbi del metabolismo dei carboidrati sono pericolosi per la madre e il feto. Questo è un fattore di rischio per l'obesità, così come la causa di esiti negativi della gravidanza. La diagnosi precoce della patologia e l'inizio della terapia insulinica possono prevenire gli effetti negativi del diabete gestazionale.

Cosa fa il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza?

Il test del glucosio durante la gravidanza viene effettuato al fine di identificare il diabete gestazionale nel tempo e svolgere il trattamento. Portalo a quelle donne che non sono state rilevate violazioni del metabolismo dei carboidrati nelle fasi iniziali, quando hanno donato il sangue per il glucosio a digiuno.

Il test non viene eseguito solo in questi casi:

  • diabete precedentemente identificato;
  • intolleranza al glucosio;
  • malattie intestinali o gastriche, in cui il glucosio non viene assorbito.

Il test è fatto per tutti gli altri. Se una donna ha un'infezione acuta, riposo a letto o tossicosi precoce, il test può essere posticipato di diverse settimane.

Principi di diagnosi del diabete nelle donne in gravidanza

Il diabete mellito gestazionale è una malattia caratterizzata da glicemia di nuova diagnosi (glicemia elevata) durante la gravidanza. La diagnosi viene stabilita se il livello di glucosio nel sangue non soddisfa i criteri per il diabete manifesto.

Nelle donne in gravidanza, la diagnosi viene effettuata in 2 fasi. Alla prima visita dall'ostetrico-ginecologo per un periodo gestazionale fino a 24 settimane, tutte le donne senza eccezione subiscono lo screening. Passano sul palco 1:

  • sangue venoso per determinare il glucosio a digiuno in esso;
  • o glicemia in qualsiasi momento della giornata, indipendentemente dal pasto;
  • o sangue per emoglobina glicata (questo è un indicatore che riflette lo stato del metabolismo dei carboidrati negli ultimi mesi).

In futuro, ci sono varie opzioni per lo sviluppo degli eventi, a seconda del livello di zucchero nel sangue impostato. Se vengono identificati i valori corrispondenti al diabete manifest (non gestazionale!), La donna viene immediatamente trasferita all'endocrinologo per un'ulteriore gestione. Conduce ulteriori test per chiarire il tipo di malattia. Sono radicalmente diversi. Nel primo tipo di diabete, la patologia è associata a una ridotta formazione di insulina. Nel secondo caso, la malattia è causata dalla resistenza (insensibilità) dei tessuti a questo ormone. Cioè, l'insulina viene prodotta, ma le cellule "non la vedono".

Il diabete di tipo 1 o di tipo 2 in una donna incinta è sospettato se il livello di glucosio in qualsiasi momento della giornata supera 11,1 mmol per litro. In questo caso, condurre uno studio di chiarimento. Il paziente dà sangue a stomaco vuoto. Se nel sangue venoso supera i 7 mmol per litro, significa che la donna ha il diabete. È in questo caso che l'endocrinologo si occupa della sua ulteriore gestione. Ma ci sono anche situazioni limite. A volte il livello di zucchero è superiore al normale. Ma non tanto più alto che è stato possibile diagnosticare il diabete manifesto. Se il livello di digiuno supera 5,1 mmol per litro, ma non raggiunge 7,0, viene diagnosticato il diabete gestazionale. Per confermare questa diagnosi, è necessaria una seconda fase della diagnosi. Vale a dire - condurre test di tolleranza al glucosio.

Eseguire il test di tolleranza al glucosio in assenza di iperglicemia?

Abbiamo già scoperto che questo test diagnostico è obbligatorio nei casi in cui vi sono risultati borderline da uno studio precedente. Cioè, se la glicemia a stomaco vuoto è più alta del normale, ma non raggiunge quegli indicatori quando è possibile diagnosticare il diabete manifesto.

Ma alcune donne devono passare un'analisi anche in assenza di iperglicemia a digiuno. Cioè, se la resa in zucchero è inferiore a 5,1 mmol per litro. Questa necessità è associata alla presenza di uno o più dei seguenti fattori di rischio:

  • Presenza di obesità in una donna prima di concepire un bambino di almeno 1 grado (corrispondente a un indice di massa corporea superiore a 30 kg per metro quadrato);
  • dati storici: diabete di tipo 2 in 2 o più parenti prossimi (quelli sono considerati madre, padre, fratelli e sorelle, così come i bambini);
  • disordini metabolici dei carboidrati che sono stati diagnosticati durante una precedente gravidanza (incluso se i processi metabolici erano completamente normalizzati dopo la nascita del bambino);
  • determinazione del glucosio nelle urine (dice che il livello di zucchero è molto alto, poiché la soglia renale della sua concentrazione nel sangue è superata - con un basso livello di glucosio, non appare mai nelle urine).

Tutte le donne che hanno almeno uno di questi fattori sono ad alto rischio di diabete gestazionale. Ciò significa che devono essere esaminati, indipendentemente dai risultati della prima fase delle procedure diagnostiche.

Sottoesame e sovradiagnosi

L'esame in due fasi delle donne sul metabolismo dei carboidrati è necessario per evitare:

  • sottoesposizione - quando un diabete mellito gestazionale o manifesto esistente non si trova in una donna, lei non riceverà un trattamento, e questo minaccia il normale corso della gravidanza, può provocare complicazioni dal feto;
  • sovradiagnosi - quando una donna con normali indicatori di metabolismo dei carboidrati mostra erroneamente segni della sua violazione, e ciò porta alla creazione di una diagnosi inesistente.

Le conseguenze del sottoesame sono molto peggiori rispetto alla sovradiagnosi. Perché quando il diabete non rilevato sviluppa una complicazione. Molti di loro sono pericolosi. Alcuni addirittura rappresentano una minaccia per la vita della madre e di suo figlio.

