Indice glicemico del caffè

L'indice glicemico è un indicatore condizionale della velocità di scissione dei carboidrati da un particolare prodotto e del loro effetto sul livello complessivo di zucchero nel corpo. IG alto negli alimenti che contengono zuccheri facilmente digeribili, zuccheri a lento assorbimento. I chicchi di caffè contengono zucchero, quando vengono tostati, vengono caramellati e rilasciati e durante la preparazione della bevanda si dissolvono e si trasformano in essa. Gli zuccheri disciolti vengono rapidamente assorbiti, il che causa un caffè GI piuttosto alto. Inoltre, anche il contenuto totale di caffeina influisce: più è alto, più è alto l'indice glicemico della bevanda. Se si costruisce la nutrizione con questi indicatori in mente, è importante conoscere l'indice glicemico del caffè, naturale, solubile e integrato.

Come utilizzare i dati sull'indice glicemico del caffè

L'indice glicemico del caffè è particolarmente importante per tre categorie di amanti del caffè:

  • atleti che compongono il suo programma di dieta per l'aumento di peso o bruciare i grassi;
  • pazienti diabetici che controllano i livelli di zucchero nel sangue;
  • aderendo alla dieta Montignac, costruita con alimenti GI.

Gli atleti una tazza di caffè prima dell'allenamento aiuta ad impegnarsi più intensamente, c'è più energia e forza. In questo caso, basta appena un caffè nero naturale, ma puoi bere con lo zucchero.

I diabetici devono controllare i loro livelli di zucchero nel sangue, ed è consigliabile preferire cibi e bevande a basso indice glicemico. Pertanto, il caffè a base di latte dolce non fa per loro. È preferibile preferire il caffè naturale con pochi cucchiai di latte.

Montignac dieta consiglia di scegliere alimenti con un basso indice glicemico, e quindi se si vuole perdere peso e mettere in pratica i principi di questo metodo, bevanda americano, caffè espresso o ristretto, ma un po 'poiché lo zucchero rapidamente depositate come grasso.

Indice glicemico del caffè, a seconda del metodo di preparazione

Più a lungo il caffè interagisce con l'acqua, maggiore è la percentuale di caffeina e zuccheri che entrano nella bevanda, il che significa che maggiore sarà l'indice glicemico.

  • Il ristretto indice glicemico: solo 15-20 secondi di grano a contatto con l'acqua.
  • Al secondo posto c'è espresso, circa 30 secondi di preparazione.
  • Al terzo posto, il caffè delle macchine da caffè a goccia e capsule.
  • La massima caffeina in una bevanda prodotta in una stampa turca o francese, o quando il caffè viene semplicemente versato con acqua e lasciato in infusione.

Indice glicemico del caffè naturale

Se si calcola attentamente la quantità di zucchero e di energia (ciò può essere fatto sui tavoli su Internet), è possibile che i dati varieranno leggermente. In media, l'indice glicemico del caffè naturale è compreso tra 42 e 52, questa differenza è dovuta a diversi fattori:

  • Tipo di caffè: l'Arabica contiene il 3% in più di zucchero, ma in Robusta quasi 2 volte più caffeina, il che significa che il suo indice glicemico è più alto.
  • Varietà di caffè e luogo di crescita: si ritiene che nell'arabica colombiana ci sia più caffeina che nella stessa varietà di altri paesi. Le varietà di alta montagna contengono meno caffeina delle varietà a valle.
  • Caratteristiche e metodo di preparazione del caffè.

Indice glicemico del caffè istantaneo

In confronto con una bevanda naturale, l'indice glicemico di caffè solubile sarà sempre più alto - da 50 a 60. Ciò è dovuto al fatto che la bevanda solubile composto principalmente da cereali più economica robusta, in cui la caffeina è maggiore di arabica. Inoltre, a pochissime persone piace il gusto del caffè istantaneo senza latte e zucchero, e questi prodotti aumentano ulteriormente l'indice glicemico della bevanda.

Il più alto indice glicemico nelle miscele di polveri "3 in 1", con latte in polvere e zucchero è 70-80.

Indice glicemico del caffè con latte

Il latte riduce leggermente la concentrazione di caffeina nella tazza, ma di per sé ha un indice glicemico di 30. Ecco le informazioni sull'indice glicemico di diversi tipi di caffè con latte, ma senza zucchero:

  1. Caffè macinato naturale con latte - 38-42;
  2. Caffè macinato naturale con crema - 50-55;
  3. Latte - 75-90;
  4. Americano con latte - 28-33;
  5. Espresso con latte - 18-23;
  6. Caffè istantaneo con latte - 50-55.

Indice glicemico del caffè con zucchero

L'indice glicemico dello zucchero è 75, che è molto. Ogni volta, aggiungendo zucchero al caffè, aumenti significativamente l'indice glicemico totale della bevanda.

  1. Caffè nero naturale con zucchero GI - 60;
  2. In caffè istantaneo con zucchero GI - 70.

conclusione

  • L'indice glicemico minimo per ristretto o espresso con latte, ma senza zucchero.
  • L'indice glicemico del caffè è influenzato dal tipo di grano, dalla varietà e dal luogo di crescita, nonché dal metodo di preparazione.
  • GI massimo - per caffè istantaneo "3 in 1" e un latte, che ha molto latte.
  • Gli atleti possono bere un caffè prima di un allenamento, i diabetici e le diete Montignac - scegli americano, espresso o ristretto, possibilmente con una piccola quantità di latte.

L'indice "Caffè con latte" ha raggiunto livelli record

A novembre 2014, l'indice "Coffee with Milk" (KSM) è cresciuto del 3% rispetto a ottobre 2014 e del 15% rispetto a novembre dello scorso anno. Il valore dell'indice a novembre era di 820 punti. Questo è un record assoluto per l'intero periodo di osservazione di sette anni. Il precedente record, registrato a marzo di quest'anno, era inferiore di quasi l'1,5%. Per la prima volta dal 2010, il valore dell'indice a novembre era superiore al suo valore nel marzo dello stesso anno. La crescita dell'indice KSM a novembre nel contesto dell'anno è dovuta a un aumento del 10-15% dei prezzi medi reali di tutti i prodotti inclusi nell'Indice, nonché a un aumento del volume naturale degli acquisti di questi prodotti del 3-8%.

L'indice "Caffè con latte" (KSM) viene calcolato, proprio come l'indice dell'indice di attività di consumo (IPA), già tradizionale, basato sui dati del pannello di scansione Romir *. La base per il calcolo del nuovo indice è la dinamica dei prezzi e dei volumi di consumo di 4 categorie di beni: caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato. I dati sugli acquisti di questi prodotti sono ricevuti online utilizzando la tecnologia di scansione dei codici a barre da 10.000 partecipanti al pannello di scansione in 32 città della Russia con una popolazione di 100.000 o più.

Perché questi prodotti sono stati scelti per il calcolo dell'indice? Caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato in generale non sono prodotti essenziali. La Russia è sempre stata e continua a essere un tè piuttosto che un caffè. C'è un sacco di dibattito sui benefici del latte per gli adulti. L'acqua in bottiglia inizia a essere consumata "dalla vita buona", altrimenti si può bere acqua filtrata e persino dal rubinetto. Il cioccolato, in contrasto con lo zucchero, che è incluso nel paniere minimo del consumatore, non è il dolcificante principale, quindi può essere considerato giustamente una prelibatezza.

