Funzione epatica nel corpo umano

Il fegato è la più grande ghiandola della secrezione esterna nel corpo umano. Segue il suo segreto nel duodeno. Questo corpo ha ricevuto il suo nome dalla parola "forno". Ciò è dovuto al fatto che questa ghiandola è l'organo più caldo del corpo umano. Il fegato è un intero "laboratorio chimico" in cui avvengono il metabolismo e l'energia. Per comprendere le basi del funzionamento di questo importante organo, è necessaria la conoscenza di varie aree della medicina: fisiologia, biochimica e fisiopatologia. Tutte le funzioni epatiche possono essere suddivise in digestive e non digestive.

Il fegato è coinvolto nei processi di digestione. Le sue funzioni digestive possono essere suddivise in formazione di bile (coleresi) ed escrezione biliare (cholekinesis). La formazione della bile si verifica continuamente e la rimozione della bile avviene solo quando il cibo penetra nel tratto digestivo.

Circa 1,5 litri di bile vengono prodotti al giorno. Questa quantità differisce in modo significativo a seconda della composizione dell'assunzione di cibo. Se il cibo è ricco di grassi, estratti (quelli che danno al cibo un sapore speziato, speziato, piccante), allora la bile formerà di più. Anche al giorno di questo succo digestivo è più formato nelle persone con obesità e sovrappeso. Formata nel fegato, la bile scorre attraverso il tratto biliare nel duodeno. Una parte di esso si accumula nella cistifellea formando una cosiddetta riserva, che viene evacuata dalla vescica quando viene fornito cibo.

La composizione della bile cistica ed epatica varia. La bile che si trova nella vescica è più scura, più concentrata e più spessa del fegato. La bile consiste di acqua, colesterolo, acidi biliari, pigmenti biliari (bilirubina e biliverdina).

Il colesterolo è coinvolto nell'assorbimento di grassi e vitamine liposolubili.

Gli acidi biliari contribuiscono all'emulsione dei grassi (rompono le particelle di grasso in microscopiche palle - micelle, facilitando la loro digestione).

I pigmenti biliari (bilirubina e biliverdina) si formano dall'emoglobina durante la distruzione dei globuli rossi. Ci sono bilirubina indiretta (è formata nella milza con la distruzione di vecchi globuli rossi) e bilirubina diretta (è formata nel fegato da indiretto). I pigmenti biliari vengono processati dai batteri del colon per formare stercobilina e urobilina. La sterobilina contribuisce alla colorazione marrone delle feci e l'urobilina, assorbita dall'intestino crasso nel sangue, fornisce l'urina gialla.

Bile svolge le seguenti funzioni:

  • Emulsiona i grassi;
  • Stimola la motilità (attività fisica) dell'intestino tenue;
  • Uccide alcuni microrganismi e inibisce la loro riproduzione;
  • Traduce la lipasi (un enzima che scompone i grassi) in uno stato attivo;
  • Trasforma la pepsina (un enzima che scompone le proteine) in uno stato inattivo.

Oltre a garantire una normale digestione, il fegato svolge molte più funzioni nel corpo. Questi includono:

