La plasmaferesi: i benefici e i danni

Lo scambio di plasma sanguigno viene utilizzato per liberare le tossine o ridurre il numero di altri componenti, ad esempio globuli rossi, piastrine, leucociti. La filtrazione meccanica può essere sia terapeutica che donatrice. Nel primo caso, dopo la pulizia, il sangue viene restituito al paziente, nel secondo viene congelato per la conservazione temporanea.

Per scopi terapeutici, la plasmaferesi viene utilizzata, se necessario, per eliminare rapidamente l'intossicazione, i processi infiammatori, normalizzare il metabolismo, quando è necessario mantenere una specifica composizione del sangue o crearne uno prima dell'intervento.

Qual è questa procedura?

Rispondendo alla domanda su cosa sia la plasmaferesi, si dovrebbe notare che è significativamente diversa dall'eme-assorbimento, che viene anche usato per la purificazione del sangue. Durante la plasmaferesi, viene raccolto e diviso in frazioni, durante la seconda procedura, il trattamento viene eseguito per mezzo di sorbenti.

Ci sono plasmaferesi terapeutici e donatori. Il primo è utilizzato per normalizzare le condizioni del paziente in varie condizioni acute e croniche.

Il sangue raccolto è suddiviso in elementi uniformi (leucociti, piastrine, eritrociti) e plasma, costituiti da soluzioni saline, proteine ​​e altri composti.

Dopo la pulizia, il paziente viene versato il liquido mancante, sostituendo la parte "sporca" danneggiata. La procedura del donatore prevede la raccolta e lo stoccaggio del plasma per la successiva somministrazione a persone bisognose.

Nel complesso, il compito è di normalizzare il volume dei componenti circolanti del sangue, eliminare le tossine, i prodotti di paracoagulazione, i mediatori dell'infiammazione, trasportare gli elementi di coagulazione mancanti nel corpo e le immunoglobuline.

effetto

Durante il corso (da 2 a 6 sessioni), il paziente avverte un miglioramento significativo delle sue condizioni. Ciò è spiegato dal fatto che con la normalizzazione della composizione del sangue, gli organi iniziano a funzionare meglio, nutrendosi solo del mezzo sano.

Inoltre, quando si pulisce il corpo, si verifica una risposta e si mobilizza la mobilizzazione difensiva, in altre parole si migliora l'immunità.

Come è la procedura

Durante il trattamento, si raccomanda di sottoporsi ad almeno 3 sedute. Al primo stadio, vengono eliminate solo le sostanze che circolano nello stato libero attraverso il flusso sanguigno. Nel secondo, i prodotti fluidi intercellulari diventano disponibili. E nella terza sessione, tutti gli agenti patogeni delle cellule vengono eliminati.

In una sola volta è possibile rimuovere un quarto del volume plasmatico totale, della quantità totale di sangue che sarà l'ottava parte. L'importo esatto è determinato dal peso e dall'età del paziente.

Fasi di

La plasmaferesi può essere effettuata attraverso 1 o 2 cateteri.

La differenza essenziale è che nel primo caso viene prelevata una piccola dose, quindi pulita, e quindi restituita la sostanza trattata. Nella seconda variante, il processo è continuo, il sangue viene raccolto attraverso un catetere e immediatamente somministrato attraverso il secondo nell'altra mano.

  1. L'assunzione comporta il pompaggio di un certo volume di sangue insieme a tutte le tossine, virus, batteri, colesterolo ed elementi formati. In questo caso, il paziente è cosciente, in posizione sdraiata o semi-seduta. Il catetere è installato nella vena ulnare.
  2. Il sangue è diviso in frazioni, passando attraverso il dispositivo.
  3. Il plasma viene completamente evacuato e la sospensione rimanente è saturata di soluzione salina, glucosio, cloruro di potassio, albumina, reopolyglucine.
  4. La miscela risultante viene restituita al paziente.

Tipi e classificazione

Secondo il metodo di esecuzione allocare hardware e tipo discreto. A destinazione c'è un tipo terapeutico e donatore.

Secondo il metodo di elaborazione della plasmaferesi può essere:

  • Centrifuga o gravitazionale. L'apparato dell'emofenik ad alta velocità di rotazione del tamburo divide il sangue in frazioni. Poiché questo metodo danneggia notevolmente le cellule, viene usato molto raramente.
  • Membrana o filtrazione al plasma. Non ha praticamente controindicazioni e richiede un minimo di tempo, le cellule non vengono danneggiate durante il processo di pulizia. Applicare l'apparecchio con i pori del filtro.
  • Sedimentazione o metodo di sedimentazione. Si riferisce al più economico e raramente utilizzato. Il sangue in questo caso non è sottoposto all'elaborazione dell'hardware e ha difeso solo una certa quantità di tempo. Questo metodo non consente di pulire grandi volumi, quindi la gamma di applicazioni è ridotta.
  • Plasmaferesi a cascata È indicato per le gravi condizioni dei pazienti autoimmuni ed è anche usato in chirurgia e rianimazione. La principale differenza è il doppio metodo di pulizia. In primo luogo, filtrare la parte cellulare, quindi il plasma. Lo svantaggio è l'alto costo della manipolazione.
  • Krioplazmaferez. Il sangue raccolto viene sottoposto a congelamento a basse temperature, quindi riscaldato e centrifugato. La parte risolta non si applica. Portata - eliminazione delle conseguenze dell'avvelenamento grave e, di conseguenza, intossicazione.

testimonianza

La plasmaferesi viene utilizzata per rimuovere dalle sostanze del corpo che attivano il processo patologico.

Il trattamento è prescritto per:

  • La necessità di liberare urgentemente il plasma dalle tossine e dagli elementi metabolici causati da malattie autoimmuni o processi infiammatori. Ad esempio, nell'artrite reumatoide, nell'asma, nella sclerosi, nell'ipertensione, nella neuropatia.
  • I bisogni mantengono a lungo una certa composizione di sangue. Allo stesso tempo, solo un collegamento è escluso dalla patogenesi. Di solito, le indicazioni per l'uso sono Rh-conflitto, diabete, epatite virale, nel processo di trattamento di patologie tumorali, avvelenamento da veleni, tossine di origine batterica.
  • Preparazione per la chirurgia, se la composizione primaria è inaccettabile per l'intervento chirurgico.

In generale, la purificazione meccanica del sangue può essere utilizzata in terapia complessa per:

  • Mieloma multiplo.
  • La vasta distruzione dei corpi rossi nelle navi.
  • La presenza di mioglobina libera nel sangue.
  • Emoglobinopatie.
  • Miastenia.
  • Malattie di Gasser, Krona.
  • Porfiria.
  • Intossicazione da intossicazione chimica
  • Reumatismi.
  • Miocardite virale.
  • Asma, polmonite di natura cronica.
  • Colite ulcerosa
  • Patologie endocrine, in particolare il diabete.
  • Peritonite, sepsi.
  • Ustioni significative
  • Rigetto d'organo dopo il trapianto.
  • Herpes, psoriasi.
  • Glomerulonefrite.
  • Encefalite allergica.
  • Vasculite.

