Trattamento di necrosi del tallone

Ora sono seduto con mio padre, dopo l'intervento, ha guarito i piaghe da decubito in chirurgia. Una gamba non è nulla, ma la seconda è una grande necrosi ed è aderente e in nessun modo si allontana. Nell'ospedale, hanno detto di asportare, ad es. tagliare, ma il chirurgo ha detto, le infermiere dicono che è meglio non farlo, la ferita è grande, quindi ci saranno problemi. Voglio provare un unguento salicilico al 20%, per separare la necrosi dai tessuti. Ci sono delle insidie ​​in questa faccenda?

1) L'unguento impone solo sulla necrosi, senza alterare la superficie della pelle sana?

2) quanto applicare un unguento?

3) Prima di applicare l'unguento con qualcosa che devi lavare

4) L'unguento al 20% è normale o dovrei ordinare di più, ad esempio il 30%?

Grazie in anticipo, con rispetto Maxim.

Questo metodo è chiamato necrotomia chimica. Sarà meglio lavorare un unguento al 40%. È giusto, devi ordinarlo in farmacia. L'unguento è applicato alla necrosi, dal centro ai bordi. Lasciato intatto 0,5 cm. Bordi di necrosi. Cambia in un giorno. L'addolcimento della necrosi inizierà dal centro. Lui stesso non cadrà. Hai bisogno di aiuto. Tagliare con le forbici bordi pelati. Se c'è un distacco marginale della crosta di necrosi. Sotto il bordo scrostato, vale la pena di mettere piccole salviettine dal bendaggio inumidito con una soluzione di chemopsina o chemotripsina (necrotomia enzimatica). Il processo di rifiuto andrà più veloce. Siate preparati che dopo il rifiuto della necrosi, dovrete affrontare una grande superficie della ferita sul tallone. E questo è un problema ancora più grande della necrotomia. La prognosi della guarigione della ferita peggiorerà in presenza di comorbidità come diabete mellito, arteriosclerosi obliterante.

Come e cosa trattare le piaghe da decubito sui talloni dei pazienti a letto a casa

Lo sviluppo di necrosi dei tessuti molli sulle gambe o in altre parole piaghe da decubito sui talloni è una pericolosa malattia degenerativa. L'emergenza e lo sviluppo della malattia sono legati a situazioni in cui tutti possono ottenere. Con una sfortunata serie di circostanze, sono sufficienti solo poche ore di pressione ininterrotta del peso corporeo sulla parte sporgente. Di conseguenza, si verifica la necrosi del tessuto. Pertanto, i talloni sono la "zona a rischio" in quanto sono spesso sottoposti a tale pressione. Tuttavia, non vale la pena di andare in panico in anticipo - le piaghe da decubito si sviluppano piuttosto lentamente e nelle fasi iniziali sono facilmente suscettibili di trattamento efficace.

Le cause dei piaghe da decubito

Le alterazioni ulcerative-distrofiche dei tessuti si sviluppano gradualmente, ma solitamente l'immobilità del paziente per un lungo periodo di solito causa l'insorgenza della necrosi tissutale sul tallone. Non importa se è forzato o meno, la lunga permanenza del corpo umano senza movimento. Come risultato della pressione su alcune parti del corpo, i tessuti biologici in queste zone iniziano a cambiare. A causa della prolungata spremitura di queste aree della pelle, la fornitura di sostanze nutritive alle cellule peggiora e alcune di esse iniziano a morire. Se non si adottano misure appropriate, il processo di necrosi dei singoli tessuti diventa pericoloso e porta alla comparsa di un grave processo degenerativo dei tessuti, accompagnato dalla loro decomposizione.

Per una persona sana, tale compressione dei tessuti delle zone menzionate non rappresenta un pericolo, poiché di solito non è sufficiente per attivare i processi necrotici. Ma per ogni paziente letto, il rischio di avere una piaga dopo un lungo periodo senza movimento aumenta ad ogni ora che passa.

Pressione ammissibile sul tessuto

Gli operatori sanitari, dopo aver condotto una serie di studi di prova, hanno stabilito un periodo di tempo accettabile durante il quale la compressione dei tessuti non porta allo sviluppo di un processo necrotico e alla formazione di una piaga da decubito. Per una persona sana, sono due ore. Ma già dopo centoventi minuti, la spremitura dei vasi sanguigni e l'alterata microcircolazione del sangue possono avviare i processi degenerativi nei tessuti.

Un corpo sano darà un segnale al cervello riguardo a questo processo nella forma di una sensazione dolorosa o di altra spiacevole nella zona a rischio. Ma la paralisi parziale o completa neutralizza gli impulsi dolorosi del sistema nervoso, quindi è importante monitorare le aree target del corpo con maggiore attenzione.

Altrimenti, un'ispezione regolare dell'area del tallone può portare a spiacevoli scoperte. La mancanza di ossigeno, la mancanza di sostanze nutritive nella giusta quantità e la ridotta sensibilità al dolore spesso portano alla formazione di arrossamenti. Il rossore può in seguito infiammarsi e portare alla formazione di un'ulcera da pressione. E il suo trattamento domiciliare è un processo piuttosto complicato, e non è sempre possibile.

In molti modi, la prognosi per il trattamento è direttamente correlata allo stadio dello sviluppo di una piaga da decubito. Alcune fasi di piaghe da decubito non consentono la possibilità di un trattamento domiciliare, in nessuna circostanza, indipendentemente da dove si trovano.

Caratteristiche del primo e del secondo stadio

Il primo stadio della malattia consente il trattamento delle lesioni da decubito sui talloni della casa, semplicemente senza ricorrere a strumenti o tecniche mediche complesse. Ciò è spiegato dal fatto che in questa fase le lesioni dei tessuti molli che si formano a causa della pressione sulla sporgenza ossea sono piuttosto scarse. Nella prima fase, non vi è alcuna infiammazione o aumento della temperatura dei tessuti della zona interessata del tallone. I disturbi della pelle sono assenti, ma l'epidermide quando viene pressata diventa una tonalità pallida. La ragione di ciò è una violazione della circolazione del sangue nei tessuti del derma, che porta allo sviluppo del primo stadio della malattia.

