Database farmacologico

Il trattamento farmacologico del diabete mellito di tipo 2 può contenere la monoterapia con un singolo farmaco o un farmaco complesso.

Janumet, come agente antidiabetico, è un farmaco con due principi attivi, quindi assumere una pillola può sostituire la necessità di più farmaci.

Oggi le droghe combinate nelle farmacie in Russia sono piuttosto costose. Ma, secondo i medici specialisti, la loro efficacia giustifica un tale prezzo.

Cos'è un agente ipoglicemico?

Il farmaco Janumet è incluso nel gruppo di farmaci con effetto ipoglicemico. Questo è il motivo per cui viene spesso prescritto per il diabete mellito di una forma insulino-indipendente.

La sua efficacia è potenziata da numerosi principi attivi che fanno parte del farmaco.

Il paese di produzione Yanumet è gli Stati Uniti d'America, il che spiega il costo piuttosto elevato del farmaco (fino a tremila rubli, a seconda del dosaggio).

Le compresse di Yanumet sono utilizzate nei seguenti casi:

  • ridurre i livelli di glucosio nel sangue, specialmente se la compliance alimentare con esercizio moderato ha mostrato un risultato negativo;
  • se la monoterapia con un solo ingrediente attivo non ha portato l'effetto desiderato;
  • Può essere usato come terapia di associazione con derivati ​​sulfrnilurea, terapia insulinica o antagonisti della PPAR-gamma.

Il farmaco ha nella sua composizione immediatamente due componenti attivi che hanno un effetto ipoglicemico:

  1. Sitaglipin è un membro del gruppo di inibitori degli enzimi DPP-4, che, quando il livello di zucchero nel sangue sale, stimola la sintesi e la secrezione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas. Come risultato di questo processo, c'è una diminuzione nella sintesi degli zuccheri nel fegato.
  2. La metformina cloridrato è un rappresentante del gruppo delle biguanidi di terza generazione, che contribuisce all'inibizione del processo di gluconeogenesi. L'uso di farmaci a base di esso stimola la glicolisi, che porta ad un migliore miglioramento del glucosio da parte delle cellule e dei tessuti del corpo. Inoltre, vi è una diminuzione nell'assorbimento del glucosio da parte delle cellule intestinali. Il vantaggio principale di metformina è che non causa una forte diminuzione del livello di glucosio (sotto i livelli normativi) e non porta allo sviluppo dell'ipoglicemia.

Il dosaggio del farmaco può variare da cinquecento a mille milligrammi di uno degli ingredienti attivi - metformina cloridrato. Ecco perché la farmacologia moderna offre ai pazienti i seguenti tipi di compresse:

La prima cifra nella composizione del farmaco mostra la quantità del componente attivo di sitaglipin, la seconda rappresenta la capacità di metformina. Come sostanze ausiliarie sono utilizzati:

  1. Cellulosa microcristallina
  2. Povidone.
  3. Fumarato di sodio
  4. Sodio lauril solfato.
  5. Alcool polivinilico, biossido di titanio, macrogol, talco, ossido di ferro (il guscio della preparazione della compressa è costituito da questi).

Grazie ai mezzi medici Yanumet (Yanomed), è possibile ottenere l'inibizione dell'eccesso di glucagone, che, con un aumento del livello di insulina, porta alla normalizzazione della glicemia.

JANUMET (JANUMET) istruzioni per l'uso

Rilasciare forma, composizione e imballaggio

14 pezzi - blister (1) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (2) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (4) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (6) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (7) - imballa il cartone.

tab., pokr. film obol., 850 mg + 50 mg: 14, 28, 56, 84 o 98 pz.
Reg. N. 10131/13 del 30/05/2013 - Attivo

14 pezzi - blister (1) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (2) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (4) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (6) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (7) - imballa il cartone.

tab., pokr. film obol., 1000 mg + 50 mg: 14, 28, 56, 84 o 98 pz.
Reg. N. 10131/13 del 30/05/2013 - Attivo

14 pezzi - blister (1) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (2) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (4) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (6) - imballa il cartone.
14 pezzi - blister (7) - imballa il cartone.

Azione farmacologica

Janumet è una combinazione di due farmaci ipoglicemici con un meccanismo d'azione complementare, progettato per migliorare il controllo della glicemia nei pazienti con diabete di tipo 2:

  • Sitagliptin fosfato, un inibitore della dipeptidil peptidasi 4 (DPP-4) e metformina cloridrato, un membro della classe dei biguanidi.

Il sitagliptin fosfato è un inibitore attivo, potente, altamente selettivo dell'enzima dipeptidil peptidasi 4 (DPP-4) per il trattamento del diabete di tipo 2. Gli inibitori di DPP-4 sono una classe di farmaci che agiscono da esaltatori di incretina. Inibendo l'enzima DPP-4, sitagliptin aumenta i livelli di due ormoni incretinici attivi - il peptide 1 glucagone-simile (GLP-1) e il polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (HIP). Gli incrementi fanno parte del sistema endogeno coinvolto nella regolazione fisiologica dell'omeostasi del glucosio.

Quando le concentrazioni di glucosio nel sangue sono normali o elevate, GLP-1 e HIP aumentano la sintesi di insulina e il suo rilascio dalle cellule beta pancreatiche. GLP-1 diminuisce anche la secrezione di glucagone da parte delle cellule alfa pancreatiche, portando ad una diminuzione della produzione di glucosio da parte del fegato. Se i livelli di glucosio sono bassi, il rilascio di insulina non aumenta e la secrezione di glucagone non viene soppressa. Sitagliptin è un inibitore potente e altamente selettivo dell'enzima DPP-4 e non inibisce gli enzimi strettamente correlati DPP-8 o DPP-9 a concentrazioni terapeutiche. Sitagliptin differisce in struttura chimica e azione farmacologica da analoghi di GLP-1, insulina, sulfonilurea o meglitinidi, biguanidi, agonisti dei recettori attivati ​​dal proliferatore del perossisoma (PPARγ), inibitori dell'alfa glicosidasi e analoghi dell'amilina.

In uno studio di due giorni con volontari sani, quando si utilizzava solo sitagliptin, le concentrazioni di GLP-1 attivo aumentavano e quando si utilizzava solo metformina, le concentrazioni di GLP-1 attivo e totale aumentavano allo stesso modo. L'uso simultaneo di sitagliptin e metformina ha un effetto additivo sulla concentrazione di GLP-1 attivo. Sitagliptin, ma non metformina, aumenta la concentrazione di HIP attivo.

In generale, sitagliptin migliora il controllo glicemico quando usato in monoterapia o in combinazione.

Negli studi clinici, sitagliptin come monoterapia ha migliorato il controllo glicemico con una significativa riduzione del livello di emoglobina alcalina (HbAlc), così come il glucosio a digiuno e dopo i pasti. Una diminuzione del glucosio plasmatico a digiuno è stata osservata entro la 3a settimana (il primo momento in cui è stata misurata la glicemia a digiuno). L'incidenza osservata di ipoglicemia nei pazienti trattati con sitagliptin era simile al placebo. Il peso corporeo non è aumentato rispetto al basale per il trattamento con sitagliptin. Sono stati osservati miglioramenti riguardo ai marker surrogati della funzione delle cellule beta, incluso HOMA-β (modello per la valutazione dell'omeostasi-β), il rapporto tra proinsulina e insulina e gli indicatori di reattività delle cellule beta nel test di tolleranza alimentare con campionamento frequente.