Allo stesso tempo, gli effetti della sovradiagnosi non sono così tristi. Se una donna viene diagnosticata per errore, il trattamento iniziale include la dieta, l'aumento dell'attività fisica. Naturalmente, questi metodi di terapia non hanno mai danneggiato nessuno. Tale trattamento non causerà ipoglicemia e complicanze correlate.

Il diabete mellito gestazionale è talvolta trattato con insulina. In questo caso, l'ipoglicemia è effettivamente possibile. Tuttavia, è improbabile, perché nel processo di trattamento delle donne in gravidanza, gli indicatori del metabolismo dei carboidrati sono costantemente monitorati. Vengono eseguiti test del glucosio a digiuno e vengono effettuati test per l'emoglobina glicata. Pertanto, anche in caso di sovradiagnosi e diagnosi errate, i medici scopriranno rapidamente che non esiste il diabete in una donna. Quindi il trattamento sarà terminato.

Al fine di evitare un sotto-esame, in caso di risultati dei test del sangue borderline, il medico può chiedere a una donna di ripetere i test. Recenti studi hanno dimostrato che quando si esaminano gli stessi campioni di sangue in diversi laboratori, la diffusione dei risultati è in media dell'8,7%. In pratica, ciò significa che in un laboratorio si può ricevere un indicatore di 5,5 mmol per litro, che è un'indicazione per l'esecuzione di un test di tolleranza al glucosio. In un altro laboratorio, il risultato può essere 5,0 mmol, che non è un motivo per un ulteriore esame approfondito della donna, perché è incorporato nel quadro della norma.

I risultati dei test sono anche influenzati da vari fattori esterni e interni. Questo sta prendendo farmaci, mangiando troppo cibo, alcool la sera prima dell'esame, o, al contrario, un lungo periodo di digiuno. Il fumo o lo stress a breve termine possono influenzare. Pertanto, se i risultati dell'analisi sono vicini al limite, il medico può valutarli come dubbiosi e chiedere alla donna di donare di nuovo sangue.

Preparazione per il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Lo studio è condotto solo a stomaco vuoto. Il periodo di digiuno dovrebbe essere di almeno 8 ore. Ma è auspicabile che non superi le 14 ore. Pertanto, abbandonare la cena alla vigilia dello studio non vale la pena. Ma la colazione prima di andare dal dottore non può in ogni caso.

Il giorno prima il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza non può assumere alcol. È necessario mangiare come al solito. Non dovresti cercare di "ingannare" i risultati del test, rifiutando i carboidrati o regolando la tua dieta in altro modo. Ricorda che stai facendo esami non per il medico, ma per te stesso. La diagnosi precoce del diabete o della sindrome metabolica è importante per il successo del trattamento.

Proibito un giorno prima dello studio:

  • superlavoro fisicamente;
  • fare sport;
  • muoia di fame per molto tempo;
  • mangiare troppo.

Va tenuto presente che molti farmaci falsano i risultati del test. Perché alcuni farmaci abbassano i livelli di glucosio nel sangue, altri lo aumentano. Se possibile, dovresti abbandonare qualsiasi farmaco per alcuni giorni prima della diagnosi. Tranne quelli che sono vitali. Se dubiti di quali farmaci sono richiesti e quali no, consulta il tuo dottore.

Pericolo per il test di tolleranza al glucosio fetale durante la gravidanza

Ci sono molti miti e paure infondate tra le donne riguardo a questa analisi. Si dice che durante la gravidanza un test di tolleranza al glucosio possa danneggiare un bambino o provocare il diabete nella madre.

Tutto questo non è vero. Il test è sicuro Perché nel processo di ricerca una donna beve una soluzione di zucchero e non avvelena. E il sangue viene preso da lei dalla vena cubitale, e non dal cordone ombelicale del bambino. Quindi lo studio non sopporta alcun rischio.

Ma è necessario condurre un test per periodi fino a 32 settimane. Nella maggior parte dei casi, è fatto in un periodo di 24 a 26 settimane. Autorizzato a tenere fino a 28 settimane incluse. Secondo la testimonianza, può essere eseguita da 29 a 32 settimane, se:

  • le donne hanno un alto rischio di diabete gestazionale;
  • dimensioni del feto troppo grandi che non soddisfano la durata della gravidanza;
  • ci sono segni ecografici di fetopatia diabetica.

Come fare un test per il THG durante la gravidanza?

Una donna a stomaco vuoto porta il sangue da una vena in un tubo freddo. Deve contenere inibitori di enolasi per prevenire la glicolisi spontanea, così come anticoagulanti in modo che il sangue non si coaguli. Il tubo può contenere anche conservanti. È posto al freddo. Entro 30 minuti, centrifugato per separare gli elementi sagomati. Il plasma è ottenuto - la parte liquida del sangue. In esso e determinare il glucosio.

La determinazione del livello di glucosio viene effettuata solo in laboratorio. I glucometri portatili non sono usati per questo scopo.

Entro 5 minuti, la donna beve una soluzione contenente 75 g di glucosio. Si scioglie in 250 ml di acqua. L'inizio del test è considerato il primo sorso.

Quindi, prendere il sangue dopo 1 ora e dopo 2 ore. Pertanto, solo una donna incinta passa questa analisi tre volte. Ma lo studio può essere interrotto in una qualsiasi delle fasi in cui viene diagnosticato il diabete. Compreso dopo il primo prelievo di sangue - prima di prendere 75 g di glucosio.