Il secondo stadio della patologia può svilupparsi se non è stato notato nel tempo e non è stato eseguito alcun trattamento del primo stadio. Devono essere prese le misure appropriate per eliminare il mal di letto. Il loro obiettivo principale è prevenire effetti distruttivi sulla zona del tallone del piede. In questo caso, il paziente ha l'aspetto di piccole bolle piene di liquido nei tessuti danneggiati del derma. La pelle inizia a staccarsi e si spegne, la concentrazione di corneociti cresce, l'epitelio diventa più sottile. Tutti questi processi sono causati da una prolungata stasi del sangue, che ha causato il primo stadio.

La mancanza di trattamento causa danni allo strato superiore del tessuto molle del tallone (come nella foto). Il tessuto sottocutaneo nel secondo stadio della malattia rimane in ordine. Con un trattamento adeguato, la normale condizione del piede viene facilmente ripristinata anche a casa: in sua assenza, la malattia passa a un pericoloso terzo stadio.

Complicazioni del terzo e quarto stadio

La terza fase del processo patologico nei tessuti molli è un grande pericolo per il paziente. Soprattutto se stiamo parlando di vecchi che stanno sdraiati. La pelle del piede, nella terza fase di una lesione necrotica, viene completamente trasformata in una ferita, seguita da suppurazione quando la microflora patogena entra in essa. E gli stessi processi di sostituzione dei tessuti durante lo sviluppo di piaghe da decubito sono un serio pericolo per il corpo. In questa fase, non sono altro che la necrosi delle cellule degli strati profondi della pelle e la loro successiva decomposizione. La necrosi è pericolosa solo per il fatto che durante la decomposizione delle cellule, viene rilasciato un numero enorme di agenti patogeni che, quando vengono rilasciati nel sangue, si diffondono in tutto il corpo e lo avvelenano. E dato che il terzo stadio non è altro che una ferita aperta, senza un trattamento adeguato, ottenere una pericolosa infezione nel corpo attraverso di essa è solo una questione di tempo.

Trattamento primario

Al momento di decidere come trattare le piaghe da decubito, ricorda che la scelta degli agenti terapeutici dipende interamente dallo stadio della malattia. La scelta dei metodi disponibili per la medicina è limitata alle opzioni di trattamento conservativo e chirurgico. Ma in ogni caso, ognuno di loro è obbligato a risolvere tre compiti importanti, che sono:

  • rimozione chirurgica o altra di cambiamenti irreversibili e necrosi del tallone;
  • nel garantire il ripristino della normale circolazione sanguigna completa, incluso il capillare, nella zona interessata;
  • nella guarigione delle ferite nella zona danneggiata del tallone.

Solo il medico curante è in grado di aiutare a raggiungere ciascuno di questi effetti, nelle fasi iniziali della malattia. Se necessario, può nominare un'infermiera per il paziente, per prendersi cura del paziente a casa. Questa opzione interromperà lo sviluppo della malattia nella fase iniziale ed eviterà seri problemi di tallone, come ulcerazioni o necrosi da valanga di tessuti molli.

Il primo stadio della necrosi tissutale viene trattato imponendo sulla zona interessata delle medicazioni impregnate con le miscele di ferite. Se le ulcere compaiono sulla pelle, vengono trattate con sapone per bambini e acqua bollita.

Non è raccomandato l'uso di "rimedi popolari" come perossido di idrogeno, verde brillante o iodio a causa della loro azione irritante. Previene la guarigione delle ferite, quindi una normale soluzione salina in questa situazione è molto meglio. L'olivello spinoso e gli oli di Sophora giapponesi si sono dimostrati un agente curativo. Un effetto positivo avrà un unguento solcoserilico e actogenico.

Come affrontare i piaghe profonde

La questione di come trattare le piaghe da decubito nel terzo e nel quarto stadio della malattia non è raccomandata per essere risolta autonomamente. In questa situazione, nella maggior parte dei casi è impossibile fare a meno di ricorrere a un chirurgo esperto. È necessaria una consultazione preliminare con un terapista o semplicemente un medico certificato. Il terzo e il quarto stadio della necrosi del tallone sono accompagnati da distruzione tissutale, infiammazione e suppurazioni infettive - sintomi, ognuno dei quali, individualmente, può rappresentare una seria minaccia per l'organismo. Pertanto, senza l'aiuto di un medico esperto per curare il paziente non ci riuscirà. La tabella mostra le principali fasi del trattamento.

L'emulsione streptocida, la pomata sintomicina o l'estratto di iperico sono spesso usati come principale agente di guarigione delle ferite. Al terzo stadio della malattia, possono essere utilizzati per rimuovere i tessuti affetti da necrosi senza intervento chirurgico. L'uso efficace di questi fondi è anche possibile nella prima e nella seconda fase. La durata del trattamento dipende principalmente dal grado di lesione della zona del tallone da parte della necrosi.

Byrdin Igor

Podolog, ortopedico, podiatrico.

Trattamento dei problemi associati al piede: malattia delle unghie (ingrowth, fungo), mais e natoptysh, shipigi, ecc.

  • Malattie delle unghie (lesioni, distonie, unghie incarnite, lesioni fungine, ecc.).
  • Mais, mais.
  • Sindrome del piede diabetico.
  • Ipercheratosi.
  • Verruche, shipigi
  • Aumento dei piedi sudati.
  • Produzione di solette ortopediche individuali.
  • Correzione dell'unghia incarnita senza rimuovere la lamina ungueale mediante dispositivi speciali: piastre B / S, piastre Subfix, staffe Fraser, 3TO, filetto in titanio.
  • Trattamento medico dei piedi
  • Istituto medico militare di Tomsk (1987).
  • Residency in Surgery (1992).
  • Clinical Residency in Dermatology (2009).