Metformina cloridrato. La metformina è una biguanide con un effetto anti-iperglicemico, che abbassa il livello basale di glucosio nel plasma sanguigno e dopo i pasti. Il farmaco non stimola la secrezione di insulina e quindi non causa ipoglicemia. La metformina può agire secondo tre meccanismi:

  • ridurre la produzione di glucosio nel fegato inibendo la gluconeogenesi e la glicogenolisi;
  • nel tessuto muscolare, migliorando moderatamente la sensibilità all'insulina, migliorando l'assorbimento di glucosio e l'utilizzo nei tessuti periferici;
  • rallentando l'assorbimento del glucosio nell'intestino.

La metformina stimola la sintesi del glicogeno all'interno delle cellule agendo sulla glicogeno sintasi. La metformina migliora la capacità di trasporto di specifici tipi di trasportatori di glucosio a membrana (GLUT-1 e GLUT-4).

Nell'uomo, indipendentemente dall'effetto del farmaco sulla glicemia, la metformina ha un effetto positivo sul metabolismo dei lipidi. Con l'uso di dosi terapeutiche in una media controllata per la durata e sono stati dimostrati lunghi studi clinici:

  • La metformina abbassa il colesterolo totale, il colesterolo LDL ei trigliceridi.

farmacocinetica

Uno studio sulla bioequivalenza che coinvolge volontari sani ha dimostrato che Yanumet (sitagliptin / metformina cloridrato), le compresse combinate, è bioequivalente alla somministrazione contemporanea di sitagliptin fosfato e metformina cloridrato come compresse separate. I seguenti dati riflettono le proprietà farmacocinetiche degli ingredienti attivi che compongono il farmaco Yanumet.

Dopo somministrazione orale di una dose di 100 mg da volontari sani, sitagliptin è stato rapidamente assorbito, con il raggiungimento delle concentrazioni plasmatiche massime (T medianamax) 1-4 ore dopo la somministrazione, l'AUC media di sitagliptin nel plasma sanguigno è 8,52 μmol × h, Cmax 950 nmol. La biodisponibilità assoluta di sitagliptin è approssimativamente dell'87%. Poiché la contemporanea assunzione di cibi grassi e sitagliptin non influisce sulla farmacocinetica del farmaco, sitagliptin può essere usato indipendentemente dal pasto.

L'AUC di sitagliptin nel plasma aumenta in proporzione alla dose. Proporzionalità a dose non stabilita per gli indicatori Cmax e C24 ore (Cmax aumentato più pronunciato che proporzionale alla dose, e C24 ore aumentato meno pronunciato che in proporzione alla dose).

Medio Vd nello stato di equilibrio dopo una singola iniezione endovenosa di sitagliptin alla dose di 100 mg a volontari sani era di circa 198 litri. La frazione di sitagliptin legata in modo reversibile alle proteine ​​plasmatiche è bassa (38%).

Sitagliptin è escreto principalmente invariato nelle urine e il metabolismo è insignificante. Circa il 79% di sitagliptin viene escreto con le urine invariate.

Dopo somministrazione orale di sitagliptin marcato con 14C, circa il 16% del farmaco radioattivo è stato escreto come metaboliti di sitagliptin. Sono stati rilevati livelli di traccia di 6 metaboliti, che non dovrebbero essere coinvolti nell'attività inibitoria del plasma DPP-4 di sitagliptin. Studi in vitro hanno rivelato che l'enzima principale responsabile del limitato metabolismo di sitagliptin è CYP3A4 con la partecipazione di CYP2C8.

I dati in vitro mostrano che sitagliptin non è un inibitore del CYP degli isoenzimi CYP3A4, 2C8, 2C9, 2D6, 1A2, 2C19 o 2B6 e non è un induttore di CYP3A4 e CYP1A2.

Dopo somministrazione orale di sitagliptin marcato con 14C in volontari sani, circa il 100% del farmaco radioattivo è stato eliminato con feci (13%) e urina (87%) per 1 settimana dopo l'assunzione del farmaco. Fine visibile T1/2 dopo somministrazione orale, sitagliptin alla dose di 100 mg è di circa 12,4 ore Sitagliptin si accumula solo in quantità minime con uso ripetuto. La clearance renale è di circa 350 ml / min.

L'escrezione di sitagliptin viene effettuata principalmente per escrezione renale mediante il meccanismo della secrezione tubulare attiva. Sitagliptin è un substrato per il portatore di anioni umani organici del terzo tipo (hOAT-3), che possono essere coinvolti nel processo di escrezione di sitagliptin dai reni. Il significato clinico di hOAT-3 nel trasporto di sitagliptin non è stato stabilito. Sitagliptin è anche un substrato della p-glicoproteina, che può anche partecipare al processo di escrezione di sitagliptin da parte dei reni. Tuttavia, la ciclosporina, che è un inibitore della glicoproteina p, non ha ridotto la clearance renale di sitagliptin. Sitagliptin non è un substrato per i portatori OCT2 o OAT1 o PERT1 / 2. In vitro, sitagliptin non inibisce il trasporto mediato OAT3 (IC50 = 160 μM) o p-glicoproteina (fino a 250 μmol) a concentrazioni plasmatiche terapeuticamente significative. In uno studio clinico, sitagliptin ha mostrato scarso effetto sulle concentrazioni plasmatiche di digossina, suggerendo che sitagliptin può essere un debole inibitore della p-glicoproteina.

Caratteristiche del paziente

La farmacocinetica di sitagliptin era, in generale, simile nei volontari sani e nei pazienti con diabete di tipo 2.

Disfunzione renale

È stato condotto uno studio a dose singola per studiare la farmacocinetica della dose ridotta di sitagliptin (50 mg) in pazienti con insufficienza renale cronica di varia gravità rispetto al gruppo di controllo di volontari sani. Lo studio ha incluso pazienti con funzionalità renale compromessa, classificati in base alla clearance della creatinina per la luce (da 50 a 400 ml / min, indicando che la metformina è escreta mediante filtrazione glomerulare e secrezione tubulare.1/2 è di circa 6,5 ​​ore Nella disfunzione renale, la clearance renale diminuisce in proporzione alla creatinina e quindi a T1/2 allunga, portando ad un aumento dei livelli plasmatici di metformina.

Indicazioni per l'uso

  • per i pazienti con diabete di tipo 2;
  • Janumet è indicato come coadiuvante della dieta e del regime di esercizio fisico per migliorare il controllo glicemico nei pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo contro la monoterapia con metformina nella dose massima tollerata, così come nei pazienti che stanno già ricevendo il trattamento con una combinazione di sitagliptin e metformina;
  • Janumet è indicato in combinazione con derivati ​​sulfonilurea (una combinazione di tre farmaci) come aggiunta alla dieta e regime di esercizio in pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo durante la terapia con metformina in dosi massime tollerate e sulfonilurea;
  • Janumet è indicato in combinazione con agonisti del recettore perosso-gamma attivato dal recettore gamma (PPAR-γ) (ad esempio, tiazolidinedione) (una combinazione di tre farmaci) come aggiunta alla dieta e regime di esercizio in pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo durante la terapia con dosi massimamente tollerate di metformina e un agonista PPAR-y;
  • Janumet è anche indicato in combinazione con insulina (una combinazione di tre farmaci) come aggiunta alla dieta e regime di esercizio per migliorare il controllo della glicemia nei pazienti in cui l'insulina in una dose stabile e metformina non fornisce un adeguato controllo sulla glicemia.