  • Partecipazione al metabolismo dei carboidrati. In questo organo si verificano tre importanti processi: gluconeogenesi, glicogenesi e glicogenolisi. La gluconeogenesi è la sintesi del glucosio da aminoacidi (costituenti di tutte le proteine). La glicogenesi è il processo di sintesi del glicogeno nel fegato (un carboidrato di riserva nel corpo di tutti gli animali). Il glicogeno tra i pasti viene sottoposto a glicogenolisi (decomposizione) per formare glucosio. Questo accade per mantenere normali livelli di zucchero nel sangue in un momento in cui non viene ingerito con il cibo.
  • Partecipazione allo scambio di proteine. Nel fegato, la maggior parte delle proteine ​​sono sintetizzate nel corpo. Anche in questo corpo, la scissione finale delle proteine ​​avviene con la formazione di ammoniaca. Questo fatto è di grande importanza nella patogenesi di un tale sintomo di insufficienza epatica, come la presenza di un odore di ammoniaca "al fegato" dalla bocca.
  • Partecipazione allo scambio di grassi. Nel fegato vengono sintetizzati tutti i tipi di grassi: trigliceridi, colesterolo, fosfolipidi. I trigliceridi sono il componente principale del tessuto adiposo e svolgono la funzione di conservazione. Il colesterolo è necessario per la formazione delle membrane cellulari, la sintesi di ormoni steroidei (ormoni sessuali, mineralcorticoidi, glucocorticosteroidi) e calcidiolo (un metabolita della vitamina D). La vitamina D viene sintetizzata nella pelle sotto l'influenza della radiazione ultravioletta. Quindi passa attraverso due fasi di attivazione, una delle quali si verifica anche nel fegato. I fosfolipidi sono il componente principale delle membrane cellulari e della mielina (una sostanza grassa che agisce come un isolante nelle fibre nervose, prevenendo la dispersione di un impulso elettrico).
  • Partecipazione allo scambio di vitamine. Il fegato è responsabile dell'assorbimento e conservazione delle vitamine liposolubili (A, D, E, K) e alcune idrosolubili (B6, B12).
  • Partecipazione allo scambio di oligoelementi. Nell'organo descritto vengono scambiati i seguenti oligoelementi: ferro, rame, manganese, molibdeno, cobalto, zinco, ecc.
  • Partecipazione all'emostasi (coagulazione del sangue). Nel fegato, molti fattori proteici sono sintetizzati per assicurare la formazione di un coagulo di sangue. In caso di malattie del fegato, l'aumento del sanguinamento è spesso osservato proprio in relazione a questo fatto.
  • Funzione neutralizzante Nel fegato, si verifica la neutralizzazione di molte sostanze tossiche, che si formano nel processo di attività vitale del corpo o di entrare dall'esterno. Le sostanze inattivate (neutralizzate) vengono quindi escrete nella bile o nelle urine.
  • Funzionalità epatica emorragica. Circa il 30% del sangue passa attraverso il fegato, che il cuore pompa in un minuto. Quando si verifica una deficienza di sangue nel corpo (ad esempio, perdita di sangue), il flusso sanguigno viene ridistribuito a favore di altri organi, e nel fegato diventa significativamente inferiore.
  • Funzione endocrina. Tutti conoscono l'esistenza dell'ormone della crescita, che contribuisce alla crescita del corpo umano. Tuttavia, l'ormone della crescita stesso (somatotropina) non ha tali azioni. Colpisce il fegato, stimolando la formazione di somatomedine (fattori di crescita insulino-simili) in esso, che già stimolano indipendentemente la crescita dell'organismo. Anche nel fegato, il calcidiolo è sintetizzato dalla vitamina D, che poi entra nei reni e viene convertito in calcitriolo, un ormone coinvolto nel metabolismo del calcio e del fosforo.
  • Regolazione della pressione sanguigna. L'angiotensinogeno si forma nel fegato, che, attivato in più fasi, si trasforma in angiotensina 2 - un potente fattore che aumenta la pressione sanguigna.
  • Funzione immunitaria Alcune proteine ​​protettive (ad esempio anticorpi, lisozima, ecc.) Sono formate nel fegato, che hanno azione battericida (uccisione di batteri), viricida (uccidi virus), fungicida (uccisione di funghi).
  • La trasformazione delle droghe. Nel fegato si verificano sia la disattivazione (neutralizzazione) che l'attivazione di alcuni farmaci. Ecco perché, in caso di patologia epatica, alcuni farmaci riducono la loro attività e richiedono un aumento del dosaggio, mentre altri aumentano l'attività e prevedono una riduzione della dose assunta per ridurre il loro effetto tossico sul corpo.
  • Funzione ematopoietica e distruttrice di sangue. Nell'organo descritto in un adulto, i globuli rossi (eritrociti) vengono distrutti. Nel feto si svolge anche la formazione di cellule del sangue. Al momento della nascita, la normale formazione del sangue nel fegato cessa, e nel neonato questa funzione è già eseguita da altri organi.

Pertanto, il fegato è un organo multifunzionale che assicura la costanza dell'ambiente interno del corpo.

E un po 'sui segreti.

