Levocarnitina (L-carnitina): proprietà utili, caratteristiche di applicazione

La levocarnitina è una sostanza simile alla vitamina che viene sintetizzata nel fegato e nei reni dalla lisina e dalla metionina. In alcuni casi, la sua produzione può essere insufficiente e, per compensare la sua carenza, una persona può essere raccomandata di aggiungere determinati alimenti alla dieta quotidiana o assumere integratori dietetici contenenti questa sostanza importante per il metabolismo energetico. Con la sua composizione, la L-carnitina è simile alle vitamine del gruppo B (chiamate anche vitamina BT o B11) e ha un numero di proprietà benefiche. Ecco perché questo integratore è diventato molto popolare non solo tra medici di varie specialità, ma anche tra nutrizionisti e atleti.

In questo articolo, vi faremo conoscere le principali funzioni di Levocarnitina nel corpo, indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali, possibili interazioni con altri farmaci e come utilizzare questo integratore. Questa informazione ti sarà utile se ti è stato prescritto questo farmaco o se vuoi chiedere al tuo medico la necessità di farlo.

Un po 'di storia

Per la prima volta la levocarnitina è stata isolata dai tessuti dei muscoli umani dal professor R.P. dell'università di Kharkov. Krimberg e V.S. Gulevich. Questa scoperta è avvenuta oltre 100 anni fa - nel 1905. Inizialmente, la sostanza isolata era chiamata "vitamina W".

Gli scienziati potevano sintetizzare la L-carnitina solo artificialmente nel 1960. E solo nel 1962 fu determinato il suo ruolo nel corpo umano: la capacità di trasportare acidi grassi a catena lunga attraverso la membrana interna dei mitocondri.

Gli scienziati hanno stabilito che per la sintesi naturale della L-carnitina, che si verifica nei reni e nel fegato, sono necessarie varie sostanze: lisina, metionina, ferro, vitamine (B3, B6, B12, C) e un numero di enzimi. Con la mancanza di uno di questi componenti, la levocarnitina viene sintetizzata in quantità insufficiente. Nel corpo, c'è una violazione di molti processi metabolici. Per la correzione di tali cambiamenti patologici, è stato creato il bioadditivo L-carnitina.

Funzioni di Leukarnitina

La L-carnitina svolge un ruolo importante nel metabolismo energetico, trasportando gli acidi grassi nelle cellule. Una volta nei mitocondri, il grasso viene bruciato e il corpo riceve l'energia di cui ha bisogno. Questa sostanza simile alla vitamina è in grado di svolgere molti altri compiti.

Le funzioni principali di Leukarnitina:

  1. Garantire la concezione e l'ulteriore sviluppo e crescita del feto. La L-carnitina entra nell'uovo con lo sperma e la sua presenza innesca la sintesi genetica di Levocarnitina da parte dell'embrione. In futuro, questa sostanza è essenziale per la crescita normale del nascituro. È sintetizzato da tutte le cellule del feto e viene utilizzato per produrre energia, necessaria per il normale funzionamento del feto. La L-carnitina è attivamente coinvolta nella formazione e nell'ulteriore sviluppo del sistema nervoso autonomo, del midollo spinale e del cervello del futuro bambino.
  2. Protezione del cuore e dei vasi sanguigni. La L-carnitina aiuta a ridurre il livello di colesterolo "dannoso" nel sangue e impedisce la formazione di placche aterosclerotiche nei vasi coronarici. Oltre a tale protezione del sistema cardiovascolare, questa sostanza rimuove le tossine dal corpo, contribuendo alla normalizzazione dei processi metabolici nel miocardio. Nel corso di numerosi studi, è stato dimostrato che l'assunzione di questo integratore nel corso del tempo contribuisce al miglioramento dello stato del muscolo cardiaco e aumenta la sua resistenza.
  3. Abbassare il colesterolo Come già accennato, la L-carnitina è in grado di ridurre il livello di colesterolo "nocivo" e le placche aterosclerotiche non si formano sulle pareti dei vasi sanguigni. Pertanto, questa sostanza simile alla vitamina può prevenire la vasocostrizione e il blocco dei vasi sanguigni e riduce il rischio di sviluppare ictus o infarti.
  4. Accelerazione della combustione dei grassi. La L-carnitina trasporta gli acidi grassi nelle cellule e promuove la formazione di energia da essi. Con un'assunzione aggiuntiva di questa sostanza simile alla vitamina, il processo di distruzione del tessuto adiposo può essere significativamente accelerato. Ecco perché la L-carnitina è un innocuo "bruciagrassi" ed è attivamente utilizzata per combattere l'obesità.
  5. Escrezione di "scorie" biogeniche dal corpo. Durante l'ossidazione di grassi e xenobiotici nei mitocondri, c'è un accumulo di tossine formate. La L-carnitina contribuisce alla loro rimozione, ed è per questo che viene utilizzata attivamente per eliminare l'intossicazione da alcol o droghe.
  6. Aumento della tolleranza allo stress. Durante gli studi clinici, la levocarnitina ha dimostrato di aumentare la resistenza allo stress, ridurre i sentimenti di depressione, ridurre il dolore neuropatico e proteggere il tessuto nervoso dagli effetti negativi di anfetamina, glutammato e ammoniaca.
  7. Rafforzamento del cervello e dell'attività fisica. Negli studi clinici, è stato osservato che l'assunzione di 2 g di L-carnitina per mezzo anno porta ad un significativo aumento dell'attività cerebrale e fisica. Coloro che hanno preso questo integratore hanno notato un aumento di resistenza, tono, umore e miglioramento del benessere.
  8. Funzioni anaboliche. La L-carnitina contribuisce non solo alla rapida eliminazione dei chili di troppo, ma contribuisce anche a un aumento più rapido della massa muscolare. Questa proprietà è dovuta al fatto che stimola il rinnovamento e la formazione di nuove fibre muscolari.
  9. Migliorare l'acutezza visiva e le funzioni oculari. La L-carnitina migliora l'acuità visiva e ferma lo sviluppo della cataratta del 40%. Ciò è spiegato dal fatto che questa sostanza simile alla vitamina rallenta i processi di alterazioni distrofiche dei vasi della retina.
  10. Migliora la qualità dello sperma. La L-carnitina fa parte dello sperma e fornisce agli spermatozoi una sufficiente attività motoria. Ecco perché questa sostanza simile alla vitamina fa parte di molti farmaci per il trattamento dell'infertilità maschile (ad esempio, in SpermaPlant, Spermaktin, ecc.) Ed è raccomandata per le difficoltà con il concepimento.

Le proprietà sopra descritte di Levocarnitine sono utilizzate per correggere vari disturbi metabolici e questo integratore è stato attivamente utilizzato in molti settori della medicina e dello sport. Nella maggior parte dei casi, il farmaco è ben tollerato dai pazienti, dal momento che non è una sostanza estranea per il corpo umano.

Indicazioni e controindicazioni

Le indicazioni per la nomina di L-carnitina possono essere tali situazioni e condizioni:

  • significativa perdita di massa muscolare;
  • l'obesità;
  • periodo di recupero dopo una lunga malattia o un grave intervento chirurgico;
  • malattie cardiache;
  • disturbi della circolazione cerebrale;
  • la necessità di prevenire l'aterosclerosi;
  • disturbi dermatologici (ad esempio, reazioni allergiche, orticaria, ecc.);
  • età avanzata;
  • la necessità di alleviare la condizione del paziente con la malattia di Alzheimer;
  • bambini prematuri;
  • un periodo di crescita attiva;
  • deterioramento della concentrazione e della memoria;
  • la necessità di aumentare la resistenza fisica (ad esempio durante i preparativi attivi per le competizioni);
  • diminuzione dell'appetito;
  • patologie del sistema endocrino;
  • malattie dell'apparato digerente;
  • insonnia e ansia (in combinazione con i sedativi);
  • Carenza di L-carnitina (ad esempio, per i vegetariani o le persone a dieta rigorosa);
  • malattie oftalmiche.

Nonostante il fatto che la levocarnitina non sia estranea alla sostanza del corpo umano, ci sono una serie di controindicazioni per la nomina di questo integratore. Questi includono i seguenti stati:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • sindrome da odore di pesce (trimetilaminuria);
  • gravidanza o allattamento.