Corsi di aggiornamento:

  • Corsi di aggiornamento su orthoxy (1992).
  • Corsi di aggiornamento su orthoxy (2009).
  • Diploma in Completamento di Hardware Stop Processing (2011)
  • Medico militare del Western Group of Forces (Germania) (1987-1992).
  • Dottore del dipartimento terapeutico dell'ospedale centrale della città di Skadovsk (Ucraina) (1992-1995).
  • Medico della parte specializzata del Ministero delle situazioni di emergenza di Chelyabinsk (1995-2009).
  • Dottore-podolog del centro delle unghie, Chelyabinsk (2009-2011).
  • Dottore-podolog di Master of Foot Workshop Foot and Posture, Chelyabinsk (2011-2017).
  • Dottore-podolog della clinica "Aiuto affidabile", Sochi (2017-oggi).

Tipi e trattamento della necrosi del piede

La necrosi del piede, il cui trattamento è piuttosto problematico, è la distruzione quasi completa dei tessuti. Più spesso, il principale metodo di trattamento è la chirurgia. In alcuni casi, al fine di preservare la vita del paziente, è necessario amputare una parte dell'arto inferiore lungo la linea di limitazione dei cambiamenti necrotici. Di conseguenza, una persona diventa disabilitata.

Cause di necrosi

Se parliamo delle cause della necrosi dei tessuti, sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

  1. Lesione dei tessuti molli del corpo a causa di fattori fisici o chimici. Ad esempio, la necrosi del tallone o, come viene anche chiamata, la gangrena si sviluppa abbastanza spesso dopo gravi lesioni dei tessuti molli, portando alla loro estesa distruzione. Alte o basse temperature (bruciature o congelamento), scosse elettriche o ustioni chimiche possono contribuire a questo.
  2. Fattore infettivo. In questo caso, la malattia si sviluppa anche se c'è una superficie della ferita abbastanza piccola. I patogeni dell'infezione anaerobica penetrano in essa, spesso i rappresentanti del genere Clostridium diventano tali. Questi microrganismi sono contenuti in grandi quantità nel terreno e l'infezione diventa possibile a causa della contaminazione della superficie della ferita nella zona del piede.
  3. La causa della necrosi può essere una malattia cronica umana, che porta all'interruzione dell'afflusso di sangue ai tessuti. Secondo studi statistici, questo fattore porta più spesso alla cancrena.

Quali malattie possono essere complicate da cambiamenti necrotici nei tessuti? L'alto rischio si verifica con il diabete mellito e le alterazioni sclerotiche dei vasi sanguigni, nonché con la compressione meccanica dei vasi regionali delle gambe quando la lesione non causa danni ai tessuti superficiali.

Come viene classificata la necrosi?

A seconda del meccanismo di sviluppo dei cambiamenti patologici nei tessuti, la necrosi è convenzionalmente divisa in due tipi nosologici:

  1. Necrosi umida Si sviluppa così rapidamente che il sistema immunitario umano non ha il tempo di rispondere alla causa che ha causato la rottura dei tessuti colpiti. Di conseguenza, le tossine, che vengono prodotte quando le cellule vengono distrutte, entrano nel flusso sanguigno. L'intossicazione generale dell'organismo si sviluppa, che comporta vari disturbi nel lavoro degli organi interni. La causa principale della malattia in questo caso diventa un'infezione della ferita.
  2. La cancrena secca (a volte indicata come coagulazione) si verifica a seguito di un'interruzione prolungata dell'afflusso di sangue in certe aree del corpo. È questa forma della malattia che più spesso colpisce i piedi degli arti inferiori. Il quadro clinico non presenta sintomi di intossicazione generale. Ciò è dovuto al fatto che i cambiamenti necrotici si sviluppano lentamente e la risposta immunitaria riesce a formarsi - il sito della lesione è separato dall'area del tessuto sano.Inoltre alla necrosi umida e secca, viene emessa una forma speciale del processo patologico - questa è la cancrena del gas. È caratterizzato da un fulmine ed è causato da microrganismi anaerobici. Con lo sviluppo della prognosi della gangrena del gas per il recupero dei pazienti è sfavorevole. Il rischio di morte è piuttosto alto.

Sintomi di necrosi umida

Lo sviluppo di questa forma di lesione necrotica inizia con la comparsa di forti dolori nell'area della lesione del piede della ferita. Un po 'più tardi, compaiono i sintomi che sono caratterizzati da cambiamenti nell'aspetto della pelle. La pelle dapprima diventa pallida e poi cambia gradualmente colore da bluastro pallido a nero caratteristico con una sfumatura verdastra. Allo stesso tempo, non esiste praticamente alcun confine chiaro tra tessuto sano e necrotico. La gamba si gonfia.

In alcuni casi, oltre all'oscuramento della pelle, alcune aree, al contrario, diventano rosse e si formano delle bolle, che si riempiono gradualmente di essudato sanguinolento. Il processo di infezione colpisce abbastanza velocemente i tessuti delle gambe in precedenza sani. Se durante tale necrosi del piede il trattamento non viene eseguito in tempo, si sviluppa un processo di putrefazione accompagnato da un odore sgradevole caratteristico.

Di conseguenza, si sviluppa l'intossicazione generale dell'organismo. Si manifesta sotto forma di forte aumento della temperatura, aumento della debolezza, debolezza. Il paziente può lamentare mal di testa e brividi. Tutta la pelle è secca e pallida.

Se l'assistenza medica non viene fornita in tempo, i cambiamenti necrotici coprono rapidamente l'intero arto inferiore. I sintomi di intossicazione generale aumentano e il paziente muore a causa dell'avvelenamento con prodotti di scarto di microrganismi patogeni.

Caratteristiche della necrosi secca

Con la necrosi del piede secco, la prognosi è più ottimistica. Non c'è nessuna minaccia per la vita del paziente. L'esordio della malattia è simile a una lesione necrotica bagnata dell'arto inferiore. Il primo segno è un forte dolore nell'area della lesione. La pelle diventa dapprima pallida e gradualmente cambia colore da bluastro a nero o marrone scuro. A questo punto, il dolore scompare completamente e la sensibilità scompare nel sito dei cambiamenti del tessuto necrotico.

La necrosi secca è caratterizzata da un chiaro confine tra tessuto sano e necrotico. L'area interessata non aumenta. La prossima caratteristica è l'assenza di sintomi di intossicazione generale del corpo. Infatti, nel flusso sanguigno, i prodotti di decadimento delle strutture cellulari e delle sostanze tossiche praticamente non entrano.

