Polineuropatia in malattie classificate altrove (G63 *)

Polineuropatia con:

  • difterite (A36,8 †)
  • mononucleosi infettiva (B27.- †)
  • lebbra (A30.- †)
  • Malattia di Lyme (A69.2 †)
  • Parotite (B26.8 †)
  • fuoco di Sant'Antonio (B02.2 †)
  • sifilide tardiva (A52.1 †)
  • sifilide congenita (A50.4 †)
  • tubercolosi (A17,8 †)

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie 10 a revisione (ICD-10) ha adottato come un unico documento normativo per tenere conto dell'incidenza, le cause, gli appelli di popolazione alle istituzioni mediche di tutte le agenzie, la causa della morte.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il territorio della Federazione Russa nel 1999 per ordine del Ministero della Sanità della Russia, datato 27 maggio 1997. №170

Il rilascio di una nuova revisione (ICD-11) è pianificato dall'OMS nel 2022.

Trattamento della polineuropatia diabetica

Il diabete mellito è una malattia comune in tutto il mondo. Il decorso clinico della malattia è spesso accompagnato dallo sviluppo di complicanze croniche. Una delle complicanze della malattia è la polineuropatia diabetica.

La polineuropatia diabetica cronica (sensomotoria) è una forma comune di neuropatia, che è accompagnata da disturbi sensoriali, autonomi e motori.

La polineuropatia diabetica è accompagnata da dolore e riduce significativamente il tenore di vita dei pazienti.

Lo sviluppo della malattia può portare a complicanze ancora più gravi. Come: atassia, articolazione di Charcot, sindrome del piede diabetico, osteoartropatia diabetica.

La polineuropatia diabetica degli arti può portare alla cancrena e alla successiva amputazione.

Pertanto, è importante prevenire lo sviluppo e iniziare un trattamento efficace ai primi segni nei pazienti con diabete.

Cause dello sviluppo

I principali fattori eziologici che provocano lo sviluppo di polineuropatia diabetica sono considerati:

  1. Fumo e alcol;
  2. Inosservanza del controllo della glicemia;
  3. età;
  4. Pressione sanguigna;
  5. Violazione del rapporto tra lipidi del sangue (sostanze simili a grassi);
  6. Insulina a basso contenuto di sangue;
  7. Lungo corso di diabete

Numerosi studi indicano che il monitoraggio continuo dei livelli di glucosio e della pressione arteriosa riduce significativamente lo sviluppo della patologia. E l'uso tempestivo della terapia insulinica riduce del 50% il rischio di sviluppo.

sintomi

I sintomi della polineuropatia diabetica manifestano dolore agli arti inferiori. Bruciore, dolore sordo o prurito, meno frequente acuto, lancinante e penetrante. Il più delle volte si verifica nel piede e aumenta di sera. Inoltre, il dolore può apparire nel terzo inferiore della gamba e delle mani.

I pazienti lamentano frequenti intorpidimento muscolare, dolore alle articolazioni, disturbi dell'andatura. È associato allo sviluppo di un disturbo nel sistema nervoso. La sensibilità alla temperatura è persa, possono comparire ulcere trofiche.

Il paziente avverte disagio dal tocco di vestiti. La sindrome del dolore in questi casi è permanente e peggiora significativamente il benessere generale del paziente.

Come identificare e chiarire la diagnosi?

La diagnosi di polineuropatia inizia con una visita dal medico, che raccoglie accuratamente la storia e prescrive i tipi di ricerca necessari.
Come studio principale, viene data preferenza all'elettroneuromiografia. Inoltre, possono essere applicati studi di ASCV (potenziali simpatici dermici autonomi).

Trattamento di patologia

Dopo aver fatto una diagnosi di polineuropatia diabetica, il trattamento inizia con la terapia etiotropica. È importante normalizzare la glicemia. Dopo un monitoraggio costante, il dolore si riduce nel 70% dei casi. In alcuni casi, ha prescritto la terapia insulinica.

Nel trattamento dello stress ossidativo, per ripristinare l'affetto, vengono prescritti farmaci con un marcato effetto antiossidante. Il ricevimento dei farmaci viene effettuato da corsi per un periodo piuttosto lungo. Durante questo periodo, il paziente viene monitorato e monitorato.

Analgesici e farmaci anti-infiammatori sono prescritti per alleviare il dolore. Ma, come sottolineano gli esperti, non sono in grado di alleviare completamente il dolore, e anche l'uso prolungato può danneggiare il corretto funzionamento dello stomaco.

Con sintomi di dolore neuropatico cronico, vengono prescritti anestetici, antidepressivi e farmaci antiepilettici. Come supplemento ai preparati, si consiglia l'uso di cerotti, gel, unguenti e creme di lidocaina.

Come consolidazione di trattamento complesso di polineuropatia diabetica, secondo la condizione del paziente, prescrivi:

  • trattamento fisico,
  • magneto e fototerapia
  • corrente elettrica e corrente
  • stimolazione muscolare
  • agopuntura,
  • ossigenazione iperbarica,
  • radiazione infrarossa monocromatica.

Il trattamento con rimedi popolari è consentito solo con il consenso del medico curante. La medicina di erbe e l'uso di unguenti curativi possono essere utilizzati come supplemento ai metodi tradizionali di trattamento.

Un trattamento efficace della polineuropatia diabetica è considerato un approccio individuale del medico per ogni paziente con un complesso di metodi di trattamento conservativi.

G63.2 Polineuropatia diabetica (E10-E14 + con un quarto segno comune.4)

Il sito ufficiale del gruppo di società RLS ®. La principale enciclopedia di farmaci e assortimento di farmacie di Internet russo. Il libro di consultazione di medicine Rlsnet.ru fornisce agli utenti l'accesso a istruzioni, prezzi e descrizioni di medicine, supplementi dietetici, dispositivi medici, dispositivi medici e altri beni. Il libro di riferimento farmacologico include informazioni sulla composizione e forma di rilascio, azione farmacologica, indicazioni per l'uso, controindicazioni, effetti collaterali, interazioni farmacologiche, modalità di utilizzo dei farmaci, aziende farmaceutiche. Il libro di riferimento sulla droga contiene i prezzi dei medicinali e dei prodotti del mercato farmaceutico a Mosca e in altre città della Russia.

Il trasferimento, la copia, la distribuzione di informazioni sono vietati senza il permesso di RLS-Patent LLC.
Quando si citano materiali informativi pubblicati sul sito www.rlsnet.ru, è necessario fare riferimento alla fonte di informazioni.

Molto più interessante

© 2000-2019. REGISTRAZIONE DI MEDIA RUSSIA ® RLS ®

Tutti i diritti riservati.

L'uso commerciale di materiali non è permesso.

Le informazioni sono destinate ai professionisti medici.

Polineuropatia diabetica

La polineuropatia diabetica (codice ICD 10 - G63.2) è una manifestazione neurologica e la complicanza più comune del diabete. Questa è una condizione clinica causata da alterazioni degenerative distrofiche nella struttura e funzione alterata dei neuroni periferici somatici (motori e sensoriali) e autonomi.

Per stabilire una diagnosi accurata, i neurologi dell'ospedale di Yusupov usano metodi moderni di diagnostica neurofisiologica e di laboratorio.

Fattori di rischio per polineuropatia diabetica

Poiché la causa principale della polineuropatia diabetica (codice ICD10 - G63.2) è un aumento della glicemia, un endocrinologo consulta i pazienti con sintomi di danno ai nervi periferici. Il medico controlla la glicemia, determina la concentrazione di glucosio a digiuno e dopo aver mangiato. Oculisti, neurologi e chirurghi vascolari conducono esami per danni ai microvasi del bulbo oculare, dei reni e delle estremità. Solo un approccio individuale completo al trattamento della polineuropatia diabetica migliora le condizioni generali e la qualità della vita dei pazienti, contribuisce allo sviluppo inverso dei sintomi del danno dei nervi periferici nel diabete mellito.

I principali fattori di rischio per lo sviluppo della polineuropatia tra i pazienti con diabete mellito di primo tipo sono il livello di aumento della concentrazione di glucosio nel sangue, la durata della malattia e l'età del paziente. Nei pazienti con diabete mellito di secondo tipo, l'ipertensione arteriosa e il metabolismo lipidico sono importanti.