La possibilità di prendere L-carnitina è sempre meglio discutere con il medico. Da automedicazione con questo farmaco dovrebbe astenersi da tali malattie:

Effetti collaterali e possibili interazioni con altri farmaci

Nella maggior parte dei casi, il farmaco è ben tollerato da tutti i pazienti. Gli effetti collaterali sono rari. Per evitare queste possibili reazioni negative rispettando tutte le regole per l'assunzione di questo farmaco, che sono state raccomandate dal medico. Lo specialista sarà in grado di scegliere la dose ottimale di questo integratore e determinare la durata del suo utilizzo.

In rari casi, la L-carnitina ha i seguenti effetti collaterali:

  • reazioni allergiche;
  • dolore addominale;
  • disturbi digestivi;
  • debolezza muscolare (con uremia);
  • disagio quando iniettato in un muscolo o una vena.

Quando prescrive Levocarnitina, deve essere presa in considerazione la possibile interazione di questo integratore con altri farmaci:

  • gli anabolizzanti aumentano l'effetto della L-carnitina;
  • l'acido lipoico aumenta l'effetto della L-carnitina;
  • i glucorticosteroidi causano l'accumulo di L-carnitina nei tessuti (eccetto tessuto epatico).

È necessario informare il medico sull'assunzione dei suddetti farmaci.

Modulo di rilascio

L-carnitina è disponibile nelle seguenti forme:

  • sciroppo nei flaconcini per somministrazione orale: 1 ml di sciroppo contiene 10 mg di Levocarnitina ed eccipienti (flaconi di vetro scuro, 20, 50 o 100 ml);
  • compresse: 1 compressa contiene 100 o 500 mg di Levocarnitina, 30 mg di vitamina C ed eccipienti (in blister cellulari da 10 compresse, in una scatola di cartone da 3, 4, 5 e 8 blister);
  • capsule: 1 capsula contiene 250 o 500 mg di Levocarnitina ed eccipienti (60 o 150 ciascuno in flaconi di materiale polimerico);
  • soluzione iniettabile: 1 ml contiene 100 mg di carnitina cloruro e 1 ml di acqua per preparazioni iniettabili (5, 10 o 20 fiale da 2 o 5 ml);
  • soluzione per somministrazione endovenosa o intramuscolare: 10 ml del preparato contengono 1 g di Levocarnitina, acqua per preparazioni iniettabili e componenti aggiuntivi (5 fiale da 10 ml ciascuna).

Metodo di utilizzo

Il dosaggio e la durata dell'assunzione di L-carnitina sono determinati individualmente e dipendono dall'età del paziente, dalla diagnosi e da quei medicinali che vengono assunti in parallelo con questo integratore.

sciroppo

Lo sciroppo L-carnitina è indicato per l'ingestione e può essere assunto indipendentemente dal tempo del pasto. È desiderabile prenderlo non diluito.

Di solito il farmaco sotto forma di sciroppo è prescritto in tali dosi:

  • adulti - 5 ml 3 volte al giorno;
  • Atleti: 15 ml (una volta) prima dell'allenamento.

La durata del trattamento è in genere di circa 4-6 settimane. Dopo alcune settimane di interruzione, il corso del trattamento può essere ripetuto.

Quando si prescrive per i bambini, lo sciroppo di L-carnitina viene dosato a seconda dell'età del bambino:

  • fino a un anno - una dose giornaliera di 8-20 gocce;
  • 1-6 anni - una dose giornaliera di 20-28 gocce;
  • 6-12 anni - una dose giornaliera di 2,5 ml.

La dose giornaliera deve essere divisa in 2-3 dosi. La durata dell'uso non dura in genere più di 30 giorni. Se necessario, il corso del trattamento può essere ripetuto in poche settimane.

Compresse e capsule

Le compresse e le capsule di L-carnitina sono destinate alla somministrazione orale. Non dovrebbero essere masticati o divisi una volta presi. Dopo la deglutizione, lavare con una piccola quantità di acqua. Il dosaggio è determinato individualmente.

Di solito il farmaco sotto forma di compresse o capsule è prescritto in tali dosi:

  • adulti - 250-500 mg 2 o 3 volte al giorno;
  • atleti - 500-1500 mg (una volta) prima dell'allenamento.

La durata del trattamento è determinata individualmente e nella maggior parte dei casi è di circa 4-6 settimane. È auspicabile che il trattamento non sia stato superiore a 6 mesi.

A causa dell'inconveniente di dispensare compresse o capsule di L-carnitina ai bambini, non sono prescritti.

Soluzione iniettabile

La L-carnitina per iniezione in un muscolo o in una vena viene prodotta sotto forma di una soluzione al 10% ed è prescritta solo nei casi in cui il farmaco non può essere somministrato per via orale (ad esempio, per lesioni dell'apparato digerente o del cavo orale) o in periodi acuti di malattie gravi. Immediatamente prima della somministrazione, ogni 100 mg di farmaco (cioè 1 ml di soluzione al 10%) viene diluito in 50 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% (per somministrazione a un muscolo o una vena) o soluzione di glucosio al 5% (per la somministrazione in una vena). Quando iniettato in una vena, il farmaco può essere iniettato lentamente in un getto (oltre 2-3 minuti) o gocciolare (non più di 60 gocce al minuto). Le iniezioni di L-carnitina possono essere accompagnate da sensazioni sgradevoli o danni ai vasi sanguigni o ai tessuti molli.

Il dosaggio del farmaco è determinato rigorosamente individualmente. Di solito la somministrazione parenterale di L-carnitina è prescritta nelle seguenti dosi:

  • emodialisi - 2 g monouso dopo la procedura;
  • shock cardiogeno - 3-5 g al giorno (la dose viene divisa in 2-3 dosi), viene somministrato prima che il paziente venga rimosso dallo shock, quindi viene prescritta la somministrazione orale del farmaco;
  • infarto del miocardio o insufficienza cardiaca acuta - 3-5 g al giorno (la dose è divisa in 2-3 dosi) nei primi 3 giorni, quindi la dose viene ridotta di 2 volte;
  • disturbi acuti della circolazione cerebrale - 1 g nei primi 3 giorni, 0,5 g nei 7 giorni successivi, dopo 10 giorni, il trattamento viene ripetuto per 3-5 giorni;
  • Carenza di L-carnitina, periodo subacuto o di recupero dopo un ictus, encefalopatia dincircolatoria e altre lesioni cerebrali - 0,5-1 g al giorno per via endovenosa o 2-3 volte al giorno per via intramuscolare per 3-7 giorni, se necessario, il percorso può essere ripetuto dopo 2 settimane.

Caratteristiche dell'uso di L-carnitina per la perdita di peso

La L-carnitina può essere prescritta come parte di misure globali nella lotta contro l'obesità. Va ricordato che solo l'assunzione di questo integratore non porterà alla perdita di chili in più.

Per la perdita di peso, la leukarnitina deve essere presa come segue:

  • 2 g per mezz'ora prima di colazione;
  • 2 g per mezz'ora prima di pranzo;
  • 2 g per mezz'ora prima di cena;
  • 600 mg prima dell'esercizio.

Le complesse misure per combattere l'obesità, oltre a prendere L-carnitina, dovrebbero includere le seguenti misure:

  • pasti frazionati almeno 5 volte al giorno;
  • controllo calorico giornaliero;
  • ridurre la quantità di carboidrati e zucchero;
  • consumo di non più di 50 g di grassi al giorno;
  • assunzione di proteine ​​al ritmo di 1 g di proteine ​​per 1 kg di peso;
  • rifiuto di alcol;
  • attività fisica con allenamenti, la cui durata non è inferiore a 25 minuti (ad esempio, danza, jogging, aerobica, allenamento su simulatori, yoga, ecc.).

Prima dell'allenamento fisico si raccomanda di mangiare cibi ricchi di proteine. Dopo aver completato le lezioni, i pasti dovrebbero essere tenuti solo dopo 1-1, 5 ore.

L-carnitina nello sport

L'intenso sforzo fisico porta quasi sempre alla mancanza di L-carnitina nel corpo, motivo per cui questo integratore è spesso utilizzato da atleti che praticano sport aerobici o anaerobici. La necessità di assumere questo farmaco aumenta con la necessità di aumentare la resistenza durante un allenamento intenso e frequente (ad esempio, in preparazione alle competizioni). Il dosaggio di L-carnitina e la durata della sua ricezione dovrebbero essere determinati individualmente per ciascun atleta.

La L-carnitina non è doping ed è approvata per l'allenamento degli atleti in vari sport. Quando viene assunto deve essere seguita la dieta corretta.

analoghi

Sugli scaffali delle farmacie puoi trovare molti analoghi della L-carnitina, prodotti da varie compagnie farmacologiche. Questi includono i seguenti farmaci:

Sulla possibilità di sostituire il farmaco L-carnitina sulla sua controparte dovrebbe sempre consultare il proprio medico.