Cosa finisce la malattia in questo caso? La necrosi del tessuto si verifica e l'area interessata del piede gradualmente mummifica. A volte le aree colpite possono separarsi dalla parte sana della gamba (di solito ciò si applica ai casi in cui sono interessate le singole dita). Questo fenomeno è equivalente al recupero.

Caratteristiche del trattamento della necrosi

In caso di necrosi del piede, il trattamento può essere suddiviso condizionalmente in locale e in generale. Inoltre, ci sono alcune peculiarità in varie forme della malattia. Pensa a come si differenziano.

Quando si diagnostica una necrosi secca in un paziente, specialmente in una fase iniziale del processo patologico, il medico prescrive un trattamento locale. Si svolge in 2 fasi:

  1. Il primo riguarda la prevenzione dell'infiammazione e l'essiccazione del tessuto necrotico. Per la prevenzione, aree della pelle sane sono trattate con farmaci antisettici. Per l'essiccazione con necrosi della coagulazione si usano medicazioni con una soluzione al 5% di manganese o verde brillante.
  2. Quando è già possibile definire con precisione il confine tra tessuti necrotici e sani, viene prescritta un'operazione - la necrotomia. Coinvolge l'amputazione di una gamba danneggiata: se parliamo di terapia generale, in questo caso si tratta di trattare la malattia sottostante, cioè quella che ha causato la cancrena.

Durante il periodo di trattamento della necrosi coagulativa, viene prestata particolare attenzione al ripristino dell'afflusso di sangue nella gamba. Per questo può essere prescritta un'operazione per ripristinare il flusso di sangue. Inoltre, il trattamento antibatterico viene utilizzato anche per prevenire le complicanze.

La necrosi umida è più grave a causa della presenza di un'infezione batterica e di un'intossicazione generale significativa. Il trattamento in questo caso è più radicale.

La terapia locale viene eseguita solo in una fase precoce della malattia. Il suo obiettivo è di trasformare la necrosi umida in secca. Per questo, il trattamento locale prevede l'uso di medicazioni antisettiche e antibatteriche. In questo caso è possibile utilizzare i seguenti farmaci: clorexidina, acido borico o furatsilina. Se si formano edemi o tasche per la pelle, si aprono e si drenano. Inoltre, durante lo stesso periodo, viene eseguita la terapia di disintossicazione, che è combinata con l'iniezione a getto di agenti antibatterici ad ampio spettro.

Se, entro due giorni dall'esordio della malattia, la necrosi non può essere trasferita da umida a secca, l'unico modo per salvare la vita del paziente è l'intervento chirurgico. L'operazione in questo caso comporta un'amputazione elevata, cioè la linea di incisione deve passare ben al di sopra del confine della necrosi.

Dopo l'intervento, il paziente continua a essere trattato secondo uno schema approvato per la gestione delle ferite purulente, complicato da intossicazione acuta.

Necrosi asettica del calcagno

Le gambe per tutta la vita subiscono molti carichi durante la camminata, la corsa, l'inconveniente quando si indossano le scarpe, ecc. Non sorprendentemente, le ossa delle gambe cominciano a far male. Oggi parleremo di necrosi del calcagno.

Caratteristico della malattia

La necrosi del calcagno è anche chiamata malattia di Haglund-Schinz o osteocondropatia dell'apofisi dell'osso del tallone. La malattia fu descritta per la prima volta nel 1907 da un chirurgo ortopedico Haglund, e anche nel 1922 da Shinz, e gli diedero il nome di necrosi asettica dell'apofisi calcanea.

La malattia è più spesso soggetta a bambini attivi di età compresa tra 14 e 16 anni, così come gli atleti che hanno il peso maggiore sulle gambe e le articolazioni.

Sfortunatamente, la causa esatta della malattia non è stata ancora indicata, ma viene considerata condizionatamente che la causa sia la ridotta circolazione del sangue, così come le lesioni nella parte del tallone del piede. Inoltre, si distinguono i disturbi vascolari, le varie alterazioni endocrine, i disturbi neuro-trofici, i vari microtraumi, il sovraccarico del tendine di Achille e i carichi eccessivi sul gastrocnemio e sulle suole del piede.

Sintomi della malattia

I medici identificano i seguenti sintomi per aiutare a determinare la presenza di necrosi asettica. La necrosi può essere sospettata se il paziente ha dolore mentre cammina o estende e flette il piede. La malattia si manifesta con gonfiore, dolore, febbre nel tendine del tallone e nel tallone, nonché iperemia nelle stesse aree. Al fine di confermare la presenza di tale diagnosi, viene effettuato un esame ecografico e radiografico del paziente e solo dopo aver esaminato a fondo le immagini viene selezionato il trattamento corretto. Quando si esaminano i raggi X, è possibile vedere come i sali iniziano a crescere intorno all'osso e la distanza tra l'apofisi e il calcagno aumenta gradualmente a causa della crescita della cartilagine.

trattamento

Il trattamento del calcagno dipende interamente dalla misura in cui la malattia si è sviluppata. Per cominciare, è necessario osservare il riposo e l'immobilità del piede per prevenire possibili esacerbazioni di necrosi. Per fare questo, nella zona del tallone i piedi sono attaccati alla stecca, che fornisce l'immobilità. Quindi eseguire la fisioterapia, che ripristinerà l'afflusso di sangue nell'osso necrotico del tallone. Per ridurre il dolore nella necrosi asettica, puoi usare scarpe speciali in cui c'è un collo del piede e il tallone è fatto di più, il che riduce la pressione sulla zona del tallone del piede.

Nel caso di una grave forma di necrosi asettica, viene utilizzato un intervento chirurgico, in cui viene rimossa la crescita della cartilagine e dell'osso.

La necrosi asettica del tallone è una malattia piuttosto sgradevole, ma non bisogna preoccuparsi troppo, poiché la malattia si ritira rapidamente e il paziente si riprende.

Trattamento di necrosi del tallone

Blocco degli speroni calcistici: ho bisogno di un colpo?