Pertanto, gli ingredienti dell'indice "Caffè con latte" sono, in effetti, un insieme elementare di "piaceri semplici". È interessante notare che l'indicatore dei prezzi "Caffè con latte" in diversi gruppi di reddito differisce leggermente. Inoltre, non c'erano differenze evidenti nell'indice per i residenti di diversi tipi di città. Cioè, l'indice "Caffè con latte" è un indicatore unificante per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

Rispetto a novembre dell'anno precedente, l'indice KSM quest'anno è cresciuto del 15%. Questa è la crescita più alta negli ultimi 5 anni (vedi diagramma 1). Tuttavia, occorre notare che nel novembre 2013 l'indice KSM è stato registrato in diminuzione del 3% rispetto al valore di novembre 2012. Pertanto, la crescita su due anni è stata solo del 12,5%, che è significativamente inferiore all'inflazione accumulata in questo periodo (17,5%).

Per tre anni (da novembre 2011), l'indice KSM è cresciuto solo del 22% (una crescita media del 7% annuo), anche in ritardo rispetto alla stima ufficiale Rosstat dell'inflazione del mercato dei consumi nel periodo (25%).

La crescita dell'Indice in termini annuali (da novembre 2014 a novembre 2013) è principalmente dovuta all'aumento dei prezzi di tutti i prodotti inclusi nell'Indice, ad eccezione dell'acqua in bottiglia. Il prezzo del caffè per l'anno è aumentato del 10%. Il prezzo medio di acquisto reale del latte è aumentato del 14,7%, a 45 rubli e 41 kopeck per litro. Il prezzo di una barretta di cioccolato è aumentato del 16% nel corso dell'anno. Per 2,5 anni, il tasso di crescita annuale dei prezzi del latte variava dall'11 al 19%. È interessante notare che un aumento così significativo del prezzo del cioccolato si è verificato per la prima volta dall'estate del 2011. Anche i volumi di consumo naturale sono aumentati: caffè - dell'8,5%, latte - del 4,5%, cioccolato - del 3%. L'indice KSM potrebbe mostrare una crescita annuale più elevata, ma ciò è stato impedito da una diminuzione del volume degli acquisti di acqua in bottiglia in termini reali del 7% a prezzi stabili per questo prodotto.

Grafico 1. Dinamica dell'indice del latte al caffè. Gennaio 2010 - novembre 2014.

Fonte: Romir Scan Panel, novembre 2014

A Mosca, l'indice KSM a novembre 2014 è aumentato del 3% rispetto al valore di settembre 2014 e del 16,5% rispetto a novembre 2013. Per tre anni (da novembre 2011) la crescita dell'indice KSM nella capitale è stata solo del 13,5%, che è quasi il doppio rispetto al tasso di inflazione al consumo. Per sei anni (da novembre 2008), la crescita dell'indice è stata solo del 45%, che è inferiore al tasso di inflazione cumulativa al consumo di oltre 20 punti percentuali.

L'indice di crescita annuale KSM a Mosca (16,5%) si è verificata per l'incremento del prezzo del caffè (+ 25%), cioccolato (+ 19%) e latte (+ 11%), nonché a causa della crescita dei volumi di acquisti di latte da 22 %. La crescita del consumo di latte liquido può essere dovuto al fatto che alcuni consumatori sostituiscono i prodotti lattiero-caseari (yogurt probiotico costosi) del latte normale. A novembre 2014, i moscoviti hanno acquistato l'11% in meno di caffè, il cui prezzo è aumentato drasticamente. Il consumo naturale di acqua in bottiglia è diminuito del 7% rispetto all'anno precedente, nonostante il suo prezzo sia rimasto invariato.

A novembre, i moscoviti benestanti hanno trovato di nuovo l'opportunità di acquistare acqua e caffè a prezzi interessanti. Non solo essi pagano per questi prodotti in media del 15-35% in meno rispetto al novembre 2013, quindi anche i prezzi di acqua e caffè in termini assoluti sono state inferiori del 35-40% rispetto a quello dei consumatori con redditi medi e bassi. Risparmiare acqua non è riuscito perché il consumo principale rappresentato una grande quantità di imballaggi e caffè - attraverso la partecipazione attiva in promozioni come "2 per 1". Di conseguenza, i consumatori prosperi hanno acquistato 1,5 volte più caffè (in grammi) rispetto ai segmenti medi e a basso reddito della popolazione.

In altre grandi città, a novembre 2014, l'indice KSM è aumentato del 3,4% rispetto a ottobre 2014 e del 15% rispetto a novembre 2013. Per tre anni (da novembre 2011), l'indice è cresciuto del 27%, che supera leggermente l'inflazione del mercato dei consumatori in questo periodo. Per sei anni (da novembre 2008), l'indice è cresciuto del 77%, che supera di oltre 10 punti il ​​tasso generale di inflazione del mercato dei consumatori.

A novembre, i ricchi residenti delle grandi città hanno acquistato il caffè a un prezzo doppio rispetto a novembre 2013. Tuttavia, gli acquisti di caffè sono stati effettuati del 70% in più rispetto a ottobre dello stesso anno e del 35% in più rispetto a novembre 2013.

* Il pannello di scansione delle famiglie del pannello di scansione di Romir è basato sui dati di consumo di 10.000 russi, che rappresentano il comportamento dei consumatori e dei consumatori dei residenti nelle città russe con una popolazione di oltre 100 mila persone. I membri del pannello scansionano i codici a barre di tutti gli oggetti acquistati portati a casa. Scansione dei dati in modalità online entra nel database del pannello di scansione.

L'indice "Caffè con latte" diluito con acqua

Il consumatore russo ha iniziato a spendere soldi per il cioccolato, il che significa che è fiducioso per il futuro. Così dicono gli analisti che hanno registrato l'indice di crescita "Caffè con latte".

L'indice "Caffè con latte", calcolato dalla holding di ricerca Romir, riflette la dinamica dei consumi e dei prezzi di quattro tipi di merci: caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato. Secondo gli analisti, per la maggior parte dei consumatori domestici questi prodotti non sono prodotti essenziali e quindi possono essere considerati una raccolta di piaceri semplici, la cui domanda riflette la fiducia economica dei russi. Per la prima volta da molto tempo, l'indice Coffee with Milk non è cresciuto a causa dell'inflazione, ma a causa di un aumento dei consumi.

A ottobre, l'indice ha deliziato gli analisti, aumentando di settembre dello 0,8% a 944 punti. Esperti di dinamiche positive "Romir" record per il terzo mese consecutivo. In termini annuali, l'indicatore è cresciuto dall'inizio dell'autunno. Tuttavia, per la prima volta da giugno 2015, l'aumento ha fornito non solo aumenti dei prezzi, ma anche volumi di consumo. Quindi, rispetto a ottobre 2015, "Caffè con latte" ha recuperato del 7,9%, superando l'inflazione accumulata per questo periodo del 6,1%.

"I fiumi del latte di caffè rimangono nelle banche di cioccolato stabili. I russi non rifiutano i piaceri semplici anche con l'aumento dei prezzi per componenti dell'indice di piccole gioie gastronomiche "concludono gli esperti.

I dati di Romir si basano su un paniere di 13.000 famiglie in 180 città con una popolazione di oltre 10.000. I partecipanti allo studio hanno scannerizzato i codici a barre di tutti i beni acquistati portati a casa e hanno trasferito i dati agli analisti.

Produttori e dettaglianti, che Fontanka ha chiesto di verificare le conclusioni dei sociologi per la loro forza, hanno confermato che il rallentamento dell'inflazione ha permesso ai russi di acquistare più prodotti. Ma fino a quando l'abbondanza è lontana, sottolineano.

I russi si sono permessi di comprare più acqua in bottiglia e caffè. Secondo gli esperti di Romir, l'acqua in bottiglia inizia ad essere consumata da una vita buona: quando è vuota nel portafoglio, puoi berla filtrata, o anche dal rubinetto. Il fatto che i compatrioti di ottobre abbiano acquistato il 19% in più di questo prodotto rispetto a un anno prima indica un serio aumento della fiducia dei consumatori.