Quali alimenti contengono L-carnitina?

Per la normale sintesi di Levocarnitina nel corpo umano, tale cibo dovrebbe essere consumato in quantità sufficiente:

  • latticini;
  • a base di carne;
  • pesce (principalmente rosso);
  • ortaggi;
  • soia fermentata

In alcuni casi, per compensare la mancanza di L-carnitina nell'organismo introducendo nella dieta quotidiana un numero maggiore di prodotti sopra elencati. Se è impossibile compensare questa sostanza simile alla vitamina, si raccomanda l'assunzione di Levocarnitina per compensare la sua carenza.

L'integratore L-carnitina è spesso incluso nella complessa terapia di molte malattie e la sua efficacia è stata dimostrata in vari studi clinici. È utilizzato attivamente da atleti e nutrizionisti. Il nostro articolo ti aiuterà a evitare errori durante l'assunzione di L-carnitina e ti fornirà un quadro più completo di questo integratore.

Quale dottore contattare

Per la nomina di integratori "Levokarnitin" è possibile contattare un nutrizionista o un terapeuta. Un cardiologo, un ginecologo e un endocrinologo competenti parleranno dell'uso di questo medicinale e daranno consigli sull'uso. Può consigliare di aggiungere il farmaco nel trattamento di neurologi, oftalmologi, dermatologi e medici di altre specialità.

Cos'è la L-carnitina e come prendere il dimagrimento

Il processo di perdita di peso dovrebbe includere la regolazione della dieta e dell'esercizio fisico. Oltre a questi due punti principali, alcune persone usano supplementi specializzati. Molto spesso questo viene fatto da atleti professionisti, ma ci sono anche persone normali che vogliono perdere peso. La L-carnitina è uno degli integratori più popolari. Proviamo a capire le caratteristiche di questo farmaco, i suoi effetti sul corpo, le regole di ammissione e altri aspetti importanti.

Cos'è la L-carnitina

Il supplemento è una sostanza che è a sua volta presente nel corpo. La carnitina è sintetizzata nel cervello, nei reni e nel fegato. Perché sia ​​prodotto in quantità normale, una persona deve seguire una dieta bilanciata, arricchita con grandi quantità di proteine ​​animali. In realtà, la proteina è la principale fonte di L-carnitina.

La carenza di carnitina può causare problemi metabolici che possono portare all'obesità e persino a problemi cardiaci. Per gli atleti, il supplemento è uno strumento indispensabile nella lotta contro i depositi di grasso, perché è attivamente coinvolto nel processo di produzione di energia dai grassi.

In che modo la L-carnitina influisce sul corpo?

Oltre alla suddetta attivazione del processo metabolico, il farmaco aumenta la resistenza della persona e riduce il tasso di affaticamento, che è così necessario durante l'esercizio fisico intenso. Il ricevimento della sostanza dopo l'esercizio fisico aiuta nel recupero muscolare, nel processo di allenamento protegge da possibili stiramenti o danni ai tessuti.

L'obiettivo principale del farmaco - è quello di aiutare l'organismo a svolgere le sue funzioni naturali (recupero, guarigione, collasso del tessuto adiposo, ecc.). È particolarmente raccomandato per l'allenamento della forza, quando il carico sui muscoli è maggiore.

Proprietà dell'additivo

La L-carnitina è un farmaco multifunzionale che è popolare tra le persone a causa di una serie di proprietà benefiche di base:

  • attivazione del metabolismo;
  • accelerando il processo di combustione del grasso, attraverso la sua trasformazione in energia;
  • prevenzione della comparsa di depositi di grasso;
  • abbassando il colesterolo;
  • aumentare la resistenza e le prestazioni;
  • riduzione del periodo di recupero dopo l'esercizio;
  • saturazione di ossigeno delle cellule del corpo;
  • promuove una migliore nutrizione del muscolo cardiaco;
  • aumento delle difese immunitarie;
  • effetto lungo e duraturo dopo l'interruzione dell'uso.

Impatto sull'intelligenza

Oltre agli effetti fisici sul corpo, la L-carnitina influisce sull'attività mentale di una persona. In base ai risultati di numerosi studi, è stato dimostrato che il consumo giornaliero di un additivo in quantità da 2 g per mezzo anno migliora le prestazioni mentali. Secondo i risultati di questa tecnica, i carichi intellettuali diventano più facili da trasferire.

Effetto sul sistema cardiovascolare

La mancanza di L-carnitina ha un effetto molto negativo sul cuore. Pertanto, l'integratore può essere prescritto come terapia per le persone che soffrono di malattie cardiovascolari, specialmente se si osserva questo tipo di insufficienza. Oltre al fatto che la sostanza abbassa il colesterolo, abbassa la pressione sanguigna e previene lo sviluppo di aterosclerosi.

Indicazioni per l'uso

Le proprietà estensive di questo prodotto suggeriscono il suo uso non solo per la perdita di peso, ma anche nel trattamento di alcune malattie. Di quelle persone che hanno bisogno di prendere L-carnitina per scopi terapeutici, è possibile identificare quanto segue:

  • diabetici;
  • malattie cardiovascolari;
  • l'obesità;
  • avendo bisogno del restauro del fegato;
  • Pazienti affetti da AIDS (un numero di farmaci usati nel trattamento di questa malattia provoca carenza di carnitina, che deve essere reintegrata con mezzi artificiali);
  • persone che soffrono di danni ai reni e al fegato (questi organi sono responsabili della sintesi della carnitina, il cui livello deve essere reintegrato in caso di problemi);
  • persone a rischio di trombosi.

Lo scopo di questo integratore in connessione con una delle suddette malattie, dovrebbe avvenire solo da un medico. Determina anche il dosaggio e il periodo di terapia.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Nonostante il fatto che i produttori ci assicurino l'innocuità del farmaco, ci sono un certo numero di malattie in cui la carnitina deve essere assunta sotto stretto controllo medico:

  • diabete mellito;
  • ipertensione;
  • cirrosi epatica;
  • malattia vascolare periferica;
  • problemi ai reni.

Tra gli effetti collaterali si possono identificare una serie di eventi rari: insonnia, mal di testa, nausea, problemi con la sedia. Di regola, gli effetti collaterali descritti sono peculiari solo per le persone con intolleranza individuale dei componenti costitutivi.

Moduli di supplemento dietetico

Ad oggi, la carnitina è disponibile in diverse forme. Puoi scegliere quello più adatto a te stesso, avendo familiarizzato con le proprietà di tutte le forme presentate.

L-carnitina pura al 100%

La versione classica, che è più spesso utilizzata dagli atleti. In questa forma, la sostanza è caratterizzata da elevata biodisponibilità. Perfettamente provato per eliminare i problemi con il metabolismo. A causa di quest'ultima proprietà, questo tipo di carnitina è stato utilizzato nel trattamento dell'anoressia e dell'obesità per circa mezzo secolo.

L-carnitina tartrata

Questo modulo è particolarmente raccomandato per le persone che hanno problemi di sovrappeso. Ha la forma più attiva e il livello di biodisponibilità è persino più alto che nella sua forma pura. Il farmaco è perfettamente diviso nel tratto digestivo in acidi utili e sostanza pura.

Acetil L-carnitina

Una delle ultime forme inventate. Oltre alla solita carnitina è un gruppo acetilico. La connessione specificata può penetrare nel cervello. A causa di questa proprietà, l'additivo è anche caratterizzato da un effetto neurostimolante sul corpo. Ciò significa che, insieme al miglioramento del metabolismo e del processo di combustione del grasso, una persona riceverà anche un aumento dell'attività cerebrale.

Propionil L-carnitina

Questa forma del farmaco è composta da estere di carnitina e glicina. La combinazione di questi componenti ci ha permesso di ottenere l'effetto di stimolare il metabolismo lipidico e migliorare la sintesi dell'ossido nitrico. Una delle proprietà più utili dell'additivo può essere definita un effetto vasodilatatore. In questa forma di realizzazione, la carnitina è raccomandata per le persone con malattie cardiache. Tra le altre cose, questo additivo migliora la sintesi del testosterone, riduce il rilascio di acido lattico nei muscoli durante gli allenamenti ed è anche caratterizzato da proprietà antiossidanti. Inoltre, il Propionil combatte l'affaticamento cronico.

L-carnitina fumarato

Questo tipo di carnitina è il risultato della combinazione di una sostanza pura con l'acido fumarico. Perfetto per le persone in sovrappeso. Un punto positivo del prodotto è un effetto positivo sul sistema cardiovascolare.