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Sperone calcaneare per un effetto migliore deve essere trattato in modo completo. Di tutti i metodi esistenti, il medico dopo l'esame offrirà il più adatto.

Il trattamento inizia con l'uso di gel anti-infiammatori e pomate in combinazione con la fisioterapia, l'uso di plantari ortopedici, si scopre di ottenere un buon risultato. I miei pazienti usano uno strumento collaudato, attraverso il quale puoi liberarti del dolore in 2 settimane senza molto sforzo.

Nei casi avanzati e con dolore insopportabile, quando nulla aiuta, il medico prescrive il blocco degli speroni del tallone e delle iniezioni speciali.

Descrizione della procedura di blocco

Non tutti i pazienti possono decidere su questo metodo di trattamento, poiché è molto doloroso. Quando si blocca uno sperone, il medico inserisce un'iniezione nel punto più doloroso del tallone, che è molto difficile da sopportare.

La procedura di blocco deve essere eseguita solo da un chirurgo ortopedico esperto, una puntura del tallone con uno sperone calcaneare non è facile da fare come nella coscia o nel gluteo e richiede molto più tempo.

Viene eseguita una radiografia preliminare del tallone per determinare con precisione la posizione del build-up. Puoi vedere come viene tirato il tallone sul tallone del video e vedere tutti i dettagli della procedura.

I vantaggi di questo metodo dicono il nome della procedura. Il blocco viene effettuato con l'aiuto di speciali antidolorifici e farmaci anti-infiammatori:

Dopo il blocco, viene rimosso il processo infiammatorio nei tessuti che circondano lo sperone, la sindrome del dolore viene alleviata e la condizione della persona viene alleviata. Quante iniezioni da tenere e quanto durerà l'effetto è difficile da determinare per ciascun caso.

Possibili complicazioni

La complicazione più pericolosa è la rottura della fascia plantare. Il paziente deve essere avvertito che dopo un certo periodo di tempo il dolore può tornare. Pertanto, i colpi raccomandati dagli speroni sui talloni non possono essere la terapia principale.

  • infiammazione purulenta nel sito di iniezione;
  • infiammazione del tendine dei muscoli gastrocnemio nel sito di iniezione;
  • osteoporosi nel sito di iniezione;
  • distruzione della fascia;
  • necrosi tissutale nel sito di iniezione.

A chi viene mostrata l'iniezione

Un'iniezione da uno sperone calcaneare è prescritta quando altri metodi di trattamento conservativo falliscono. L'accettazione di unguenti, colla e alcuni farmaci creano dipendenza, di regola, danno un effetto a breve termine, ma non vi è alcun miglioramento.

Piedi piatti - una malattia incurabile, se diventa la causa dello sperone, l'effetto degli antidolorifici sarà inutile. Il blocco dello sperone è necessario per malattie incurabili come:

  • diabete mellito;
  • aterosclerosi.

In questi casi, il flusso di sangue nell'area del piede è difficile e si verifica la crescita ossea. La crescita che è comparsa durante il corso di una malattia infettiva non risponde alla terapia.

Confondere lo sperone calcagno con qualcos'altro è appena possibile quando si sostiene il piede c'è un dolore acuto, bruciante, insopportabile, come se ci fosse un chiodo nell'articolazione.

Il trattamento conservativo in caso di cambiamenti legati all'età può portare a un deterioramento delle condizioni del paziente, quindi l'unica soluzione per alleviare la sofferenza del paziente è un blocco, cioè anestetizzare i farmaci intorno alla zona interessata.

Il costo di questa procedura dipende dal numero di iniezioni e sessioni di terapia. In media, nelle cliniche il prezzo varia da 1000-1200 rubli.

La malattia porta un grande disagio alla persona, impedendogli di muoversi normalmente e di calpestare il piede. L'esperienza di forti dolori deve usare un bastone.

Per iniziare la malattia non può altrimenti portare a parziale immobilità o addirittura tumori benigni. Rivolgendosi al medico il più presto possibile, è possibile evitare l'intervento chirurgico. Per non soffrire dello sperone calcistico in età adulta, devi prenderti cura delle tue gambe fin dalla tua giovinezza.

Molti hanno sentito parlare di una malattia come quella del tallone. Scientificamente, si chiama fascite plantare. A causa dell'aumento del carico sul piede, nella fascia plantare si sviluppano cambiamenti infiammatori-degenerativi, che portano ulteriormente alla comparsa di escrescenze ossee (osteofiti). Diventano la causa del dolore pronunciato, che appaiono o aumentano quando si cammina.

Per salvare il paziente dalla sofferenza quotidiana associata allo sperone calcaneare, utilizzare vari metodi di trattamento. La medicina moderna ha i seguenti mezzi di terapia conservativa:

Ma non tutti i pazienti sono sollevati, anche dopo un trattamento complesso con questi metodi. Tutto dipende dalla morfologia delle crescite ossee, dalla loro localizzazione, dalla gravità del processo infiammatorio e dalle caratteristiche individuali dell'organismo. E per ottenere l'effetto giusto, è spesso necessario ricorrere al blocco dello sperone calcaneare.

Il blocco del tallone è spesso l'unico metodo non operativo che aiuta i pazienti a far fronte al dolore.

Informazioni di base

L'uso dei blocchi è un metodo comune per il trattamento di varie malattie. In questo caso, una soluzione di un farmaco specifico viene iniettata direttamente nel focus patologico, che consente di ottenere un effetto terapeutico locale pronunciato. Ciò impedisce il passaggio di droghe attraverso il fegato e il suo effetto su altri sistemi del corpo. C'è un'azione più veloce e più diretta, rispetto ai metodi di iniezione.

preparativi

Le iniezioni di tacchi sono fatte con medicine che possono alleviare il paziente da sensazioni spiacevoli per un periodo di tempo sufficientemente lungo. Considerando i meccanismi di base della formazione del dolore, vengono utilizzati farmaci anti-infiammatori per questo scopo. L'effetto più pronunciato può essere ottenuto da farmaci ormonali che non steroidei. Pertanto, i seguenti farmaci sono utilizzati per il blocco:

  • Diprospan (deposito di Betaspan).
  • Kenalog.
  • Deksazon.
  • Depo-Medrol.
  • Idrocortisone.