Regime di dosaggio

La dose per il trattamento anti-iperglicemico con Yanumet deve essere scelta singolarmente, sulla base del regime di trattamento attuale, dell'efficacia e della tollerabilità del paziente, non superiore alla dose giornaliera massima raccomandata di 100 mg di sitagliptin.

Per i pazienti che non hanno raggiunto un adeguato controllo con metformina in monoterapia nella dose massima tollerata

La dose iniziale raccomandata di Yanumet per i pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo in monoterapia con metformina deve fornire una dose di 50 mg di sitagliptin 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) più la dose corrente di metformina.

Per i pazienti che assumono la combinazione di sitagliptin e metformina

Quando si passa dal trattamento combinato con sitagliptin e metformina, la dose iniziale di Yanumet deve essere equivalente alle dosi di sitagliptin e metformina utilizzate.

Per i pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo nella terapia di associazione con due farmaci - metformina nella dose massima tollerata e sulfonilurea

La dose di Yanumet deve fornire una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e una dose di metformina corrispondente alla dose già utilizzata. Se Yanumet viene usato in associazione con sulfonilurea, potrebbe essere necessario assumere sulfonilurea a una dose inferiore per ridurre il rischio di ipoglicemia.

Per i pazienti che non hanno ottenuto un adeguato controllo nella terapia di associazione con due farmaci - metformina alla dose massima tollerata e un agonista PPAR-γ

La dose di Yanumet deve fornire una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e una dose di metformina corrispondente alla dose già utilizzata.

Per i pazienti che non hanno raggiunto un adeguato controllo nella terapia di associazione con due farmaci - insulina e metformina nella dose massima tollerata

La dose di Yanumet deve fornire una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e una dose di metformina corrispondente alla dose già utilizzata. Quando si usa Yanumet in combinazione con insulina, potrebbe essere necessario ridurre la dose di insulina per ridurre il rischio di ipoglicemia.

Per fornire diverse dosi di metformina, Yanumet è disponibile in dosaggi di 50 mg di sitagliptin e 850 mg di metformina cloridrato o 1000 mg di metformina cloridrato.

Tutti i pazienti devono continuare a seguire una dieta con un'adeguata distribuzione dell'assunzione di carboidrati nell'arco della giornata. I pazienti in sovrappeso dovrebbero continuare a seguire una dieta ipocalorica.

Disfunzione renale

Janumet non deve essere prescritto a pazienti con insufficienza renale moderata o grave (clearance della creatinina 0,2% e con una differenza di> 1 paziente), così come nei pazienti che hanno ricevuto sitagliptin in associazione con metformina in studi in doppio cieco sono elencati di seguito come termini preferiti da MedDRA per classe sistemi di organi e frequenza assoluta (Tabella 1). La frequenza è definita come:

    molto spesso (≥1 / 10), spesso (da ≥1 / 100 a 1

Janumet (50/1000 mg) Metformina, sitagliptin

istruzione

  • russo
  • kazako russo

Nome commerciale

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Compresse rivestite con film, 50 mg / 500 mg, 50 mg / 850 mg, 50 mg / 1000 mg.

struttura

Una compressa contiene

principi attivi: sitagliptin fosfato monoidrato 64,25 mg (equivalenti a 50 mg di sitagliptina base libera) e metformina cloridrato 500 mg / 850 mg / 1000 mg.

eccipienti: cellulosa microcristallina, polivinilpirrolidone (povidone), sodio fumarato, sodio lauril solfato, acqua purificata.

La composizione del guscio per il dosaggio è di 50 mg / 500 mg: Opadry® II Pink 85 F94203 (alcool polivinilico, diossido di titanio (E 171), macrogol / polietilenglicole 3350, talco, ossido di ferro rosso (E 172), ossido di ferro nero (E 172)).

La composizione del guscio per il dosaggio è di 50 mg / 850 mg: Opadry® II Pink 85 F94182 (alcool polivinilico, diossido di titanio (E 171), macrogol / polietilenglicole 3350, talco, ossido di ferro rosso (E 172), ossido di ferro nero (E 172)).

La composizione del guscio per il dosaggio è di 50 mg / 1000 mg: Opadray® II Red 85 F15464 (alcool polivinilico, diossido di titanio (E 171), macrogol / polietilenglicole 3350, talco, ossido di ferro rosso (E 172), ossido di ferro nero (E 172)).

descrizione

Compresse 50/500 mg:

Compresse a forma di capsula, biconvesse, rivestite con film, di colore rosa chiaro, con lettere "575" estruse su un lato e lisce sull'altro lato.

Compresse 50/850 mg:

Compresse a forma di capsula, biconvesse, rivestite con film rosa, con estruso "515" su un lato e liscio sull'altro.

Compresse 50/1000 mg:

Compresse a forma di capsula, biconvesse, rivestite con film in rosso, con l'iscrizione estrusa "577" su un lato e liscia sull'altro.

Gruppo farmacoterapeutico

Mezzi per il trattamento del diabete. Farmaci che riducono lo zucchero che non includono l'insulina. Agenti ipoglicemici combinati per somministrazione orale. Metformina e sitagliptin.

Codice ATH A10BD07

Proprietà farmacologiche

farmacocinetica

Studi sulla bioequivalenza in volontari sani hanno rilevato che l'assunzione di Yanumet (sitagliptin / metformina cloridrato) era bioequivalente all'assunzione separata di sitagliptin fosfato e metformina cloridrato. I seguenti dati riflettono le proprietà farmacocinetiche dei principi attivi.

Assorbimento. Con una dose orale di 100 mg, sitagliptin viene rapidamente assorbito e raggiunge le massime concentrazioni plasmatiche (Tmax mediana) dopo 1-4 ore, l'area media sotto l'AUC della curva concentrazione-tempo di sitagliptin nel plasma è 8,52 μmol • h, Cmax 950 nmol. L'AUC di sitagliptin nel plasma sanguigno aumenta in proporzione alla dose. La biodisponibilità assoluta di sitagliptin è approssimativamente dell'87%. Poiché l'uso concomitante di sitagliptin e cibi ricchi di grassi non influenza la farmacocinetica del farmaco, sitagliptin può essere usato indipendentemente dal pasto. L'AUC di sitagliptin nel plasma aumenta in proporzione alla dose.

Distribuzione. Il volume medio di distribuzione nello stato di equilibrio dopo l'assunzione di una dose di sitagliptin alla dose di 100 mg è di circa 198 litri. La frazione di sitagliptin ha reversibilmente collegato a proteine ​​di plasma di sangue, il basso - il 38%.

Metabolismo. Circa il 79% di sitagliptin viene escreto con le urine invariate. La trasformazione metabolica del farmaco è minima: circa il 16% viene escreto sotto forma di metaboliti.

Ritiro. Dopo somministrazione orale di sitagliptin marcato con 14C con volontari sani, circa il 100% del farmaco è stato eliminato entro 1 settimana con feci e urina al 13% e 87%, rispettivamente. L'emivita finale di t½ dopo somministrazione orale di sitagliptin alla dose di 100 mg è di circa 12,4 ore. Sitagliptin si accumula in quantità minime solo con l'uso ripetuto. La clearance renale è di circa 350 ml / min.

L'escrezione di sitagliptin è effettuata principalmente dai reni tramite il meccanismo della secrezione canalare attiva.

Il diabete mellito. La farmacocinetica di sitagliptin in pazienti con diabete di tipo 2 era simile alla farmacocinetica di volontari sani.