Come prendere L-carnitina per la perdita di peso

Il processo di assunzione degli integratori dipende dalla forma del prodotto scelto per il consumo. Considera rispetto a ciascuno di essi.

Come assumere la L-carnitina liquida per la perdita di peso

L'additivo liquido è di diversi tipi:

  • in bottiglia - pronto da mangiare;
  • sciroppo: richiede la diluizione in acqua;
  • in fiale - anche pronto per l'uso, l'unica differenza è che l'agente è confezionato in piccoli contenitori.

Ogni strumento ha le sue istruzioni per l'uso. Diversi produttori delle regole di ammissione possono variare leggermente. È necessario seguire la linea guida appropriata, che indica la concentrazione e il dosaggio.

Il vantaggio della forma liquida della carnitina è il suo rapido assorbimento. Tra le carenze si può chiamare un gran numero di coloranti e aromi vari.

Come prendere in capsule

La variante della capsula ha una buona digeribilità. Questa carnitina agisce rapidamente ed è abbastanza facile da usare.

Dosaggi più accurati devono essere controllati con il tuo istruttore o medico.

Come bere la pillola

Una delle forme più economiche di carnitina sono le pillole. Il loro principale vantaggio rispetto ad altri tipi di farmaci è il risparmio sui costi. L'acquisto di una pillola non colpisce tanto la tasca, ma vale la pena notare che in questa forma il prodotto non è altrettanto assorbito come descritto sopra. Il numero di dosi e il dosaggio approssimativamente coincidono con l'uso di capsule. Informazioni più accurate possono essere trovate nelle istruzioni.

Forma di polvere

Costi relativamente bassi e buoni effetti sono combinati in questa forma di rilascio di carnitina. Per molti, questo tipo di farmaco è il più problematico da usare. Il fatto è che con la sua ricezione vale la pena di armeggiare: la polvere viene diluita in mezzo litro di liquido. Bevi la bevanda risultante alla volta. Il fluido deve prendere esattamente quanto scritto nelle istruzioni. Non meno, poiché la droga diventerà inadatta al consumo.

Posso bere L-carnitina senza allenamenti?

Se si vuole perdere peso e per questo scopo ha deciso di prendere un integratore e non ha intenzione di andare a fare sport, quindi non vi è alcun punto particolare nel consumo del farmaco. La L-carnitina non è un bruciagrassi e non ha senso utilizzarla come supplemento alla dieta principale per dimagrire. Avrà solo gli effetti benefici sopra descritti, ma non aiuterà a ridurre il peso corporeo. Ma in combinazione con gli allenamenti, è possibile ottenere una perdita di peso più intensa bruciando più grassi che senza questo supplemento.

Tasso giornaliero di L-carnitina

La quantità di integratore consumato dipende dal fatto che tu sia impegnato in attività fisica attiva. Per gli atleti, il dosaggio sarà superiore a quello delle persone comuni. Quindi, la loro dose giornaliera è di circa 1200 mg di el-carnitina. Si consiglia di suddividere questo importo in 2 assunzioni uguali: prima di uno dei pasti (preferibilmente prima colazione) e prima dell'allenamento. In particolare, prima dell'attività fisica, si preferisce un prodotto liquido.

La carnitina può essere bevuta senza allenamento. In questo caso, dovrai assumere solo 1-2 capsule 3 volte al giorno durante i pasti. Se la ricezione di fondi viene effettuata per scopi medicinali, solo il medico curante può determinare il dosaggio. Tieni presente che l'uso del farmaco senza l'inclusione dell'attività fisica sarà utile per il corpo, ma non influisce sul processo di perdita di peso.

Prima di utilizzare qualsiasi forma di supplemento, leggere attentamente le istruzioni. Di solito descrive in modo sufficientemente dettagliato il regime.

Combinazione con altri farmaci

La carnitina, come già detto, è una sostanza naturale per il corpo. Su questa base, si può affermare che prenderlo in associazione con altri medicinali non influirà sull'efficacia di entrambi. Questo è il motivo per cui questo integratore è spesso usato in combinazione con altri bruciagrassi in caso di assunzione per perdita di peso o in combinazione con farmaci in caso di terapia terapeutica. Quest'ultimo dovrebbe essere concordato con il medico.

Un altro problema è la combinazione di carnitina con sostanze che hanno un effetto stimolante sul corpo. Questi includono, in particolare, la caffeina. Prendere insieme queste sostanze è inaccettabile.

L-carnitina nel cibo

Come già osservato, la sostanza in questione è sintetizzata da proteine ​​animali. Pertanto, gli alimenti ordinari possono anche essere fonti di l-carnitina. Il contenuto aumentato di questo componente è osservato, naturalmente, nella carne (specialmente nella carne di manzo). Per una conoscenza più dettagliata del contenuto di sostanze in determinati prodotti, è possibile acquisire familiarità con i dati forniti nella tabella.

Levocarnitine: descrizione, istruzione, prezzo

Polvere cristallina inodora bianca, facilmente solubile in acqua, leggermente solubile in etanolo.
Azione farmacologica

Mezzi per la correzione dei processi metabolici; Ha un effetto metabolico, anabolico, antiipoxico e antitiroideo, attiva il metabolismo dei grassi, stimola la rigenerazione, aumenta l'appetito.

La L-carnitina è una sostanza naturale correlata alle vitamine del gruppo B. È un cofattore di processi metabolici che mantengono l'attività del CoA.

Riduce il metabolismo basale, rallenta la disgregazione delle molecole di proteine ​​e carboidrati. Promuove la penetrazione attraverso le membrane dei mitocondri e scissione degli acidi grassi a catena lunga (palmitico et al.) Per formare un acetil-CoA (necessaria per l'attività piruvato carbossilasi nel processo della gluconeogenesi, formazione di corpi chetonici, sintesi di colina e suoi esteri, fosforilazione ossidativa e costituzione ATP).

Mobilita il grasso (presenza di 3 gruppi metilici labili) dal deposito grasso. Glucosio competitivo spostando comprende uno shunt acido grasso metabolica, la cui attività non si limiti ossigeno (a differenza di glicolisi aerobica), in relazione alla quale il farmaco è efficace nel ipossia acuta (compreso il cervello), ed altri. Condizioni critiche.

Provoca depressione minore del sistema nervoso centrale, aumenta la secrezione e l'attività enzimatica dei succhi digestivi (gastrico e intestinale), migliora l'assorbimento del cibo.

Riduce il sovrappeso e riduce il contenuto di grasso nei muscoli scheletrici.

Aumenta la soglia di resistenza all'attività fisica, riduce il grado di acidosi lattica e ripristina le prestazioni dopo uno sforzo fisico prolungato. Contribuisce all'uso economico del glicogeno e ad un aumento delle sue riserve nel fegato e nei muscoli.

Ha un effetto neurotrofico, inibisce l'apoptosi, limita l'area interessata e ripristina la struttura del tessuto nervoso.

Normalizza il metabolismo delle proteine ​​e dei grassi, aumenta il metabolismo basale nella tireotossicosi (essendo un antagonista della tiroxina parziale); ripristina la riserva alcalina di sangue.
farmacocinetica

Quando l'ingestione è ben assorbita. TCmax - 3 ore, la concentrazione terapeutica viene mantenuta per 9 ore.

Quando la somministrazione di i / m viene rilevata nel plasma per 4 ore, dopo l'on / nell'introduzione, dopo 3 ore scompare dal sangue. Penetra facilmente nel fegato e nel miocardio, più lentamente - nei muscoli.

Escreto dai reni principalmente sotto forma di esteri acilici.
Indicazioni per l'uso

Malattie e condizioni associate con diminuzione dell'appetito, perdita di peso e malnutrizione: adulti - l'anoressia psicogena, esaurimento fisico, i disturbi mentali, nevrastenia, gastrite cronica (con una funzione secretoria ridotta), pancreatite cronica (con insufficienza esocrina);

neonati (prematuri e nati a termine): indebolimento del riflesso alimentare (succhiamento lento), ipotrofia, ipotensione arteriosa, adinamia, stato dopo asfissia e trauma della nascita; sindrome da distress respiratorio; neonati prematuri in allattamento su nutrizione parenterale completa e bambini sottoposti a emodialisi; complesso sindrome, simile alla sindrome di Reye (ipoglicemia, ipocetonemia, coma), che si sviluppa nei bambini durante l'assunzione di acido valproico.