Le neuropatie periferiche, principalmente la polineuropatia sensomotoria simmetrica distale, in misura molto maggiore della neuropatia centrale, minacciano la qualità della vita e la vita dei pazienti stessi. L'insufficienza periferica cardiaca autonoma (autonoma), che fa parte del complesso delle sindromi da polineuropatia diabetica, peggiora la prognosi dell'aspettativa di vita dei pazienti con diabete del 50%. La formazione della sindrome del piede diabetico è irta di successive amputazioni degli arti. La sindrome del dolore in ogni quinto paziente con diabete mellito peggiora la qualità della vita, specialmente se si manifesta con allodinia (dolore in risposta a stimoli non dolorosi).

Meccanismi per lo sviluppo della polineuropatia diabetica

La maggior parte dei nervi periferici è mista. Contengono fibre motorie, sensibili e autonome. Il complesso dei sintomi del danno nervoso consiste in disturbi motori, sensoriali e autonomi.

Ciascun assone (lungo conseguenza cilindrica di cellule nervose) o rivestita da un guscio di cellule di Schwann e in questo caso chiama fibre amieliniche, o membrane giace concentricamente circondato da cellule di Schwann. Nel secondo caso, la fibra è chiamata mielinizzata. Il nervo contiene fibre non mielinizzate e mielinizzate. Solo le fibre non mielinizzate contengono efferenti autonomi e alcune fibre afferenti sensibili. Le spesse fibre mielinizzate conducono vibrazioni e propriocezione (sensazione muscolare). Le fibre sottili mielinizzate e non mielinizzate sono responsabili della sensazione di dolore, temperatura e tatto. La funzione principale della fibra nervosa è condurre un impulso.

Il meccanismo della polineuropatia periferica si basa sulla perdita progressiva delle fibre mielinizzate, sulla degenerazione degli assoni e sul rallentamento degli impulsi nervosi. Iperglicemia cronica (glicemia alta) svolge un ruolo chiave nello sviluppo della polineuropatia diabetica.

Altre cause di polineuropatia diabetica includono:

  • microangiopatia (cambio di piccoli vasi);
  • nervi di ipossia (mancanza di ossigeno);
  • metabolismo del glucosio;
  • glicazione di proteine ​​che fanno parte della mielina;
  • stress ossidativo;
  • mancanza di fattore di rilassamento endoteliale - ossido nitrico (no);
  • carenza di acido alfa-lipoico.

Classificazione e sintomi della polineuropatia diabetica

Esistono le seguenti forme di polineuropatia diabetica per l'ICD 10: sensoriale, motorio, sensomotorio. La forma sensoriale della polineuropatia diabetica si manifesta con crampi notturni dei muscoli del polpaccio, formicolio, bruciore, sensazione di freddo alle gambe, intorpidimento, sensazione di gattonare. La forma motrice della malattia (simmetrica, asimmetrica) è caratterizzata da debolezza, atrofia dei muscoli degli arti inferiori. Anche la forma sensomotoria della neuropatia è simmetrica e asimmetrica.

I tipi autonomi (vegetativi) di polineuropatia diabetica includono le forme cardiovascolari, gastrointestinali, urogenitali e asintomatiche della malattia. I pazienti con forma cardiaca di polineuropatia lamentano di vertigini quando si cambia la posizione del corpo, ottenendo dal letto si riduce la pressione sanguigna a 30 mm Hg, v'è una perdita di coscienza. La conseguenza di neuropatia diabetica è la sindrome diabetica piede - infezione, ulcere o distruzione dei tessuti profondi associati a disturbi neurologici e una diminuzione del flusso sanguigno principale nelle arterie degli arti inferiori.

Trattamento della polineuropatia diabetica

Per escludere lo sviluppo di danni strutturali irreversibili a causa di troppo tardi all'inizio del trattamento, endocrinologi e neurologi stanno cominciando a Yusupov trattamento ospedaliero di polineuropatia diabetica precoce stadio della malattia. L'obiettivo principale nella prevenzione della polineuropatia diabetica è di raggiungere livelli normali di glucosio nel sangue. Il mantenimento di normali concentrazioni di glucosio nel sangue nel tempo in pazienti con gravi manifestazioni di porta neuropatia per ritardare la progressione del danno ai nervi periferici, ma non favorevole alla rapida eliminazione delle sue manifestazioni. Quando i livelli di glucosio dei pazienti si normalizzano, i sintomi neurologici possono aumentare o possono comparire se prima erano assenti. Ciò è dovuto allo sviluppo inverso di quei cambiamenti avvenuti nelle fibre nervose. Il deterioramento è di natura transitoria e passa rapidamente, a condizione che la concentrazione di glucosio nel sangue sia mantenuta vicino alla norma.

I neurologi in polineuropatia diabetica conducono un trattamento patogenetico e sintomatico. Attualmente, l'acido tioctico (α-lipoico), in particolare il tiogamma, è considerato l'agente più efficace nel trattamento della polineuropatia periferica. Le vitamine B del gruppo B influenzano direttamente il tessuto nervoso danneggiato.I neurologi prescrivono la tiamina nei pazienti con polineuropatia diabetica (vitamina B1), piridossina (vitamina b6), cianocobalamina (vitamina b12). I pazienti con polineuropatia diabetica, tollerano meglio la forma liposolubile di tiamina - benfotiamina. È contenuto in milgamma dragee.

Il più ottimale è uno schema comprovato di trattamento in tre fasi della polineuropatia diabetica:

  • alte dosi di benfotiamina in combinazione con piridossina (Milgamma dragee), quindi assunzione giornaliera di Milgamma dragee;
  • con l'inefficacia del primo stadio, i pazienti vengono quotidianamente iniettati con 600 mg di Tiogamma per via endovenosa per due settimane;
  • nelle forme gravi di polineuropatia, Milgamma dragee viene somministrato per via orale e il tiogamma viene somministrato per via parenterale.

I principali gruppi di farmaci per il trattamento del dolore neuropatico nella polineuropatia diabetica sono gli antidepressivi, gli anticonvulsivanti, gli oppioidi e gli anestetici locali. I neurologi hanno ampiamente usato antidepressivi triciclici. Il farmaco più efficace è l'amitriptilina in dosi da 25 a 150 mg al giorno. Il trattamento inizia con una dose bassa (10 mg / die) e gradualmente lo titola per un aumento. Questo riduce l'effetto collaterale del farmaco.

Gli anticonvulsivanti riducono efficacemente il dolore neuropatico. I neurologi usano Carbamazepina e Fenitoina per il dolore intenso. Non sono considerati farmaci di prima linea a causa di effetti collaterali. Gli anticonvulsivanti di seconda generazione hanno un'elevata attività analgesica: gabapentin e pregabalin.

Il tramadolo riduce significativamente il dolore, aumenta l'attività sociale e fisica dei pazienti. Per ridurre la probabilità di effetti collaterali e l'uso di droghe tramadolo iniziare con una dose bassa (50 mg di 1 o 2 volte al giorno) e poi aumentata gradualmente ogni 3-7 giorni ad una dose massima di 100 mg quattro volte al giorno. Il tramadolo è anche incluso nella combinazione di farmaci Zaldiar.

Intonaci e gel con lidocaina al 5% hanno un effetto anestetico locale. La capsaicina (anestetico locale) viene utilizzata per il trattamento della polineuropatia diabetica. Il farmaco entra nella rete di farmacie sotto forma di lozioni, gel, creme e applicatori roll-on che contengono il principio attivo in una concentrazione di 0,025%, 0,050% o 0,075%. Sono applicati 4 volte al giorno per l'intera area dolorosa.

Il dolore nella polineuropatia diabetica si riduce dopo la somministrazione della tossina botulinica di tipo A ai pazienti, mentre il trinitrato di glicerile è tradizionalmente utilizzato nell'angina pectoris. Inoltre, dilata i vasi sanguigni e allevia significativamente il dolore associato alla polineuropatia diabetica.