Funzionalità renale compromessa. Dati ottenuti da studi di farmacocinetica sulla dose di sitagliptin (50 mg) in pazienti con funzionalità renale compromessa, lieve (con clearance della creatinina CK 50-80 ml / min), moderata (CK 30-50 ml / min) e grave (CK inferiore a 30 ml / min a) gravità, nonché nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale sottoposti a emodialisi, rispetto ai pazienti sani.

Nei pazienti con compromissione della funzionalità renale lieve, non vi è stato alcun aumento clinicamente significativo della concentrazione plasmatica di sitagliptin rispetto al gruppo di controllo di volontari sani. Un aumento dell'AUC plasmatico di sitagliptin è stato approssimativamente 2 volte osservato in pazienti con disfunzione renale moderatamente grave e un aumento di circa 4 volte dell'AUC plasmatica di sitagliptin è stato osservato in pazienti con insufficienza renale grave, così come in pazienti con malattia renale allo stadio terminale sottoposti a emodialisi, rispetto al gruppo di controllo di volontari sani. Sitagliptin è leggermente escreto durante l'emodialisi (13,5% durante la sessione di dialisi di 3-4 ore, iniziata 4 ore dopo l'assunzione del farmaco).

Vecchiaia I pazienti anziani (65-80 anni) presentano concentrazioni plasmatiche di sitagliptin del 19% in più rispetto ai pazienti più giovani.

Bambini. Non sono stati condotti studi sull'uso di sitagliptin nei bambini.

Sesso, razza, indice di massa corporea (BMI). Non è necessario regolare la dose del farmaco a seconda del sesso, della razza o del BMI. Queste caratteristiche non hanno avuto un effetto clinicamente significativo sulla farmacocinetica di sitagliptin.

Assorbimento. Dopo somministrazione orale di metformina, il tmax viene raggiunto dopo 2,5 ore. La biodisponibilità assoluta di metformina, se assunta con una compressa da 500 mg, è di circa il 50-60% in volontari sani. Nella somministrazione orale, la frazione non assorbita è del 20-30% ed è escreta principalmente con le feci. La farmacocinetica dell'assorbimento di metformina è non lineare. Quando si utilizza metformina nelle dosi raccomandate, le concentrazioni di equilibrio sono raggiunte entro 24-48 ore e, di regola, non superare 1 μg / ml. Negli studi clinici controllati, le concentrazioni plasmatiche massime di metformina (Cmax) non hanno superato 4 μg / ml, anche quando sono state applicate le dosi massime. La somministrazione simultanea del farmaco alla dose di 850 mg con il cibo riduce il grado e il tasso di assorbimento di metformina, come evidenziato da una diminuzione della concentrazione plasmatica massima del 40%, una diminuzione dell'AUC del 25% e un tempo prolungato per raggiungere la concentrazione plasmatica massima per 35 minuti. Il significato clinico di questa riduzione è sconosciuto.

Distribuzione. Il legame alle proteine ​​plasmatiche non è significativo. La metformina è distribuita nei globuli rossi. La concentrazione massima nel sangue è inferiore a quella del plasma e viene raggiunta dopo circa lo stesso periodo di tempo. I globuli rossi sono molto probabilmente un componente secondario della distribuzione. Il Vd medio varia tra 63 - 276 litri.

Metabolismo. La metformina viene escreta immodificata nelle urine.

Ritiro. La clearance renale di metformina è> 400 ml / min, il farmaco viene escreto mediante filtrazione glomerulare e secrezione tubulare. Dopo somministrazione orale, l'emivita finale è di circa 6,5 ​​ore. Quando la disfunzione renale, la clearance renale diminuisce in proporzione al livello di creatinina, a seguito della quale l'emivita è prolungata, il che porta ad un aumento del livello di metformina nel plasma sanguigno.

farmacodinamica

Janumet è una combinazione di due farmaci ipoglicemici con un meccanismo d'azione complementare: sitagliptin fosfato, un inibitore della dipeptidil peptidasi 4 (DPP-4) e metformina cloridrato, un membro della classe dei biguanidi, ed è progettato per migliorare il controllo della glicemia nei pazienti con diabete di tipo 2.

Il sitagliptin fosfato è un inibitore orale attivo altamente selettivo dell'enzima dipeptilpeptidase 4 (DPP-4) per il trattamento del diabete di tipo 2. Gli inibitori (DPP-4) sono una classe di farmaci che agiscono da esaltatori di incretina. Inibendo l'enzima DPP-4, sitagliptin aumenta i livelli di due ormoni incretinici attivi, il peptide 1 glucagone-simile (GLP-1) e il polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente (HIP). Gli incrementi fanno parte del sistema endogeno coinvolto nella regolazione fisiologica dell'omeostasi del glucosio. Solo a livelli di glicemia normali o elevati, GLP-1 e HIP aumentano la sintesi di insulina e il suo rilascio dalle cellule beta pancreatiche. GLP-1 diminuisce anche la secrezione di glucagone da parte delle cellule alfa pancreatiche, portando ad una diminuzione della produzione di glucosio da parte del fegato. Sitagliptin è un inibitore potente e altamente selettivo dell'enzima DPP-4 e non inibisce gli enzimi strettamente correlati DPP-8 o DPP-9. Sitagliptin differisce in struttura chimica e azione farmacologica da analoghi di GLP-1, insulina, sulfonilurea o meglitinidi, biguanidi, agonisti dei recettori gamma attivati ​​dai recettori gamma (PPARγ), inibitori dell'alfa-glicosidasi e analoghi dell'amilina.

L'uso simultaneo di sitagliptin e metformina ha un effetto additivo sulla concentrazione di GLP-1 attivo. Sitagliptin, ma non metformina, aumenta la concentrazione di HIP attivo.

Sitagliptin migliora il controllo glicemico sia in monoterapia che in combinazione con altri farmaci.

Negli studi clinici, sitagliptin in monoterapia ha migliorato il controllo glicemico con una significativa riduzione dei livelli di emoglobina glicata A1c (HbA1c), nonché del glucosio a digiuno e dopo i pasti. Una diminuzione della glicemia a digiuno è stata osservata entro la 3a settimana (endpoint primario). L'incidenza di ipoglicemia nei pazienti trattati con sitagliptin era simile al placebo. Il peso corporeo nel trattamento di sitagliptin non è aumentato rispetto al basale.

Sono stati osservati anche la dinamica positiva degli indicatori di funzionalità delle cellule beta, incluso HOMA-β, il rapporto tra proinsulina e insulina e gli indicatori di reattività delle beta-cellule nel test del glucosio tollerante con il campionamento frequente.

La metformina cloridrato è una biguanide con effetto anti-iperglicemico, che riduce il livello di glucosio nel plasma sanguigno sia a stomaco vuoto che dopo un pasto. Il farmaco non stimola la secrezione di insulina e quindi non causa ipoglicemia.

L'azione della metformina è mediata da tre meccanismi:

riduzione della produzione di glucosio epatico mediante inibizione della gluconeogenesi e della glicogenolisi;

migliorare la cattura e l'utilizzo del glucosio nei tessuti periferici, nel tessuto muscolare mediante un moderato aumento della sensibilità all'insulina;

rallentando l'assorbimento del glucosio nell'intestino.

La metformina stimola la sintesi intracellulare del glicogeno agendo sulla glicogeno sintetasi, migliora il trasporto del glucosio attraverso specifiche proteine ​​di membrana (GLUT-1 e GLUT-4).