Il deficit primario di carnitina (miopatia con accumulo di lipidi, epatica tipo encefalopatia sindrome di Raynaud e / o cardiomiopatia dilatativa progressiva), deficit di carnitina secondaria (sindrome di Marfan, sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome di Beals, sclerosi tuberosa, alcune forme di progressiva muscolare distrofie et al.); carenza di carnitina durante l'emodialisi; acidemie propioniche e altre "organiche"; obesità costituzionale esogena; convalescenza (dopo gravi malattie e interventi chirurgici), ritardo della crescita in bambini e adolescenti sotto i 16 anni di età, tireotossicosi (forme lievi); malattie della pelle (psoriasi, dermatite seborroica, sclerodermia focale, lupus eritematoso discoide); metabolismo miocardico alterato in cardiopatia ischemica, angina pectoris, infarto miocardico acuto, ipoperfusione dovuta a shock cardiogeno, stati postinfartici; prevenzione della cardiotossicità nel trattamento delle antracicline; prolungato sforzo fisico intenso (per migliorare le prestazioni, la resistenza e ridurre l'affaticamento - come anabolico e adattogeno); ictus ischemico (acuto, periodi di recupero), disturbi della circolazione cerebrale transitoria, encefalopatia dincircolatoria, lesioni cerebrali traumatiche e tossiche; sindromi Merre (+ sindrome di mioclono, epilessia con discontinuità fibre muscolari rosse), MELAS (encefalomiopatie mitocondriali, e gli episodi ictus-laktatatsiduriya), NARP (neuropatia, atassia, retinite pigmentosa), Kerpsa-Sayre, neuropatia ottica Swan-Pearson.
Controindicazioni

Dentro, 30 minuti prima dei pasti, diluire ulteriormente con il liquido. Adulti con sindrome di anoressia nervosa - 2 g (2 cucchiaini) 2 volte al giorno, in una dose giornaliera di 4 g (4 cucchiaini) per 1-2 mesi.

Per stimolare l'appetito e aumento di peso corporeo nei pazienti con gastrite cronica e pancreatite con ridotta funzione secretoria - una singola dose di 0,5 g di (1/2 cucchiaino), 2 volte al giorno in una dose giornaliera di 1 g (1 cucchiaino) per 1- 1,5 mesi

Con ritardo di crescita e tireotossicosi - in una singola dose di 0,25 g 2-3 volte al giorno, in una dose giornaliera di 0,5-0,75 g (1 / 2-3 / 4 t.lozhenki). Il corso del trattamento è di 20 giorni. Il ciclo di trattamento viene ripetuto dopo una pausa di 1-2 mesi o prescritto per 3 mesi senza interruzione.

Per il trattamento delle malattie della pelle, una singola dose - 1 g (1 cucchiaino) 2 volte al giorno, una dose giornaliera - 2 g (2 cucchiaini) per 2-4 settimane. Con lo sforzo fisico prolungato, il farmaco in una dose di 1-2 g (1-2 cucchiaini) viene prescritto 2-3 volte al giorno 30 minuti prima di colazione e pranzo.

Con carenza primaria e secondaria di malattie genetiche: bambini sotto i 2 anni - 0,15 g / kg / giorno, 2-6 anni - 0,1 g / kg / giorno, 6-12 anni - 0,75 g / kg / giorno, da 12 anni e adulti - 2-4 g / kg / giorno; carenza secondaria in emodialisi - 2-4 g / die; condizioni di angina e post-infarto - 2-6 g / giorno.

Con una carenza secondaria in emodialisi - 2 g una volta (dopo la procedura); in infarto miocardico acuto, 100-200 mg / kg / die in 4 dosi o somministrazione continua per le prime 48 ore, seguita da una riduzione di 2 volte della dose; con shock cardiogeno - in / in prima che il paziente fuoriesca dallo shock.

I neonati vengono prescritti 30 minuti prima di somministrare una singola dose di 0,03-0,075 g (4-10 capsule) 2 volte al giorno (dose giornaliera di 0,06-0,15 g). Prima dell'uso, il farmaco viene diluito - 3 ml di soluzione al 20% in 200 ml di soluzione di destrosio al 5%. La soluzione risultante (in 1 ml - 5 mg del farmaco) viene somministrata in una singola dose di 10-25 ml. Assegnare dal primo giorno di vita o dal quinto giorno ai bambini che hanno subito un trauma e asfissia alla nascita, e poi per 2-6 settimane, durante il soggiorno del bambino in ospedale ea casa.

Bambini fino a 1 anno di età - in una singola dose di 0,075 g (10 capsule) 3 volte al giorno, in una dose giornaliera - 0,225 g, sotto forma di additivo a piatti dolci (gelatina, succo di frutta, succhi); bambini da 1 anno a 6 anni - in una singola dose di 0,1 g (14 tappi) 2-3 volte al giorno, in una dose giornaliera di 0,2-0,3 g (anche nella composizione di piatti dolci). Il corso del trattamento è di 1 mese.

Bambini da 6 a 12 anni - in una dose singola di 100-200 mg (1/4 di cucchiaino da tè) 2-3 volte al giorno, in una dose giornaliera - 0,4-0,9 g Il ciclo di trattamento è di 1 mese.

In / in flebo, lentamente (non più di 60 gocce / min). Con la rapida introduzione (80 gocce / min e più) può causare dolore lungo le vene, passando con una diminuzione della velocità di somministrazione. Prima dell'introduzione, 0,5-1 g vengono sciolti in 200 ml di soluzione di NaCl allo 0,9%.

Per i disturbi acuti della circolazione cerebrale - 1 g / giorno per 3 giorni, e poi 0,5 g / giorno per 7 giorni. Dopo 10-12 giorni, si raccomandano cicli ripetuti di 0,5 g / die per 3-5 giorni. Nei periodi subacuto e di recupero dell'ictus, con encefalopatia dyscirculatory, lesioni cerebrali tossiche e traumatiche - 0,5-1 g / die per 3-5 giorni. Se necessario, dopo 12-14 giorni, nomina un secondo corso.
Effetti collaterali

Reazioni allergiche, gastralgiya, dispepsia, debolezza muscolare (in pazienti con uremia). Con la rapida introduzione (80 gocce / min o più) può causare dolore lungo la vena, passando con una diminuzione della velocità di somministrazione.
interazione

I GCS contribuiscono all'accumulo del farmaco nei tessuti (eccetto il fegato), altri anabolizzanti aumentano l'effetto.

L-carnitina: ciò che è necessario, buono e cattivo

Per la prima volta le notizie sulla carnitina sinistra apparvero nel 1905. Questa incredibile scoperta è stata fatta da due professori russi - S.V. Gulevich e R.P. Krimberg. I ricercatori hanno rimosso la L-carnitina dal tessuto muscolare, inizialmente riferendosi ad essa come vitamina W. Ma la particolare popolarità della carnitina sinistra cadde negli anni '80. Fino ad oggi, questa sostanza naturale è considerata uno dei modi più efficaci per bruciare i grassi.

In che modo esattamente la L-carnitina può aiutare a perdere peso e in allenamento? Scopri di seguito.

L-carnitina: cos'è e perché?

Cosa rimane della carnitina e a cosa serve? Durante lo sforzo fisico, il corpo umano è soggetto a molte reazioni biochimiche. Ad esempio, un carboidrato complesso si forma nella parte interna delle cellule muscolari - glicogeno, che viene riempito con glucosio in eccesso. Quando ti alleni, il livello di glucosio nel sangue diminuisce bruscamente e gli enzimi entrano in gioco. Abbattono il glicogeno, bruciano il grasso immagazzinato nel corpo e lo convertono in energia. La sostanza L-carnitina agisce secondo lo stesso principio, che stimola l'ossidazione dei grassi e quindi li trasforma in energia.

Senza carnitina, il corpo non è in grado di bruciare i grassi, anche con lo sforzo fisico più intenso. In assenza di questo amminoacido nel corpo umano, nessuna azione: perdere peso o guadagnare massa muscolare non si verifica.

Di norma, il corpo umano produce la giusta quantità di carnitina per mantenere la sua salute e il tono muscolare. Quindi sorge la domanda: perché usare la carnitina come additivo se non c'è un bisogno urgente di farlo? Molte persone assumono inoltre levocarnitina per aumentare la massa muscolare e accelerare il processo di perdita di peso.

Secondo la ricerca, un'aumentata dose di levocarnitina nel corpo contribuisce allo stesso tempo a un rapido guadagno muscolare e alla perdita di peso. Tuttavia, vale la pena ricordare che la L-carnitina aiuta in particolare a perdere peso durante l'intenso sforzo fisico. Quando si pratica sport, la levocarnitina stimola la resistenza, riduce l'affaticamento e fornisce all'organismo energia, che aumenta significativamente l'efficacia degli esercizi.