Con lo sviluppo della sindrome del piede diabetico, antibiotici ad ampio spettro, soluzioni reologiche, anticoagulanti, disaggregati sono inclusi nel regime di trattamento. Se il paziente sviluppa difetti ulcerativi ai piedi, lo staff medico della clinica di neurologia esegue il trattamento corretto delle ferite:

  • rimuovere ipercheratosi;
  • puliscono la ferita da una crosta;
  • l'ulcera è tenuta aperta, creando un deflusso ottimale di scarico da esso;
  • fornire ferite d'umidità costanti;
  • evitare medicazioni traumatiche;
  • lavare le ferite con soluzioni non tossiche per il tessuto di granulazione.

Ai pazienti per 2 settimane viene prescritto un riposo a letto e quindi raccomandano di indossare scarpe ortopediche. Per sottoporsi a esami e un corso di trattamento efficace della polineuropatia diabetica, è necessario fissare un appuntamento con un neurologo chiamando l'ospedale Yusupov, dove il centro di contatto opera 24 ore al giorno, senza giorni di ferie e pause. Il dottore prenderà in un momento conveniente per te.

Che tipo di malattia è una polineuropatia diabetica: codice ICD-10, presentazione clinica e metodi di trattamento?

La polineuropatia è un complesso di malattie che comprende la cosiddetta lesione multipla dei nervi periferici.

La malattia di solito si trasforma nella cosiddetta forma cronica e ha una via ascendente, cioè questo processo inizialmente colpisce solo le fibre più piccole e scorre lentamente verso rami più grandi.

Questa condizione patologica chiamata polineuropatia diabetica, ICD-10, è codificata e suddivisa, a seconda dell'origine, del decorso della malattia, nei seguenti gruppi: infiammatori e altre polineuropatie. Allora, qual è la polineuropatia diabetica per l'ICD?

Cos'è?

La polineuropatia è la cosiddetta complicazione del diabete mellito, la cui essenza è la completa sconfitta del sistema nervoso vulnerabile.

Danno nervoso nella polineuropatia

Di solito si manifesta attraverso un impressionante periodo di tempo che è passato dalla diagnosi dei disturbi nel sistema endocrino. Più specificamente, la malattia può comparire dopo venticinque anni dall'inizio dello sviluppo di problemi con la produzione di insulina nell'uomo.

Ma, ci sono stati casi in cui la malattia è stata rilevata in pazienti endocrinologici entro cinque anni dopo che le patologie sono state rilevate dal pancreas. Il rischio di ammalarsi è lo stesso per i pazienti con diabete, sia del primo che del secondo.

cause di

Di norma, con un lungo decorso della malattia e fluttuazioni abbastanza frequenti del livello zuccherino, vengono diagnosticati disturbi metabolici in tutti gli organi e sistemi corporei.

E il sistema nervoso soffre prima. Di norma, le fibre nervose alimentano i vasi sanguigni più piccoli.

Sotto l'influenza prolungata dei carboidrati, appare un cosiddetto disturbo nutrizionale dei nervi. Di conseguenza, cadono in uno stato di ipossia e, di conseguenza, compaiono i sintomi primari della malattia.

Durante il suo successivo corso e frequenti scompensi, i problemi esistenti con il sistema nervoso, che gradualmente diventano irreversibili cronici, diventano molto più complicati.

Polineuropatia diabetica degli arti inferiori da parte dell'ICD-10

Questa diagnosi è più spesso sentita dai pazienti che hanno il diabete.

Questa malattia colpisce il corpo quando il sistema periferico e le sue fibre sono significativamente compromesse. Può essere attivato da una varietà di fattori.

Di norma, le persone di mezza età sono principalmente colpite. È notevole, ma gli uomini si ammalano molto più spesso. Vale anche la pena notare che la polineuropatia non è rara nei bambini e adolescenti in età prescolare.

La polineuropatia diabetica, il cui codice ICD-10 è E10-E14, di solito colpisce gli arti superiori e inferiori di una persona. Di conseguenza, la sensibilità e le prestazioni sono significativamente ridotte, gli arti diventano asimmetrici e la circolazione sanguigna è significativamente compromessa. Come sapete, la caratteristica principale di questa malattia è che, diffondendosi in tutto il corpo, colpisce inizialmente le lunghe fibre nervose. Pertanto, non c'è da meravigliarsi perché il primo a soffrire il piede.

Segni di

La malattia, che appare principalmente sugli arti inferiori, ha un gran numero di sintomi:

  • sensazione di grave intorpidimento alle gambe;
  • gonfiore di piedi e gambe;
  • dolore insopportabile e sensazioni lancinanti;
  • debolezza muscolare;
  • aumentare o diminuire la sensibilità degli arti.

Ogni forma di neuropatia si distingue per sintomi separati:

  1. diabetico nelle prime fasi. È caratterizzato da intorpidimento degli arti inferiori, sensazione di formicolio e forte sensazione di bruciore in essi. C'è un dolore appena percettibile nei piedi, nelle caviglie e nei muscoli del polpaccio. Di regola, è di notte che i sintomi diventano più luminosi e più pronunciati;
  2. diabetico nelle fasi avanzate. Se presenti, si notano i seguenti segni premonitori: dolore insopportabile agli arti inferiori, che può manifestarsi anche a riposo, debolezza, atrofia muscolare e alterazioni della pigmentazione cutanea. Con lo sviluppo graduale della malattia, la condizione delle unghie peggiora, a causa della quale diventano più fragili, addensano o addirittura atrofizzano. Inoltre, il paziente forma un cosiddetto piede diabetico: aumenta significativamente di dimensioni, appaiono piedi piatti, deformità alla caviglia e sviluppo di edema neuropatico;
  3. encefalopatia diabetica neuropatia. È caratterizzato dai seguenti sintomi: non presenta forti mal di testa, affaticamento momentaneo e aumento della fatica;
  4. tossico e alcolico. Ha sintomi così pronunciati: convulsioni, intorpidimento alle gambe, compromissione significativa della sensibilità dei piedi, indebolimento dei tendini e dei riflessi muscolari, cambiamenti nel tono della pelle a bluastre o brune, riduzione dei capelli e diminuzione della temperatura nelle gambe, che non dipende dal flusso sanguigno. Di conseguenza, si formano ulcere trofiche e gonfiore delle gambe.

diagnostica

Poiché un tipo di ricerca non può mostrare un quadro completo, la neuropatia diabetica viene diagnosticata usando il codice ICD-10 utilizzando diversi metodi popolari:

Di norma, il primo metodo di ricerca consiste in un esame dettagliato di diversi specialisti: un neurologo, un chirurgo e un endocrinologo.

Il primo medico sta studiando i sintomi esterni, come: pressione sanguigna negli arti inferiori e la loro ipersensibilità, la presenza di tutti i riflessi necessari, la ricerca di edema e l'esame della condizione della pelle.

Per quanto riguarda la ricerca di laboratorio, questo include: analisi delle urine, concentrazione di glucosio nel plasma sanguigno, colesterolo, oltre a determinare il livello di sostanze tossiche nell'organismo se si sospetta una neuropatia tossica.

Tuttavia, la diagnostica strumentale della presenza di polineuropatia diabetica secondo l'ICD-10 nel corpo del paziente implica la risonanza magnetica, così come l'elettroneuromiografia e la biopsia del nervo.

trattamento

È importante ricordare che il trattamento deve essere completo e misto. Deve necessariamente includere determinati farmaci destinati a tutte le aree del processo di sviluppo.

È molto importante che il trattamento includa l'assunzione di questi farmaci:

  1. vitamine. Devono essere ingeriti insieme al cibo. Grazie a loro, il trasporto degli impulsi lungo i nervi è migliorato e anche gli effetti negativi del glucosio sui nervi sono bloccati;
  2. acido alfa lipoico. Previene l'accumulo di zucchero nel tessuto nervoso, attivando determinati gruppi di enzimi nelle cellule e ripristinando i nervi già danneggiati;
  3. antidolorifici;
  4. inibitori di aldosi reduttasi. Impediranno uno dei modi di trasformazione dello zucchero nel sangue, riducendo così il suo effetto sulle terminazioni nervose;
  5. aktovegin. Promuove l'uso del glucosio, migliora la microcircolazione nelle arterie, nelle vene e nei capillari che alimentano i nervi e previene anche la morte delle cellule nervose;
  6. potassio e calcio. Queste sostanze hanno la capacità di ridurre i crampi e il torpore negli arti di una persona;
  7. antibiotici. La loro ricezione può essere necessaria solo quando vi è il rischio di cancrena.