Un fegato sano è la chiave della tua longevità. Questo corpo svolge un numero enorme di funzioni vitali. Se si notano i primi sintomi di un tratto gastrointestinale o di una malattia del fegato, vale a dire: ingiallimento della sclera degli occhi, nausea, feci rare o frequenti, è sufficiente agire.

Ti consigliamo di leggere l'opinione di Elena Malysheva su come ripristinare rapidamente e facilmente l'operatività del LIVER in sole 2 settimane. Leggi l'articolo >>

Le funzioni del fegato: il suo ruolo principale nel corpo umano, la loro lista e le caratteristiche

Il fegato è un organo ghiandolare addominale nel sistema digestivo. Si trova nel quadrante superiore destro dell'addome sotto il diaframma. Il fegato è un organo vitale che supporta quasi tutti gli altri organi in un modo o nell'altro.

Il fegato è il secondo più grande organo del corpo (la pelle è l'organo più grande), del peso di circa 1,4 chilogrammi. Ha quattro lobi e una struttura molto morbida, di colore rosa-marrone. Contiene anche diversi dotti biliari. Ci sono un certo numero di importanti funzioni del fegato, che saranno discusse in questo articolo.

Fisiologia del fegato

Lo sviluppo del fegato umano inizia durante la terza settimana di gravidanza e raggiunge l'architettura matura a 15 anni. Raggiunge la sua dimensione relativa più grande, il 10% del peso del feto, circa la nona settimana. Questo è circa il 5% del peso corporeo di un neonato sano. Il fegato costituisce circa il 2% del peso corporeo in un adulto. Pesa circa 1400 g in una donna adulta e circa 1800 g in un uomo.

È quasi completamente dietro la gabbia toracica, ma il bordo inferiore può essere sentito lungo l'arco costale giusto durante l'inalazione. Uno strato di tessuto connettivo, chiamato capsula di Glisson, copre la superficie del fegato. La capsula si estende a tutti tranne i vasi più piccoli del fegato. Il legamento a mezzaluna attacca il fegato alla parete addominale e al diaframma, dividendolo in un grande lobo destro e un piccolo lobo sinistro.

Nel 1957, il chirurgo francese Claude Kuynaud descrisse 8 segmenti del fegato. Da allora, una media di venti segmenti sono descritti in studi radiografici basati sulla distribuzione dell'afflusso di sangue. Ogni segmento ha i suoi rami vascolari indipendenti. La funzione escretoria del fegato è rappresentata dai rami biliari.

Ogni segmento è ulteriormente suddiviso in segmenti. Di solito sono rappresentati come cluster esagonali discreti di epatociti. Gli epatociti sono raccolti sotto forma di placche che si estendono dalla vena centrale.

Di che cosa è responsabile ciascuno dei lobi epatici? Servono le navi arteriose, venose e biliari alla periferia. Le fette di un fegato umano hanno un piccolo tessuto connettivo che separa un lobo da un altro. La mancanza di tessuto connettivo rende difficile identificare i tratti del portale e i confini dei singoli lobi. Le vene centrali sono più facili da identificare a causa del loro grande lume e perché mancano del tessuto connettivo che avvolge i vasi della triade portale.

  1. Il ruolo del fegato nel corpo umano è vario e svolge più di 500 funzioni.
  2. Aiuta a mantenere la glicemia e altri prodotti chimici.
  3. L'escrezione biliare svolge un ruolo importante nella digestione e nella disintossicazione.

A causa dell'elevato numero di funzioni, il fegato è soggetto a danni rapidi.

Che funzioni fa il fegato

Il fegato svolge un ruolo importante nel funzionamento del corpo, la disintossicazione, il metabolismo (compresa la regolazione della conservazione del glicogeno), la regolazione degli ormoni, la sintesi proteica, il clivaggio e la decomposizione dei globuli rossi, se brevemente. Le funzioni principali del fegato comprendono la produzione di bile, una sostanza chimica che distrugge i grassi e li rende più facilmente digeribili. Esegue la produzione e la sintesi di diversi elementi importanti del plasma e immagazzina anche alcuni nutrienti vitali, tra cui vitamine (soprattutto A, D, E, K e B-12) e ferro. La funzione successiva del fegato è quella di conservare il glucosio glucosio semplice e trasformarlo in glucosio utile se il livello di zucchero nel sangue scende. Una delle funzioni più conosciute del fegato è il sistema di disintossicazione: rimuove le sostanze tossiche dal sangue, come alcol e droghe. Distrugge anche l'emoglobina, l'insulina e mantiene il livello degli ormoni in equilibrio. Inoltre, distrugge i vecchi globuli.