Controindicazioni

In alcuni casi, anche una procedura utile può portare a un deterioramento del benessere del paziente, pertanto, non è consigliabile eseguire con:

  • Anemia quando l'emoglobina è inferiore a 80 g / l. Se in questo caso ricorri alla manipolazione, aumenterà la fame di ossigeno.
  • Sanguinamento di qualsiasi natura.
  • Condizioni in cui il corpo manca di sangue. Di solito in questo elenco sono le patologie del sistema cardiovascolare, così come il periodo di ulcera e post-infarto.
  • Ridurre la quantità di proteine ​​nel sangue (meno di 60 g / l). Questo indicatore è responsabile della permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni e del livello della componente liquida del sangue al loro interno. La procedura per le deviazioni dalla norma viola il bilancio elettrolitico dell'acqua e aumenta la pressione.
  • Morire di vasi cerebrali a causa di disturbi circolatori.
  • BP alta.
  • Disfunzione epatica
  • Malattie cardiache

Tutte le controindicazioni possono essere:

  1. Assoluto, quando c'è un danno significativo al cervello, cuore, fegato, polmoni, reni o sanguinamento.
  2. Relativa. Questi includono le malattie del sangue quando c'è un aumentato rischio di sanguinamento estensivo e condizioni che causano sanguinamento. Ad esempio, ulcera, ipotensione, gravidanza, mestruazioni, malattie infettive.

È anche meglio abbandonare la manipolazione delle allergie o se prima c'erano reazioni negative alle trasfusioni di sangue.

I benefici e i rischi della procedura

La plasmaferesi viene raramente eseguita come unico mezzo per trattare un paziente, solitamente una misura accessoria, che spiega il suo successo.

I vantaggi di scegliere un metodo includono:

  • Disintossicazione. Lo smaltimento delle tossine avviene per "lavaggio" di cellule del sangue. In effetti, la valutazione differenziale aiuta a distaccare le frazioni con sostanze nocive e utile a ritornare nel flusso sanguigno.
  • Stimolazione dei sistemi ematopoietici e cardiovascolari sul piano di riflesso. Allo stesso tempo il corpo si trova nel bilancio idrico-elettrolitico raccomandato. Quando si presenta la necessità, al posto del plasma, le soluzioni possono essere iniettate nel flusso sanguigno che la sostituiscono.
  • Immunomodulazione. Il contatto del sangue con la struttura dei filtri al plasma irrita le cellule immunitarie, contribuendo a migliorare la loro efficienza. Ma con le malattie autoimmuni, questo potrebbe avere l'effetto opposto, poiché l'effetto dei tessuti contro il corpo stesso aumenterà e ciò causerà un'esacerbazione della malattia. Pertanto, il trattamento di tali patologie richiede un costante controllo medico.

Il danno dalla procedura può essere completamente assente, essere minimo o, con determinate caratteristiche dell'organismo, portare alla morte del paziente. Per ridurre al minimo gli effetti collaterali, il medico deve esaminare completamente il paziente prima della plasmaferesi e prescrivere il trattamento solo con indicazioni gravi.

Nella maggior parte dei casi, tutto è limitato a mal di testa, nausea e aumento di pressione, che è spiegato dalla risposta del corpo a condizioni estreme e non rappresenta una seria minaccia. Allo stesso tempo, può svilupparsi una reazione allergica, inclusa una natura autoimmune da parte dell'apparato renale al plasma del donatore.

Inoltre, la pulizia del sangue comporta la rimozione di componenti sia dannosi che benefici, che possono indebolire temporaneamente il sistema immunitario. Con le prestazioni improprie e l'incompetenza dello staff c'è un alto rischio di infezione, la formazione di coaguli di sangue, lo sviluppo di sepsi, disturbi metabolici.

Possibili complicazioni

Anche con un quadro favorevole degli esami prima della procedura nel processo di esecuzione, il corpo può reagire negativamente alle manipolazioni eseguite.

Le seguenti complicanze sono le più comuni nei pazienti:

  • Ipotensione. Un forte calo della pressione sanguigna può causare la carenza di ossigeno. Nei casi più gravi, questo finisce in invalidità o morte.
  • Shock anafilattico. Le manifestazioni allergiche comprendono cambiamenti nell'emodinamica, brividi, disordini autonomici. In caso contrario, potrebbe verificarsi la morte.
  • Emorragia interna estesa. Ecco perché con le ulcere o le aree erosive sulle mucose del tratto gastrointestinale è meglio abbandonare la procedura.
  • Intossicazione da citrato, in cui il paziente può cadere in coma, che termina con la morte. Fortunatamente, questi sono casi isolati.

In caso di malessere, è necessario interrompere la procedura. Se questo accade al di fuori delle mura di un istituto medico, consultare immediatamente un medico o chiamare un'ambulanza.

Preparazione per la procedura

Per ridurre il rischio di complicazioni dovute alla manipolazione, si consiglia un addestramento speciale prima di eseguirlo.

Per questo è necessario:

  • Normalizzare la corretta alimentazione, aderire ad una dieta ricca di proteine, ma ridurre il consumo di fosforo, potassio, sodio.
  • Dormi abbastanza e bevi molti liquidi alla vigilia della plasmaferesi.
  • Smetti di fumare.
  • Fai una visita medica.

Il terapeuta esamina il paziente, misura la pressione sanguigna, prescrive un esame del sangue clinico e biochimico, la determinazione dell'indice di glucosio, la reazione di Wasserman, RW, coagulogramma, ECG.

Esecuzione durante la gravidanza

La procedura è utile per preparare il concepimento di un bambino, soprattutto per le donne che hanno fumato molto prima. Questo metodo aiuta a rimuovere il veleno della sigaretta.

Durante la gestazione, la plasmaferesi può essere indicata in caso di forte tossicosi. I miglioramenti saranno in un paio di sessioni.

Inoltre, durante la gravidanza, il rischio di infezione intrauterina, mancanza di ossigeno del feto, acqua bassa e sanguinamento prolungato durante il parto è ridotto.

Quanto dura una sessione e un corso

In media, una sessione dura 1,5 ore. La plasmaferesi può essere ripetuta dopo 3-4 giorni.

Per scopi terapeutici, il tempo aumenta, la durata della procedura raggiunge le 2-3 ore e la frequenza è 4-5 volte a settimana. Il corso include 3-6 sessioni. Il numero di procedure viene selezionato individualmente in base alla gravità del corso e alla natura del disturbo. Il trattamento può essere effettuato in sei mesi.