Ma a quanto pare, i russi preferivano prodotti più economici. Pertanto, il costo di un litro acquistato dai partecipanti al sondaggio è diminuito del 4,5% rispetto allo scorso anno. Secondo Rosstat, l'acqua in bottiglia non solo è diminuita nel prezzo, ma è aumentata del 2,7%.

Questa conclusione è confermata dai rivenditori. Ad esempio, secondo la rete Real, la domanda di acqua è quasi raddoppiata. Ma ciò è dovuto ad un aumento delle vendite del proprio marchio, che è più economico rispetto alle sue controparti di marca.

Nei negozi "Dixie" ha acquistato l'8% in più di acqua da tavola rispetto allo scorso anno. La società sottolinea che non è collegata ai prezzi. "La priorità, come prima, è data al proprio marchio", ha commentato il servizio stampa del rivenditore.

Nell'ottobre 2016, i russi hanno bevuto a casa il 5% in più di caffè rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, sebbene la bevanda rinvigorente sia aumentata del 4,1%. Questo, secondo gli analisti di Romir, è anche un indicatore della volontà dei cittadini di spendere soldi per i piaceri semplici, perché la Russia continua a essere un paese del tè e il caffè non è un prodotto della domanda di massa.

"Nel 2016 abbiamo visto un aumento del consumo di caffè - con il mercato ottobre 2015 in termini di volume è aumentato già del 5,5%", - il servizio stampa di uno dei maggiori produttori di caffè "Orimi commerciali".

Tuttavia, la società sostiene che il caffè non ha bevuto meno durante la crisi del 2015, sebbene i tassi di crescita dei consumi siano scesi all'1,5%.

La crescita della domanda è stata condizionata dal rallentamento dell'inflazione: a settembre 2015, il prezzo medio è aumentato del 24% rispetto all'anno precedente, a settembre 2016 - dell'8%. La popolarità del caffè sta crescendo grazie agli sforzi dei produttori per promuovere i prodotti e lo sviluppo di nuovi formati di consumo: le caffetterie e il formato "coffee to go".

Dixy Group nel 2016 venderà il 3% in più di caffè in termini reali rispetto al 2015. Il 70% di tutte le vendite ha rappresentato il caffè istantaneo, ma la sua quota è in graduale diminuzione: gli acquirenti preferiscono sempre acquistare il prodotto in grani o in terra.

Tuttavia, qui i russi non sono inclini a sprecare denaro. "Il segmento premium non si sente molto bene, l'economia è in crescita", sottolinea Ramaz Chanturia, direttore generale di Roschaykof. Ciò è confermato da Rosstat, secondo cui, nel corso dell'anno, il costo del caffè istantaneo è aumentato del 10%, caffè naturale - dell'11%, cioè due volte più di quello di Romir.

Ma con il cioccolato e il latte le cose non sono così rosee. I russi hanno acquistato lo 0,1% in più di barrette di cioccolato rispetto a ottobre 2015. Ma questo è ancora un buon risultato, dato che i prezzi sono aumentati del 13,3% nel corso dell'anno (secondo Rosstat, del 12,8%).

"Se i prezzi di cioccolato rimbalzato nel 2015 nella vendita al dettaglio di quasi il 40% a causa della svalutazione e il deficit nel mercato del cacao, l'inflazione 2016 ha rallentato in modo significativo," - dice il capo del Centro per il mercato dolciario ricerca Elizaveta Nikitin.

Secondo lei, il russo medio ora mangia 4 kg di cioccolato all'anno, il peggior risultato in quattro anni. Tuttavia, pre-stagione di nuovo anno dà speranza per la crescita - dei prezzi delle materie prime sul mercato all'ingrosso è andato giù, il rublo si è stabilizzata, e la popolazione è stanca della necessità di risparmiare, spiega.

L'unica categoria per la quale gli intervistati Romir hanno cominciato a spendere meno è il latte. Secondo gli analisti, l'aumento dei prezzi di questo prodotto del 7,7% per l'anno è stato negato da un calo del consumo del 7,8%.

Secondo Rosstat, nell'ottobre 2016, il costo di un litro di latte pastorizzato del 2,5-3,2% di grassi è stato del 6,8% superiore a un anno prima. In precedenza, l'Unione nazionale dei produttori di latte (Soyuzmoloko) ha riferito che nel 2016, per la prima volta negli ultimi anni, il consumo di prodotti caseari è diminuito a causa della riduzione dei redditi delle famiglie. Tuttavia, il servizio stampa dell'organizzazione ha chiarito che ciò si applica principalmente al formaggio e al burro, mentre la domanda di latte rimane stabile.

I rivenditori di Petersburg hanno persino aumentato le loro vendite. Ad esempio, la catena "Real" ha venduto il 35% in più di confezioni di latte in ottobre rispetto a un anno prima, nonostante un aumento del prezzo del 7,2%.

Ma l'aumento del prezzo delle materie prime causa preoccupazione per gli operatori del mercato.

"In ottobre 2016 rispetto a settembre, il prezzo medio del latte prima agricola è aumentata del 4,9% e si attesta a 22,25 rubli / kg, IVA esclusa.", - ha detto l'associazione, notando che è notevolmente superiore a quello aumento stagionale dei prezzi.

Tuttavia, secondo gli operatori di mercato, mentre questo non ha influenzato i prezzi al dettaglio. "Per quanto ne so, i rivenditori non hanno accettato l'aumento, annunciato dai produttori in ottobre", ha dichiarato Georgy Zhitmarev, vice-direttore del caseificio Piskarev. Tuttavia, secondo gli esperti Soyzmolok, il latte crudo continuerà a salire nel primo trimestre del 2017. Tuttavia, la riduzione della domanda dei consumatori potrebbe rallentare.

L'indice "Caffè con latte" sta crescendo per il quinto mese consecutivo

L'indice "Caffè con latte" mostra un andamento positivo per cinque mesi consecutivi. A novembre, l'indicatore ha aggiunto il 4,1% e ha raggiunto il livello di 987 punti. A proposito di questo venerdì, 21 dicembre, ha riferito nella ricerca holding "Romir". In termini annuali, la crescita è stata del 5,1%.

Caffetteria chiavi in ​​mano. L'uomo d'affari Stanislav Bokov sviluppa un'azienda che produce, arrostisce e vende caffè

Come autori del rapporto, i russi stanno attivamente aumentando il loro appetito per il caffè con latte e cioccolato. Il fattore di crescita nell'ultimo mese è stato l'aumento del volume degli acquisti di cioccolato - del 9,2% in una volta. Il volume degli acquisti e l'aggiunta di acqua - del 7,2%. Allo stesso tempo, l'acqua del mese è aumentata del 5,3%, mentre il prezzo del cioccolato è rimasto pressoché invariato, perdendo solo lo 0,1%. Caffè e latte a novembre sono stati acquistati quasi allo stesso prezzo di un mese prima - l'aumento era inferiore all'uno per cento. I volumi di acquisto sono leggermente cambiati: il caffè è stato acquistato 1,6% in più rispetto a ottobre e il latte è stato inferiore dello 0,6%.

L'indice "Caffè con latte" è calcolato sulla base dei dati del pannello di scansione della famiglia di pannelli Romir Scan. La base è la dinamica dei prezzi e dei volumi di consumo di 4 categorie di beni: caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato. I dati sugli acquisti di questi prodotti arrivano online utilizzando la tecnologia di scansione dei codici a barre da 40mila partecipanti al pannello di scansione in 220 città della Russia con una popolazione di 10 mila e oltre.