Quali altre funzioni ha il fegato nel corpo umano? Il fegato è vitale per una sana funzione metabolica. Converte carboidrati, lipidi e proteine ​​in sostanze utili come glucosio, colesterolo, fosfolipidi e lipoproteine, che vengono poi utilizzate in varie cellule del corpo. Il fegato distrugge parti inadatte delle proteine ​​e le trasforma in ammoniaca e infine urea.

scambio

Qual è la funzione metabolica del fegato? È un importante organo metabolico e la sua funzione metabolica è controllata dall'insulina e da altri ormoni metabolici. Il glucosio viene convertito in piruvato attraverso la glicolisi nel citoplasma e il piruvato viene poi ossidato nei mitocondri per produrre ATP attraverso il ciclo TCA e la fosforilazione ossidativa. Nello stato fornito, i prodotti glicolitici sono usati per la sintesi degli acidi grassi attraverso la lipogenesi. Gli acidi grassi a catena lunga sono inclusi nel triacilglicerolo, nei fosfolipidi e / o negli esteri di colesterolo negli epatociti. Questi lipidi complessi sono immagazzinati in goccioline lipidiche e strutture di membrana o sono secreti nella circolazione sotto forma di particelle con una bassa densità di lipoproteine. Nello stato affamato, il fegato ha la capacità di espellere il glucosio attraverso la glicogenolisi e la gluconeogenesi. Durante un breve digiuno, la gluconeogenesi epatica è la principale fonte di produzione endogena di glucosio.

La fame contribuisce anche alla lipolisi del tessuto adiposo, che porta al rilascio di acidi grassi non esterificati, che vengono convertiti in corpi chetonici nei mitocondri del fegato, nonostante la β-ossidazione e la chetogenesi. I corpi chetonici forniscono carburante metabolico per i tessuti extraepatici. Basato sull'anatomia umana, il metabolismo energetico del fegato è strettamente regolato da segnali neuronali e ormonali. Mentre il sistema simpatico stimola il metabolismo, il sistema parasimpatico sopprime la gluconeogenesi epatica. L'insulina stimola la glicolisi e la lipogenesi, ma inibisce la gluconeogenesi e il glucagone si oppone all'azione dell'insulina. Molti fattori di trascrizione e coattivatori, tra cui CREB, FOXO1, ChREBP, SREBP, PGC-1α e CRTC2, controllano l'espressione di enzimi che catalizzano le fasi chiave delle vie metaboliche, controllando così il metabolismo energetico nel fegato. Il metabolismo energetico aberrante nel fegato contribuisce all'insulino-resistenza, al diabete e alle malattie epatiche non alcoliche del fegato.

protettivo

La funzione di barriera epatica è quella di fornire protezione tra la vena porta e le circolazioni sistemiche. Il sistema reticolo-endoteliale è una barriera efficace contro l'infezione. Agisce anche come tampone metabolico tra contenuti intestinali altamente variabili e sangue portale e controlla strettamente la circolazione sistemica. Assorbendo, preservando e rilasciando glucosio, grassi e aminoacidi, il fegato svolge un ruolo fondamentale nell'omeostasi. Memorizza e rilascia anche vitamine A, D e B12. Metabolizza o neutralizza la maggior parte dei composti biologicamente attivi assorbiti dall'intestino, come farmaci e tossine batteriche. Svolge molte delle stesse funzioni con l'introduzione del sangue sistemico dall'arteria epatica, elaborando un totale del 29% della gittata cardiaca.