Macchina per plasmaferesi

I dispositivi possono essere portatili o fissi. I primi sono convenienti perché possono essere installati ovunque, senza disturbare la pace del paziente, se necessario, anche a casa. Ci sono dispositivi che inizialmente prendono una piccola porzione di sangue, puliscono e restituiscono.

Tali dispositivi al minuto pompavano 100-150 ml di fluido biologico. Altri contengono 2 cateteri per portarli attraverso uno e poi restituirli attraverso l'altro. In questo caso, il dispositivo non arresta il processo.

Un filtro al plasma contiene centrifughe, membrane, pompe o filtri. Tutto dipende dalla scelta del metodo.

Costo di

Il prezzo per una sessione è molto diverso e può variare da 2.000 a 60.000 rubli. Il costo dipende dal metodo di trattamento scelto, dalla fama della clinica, dall'esperienza e dalla competenza del medico. Di notevole importanza è la regione: il più vicino al centro della capitale, il più costoso.

I benefici e i danni della plasmaferesi

Nel corso degli anni, un accumulo di elementi tossici e tossine si verifica nel sistema circolatorio umano, che vengono trasportati attraverso il corpo al flusso sanguigno, penetrano le cellule, i tessuti e influenzano negativamente la funzione protettiva - l'immunità.

Oggigiorno, una tecnica così moderna come la plasmaferesi viene utilizzata con successo per purificare il plasma sanguigno da elementi tossici e per attivare processi metabolici. All'estero, questa procedura è stata utilizzata per molto tempo, ma il suo costo è molto più alto che nelle cliniche domestiche. La plasmaferesi nell'ospedale di Yusupov può essere eseguita a prezzi accessibili e con alta efficienza.

Per comprendere i benefici e i rischi della plasmaferesi, è necessario avere un'idea delle caratteristiche di questa procedura.

L'essenza della plasmaferesi

L'essenza della plasmaferesi è estrarre parte del sangue dal corpo del paziente, quindi pulirlo e restituirlo al flusso sanguigno.

Durante la procedura, il sangue è diviso in due componenti: elementi uniformi (globuli rossi, piastrine, leucociti) e plasma (parte liquida). Il plasma "sporco" viene rimosso e fisiologica salina, glucosio e speciali sostituti del sangue vengono aggiunti alle cellule del sangue e quindi restituiti al corpo del paziente.

Per la plasmaferesi, ci sono diversi modi: usare un'attrezzatura speciale e senza di essa.

La tecnica priva di hardware è più semplice e più economica. Tuttavia, se utilizzato, esiste un alto rischio di infezione. Inoltre, questa procedura consente di pulire solo piccole quantità di sangue.

Per condurre la plasmaferesi hardware, è richiesta un'attrezzatura medica speciale. La plasmaferesi hardware, a sua volta, può essere centrifuga, membrana (filtrazione) e cascata.

Indicazioni per la plasmaferesi

Inizialmente, la plasmaferesi è stata utilizzata per eliminare il materiale donatore. Oggi, questa procedura è anche un metodo ausiliario per il trattamento di molte malattie. Secondo gli esperti, la plasmaferesi aiuta ad affrontare le patologie più gravi, incluso il cancro, soprattutto in assenza di risultati positivi da altri metodi di trattamento.

Questa procedura è applicata in molte cliniche private, incluso uno dei migliori centri multidisciplinari di Mosca - Yusupov Hospital. Tuttavia, ci sono alcune indicazioni e controindicazioni per la conduzione della plasmaferesi, per identificare a quali pazienti viene assegnato un esame preliminare obbligatorio.

La plasmaferesi è indicata per i pazienti con le seguenti malattie:

  • con varie malattie cardiovascolari: stenocardia, miocardite, aterosclerosi, malattie virali, alterazioni post-infarto;
  • malattie dell'apparato respiratorio: asma, alveolite, ecc.;
  • malattie epatiche e renali;
  • malattie del tratto gastrointestinale: ulcere, colite;
  • malattie endocrine: diabete mellito, con tireotossicosi;
  • patologie ginecologiche: processi infiammatori degli organi riproduttivi, durante la menopausa, prima della fecondazione extracorporea (FIV);
  • lesioni del tessuto connettivo: sclerodermia, lupus eritematoso, artrite, dermatomiosite;
  • malattie della pelle: psoriasi, herpes, pemfigo - per rimuovere le tossine che portano allo sviluppo di queste malattie;
  • Reazioni allergiche: orticaria, dermatiti, allergie da freddo e da calore, angioedema;
  • malattie del sistema nervoso: encefalite, sclerosi multipla, malattie infettive;
  • patologie oftalmologiche: retinopatia, uveite.

Inoltre, la plasmaferesi in alcune situazioni è utile durante la gravidanza: se si verifica insufficienza fetoplacentare, conflitto Rh, gestosi, grave tossiemia.

La plasmaferesi viene utilizzata per alleviare l'alcol, la nicotina e la tossicodipendenza, nonché in caso di avvelenamento con farmaci o sostanze chimiche.

Controindicazioni per la plasmaferesi

Le controindicazioni assolute per lo scambio plasmatico sono le seguenti condizioni e malattie:

  • sanguinamento di vario genere;
  • malattie cerebrali gravi (ad es. ictus);
  • insufficienza renale, epatica, malattie cardiovascolari in fase scompensata;
  • disturbi mentali acuti.

Oltre all'assoluto, ci sono anche controindicazioni relative alla plasmaferesi:

  • bassa pressione sanguigna;
  • disturbi emorragici;
  • ulcera allo stomaco;
  • ulcera peptica;
  • disturbo del ritmo cardiaco;
  • bassi livelli di proteine ​​nel sangue;
  • donne durante le mestruazioni.

Al fine di eliminare il danno della plasmaferesi, prima che la procedura venga eseguita nell'ospedale di Yusupov, viene nominato un esame completo per identificare le controindicazioni a questo metodo di purificazione del sangue.

Risultati della plasmaferesi

Per ottenere i risultati desiderati non è sempre sufficiente una procedura. Nel determinare il numero richiesto di sessioni di plasmaferesi, i medici dell'ospedale Yusupov tengono conto delle condizioni generali del paziente, del volume del sangue e della complessità del problema che deve essere risolto. Di regola, l'effetto migliore si ottiene dopo 5-7 procedure di plasmaferesi.

Una o due sedute di plasmaferesi possono aiutare i pazienti con dermatite allergica e altri problemi della pelle.

Ogni sessione successiva contribuisce a:

  • migliorare le condizioni generali del sangue e del benessere del paziente;
  • rigenerazione dei tessuti, scomparsa dell'acne, punti neri, macchie senili;
  • rimozione di veleni, tossine, virus, cellule malate dal sangue;
  • normalizzazione dell'attività degli organi interni: reni, fegato, polmoni, sistema cardiovascolare;
  • rafforzare il sistema immunitario, attivando il lavoro di collegamenti precedentemente non funzionanti - grazie all'eliminazione dal sangue di complessi immunitari in eccesso che provocano processi infiammatori.