"Caffè, latte, acqua minerale e cioccolatini in generale, non sono prodotti di prima necessità. La Russia è sempre stata e rimane ancora più tè di paese del caffè. I benefici del latte per gli adulti è molto dibattito. L'acqua in bottiglia inizia ad essere consumato" una buona vita " altrimenti si può bere acqua filtrata o addirittura toccare cioccolato, in contrasto con lo zucchero, che fa parte del paniere minimo di consumo, non è il dolcificante primario, in modo che possa davvero essere considerata una prelibatezza, "-. circa yasnyayut nelle vostre scelte alimentari "Romir".

L'indicatore statistico, si crede nell'azienda, si sta unendo per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

Cucinare a casa Latte - caffè con latte in italiano

Probabilmente, molti hanno sentito dire che gli italiani hanno uno chadolyubiyu speciale. E non c'è assolutamente alcun motivo per dubitare di questo - sono andati così lontano nel loro amore per i bambini che hanno inventato un modo speciale per fare il caffè in particolare per loro. Caffè latte oggi può essere trovato nel menu di quasi tutti i ristoranti e caffè.
Cos'è il caffè latte
Il nome completo di questa bevanda al caffè sembra latte macchiato. Si tratta di un cocktail a strati composto da tre strati: caffè, latte e schiuma di latte fortemente montata. Si dice che gli italiani abbiano inventato un tale metodo di preparazione e di erogazione del caffè specifico per i bambini, in modo che potessero partecipare alle riunioni di caffè con gli adulti e allo stesso tempo bere una specie di caffè in cui ci sarebbe molto meno caffeina.

Tuttavia, molti adulti preferiscono anche il latte al caffè normale. Nei ristoranti e nelle caffetterie, viene preparato utilizzando speciali macchine da caffè, che consentono di ottenere una schiuma di latte insolitamente densa e spessa e persino di decorarla con un bel motivo di caffè. Lo servono in speciali calici di vetro alti, che non saranno peggiori.

Di recente, nei negozi sono comparse le macchine da caffè per uso domestico con la funzione di produrre caffè latte.
Come fare il caffè latte macchiato a casa
Per compiacere questo non solo delizioso, ma anche una bella bevanda della loro casa, per 1 bicchiere di caffè latte avrete bisogno di:
- 150 g di latte grasso;
- 50 g di caffè preparato;
- 1 cucchiaino. sabbia di zucchero;
- ½ cucchiaino di cioccolato grattugiato.

Grattugiare il cioccolato su una grattugia e metterlo in frigo per evitare che le scaglie di cioccolato si sciolgano. Friggete i chicchi di caffè in una padella calda e calda, mescolando continuamente, fino a quando appare la lucentezza oleosa. Lasciare che i fagioli si raffreddino leggermente e macinarli in un macinacaffè il più piccolo possibile. Prepara un caffè normale senza zucchero nelle proporzioni che preferisci in turco e filtralo con un setaccio fine.

Il latte intero è usato per fare il latte macchiato, poiché la schiuma in questo caso è più spessa e dura più a lungo.
Bollire il latte, versarlo in una ciotola profonda e frullare con un frullatore o un frullatore. È necessario utilizzare elettrodomestici al posto della solita frusta per battere, in modo che il processo vada il più rapidamente possibile e il latte non abbia il tempo di raffreddarsi. Versare il latte nei bicchieri in modo che la schiuma si sollevi, quindi versare delicatamente il caffè caldo filtrato nei bicchieri con un getto sottile. A causa della differenza di temperatura e densità, il caffè, nonostante sia versato dopo il latte, affonderà sul fondo del bicchiere. Cospargere le scaglie di cioccolato sulla schiuma di latte. Metti in bicchieri alti, abbastanza spessi, tubi e servi il caffè sul tavolo. Per gli amanti del latte per adulti, puoi aggiungere un po 'di rum o liquore al tuo caffè.

Indice "Caffè con latte": l'aumento dei prezzi riduce la quantità di piacere

Perché questi prodotti sono stati scelti per il calcolo dell'indice? Caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolata in generale non sono prodotti del primo e ci sono molte polemiche. L'acqua in bottiglia inizia a essere consumata "dalla vita buona", altrimenti si può bere acqua filtrata e persino dal rubinetto. Il cioccolato, in contrasto con lo zucchero, che è incluso nel paniere minimo del consumatore, non è il dolcificante principale, quindi può essere considerato giustamente una prelibatezza.

Pertanto, gli ingredienti dell'indice "Caffè con latte" sono, in effetti, un insieme elementare di "piaceri semplici". È interessante notare che l'indicatore dei prezzi "Caffè con latte" in diversi gruppi di reddito differisce leggermente. Inoltre, non c'erano differenze evidenti nell'indice per i residenti di diversi tipi di città. Cioè, l'indice "Caffè con latte" è un indicatore unificante per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

La primavera 2014 era, come dicono gli economisti, ricca di shock esterni. La banca centrale ha continuato a "ripulire" le banche di scarsa qualità, aumentando il nervosismo tra i depositanti, che erano già molto preoccupati per il deprezzamento del rublo rispetto al dollaro e all'euro. La minaccia di sanzioni da parte degli Stati Uniti e dell'Europa occidentale ha causato un aumento della fuga di capitali dalla Russia e un'altra ondata di tagli agli investimenti. La crescita del PIL nel 1 ° trimestre è rallentata a quasi zero punti, mentre i redditi reali della popolazione sono diminuiti per la prima volta dopo il 2009.

Tutto ciò non poteva che provocare nervosismo tra i consumatori. All'inizio dell'anno vi è stato un deflusso di fondi dai depositi bancari e una domanda eccessiva di valuta estera. Nel solo mese di marzo, la popolazione ha acquisito circa 8 miliardi di dollari in contanti e 5 miliardi di euro.

Maggiore interesse nell'acquisizione di immobili e, di conseguenza, il numero di transazioni nel mercato di Mosca è aumentato del dieci percento. Ma i mercati delle apparecchiature domestiche e informatiche, al contrario, sono diminuiti del 10%. Ma tutti questi eventi praticamente non hanno influenzato i beni della domanda quotidiana.

Per tre mesi consecutivi, da novembre a gennaio, l'indice "Caffè con latte" è diminuito su base annua. Poiché l'indice riflette l'attività dei consumatori in relazione agli acquisti di numerosi beni di consumo, è lungi dall'essere essenziale, si potrebbe affermare che entro la fine del 2013 questi mercati erano anche in preda a una recessione. Il calo dell'attività dei consumatori è proseguito all'inizio del 2014.

Ma a febbraio, questa spiacevole tendenza è stata interrotta. L'indice "Caffè con latte" è cresciuto di oltre il 6% rispetto a gennaio e del 5% rispetto a febbraio 2013. A marzo, la tendenza positiva è proseguita. L'indice è cresciuto di un altro 5,2% rispetto a febbraio e ha raggiunto 809 punti - un livello record per l'intero periodo di osservazione Romir. Tuttavia, ad aprile, l'indice, come al solito, è diminuito. E non sul solito e previsto 2-3%, ma immediatamente dell'8%. Tuttavia, il valore dell'indice di 745 punti era superiore del 3% rispetto al valore di aprile 2013.

A maggio è proseguito il tradizionale calo stagionale dell'indice "Caffè con latte". Tuttavia, questo calo è stato inferiore rispetto agli anni precedenti - solo del 3% rispetto ad aprile e non del 5-7%, come nel 2009-2012. Di conseguenza, il valore nominale dell'indice di 723 punti è tornato al livello di gennaio 2014. Mentre negli anni precedenti a maggio è sceso notevolmente al di sotto dei livelli di gennaio, aprendo il periodo dei minimi stagionali dell'indicatore (cfr. Diagramma 1). Rispetto a maggio 2013, l'indice "Caffè con latte" è aumentato del 2%.