Uso della carnitina sinistra

Prima di passare ai benefici, vale la pena menzionare quali problemi il corpo può affrontare con la mancanza di questa sostanza. La mancanza di carnitina non consente ai grassi di penetrare nei mitocondri e creare una riserva di energia. Se il corpo non produce abbastanza carnitina, questo porta alle seguenti complicazioni:

  • Sovrappeso.
  • Debolezza muscolare
  • Perdita di ossa.
  • Fegato ingrandito.

Quali sono i benefici della carnitina?

  • Allevia la fatica.
  • Promuove la perdita di peso.
  • Aumenta l'efficienza dell'attività fisica.
  • Aiuta a guadagnare massa muscolare.
  • Rallenta la perdita ossea.
  • Influenza favorevolmente il sistema cardiovascolare
  • Previene qualsiasi malattia renale.
  • Rafforza l'immunità.
  • Aiuta a migliorare lo sperma.
  • Migliora la funzione cerebrale.
  • Serve come antidoto per l'overdose di acido valproico.

L'acido valproico è un farmaco anticonvulsivo che viene prescritto per malattie gravi e disturbi mentali come l'epilessia, l'emicrania, la schizofrenia e la depressione profonda.

Oltre agli integratori, quali alimenti contengono la carnitina? Le principali fonti di carnitina sono carne rossa e prodotti caseari.

Tra i cibi vegetali, questa sostanza si trova in noci, banane, albicocche, prezzemolo, aglio, cavoli (cavolo bianco, cavoletti di Bruxelles, broccoli) e cereali (grano saraceno, riso, mais e farina d'avena).

I benefici della L-carnitina in allenamento

Come funziona la carnitina durante lo sforzo fisico e quale effetto ha? Nelle attività sportive, la carnitina aiuta a bruciare i grassi, aumentare la massa muscolare e accelerare il recupero muscolare dopo gli allenamenti.

Durante l'esercizio, l'additivo funziona come segue:

  • Produce energia per aumentare la massa muscolare.
  • Allena il cuore e aumenta la sua resistenza.
  • Fornisce protezione per le riserve di glicogeno muscolare.
  • Promuove la conservazione delle proteine ​​nel corpo.
  • Riduce la concentrazione di acido lattico nei muscoli (allevia il dolore e i crampi).
  • Rafforza l'immunità durante gli allenamenti intensi.
  • Fornisce il massimo consumo di ossigeno durante gli esercizi di aerobica.

Se prendi la carnitina, sei attivamente coinvolto nello sport e dai ai tuoi muscoli il tempo di riprendersi, di conseguenza puoi perdere peso e raggiungere un bellissimo corpo atletico. La forma sarà proporzionale, senza la deposizione di pieghe grasse in certe zone del corpo. Il supplemento sportivo fornirà regolarmente al tuo corpo proteine, che consente ai muscoli di essere sempre in buona forma.

È possibile perdere peso con la carnitina senza praticare sport? Se segui una dieta rigorosa ed estrai il principio attivo da prodotti di origine vegetale e animale, una piccola perdita di peso è possibile solo a causa della dieta ipocalorica. Ma se prendi l'integratore nella sua forma pura, combinandolo con i prodotti a base di carboidrati, il corpo si fornisce una grande quantità di energia che deve essere spesa. Senza lo sport, è possibile anche l'effetto opposto.

La supplementazione di carnitina non dà risultati positivi se si segue una dieta ipocalorica. Al fine di costruire muscoli e perdere peso, bruciando i grassi, il corpo ha bisogno di energia. I carboidrati complessi forniscono forza e alta attività nell'allenamento. Pertanto, si raccomanda di assumere levarnitina in combinazione con alimenti a base di carboidrati (ad esempio pane di segale, pasta di grano duro e porridge).

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il carotene è una sostanza sicura, se si aderisce al dosaggio corretto. Ha un effetto benefico sulla salute generale. Questo integratore è non tossico e non crea dipendenza. Tuttavia, alcune controindicazioni, tuttavia, sono:

  • L'allattamento al seno.
  • Intolleranza alle proteine ​​alimentari
  • Esaurimento del corpo (digiuno prolungato).

Il supplemento non dovrebbe essere assunto da donne che stanno pianificando una gravidanza e persone con cancro. Questo può rallentare o distorcere l'azione dei farmaci prescritti per la terapia. La carnitina è utile per le persone con diabete mellito di tipo II, ipertensione, epilessia e qualsiasi malattia ai reni o al fegato. A volte può tranquillamente interagire con altri farmaci. Tuttavia, al fine di determinare il dosaggio corretto per te stesso e assicurarsi che questa sostanza sia veramente sicura per il tuo corpo, dovresti consultare il medico.

Effetti collaterali del sovradosaggio:

  • La diarrea.
  • Crampi addominali
  • Nausea e vomito.
  • Insonnia.
  • Uremia.
  • Eruzione cutanea sul corpo.
  • Convulsioni.

Come calcolare la dose di carnitina? Con intenso sforzo fisico, la norma per un adulto è di 1-2 g / giorno. Prendere 1-2 capsule di carnitina circa mezz'ora prima di un allenamento.

L'uso di L-carnitina - opinione di esperti

Come funziona il principio della carnitina? A cosa serve e per quanto tempo viene utilizzato? A queste domande risponde il dottore nel campo della fisiologia dello sport e consulente nutrizionale Jim Stoppani:

"La funzione principale della carnitina sinistra è quella di trasportare gli acidi grassi dal cibo ai mitocondri. I grassi vengono convertiti in energia, che può essere consumata immediatamente. A cosa serve la carnitina? Se vuoi una massa muscolare "pulita", hai bisogno di forza per allenarti in palestra. La carnitina ti dà energia, aumenta la tua attività e resistenza. La mancanza di carnitina riduce l'efficacia dell'allenamento e rende pigri, stanchi e muscolosi - deboli.

Non è necessario assumere un additivo ciclicamente. Puoi usarlo regolarmente, osservando il dosaggio corretto. Ricorda che la carnitina viene consumata prima dell'inizio dell'attività fisica e viene assorbita dal corpo molto rapidamente. È meglio prendere capsule, pillole o liquidi prima di andare in palestra. "

Cos'è la carnitina e a cosa serve, guarda il video qui sotto.

L-carnitina

L-carnitina (lat Levocarnitinum, levocarnitina, anche l-carnitina, carnitina sinistra, vitamina BT, vitamina b11) - un amminoacido, una sostanza naturale correlata alle vitamine del gruppo B. In contrasto con le vitamine, la carnitina è sintetizzata nel corpo, quindi è chiamata una sostanza simile alla vitamina.

Nell'uomo, è presente nei tessuti dei muscoli striati e del fegato. [3] È un fattore nei processi metabolici che mantengono l'attività del coenzima A (CoA).

In medicina, è usato per correggere i processi metabolici. Ha un'azione anabolica, antiipoxica e antitiroidea, attiva il metabolismo dei grassi, stimola la rigenerazione, aumenta l'appetito. [2]

Il contenuto

Storia di

La L-carnitina fu scoperta da V. S. Gulevich e professore di chimica medica presso l'Università di Kharkov Robert Petrovich Krimberg (1874-1941) più di 100 anni fa [4], nel 1905. Nel 1960, fu sintetizzato per la prima volta [5]. Nel 1962, il ruolo della carnitina fu determinato: trasferisce gli acidi grassi a catena lunga ai mitocondri attraverso la membrana interna di quest'ultimo [5].

Biosintesi della L-carnitina

Nell'uomo e negli animali, la L-carnitina viene sintetizzata nel fegato e nei reni, da cui viene trasportata ad altri tessuti e organi. La sintesi della carnitina sinistra richiede la partecipazione delle vitamine C, B3, il6, il9, il12, ferro, lisina, metionina e numerosi enzimi [6]. Con un deficit di almeno una sostanza, si può sviluppare una carenza di L-carnitina.