Cos'è la plasmaferesi pericolosa?

A causa dell'individualità di ciascun organismo, la sua reazione alla plasmaferesi può essere completamente imprevedibile. Il pericolo della plasmaferesi è il possibile sviluppo di complicanze, su cui il paziente deve essere informato dal medico prima della procedura.

Nonostante la percentuale minima della probabilità di sviluppare conseguenze negative durante la plasmaferesi nell'ospedale di Yusupov, è necessario essere consapevoli delle complicazioni della procedura:

  • sviluppo di reazioni allergiche a sostituti del sangue, sangue donato, in rari casi - shock anafilattico;
  • il verificarsi di sanguinamento associato a dosi eccessive di farmaci che riducono la coagulazione del sangue;
  • infezione del sangue - può verificarsi quando si utilizza la plasmaferesi non dell'apparato;
  • la formazione di coaguli di sangue - con somministrazione insufficiente di farmaci che riducono la coagulazione del sangue;
  • sviluppo di insufficienza renale - osservato durante l'utilizzo come sostituti del sangue per il sangue del donatore.

La più recente attrezzatura dell'ospedale di Yusupov, la vasta esperienza pratica dei transfusiologi della nostra clinica e l'osservanza di tutte le regole dell'asepsi garantiscono la sterilità della procedura, i risultati di scambio di plasma elevati e l'assenza di effetti avversi. Per ottenere l'efficacia del trattamento oggi non è necessario fare la plasmaferesi all'estero. Le moderne cliniche domestiche, tra cui l'ospedale Yusupov, forniscono servizi medici che soddisfano gli standard internazionali di qualità.

Per iscriversi alla procedura di plasmaferesi e previa consultazione con uno specialista dell'ospedale Yusupov, si prega di chiamare o visitare il sito Web della clinica utilizzando il modulo di feedback.

Che cos'è la plasmaferesi, quali malattie tratta, il costo della procedura

La plasmaferesi come termine medico consiste di due parti: il plasma, che significa plasma, cioè la parte liquida del sangue e aphairesis (ferez), che significa rimozione o rimozione. Pertanto, l'uso dei termini plasmaphoresis (abbiamo specificamente trasportato questa parola nel titolo dell'articolo per una migliore memorizzazione) o plasmaferesi sono errati.

Pulizia plasma sanguigno si riferisce ai metodi di disintossicazione del corpo. La procedura è molto efficace in molte malattie. La plasmaferesi consente di rimuovere le tossine, gli autoanticorpi, il colesterolo "cattivo" dal sangue del paziente, migliorare le proprietà emodinamiche del sangue, così come il rifornimento di sangue a organi e tessuti, ecc.

Grazie a questi effetti, molti pazienti hanno iniziato a percepire la plasmaferesi come un metodo "magico" che consente di perdere peso, eliminare le imperfezioni cosmetiche o migliorare le condizioni della pelle.

Cosa cercare

La procedura di plasmaferesi è mostrata:

  • pazienti dopo chemioterapia (specialmente dopo il trattamento di tumori maligni del fegato);
  • pazienti trattati per epatite virale;
  • con grave squilibrio lipidico e lesioni vascolari aterosclerotiche, accompagnate da gravi disturbi emodinamici, ecc.

La pulizia del plasma sanguigno è utile per la rimozione rapida di anticorpi aggressivi (punto importante - solo veloce). Risultati positivi della pulizia mostrano malattie autoimmuni o neurologiche se non vi è alcun effetto dall'uso di glucocorticosteroidi. In particolare, ci sono dati su malattie come:

  • sclerosi multipla;
  • neuropatia;
  • HIV;
  • sepsi;
  • peste;
  • sarcoidosi;
  • sindrome da spremitura prolungata.

La plasmaferesi è eseguita da un transfusiologo. In presenza di controindicazioni, la plasmaferesi non viene eseguita.

La plasmaferesi: cos'è?

La plasmaferesi è un metodo per purificare il sangue rimuovendo selettivamente il plasma da esso. La procedura si riferisce ai metodi di assorbimento extracorporeo, cioè, viene eseguita al di fuori del corpo del paziente.

Questo metodo fu sviluppato nel 1914 da gruppi indipendenti di scienziati (V. Yuryevich, N. Rosenberg, D. Abel). In Russia, la plasmaferesi terapeutica è stata condotta per la prima volta dal professor R. Makeeva nel 1964, un paziente con grave macroglobulinemia Waldenstrem.

Dagli anni settanta, la procedura di plasmaferesi cominciò a essere attivamente utilizzata in terapia intensiva.

La pulizia del plasma sanguigno è altamente efficace in gravi intossicazioni, abuso di sostanze, alcolismo, malattie allergiche, molte patologie neurologiche e autoimmuni.

Lo scambio di plasma sanguigno si basa sui metodi di utilizzo selettivo dal plasma:

  • tossine;
  • anticorpi, autoanticorpi e antigeni;
  • immunoglobuline monoclonali in eccesso;
  • Lipoproteine ​​"cattive";
  • agenti infettivi, così come frammenti di virus o batteri distrutti;
  • cellule morte del sistema immunitario;
  • complessi immunitari circolanti;
  • mediatori infiammatori;
  • fibrinogeno in eccesso;
  • prodotti di decadimento cellulare e tissutale.

Nell'efficacia della plasmaferesi gioca anche un ruolo:

  • il processo di eparinizzazione del sangue e la sua miscelazione con altri anticoagulanti (riduzione della coagulazione del sangue e riduzione dei coaguli di sangue),
  • compensazione di fattori plasmatici carenti (il plasma rimosso viene sostituito da uno speciale mezzo di infusione (soluzioni di cristalloidi, colloidi, albumina o plasma donatore)).
  • raffreddare il sangue durante la procedura e la sua diluizione (il processo di "shock emodinamico");
  • procedura di deplasi degli eritrociti;
  • rilascio compensatorio di adattogeni nel flusso sanguigno del corpo del paziente che reagiscono a una temporanea perdita di sangue (endorfine, epinefrina, steroidi, ecc.);
  • "Massaggio" delle pareti vascolari mediante pompaggio di sangue meccanico.

Purificazione del sangue Plasmaferesi ed emosorbimento

I metodi di assorbimento sono basati sulla capacità di assorbimento di alcune sostanze (assorbenti). A causa di ciò, l'emosorbimento consente di pulire il sangue dalle tossine adsorbendole sulle superfici del sorbente.

Come l'emodialisi (metodo di filtrazione della disintossicazione), l'emosorbimento è incluso nella classe dei metodi di purificazione del sangue extrarenale. La loro differenza sta nel fatto che durante l'emosorbimento le sostanze idrofobiche sono utilizzate dal sangue e idrofiliche durante l'emodialisi.