Sulla base di esattamente quale forma di polineuropatia diabetica ICD-10 è stata trovata, il medico curante prescrive un trattamento professionale che rimuove completamente i sintomi della malattia. Allo stesso tempo, si può sperare in una cura completa.

Prima di tutto, è molto importante ridurre significativamente il livello di zucchero nel sangue e solo successivamente procedere al trattamento della polineuropatia diabetica mediante l'ICD. Se ciò non viene fatto, allora tutti gli sforzi saranno completamente inefficaci.

È molto importante nella forma tossica eliminare completamente le bevande alcoliche e seguire una dieta rigorosa. Il medico curante deve prescrivere farmaci speciali che migliorano la microcircolazione del sangue e prevengono la comparsa di coaguli di sangue. Un altro molto importante per sbarazzarsi di gonfiore.

Video correlati

Candidato di scienze mediche sulla polineuropatia in pazienti con diabete:

Come si può capire da tutte le informazioni presentate nell'articolo, la neuropatia diabetica risponde abbastanza bene al trattamento. La cosa più importante è non iniziare questo processo. La malattia ha sintomi pronunciati che sono difficili da non notare, quindi con un approccio ragionevole, è possibile liberarsene rapidamente. Dopo la scoperta dei primi sintomi allarmanti, è importante sottoporsi a un esame medico completo che confermi la diagnosi prevista. Solo dopo puoi procedere al trattamento della malattia.

  • Stabilizza a lungo i livelli di zucchero
  • Ripristina la produzione di insulina da parte del pancreas

Polineuropatia diabetica di Mcb 10

Qual è la polineuropatia degli arti inferiori ed è possibile curare la malattia?

Il termine "polineuropatia" combina un numero di patologie causate da vari motivi, ma in cui vi è una violazione del normale funzionamento del sistema nervoso periferico.

Caratteristiche della malattia e delle sue varietà

Tradotto dalla polineuropatia greca significa "sofferenza di molti nervi". Le cause della patologia sono diverse: quasi tutti i fattori possono causare polineuropatia, almeno una volta che ha un effetto negativo sul sistema nervoso periferico.

Poiché l'attività vitale dell'organismo dipende dalla trasmissione delle terminazioni nervose ai comandi del cervello, con lo sviluppo della polineuropatia, c'è una violazione della funzione sensoriale e motoria degli arti.

È importante! La polineuropatia degli arti inferiori è più comune, perché c'è un carico maggiore sulle gambe rispetto alle parti superiori del corpo.

Quando la polineuropatia di solito colpisce i piccoli nervi, perché la loro guaina di mielina è sottile e le sostanze nocive sono più facili da penetrare nel nervo. Pertanto, la polineuropatia degli arti superiori e inferiori si verifica più spesso - la sconfitta dei piedi e delle mani.

Di solito, quando si determina la diagnosi, la parola "polineuropatia delle gambe o delle braccia" non viene scritta semplicemente al paziente, ma deve essere aggiunta una definizione che dipende dal tipo di malattia. La classificazione internazionale delle malattie comprende diverse varietà di polineuropatia (codice ICD - G60-G64), che differiscono per localizzazione, per grado e area di danno, per cause.

Se il sistema nervoso periferico ha fallito almeno una volta in passato, allora può esserci una ragione per il verificarsi della polineuropatia.

Secondo il grado e l'area del danno

Le fibre nervose possono essere suddivise in diversi tipi: motori, autonomi, sensibili. A seconda del danno di cui i nervi prevalgono, anche la polineuropatia è classificata:

Motore (motore). La normale condizione dei muscoli si deteriora, il che porta a un fallimento nel loro lavoro: c'è una debolezza nei muscoli, crampi, atrofia e atrofia muscolare. I sintomi si diffondono dal basso e possono portare alla completa perdita di movimento.

  • Autonomic. Le fibre nervose autonome sono influenzate, da cui dipende la condizione degli organi interni. C'è una maggiore sudorazione, problemi con la minzione, c'è una tendenza alla stitichezza, pelle secca.
  • Polineuropatia sensoriale Disturbi sensibili sorgono: sensazione di formicolio, bruciore, torpore, gattonare, dolorosa e lancinante anche quando si tocca leggermente l'arto.
  • Polineuropatia sensomotoria. Combina i sintomi del danno alle fibre sensoriali e motorie.
  • Misto. Include i segni di tutti i tipi di disturbi.

Nella sua forma pura, queste forme si possono trovare molto raramente, di solito vengono diagnosticati i tipi sensoriali-vegetativi, motorio-sensoriali e altri tipi misti della malattia.

Per il tipo di processo patologico

La polineuropatia colpisce le fibre nervose, che consistono in assoni e guaine mieliniche. A seconda della lesione si distinguono:

  • Polineuropatia assonale: si verifica quando un assone è danneggiato in vari disturbi dei processi metabolici: intossicazione da arsenico, piombo, mercurio e alcol;
  • Polineuropatia demielinizzante - si verifica quando le fibre nervose demielinizzanti si sviluppano rapidamente e le fibre motorie e sensoriali sono principalmente interessate.

Nella loro forma pura, tali tipi non esistono a lungo: con la sconfitta dell'assone, un disturbo demielinizzante si unisce gradualmente, e con demielinizzazione, un tipo assonale.

A seconda della posizione, si trovano polineuropatia distale e prossimale: nella parte distale, le parti inferiori delle gambe si trovano nella parte inferiore, mentre nella parte prossimale, le estremità, situate sopra.

cause di

Affinché il trattamento della polineuropatia produca risultati, è necessario identificare il fattore causale che lo causa.

Perché si verifica la polineuropatia degli arti superiori e delle gambe:

  • Fattore diabetico La sconfitta delle piccole navi, come complicanza del diabete, si verifica nella maggior parte dei pazienti affetti da questa malattia. Pertanto, il diabete è il primo nella lista delle cause di polineuropatia. Una complicazione simile si presenta di solito in coloro che soffrono di diabete per un lungo periodo di tempo (5-10 anni).
  • Forma tossica Si verifica quando le sostanze estranee al corpo umano entrano nel sangue: arsenico, piombo, metanolo, mercurio e altri composti chimici. A volte la polineuropatia tossica può verificarsi con un uso prolungato di droga, ma la neuropatia da alcol è la forma più comune. La forma di alcol si sviluppa in circa il 2-3% delle persone che soffrono di dipendenza da alcol e la frequenza di insorgenza è al secondo posto dopo la forma diabetica della malattia.
  • Mancanza di vitamine del gruppo B. Alcuni tipi di vitamine del gruppo B (B12, B1, B6) hanno un effetto neurotropo, che colpisce positivamente i nervi periferici e il sistema nervoso centrale. Pertanto, la loro mancanza può causare manifestazioni di polineuropatia assonale cronica.
  • Tipo dismetabolico La malattia si verifica a causa del funzionamento alterato dei tessuti nervosi a causa della penetrazione di sostanze prodotte nel corpo dopo il trasferimento di alcune malattie.
  • Lesioni. A seguito di lesioni, possono verificarsi danni meccanici ai nervi che portano allo sviluppo della neuropatia degli arti superiori e inferiori.

Fai attenzione! La polineuropatia è spesso causata da malattie in cui il corpo accumula sostanze nocive che influiscono negativamente sul sistema nervoso.

Le varietà primarie della malattia includono la forma ereditaria di polineuropatia e l'aspetto idiopatico (sindrome di Guillain-Barre). L'eziologia di queste forme non è completamente definita, il che rende alquanto difficile il trattamento delle malattie.

Le forme secondarie di polineuropatia degli arti superiori e inferiori comprendono i tipi derivanti da malattie infettive, disordini metabolici, avvelenamento, patologie dei reni e del fegato, interruzione delle ghiandole endocrine, tumori di vario tipo.