Oltre all'effetto ipoglicemico, la metformina ha un effetto positivo sul metabolismo dei lipidi. A dosi terapeutiche, metformina abbassa il colesterolo totale, LDL e trigliceridi.

Indicazioni per l'uso

Janumet è usato per il trattamento del diabete mellito di tipo 2, in combinazione con metodi non farmacologici per la correzione dei livelli di glucosio nel sangue, nonché in combinazione con altri farmaci:

Oltre alla dieta e al regime di esercizio fisico per migliorare il controllo glicemico in pazienti con insufficiente efficacia di metformina in monoterapia alla dose massima tollerata, nonché nei pazienti che stanno già ricevendo il trattamento con sitagliptin e metformina.

In combinazione con derivati ​​sulfonilurea (una combinazione di tre farmaci) come aggiunta alla dieta e regime di esercizio in pazienti che non hanno raggiunto un adeguato controllo glicemico nel trattamento con sulfonilurea e metformina in dosi massime tollerate.

In associazione con agonisti del perossisoma attivato con recettore gamma (PPAR-γ) (ad esempio, tiazolidinedione) (combinazione di tre farmaci) come aggiunta alla dieta e regime di esercizio in pazienti con insufficiente efficacia della terapia con metformina e un agonista PPAR-γ in dosi massime tollerate.

In combinazione con insulina (una combinazione di tre farmaci) in aggiunta a regime dietetico ed esercizio fisico per migliorare il controllo glicemico in pazienti con insufficiente efficacia della terapia con insulina e metformina.

Dosaggio e somministrazione

La dose di Yanumet deve essere scelta singolarmente, tenendo conto dell'attuale regime di trattamento, dell'efficacia e della tollerabilità del paziente, non superiore alla dose giornaliera massima raccomandata di sitagliptin - 100 mg.

In assenza di adeguato controllo glicemico, in monoterapia con metformina alla dose massima tollerata. La dose iniziale raccomandata di Yanumet deve includere una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e la dose corrente di metformina.

Quando si passa dal trattamento combinato con sitagliptin e metformina. La dose iniziale di Yanumet deve essere equivalente alle dosi di sitagliptin e metformina utilizzate.

In assenza di adeguato controllo glicemico, terapia di associazione con metformina nella dose massima tollerata e sulfonilurea. La dose di Yanumet deve includere una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e la dose corrente di metformina. Se Yanumet viene usato in associazione con sulfonilurea, è consigliabile ridurre la dose di sulfonilurea per ridurre il rischio di ipoglicemia.

In assenza di adeguato controllo glicemico, terapia di associazione con metformina alla dose massima tollerata e un agonista PPAR-γ. La dose di Yanumet deve includere una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e la dose corrente di metformina.

In assenza di adeguato controllo glicemico, terapia di associazione con due farmaci - insulina e metformina nella dose massima tollerata. La dose di Yanumet deve includere una dose di sitagliptin 50 mg 2 volte al giorno (dose giornaliera totale di 100 mg) e la dose corrente di metformina. Quando si usa Janumet in combinazione con insulina, potrebbe essere necessario ridurre la dose di insulina per prevenire il rischio di ipoglicemia.

Per facilità di dosaggio, Janumet è disponibile in tre dosaggi di 50 mg di sitagliptin più 500, 850 o 1000 mg di metformina cloridrato.

Tutti i pazienti devono seguire una dieta con un'adeguata distribuzione dell'assunzione di carboidrati nell'arco della giornata. I pazienti in sovrappeso dovrebbero seguire una dieta ipocalorica.

Janumet deve essere applicato 2 volte al giorno con i pasti, aumentando gradualmente la dose, al fine di ridurre il rischio di reazioni avverse dal sistema digestivo associato a metformina.

Gruppi di pazienti speciali

Pazienti con insufficienza renale. Non è richiesto un aggiustamento della dose in pazienti con lieve entità di insufficienza renale (CC ≥ 60 ml / min). Yanumet non deve essere prescritto a pazienti con insufficienza renale da moderata a severa (CK

Yanumet

Yanumet: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: Janumet

Codice ATX: A10BD07

Ingrediente attivo: metformina (metformina), sitagliptin (sitagliptin)

Produttore: Patheon Puerto Rico Inc. (Stati Uniti)

Attualizzazione della descrizione e foto: 23/11/2018

Prezzi in farmacia: da 1653 rubli.

Yanumet è un farmaco ipoglicemico combinato per uso orale, contenente inibitore dipeptidil peptidasi-4 e biguanide, destinato al trattamento di pazienti con diabete di tipo 2.

Rilascia forma e composizione

Yanumet prodotto in forma di compresse, rivestite con film: ovale, biconcava, in tre dosi (metformina / sitagliptin): 500 mg / 50 mg - colore rosa chiaro rivestita con film, un lato incisione spalmato "575", 850 mg / 50 mg - con la copertura della pellicola di colore rosa, applicato su un lato di incisione "515", 1.000 mg / 50 mg - pellicola rivestita colore bruno-rossastro, applicato su un lato di incisione "577"; il nucleo è da quasi bianco a bianco (14 pezzi in blister, in una confezione di 1, 2, 4, 6 o 7 blister).

1 compressa contiene:

  • principi attivi: metformina cloridrato - 500 mg, 850 mg o 1000 mg, sitagliptin fosfato monoidrato - 64,25 mg, che è equivalente a 50 mg di sitagliptin;
  • componenti ausiliari: sodio stearil fumarato, cellulosa microcristallina, sodio lauril solfato, povidone;
  • la composizione del guscio: compresse 500 mg / 50 mg (rosa pallido) - Opadry II rosa, 85 F 94203, alla dose di 850 mg / 50 mg (colore rosa) - Opadry II rosa, 85 F 94182, 1000 mg / 50 mg (marrone rossiccio) - Opadry II Red, 85 F 15464; nelle membrane delle compresse sono: alcool polivinilico, macrogol 3350, biossido di titanio (E171), ossido di ferro rosso (E172), ossido di ferro nero (E172), talco.

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Yanumet - combinato di droga ipoglicemico, principi attivi che sono ipoglicemizzanti indipendenti: sitagliptin - inibitore della dipeptidil peptidasi-4 (DPP-4), Metformina - rappresentante di classe biguanidi. Il meccanismo di azione del farmaco per effetto reciproco dell'aggiunta dei componenti attivi per migliorare il controllo glicemico in pazienti con diabete di tipo 2.

Sitagliptin è un inibitore DPP-4 altamente selettivo, destinato alla somministrazione orale nel trattamento del diabete di tipo 2. Il suo effetto farmacologico è mediato dall'attivazione dei incretins, che fanno parte del sistema fisiologico interna responsabile della regolazione dell'omeostasi del glucosio. Come risultato di inibizione della DPP-4 sitagliptin aumenta la concentrazione di tale ormone attivo famiglia incretinico come polipeptide inibitorio gastrico (GIP) e glucagone-like peptide 1 (GLP-1). GLP-1 e GIP sotto i livelli di glucosio nel sangue normali o elevati potenziano le cellule beta del pancreas per aumentare la sintesi e la secrezione di insulina. GLP-1 aiuta a ridurre glucosio epatico sopprimendo cellule pancreatiche alfa secrezione di glucagone. Le concentrazioni terapeutiche di sitagliptin non inibiscono l'attività degli enzimi correlati DPP-8 o DPP-9. La sua azione e la struttura chimica farmacologico diverso da analoghi GLP-1, insulina, sulfoniluree, meglitinidi, agonisti dei recettori gamma, perossisoma proliferatore attivato (PPAR gamma), biguanidi, inibitori di alfa-glucosidasi, analoghi Amylin.