E se a febbraio abbiamo espresso una timida speranza che non abbiamo a che fare con una "liberazione" accidentale, ma con un cardinale cambiamento in una tendenza estremamente spiacevole che ha preso forma nella seconda metà dello scorso anno, ora possiamo parlare di questo con molta confidenza. La crescita è certamente modesta, ma non più una recessione. Nell'arco dei tre anni (da maggio 2011), l'indice KSM è cresciuto del 14%, che è circa 1,5 volte inferiore alle stime ufficiali dell'inflazione del mercato al consumo in questi tre anni. Nell'arco di cinque anni (da aprile 2009), l'indice KSM è cresciuto del 38,5%, che è anche inferiore alle stime dell'inflazione del mercato al consumo (45%) in questo periodo.

Grafico 1. Dinamica dell'indice del latte al caffè. Gennaio 2010 - maggio 2014

Dati: Romir Scan Panel, maggio 2014

Rispetto a maggio 2013, il prezzo medio di acquisto reale dell'acqua in bottiglia è aumentato dell'11%. Il cioccolato è aumentato del 15% e il latte del 23%. Ma il caffè è diminuito del 5%. Per sei anni (dalla primavera del 2008) il caffè è aumentato del prezzo solo del 30%. Il tasso medio di crescita dei prezzi per questo prodotto era inferiore al 5% all'anno. Ma il resto dei prodotti ha aggiunto il prezzo in sei anni al 60-70%.

La risposta dei consumatori all'accelerazione della crescita dei prezzi è stata la diminuzione dei volumi di consumo naturale, in stretta conformità con la teoria economica di base del comportamento dei consumatori. Il volume degli acquisti di acqua e latte è diminuito del 9% nel corso dell'anno, il cioccolato - del 15%. Ma il caffè, che è diminuito nel prezzo, è stato acquistato fino a maggio 2013. I volumi di consumo di latte e acqua sono tornati al livello della primavera del 2008. Ma il caffè e il cioccolato nel maggio 2014 sono stati acquistati il ​​20% in più rispetto a sei anni fa.

Dopo ad aprile, i consumatori facoltosi si sono riforniti di caffè a basso costo, i prezzi e i volumi di consumo di questo prodotto da questo gruppo di consumatori sono tornati ai loro soliti indicatori. Altri gruppi di consumatori non hanno notato alcun consumo anormale in nessuno dei prodotti.

A Mosca, l'indice KSM a maggio è diminuito del 4% rispetto ad aprile e del 12% rispetto ai livelli record di marzo 2014. Nel corso dell'anno, a partire da maggio 2013, è cresciuto del 5,5%. Per tre anni (da maggio 2011) l'indice "Caffè con latte" nella capitale è cresciuto solo del 9%, che è più del doppio rispetto ai valori dell'inflazione al consumo. Per cinque anni (da maggio 2009), la crescita è stata del 39%, che è leggermente inferiore al livello di inflazione accumulato nel quinquennio.

La crescita annuale dell'indice KsM a Mosca del 5,5% è dovuta ad un aumento del consumo di cioccolato del 5%, mentre il prezzo di questo prodotto è cresciuto solo del 5%. Anche i prezzi del latte, cresciuti del 21% nel corso dell'anno e solo in parte compensati da una diminuzione dei consumi dell'8,5%, hanno contribuito alla crescita dell'indice. L'aumento dei prezzi dell'acqua in bottiglia dell'8% non è stato quasi compensato da un calo del consumo dell'1,5%. Ma la diminuzione del prezzo medio di acquisto reale del caffè del 10% è stata completamente compensata dall'aumento del volume di acquisto di questo prodotto.

I benestanti moscoviti hanno ancora una volta trovato l'opportunità (promozioni, offerte speciali, bonus) di acquistare caffè a due volte meno dei rappresentanti dei gruppi meno abbienti. A un prezzo due volte inferiore a un anno e sei anni fa, hanno aumentato il volume degli acquisti mensili di 1,5 volte rispetto al solito livello. Nello stesso gruppo c'è stata una diminuzione inspiegabile del consumo di acqua in bottiglia - di oltre il 20% rispetto a maggio 2013.

Se ipotizziamo che la maggior parte dei ricchi moscoviti nel maggio di quest'anno, rispetto a maggio del passato, siano andati in giro per il paese e all'estero, anche il consumo di latte dovrebbe diminuire. Tuttavia, questo non è accaduto. Nel maggio 2014, i ricchi moscoviti hanno acquistato latte anche del 5% in più rispetto a maggio 2013.

In altre grandi città nel maggio 2014, l'indice KSM è diminuito del 2% rispetto ad aprile e del 10% rispetto a marzo. Per l'anno, il valore dell'indice non è cambiato. Per tre anni (da maggio 2011) la crescita dell'indice è stata del 16,5%, che è 1,5 volte inferiore al tasso di inflazione del mercato consumer. Per cinque anni (da maggio 2009), l'indice è cresciuto del 39%, anch'esso leggermente inferiore al valore dell'inflazione al consumo nel quinquennio.

La stabilità dell'indice in termini annuali è dovuta al fatto che l'aumento dei prezzi dell'acqua (+ 11%), latte (+ 24%) e cioccolato (+ 18%) è stato compensato da una diminuzione del consumo di questi prodotti - rispettivamente del 12%, 10% e 20%. Anche nel caffè più economico del 3%, i residenti delle grandi città hanno acquistato il 3% in meno rispetto a maggio 2013.

  • * Il pannello di scansione delle famiglie del pannello di scansione di Romir è basato sui dati di consumo di 10.000 russi, che rappresentano il comportamento dei consumatori e dei consumatori dei residenti nelle città russe con una popolazione di oltre 100 mila persone. I membri del pannello scansionano i codici a barre di tutti gli oggetti acquistati portati a casa. Scansione dei dati in modalità online entra nel database del pannello di scansione.

Coopinhal: il mondo del caffè

Il primo mese di primavera si è rivelato nevoso e freddo. Ma non è facile spazzare via le aspettative della primavera tanto attesa. Pertanto, per compensare i capricci della natura e almeno per compiacere se stessi con qualcosa prima del disgelo, i russi hanno iniziato a consumare caffeina più attivamente (apparentemente era più facile svegliarsi la mattina) e cioccolato (che è noto per essere una fonte di endorfine, ormoni della gioia).

E come risultato del consumo più attivo di piccole gioie, l'indice "Caffè con latte" (XM) nel marzo di quest'anno ha raggiunto un valore record per l'intero periodo di osservazione: 787 punti, superando, anche se solo di 1 punto simbolico, il valore di dicembre dell'anno scorso. Ciò è accaduto anche per la prima volta in cinque anni. Rispetto a marzo 2012, la crescita dell'indice è stata del 7,7%. I fenomeni di marzo sono stati: il calo del tasso di crescita dell'indice a Mosca e la crescita compensativa in altre grandi città del paese, secondo lo studio Romir.

È interessante notare che l'indicatore dei prezzi "Caffè con latte" in diversi gruppi di reddito differisce leggermente. Inoltre, non c'erano differenze evidenti nell'indice per i residenti di diversi tipi di città. Cioè, l'indice "Caffè con latte" è un indicatore unificante per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

A febbraio 2013, ci si poteva aspettare un tasso di crescita relativamente alto dell'indice Coffee with Milk. Così è stato negli anni precedenti. Dopo un tasso di crescita dell'indice relativamente basso negli anni pari (2008 e 2010), è seguito un tasso di crescita elevato dell'indice negli anni dispari (2009 e 2011). Di conseguenza, due anni - pari e dispari - hanno dato un totale del 25-30% della crescita totale dell'indice. Tuttavia, febbraio 2013 ha inaspettatamente presentato una sorpresa. Dopo una crescita dell'indice più che moderata nel febbraio 2012, a febbraio 2013 KSM è cresciuta solo del 2% simbolico. Pertanto, in due anni l'indice è cresciuto solo del 6%.