Sintomi e sviluppo della malattia

La polineuropatia ha un quadro clinico piuttosto caratteristico. Il sintomo principale della malattia può essere considerato simmetria delle lesioni degli arti inferiori e superiori, dal momento che le sostanze patologiche circolano attraverso il sangue.

I sintomi più comuni della malattia:

  • Dolore di natura diversa, con una tonalità neuropatica ("brucia").
  • Le dita tremanti.
  • La comparsa di contrazioni muscolari che si verificano involontariamente.
  • Violazioni della sensibilità (dolore, tattilità, temperatura). Con lo sviluppo della malattia, il paziente può non sentire un sassolino nei panni, una superficie calda e altre sostanze irritanti.
  • Debolezza muscolare, difficoltà nei movimenti con ampia ampiezza.
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Intorpidimento parziale delle gambe.

I sintomi vegetativi della malattia comprendono la comparsa di sensazione di freddo, debolezza delle dita, disturbi circolatori (colorazione degli arti in marmo, scarsa cicatrizzazione delle ferite, ecc.), Vampate di calore.

La polineuropatia diabetica degli arti inferiori provoca il seguente quadro clinico:

  • La comparsa di dolori lancinanti e intensi alle gambe e ai piedi, che diventano più forti a una temperatura calda:
  • La debolezza sorge nei piedi;
  • I segni vegetativi stanno crescendo;
  • Il dolore aumenta gradualmente, con prurito e cambiamenti di colore della pelle (viola scuro, quasi nero);
  • Il piede diabetico è formato.

La polineuropatia alcolica si sviluppa gradualmente, i suoi sintomi si verificano a causa degli effetti tossici dell'etanolo sul sistema nervoso centrale e dei disturbi metabolici nei nervi:

  • In primo luogo, ci sono dolori nella zona del polpaccio, che aumentano con la pressione
  • La debolezza si verifica, la paralisi si verifica sia negli arti superiori che in quelli inferiori;
  • L'atrofia dei muscoli paretici si verifica;
  • Compaiono disturbi della sensibilità primaria (sensazioni cosiddette "calzini e guanti");
  • C'è una maggiore sudorazione, gonfiore degli arti distali, decolorazione della pelle.

La polineuropatia può anche verificarsi a causa dell'eccessivo consumo di alcol, a causa della quale il sistema nervoso centrale viene avvelenato dall'etanolo.

La polineuropatia non si verifica sempre gradualmente: nella forma acuta, i sintomi possono svilupparsi entro una settimana, nel tipo subacuto - le manifestazioni aumentano di circa un mese, nella forma cronica - la malattia può svilupparsi nel corso degli anni.

Metodi di trattamento

Prima del trattamento diretto della polineuropatia, viene effettuata la sua diagnosi, in cui vengono analizzate le manifestazioni della malattia e viene stabilita la sua causa per eliminare le patologie che si manifestano con sintomi simili.

Come diagnosticare:

  1. I reclami dei pazienti sono analizzati.
  2. Impostare il periodo in cui i primi sintomi della malattia.
  3. Si scopre se l'attività del paziente è correlata al contatto con sostanze chimiche.
  4. È determinato se il paziente ha dipendenza da alcol.
  5. Imposta fattori ereditari.
  6. Viene eseguito un esame del sangue.
  7. La biopsia nervosa è prescritta.
  8. L'elettroneimografia viene eseguita.
  9. Ispezione nominata da un neurologo, in alcuni casi - l'endocrinologo, terapeuta.

Poiché la polineuropatia non è una malattia indipendente, il suo trattamento principale sarà volto ad eliminare i fattori che hanno portato alla comparsa della malattia. Tuttavia, le misure terapeutiche dovrebbero essere eseguite in modo completo, in modo che, allo stesso tempo del trattamento principale, vengano eliminati gli spiacevoli sintomi della polineuropatia.

Terapia farmacologica

I farmaci sono prescritti a seconda del tipo e del tipo di malattia, così come lo stadio della polineuropatia e la gravità dei suoi sintomi:

  • Vitamine. La preferenza è data alle vitamine del gruppo B in combinazione con altri minerali e vitamine. I preparati vitaminici migliorano la capacità dei nervi di ripristinare i propri componenti strutturali, forniscono una protezione antiossidante.
  • Antidolorifici. Al fine di fermare il dolore, ai pazienti vengono prescritti analgesici (tramal, aspirina) o farmaci antiinfiammatori non steroidei e, in casi particolarmente gravi, ai pazienti viene somministrata la codeina o la morfina.
  • Terapia ormonale e immunosoppressori. Il regime di terapia ormonale (metilprednisolone) è prescritto da un medico, tenendo conto dell'aumento e della successiva diminuzione della dose. La terapia ormonale è completata dall'appuntamento delle immunoglobuline (sandoglobulina) e questo trattamento viene effettuato esclusivamente in condizioni stazionarie.
  • Farmaci che migliorano la circolazione del sangue nell'area delle fibre nervose (trintale, vazonit, pentossifillina).
  • Preparativi che accelerano il processo di rilascio di nutrienti ai tessuti (piracetam, midronate).

Nel trattamento della polineuropatia, dovrebbe essere chiaro che non è possibile curare la malattia con l'aiuto di farmaci da soli. Un ruolo significativo nel trattamento della malattia è svolto dal regime corretto, dalla nutrizione, dalle misure riabilitative, nonché da cure speciali e cure costanti per il paziente.

Attività di fisioterapia

La terapia fisica svolge un ruolo importante nel trattamento della polineuropatia, specialmente se la malattia è ereditaria o cronica.

Le seguenti procedure sono eseguite:

  • Impatto sul sistema nervoso periferico da campi magnetici;
  • Massaggio terapeutico;
  • elettroforesi;
  • Esercitare la terapia.

Massaggiare con polineuropatia aiuta a rafforzare i muscoli, migliora e stimola le loro prestazioni. A causa di ciò, le funzioni motorie vengono ripristinate più velocemente, il rischio di atrofia muscolare viene significativamente ridotto. Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che nelle forme acute della malattia, il massaggio non deve essere eseguito.

Fai attenzione! Con la polineuropatia tossica, e specialmente alcolica, le procedure terapeutiche vengono eseguite solo dopo la purificazione del sangue prodotto in condizioni stazionarie.

Esercizi per la terapia di esercizio possono essere condotti sia autonomamente a casa e sotto la guida di un medico. Aiutano a stimolare il lavoro dei muscoli, che consente di restituire parzialmente o completamente la capacità lavorativa degli arti.

Metodi popolari

Da metodi popolari, si raccomanda il trattamento con oli essenziali - lo sfregamento quotidiano dei piedi con eucalipto, abete, olio di chiodi di garofano aiuterà ad alleviare il dolore e migliorare la circolazione sanguigna negli arti.

La polineuropatia del piede degli arti inferiori è ben trattata con i pediluvi: 100 grammi di aceto e sale da tavola (300 g) si sciolgono in acqua (3 litri), ogni giorno in un mese per abbassare l'acqua nel bagno.

Complicazioni e prognosi

Se non si cerca aiuto medico in tempo, la malattia può portare a gravi complicazioni.

Prima di tutto, la polineuropatia può svilupparsi in una forma cronica che non è completamente curabile. Nel corso del tempo, la persona cessa completamente di sentire le sue membra, ei muscoli si presentano in una forma tale che una persona può diventare disabilitata, perché la sua capacità di movimento è completamente interrotta.

È importante! È possibile curare completamente la polineuropatia con tali tipi di malattie come infettive, alcoliche, tossiche. Nella forma diabetica, è solo possibile ridurre parzialmente i sintomi della malattia.

Nelle forme gravi della malattia che violano il funzionamento dei nervi responsabili del lavoro cardiaco, possono verificarsi gravi aritmie che possono essere fatali.

Nella forma diabetica, è possibile l'adesione di un'infezione secondaria, complicanze settiche, scarsa guarigione della ferita.

Con un adeguato trattamento iniziato in tempo, la prognosi della malattia è molto favorevole, ma è comunque meglio prevenire la malattia che curarla per molto tempo, soffrendo di sintomi spiacevoli.