Si tratta di farmaci in grado di rimanere a lungo nei tessuti molli, con un effetto duraturo. Ad esempio, l'eliminazione completa di Diprospana avviene 10 giorni o più dopo la somministrazione. Come altri glucocorticoidi, ha i seguenti effetti richiesti con uno sperone calcaneare:

  • Antidolorifico
  • Un anti-infiammatorio.
  • Desensibilizzazione.

A causa di ciò, è possibile ottenere un buon effetto clinico nella maggior parte dei casi. Tuttavia, il blocco dello sperone calcareo con Diprospan non è una panacea per lo sperone calcaneare. Il trattamento degli speroni calcistici, come qualsiasi altra malattia, dovrebbe essere complesso - includere la correzione ortopedica, la fisioterapia e altri metodi disponibili.

I blocchi sono fatti con l'uso di droghe con un effetto antinfiammatorio e analgesico pronunciato - glucocorticoids.

Tecnica di

Il blocco del tallone di Diprospan viene eseguito solo da un medico. È necessario osservare rigorosamente la tecnica di esecuzione e il dosaggio dei preparati, quindi la procedura viene eseguita da uno specialista qualificato, più spesso un traumatologo ortopedico. La manipolazione può essere eseguita in ambiente ambulatoriale. Ormone prima dell'introduzione è meglio miscelare con un anestetico locale: Novocaina o Lidocaina. Ciò è dovuto al fatto che l'iniezione viene effettuata nella zona più dolorosa sul tallone.

Il diprospan o un altro glucocorticoide è inserito in prossimità della fascia plantare. È necessario possedere abilità ed esperienza sufficienti per non danneggiarlo, poiché altrimenti è possibile evitare complicazioni. Facilita notevolmente l'esecuzione del monitoraggio ecografico, con il quale è possibile determinare con precisione la posizione dell'ago.

Dopo la procedura

La riduzione o la completa scomparsa del dolore crea nel paziente l'illusione che il processo patologico sia eliminato. Ma non è così - l'effetto del blocco ormonale è temporaneo. Naturalmente, il medico può prescrivere un'iniezione ripetuta, ma la somministrazione frequente di glucocorticoidi è associata ad eventi avversi. E per migliorare l'effetto del blocco, è necessario influenzare i fattori di rischio dello sperone calcaneare. I pazienti sono raccomandati:

  1. Combatti con l'eccesso di peso.
  2. Indossare scarpe comode e ortopediche.
  3. Fai ginnastica.
  4. Mangia
  5. È tempo di curare malattie croniche (diabete, gotta).

Cioè, un approccio integrato è importante nel trattamento degli speroni del tallone. Dovrebbe essere chiaro che il blocco è principalmente sintomatico e molto più dipendente dal paziente. Pertanto, è necessario provare il più possibile per consolidare ed estendere l'effetto positivo.

Vantaggi e svantaggi

La puntura del tallone presenta numerosi vantaggi rispetto ad altri metodi di trattamento. In primo luogo, dopo la manipolazione, i pazienti sentono un effetto pronunciato, non paragonabile agli strumenti utilizzati in precedenza. In alcuni casi, l'effetto positivo dura fino a 6 mesi, eliminando completamente il dolore lancinante. In secondo luogo, il sollievo arriva abbastanza velocemente: durante il primo giorno, e qualche volta immediatamente dopo l'iniezione.

Ma insieme agli aspetti positivi, la procedura non è priva di difetti. Non può essere definito piacevole - il blocco è accompagnato da dolore, la cui gravità varia in pazienti diversi. Inoltre, non è possibile somministrare ripetutamente iniezioni di Diprospana, poiché ciò potrebbe migliorare i processi degenerativi nella fascia plantare. Ci sono altri effetti collaterali degli ormoni che vengono osservati anche con la somministrazione locale del farmaco.

L'effetto pronunciato e rapido del blocco lo rende una componente importante del trattamento, ma le carenze esistenti impediscono l'uso diffuso di questa procedura.

complicazioni

Condurre un blocco plantare a volte comporta il rischio di eventi avversi. Molto spesso sono associati a una violazione della tecnica di esecuzione o degli effetti collaterali dei glucocorticoidi. Di norma, dopo l'iniezione nel tallone, si possono temere le seguenti complicazioni:

  • Gap fascia plantare.
  • Infiammazione purulenta dei tessuti molli.
  • Necrosi nel sito di iniezione.
  • Tendinite d'Achille.
  • Osteoporosi del calcagno.

Il paziente deve essere avvertito della possibilità di tali condizioni, al fine di valutare il grado di sicurezza e rischi insieme al medico. In combinazione con un effetto positivo temporaneo, questo può ridurre significativamente l'aderenza a questo metodo di trattamento degli speroni del tallone.

Controindicazioni

Come con qualsiasi trattamento, le iniezioni di Diprospan nella regione del tallone non vengono mostrate a tutti i pazienti. Vi sono alcune categorie di persone la cui procedura è associata a un rischio aggiuntivo e a un pericolo ingiustificato. I blocchi sono controindicati nelle seguenti condizioni:

  1. Malattie purulente di tessuti dolci.
  2. Lesioni cutanee nel sito di iniezione.
  3. Osteomielite.
  4. Diabete mellito.
  5. Osteoporosi.
  6. Tubercolosi.
  7. Intolleranza individuale alle droghe

Pertanto, i blocchi con farmaci ormonali hanno un uso limitato nello sperone calcaneare. Questo metodo di trattamento non è una terapia di prima linea, ma raggiunge un effetto pronunciato. Anche se per un breve periodo, ma il paziente sentirà conforto fisico e psicologico, essendosi liberato del dolore.

Osteocondropatia della collinetta e apofisi del calcagno

L'osteocondropatia della collinetta e l'apofisi del calcagno furono descritte per la prima volta nel 1907 da Haglund. Questa malattia si verifica principalmente nelle ragazze 12-15 anni. Uno o entrambi gli arti influenzano il processo patologico.