Ma, purtroppo, marzo ha completamente compensato il rallentamento di febbraio. L'indice a marzo 2013 è aumentato immediatamente del 7,4% rispetto ai dati di febbraio e ha raggiunto un massimo storico di 787 punti. Questo valore è superiore di 1 punto rispetto al valore record di dicembre 2012. Ciò è accaduto per la prima volta per l'intero periodo di osservazione, in modo che il valore di marzo dovesse superare, anche se simbolicamente, il valore del dicembre precedente. Nel corso dell'anno (da marzo 2012), l'indice è cresciuto del 7,7%. Per due anni (da marzo 2011) - del 14,7%.

La crescita dell'indice KSM a marzo è dovuta ad un aumento del consumo di caffè e cioccolato (con prezzi stabili per questi prodotti) e ad un aumento del prezzo di acquisto reale dell'acqua in bottiglia (anche se con una diminuzione del volume del suo acquisto). Il volume degli acquisti di latte e i prezzi medi di acquisto di questo prodotto non sono cambiati rispetto a febbraio.

A marzo, la quota di negozi che vendono allo sportello nelle vendite di acqua in bottiglia è diminuita significativamente. E lei è cresciuta, a poco a poco, in tutti gli altri canali. I discount hanno leggermente aumentato la loro quota nelle vendite di caffè e cioccolato.

Dopo lo "sperpero" di febbraio, un gruppo di consumatori con redditi relativamente alti ha iniziato a "risparmiare" su caffè e cioccolato, acquistando questi prodotti a prezzi inferiori del 10-12% rispetto al mese scorso. È vero, il volume di caffè acquistato in termini fisici in questo gruppo è aumentato fino al 30%. ie hanno cominciato a comprare il caffè in un pacchetto più grande. Ma a marzo, le famiglie hanno acquistato acqua in questo gruppo del 17% più costosa rispetto a febbraio. Ma il 13% in meno di volume. A marzo, le famiglie di un gruppo di reddito medio hanno acquistato acqua in media del 21% in più rispetto a settembre. E anche meno in volume totale.

A Mosca, l'indice KSM è salito a marzo 2013 solo del 2% rispetto a febbraio e non ha nemmeno raggiunto il record di dicembre dello scorso anno del 5%. Nel corso dell'anno (da marzo 2012), l'indice è cresciuto a Mosca solo del 3,4%. Per due anni (da marzo 2011) - del 10%. I prezzi e i volumi di consumo dei prodotti inclusi nell'indice KSM di Mosca a marzo 2013 non sono cambiati in modo significativo: nel 3-5% in una direzione o nell'altra, il che ha portato a un risultato complessivo così modesto.

In altre grandi città nel mese di marzo si è registrato un aumento compensativo dell'indice del 10% immediatamente dopo il calo dell'indice a febbraio del 5%. E il valore dell'indice ha superato il valore di dicembre 2012 di 25 punti (3,7%). Rispetto a marzo 2012, l'indice è aumentato dell'11%. Per due anni (da marzo 2011) - la crescita dell'indice nelle grandi città (ad eccezione di Mosca) è stata del 18%. Pertanto, per la crescita generale di marzo dell'indice KSM, dobbiamo innanzitutto ringraziare le grandi città non capitalizzate.
La crescita dell'indice nelle grandi città è dovuta all'aumento del prezzo medio di acquisto dell'acqua in bottiglia (del 24%) e all'incremento del volume di acquisto naturale di caffè (del 18%).

L'indice del latte al caffè cresce a causa del caffè

L'indice "Caffè con latte" a dicembre ha mostrato il tradizionale picco dei suoi valori, raggiungendo 1047 p. In un mese, la crescita è stata quindi del 6,1% e per l'anno del 3,6%. A Mosca, KsM a dicembre ha anche dimostrato il valore annuale massimo di 1173 p., Tuttavia, si è rivelato inferiore rispetto agli analoghi indicatori dei quattro anni precedenti. Il principale motore di crescita di dicembre è stato il caffè, che i consumatori hanno acquistato in volumi maggiori.

L'indice Coffee Milk ha chiuso l'anno al picco della sua crescita semestrale. Il suo valore ha raggiunto 1047 punti, ovvero il 6,1% in più rispetto a novembre (vedi Istogramma 1). La crescita annuale di KsM è stata del 3,6%, un po 'inferiore al livello di inflazione accumulato nel corso dell'anno. E anche nominalmente, il KSM di dicembre dello scorso anno ha ceduto il posto a un indicatore simile due anni fa. Cioè, da un lato, i russi non si negano piaceri semplici, ma i loro volumi aumentano meno intensamente di quanto non accada anche l'inflazione ufficiale.

Istogramma 1. Dinamica dell'indice "Caffè con latte", 2014-2018.

Fonte dei dati: Romir Scan Panel, dicembre 2018

Prima delle feste di fine anno il cioccolato è un regalo tradizionale e versatile. E, a quanto pare, era dovuto a lui che l'indice "qualcosa con latte" avrebbe dovuto crescere. Questo è in parte il caso. Ma il caffè ha contribuito ancora di più alla crescita dell'indice a dicembre. Così, nell'ultimo mese dell'anno, il caffè è stato acquistato del 12% rispetto a novembre, e il cioccolato - del 7,6%. L'acqua ha aggiunto solo l'1,7% in volumi e il latte ha perso leggermente anche nei volumi di acquisto (-0,2%). I prezzi per le componenti dell'indice non sono cambiati in modo significativo a dicembre, ma anzi tendevano addirittura a diminuire. Così, a dicembre, l'acqua è diminuita del -1,3%, il caffè - del -1,2%, il latte ha mostrato una dinamica zero nel prezzo, e solo il cioccolato è cresciuto in media dell'1,8%.

Nel contesto dell'anno, la crescita di KSM è stata fornita, piuttosto, ancora dai maggiori volumi di acquisti di componenti dell'Indice, piuttosto che dai prezzi. Così, rispetto alla fine del 2017, lo scorso dicembre, il caffè è stato acquistato del 7,9% in più, il latte - del 9,6%, l'acqua - dello 0,6% e il cioccolato - dello 0,1%. Pertanto, la crescita di KSM potrebbe essere più evidente se non per il calo dei prezzi per l'anno, ad esempio per l'ingrediente più costoso dell'Indice - il caffè. Nel corso dell'anno è diminuito del -4,7% e il latte ha perso il -1,2% del prezzo. Un leggero andamento positivo del prezzo è stato evidenziato dall'acqua (+ 1,8%) e dal cioccolato (+ 0,8%).

Anche a Mosca l'indice "Caffè con latte" ha continuato a mostrare dinamiche positive e ha persino mostrato il valore massimo annuo a 1.173 punti. Tuttavia, si è rivelato inferiore a indicatori simili degli ultimi quattro anni. Così, per il mese KSM nel capitale è cresciuto del 3,8%, e per l'anno ha mostrato un calo del -0,3% (vedi Istogramma 2).

Istogramma 2. Dinamica dell'indice "Caffè con latte" a Mosca, 2014-2018.

Fonte dei dati: Romir Scan Panel, dicembre 2018

Come nel paese nel suo insieme, la crescita di KSM a Mosca è stata assicurata principalmente da un aumento del prezzo (+ 0,4%) e dal volume degli acquisti (+ 5,4%) di caffè. Anche il prezzo del cioccolato è aumentato (+ 2,3%) e volumi (+ 1,6%), anche se un po 'più modesto. I restanti ingredienti dell'Indice, anche se sono aumentati leggermente di prezzo nel mese di dicembre, ma il volume dei loro acquisti è diminuito. Quindi, l'acqua per il mese è aumentata del 17,8%, latte - dello 0,8%. È stato acquistato da -8,4% in meno di acqua e -1,7% in meno di latte.