Standard di test del glucosio per la gravidanza

Il sangue da una vena durante il test è preso tre volte. La prima volta: a stomaco vuoto. Quindi dopo 1 e 2 ore. Le norme per le donne incinte sono in qualche modo diverse da quelle generalmente accettate. Il diabete gestazionale viene diagnosticato se:

  • glucosio a digiuno superiore a 7 mmol / l;
  • un'ora dopo averlo caricato più di 10 mmol / l;
  • dopo 2 ore, supera 8,5 mmol / l.

Normalmente, il glucosio non deve circolare nel sangue per molto tempo dopo aver mangiato. Deve immediatamente risaltare l'insulina. Dopo ciò, lo zucchero entra nelle cellule. Pertanto, nel sangue non è più definito in valori elevati. Ma nel caso del diabete, questo non succede. L'assorbimento del glucosio da parte dei tessuti è compromesso. Pertanto, lo zucchero rimane nel sangue in grandi quantità.

Se c'è una deviazione dalla norma del test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza, alla donna viene prescritto un trattamento. Riceve preparazioni di insulina che aiutano a normalizzare il metabolismo dei carboidrati, prevenendo gli effetti indesiderati del diabete mellito gestazionale per la madre e il suo bambino.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio (GTT) è uno studio che consente di determinare la patologia del metabolismo dei carboidrati. Un'unica analisi viene mostrata a tutte le future mamme tra le 24 e le 28 settimane di gestazione.

Durante la gravidanza, i cambiamenti nel metabolismo del glucosio si verificano nel corpo femminile. Il periodo di gestazione è un fattore di rischio per lo sviluppo del diabete gestazionale e di altri disturbi del metabolismo dei carboidrati. GGT consente di identificare la patologia prima dell'inizio dei sintomi clinici.

Caratteristiche fisiologiche

Nel pancreas umano sono prodotti due principali ormoni che controllano il metabolismo dei carboidrati: insulina e glucagone. 5-10 minuti dopo aver mangiato un pasto, la concentrazione di glucosio aumenta nel sangue. In risposta, l'insulina viene rilasciata. L'ormone contribuisce all'assorbimento dello zucchero da parte dei tessuti e una diminuzione della sua concentrazione nel plasma.

Il glucagone è un antagonista dell'ormone dell'insulina. In caso di fame, provoca il rilascio di glucosio dal tessuto epatico nel sangue e fornisce un aumento della quantità di zucchero nel plasma.

Normalmente, una persona non ha episodi di iperglicemia - un aumento della glicemia superiore alla norma. L'insulina assicura il suo rapido assorbimento da parte degli organi. Quando si riduce la sintesi dell'ormone o la sensibilità ridotta ad esso, si manifestano patologie del metabolismo dei carboidrati.

La gravidanza è un fattore di rischio per le patologie metaboliche. Entro la metà del secondo trimestre del periodo di gestazione, si osserva una diminuzione fisiologica della sensibilità all'insulina. Ecco perché, in questo momento, alcune donne incinte hanno il diabete gestazionale.

date

La maggior parte degli esperti consiglia un sondaggio tra 24 e 26 settimane di gestazione. A questo punto, si verifica una diminuzione fisiologica della sensibilità all'insulina.

Se è impossibile condurre un'analisi in un momento specifico, è consentito un appuntamento fino a 28 settimane. L'esame in una data successiva di trasporto è possibile nella direzione del medico. All'inizio del terzo trimestre, viene registrata la massima diminuzione della sensibilità all'insulina.

È inappropriato testare fino a 24 settimane nelle donne senza concomitanti fattori di rischio. L'abbassamento fisiologico della tolleranza all'insulina è raramente osservato nella prima metà del periodo di gestazione.

Tuttavia, ci sono gruppi a rischio di interrompere il metabolismo dei carboidrati. A tali donne viene mostrato un test di tolleranza al glucosio a doppia condotta. La prima analisi è prescritta all'inizio del secondo trimestre di gravidanza - tra 16 e 18 settimane. La seconda raccolta di sangue viene effettuata in modo pianificato - da 24 a 28 settimane. A volte alle donne viene mostrata una ricerca aggiuntiva nel terzo trimestre di gravidanza.

testimonianza

Un singolo esame del sangue per la tolleranza viene mostrato a tutte le future mamme. L'analisi consente di diagnosticare la patologia e scegliere un trattamento efficace nelle fasi iniziali.

Ogni donna ha il diritto di decidere la questione del superamento del test. In caso di dubbio, la futura mamma può rifiutare lo studio. Tuttavia, i medici raccomandano il passaggio obbligatorio di GTT a tutte le donne incinte.

La maggior parte dei casi di diabete gestazionale sono asintomatici. La malattia rappresenta una seria minaccia per la vita e la salute del feto. È il test di tolleranza al glucosio che consente di stabilire una diagnosi prima dell'inizio dei sintomi.

Esistono 7 gruppi di rischio per i quali il passaggio del test per la tolleranza al glucosio viene mostrato almeno due volte:

  1. Donne incinte con una storia di diabete gestazionale.
  2. La presenza di obesità concomitante - indice di massa corporea superiore a 30.
  3. Quando si rileva lo zucchero nell'analisi clinica delle urine.
  4. Nascita di un bambino con una massa superiore a 4000 grammi nella storia.
  5. L'età della futura madre ha più di 35 anni.
  6. Durante la diagnosi di polidramnios durante l'ecografia.
  7. La presenza tra i parenti di pazienti con metabolismo dei carboidrati compromesso.

A questi gruppi di future madri è severamente sconsigliato rifiutarsi di superare il test di tolleranza.

Controindicazioni

Controindicazioni per l'analisi è la condizione generale grave di una donna incinta. Se non ti senti bene il giorno dell'indagine, ti consigliamo di trasferirlo in un altro giorno.