La funzione protettiva del fegato è quella di rimuovere le sostanze nocive dal sangue (come l'ammoniaca e le tossine) e quindi neutralizzarle o trasformarle in composti meno dannosi. Inoltre, il fegato trasforma la maggior parte degli ormoni e li trasforma in altri prodotti più o meno attivi. Il ruolo barriera del fegato è rappresentato dalle cellule di Kupffer, che assorbono i batteri e altre sostanze estranee dal sangue.

Sintesi e scissione

La maggior parte delle proteine ​​plasmatiche sono sintetizzate e secrete dal fegato, la più comune delle quali è l'albumina. Il meccanismo della sua sintesi e secrezione è stato recentemente presentato in modo più dettagliato. La sintesi di una catena polipeptidica viene avviata su polirososomi liberi con metionina come il primo amminoacido. Il segmento successivo della proteina prodotta è ricco di amminoacidi idrofobici, che probabilmente mediano il legame dei polibrosomi che sintetizzano albumina alla membrana endoplasmatica. L'albumina, chiamata preproalbumina, viene trasferita nello spazio interno del reticolo endoplasmatico granulare. La prealbumina viene ridotta a proalbumina mediante scissione idrolitica di 18 aminoacidi dall'N-terminale. La Proalbumina viene trasportata all'apparato di Golgi. Infine, viene convertito nell'albumina immediatamente prima della secrezione nel flusso sanguigno rimuovendo altri sei amminoacidi N-terminali.

Alcune funzioni metaboliche del fegato nel corpo svolgono la sintesi proteica. Il fegato è responsabile di molte diverse proteine. Le proteine ​​endocrine prodotte dal fegato comprendono angiotensinogeno, trombopoietina e fattore di crescita insulino-simile I. Nei bambini, il fegato è il principale responsabile della sintesi dell'eme. Negli adulti, il midollo osseo non è un apparato di produzione dell'eme. Tuttavia, un fegato adulto esegue il 20% di sintesi dell'eme. Il fegato svolge un ruolo cruciale nella produzione di quasi tutte le proteine ​​plasmatiche (albumina, glicoproteina alfa-1-acido, gran parte della cascata della coagulazione e vie fibrinolitiche). Eccezioni conosciute: gamma globuline, fattore III, IV, VIII. Proteine ​​prodotte dal fegato: proteina S, proteina C, proteina Z, inibitore dell'attivatore del plasminogeno, antitrombina III. Le proteine ​​dipendenti dalla vitamina K sintetizzate dal fegato comprendono: Fattori II, VII, IX e X, proteina S e C.

endocrino

Ogni giorno circa 800-1000 ml di bile vengono secreti nel fegato, che contiene sali biliari, necessari per la digestione dei grassi nella dieta.

La bile è anche un mezzo per il rilascio di alcuni rifiuti metabolici, droghe e sostanze tossiche. Dal fegato, il sistema canalare trasporta la bile nel dotto biliare comune, che viene svuotato nel duodeno dell'intestino tenue e si connette alla cistifellea, dove viene concentrato e immagazzinato. La presenza di grasso nel duodeno stimola il flusso della bile dalla cistifellea all'intestino tenue.

La produzione di ormoni molto importanti si riferisce alle funzioni endocrine di un fegato umano:

  • Fattore di crescita insulino-simile 1 (IGF-1). L'ormone della crescita rilasciato dalla ghiandola pituitaria si lega ai recettori delle cellule del fegato, che li induce a sintetizzare e secernere IGF-1. L'IGF-1 ha effetti simili all'insulina, poiché può legarsi al recettore dell'insulina e anche stimolare la crescita del corpo. Quasi tutti i tipi di cellule rispondono a IGF-1.
  • Angiotensina. È il precursore dell'angiotensina 1 e fa parte del sistema renina-angiotensina-aldosterone. Si trasforma in renina angiotensina, che a sua volta si trasforma in altri substrati che agiscono per aumentare la pressione sanguigna durante l'ipotensione.
  • Trombopoietina. Il sistema di feedback negativo lavora per mantenere questo ormone ad un livello appropriato. Consente alle cellule progenitrici del midollo osseo di svilupparsi in megacariociti, precursori piastrinici.