Le dinamiche negative annuali nel comportamento dell'Indice del caffè al caffè di Mosca sono dovute a fattori quali la riduzione dei prezzi degli ingredienti più costosi - caffè (-5,3%) e cioccolato (-1,9%). Allo stesso tempo, il cioccolato nel contesto dell'anno si è significativamente ridotto in volumi (-9,6%). E persino l'aumento dei prezzi e dei volumi delle restanti componenti di KSM non ha potuto portare le dinamiche a una zona positiva. Così, per l'anno l'acqua nella capitale è aumentata del 2,4% e l'acquisto è stato del 2,1% in più. Anche il latte ha mostrato dinamiche positive sia nel prezzo (+ 2,3%) sia nel volume (+ 12,2%). Il caffè a un prezzo ridotto è stato acquistato poco più di un anno prima - la crescita dei volumi era solo dell'1,6%.

L'indice Coffee Milk (KSM) è calcolato sulla base dei dati del pannello di scansione della famiglia di pannelli di scansione Romir *. La base per il calcolo del nuovo indice è la dinamica dei prezzi e dei volumi di consumo di 4 categorie di beni: caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato. I dati sugli acquisti di questi prodotti arrivano online utilizzando la tecnologia di scansione dei codici a barre da 40.000 partecipanti al pannello di scansione in 220 città della Russia con una popolazione di 10 mila e oltre.

Perché questi prodotti sono stati scelti per il calcolo dell'indice? Caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato in generale non sono prodotti essenziali. La Russia è sempre stata e continua a essere un tè piuttosto che un caffè. C'è un sacco di dibattito sui benefici del latte per gli adulti. L'acqua in bottiglia inizia a essere consumata "dalla vita buona", altrimenti si può bere acqua filtrata e persino dal rubinetto. Il cioccolato, in contrasto con lo zucchero, che è incluso nel paniere minimo del consumatore, non è il dolcificante principale, quindi può essere considerato giustamente una prelibatezza.

Pertanto, gli ingredienti dell'indice "Caffè con latte" sono, in effetti, un insieme elementare di "piaceri semplici". È interessante notare che l'indicatore dei prezzi "Caffè con latte" in diversi gruppi di reddito differisce leggermente. Inoltre, non c'erano differenze evidenti nell'indice per i residenti di diversi tipi di città. Cioè, l'indice "Caffè con latte" è un indicatore unificante per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

* Il pannello di scansione delle famiglie del pannello di scansione di Romir è basato sui dati di consumo di 40.000 russi, 15.000 famiglie in 220 città con una popolazione di oltre 10.000, che rappresentano il comportamento dei consumatori e dei consumatori dei residenti nelle città russe. I membri del pannello scansionano i codici a barre di tutti gli oggetti acquistati portati a casa. Scansione dei dati nella modalità online entra nel database del pannello di scansione.

Romir è la più grande holding privata russa specializzata in marketing, media e ricerca socio-economica. L'azienda dispone di un'ampia rete regionale in Russia e nei paesi limitrofi. Romir è rappresentante esclusivo dell'associazione internazionale di ricerca Gallup International in Russia e della CSI, la geografia della ricerca copre decine di stati.

Dipartimento delle relazioni pubbliche Romir

L'indice "Caffè con latte" è diminuito dell'1,2% in termini annuali

L'indice "Caffè con latte", che riflette il volume degli acquisti di cioccolato, caffè, latte, acqua imbottigliata dai russi e la dinamica dei loro prezzi, è diminuito dell'8,4% ad aprile rispetto a marzo, in termini annuali l'indice ha perso l'1,2% sullo sfondo di l'andamento del calo dei prezzi per i prodotti inclusi nell'indice, secondo uno studio della holding Romir, che è a disposizione di RIA Novosti.

"Ad aprile, tradizionalmente, l'indice" Caffè con latte "mostra un forte calo dopo l'ondata di marzo: le vacanze sono finite, il cioccolato perde la sua rilevanza come dono universale, che invariabilmente si traduce in una curva al ribasso della curva A fine aprile, l'indice" Caffè con latte " " perso "di meno 8,4%, scendendo al livello di 916 punti percentuali", dice lo studio.

In termini annuali, l'indice è diminuito dell'1,2% rispetto ad aprile dello scorso anno. Gli autori dello studio lo spiegano con la "continua tendenza ad aumentare l'accessibilità delle piccole gioie gastronomiche".

"I prezzi degli ingredienti dell'indice sono diminuiti sia nel contesto del mese sia nel contesto dell'anno, ma allo stesso tempo, rispetto ad aprile dello scorso anno, i russi hanno aumentato il volume degli acquisti, principalmente il cioccolato", afferma il testo.

La base per il calcolo dell'indice "Caffè con latte" sono i prezzi e i volumi di consumo di caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato - prodotti che non sono beni essenziali in generale. L'indice è calcolato sulla base dei dati del pannello di scansione della famiglia Romira e questa ricerca si basa sui dati di consumo di 30 mila russi, 11 mila famiglie in 180 città con una popolazione di oltre 100 mila persone.

Ad aprile, tutte le componenti dell'indice sono diminuite di prezzo, fatta eccezione per l'acqua in bottiglia - il prezzo è aumentato dell'1,8%. Il cioccolato è calato dell'1,7%, il caffè - del 2,1% e il latte - del 2,7%

Il volume dei prodotti acquistati per il mese è diminuito. Ad aprile, rispetto a marzo, il volume di cioccolato acquistato è diminuito del 13,4%. I russi hanno anche comprato l'1,4% in meno di latte, il 5,4% in meno di caffè e il 6% in meno di acqua.

"In termini annuali, il calo è stato quasi insignificante e il principale colpevole è stato il cioccolato, che i russi hanno acquistato dall'8,8% in più rispetto a un anno prima e anche il volume degli acquisti di latte è aumentato del 4,5%. c'è caffè e acqua, è stato acquistato del 3,6% in meno in volume rispetto ad aprile dello scorso anno ", - gli autori della nota di studio.

Allo stesso tempo, i prezzi di tutti i componenti dei prodotti dell'indice sono diminuiti. Quindi, il caffè è sceso del 1%, il cioccolato del 3,4%, il latte del 3,9% e l'acqua del 5%.

Allo stesso tempo, l'azienda ha analizzato il comportamento dell'indice "Caffè con latte" nella capitale della Russia. Ad aprile, l'indice di Mosca è diminuito immediatamente del 10,8% rispetto a marzo e ammontava a 1025 punti percentuali (a marzo era il 1149). In termini annuali, l'indice è diminuito del 6,9%.

"Allo stesso tempo, le ragioni del calo dell'indice a Mosca sono identiche a quelle del tutto russo. Il calo mensile dell'indice è stato il risultato di una riduzione dei prezzi per quasi tutte le componenti dell'indice e il volume degli acquisti di cibo, quindi in un mese nella capitale il cioccolato è sceso dell'1,6% 1%, latte - del 5,9% ", afferma lo studio.

Allo stesso tempo, a Mosca il prezzo del caffè è cresciuto del 10,1% per un mese, tuttavia un tale salto di prezzo è stato compensato da una forte diminuzione del volume del suo acquisto - del 19,2% in una volta. Secondo lo studio, i residenti della capitale hanno acquistato sostanzialmente meno cioccolato ad aprile come parte della tendenza russa - del 18,8%. Acqua (più 1,2%) e latte (più 0,2%), anche se sono stati aggiunti in un mese in volumi ", ma queste modifiche non hanno potuto influenzare il risultato complessivo del calo dell'indice".