Il test di tolleranza al glucosio non è raccomandato durante l'infezione respiratoria acuta o altra risposta infiammatoria. Glucosio - un mezzo nutritivo per i microrganismi, quindi lo studio può contribuire al deterioramento.

Lo studio non è raccomandato per le persone con patologie delle ghiandole interne. Le malattie includono acromegalia, feocromocitoma, ipertiroidismo. Prima di passare l'analisi ai pazienti con le patologie elencate, è necessaria una consultazione endocrinologica.

Il test di tolleranza al glucosio non deve essere eseguito durante l'assunzione di glucocorticosteroidi, idroclorotiazidi, farmaci per l'epilessia. I farmaci possono distorcere i risultati dell'analisi.

È severamente vietato condurre uno studio con una diagnosi consolidata di diabete mellito non nazionale, che esisteva prima della gravidanza. L'iperglicemia che si verifica sullo sfondo è pericolosa per il corpo del feto.

Inoltre non è raccomandato condurre il test durante la tossicosi precoce delle donne in gravidanza. La patologia contribuisce a risultati di test errati. Il vomito accelera l'escrezione di zucchero dal corpo.

Non è appropriato condurre un sondaggio con il riposo a letto rigoroso. Sullo sfondo di bassa attività fisica, si forma una diminuzione dell'attività pancreatica.

formazione

Per l'affidabilità dei risultati dell'analisi della futura mamma mostra la formazione obbligatoria. Comprende l'abolizione dei farmaci dal gruppo di corticosteroidi, idroclorotiazide e farmaci antiepilettici. Non sono più presi tre giorni prima dello studio previsto.

10-12 ore prima del test per la tolleranza al glucosio della futura madre è vietato mangiare cibo. Al mattino prima del sondaggio non è raccomandato bere acqua, tè e altri liquidi. Inoltre, non lavarsi i denti, utilizzare gomma da masticare.

Digiuno a digiuno meno di 10 ore. Alcuni alimenti possono dividere a lungo nel tratto gastrointestinale e causare risultati falsi positivi. Inoltre, non morire di fame più di 14 ore - contribuisce al maggiore assorbimento del glucosio nel tessuto.

L'affidabilità dei risultati dello studio riguarda il fumo di sigaretta. Alla futura mamma è vietato consumare nicotina 12 ore prima del test previsto. Inoltre, la donna non è raccomandata per essere nervosa - lo stress contribuisce a conclusioni false.

condotta

Il test di tolleranza al glucosio viene effettuato nella stanza di trattamento di una clinica o di un'altra istituzione medica. L'ostetrico-ginecologo che conduce la gravidanza scrive l'analisi. Il prelievo di sangue viene effettuato da un'infermiera.

Il primo stadio del test di tolleranza al glucosio comprende il sangue a digiuno da una vena. La madre mette una bardatura sulla sua spalla, quindi un ago viene inserito nel vaso sulla curva interna del gomito. Dopo le manipolazioni descritte, il sangue viene aspirato nella siringa.

Il sangue raccolto viene testato per la quantità di glucosio. Quando i risultati corrispondono alla norma, viene mostrata la seconda fase: test orale. La futura mamma dovrebbe bere una soluzione di glucosio. Per la sua preparazione usa 75 grammi di zucchero e 300 millilitri di acqua calda pura.

Mezz'ora dopo aver consumato la soluzione, una donna incinta ri-dona il sangue da una vena. Al ricevimento dei risultati normali, vengono mostrati ulteriori recinti dopo 60, 120 e 180 minuti dall'assunzione di glucosio.

Durante il test per la tolleranza al glucosio, si raccomanda che la futura gestante sia sorvegliata da personale medico. L'intervallo di tempo tra il prelievo di sangue di una donna incinta trascorre nel corridoio dell'istituto medico. Alcune cliniche sono dotate di speciali aree di riposo con divani, librerie e TV.

Tasso di analisi

Nel normale metabolismo dei carboidrati, il livello di zucchero dopo il digiuno non supera 5,1 mmol / l. Tali figure indicano il lavoro fisiologico del pancreas - la corretta secrezione basale.

Dopo una prova orale in qualsiasi campione, il glucosio plasmatico normalmente non supera 7,8 mmol / l. I valori di analisi normali indicano una sufficiente secrezione di insulina e una buona sensibilità tessutale.

Sito sulla genitorialità. Viaggiare in economia con bambini in Europa, Asia, Emirati Arabi Uniti

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza

La gravidanza è un onere enorme per il corpo della donna, indipendentemente dall'età. Il sistema ormonale, il metabolismo della donna incinta sono sottoposti a carichi finora sconosciuti. Ecco perché è così importante monitorare costantemente le condizioni di una donna durante questo periodo superando vari test. Anche se una donna durante un periodo di gestazione segue una dieta rigida, può ancora superare il diabete mellito durante la gravidanza.

Caratteristiche del diabete nelle donne in gravidanza

Il diabete in gravidanza è una violazione del trattamento del glucosio, che in precedenza non era caratteristico della futura gestante ed è apparso per la prima volta solo durante lo sviluppo della gravidanza. La violazione è abbastanza comune: circa il 7% delle donne soffre di un gruppo medio di diabete in gravidanza, a seconda del gruppo selezionato per lo studio. L'immagine di tale diabete non ripete esplicitamente la forma classica del disturbo nelle persone non gravide, ma il suo rischio per la futura madre non diminuisce ed è una formidabile complicazione che presenta un enorme rischio per la madre e l'ometto dentro di lei. Le donne che soffrono di diabete, identificate per la prima volta durante la gravidanza, hanno un enorme rischio di sviluppare diabete insulino-indipendente in futuro.