Metformina: aumenta la tolleranza al glucosio nel diabete di tipo 2. Il suo meccanismo d'azione farmacologico per abbassare la concentrazione di glucosio basale e postprandiale nel sangue differisce dai meccanismi d'azione di altre classi di agenti ipoglicemizzanti orali. È causato dalla capacità della metformina di ridurre la sintesi del glucosio nel fegato, l'assorbimento del glucosio nell'intestino, che porta ad un aumento della cattura periferica e dell'utilizzo del glucosio, a una maggiore sensibilità all'insulina. L'assunzione di metformina non causa cambiamenti nella secrezione di insulina, mentre la sua concentrazione a stomaco vuoto e il valore della concentrazione giornaliera di insulina plasmatica possono diminuire.

A differenza dei derivati ​​sulfonilurea, metformina e sitagliptina non causano ipoglicemia.

La somministrazione combinata di sitagliptin e metformina fornisce una sommatoria dell'effetto terapeutico, che è accompagnato da un aumento della concentrazione di GLP-1 attivo.

Quando l'ipertensione uso simultaneo di diuretici, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE), antagonisti del recettore dell'angiotensina II, calcioantagonisti lento o beta-bloccanti con sitagliptin significativa azione ipotensiva non causa.

farmacocinetica

L'uso di Yanumet in dosi di 500 mg / 50 mg, 850 mg / 50 mg e 1000 mg / 50 mg è stato separato in modo bioequivalente con le dosi appropriate di metformina e sitagliptin.

Biodisponibilità assoluta: sitagliptin - circa 87%, metformina (se assunto in una dose di 500 mg a stomaco vuoto) - 50-60%. La farmacocinetica di sitagliptin con assunzione simultanea di cibi grassi non cambia. La velocità e la quantità di assunzione di metformina quando somministrata con il cibo è ridotta. Il significato clinico di aumentare il tempo di raggiungere e abbassare la concentrazione plasmatica massima (Cmaxa) Metformina non è installata.

Legame delle proteine ​​plasmatiche: sitagliptin - 38%, metformina - in misura molto ridotta.

Una parte della metformina è temporaneamente distribuita negli eritrociti, la concentrazione plasmatica dello stato di equilibrio sullo sfondo del regime posologico raccomandato è raggiunta in 24-48 ore e di solito è inferiore a 0,001 mg / ml.

Gli isoenzimi del sistema del citocromo P sono coinvolti nel limitato metabolismo di sitagliptin.450 CYP3A4 e CYP2C8. La trasformazione metabolica di sitagliptin è minima, circa il 79% della dose assunta viene escreta immodificata attraverso i reni.

La metformina viene eliminata attraverso i reni in una forma invariata quasi completamente (90%) entro 24 ore.

Mezzovita di eliminazione (t1/2) Sitagliptin è di circa 12,4 ore, la clearance renale è di circa 350 ml / min.

L'escrezione renale di un sitagliptin viene principalmente effettuata mediante secrezione canalicolare attiva.

T1/2 La metformina dal plasma è di circa 6,2 ore, dal sangue - 17,6 ore. La sua principale via di escrezione attraverso i reni causa un eccesso di 3,5 volte la clearance renale della clearance della creatinina (CK).

Il cumulo di metformina contro l'uso di dosi terapeutiche non si verifica.

Nei pazienti con vari gradi di disfunzione renale, l'emivita di Janumet è prolungata, la concentrazione totale (AUC) di sitagliptin aumenta nel plasma sanguigno. Utilizzare il farmaco in violazione dei reni non può.

Con un grado moderato (7-9 punti sulla scala Child-Pugh) dell'insufficienza epatica, una singola dose di 100 mg di sitagliptin risulta in un aumento del suo valore medio di Cmax del 13%, AUC - del 21%. Non ci sono dati clinici sull'esperienza dell'uso del farmaco nei casi gravi (più di 9 punti sulla scala di Child-Pugh) di insufficienza epatica.

Il sesso, la razza o il peso del paziente non influenzano i parametri farmacocinetici degli ingredienti attivi.

I pazienti anziani hanno prolungato T1/2 e aumentare Cmax. Questi cambiamenti sono associati al declino correlato all'età nella funzione escretoria renale. All'età di 80 anni, Yanumet può essere trattato solo in pazienti con funzionalità renale normale e CC.

Non sono stati condotti studi sull'efficacia e la sicurezza dell'assunzione del farmaco da parte dei bambini.

Indicazioni per l'uso

L'uso di Janumet è indicato come un'aggiunta alla dieta e al regime di esercizio sotto forma di monoterapia e trattamento combinato del diabete di tipo 2 nei seguenti casi:

  • la nomina della terapia di partenza, se la dieta e il regime di esercizio fisico non consentono di ottenere un adeguato controllo della glicemia;
  • mancanza di un adeguato controllo glicemico con monoterapia con metformina o sitagliptin, o con trattamento combinato con questi due farmaci;
  • la necessità di nominare una terapia di associazione, inclusi sitagliptin, metformina e derivati ​​sulfonilurea, in assenza di un adeguato controllo glicemico dal trattamento combinato utilizzando solo due degli agenti elencati;
  • la necessità clinica di prescrivere una terapia combinata, comprendente tre farmaci: sitagliptin, metformina e tiazolidinedioni (agonisti del recettore della gamma PPAR attivati ​​da un proliferatore del perossisoma), in assenza di un adeguato controllo glicemico dal trattamento combinato utilizzando solo due degli agenti elencati;
  • la necessità di utilizzare in combinazione con insulina, se la monoterapia con insulina non fornisce un adeguato controllo glicemico.

Controindicazioni

  • diabete di tipo 1;
  • malattie o funzionalità renale compromessa con CC inferiore a 60 ml / min o quando la concentrazione sierica di creatinina negli uomini è 1,5 mg / dL e più alta, nelle donne - 1,4 mg / dL e più alta, compresi i disturbi derivanti da infarto miocardico acuto, shock (collasso cardiovascolare), setticemia;
  • gravi malattie infettive;
  • disidratazione (diarrea, vomito);
  • febbre;
  • condizioni di ipossia: infezioni renali, shock, sepsi, malattie broncopolmonari;
  • acidosi metabolica cronica o acuta, compresa chetoacidosi diabetica;
  • insufficienza cardiaca, infarto miocardico acuto, insufficienza respiratoria, altre malattie acute e croniche con manifestazioni clinicamente pronunciate che possono contribuire allo sviluppo di ipossia tissutale;
  • lesioni gravi, chirurgia estesa;
  • disfunzione epatica, insufficienza epatica;
  • acidosi lattica (compresa la storia);
  • assumere compresse nelle 48 ore precedenti e 48 ore dopo gli studi radiologici e radioisotopici con l'introduzione di un mezzo di contrasto contenente iodio;
  • aderenza a una dieta ipocalorica con un valore energetico inferiore a 1000 kcal per 24 ore;
  • intossicazione alcolica acuta, alcolismo cronico;
  • periodo di gestazione;
  • l'allattamento al seno;
  • età fino a 18 anni;
  • accertata ipersensibilità al farmaco.

Secondo le istruzioni, Janumet deve essere usato con cautela nei pazienti in età avanzata.