È impossibile prevenire la polineuropatia, ma è possibile ridurre significativamente i fattori di rischio per il suo sviluppo: rinunciare all'alcool, curare le malattie infettive e virali nel tempo, monitorare la qualità dei prodotti consumati, limitare il contatto con composti chimici tossici.

Codice di polineuropatia diabetica ICD-10

La polineuropatia è un complesso di malattie che comprende più lesioni dei nervi periferici. La malattia più spesso entra nello stadio cronico e ha un percorso ascendente di diffusione, cioè il processo inizialmente colpisce le fibre sottili e gradualmente comprende tutti i rami più grandi.

Tale patologia ICD 10 codifica e divide, in base all'eziologia, il decorso della malattia nei seguenti gruppi:

  1. La polineuropatia infiammatoria (codice ICD 10 - G61) è un processo autoimmune associato a una reazione infiammatoria costante associata a vari stimoli di natura prevalentemente non infettiva. Comprende la sindrome di Guillain-Barre, neuropatia sierica, una malattia di origine non specificata.
  2. Altre polineuropatie (codice - G62) - il gruppo più esteso, che contiene molte altre sezioni:
  • Polineuropatia farmacologica (G0): la malattia si forma dopo un lungo trattamento farmacologico, in particolare antibiotici. Forse un rapido sviluppo sullo sfondo di dosi di droghe selezionate in modo improprio.
  • Polineuropatia alcolica (G1) - il ruolo principale nella patogenesi è giocato dall'uso costante di bevande alcoliche, una conseguenza della dipendenza da alcol.
  • La polineuropatia, formata sotto l'influenza di altre sostanze tossiche (G2) - è nella maggior parte dei casi una patologia professionale tra i lavoratori impegnati nell'industria chimica o gli esperimenti in laboratorio.
  1. Polineuropatia associata ad altre malattie descritte altrove (G63). Ciò include la patologia che si sviluppa dopo la diffusione dell'infezione e dei parassiti (G0), la malattia con la crescita di tumori benigni e maligni (G63.1), la polineuropatia diabetica (codice ICD 10 - G63.2), le complicanze dei disturbi endocrini e i disturbi metabolici (G63).3) e altri tipi.

La classificazione della polineuropatia secondo l'ICD 10 è ufficialmente riconosciuta, ma non tiene conto delle caratteristiche individuali del corso e non descrive la tattica del trattamento.

Sintomi e diagnosi

Il quadro clinico si basa principalmente sulle violazioni del sistema muscolo-scheletrico e del sistema cardiovascolare. Il paziente lamenta dolori muscolari, debolezza, crampi e mancanza di capacità di movimento normale (paresi degli arti inferiori). Un aumento della frequenza cardiaca (tachicardia), salti di pressione sanguigna, vertigini e mal di testa a causa di cambiamenti nel tono vascolare e insufficiente afflusso di sangue al sistema nervoso centrale sono aggiunti ai sintomi generali.

Quando la salute del paziente si deteriora, i muscoli si atrofizzano del tutto, la persona fondamentalmente mente, che influisce negativamente sulla nutrizione dei tessuti molli. A volte si sviluppa necrosi.

Inizialmente, il medico è obbligato ad ascoltare tutti i reclami del paziente, condurre un esame generale, controllare i riflessi tendinei e la sensibilità della pelle con l'aiuto di strumenti speciali.

La diagnosi di laboratorio di sangue è efficace nel caso di determinazione di comorbidità e cause dello sviluppo della malattia di base. Ci può essere un aumento della concentrazione di glucosio o composti tossici, sali di metalli pesanti.

Dai moderni metodi strumentali, sono preferiti l'elettroneuromiografia e la biopsia del nervo.

trattamento

Un comitato internazionale ha sviluppato un intero sistema per il trattamento della polineuropatia. Prima di tutto, l'influenza del principale fattore causale viene eliminata - gli organismi vengono distrutti con l'aiuto di antibiotici, le malattie del sistema endocrino sono compensate dalla terapia ormonale, il luogo di lavoro è cambiato, l'assunzione di alcol è completamente esclusa ei tumori vengono rimossi con l'intervento chirurgico.

Per evitare lo sviluppo di complicanze, viene prescritta una dieta ipercalorica (in assenza di controindicazioni), un complesso di vitamine e minerali che ripristina il sistema immunitario e il trofismo cellulare.

Sollievo dal dolore, farmaci antipertensivi e miostimolanti sono usati per alleviare i sintomi.

Che tipo di malattia è una polineuropatia diabetica: codice ICD-10, presentazione clinica e metodi di trattamento?

La polineuropatia è un complesso di malattie che comprende la cosiddetta lesione multipla dei nervi periferici.

La malattia di solito si trasforma nella cosiddetta forma cronica e ha una via ascendente, cioè questo processo inizialmente colpisce solo le fibre più piccole e scorre lentamente verso rami più grandi.

Questa condizione patologica chiamata polineuropatia diabetica, ICD-10, è codificata e suddivisa, a seconda dell'origine, del decorso della malattia, nei seguenti gruppi: infiammatori e altre polineuropatie. Allora, qual è la polineuropatia diabetica per l'ICD?

Cos'è?

La polineuropatia è la cosiddetta complicazione del diabete mellito, la cui essenza è la completa sconfitta del sistema nervoso vulnerabile.

Danno nervoso nella polineuropatia

Di solito si manifesta attraverso un impressionante periodo di tempo che è passato dalla diagnosi dei disturbi nel sistema endocrino. Più specificamente, la malattia può comparire dopo venticinque anni dall'inizio dello sviluppo di problemi con la produzione di insulina nell'uomo.

Ma, ci sono stati casi in cui la malattia è stata rilevata in pazienti endocrinologici entro cinque anni dopo che le patologie sono state rilevate dal pancreas. Il rischio di ammalarsi è lo stesso per i pazienti con diabete, sia del primo che del secondo.

cause di

Di norma, con un lungo decorso della malattia e fluttuazioni abbastanza frequenti del livello zuccherino, vengono diagnosticati disturbi metabolici in tutti gli organi e sistemi corporei.

E il sistema nervoso soffre prima. Di norma, le fibre nervose alimentano i vasi sanguigni più piccoli.

Sotto l'influenza prolungata dei carboidrati, appare un cosiddetto disturbo nutrizionale dei nervi. Di conseguenza, cadono in uno stato di ipossia e, di conseguenza, compaiono i sintomi primari della malattia.

Durante il suo successivo corso e frequenti scompensi, i problemi esistenti con il sistema nervoso, che gradualmente diventano irreversibili cronici, diventano molto più complicati.

Polineuropatia diabetica degli arti inferiori da parte dell'ICD-10

Questa diagnosi è più spesso sentita dai pazienti che hanno il diabete.

Questa malattia colpisce il corpo quando il sistema periferico e le sue fibre sono significativamente compromesse. Può essere attivato da una varietà di fattori.

Di norma, le persone di mezza età sono principalmente colpite. È notevole, ma gli uomini si ammalano molto più spesso. Vale anche la pena notare che la polineuropatia non è rara nei bambini e adolescenti in età prescolare.

La polineuropatia diabetica, il cui codice ICD-10 è E10-E14, di solito colpisce gli arti superiori e inferiori di una persona. Di conseguenza, la sensibilità e le prestazioni sono significativamente ridotte, gli arti diventano asimmetrici e la circolazione sanguigna è significativamente compromessa. Come sapete, la caratteristica principale di questa malattia è che, diffondendosi in tutto il corpo, colpisce inizialmente le lunghe fibre nervose. Pertanto, non c'è da meravigliarsi perché il primo a soffrire il piede.

diagnostica

Poiché un tipo di ricerca non può mostrare un quadro completo, la neuropatia diabetica viene diagnosticata usando il codice ICD-10 utilizzando diversi metodi popolari:

Di norma, il primo metodo di ricerca consiste in un esame dettagliato di diversi specialisti: un neurologo, un chirurgo e un endocrinologo.

Il primo medico sta studiando i sintomi esterni, come: pressione sanguigna negli arti inferiori e la loro ipersensibilità, la presenza di tutti i riflessi necessari, la ricerca di edema e l'esame della condizione della pelle.