Durante la gravidanza, il corpo si adatta alle condizioni critiche in cui dovrà essere nei prossimi mesi, e un aumento della resistenza all'insulina è una caratteristica fisiologica di questo periodo, caratterizzata da un aumento della secrezione di insulina e un aumento del suo contenuto nel sangue. Fino alla metà del secondo trimestre, il livello di glucosio nel sangue di una donna incinta è leggermente inferiore a quello di una non gravida se l'analisi viene eseguita a stomaco vuoto. La patologia di solito si sviluppa nella seconda metà del secondo trimestre e cresce solo di conseguenza. La ragione è che la placenta deve fornire al feto l'intera quantità di glucosio necessaria per il suo corretto sviluppo. Pertanto, la placenta per questo scopo inizia a produrre ormoni, che influenzano le condizioni generali della madre. Se una donna soffre di diabete durante la gravidanza, la produzione di questi ormoni è disturbata e la resistenza all'insulina e la sua produzione sono disturbate.

Analisi del test g lycuzotolerant

Il test di tolleranza al glucosio è necessario per vedere il problema emergente nel tempo e intervenire, non permettendo complicazioni terribili per la futura madre e il feto. Il suo nome corretto è il test di tolleranza al glucosio orale (PGTT). I suoi risultati consentono di identificare ed eliminare nel tempo i disturbi del metabolismo dei carboidrati in una donna incinta. La gravidanza è un duro colpo per tutti gli organi e sistemi del corpo di una donna, quindi è importante non perdere e notare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue nel tempo.

Il diabete gestazionale nelle donne in gravidanza si manifesta esclusivamente nelle donne durante la gravidanza. Se si mantiene la situazione sotto controllo, quindi, come molte ferite spiacevoli che si sono verificati durante la gravidanza, il diabete scomparirà da solo dopo il parto. Tuttavia, se questa violazione non è tenuta sotto controllo e ha il permesso di fare il suo corso, può rimanere e complicare la vita dopo la nascita di un bambino tanto atteso, portando con sé molte restrizioni e problemi per la salute della giovane madre che l'accompagnerà per tutta la vita.

Una donna incinta può sospettare indipendentemente il diabete considerando attentamente i cambiamenti nel suo corpo. Con lo sviluppo del diabete nelle donne in gravidanza, i sintomi non differiscono dal diabete mellito, non dipende dall'insulina: una donna può provare un maggiore desiderio di bere, un aumento dell'appetito o, al contrario, la sua completa assenza. Possono verificarsi disturbi durante la minzione e può aumentare la frequenza della spinta al bagno. Anche la visione potrebbe deteriorarsi, diventare annebbiata! Cosa possiamo dire della pressione arteriosa? Con lo sviluppo del diabete, la pressione può aumentare in modo significativo, il che porterà a disagio non solo per la madre, ma anche per il feto e può comportare una minaccia di aborto o parto precoce. Se avverti almeno uno di questi sintomi, assicurati di informare il medico e chiedigli di indirizzarti a un indice di zucchero nel sangue per escludere il diabete.

Indicatori del diabete gestazionale

Quando una ragazza incinta viene a registrarsi, il medico ha il tempo di esaminarla allo scopo di identificare questo disturbo prima della 24a settimana di gravidanza: è necessario inviarla per un'analisi dei livelli di zucchero nel sangue e / o dei livelli di emoglobina glicata. Se c'è un evidente diabete acuto, il glucosio a digiuno sarà superiore a 7 mmol / litro (o superiore a 11 mmol / litro se il sangue viene somministrato extraplanamente) e il livello di emoglobina è superiore al 6,5%. Inoltre, è ragionevole mettere a rischio la futura madre, se il glucosio la mattina prima del pasto, lei avrà più di 5,1 mmol / litro, ma non più di 7 mmol / litro.

Precedentemente 24 settimane, tale test dovrebbe essere effettuato solo per le donne che hanno una predisposizione a sviluppare il diabete nelle donne in gravidanza, ma che hanno livelli normali di glucosio nel sangue. Chi è particolarmente a rischio di sviluppare questa patologia? In primo luogo, sono donne obese - se il loro indice di massa corporea è superiore a 30 kg per metro quadrato. In secondo luogo, si tratta di donne i cui parenti soffrivano di diabete. Poi ci sono donne che hanno avuto lo sviluppo di questa patologia durante precedenti gravidanze, o il loro livello di zucchero nel sangue era elevato o la loro percezione del glucosio era compromessa. Nel quarto - donne che hanno aumentato lo zucchero nelle urine. Tutte le altre donne per le quali queste violazioni non sono state identificate dovrebbero essere sicure e passare questa analisi per un periodo di 24-28 settimane. In casi estremi, è possibile eseguire questa analisi prima delle 32 settimane di gravidanza. Più tardi, questo test non è sicuro per un nascituro!

Perché accade che nel periodo più felice per una donna (il periodo in cui si porta il figlio) si sviluppi una condizione così grave come il diabete mellito delle donne in gravidanza? Il fatto è che il pancreas è responsabile del contenuto di insulina nel sangue, che è sotto enorme pressione durante la gravidanza. Se il pancreas non affronta la produzione di insulina, si verifica una violazione. L'insulina è responsabile della normalizzazione del contenuto di zucchero nel nostro corpo. E quando una donna porta un figlio, il suo corpo funziona per due, ha bisogno di più insulina. E, se non è sufficiente per il normale mantenimento dello zucchero, il livello di glucosio aumenta.

Il diabete mellito è pericoloso per il feto?

Indubbiamente! Per la conservazione della gravidanza, è necessario che la placenta produca cortisolo, estrogeno e lattogeno. A riposo, lo sviluppo di questi ormoni non interferisce. Tuttavia, in violazione della produzione di insulina, questi ormoni devono letteralmente difendere il loro diritto di esistere! Nella lotta per mantenere il proprio livello, possono influenzare il corretto funzionamento del pancreas, che colpisce non solo la donna incinta, ma anche il bambino dentro di lei.