Quando si esegue l'assorbimento, vengono utilizzati vari filtri, come ad esempio:

  • resina a scambio ionico,
  • carbone attivo
  • assorbente biospecifico, ecc.

Nonostante l'elevata efficacia della procedura, così come la plasmaferesi, ha una serie di controindicazioni per l'esecuzione e può causare lo sviluppo di reazioni avverse alla procedura (ipotensione arteriosa, aumento del sanguinamento, in casi rari, tromboembolia).

A questo proposito, l'emosorbimento, la plasmaferesi e altri metodi di disintossicazione dovrebbero essere usati rigorosamente per ragioni mediche, tenendo conto dei possibili rischi e dei benefici attesi dalla loro attuazione.

Le indicazioni per la procedura sono avvelenamento grave e intossicazione associata all'accumulo di tossine idrofobiche nel sangue (barbiturici, norkiron, elenium, composti organofosforici, ecc.). Inoltre, il metodo di emosorbimento può essere utilizzato nella complessa terapia di pazienti con gravi reazioni di origine allergica.

A differenza della plasmaferesi, l'emosorbimento ha un'efficacia significativa dopo la prima procedura (in alcuni casi è raccomandata la terapia del corso) e può essere utilizzato per motivi di emergenza.

Plasmapheresis: beneficio e danno

  • riduce il carico sul fegato (a causa della disintossicazione del corpo), contribuendo al suo recupero dopo gravi malattie;
  • migliora le proprietà reologiche del sangue e normalizza la microcircolazione;
  • compensa la carenza di fattori plasmatici;
  • promuove l'attivazione dei componenti del complemento e normalizza le reazioni immunitarie;
  • elimina il blocco dei macrofagi, aumenta l'attività dei fagociti e delle cellule immunocompetenti;
  • ha un moderato effetto anti-infiammatorio;
  • riduce il contenuto ematico di lipoproteine ​​"cattive", normalizza l'equilibrio lipidico, riduce le manifestazioni di aterosclerosi;
  • riduce la coagulazione del sangue e riduce il rischio di coaguli di sangue;
  • migliora la circolazione del sangue in organi e tessuti.

Plasmoforesi - indicazioni per l'uso

Tra le indicazioni per la plasmaferesi terapeutica emettono assoluto e relativo. Le indicazioni assolute includono la presenza del paziente:

  • miastenica crisi;
  • crisi tireotossica che si è sviluppata dopo la strumectomia;
  • HUS (sindrome emolitico-uremica);
  • Morbo di Moshkovich (porpora trombotica trombocitopenica);
  • Sindrome di Guillain-Barre (poliradicoloneurite ascendente acuta);
  • sindrome da schianto (sindrome da compressione prolungata);
  • sindrome da iperviscaso paraproteinemico;
  • coagulazione intravascolare disseminata di sangue nella fase di ipocoagulazione sullo sfondo dell'inefficacia di altri metodi.

Le indicazioni relative per la plasmaferesi terapeutica sono la presenza del paziente:

  • gravi disturbi immunitari;
  • malattie autoimmuni;
  • intossicazione sullo sfondo di insufficienza multiorgano;
  • violazioni significative dell'equilibrio lipidico e dell'aterosclerosi, accompagnate da una significativa violazione dell'emodinamica, con l'inefficacia o scarsa efficacia della terapia ipolipemizzante;
  • grave intossicazione in neoplasie maligne o gravi malattie del fegato, così come dopo radiazioni o chemioterapia, trattamento dell'epatite virale, così come autoimmune;
  • grave intossicazione da alcol o droghe;
  • reazioni di genesi allergica con decorso grave;
  • alcune malattie dermatologiche, con il loro decorso severo e scarsa efficacia da altri metodi di trattamento (infezioni erpetiche spesso ricorrenti, neuroderma, psoriasi, foruncolosi, ecc.);
  • gravi disturbi metabolici nei pazienti con diabete.

La plasmaferesi durante la gravidanza può essere eseguita con grave tossicosi o presenza di Rh-conflitto. Tuttavia, la decisione finale dovrebbe essere presa solo dal medico curante, tenendo conto del possibile rischio e dei benefici previsti della procedura.

Quanto è la plasmaferesi

Il costo della plasmaferesi discreta parte da 4000 rubli per una singola procedura.

Plasmapheresis di membrana (prezzo per una procedura) - da 7000 rubli.

La plasmaferesi è una procedura medica efficace, che dovrebbe essere utilizzata solo come prescritto da un medico, dopo un esame approfondito del paziente da parte di specialisti specializzati.

Cosa non fa la procedura di plasmaferesi

Inoltre, la plasmaferesi NON è:

  • rimuove rughe e macchie senili;
  • aiuta a perdere peso o a liberarsi della cellulite;
  • elimina le malattie cardiovascolari;
  • tratta il diabete mellito o le malattie della ghiandola tiroidea (la procedura può essere utilizzata per queste malattie rigorosamente secondo le indicazioni, sotto la supervisione del medico curante, come aggiunta alla terapia di base);
  • è un sostituto della terapia ipolipemizzante e di una dieta per l'aterosclerosi;
  • tratta l'ipertensione arteriosa;
  • tratta lesioni del tratto urogenitale di eziologia da clamidia o micoplasma;
  • elimina i disturbi ormonali sullo sfondo della menopausa;
  • sostituisce il trattamento per l'asma bronchiale;
  • tratta la pancreatite e colecistite
  • allevia da allergie.

Tipi di plasmaferesi

A seconda di quale plasma viene trasfuso al paziente, la plasmaferesi è suddivisa in:

  • donatore, in cui il paziente restituisce i propri elementi cellulari del sangue, e il suo plasma viene utilizzato per la produzione di farmaci;
  • terapeutico, durante il quale sostanze tossiche, allergeni, antigeni, ecc. vengono eliminati dal sangue del paziente.

Classificazione dell'assunzione di plasma

La procedura può essere:

  • membrana (il metodo più popolare);
  • centrifuga;
  • hardware;
  • sedimentazione (questo metodo è il più economico, tuttavia, al momento quasi mai usato).

L'essenza della plasmaferesi consiste nell'estrarre una porzione di sangue dal sistema circolatorio del paziente e filtrarla all'esterno del corpo (disintossicazione extracorporea). Il processo di filtraggio stesso dipende dal metodo utilizzato.

Una caratteristica comune di tutte le varianti di plasmaferesi sarà la divisione del sangue ottenuto in elementi cellulari (a forma di) (eritrociti, piastrine, ecc., Cellule) e plasma. Gli elementi sagomati vengono restituiti al paziente.

Il plasma, a seconda dello scopo e del tipo di procedura, può essere restituito al paziente in forma filtrata, dopo aver rimosso le tossine da esso o sostituito dal donatore (scambio plasmatico terapeutico) o assunto per preparare i preparati plasmatici da esso (donazione).