Per quanto riguarda la ricerca di laboratorio, questo include: analisi delle urine, concentrazione di glucosio nel plasma sanguigno, colesterolo, oltre a determinare il livello di sostanze tossiche nell'organismo se si sospetta una neuropatia tossica.

Tuttavia, la diagnostica strumentale della presenza di polineuropatia diabetica secondo l'ICD-10 nel corpo del paziente implica la risonanza magnetica, così come l'elettroneuromiografia e la biopsia del nervo.

patogenesi

Il meccanismo di sviluppo della polineuropatia diabetica allo stadio attuale si basa sulla teoria multifattoriale che combina metabolico e sistema vascolare.

Poiché i livelli elevati di glucosio nel sangue nelle cellule dei processi irreversibili, che si basano sulla mancanza di ossigeno, è accompagnata dal rilascio di sostanze patogene.

Questo, a sua volta, porta a un cambiamento nelle cellule nervose e nei nervi. In caso di danno ai nervi sensoriali, si verifica una perdita di sensibilità, la persona non sente dolore durante i tagli, le ustioni. Di conseguenza, ci sono ulcere, che possono essere infettati, può essere ulteriormente ascessi, cancrena e amputazione dell'arto.

sintomi

I sintomi più frequenti di pazienti con polineuropatia diabetica rivelano:

  • Riduzione o scomparsa dei riflessi, prima sui piedi, poi sulle ginocchia (di solito sulle gambe);
  • Maggiore sensibilità nell'area di calze e guanti, dolore ai muscoli e ai nervi durante la palpazione;
  • La forza muscolare degli arti è nettamente ridotta;
  • Nei casi più gravi, si osserva la paralisi delle braccia e dei piedi gondati;
  • Per alcuni pazienti, sono caratteristici i cambiamenti di sudorazione, assottigliamento e desquamazione della pelle;
  • Scarsa condizione delle unghie e crescita lenta;
  • Ulcere sulla pelle degli arti.

Leggi di più su come e come trattare le crepe tra le dita.

motivi

Cause del rischio di primi sintomi di polineuropatia diabetica:

  • glicemia alta (diabete scompensato),
  • ipotermia,
  • tutti i tipi di infezioni
  • lesioni traumatiche
  • abuso di alcool
  • fumare.
  • Inosservanza dell'igiene dei piedi, unghie con una malattia esistente.

Il fattore principale di polineuropatia diabetica è un'angiopatia diabete concomitante, causando una violazione della circolazione regionale.

Trattamento della polineuropatia diabetica

Data la diversità del meccanismo di insorgenza di questa patologia, l'unico farmaco efficace oggi è difficile da trovare. Attraverso la terapia c'è un effetto sui percorsi noti di patogenesi. Dovrebbe includere la terapia antiossidante, che migliora la rigenerazione delle cellule nervose e riduce il dolore.

Il trattamento iniziato nel tempo rallenta la progressione del processo patologico mantenendo la sensibilità degli arti, migliorando così la qualità della vita.

Terapia etiotrope

Prima di tutto, è indicata un'adeguata terapia ipoglicemica (nella fase severa della polineuropatia diabetica, l'insulina è inclusa nella terapia). Certamente deve essere specificato una dieta speciale. Il punto incondizionato è la cessazione del fumo e dell'alcool.

Maggiori informazioni su come trattare la neuropatia degli arti inferiori a casa.

farmaci

  • Le vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B12) aiuteranno a ridurre l'impatto negativo sulle fibre nervose e miglioreranno il passaggio dell'impulso attraverso di esse.
  • L'acido alfa-lipoico rimuove il glucosio in eccesso dalle terminazioni nervose e con l'aiuto di enzimi ripristina le cellule nervose danneggiate.
  • uso efficace del gruppo speciale di farmaci (Sorbin, olredaza), che riduce la produzione di glucosio e riduce il suo effetto negativo sulle fibre nervose.
  • Per combattere i crampi e il torpore farmaci prescritti che contengono calcio e potassio.
  • Quando le ulcere compaiono sulle gambe, è indicata la terapia antibiotica;
  • Gli antidepressivi sono ampiamente usati per trattare i sintomi del dolore cronico quando un paziente sperimenta un disagio mentale persistente.

Vari farmaci sono usati per alleviare il dolore nella polineuropatia diabetica:

  • anticonvulsivanti.
  • antidepressivi.
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei.
  • lidocaina.

I farmaci anticonvulsivanti sono i più efficaci nel dolore acuto e parossistico. Negli ultimi anni, ha pubblicato dati che migliorano la funzione del nervo e riducono la sua morte. Tra questi ci sono carbamazepina, difenile e lomotrigina.

Altri trattamenti

Raccomandare i metodi fisioterapici:

  • terapia a risonanza a microonde.
  • bagni idrosolforici.
  • massaggio.

I rimedi popolari aiutano a trattare la polineuropatia degli arti superiori e inferiori, che vengono utilizzati in aggiunta al trattamento principale. Per mantenere i normali livelli di zucchero nel sangue, aiutano le infusioni di erbe speciali. Tale trattamento deve essere effettuato corsi, dopo aver avvisato il medico.

Il trattamento di ricorso di sanatorio di pazienti è effettuato in sanatori specializzati per diabetici. I pazienti senza dolore severo, così come lo stato pre-gangrenoso vengono inviati lì.

Come identificare e chiarire la diagnosi?

Chiamare un medico è solitamente causato da dolori lancinanti, acuti e dolorosi che si intensificano di notte. Per prima cosa è necessario passare attraverso il consueto esame, durante il quale il neurologo decide sulla necessità di ulteriori diagnosi.

Molto spesso durante l'esame il medico trova:

  • Sensibilità alterata sui piedi;
  • La mancanza di arresto riflesso (Achille);
  • Insensibilità quando si punge con un ago;
  • Diminuzione dei riflessi del ginocchio.
  • Diminuzione della sensibilità al tocco. In questo caso, il grado di perdita di sensibilità alla temperatura dovrebbe essere stimato.

Il prossimo passo sarà:

  1. Elettromiografia: un metodo di ispezione dei nervi periferici, che consente di valutare lo stato e l'entità del danno alle fibre. Inoltre, sono caratteristici una diminuzione della velocità dell'impulso lungo i nervi periferici e una diminuzione dell'ampiezza dell'attività muscolare (più spesso delle gambe). Quando ciò accade, il nervo del polpaccio viene stimolato;
  2. Il test sensoriale è uno dei più recenti metodi diagnostici che utilizzano sistemi informatici per studiare lo stato delle fibre e determinare la soglia di sensibilità (vibratorio, freddo, termico, soglia del dolore). Inoltre, la valutazione dei valori dell'una o dell'altra soglia tiene conto delle caratteristiche individuali.

Ci sono i seguenti tipi di malattia:

  1. La polineuropatia sensoriale periferica distale è caratterizzata da vari sintomi:
  • dolore (opaco, tirando, simmetrico, più spesso nelle parti finali delle gambe, piedi, meno spesso nelle mani);
  • sensazioni di formicolio spiacevoli, brividi, gattonare, intorpidimento alle gambe (parestesie);
  • sensazione di bruciore agli arti;
  • crampi ai muscoli delle gambe, piedi, di solito di notte, con calma;
  • debolezza alle gambe.
  1. La polineuropatia diabetica autonoma è caratterizzata da un periodo asintomatico a lungo termine.

Forme di neuropatia in base alla prevalenza dei sintomi

La classificazione della polineuropatia da parte dell'ICD 10 è ufficialmente riconosciuta, ma non tiene conto delle caratteristiche individuali del decorso della malattia e non determina la tattica del trattamento. A seconda della prevalenza delle manifestazioni cliniche della malattia, si distinguono le seguenti forme di polineuropatia:

  • sensoriali - prevalgono i segni di coinvolgimento nel processo dei nervi sensoriali (intorpidimento, bruciore, dolore);
  • motore: prevalgono i segni di danno alle fibre motorie (debolezza muscolare, diminuzione del volume muscolare);
  • sensomotorio - allo stesso tempo ci sono sintomi di danni al motore e alle fibre sensoriali;
  • vegetativa - si notano segni di coinvolgimento nel processo dei nervi vegetativi: pelle secca, palpitazioni cardiache, tendenza alla stitichezza;
  • misto - i neurologi determinano i segni di danno a tutti i tipi di nervi.