Se il diabete compare nel secondo trimestre dopo la ventesima settimana, allora, infatti, non è più pericoloso per il feto e non porterà a violazioni dello sviluppo della persona futura. Ma rimane la possibilità dello sviluppo fetale del feto associato alla presenza del diabete - il cosiddetto, alimentando il feto, aumentando la sua massa, che, come un peso extra in un adulto, può comportare una violazione dello sviluppo degli organi e dei sistemi del bambino. Il bambino diventa molto grande in peso e altezza a causa del fatto che riceve troppo zucchero. Il bambino non è ancora completamente sviluppato pancreas, che non può affrontare l'eccesso di zucchero e lo trasforma in tessuto adiposo. Di conseguenza, la cintura della spalla, gli organi interni: cuore, fegato cresce. Aumenta il grasso corporeo.

Sembra male in un grande frutto? Le mamme gioiscono per la crescita dei loro figli, la nascita di un tale stivale. Ma questo è se la nascita fosse senza complicazioni. Un grande feto è un rischio enorme per un lungo periodo di parto - a causa della grande cintura della spalla, è difficile per il bambino passare attraverso il canale del parto della madre. Il parto lungo può portare ad almeno l'ipossia, per non parlare dello sviluppo di lesioni alla nascita. Il parto complicato può causare danni agli organi interni della madre. Se il bambino all'interno dell'utero è troppo grande, può portare allo sviluppo del parto pretermine e il bambino non avrà il tempo di svilupparsi fino alla fine.

Primo parto: un enorme carico sui polmoni del bambino. Fino a un certo periodo, i polmoni non sono semplicemente pronti ad inalare la prima boccata d'aria - il tensioattivo non è prodotto abbastanza (una sostanza che aiuta il bambino a respirare). In questo caso, il bambino dopo la nascita sarà posto in un dispositivo speciale - un incubatore per la respirazione artificiale.

Quando è impossibile eseguire il test di tolleranza al glucosio

  1. Con tossicità del primo trimestre, accompagnata da vomito e nausea.
  2. Con una diminuzione dell'attività motoria di una donna incinta fino a riposo a letto.
  3. Con malattie infiammatorie o infettive.
  4. Con una storia di pancreatite cronica o precedente gastrectomia.

Se, prima di questo, il sangue del dito non mostrava un aumento di zucchero nel sangue, non è necessario un test e, per escludere il diabete gestazionale, il sangue viene controllato per lo zucchero da una vena.

Com'è il test di tolleranza al glucosio

Per cinque minuti, una donna beve un bicchiere di acqua dolce e non gassata con un contenuto di 75 grammi di glucosio puro appena sopra la temperatura corporea. Questo test richiede sangue venoso tre volte: prima, a stomaco vuoto, quindi un'ora dopo e due ore dopo aver preso il cocktail. È anche possibile utilizzare il plasma sanguigno per la ricerca. Donare il sangue dovrebbe essere rigorosamente a stomaco vuoto al mattino presto. Prima di quello, non mangiare tutta la notte, preferibilmente 14 ore prima della donazione di sangue. Senza la presenza di altre istruzioni del medico, il test viene eseguito al sesto mese di gravidanza strettamente sotto la direzione del medico - il desiderio non autorizzato del paziente di eseguire GTT non è accettabile.

Preparazione per il test

Tre giorni prima del test, non dovresti appoggiarti ai dolci, seguire l'assunzione di una quantità sufficiente di liquido, non lavorare troppo in palestra ed eliminare l'avvelenamento. Inoltre, non è possibile utilizzare farmaci che possono influenzare il risultato dello studio - pillole anticoncezionali, salicilati, ormoni, vitamine. Se è necessario assumere questi farmaci, le donne in gravidanza possono riprendere a prenderle dopo il test. L'annullamento dei farmaci nella fase di preparazione del test deve avvenire sotto la stretta supervisione del medico curante. Alla vigilia del test non è possibile assumere alcolici. Il giorno del test, è necessario non sovraccaricare, ma questo non significa che è necessario sdraiarsi costantemente sul letto.

Standard per la prova della tolleranza al glucosio

Nel caso di un test di due ore con un carico e un doppio prelievo di sangue, la diagnosi di diabete gestazionale può essere effettuata se almeno uno degli indicatori del livello di zucchero è superiore a 7 mmol / l a stomaco vuoto prima di assumere acqua dolce e 7,8 mmol / litro due ore dopo aver bevuto liquido dolce

Ciò era stato precedentemente pensato, tuttavia, le nuove norme richiedono una revisione. Attualmente, l'Organizzazione Mondiale della Sanità aderisce ad altri standard, che è concordato con gli esperti dell'associazione di ostetrici-ginecologi della Russia.

Durante la gravidanza normale dovrebbero essere i seguenti indicatori:

  1. Prima di mangiare a stomaco vuoto, la glicemia non deve superare 5,1 mmol / litro.
  2. Un'ora dopo aver preso l'acqua dolce - non più di 10,0 mmol / litro.
  3. Due ore dopo una bevanda dolce, il livello di glucosio nel sangue non deve superare 8,5 mmol / litro.

Diagnosi differenziale di diabete in gravidanza e diabete acuto

Con lo sviluppo del diabete gestazionale, gli indicatori saranno i seguenti:

  1. contenuto di zucchero nel sangue durante l'assunzione di un test a stomaco vuoto tra 5,1 e 6,9 ​​mmol / litro.
  2. un'ora dopo l'assunzione di acqua dolce - più di 10,0 mmol / litro.
  3. due ore dopo l'assunzione del farmaco - da 8,5 a 11,0 mmol / litro.