Funzioni nel corpo

Trasporto di acidi grassi a catena singola nella matrice mitocondriale

Insieme a proteine ​​e carboidrati, le principali fonti di energia sono i grassi. La formazione di energia dai grassi dipende dal lavoro coordinato di molti enzimi e portatori. La fase finale e una delle più importanti di questo processo è l'ossidazione degli acidi grassi e la sintesi dell'ATP nei mitocondri. Il livello di sintesi dell'ATP dipende dall'assunzione di acidi grassi all'interno dei mitocondri. Un partecipante chiave in questo processo è la L-carnitina, che trasporta gli acidi grassi a catena lunga ai mitocondri attraverso la membrana interna di quest'ultimo [5], in cui la loro β-ossidazione avviene per l'acetil-CoA e il suo successivo utilizzo. In organelli più antichi - ossisomi, perossisomi, la carnitina fornisce anche un meccanismo a navetta per l'erogazione di acetile CoA al citoplasma per scopi plastici. Tra i giovani organelli, i mitocondri, la cui membrana è impermeabile alla carnitina nella direzione opposta, acetil CoA viene trasportato al citoplasma utilizzando citrato e la carnitina che entra nei mitocondri viene decarbossilata in β-metilcolina, seguita dalla rimozione [7].

Controllo e modulazione del pool intracellulare CoASH

La L-carnitina svolge anche un ruolo importante nel mantenimento di un livello stabile di coenzima A (CoA, CoA), che è necessario per l'attivazione dei metaboliti contenenti carbossile. Pertanto, la l-carnitina è inclusa nel metabolismo intermedio nel suo insieme, regolando il rapporto di acil-CoA / CoASH e mantenendo il livello necessario di CoASH libero nella cellula. CoASH è richiesto per la beta-ossidazione, per il catabolismo di alcuni amminoacidi, per la disintossicazione degli acidi organici e degli xenobiotici, per il funzionamento della piruvato deidrogenasi e, quindi, per il funzionamento del ciclo dell'acido tricarbossilico. La L-Carnitina aiuta a rimuovere gli acidi grassi a catena corta dai mitocondri, rilasciando il CoA intra-mitocondriale, la cui stabilizzazione e la relazione funzionale tra le piscine CoA e la carnitina sinistra sono vitali per l'ottimizzazione del metabolismo energetico [5].

Disintossicazione degli acidi organici e degli xenobiotici

Gli acidi organici citotossici, come gli xenobiotici, sono biotrasformati dalla conversione in derivati ​​dell'acil-CoA, che vengono rimossi da un ulteriore processo catabolico [8].

Funzioni anaboliche

L'effetto anabolico della L-carnitina è stato stabilito sperimentalmente, così come l'esperienza di uso a lungo termine nella pratica medica e sportiva-medica senza spiegare il meccanismo di azione. È possibile che le funzioni anaboliche della L-carnitina vengano svolte partecipando al metabolismo dei fosfolipidi mantenendo un rapporto ottimale di acil-CoA / CoASH [6]. L'effetto anabolico della L-carnitina è dovuto sia alla maggiore secrezione che all'attività enzimatica dei succhi gastrici e intestinali, e quindi alla digeribilità del cibo, in particolare delle proteine, e all'aumento delle prestazioni durante l'esercizio.

Effetto protettivo nell'apoptosi

La L-carnitina ha un effetto protettivo nell'apoptosi, che è causata dall'inibizione della sintesi di ceramide (potenti promotori dell'apoptosi cellulare) e dell'attività della caspasi (mediatori chiave dell'apoptosi) [5].

Effetto neuroprotettivo

L'effetto neuroprotettivo della L-carnitina, stabilito in una serie di esperimenti sugli animali (somministrazione di metanfetamina), può essere associato alla prevenzione dei disturbi metabolici causati dalla metanfetamina e alla conseguente deficienza di energia. [fonte non specificata 1115 giorni] Continua a essere studiato l'effetto della L-carnitina sulla riduzione della tossicità causata dall'introduzione della metanfetamina. In futuro, la carnitina può essere utilizzata nel trattamento di alcune malattie del sistema nervoso. [fonte non specificata 1115 giorni]

Bisogno e consumo di carnitina sinistra

La dose giornaliera raccomandata di L-carnitina è:

  • per gli adulti - fino a 300 mg
  • per bambini fino a 1 anno - 10-15 mg
  • per bambini da 1 a 3 anni - 30-50 mg
  • per bambini da 4 a 6 anni - 60-90 mg
  • per bambini dai 7 ai 18 anni - 100-300 mg.

Con l'aumento dello stress mentale, fisico ed emotivo, molte malattie, sotto stress, durante la gravidanza o l'allattamento al seno, lo sport, la necessità di L-carnitina può aumentare più volte. così:

  • Nella lotta contro l'eccesso di peso o per migliorare l'immunità - 500-2000 mg.
  • Con l'AIDS, malattie del sistema cardiovascolare, fegato e reni, infezioni acute - 500-1000 mg.
  • Per gli sport seri, 500-3000 mg.
  • Per i lavoratori di lavoro fisico pesante - 500-2000 mg.

Fonti di L-carnitina

Le principali fonti alimentari di L-Carnitina sono: carne, pesce, pollame, latte, formaggio, ricotta. Il nome L-carnitina stessa (l-carnitina, L-carnitina) deriva dal latino "carnis" (carne). Tuttavia, l'assunzione di L-carnitina dal cibo non è sempre sufficiente per soddisfare il bisogno. Ad esempio, la dose giornaliera (300-900 mg) di questa sostanza è contenuta in 300-400 grammi di carne bovina cruda [fonte non specificata 242 giorni]. Ma durante il trattamento termico della carne, si perde una parte significativa della carnitina sinistra.

farmaci

Carniten - rr d / assunzione di 1 g / 10 ml: fl. 10; rr d / in / nell'introduzione di 1 g / 5 ml: amp. 5pcs

Elkar - rr d / ingestione 300 mg / ml flaconcino 25 ml, 50 ml, 100 ml; rr d / in / nell'introduzione di 500 mg / 5 ml: amp. 10pcs

Carniton - soluzione per somministrazione orale soluzione al 40%: flacone da 20 ml, compresse da 500 mg / 1 g numero 20

Cardonat - capsule per somministrazione orale. Ingredienti: carnitina 100 mg, lisina 50 mg, cocarbossilasi (coenzima di vitamina B1) 50 mg, piridossale fosfato (coenzima di vitamina B6) 50 mg, cobamamide (coenzima di vitamina B12) 1 mg.

farmacodinamica

La L-Carnitina riduce il metabolismo basale, rallenta la disgregazione delle molecole di proteine ​​e carboidrati. Promuove la penetrazione attraverso le membrane dei mitocondri e scissione degli acidi grassi a catena lunga (palmitico et al.) Per formare un acetil-CoA (necessaria per l'attività piruvato carbossilasi nel processo della gluconeogenesi, formazione di corpi chetonici, sintesi di colina e suoi esteri, fosforilazione ossidativa e costituzione ATP).

Mobilita il grasso dai depositi di grasso (a causa della presenza di tre gruppi metilici labili). Spostando in modo competitivo il glucosio, comprende lo shunt metabolico degli acidi grassi, la cui attività non è limitata dall'ossigeno (a differenza della glicolisi aerobica), e quindi il farmaco è efficace in condizioni di ipossia acuta (compreso il cervello) e altre condizioni critiche.

Aumenta la secrezione e l'attività enzimatica dei succhi digestivi (gastrico e intestinale), migliora l'assorbimento del cibo.

Riduce il sovrappeso e riduce il contenuto di grasso nei muscoli scheletrici.

Aumenta la soglia di resistenza all'attività fisica, riduce il grado di acidosi lattica e ripristina le prestazioni dopo uno sforzo fisico prolungato. Contribuisce all'uso economico del glicogeno e ad un aumento delle sue riserve nel fegato e nei muscoli.

Ha un effetto neurotrofico, inibisce l'apoptosi, limita l'area interessata e ripristina la struttura del tessuto nervoso.

Normalizza il metabolismo delle proteine ​​e dei grassi, aumenta il metabolismo basale nella tireotossicosi (essendo un antagonista della tiroxina parziale), ripristina la riserva alcalina del sangue.

farmacocinetica

Quando l'ingestione è ben assorbita. Il tempo per raggiungere la massima concentrazione (TCmax) - 3 ore, la concentrazione terapeutica viene mantenuta per 9 ore.

Quando somministrato per via intramuscolare rilevato nel plasma per 4 ore. Dopo somministrazione endovenosa, dopo 3 ore, scompare dal sangue. Penetra facilmente nel fegato e nel miocardio, più lentamente - nei muscoli.

Escreto dai reni principalmente sotto forma di esteri acilici. [2]

applicazione

Indicazioni per l'uso

Malattie e condizioni accompagnate da diminuzione dell'appetito, perdita di peso e esaurimento.