Istruzioni per l'uso Yanumeta: metodo e dosaggio

Le compresse vengono ingerite, ingerite intere, con i pasti.

La dose iniziale viene prescritta tenendo conto dell'attuale terapia ipoglicemica individuale, della tollerabilità e dell'effetto terapeutico.

L'uso di Yanumeta comporta l'assunzione di sitagliptin alla dose di 50 mg e metformina alla dose di 500 mg, 850 mg o 1000 mg 2 volte al giorno. La dose giornaliera massima di sitagliptin è di 100 mg (50 mg 2 volte al giorno), l'aggiustamento della dose viene effettuato cambiando solo la dose di metformina.

La dose iniziale raccomandata di Yanumet come aggiunta alla dieta e regime di esercizio per i pazienti con diabete di tipo 2:

  • la mancanza di un adeguato controllo glicemico con una dieta ed esercizio fisico: compresse alla dose di 500 mg / 50 mg (metformina / sitagliptin) 2 volte al giorno. Se necessario, una singola dose può essere gradualmente aumentata a 1000 mg / 50 mg;
  • la mancanza di un controllo adeguato in monoterapia con metformina: la dose deve essere somministrata nella quantità della dose corrente di metformina (500 mg, 850 mg o 1000 mg per 50 mg di sitagliptin), il tasso di dose - 2 volte al giorno;
  • mancanza di controllo adeguato con sitagliptin in monoterapia: 500 mg / 50 mg 2 volte al giorno. Inoltre, una singola dose di metformina può essere aumentata in accordo con la fattibilità clinica a 1000 mg. Pazienti con insufficienza renale, che assumono in monoterapia una dose di sitagliptin inferiore a 100 mg al giorno, il trattamento di Yanumet è controindicato;
  • passaggio dalla terapia di associazione con sitagliptin e metformina: la dose può corrispondere alle dosi precedentemente assunte di ciascuno dei farmaci;
  • passaggio dall'assunzione di due dei seguenti agenti ipoglicemizzanti: sitagliptin, metformina, derivati ​​sulfonilurea: la dose di metformina è determinata in base al livello di controllo glicemico e, se il paziente ha assunto metformina in precedenza, viene presa in considerazione la dose corrente. Si raccomanda di aumentare gradualmente la dose di metformina, questo minimizzerà i suoi effetti collaterali dal tratto gastrointestinale. Se la terapia di combinazione precedente includeva un derivato del sulfonilurea, la sua dose deve essere ridotta;
  • passando dall'assunzione di due dei seguenti agenti ipoglicemizzanti - sitagliptin, metformina, tiazolidinedioni (agonisti del recettore della gamma PPAR): la dose di metformina deve essere uguale alla dose giornaliera della terapia precedente. Se necessario, può essere aumentato gradualmente aumentando la dose del farmaco;
  • passaggio dall'assunzione di due dei seguenti agenti ipoglicemizzanti - sitagliptin, metformina, insulina: la dose deve essere la stessa della dose giornaliera di metformina precedentemente assunta. Per prevenire l'ipoglicemia, potrebbe essere necessario ridurre la dose di insulina precedentemente utilizzata. Inoltre, la dose di metformina può essere aumentata gradualmente.

I dati sulla valutazione della sicurezza e dell'efficacia della transizione verso l'uso di Yanumet con il trattamento con altri farmaci ipoglicemici non sono disponibili. Eventuali cambiamenti nel trattamento del diabete mellito di tipo 2 devono essere effettuati con cautela, sotto attento controllo dei parametri rilevanti, tenendo conto delle possibili variazioni del controllo glicemico.

Effetti collaterali

  • dal tratto gastrointestinale: sapore metallico in bocca; all'inizio dell'applicazione - nausea, vomito, diarrea, flatulenza, anoressia, dolore addominale;
  • dal sangue e dal sistema cardiovascolare: in rari casi - anemia megaloblastica sullo sfondo di una violazione dell'assorbimento di acido folico e vitamina B12;
  • da parte del metabolismo: ipoglicemia; in rari casi - acidosi lattica (disturbi respiratori, ipotermia, debolezza, sonnolenza, dolore addominale, bradiaritmia resistente, ipotensione, mialgia);
  • reazioni dermatologiche: eruzione cutanea, dermatite.

Effetti indesiderati aggiuntivi accertati durante le osservazioni post-registrazione che possono verificarsi durante l'uso di Janumet:

  • da parte del sistema immunitario: reazioni di ipersensibilità, compresa anafilassi, angioedema;
  • reazioni dermatologiche: prurito, orticaria, sindrome di Stevens-Johnson e altre malattie cutanee esfoliative, vasculite cutanea;
  • da parte del sistema digestivo: costipazione, pancreatite acuta (comprese le forme necrotiche ed emorragiche, comprese quelle fatali);
  • da parte del sistema urinario: deterioramento della funzione renale, grave insufficienza renale acuta;
  • apparato respiratorio: rinofaringite, infezione del tratto respiratorio superiore;
  • sistema nervoso: mal di testa;
  • da parte del sistema muscolo-scheletrico: dolore agli arti, artralgia, mialgia, mal di schiena.

overdose

I sintomi di sovradosaggio non sono stati stabiliti.

Trattamento: se accidentalmente prendi una dose elevata di Yanumet, devi immediatamente irrigare lo stomaco o indurre il vomito artificiale per rimuovere il farmaco non ancora assorbito. Il paziente deve essere dotato del controllo delle funzioni vitali del corpo, elettrocardiografia, nomina della terapia sintomatica, in caso di necessità clinica - emodialisi prolungata. L'efficacia della dialisi peritoneale non è stata stabilita.

Istruzioni speciali

A causa del rischio di sviluppare pancreatite acuta quando si prescrive Yanumet, i pazienti devono essere informati che il dolore addominale persistente grave è un sintomo caratteristico della pancreatite acuta. Se si sospetta una pancreatite, il farmaco deve essere sospeso.

Poiché l'escrezione renale è la principale via di eliminazione di metformina e sitagliptina, il rischio di sviluppare acidosi lattica dipende direttamente dal grado di disfunzione renale. A questo proposito, la nomina di Janumet può essere fatta solo a pazienti con una concentrazione normale di creatinina nel siero del sangue o al di sotto del limite di età superiore alla norma. Per il trattamento di pazienti anziani si dovrebbe utilizzare la dose minima efficace del farmaco, consentendo di ottenere un adeguato controllo glicemico. Molto probabilmente è il declino correlato all'età nella funzione renale nei pazienti di età superiore a 80 anni, quindi è necessario un monitoraggio regolare della funzionalità renale.

Tutti i pazienti che assumono Yanumet devono essere testati annualmente per confermare la normale funzione renale, i pazienti a rischio devono essere prescritti test appropriati più spesso.

Per ridurre il rischio di ipoglicemia indotta da insulina o sulfonilica sullo sfondo della terapia a tripla associazione, la dose di insulina o derivato del sulfonilurea deve essere ridotta.

L'assunzione di compresse deve essere interrotta durante un intervento chirurgico esteso che richiede un consumo limitato di liquidi e cibo.

Con una perdita temporanea del controllo glicemico, tra cui l'ipertermia, il trauma, l'infezione o la chirurgia, in pazienti con controllo glicemico precedentemente stabile, Janumet può essere sostituito dall'insulina per il periodo di stabilizzazione della condizione generale.

L'uso di metformina può causare acidosi lattica. Quando si conferma l'acidosi lattica, il paziente necessita di ricovero immediato e terapia di mantenimento, incluso l'uso dell'emodialisi per rimuovere la metformina accumulata e accelerare la correzione dell'acidosi. Il farmaco deve essere fermato.