In presenza di diabete manifesto, otteniamo le seguenti figure:

  1. il contenuto di zucchero nel sangue durante la consegna del materiale a stomaco vuoto - più di 7,0 mmol / litro.
  2. un'ora dopo il carico, il livello di glucosio nel sangue non ha determinate norme.
  3. due ore dopo aver preso il liquido dolce, il livello di zucchero nel sangue supererà 11,1 mmol / litro.

Se hai superato il test GTT e i suoi risultati non ti hanno reso felice, consulta immediatamente un medico! In ogni caso è impossibile impegnarsi nell'auto-trattamento!

Analisi Rtt durante la gravidanza

Il test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza è un'analisi che consente di monitorare un importante indicatore delle condizioni del corpo di una donna - glicemia. Fondamentalmente, viene eseguito un test dello zucchero per rilevare il diabete.

Non confondere l'analisi con l'emotest, che rivela un'intolleranza individuale al cibo.

A rischio sono le donne che hanno parenti affetti da diabete. In questo caso, per una donna incinta, il passaggio di GTT è una misura precauzionale obbligatoria.

È sufficiente passare una volta, quando non vi è alcun evidente sospetto di diabete e il risultato è negativo. Tuttavia, è possibile ripetere il test durante la gravidanza se si sospetta un aumento della glicemia.

Cosa stanno facendo

Spesso, le future mamme chiedono ai medici perché vengono prescritti un test di tolleranza al glucosio se non sono a rischio. Se vengono rilevati elevati livelli di zucchero nel sangue, è possibile adottare una serie di misure durante la gravidanza.

Assegna a tutti come prevenzione

Portare un bambino è un periodo di grandi cambiamenti in una donna. Ma non sempre questi cambiamenti per il meglio. Il corpo sta subendo gravi cambiamenti, portando il futuro bambino.

Considerando i grandi carichi che il corpo subisce in generale, alcune patologie appaiono solo al momento dell'attesa del bambino. Tali malattie includono il diabete.

In queste situazioni, la gravidanza è un fattore provocante per il decorso latente della malattia. Pertanto, come misura preventiva, l'analisi del GTT in gravidanza è necessaria e importante.

Come passare

La prima domanda logica che le donne chiedono durante la gravidanza è la durata del GTT. Il test di tolleranza al glucosio viene eseguito nel primo trimestre insieme ad una serie di altri test.

Per superare correttamente l'esame, è necessario preparare con cura:

  • eliminare i disturbi nervosi;
  • limitare l'attività fisica;
  • non apportare cambiamenti significativi nella dieta - mangiare come al solito (non tenere nessuna dieta);
  • Non mangiare cibo (entro 8 ore prima della consegna dell'analisi).

Il test non viene eseguito in presenza di alcuna malattia nella fase acuta, anche nel caso del raffreddore comune. Qualsiasi cambiamento di questo tipo influenzerà notevolmente i risultati dello studio, quindi queste opzioni dovrebbero essere escluse.

Il GTT passa a stomaco vuoto (l'acqua può essere bevuta, ma non nel processo di test). Si esegue prelevando il sangue da una vena 3 volte, con un intervallo di 1 ora tra la seconda e la terza assunzione:

  1. Il primo sangue è preso.
  2. Dopodiché viene bevuto un liquido dolce speciale (sciroppo di glucosio di una certa concentrazione).
  3. Per l'ora successiva, il paziente non dovrebbe mangiare, bere o esercitare attività fisica - tutto ciò può notevolmente distorcere i risultati del test.
  4. I seguenti campioni di sangue vengono prelevati dopo un'ora e due dopo la prima analisi.
  5. Dopo questo tempo, dopo aver preso un cocktail, il livello di zucchero nel sangue in una persona sana torna alla normalità. Questo dovrebbe riflettere i risultati del test.

Deve essere sottoposto a consultazione con il medico

A tassi elevati, che non rientrano nel range normale, viene prescritta una consultazione immediata del medico che osserva la gravidanza. Nel caso in cui il primo passaggio del test abbia mostrato un contenuto zuccherino elevato, è molto probabile che venga nominato un apporto ripetuto per eliminare l'errore probabile.

Ci sono una serie di ragioni per le quali è possibile un risultato falso:

  • una dieta di otto ore non è stata seguita prima di donare il sangue;
  • cambiamenti significativi nella dieta per tre giorni prima dell'analisi (aumento o inadeguata assunzione di carboidrati);
  • disturbi del metabolismo dei carboidrati;
  • esercizio eccessivo;
  • condizione stressante;
  • malattie infettive (comprese infezioni respiratorie virali respiratorie acute, infezioni respiratorie acute);
  • assumere qualsiasi farmaco che influenzi il metabolismo dei carboidrati (per avvertire il medico circa l'uso di droghe).

Standard GTT

I valori numerici di 7 mmol / l e inferiori sono compresi nel range normale. Quando si osserva un aumento, di solito viene diagnosticato il diabete gestazionale. Questo tipo di malattia si verifica nel 14% delle donne.

Il numero 7 mmol / l è molto condizionale. Gli standard GTT in donne in gravidanza sono presentati di seguito nella tabella:

Le dinamiche osservate sono normalmente conservate, ma i numeri possono essere diversi a seconda dei vari fattori.

Va notato che il limite superiore - la cifra massima consentita - è anche molto condizionale. E in diverse fonti - i numeri variano. Pertanto, nessuna interpretazione indipendente, solo un medico qualificato, osservando la gravidanza, sarà in grado di decifrare correttamente i risultati e dire sulla presenza di una possibile malattia o sulla sua assenza.