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

La malattia è caratterizzata dalla presenza di necrosi asettica delle aree di spongiose, che sono sotto l'influenza di un aumento dello stress meccanico.

Il più delle volte, l'osteocondropatia del calcagno si verifica nei bambini. Di solito, la malattia è benigna e praticamente non influenza la funzione delle articolazioni e le condizioni generali della persona.

Abbastanza spesso, la malattia va via senza trattamento, come prova della malattia che è stata lasciata, rimane solo deformando l'artrosi.

Patogenesi della malattia

La patogenesi della malattia non è completamente compresa. Si ritiene che l'osteocondropatia del calcagno sia il risultato di disturbi circolatori locali che portano a una diminuzione della nutrizione dei tessuti circostanti, che è il punto di partenza per lo sviluppo della malattia.

Ci sono cinque fasi della malattia:

  • necrosi asettica (necrosi);
  • frattura e parziale frammentazione;
  • riassorbimento del tessuto osseo morto;
  • riparazione (restauro);
  • infiammazione o deformazione dell'osteoartrosi, senza trattamento.

Cause di patologia

I ricercatori suggeriscono che fattori patogeni quali micro lesioni, aumento dello stress (corsa, salto), la tensione dei tendini dei muscoli attaccati al tallone del calcagno, i fattori endocrini, vascolari e neutrofici causano osteocondropatia del calcagno.

Tecniche diagnostiche

Una caratteristica della malattia è che il dolore nella regione del tubero calcaneale si verifica solo quando è caricato o sotto pressione, e non c'è dolore a riposo.

Questa caratteristica consente di distinguere questa malattia da borsite, periostite, osteomielite, tubercolosi ossea e tumori maligni.

Sopra il tubercolo del calcagno, il gonfiore si verifica senza arrossamenti o altri segni di infiammazione.

La maggior parte dei pazienti ha notato la comparsa di atrofia della pelle, gonfiore moderato dei tessuti molli, aumento della sensibilità della pelle sulla superficie plantare del piede nell'area del calcagno. Abbastanza spesso, i muscoli della gamba sono atrofizzati.

L'esame a raggi X determina la presenza di lesioni dell'apofisi del calcagno, che si manifesta con l'allentamento della struttura ossea e della sostanza corticale sotto l'apofisi.

Per quanto riguarda la patologia, una caratteristica è la presenza di ombre delle zone della pelle morta dell'osso, spostate lateralmente, così come l'irregolarità del contorno della superficie dell'osso sarà espressa più del normale su una gamba sana.

Quali trattamenti sono disponibili?

Il trattamento conservativo per questa patologia non è sempre efficace. Ma ancora, è meglio iniziare con lui.

Nel dolore acuto è prescritto il riposo, l'immobilizzazione viene eseguita con un calco in gesso. Per l'anestesia, il tessuto molle nella zona del tallone è tagliato con novocaina.

Vengono eseguite le procedure fisioterapeutiche: elettroforesi di novocaina con analgin, terapia a microonde, applicazioni di ozocerite, impacchi, bagni.

Prescrivere farmaci come pirogenico, Brufen, vitamine del gruppo B.

chirurgia

Con l'inefficacia della terapia conservativa, si è ricorso all'intersezione operativa dei nervi tibiale e sottocutaneo con i rami che vanno al tallone.

Ciò consente al paziente di liberarsi da un dolore insopportabile, oltre a fornire l'opportunità di caricare i dossi delle ossa del tallone quando si cammina senza paura.

risultati

In caso di trattamento tempestivo e corretto, la struttura e la forma del calcagno sono completamente ripristinate.

Se non si identifica la malattia in tempo o si utilizza un trattamento irrazionale, l'aumento e la deformazione del tubero calcaneale rimarranno per sempre, il che renderà difficile indossare scarpe normali. Questo problema può essere risolto indossando speciali scarpe ortopediche.

Video: correzione chirurgica della deformità del piede

A causa di molte malattie dei piedi, il piede potrebbe essere danneggiato. Nella ripresa video dell'intervento chirurgico per salvare il paziente dalla patologia.

Le piaghe da decubito sui talloni

Ulcere da pressione sui talloni - una malattia che si verifica in ogni secondo paziente costretto a letto. Il motivo principale dell'aspetto è una violazione della circolazione sanguigna dovuta alla spremitura di tessuti e pelle, alla completa perdita delle funzioni motorie, nonché alla mancata osservanza delle norme igieniche e della scarsa cura. È facile diagnosticare l'aspetto dei cambiamenti necrotici a casa - arrossamento, assottigliamento della pelle, lividi, piaghe, ulcere - questi sono i primi segni della malattia. I danni alla pelle sui talloni possono essere trattati piuttosto rapidamente, poiché questi posti sono facili da maneggiare, ad esempio sollevando i piedi, è possibile evitare la spremitura del tessuto e la comparsa di nuove ferite, oltre a garantire la pelle secca.

Quali sono le piaghe da decubito pericolose sui piedi

La comparsa di lesioni ulcerative, stillicidio di ferite e lividi comporta un grave sviluppo della malattia sottostante, cure e trattamenti inadeguati. Tutto ciò peggiora significativamente la salute del paziente, inoltre, la comparsa di complicazioni riduce drasticamente le possibilità di recupero. Pertanto, un trattamento chirurgico può portare al fatto che una persona può perdere definitivamente la capacità di camminare.

Se il tempo non aiuta il paziente con piaghe da decubito, possono comparire complicanze come:

  • artrite purulenta;
  • malattie parassitarie;
  • distruzione delle pareti delle navi, sanguinamento;
  • cancro della pelle;
  • sepsi.

In situazioni critiche, la morte è possibile.

Fasi di sviluppo

Le piaghe da decubito sui talloni, come in qualsiasi altra parte del corpo, hanno 4 fasi principali di sviluppo:

  1. Elementare. Le piaghe da decubito in questa fase sono piccoli punti localizzati sulle proiezioni del calcagno. La rottura del flusso sanguigno nelle aree schiacciate porta a un cambiamento nel colore della pelle: acquisisce una tonalità viola e il piede stesso diventa bianco.
  2. Transizione. Questo stadio è accompagnato da desquamazione e violazione dell'integrità della pelle. Può anche formarsi il pianto. I nutrienti e l'ossigeno non fluiscono verso i tessuti del piede, iniziano le forme di ristagno del sangue e la cheratinizzazione delle cellule epidermiche.