Durante il periodo di trattamento con Janumet, bere alcolici in grandi dosi o è spesso controindicato, poiché l'alcol potenzia il metabolismo dell'acido lattico (lattato).

Il rischio di ipoglicemia aumenta in età avanzata, in pazienti debilitati, con esaurimento, abuso di alcol, insufficienza surrenalica o pituitaria, assunzione di beta-bloccanti.

Durante il periodo di assunzione di Janumeta, i pazienti devono coordinare con il medico curante l'uso di qualsiasi terapia concomitante con farmaci. Ciò eviterà i possibili effetti negativi di questi farmaci sulla funzionalità renale.

Dopo esami radiologici con somministrazione intravascolare di agenti di contrasto contenenti iodio, quali urografia endovenosa, colangiografia, angiografia, è possibile riprendere il farmaco dopo 48 ore solo dopo aver ricevuto i risultati dei test di laboratorio che confermano il normale stato della funzione renale.

L'ammissione di Yanumet deve essere immediatamente interrotta quando si diagnosticano condizioni associate allo sviluppo di ipossiemia, come insufficienza cardiaca acuta, infarto miocardico acuto, shock di qualsiasi eziologia. Lo sviluppo di ipossia può causare lo sviluppo di preferenza azotemia e acidosi lattica.

Il ricevimento di Yanumet è consigliato per esser accompagnato da monitoraggio di parametri hematological di sangue, che è effettuato almeno 1 volta all'anno. In pazienti predisposti allo sviluppo di carenza di vitamina B12, deve essere effettuato 1 volta in 2 anni, la concentrazione plasmatica di vitamina B12.

Se, sullo sfondo del trattamento farmacologico, i pazienti con diabete mellito di tipo 2 adeguatamente controllati presentano anomalie nei parametri di laboratorio o condizioni cliniche che non possono essere chiaramente identificate, devono essere condotti studi di laboratorio volti ad escludere la chetoacidosi o l'acidosi lattica. Quando si conferma lo sviluppo dell'acidosi, le pillole devono essere ritirate e devono essere prese misure appropriate per correggere l'acidosi.

Impatto sulla capacità di guidare veicoli a motore e meccanismi complessi

Il ricevimento di sitagliptin può causare sonnolenza e vertigini, pertanto durante il periodo di utilizzo di Yanumet occorre prestare particolare attenzione quando si lavora con meccanismi complessi e guida.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

L'uso di Yanumet durante la gravidanza e l'allattamento al seno è controindicato.

Utilizzare durante l'infanzia

La nomina di un farmaco ipoglicemico combinato per il trattamento di bambini sotto i 18 anni di età è controindicata. Non ci sono dati sulla sicurezza di Yanumet in pazienti di età inferiore ai 18 anni.

In caso di funzionalità renale compromessa

L'appuntamento di Yanumet è controindicato nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 con funzionalità renale compromessa (QC inferiore a 60 ml / min), malattie renali e altre condizioni che causano il rischio di sviluppare funzionalità renale compromessa.

Con disfunzione epatica

La prescrizione del farmaco è controindicata nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 con compromissione della funzionalità epatica, insufficienza epatica.

Utilizzare in età avanzata

Devono essere prescritte precauzioni ai pazienti anziani di Yanumet in connessione con possibile disfunzione renale legata all'età.

Interazione farmacologica

La somministrazione contemporanea di dosi multiple di sitagliptin (50 mg due volte al giorno) e metformina (1000 mg due volte al giorno) non causa un cambiamento clinicamente significativo dei parametri farmacocinetici dei farmaci nei pazienti con diabete di tipo 2.

Non sono stati condotti studi sull'interazione di Yanumet con altri farmaci. Pertanto, la nomina della terapia concomitante deve essere guidata dai risultati di studi simili condotti separatamente su sitagliptin e metformina.

Con l'uso simultaneo di sitagliptin:

  • rosiglitazone, glibenclamide, simvastatina, warfarin, contraccettivi orali: non vi è alcun cambiamento clinicamente significativo nella loro farmacocinetica, sitagliptin non inibisce gli isoenzimi del citocromo P450 CYP3A4, CYP2C8, CYP2C9, non sopprime isoenzimi CYP1A2, CYP2D6, CYP2B6, CYP2C19, non induce CYP3A4;
  • fibrati, statine, ezetimib (fluoxetina, sertralina, bupropione), inibitori della pompa protonica (omeprazolo, lansoprazolo), antistaminici (cetirizina), sildenafil: non influenzano i fari akokinetiku sitagliptin;
  • digossina, ciclosporina: aumentano clinicamente significativamente i loro valori di AUC e Cmax.

Con l'uso simultaneo di metformina:

  • gliburide: non causa interazione clinicamente significativa;
  • Furosemide: modifica i parametri farmacocinetici, aumenta il valore Cmax metformina del 22%, AUC nel sangue intero del 15%, la clearance renale dei farmaci non cambia in modo significativo;
  • nifedipina: porta ad un aumento dell'assorbimento, della concentrazione plasmatica e della quantità di metformina escreta dai reni;
  • agenti cationici - morfina, amiloride, digossina, procainamide, chinina, chinidina, trimetoprim, vancomicina, ranitidina, triamterene: possono competere per l'uso del sistema di trasporto dei tubuli renali;
  • fenotiazine, diuretici, glucocorticosteroidi, preparazioni tiroidee, contraccettivi orali, estrogeni, acido nicotinico, fenitoina, simpaticomimetici, isoniazide, calcioantagonisti lenti: con potenziale iperglicemico possono violare il controllo glicemico; è necessario monitorare attentamente i parametri del controllo glicemico;
  • farmaci che si legano attivamente a proteine ​​del plasma come salicilati, sulfonamidi, cloramfenicolo, probenecid: non interagiscono con metformina.

analoghi

Gli analoghi di Yanumet sono: Yanumet Long, Velmetia, Amaryl M, Glibomet, Glucovans, Gluconorm, Avandamet, Galvus Met, Douglimax, Tripride.

Termini e condizioni di conservazione

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Conservare a temperature fino a 25 ° C.

La durata di conservazione di Yanumet 1000 compresse + 50 mg e 850 + 50 mg - 2 anni, compresse da 500 + 50 mg - 3 anni.

Condizioni di vendita della farmacia

Prescrizione.

Recensioni Janumete

Feedback su Yanumet positivo. Pazienti e medici indicano l'elevata efficacia del farmaco e lo caratterizzano come un eccellente supplemento alla dieta e allo sforzo fisico nel trattamento del diabete di tipo 2. La monoterapia e la terapia combinata, incluso Janumet, forniscono un controllo glicemico stabile e l'assenza di effetti collaterali clinicamente significativi.

I medici consigliano di essere attenti alla lista delle controindicazioni per l'assunzione di Yanumet e seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico.

Gli svantaggi includono tutti il ​​prezzo relativamente alto del farmaco, data la necessità del suo uso costante.

Il prezzo di Janumet nelle farmacie

Il prezzo per Yanumet 1000 + 50 mg - da 3023 rubli per un pacco contenente 56 compresse, in una dose di 850 + 50 mg - da 2860 rubli, in una dose di 500 + 50 mg - da 2827 rubli.

Perché la bilirubina ematica è elevata e cosa significa?

Perché ho bisogno di sangue per analisi a stomaco vuoto?