Soglie di glucosio

La patologia Gastica è chiamata perché non c'erano segni di diabete in una donna prima della gravidanza. Dopo il parto, quando il corpo viene ripristinato, il livello di glucosio ritorna normale, o il diabete scorre in un altro tipo - diabete di tipo 1 (diabete mellito di tipo I) o se il paziente ha diabete mellito di tipo 2 (diabete di tipo 2).

Se le donne hanno problemi con il metabolismo dei carboidrati prima della gravidanza o già nel processo, è meglio superare un test di tolleranza al glucosio per un periodo di 25 settimane per identificare eventuali deviazioni dalla norma.

A seconda del metodo di somministrazione del glucosio nel corpo, esistono due tipi di analisi: orale (o orale) e endovenosa. Il secondo metodo è più spesso usato se il paziente per qualche motivo non può usare il "cocktail dolce" all'interno.

L'analisi OGTT viene eseguita con un carico - l'uso di 75 g di glucosio sciolto in un bicchiere d'acqua. Per l'affidabilità entro tre giorni prima di donare il sangue non dovrebbero esserci cambiamenti significativi nella dieta di una donna incinta. In alcuni casi, le donne donano sangue da una vena senza ingerire un cocktail di glucosio.

Assegni ripetuti possono essere assegnati.

Lo studio è condotto non solo per gli adulti. Anche per i bambini di età superiore ai 14 anni viene applicato questo metodo. La differenza sta nella quantità di carico preso e negli indicatori numerici che rientrano nell'intervallo normale.

Per i bambini di età inferiore ai 14 anni, l'analisi del carico non è accettabile. Le norme differiscono solo fino all'età di cinque anni, in seguito corrispondono a indicatori adulti da 3,3 a 5,5 mmol / l. Prima dell'anno, il livello oscilla intorno a 2,8 - 4,4 mmol / l.

Vale la pena notare che la presenza di elevata glicemia nel sangue non indica necessariamente il diabete nel paziente, può essere un segno di tali disturbi come:

  • eccessiva attività della ghiandola tiroidea;
  • aumento dell'attività ormonale delle ghiandole surrenali;
  • ricevere glucocorticoidi per un lungo periodo;
  • patologia pancreatica.

Bassi livelli di glucosio - ipoglicemia - si verificano in un numero di casi isolati. Lo zucchero basso è solitamente associato a un sovradosaggio di insulina nel diabete.

Ciò che è pericoloso

L'analisi in sé non è pericolosa. Questo vale per il test senza carico.

Per quanto riguarda lo studio condotto con il carico, è possibile "sovradosare" i livelli di zucchero nel sangue. Questo accade solo quando una donna incinta ha già un alto livello di glucosio, ma ci saranno sintomi che indicano chiaramente una violazione del metabolismo dei carboidrati.

OGTT non solo spendere. Durante la gravidanza con un carico, il test supera un massimo di 2 volte e solo in caso di grave sospetto di diabete. Mentre il sangue viene donato una volta un trimestre su base obbligatoria, il livello di zucchero nel sangue può essere ottenuto senza carico aggiuntivo.

Mangia diversi frutti.

Come ogni procedura medica, GTT ha una serie di controindicazioni, tra cui:

  • intolleranza al glucosio congenita o acquisita;
  • esacerbazione di malattie croniche dello stomaco (gastrite, disturbi, ecc.);
  • infezioni virali (o patologie di diversa natura);
  • tossicosi gravemente manifestata.

In assenza di controindicazioni individuali, il test è sicuro anche durante la gravidanza. Inoltre, a giudicare dalle recensioni, non presenta molto disagio durante la performance.

Le donne descrivono il cocktail di glucosio come "solo acqua dolce", che è facile da bere. Certo, se una donna incinta non soffre di tossicosi. Minor disagio lascia la necessità di prendere sangue 3 volte in due ore.

Tuttavia, nella maggior parte delle cliniche moderne (Invitro, Helix), il sangue da una vena viene preso completamente senza dolore e non lascia impressioni sgradevoli, a differenza della maggior parte delle istituzioni mediche municipali. Pertanto, se ci sono dubbi e preoccupazioni, è meglio passare l'analisi a pagamento, ma con un livello adeguato di comfort.

Non preoccuparti, andrà tutto bene

Inoltre, è sempre possibile immettere glucosio per via endovenosa, ma per questo è necessario pungere di nuovo. Ma non devi bere niente. Il glucosio viene introdotto gradualmente per 4-5 minuti.

Per i bambini sotto i 14 anni, il test è controindicato. Per loro, si effettua esclusivamente assumendo sangue senza appesantire il carico di glucosio.

Anche la quantità di cocktail dolce è diversa. Se il bambino ha un peso inferiore a 42 kg, la dose di glucosio è ridotta.

Pertanto, eseguire il test con una preparazione adeguata e il rispetto delle istruzioni non costituisce una minaccia. E in tempo non diagnosticato il diabete è un pericolo per il feto e la madre.

Il corretto metabolismo, incluso il carboidrato, è importante per lo sviluppo del feto e per il corpo della madre durante la gravidanza del bambino. La patologia rilevata è soggetta a regolazione, che nominerà certamente un ostetrico-ginecologo.

La presenza di diabete gestazionale complica il corso della gravidanza e il parto futuro. Pertanto, è importante registrarlo nella fase iniziale e apportare modifiche che contribuiscano alla normalizzazione dei livelli di zucchero nel sangue e a ridurre al minimo il danno dalla malattia.

Pertanto, nella nomina di questa analisi, le future mamme non dovrebbero preoccuparsi e trattare con la dovuta attenzione al test. Dopotutto, la prevenzione è il trattamento migliore, specialmente quando non si tratta di una vita, ma di due alla volta.

Fetido sgabello in un bambino

L'uso di grano saraceno con pancreatite