Le prime due fasi possono essere facilmente curate a casa, l'integrità originale della pelle è completamente ripristinata. I rimedi popolari sono buoni in queste fasi.

  1. Pesante. Le piaghe da decubito del terzo stadio sono ferite sanguinanti non in crescita che iniziano a marcire. È possibile osservare la completa sconfitta del tessuto adiposo sottocutaneo e la distruzione parziale del tessuto muscolare.
  2. Estremamente pesante. L'ultimo stadio è accompagnato da gravi difetti di tutti i tessuti; piaghe da decubito hanno infiammazioni purulente delle pareti, inoltre, i parassiti possono iniziare. Tutto ciò testimonia la necrosi completa del tallone, l'assenza di circolazione sanguigna e intossicazione del corpo, che costituisce una seria minaccia per la vita del paziente.

È importante! Con una prevenzione regolare e un trattamento tempestivo nella fase iniziale dello sviluppo di piaghe da decubito, è possibile evitare complicazioni e l'acquisto di farmaci costosi.

Come trattare le piaghe da decubito sul tallone?

Il trattamento può essere effettuato con metodi terapeutici o chirurgici. Qualsiasi terapia mira a migliorare il trofismo (circolazione del sangue) nei tessuti, a pulire la pelle dalle masse necrotiche, a guarire le ferite. L'intervento chirurgico è necessario nei casi in cui il trattamento terapeutico non produce risultati, le condizioni del paziente si deteriorano costantemente e le piaghe da decubito non guariscono.

Per il trattamento di piaghe da decubito 1 e 2 fasi sui talloni è necessario:

  1. Lavare e asciugare i piedi. Le docce a contrasto di acqua e bagni d'aria fanno bene alla cura dei piedi. Il versamento aiuta a migliorare la circolazione del sangue e, a sua volta, i bagni d'aria aiutano a seccare la pelle, le ferite sanguinanti si restringono più rapidamente.
  2. In presenza di pelle cheratinizzata, bolle d'acqua - è necessario pulire la ferita usando le forbici chirurgiche. Con il loro aiuto, puoi tagliare completamente l'epitelio morto.
  3. Trattare la pelle danneggiata con alcool salino o canfora;
  4. Trattare la circolazione sanguigna da decubito, ad esempio, è possibile utilizzare Actovegin o Solcoseryl;
  1. Per evitare ferite in lacrime, Xeroform può essere usato;
  2. Applicare una benda.

Ricordate! L'uso di qualsiasi farmaco deve essere concordato con il medico!

Il trattamento dei talloni dolorosi spesso richiede un intervento chirurgico. La particolarità di tali lesioni è la necrosi rapida delle aree cutanee vicine con scarsa circolazione sanguigna. Il tessuto cornea in questi casi non viene respinto in modo indipendente. Inoltre, è difficile determinare i confini esatti delle aree interessate, quindi è impossibile rimuovere completamente tali tessuti. Come trattare chirurgicamente un tallone dolorante? Il trattamento di tacchi con necrosi del 3o e 4o stadio è effettuato come segue:

Necrosi del tallone

La malattia di Haglund-Schinz, nota a molti come necrosi del tallone, fu descritta per la prima volta dal chirurgo ortopedico Hanglund nel 1907, e anche da Shinz (solo nel 1922) a causa della quale ricevette questo nome. Di norma, i bambini attivi di età inferiore ai 16 anni e gli atleti sottoposti a grave stress alle gambe e alle articolazioni sono stati sottoposti alla malattia. L'aumento del rischio di sviluppare questa malattia è caratteristico dei pazienti con complicanze renali.

La vera causa di questa malattia non è stata stabilita, tuttavia, è consuetudine presumere che sia causata da una violazione della circolazione sanguigna o da una lesione alla parte del tallone del piede. Inoltre, non dovrebbe essere trascurato da tutti i tipi di disturbi endocrini, dai disturbi del sistema vascolare o neurotrofico, dall'eccessivo sovraccarico del tendine calcaneale e da uno stress severo sui muscoli della pianta del piede.

Al fine di determinare con precisione la presenza di necrosi del tallone, i medici raccomandano di prestare attenzione ai seguenti sintomi:

Dolore quando ci si piega (si raddrizza) o si cammina;

Aumento della temperatura o iperemia nel tallone e nel tendine del tallone.

Per confermare questa diagnosi, i medici effettuano gli esami a ultrasuoni e radiografici del paziente, esaminano attentamente le immagini scattate e scelgono un trattamento efficace, che dipende direttamente dal grado della malattia.

Inizialmente, al paziente è richiesto di mantenere l'immobilità del piede e osservare la pace per prevenire la probabile esacerbazione della malattia. Per questo motivo, la siepe è attaccata alla zona del tallone del piede danneggiato, che fornisce al paziente l'immobilità. Successivamente, vengono eseguite procedure di fisioterapia per aiutare a ripristinare l'apporto di sangue nel calcagno, che è soggetto a necrosi. I medici prendono anche in considerazione che la necrosi del tallone è accompagnata da dolore caratteristico e per indebolirli, raccomandano che i pazienti indossino scarpe speciali (in cui vi è un collo del piede e un tacco leggermente aumentato, che riduce la pressione sul tallone del piede).

In forma grave della malattia senza chirurgia. Non dovresti preoccuparti, perché l'operazione è semplice e si riduce a rimuovere la crescita di ossa e cartilagine. Senza dubbio, la necrosi del tallone è una malattia molto spiacevole, tuttavia, non è necessario preoccuparsi molto, perché con un trattamento tempestivo, la malattia si ritrae abbastanza rapidamente, il che contribuisce al rapido recupero del paziente. Scopri i punti neri sui talloni.

Tè verde e pancreatite

Tabelle di colesterolo - Tasso del sangue in adulti e bambini (persone anziane)