Inoltre, può essere eseguita una procedura di criferesi, dopo di che il paziente viene trasfuso con il suo plasma, che ha subito una procedura di congelamento.

Con il meccanismo della procedura, è diviso in discreto (manuale) e automatico. La plasmaferesi discreta è caratterizzata dall'assunzione di un grande volume di sangue da un paziente. In questo caso, il plasma viene separato mediante precipitazione o centrifugazione usando conservanti. Questo metodo è meno confortevole per il paziente, più difficile da tollerare, richiede più tempo ed è accompagnato da danni a una parte degli elementi cellulari del sangue.

Plasmapheresis - controindicazioni

  • insufficienza cardiaca o polmonare grave;
  • un infarto meno di sei mesi fa;
  • grave insufficienza renale;
  • patologie epatiche, accompagnate da una violazione della sua funzione di sintesi proteica, nella fase acuta;
  • disturbo della coagulazione del sangue;
  • sanguinamento;
  • grave anemia sideropenica;
  • ascessi o flemmoni;
  • disturbi circolatori nel cervello;
  • neoplasie maligne (un'eccezione è rappresentata da casi in cui la plasmaferesi è parte di una terapia complessa e viene eseguita come indicato, dopo chemioterapia o radioterapia, per alleviare le condizioni del paziente);
  • grave esaurimento.

Preparazione per la procedura

La durata di una sessione di plasmaferesi va da due a quattro ore. Il corso del trattamento può essere da tre a otto sessioni.

Questo è un grave onere per il paziente. Pertanto, prima della plasmaferesi, è necessario sottoporsi all'esame per la presenza di controindicazioni e la procedura stessa deve essere eseguita rigorosamente come prescritto dal medico curante.

La preparazione pianificata per la plasmaferesi comprende:

  • rifiuto di accettare bevande alcoliche (una settimana prima della procedura e durante tutte le sessioni) ed eccessivo sforzo fisico;
  • smettere di fumare un'ora prima della procedura e 1-1,5 ore dopo la fine della procedura;
  • limitazione della ricezione di caffè e tè forte (la loro ricezione è vietata prima della procedura e immediatamente dopo);
  • restrizione dell'uso di dolci, farina, grasso e fritto;
  • aumentare il regime di consumo (se non ci sono controindicazioni, è necessario utilizzare almeno 2 litri di liquidi al giorno).

Il medico deve essere informato di tutti i farmaci che il paziente sta assumendo.

Effetti collaterali

La procedura può essere complicata:

  • scompenso delle malattie cardiovascolari;
  • edema polmonare;
  • caduta della pressione sanguigna;
  • shock anafilattico;
  • coagulazione del sangue e disturbi emorragici;
  • esito fatale (1 caso per 5000 procedure).

Plasmapheresis (plasmaferesi): caratteristiche del metodo, indicazioni e controindicazioni al suo uso

La plasmaferesi è un processo di purificazione del sangue eseguito al di fuori del corpo. È fatto per rimuovere sostanze tossiche che avvelenano il corpo o per utilizzare il plasma in futuro - plasmaferesi del donatore.

Il concetto del metodo e i suoi tipi

La plasmaferesi, così come la plasmaferesi e la plasmaferesi, è una procedura extracorporea, prodotta principalmente per la purificazione del sangue da sostanze tossiche. L'essenza della procedura è abbastanza semplice: il sangue estratto dal paziente è posto nel contenitore dell'eme, nel quale è diviso in plasma e elementi sagomati: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Quindi le cellule del sangue vengono restituite al corpo e il plasma viene utilizzato o utilizzato per altre esigenze: trasfusioni, produzione di emoderivati ​​e così via.

Al fine di restituire al paziente un volume di sangue uguale a quello prelevato, la carenza di plasma è riempita con soluzione salina o un altro liquido, se il trattamento della malattia lo richiede. Pertanto, il sangue viene purificato da tutte le tossine disciolte nel plasma e non perde le sue cellule funzionali.

La plasmaferesi è classificata secondo diversi criteri.

Il concetto di plasmaferesi è dedicato a questo video:

classificazione

Alla destinazione

La procedura viene utilizzata per risolvere 2 problemi:

  • plasmaferesi medica - lo scopo è di purificare il sangue dalle sostanze tossiche. In questo caso, il plasma viene utilizzato, anche se accade che dopo diverse filtrazioni aggiuntive, il plasma viene restituito insieme al sangue;
  • donatore - in questo caso, la procedura viene eseguita allo scopo di ottenere un plasma donatore pulito. Le cellule del sangue vengono restituite e il plasma viene utilizzato per le trasfusioni o quando si ricevono determinati farmaci.

La crioforesi è anche distinta. In questo caso, il plasma risultante viene prima congelato e restituito dopo il congelamento.

Per la pulizia

Tutti i metodi usati di purificazione del sangue sono divisi in 2 gruppi: manuale e automatico.

  • Manuale - o discreto. Una quantità piuttosto grande di sangue viene raccolta una volta, che viene posta in un contenitore di hemo sterile e pulita. Le cellule rimanenti dopo la rimozione del plasma vengono diluite con soluzione salina e somministrate al paziente. Il metodo manuale è diviso in 2 tipi:
    • sedimentazione: il plasma viene separato dalla massa cellulare per sedimentazione, il secondo viene precipitato;
    • gravitazionale - o centrifugo. Il sangue nel contenitore è posto in una centrifuga, dove è diviso in elementi, poiché la velocità di rotazione è diversa. Questo metodo è considerato obsoleto e viene utilizzato di rado.
  • Hardware: il processo del recinto. La pulizia e il ritorno del sangue avvengono continuamente. Il sangue viene prelevato in piccole porzioni, alimentato all'apparato di separazione e restituito in piccole porzioni. Questo metodo è molto più tollerato dai pazienti, poiché non crea un carico.

Esistono diversi tipi di plasmaferesi hardware: membrana, cascata e così via.

Con la tecnologia di esecuzione

Esistono 2 metodi di purificazione del sangue in dispositivi e complessi hardware, quindi tutti i metodi sono suddivisi in 2 gruppi principali.

  • La centrifugazione - è usata più spesso. Le moderne centrifughe sono regolate da programmi speciali che consentono di osservare l'esatta velocità di rotazione e frenata. Pertanto, le cellule del sangue vengono mantenute intatte, così come le proteine ​​plasmatiche e le strutture di carboidrati. Dopo la centrifugazione, le cellule del sangue con un sostituto del sangue o plasma purificato attraverso i filtri vengono restituite al corpo del paziente. Oggi, questa procedura viene eseguita molto più velocemente e non costituisce un carico sul corpo umano. La purificazione del sangue mediante centrifugazione viene attivamente utilizzata in pneumologia per un certo numero di malattie del tratto respiratorio superiore, in endocrinologia per il trattamento del diabete mellito, ad esempio, malattia di Addison e, naturalmente, in dermatologia per dermatiti ed herpes, provocata da alterazioni del sistema immunitario.
  • La separazione attraverso i filtri a membrana è un metodo indolore e completamente sicuro. Il sangue entra nel contenitore dell'eme e passa attraverso un filtro monouso. In questo caso, il plasma viene separato insieme a frammenti di pareti cellulari, tossine, allergeni, lipoproteine ​​e così via.