Nel caso di una lesione primaria dell'assone o del corpo del neurone, si sviluppa una polineuropatia assonale o neuronale. Se le cellule di Schwann sono inizialmente colpite, si verifica una polineuropatia demielinizzante. In caso di distruzione delle membrane nervose connettivo parlare di polineuropatia infiltrativa, e in violazione della fornitura di sangue ai nervi diagnosticati polineuropatia coronarica.

La polineuropatia ha varie manifestazioni cliniche. I fattori che causano la polineuropatia, il più delle volte prima irritano le fibre nervose, causando sintomi di irritazione, e quindi portano a disfunzione di questi nervi, causando "sintomi di prolasso".

Neuropatia nelle malattie somatiche

Polineuropatia diabetica (codice in ICD10 G63.2.) Si riferisce alle forme più comuni e studiate di polineuropatia somatica. Una delle manifestazioni della malattia è la disfunzione vegetativa, che ha i seguenti sintomi:

  • ipotensione ortostatica (diminuzione della pressione sanguigna quando si modifica la posizione del corpo da orizzontale a verticale);
  • fluttuazioni fisiologiche della frequenza cardiaca;
  • motilità alterata dello stomaco e dell'intestino;
  • disfunzione della vescica;
  • cambiamenti nel trasporto di sodio nel rene, edema diabetico, aritmie;
  • disfunzione erettile;
  • cambiamenti della pelle, sudorazione alterata.

Con polineuropatia alcolica, si osservano parestesia nelle estremità distali e dolore nei muscoli del polpaccio. Uno dei primi sintomi caratteristici della malattia è il dolore, che è aggravato dalla pressione sui tronchi nervosi e dalla compressione muscolare. Successivamente, la debolezza e la paralisi di tutte le membra, che sono più pronunciate nelle gambe, si sviluppano, con una lesione predominante degli estensori del piede. L'atrofia dei muscoli paretici si sviluppa rapidamente e i riflessi periostio e tendineo sono migliorati.

Nelle fasi successive dello sviluppo del processo patologico, diminuzione del tono muscolare e della sensazione muscolare e articolare, si sviluppano i seguenti sintomi:

  • Disturbo della sensibilità superficiale del tipo di "guanti e calze";
  • atassia (instabilità) in combinazione con disturbi vasomotori, trofici, secretori;
  • iperidrosi (aumento dell'umidità della pelle);
  • gonfiore e pallore delle estremità distali, riducendo la temperatura locale.

Polineuropatia ereditaria e idiopatica (codice (G60)

La polineuropatia ereditaria è una malattia autosomica dominante con danno sistemico al sistema nervoso e vari sintomi. All'inizio della malattia nei pazienti appaiono fascicolazioni (della riduzione visibile di uno o più muscoli), crampi ai muscoli delle gambe. Sviluppare ulteriormente atrofia e debolezza dei muscoli dei piedi e delle gambe, piedi formato "vuoto", l'atrofia muscolare peroneale, gambe assomigliano gli arti di una cicogna. "

Successivamente, i disturbi motori negli arti superiori si sviluppano e crescono, ci sono difficoltà nell'eseguire movimenti piccoli e di routine. I riflessi di Achille cadono. La sicurezza degli altri gruppi di riflessi è diversa. Vibrazione ridotta, sensibilità tattile, dolente e muscolo-articolare. In alcuni pazienti, i neurologi determinano l'ispessimento dei singoli nervi periferici.

I seguenti tipi di neuropatie ereditarie si distinguono:

  • radicolopatia sensoriale con disturbi dei nervi periferici e dei gangli spinali;
  • polineuropatia cronica atattica - malattia di Refsum.
  • malattie Bass Korntsveyga - una polineuropatia akantotsitoznaya ereditaria causata da un difetto genetico nel metabolismo delle lipoproteine;
  • Sindrome di Guillain - Barre - combina un gruppo di poliatriculoneuropatia autoimmune acuta;
  • La sindrome di Lermitte, o polineuropatia sierica, si sviluppa come complicanza della somministrazione del siero.

Neurologi diagnosticare e altri polineuropatia infiammatoria, che emerge dalle punture di insetti, dopo somministrazione di siero anti-rabbia, reumatismi, lupus eritematoso sistemico, periartrite nodosa, e collagene e neyroallergicheskie.

Polineuropatia farmacologica (codice ICD G.62.0)

polineuropatia farmaco si verifica a causa di disturbi metabolici nei vasi mielina e fornitura risultanti ricezione di vari farmaci: antibatterici (tetraciclina, streptomicina, kanamicina, viomicina, digidrostreptolizina, penicillina), cloramfenicolo, isoniazide, idralazina. polineuropatia antibatterico con sintomi di neuropatia sensoriale, dolore notturno alle estremità, e parestesie, disfunzioni vegetative-trofico identificare non solo i pazienti, ma anche per i dipendenti delle fabbriche che producono questi farmaci.

Nella fase iniziale dei pazienti neuropatici isoniazide preoccupati intorpidimento delle dita, poi una sensazione di bruciore e una sensazione di costrizione nei muscoli. Nei casi avanzati, l'atassia è associata a disturbi sensibili. Polineuropatia rilevato quando l'assunzione di contraccettivi, antidiabetici e sulfamidici, fenitoina, farmaci citotossici serie gruppo furadoninovogo.

Polineuropatia tossica (codice in ICD-10 G62.2)

Intossicazioni acute, subacute e croniche causano polineuropatia tossica. Si sviluppano a contatto con le seguenti sostanze tossiche:

  • condurre;
  • sostanze arsenicali;
  • monossido di carbonio;
  • manganese;
  • disolfuro di carbonio;
  • triortoresil fosfato;
  • disolfuro di carbonio;
  • hlorofosom.

I sintomi della polineuropatia si sviluppano con avvelenamento da composti di tallio, oro, mercurio e solventi.

Diagnosi di polineuropatia

I neurologi diagnosticano la polineuropatia sulla base di:

  • analisi dei reclami e l'insorgenza di sintomi;
  • chiarimento di possibili fattori causali;
  • stabilire la presenza di malattie degli organi interni;
  • stabilire la presenza di sintomi simili nei parenti più prossimi;
  • rilevamento durante l'esame neurologico di segni di patologia neurologica.

Un componente obbligatorio del programma diagnostico è un esame degli arti inferiori per identificare l'insuccesso autonomo:

  • assottigliamento della pelle delle gambe;
  • secchezza;
  • ipercheratosi;
  • osteoartropathy;
  • ulcere trofiche.

Nel corso di un esame neurologico con una natura oscura di polineuropatia, i medici eseguono la palpazione dei tronchi nervosi disponibili.

Per chiarire la causa della malattia e i cambiamenti nel corpo del paziente nell'ospedale di Yusupov, vengono determinati i livelli di glucosio, emoglobina glicata, prodotti del metabolismo proteico (urea, creatinina), test epatici, test reumatici, screening tossicologico. Valutare la velocità dell'impulso lungo le fibre nervose e determinare i segni di danno ai nervi consente l'elettroneuromiografia. In alcuni casi, viene eseguita una biopsia del nervo per l'esame al microscopio.

In presenza di prove utilizzate metodi strumentali per lo studio dello stato somatico: radiografia, ecografia. La cardiointervalografia permette di rivelare il disturbo della funzione vegetativa. Lo studio del liquido cerebrospinale viene effettuato in caso di sospetta polineuropatia demielinizzante e durante la ricerca di agenti infettivi o di un processo oncologico.

La sensibilità alle vibrazioni viene investigata usando un biotensiometro o un diapason con una frequenza di 128 Hz. Lo studio della sensibilità tattile viene eseguito utilizzando monofilamenti di capelli del peso di 10 g.La determinazione della soglia di sensibilità al dolore e alla temperatura viene effettuata con l'aiuto di una puntura e punta termica Tip nella pelle della superficie posteriore dell'alluce, del piede posteriore, della superficie mediale della caviglia e della gamba.

Implicazioni e costo della chirurgia del pancreas

NovoRapid ® Penfill ® (NovoRapid ® Penfill ®)