Adulti: anoressia psicogena (R 63.0 63.0), esaurimento fisico (E 46. 46.), malattia mentale, nevrastenia (F 48.0 48.0), gastrite cronica con ridotta funzione secretoria (K 29.4 29.4, K 29.5 29.5), pancreatite cronica con secrezione esterna insufficienza (K 86.1 86.1).

Neonati, compresi prematuri e nati a termine: indebolimento del riflesso del cibo (succhiamento lento), malnutrizione, ipotensione, adynamia; condizione dopo asfissia (P 21. 21.) e trauma alla nascita (P 10. 10. -15.), sindrome da distress respiratorio (P 22. 22.), allattamento di neonati prematuri che sono in nutrizione parenterale completa e bambini che l'emodialisi viene eseguita (P 07. 07.); complesso sindrome, simile alla sindrome di Reye (ipoglicemia, ipocetonemia, coma), che si sviluppa nei bambini durante l'assunzione di acido valproico.

Carenza primaria di carnitina: miopatia con accumuli lipidici (G 72. 72.), encefalopatia epatica di tipo sindrome di Raynaud (G 93.4 93.4, K 76.9 76.9) e / o cardiomiopatia progressiva dilatata (I 42. 42.).

Carenza secondaria di carnitina: sindrome di Marfan, sindrome di Ehlers-Danlos, sindrome di Beals, sclerosi tuberosa, alcune forme di distrofia muscolare progressiva, ecc., Carenza di carnitina durante l'emodialisi.

Acidemia propionica e altre acidemie organiche, obesità costituzionale esogena, convalescenza dopo gravi malattie e interventi chirurgici (Z 54. 54.), ritardo della crescita in bambini e adolescenti fino a 16 anni (R 62. 62.), forme lievi di tireotossicosi (E 05.9 05.9 ), malattie della pelle: psoriasi (L 40. 40.), dermatite seborroica (L 21. 21., L 21.0 21.0), scleroderma focale (L 94.0 94.0), lupus eritematoso discoide (L 93. 93.); metabolismo miocardico alterato in cardiopatia ischemica (I 25. 25.), angina pectoris (I 20. 20.), infarto miocardico acuto (I 21. 21.), ipoperfusione dovuta a shock cardiogeno, stati post-infarto (I 25.2 25.2, R 07.2 07.2), prevenzione della cardiotossicità nel trattamento delle antracicline; prolungato sforzo fisico intenso - per aumentare la capacità di lavoro, la resistenza e ridurre l'affaticamento, come anabolizzante e adattogeno (R 53. 53., Z 73.0 73.0, Z 73.2 73.2); ictus ischemico (in acuto, periodi di recupero), disturbi della circolazione cerebrale transitoria, encefalopatia dincircolare, lesioni cerebrali traumatiche e tossiche (S 06. 06., T 90,5 90,5); sindromi Merre (+ sindrome di mioclono, epilessia con discontinuità fibre muscolari rosse), MELAS (encefalomiopatie mitocondriali, e gli episodi ictus-laktatatsiduriya), NARP (neuropatia, atassia, retinite pigmentosa), Kerpsa-Sayre, neuropatia ottica Swan-Pearson.

Neonati (pretermine e nati a termine): indebolimento del riflesso del cibo (aspirazione lenta), ipotrofia, ipotensione arteriosa, adinamia; condizione dopo asfissia (P 21. 21.) e trauma della nascita (P 10. 10. - P 15. 15.), sindrome da distress respiratorio (P 22. 22.), cura dei neonati prematuri che sono in nutrizione parenterale completa, e bambini sottoposti a emodialisi (P 07. 07.); complesso sindrome, simile alla sindrome di Reye (ipoglicemia, ipocetonemia, coma), che si sviluppa nei bambini durante l'assunzione di acido valproico. Adulti: anoressia psicogena (R 63. 63.), esaurimento fisico (E 46. 46.), malattia mentale, nevrastenia (F 48.0 48.0), gastrite cronica con ridotta funzione secretoria (K 29.4 29.4 - K 29.5 29.5), pancreatite cronica con insufficienza esocrina (K 86.1 86.1).

Controindicazioni

  • ipersensibilità;
  • Trimethylaminuria.
Effetti collaterali

Reazioni allergiche, gastralgiya, dispepsia, debolezza muscolare (in pazienti con uremia). [2]

Gli anabolizzanti potenziano l'effetto della levocarnitina, i farmaci glucocorticoidi (GCS) contribuiscono all'accumulo del farmaco nei tessuti (eccetto il fegato) [10]. L'acido lipoico aumenta l'azione della carnitina sinistra.

L-carnitina ed esercizio fisico

La L-carnitina riducendo il livello di acido lattico e piruvico contribuisce ad aumentare la resistenza e aumenta anche l'attività motoria e aumenta la tolleranza dell'attività fisica. L'azione della L-carnitina con maggiore attività fisica e sport: [11]

  • aumenta la produzione di energia del corpo, riducendo l'affaticamento, migliora l'efficienza, aumenta la resistenza fisica; [12]
  • sostiene il cuore nel periodo di maggiore sforzo fisico, migliorando il metabolismo energetico;
  • accelera il recupero del corpo dopo l'esercizio, così come con il sovrallenamento, riducendo l'ipossia tissutale e postcarta l'acidosi lattica; [13]
  • fornisce la divisione dei grassi, promuovendo la diminuzione del peso in eccesso;
  • oltre ad aumentare il metabolismo delle proteine, che accelera il processo di costruzione della massa muscolare.

I risultati degli studi clinici

Come dimostrato dai risultati di uno studio in doppio cieco, controllato con placebo, condotto nel 2007 in Italia, la prescrizione di L-Carnitina (in una dose giornaliera di 2 g per 6 mesi) ha un effetto positivo sulla salute degli anziani. Alla fine del corso, i soggetti hanno mostrato miglioramenti significativi nel grasso complessivo (perso 1,8 kg di grasso) e nella massa muscolare (aumentata di 3,8 kg). I pazienti avevano significativamente diminuito i segni di stanchezza fisica e mentale e aumentato le funzioni cognitive, oltre a diminuire i livelli di colesterolo. [14]

È stato condotto uno studio sull'efficacia degli integratori alimentari energotropici di L-carnitina (Carnitone), del coenzima Q10 (Kudesang) e delle loro combinazioni in bambini e adolescenti con distonia vegetativa con alterazioni cardiache non specifiche non infiammatorie. L'esame dei bambini ha rivelato vari fattori causali dei cambiamenti cardiaci, espressi da disturbi elettrocardiografici (secondo il monitoraggio ECG standard e Holter), cambiamenti nei parametri morfometrici ed emodinamici (in base ai risultati dell'ECG CG), nonché bassa tolleranza all'esercizio fisico. Dopo il decorso della carnitina e del coenzima Q10, in questi parametri è stata osservata una tendenza positiva, più pronunciata nella terapia combinata. Di conseguenza, gli scienziati sono giunti alla conclusione che è consigliabile assegnare sia una combinazione di carnitina e coenzima Q10, sia la monoterapia con uno dei farmaci di bambini e adolescenti con distonia vegetativa, che hanno una ridotta tolleranza all'esercizio con l'aspetto o il deterioramento delle variazioni elettrocardiografiche. I risultati di questo lavoro consentono un trattamento adeguato dei cambiamenti cardiaci nella distonia vegetativa nei bambini e negli adolescenti. [15]

Inoltre ha dimostrato l'efficacia della carnitina per aumentare i processi di adattamento negli adolescenti. Per aumentare la resistenza allo stress psico-emotivo, è consigliabile utilizzare L-carnitina. Il più efficace è l'uso combinato di preparati di carnitina e del coenzima Q10, poiché la loro azione è rivolta a 2 bersagli principali: reattività (L-carnitina) e risorsa del sistema psicologico (coenzima Q10). [16]

Proprietà fisiche

La L-carnitina è una polvere bianca e igroscopica cristallina. Punto di fusione - 197 ° C. Facilmente solubile in acqua e alcol caldo. Praticamente insolubile in acetone, etere e benzene. Rotazione specifica da -29 ° a -32 °. La carnitina esiste in due forme stereoisomeriche: forma a L e forma a D. Le cellule di mammiferi contengono L-carnitina, la D-carnitina è di origine sintetica. Solo la L-carnitina ha attività biologica. La D-carnitina non ha un effetto positivo sul corpo, essendo un antagonista competitivo della carnitina sinistra.

Pancreatite cronica: stadio acuto

Cosa dovrei fare se i calli sui miei piedi esplodessero