Una variazione del metodo di membrana è a cascata. In questo caso, il sangue passa attraverso 2 filtri: sul primo, la massa cellulare viene trattenuta, sul secondo - grandi molecole organiche. Così il plasma purificato può essere reintrodotto nel paziente. La plasmaferesi a cascata è considerata più efficace nelle malattie autoimmuni gravi.

Pro e contro

La plasmaferesi consente di liberare il corpo dalle tossine accumulate o rilasciate, inclusi allergeni, antigeni, agenti patogeni del mediatore dell'infiammazione e così via. Ma come metodo di trattamento della plasmaferesi ha i suoi vantaggi e svantaggi.

  • In alcune malattie, questo metodo è indispensabile: nell'avvelenamento acuto, ad esempio, infezione del sangue, disfunzione epatica, quando il sangue non viene semplicemente eliminato, e così via.
  • La procedura migliora il sangue e rimuove non solo i prodotti metabolici, ma anche ormoni, mediatori, antigeni, anticorpi e così via. È uno dei migliori metodi per sopprimere le reazioni allergiche gravi.
  • Il sangue diventa meno viscoso, la circolazione sanguigna aumenta, fornendo cibo e ossigeno a tutti i tessuti del corpo.
  • Gli effetti collaterali sono minimi, le complicanze sono estremamente rare.
  • Quando viene prelevato il sangue, il fluido dai tessuti circostanti si riversa sui vasi per compensare la mancanza di volume. Pertanto, la procedura risolve il problema dell'edema di vario tipo.

Gli svantaggi della procedura sono associati alle caratteristiche dell'esercizio.

  • L'effetto pulente è di breve durata quando si tratta di malattia. Quando avvelenare abbastanza 1-2 procedure per rimuovere le tossine. Ma se continuano a farlo, l'effetto viene mantenuto per circa un giorno, cioè la plasmaferesi dovrebbe essere eseguita con un ciclo di almeno 10 procedure.
  • Il costo della plasmaferesi è considerevole. Sebbene differisca notevolmente in base al metodo di implementazione: il prezzo del metodo di gravità è notevolmente inferiore rispetto al metodo a cascata.
  • La procedura ha una serie di controindicazioni, dal momento che le immunoglobuline, il fibronogeno e altre proteine ​​vengono rimosse insieme alle tossine.

Indicazioni per

La plasmaferesi è usata esclusivamente ampiamente.

  • Non ci sono restrizioni per età e sesso: anche ai pazienti più piccoli viene prescritta la purificazione del sangue a membrana, se necessario per le condizioni del bambino.
  • Nella vecchiaia, questa procedura è spesso molto più efficace nel trattamento dei disturbi, in particolare della pelle.
  • La plasmaferesi viene anche utilizzata durante la gravidanza, principalmente per la prevenzione delle malattie autoimmuni, in particolare il conflitto di fattori Rh e l'insufficienza placentare.

Per la procedura, ci sono indicazioni assolute e relative. Nel primo caso, il rigetto dello scambio plasmatico può essere fatale. Questi includono:

  • erythroleukemia;
  • anemia falciforme;
  • trombosi e leucocitosi;
  • miastenia grave;
  • avvelenamento di qualsiasi tipo;
  • ipercolesterolemia ereditaria;
  • Malattia di Rufo, sindrome di Guillain-Barré e così via.

Le indicazioni relative sono:

In dermatologia, la plasmaferesi è prescritta per:

La procedura consente nel più breve tempo possibile di eliminare il principale fattore provocante: un allergene, anticorpi e così via. Naturalmente, una sessione non risolverà il caso: il corso medio per le malattie dermatologiche è 5-7 procedure, anche se l'effetto, soprattutto con dermatite allergica, appare dopo 2 sessioni.

Controindicazioni all'uso della plasmaferesi

Esistono numerose controindicazioni per la plasmaferesi. Alcuni di essi non possono essere violati in alcun modo, in altri casi è necessario valutare il potenziale rischio e beneficio.

Le controindicazioni assolute includono:

  • sanguinamento - interno o esterno. Un tale carico è al di là del potere del corpo;
  • cambiamenti irreversibili nel cuore e nel cervello;
  • gravi lesioni agli organi interni;
  • la non coagulabilità del sangue rende la procedura impossibile.

Non è raccomandato usare la plasmaferesi per tali malattie:

  • aritmia e pressione bassa, come dopo la seduta la pressione diminuisce;
  • ulcere allo stomaco;
  • anemia, specialmente nella vecchiaia;
  • malattie infettive acute;
  • condizioni di shock.

Preparazione per la procedura

La plasmaferesi non è una procedura facile. Dura almeno un'ora e ha un numero di controindicazioni, in modo che prima di prescrivere una tale procedura, il paziente deve essere esaminato. Include:

  • esame da parte di un medico generico e un medico di primo piano di un profilo diverso. Importante è la quantità di pressione sanguigna, le condizioni cardiache, la presenza di ulcere peptiche e così via;
  • è richiesto un test della glicemia, il test Wasserman viene eseguito per escludere la sifilide;
  • analisi del sangue biochimica - consente di valutare il livello di proteine ​​per escludere l'ipoproteinemia. Durante la plasmaferesi, un numero di proteine ​​viene rimosso insieme al plasma, quindi con la loro bassa concentrazione, questo metodo dovrebbe essere scartato;
  • coagulogramma: consente di valutare la coagulazione del sangue: una tendenza alla trombosi - quindi viene mostrata la procedura o a un aumento del sanguinamento;
  • ECG - con forti irregolarità nel lavoro della plasmaferesi non è permesso.

In realtà preparando per un molto semplice. Alcuni giorni prima della sessione, è necessario rinunciare all'alcool e al caffè e bere più liquidi. Prima della sessione è necessario assumere cibo, leggero ed equilibrato.

Come è la procedura

La plasmaferesi è una procedura piuttosto lunga, ma indolore, che non crea alcun inconveniente. La sessione si svolge in una sala appositamente attrezzata.

  1. Il paziente è posto su un divano o una sedia - sdraiato o sdraiato.
  2. Un ago o un catetere viene inserito nella vena attraverso cui viene prelevato il sangue. Il più delle volte, il recinto conduce da una vena nell'incavo del gomito.
  3. Nei dispositivi moderni è necessario installare 2 aghi: il sangue viene aspirato attraverso il primo, il paziente restituisce il sangue attraverso il secondo.
  4. Il sangue viene trasferito nel contenitore dell'emo e quindi diviso in frazioni. Il metodo di separazione dipende dal tipo di apparecchio utilizzato. In questo caso, il plasma viene rimosso, sostituito con soluzione salina, glucosio, cloruro di potassio, plasma del donatore o altri sostituti del sangue, in un volume appropriato.
  5. Attraverso il secondo ago, il sangue viene restituito al paziente esattamente nello stesso volume in cui è stato prelevato. È possibile inserire i farmaci prescritti in parallelo con il ritorno di sangue.