"Nel contesto dell'anno, anche i prezzi delle componenti dell'indice nel capitale hanno continuato a diminuire: il caffè è calato del 2,7%, il cioccolato del 4,6%, il latte del 7,2%, solo l'acqua è diventata più cara del 10,1%. i volumi degli acquisti sono nettamente diminuiti - del 18,4%. I volumi di acquisti per l'anno sono stati ridotti sia per il caffè (meno 5,6%) sia per il cioccolato (meno 3,6%). Solo i moscoviti hanno comprato latte ad aprile entro il 5, 4% in più rispetto a un anno prima ", - ha detto" Romir ".

Indice del caffè al latte

La crescita di KSM è stata possibile principalmente a causa di un aumento del volume degli acquisti degli ingredienti dell'Indice. E anche il calo dei prezzi, probabilmente dovuto a numerose promozioni, non potrebbe interrompere le stabili dinamiche positive.

A ottobre, l'indice Coffee Milk ha continuato la sua ripresa dopo la recessione estiva. Entro un mese, KSM ha aggiunto il 2,5%, raggiungendo 947 pp. Pertanto, l'inflazione mensile dello 0,4% è stata facilmente superata. Tuttavia, con la crescita annuale dell'Indice del 2,9%, l'inflazione superiore al 3,5% non poteva essere superata da questo periodo (vedi Istogramma 1).

Istogramma 1. Dinamica dell'indice "Caffè con latte", 2014-2018.

Fonte dei dati: Romir Scan Panel, ottobre 2018

La crescita di KSM in ottobre è dovuta sia all'aumento del numero di famiglie che acquistano una serie di semplici piaceri gastronomici, sia all'aumento del volume degli acquisti di prodotti inclusi nell'Indice. E persino i prezzi ridotti per quasi tutte le componenti di KSM non potevano rovinare le dinamiche positive.

Quindi, rispetto a settembre, il caffè è stato acquistato dal 6% in più di famiglie, il cioccolato - dal 3% e il latte - dall'1%. La diminuzione della penetrazione dell'1% è stata osservata solo sull'acqua. L'acqua nel mese di ottobre, e passò al prezzo di -2,3%, e in volumi di -4,4%. I restanti ingredienti dell'Indice sono stati aggiunti nei volumi di acquisto: il caffè è stato acquistato l'1,4% in più, il cioccolato il 2,6% il latte l'11,1%. Allo stesso tempo, i prezzi sono aumentati solo per il caffè dell'1,2% rispetto al mese. Anche il cioccolato e il latte sono diminuiti rispettivamente del -1,4% e del -2,9%.

La crescita annuale di KSM ha anche stimolato un aumento dei volumi di acquisti di componenti dell'Indice. Rispetto allo scorso anno, lo 0,7% in più di cioccolato è stato acquistato, il 2,7% in più di caffè e il 12,9% in più di latte. L'acqua è diminuita in volumi del -1,5%, aggiungendo il 3,5% al ​​prezzo. Durante l'anno, anche il caffè è cresciuto leggermente dello 0,7%. Lo scorso ottobre, i russi hanno pagato meno latte e cioccolato di -4,9% e -3,3%, rispettivamente, rispetto a un anno prima.

È possibile che il calo dei prezzi per i piaceri semplici sia dovuto a numerose promozioni di prezzo nel commercio al dettaglio, che i consumatori utilizzano attivamente. Allo stesso tempo, il fatto di aumentare il volume degli acquisti di ingredienti KSM indica che i nostri connazionali sono abbastanza sicuri dal punto di vista economico. Dai piccoli piaceri gastronomici non rifiutare.

A Mosca, l'indice "Caffè con latte" è aumentato del 2,8% in un mese, raggiungendo 1120 pp. E la crescita annuale è stata ancora più impressionante e pari al 4,2% (vedi Istogramma 2). Cioè, l'inflazione è stata bloccata sia in termini mensili che annuali.

Istogramma 2. Dinamica dell'indice "Caffè con latte" a Mosca, 2014-2018.

Fonte dei dati: Romir Scan Panel, ottobre 2018

L'indice dei piaceri semplici è aumentato nel capitale, da un lato, a causa dell'aumento del numero di compratori di caffè (+ 3%), cioccolato (+ 2,5%) e latte (+ 1%). Se parliamo di volumi e prezzi, sono stati osservati cambiamenti multidirezionali, sebbene alla fine abbiano portato alla dinamica positiva dell'Indice. Ad esempio, per un mese, il caffè a Mosca è diminuito in media dell'1,8%, ma è stato acquistato più del 9,2%. I moscoviti hanno comprato cioccolato del -1,9% in meno rispetto a un mese prima, ma hanno pagato il 2,5% in più per questo. E nel prezzo (+ 1,1%), e nei volumi (+ 2,9%) il latte è aumentato nel corso del mese. Ma l'acqua, al contrario, è calata del -4,8% e diminuita del volume degli acquisti del -2,7%.

Rispetto a ottobre dello scorso anno, KSM è cresciuto, principalmente a causa di un aumento del volume degli acquisti dei suoi ingredienti. Così, i moscoviti acquistarono acqua del 6,8% in più, latte - del 10,1% in più, caffè - del 13,3%. Ha consegnato in volumi solo cioccolato il -18,7%. E persino un leggero calo dei prezzi per tutte le componenti di KSM non ha potuto rallentare la crescita dell'Indice nel suo complesso. Per l'anno, il caffè è calato solo del -0,8%, il cioccolato del -2%, il latte del -3,9% e solo l'acqua persa nel prezzo di un palpabile -10%.

Quindi, possiamo parlare della crescente domanda di piaceri semplici tra i residenti della capitale. Usando prezzi accessibili per piccole gioie gastronomiche, aumentano il loro consumo, il che indica una sorta di fiducia economica.

L'indice Coffee Milk (KSM) è calcolato sulla base dei dati del pannello di scansione della famiglia di pannelli di scansione Romir *. La base per il calcolo del nuovo indice è la dinamica dei prezzi e dei volumi di consumo di 4 categorie di beni: caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato. I dati sugli acquisti di questi prodotti arrivano online utilizzando la tecnologia di scansione dei codici a barre da 40.000 partecipanti al pannello di scansione in 220 città della Russia con una popolazione di 10 mila e oltre.

Perché questi prodotti sono stati scelti per il calcolo dell'indice? Caffè, latte, acqua in bottiglia e cioccolato in generale non sono prodotti essenziali. La Russia è sempre stata e continua a essere un tè piuttosto che un caffè. C'è un sacco di dibattito sui benefici del latte per gli adulti. L'acqua in bottiglia inizia a essere consumata "dalla vita buona", altrimenti si può bere acqua filtrata e persino dal rubinetto. Il cioccolato, in contrasto con lo zucchero, che è incluso nel paniere minimo del consumatore, non è il dolcificante principale, quindi può essere considerato giustamente una prelibatezza.

Pertanto, gli ingredienti dell'indice "Caffè con latte" sono, in effetti, un insieme elementare di "piaceri semplici". È interessante notare che l'indicatore dei prezzi "Caffè con latte" in diversi gruppi di reddito differisce leggermente. Inoltre, non c'erano differenze evidenti nell'indice per i residenti di diversi tipi di città. Cioè, l'indice "Caffè con latte" è un indicatore unificante per diversi gruppi di consumatori e dimostra effettivamente la fiducia economica dei russi.

* Il pannello di scansione delle famiglie del pannello di scansione di Romir è basato sui dati di consumo di 40.000 russi, 15.000 famiglie in 220 città con una popolazione di oltre 10.000, che rappresentano il comportamento dei consumatori e dei consumatori dei residenti nelle città russe. I membri del pannello scansionano i codici a barre di tutti gli oggetti acquistati portati a casa. Scansione dei dati nella modalità online entra nel database del pannello di scansione.

Tonno brasato con verdure in padella

Recensioni di anti colesterolo all'aglio