Durata della sessione - 1-2 ore. La quantità di sangue purificato è determinata dal metodo di pulizia e dalle raccomandazioni mediche. La procedura viene eseguita da un anestesista che ha subito una formazione speciale o un transfusiologo. In media, 1 sessione pulisce fino al 30% del sangue.

Durante la sessione, il medico o l'infermiere sono sempre con il paziente. Condizione costantemente monitorata: indicatori di pressione, frequenza cardiaca, composizione del sangue e così via.

Conseguenze e possibili complicazioni

Lo scopo della procedura è la purificazione del sangue. La plasmaferesi consente di liberarsi di anticorpi, antigeni, complessi immunitari patologici, prodotti di decadimento, mediatori infiammatori e così via. Pertanto, è possibile liberarsi rapidamente dall'intossicazione del corpo, ripristinare l'immunità, sopprimere una varietà di reazioni allergiche.

Inoltre, la plasmaferesi migliora la circolazione sanguigna, anche periferica, e contribuisce al drenaggio linfatico, riducendo il numero di edemi. Durante la gravidanza, la plasmaferesi viene spesso prescritta come misura preventiva. Questo è particolarmente vero per le donne che fumano.

Tuttavia, la procedura può avere conseguenze negative:

  • con l'introduzione di farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue, così come il plasma del donatore, è possibile una reazione allergica fino allo shock anafilattico;
  • ipotensione - quando viene prelevato un grande volume di sangue, è possibile un forte calo della pressione. Di norma, riguarda i metodi manuali;
  • sanguinamento - può verificarsi con l'introduzione di farmaci che riducono la capacità di coagulare;
  • la formazione di coaguli di sangue - con una dose insufficiente di tali farmaci è possibile la diffusione di coaguli di sangue e la loro penetrazione in vasi con un diametro più piccolo;
  • l'infezione è possibile se la procedura è violata. Nei metodi hardware, questa probabilità è praticamente esclusa;
  • l'insufficienza renale è possibile se il plasma del donatore viene usato al posto della soluzione salina, poiché sussiste il rischio di incompatibilità.

Le complicazioni dopo lo scambio di plasma sono discusse nel video qui sotto:

Recupero e cura dopo la procedura

Nonostante il fatto che la plasmaferesi sia sicura, influenza ancora le condizioni del paziente, quindi, per minimizzare le possibili conseguenze, è necessario seguire alcune semplici regole.

  • Dopo la sessione, si raccomanda di rimanere in posizione supina per un massimo di 1 ora, a seconda delle condizioni generali.
  • Il giorno dopo non puoi fare bagni caldi, così come evitare di surriscaldarti al sole.
  • Si consiglia di escludere cibi e bevande calde.
  • In alcuni casi è prescritto il riposo a letto.

Costo di

Il costo della procedura - 1 sessione, varia da 4300 a 7000 p. Il corso consiste sempre di diverse procedure. Di norma, le cliniche offrono sconti se il numero di sessioni è superiore a 5.

Recensioni

La plasmaferesi è uno dei metodi più efficaci per pulire il sangue e rimuovere gli allergeni. Tuttavia, questo metodo è ausiliario, poiché non ha di per sé alcun effetto terapeutico. La plasmaferesi è inclusa in un trattamento complesso e in alcuni casi in misure preventive.

La plasmaferesi non è prescritta fino a quando i trattamenti non invasivi sono stati esauriti. Comunque sia, la procedura è considerata un analogo della chirurgia, quindi è ragionevole prescrivere questo rimedio solo con indicazioni appropriate.

Dove in Russia si può ottenere un tale trattamento?

La plasmaferesi è offerta da centri medici dotati di sale speciali. Non esiste un programma di plasmaferesi gratuito.

Domande frequenti

La plasmaferesi, essendo al "picco della moda", si rivelò essere confusa in tutti i tipi di scandali. In realtà, questa è una tecnologia puramente medica, inadatta per altri scopi.

  • La procedura ha un effetto ringiovanente? Gli studi dimostrano che la plasmaferesi no. Il miglioramento della condizione della pelle, che si ottiene con dermatiti allergiche, psoriasi e così via, è associato alla rimozione di allergeni e immunocomplessi e non a un reale cambiamento cutaneo.
  • La pulizia può essere utilizzata come metodo per ridurre il peso o normalizzare le sostanze? Lo stesso non lo è. Una definizione del genere come "scorie" in medicina non esiste. Il plasma rimuove le grandi molecole proteiche. Per la maggior parte, questo è un prodotto della degradazione delle tossine, degli antigeni degli anticorpi e così via. Tuttavia, ad esempio, alcuni tipi di peptidi necessari per il normale funzionamento del corpo rientrano in questa categoria. Quest'ultimo limita sia l'applicazione della procedura che il numero di sessioni. È chiaro che una tale purificazione non influisce sul peso e il metabolismo non si normalizza, poiché si tratta semplicemente di una rimozione meccanica di sostanze nocive. La fonte di tossine, se associata alla malattia, rimane.
  • La plasmaferesi e l'attività fisica non sono compatibili - questa affermazione è discutibile. Se ti riferisci ai carichi non estremi che sono familiari a una persona - un programma di fitness di lunga data, passeggiate regolari e jogging, allora è auspicabile abbandonarli solo il giorno dello scambio plasma. Se parliamo di grandi sport e di carichi eccessivi - preparazione per le prestazioni, ad esempio, non è possibile utilizzare lo scambio plasma. E il carico e la procedura influisce sul cuore e il carico articolare potrebbe essere eccessivo.
  • Il miglioramento della microcircolazione nei tessuti è vero, ma solo per il fatto che l'eparina è utilizzata nella plasmaferesi.
  • È possibile liberarsi dall'alcool o dalla tossicodipendenza con questo metodo? No. Inoltre, è proprio la plasmaferesi che non è raccomandata per l'uso durante l'intossicazione: tale condizione è equiparata ai disturbi neuropsichiatrici. La plasmaferesi in questo stato non può essere eseguita. È pericoloso per la vita del paziente.

La plasmaferesi è una procedura medica per la pulizia del sangue da tossine, allergeni, antigeni e altre cose. È nominata dal medico, eseguita solo in condizioni stazionarie nel rispetto di tutte le norme di sicurezza.

La plasmaferesi può danneggiare il corpo, dire al video qui sotto:

Come prendere una tintura di cera falena: istruzioni per l'uso

Quale olio di semi di lino è meglio comprare?