ematopoietiche

Quali sono le funzioni del fegato nel processo di formazione del sangue? Nei mammiferi poco dopo che le cellule progenitrici epatiche invadono circostanti mesenchima, fegato fetale colonizzata progenitori ematopoietici e diviene temporaneamente il principale organo ematopoietico. Ricerche in quest'area hanno dimostrato che cellule immature di progenitori epatici possono generare un ambiente che supporta l'emopoiesi. Tuttavia, quando le cellule progenitrici del fegato sono indotte ad entrare nella forma matura, le cellule risultanti non possono più supportare lo sviluppo delle cellule del sangue, che è coerente con il movimento delle cellule staminali ematopoietiche dal fegato del feto al midollo osseo adulto. Questi studi dimostrano che esiste un'interazione dinamica tra il sangue e i compartimenti parenchimali all'interno del fegato del feto, che controlla i tempi sia dell'epatogenesi che dell'ematopoiesi.

immunologica

Il fegato è l'organo immunologico più importante con elevata esposizione agli antigeni circolanti e alle endotossine dal microbiota intestinale, particolarmente arricchito nelle cellule immunitarie innate (macrofagi, cellule linfoidi innate associate alla membrana mucosa delle cellule T invarianti). Nell'omeostasi, molti meccanismi sopprimono le risposte immunitarie, il che porta alla dipendenza (tolleranza). La tolleranza è anche rilevante per la persistenza cronica dei virus epatotropici o per l'allotrapianto dopo trapianto di fegato. La funzione neutralizzante del fegato può attivare rapidamente l'immunità in risposta a infezioni o danni ai tessuti. A seconda della patologia epatica di base, come epatite virale, colestasi o steatoepatite non alcolica, vari fattori scatenanti mediano l'attivazione di una cellula immunitaria.

I meccanismi conservativi, come i modelli di rischio molecolare, i segnali dei recettori simili al pedaggio o l'attivazione dell'infiammazione, innescano reazioni infiammatorie nel fegato. attivazione eccitatorio cellule di Kupffer gepatotsellyulozy e porta a chemochine mediata infiltrazione di neutrofili, monociti, cellule natural killer (NK) e natural killer T (NKT) cellule. Il risultato finale della risposta immunitaria intraepatico alla fibrosi dipende dalla diversità funzionale delle cellule dendritiche e macrofagi, ma anche dall'equilibrio tra le popolazioni pro-infiammatorie e anti-cellule T. Gli enormi progressi in medicina hanno contribuito a comprendere la messa a punto delle reazioni immunitarie nel fegato dall'omeostasi alla malattia, che indica obiettivi promettenti per i futuri trattamenti per le malattie epatiche acute e croniche.

Le principali funzioni del fegato

Il fegato è un organo importante per il pieno funzionamento del corpo umano. Le funzioni del fegato sono diverse: è responsabile della pulizia del sangue di sostanze nocive, aiuta nella distillazione del sangue, partecipa ai processi digestivi. Molte malattie iniziano a svilupparsi a causa della disfunzione epatica. Flatulenza, stitichezza, diarrea e altri disturbi dell'apparato digerente possono essere le conseguenze dei fallimenti nel lavoro di un organo importante. La corretta funzionalità epatica è molto importante per l'uomo. È molto difficile individuare le funzioni più importanti, poiché il lavoro di altri sistemi corporei dipende da ciascuna di esse.

La varietà di funzioni epatiche

Il fegato è uno degli organi più importanti. Senza di esso, l'uomo non può esistere. La funzione principale del corpo è quella di purificare il corpo dalle tossine, in altre parole, la disintossicazione, la funzione di barriera del fegato. Oltre a questa funzione, il fegato svolge molte altre attività benefiche. Le funzioni principali sono note a molti:

  • aiuta nella digestione del cibo;
  • converte i nutrienti dal cibo digerito in energia;
  • controlla il livello di grassi, glucosio nel sangue;
  • controlla l'accumulo di ferro e vitamine;
  • uccide germi e batteri;
  • pulisce il sangue;
  • controlla il livello degli ormoni, compreso il sesso;
  • aiuta il corpo a produrre proteine ​​e altri enzimi.

Questo non è l'intero elenco di funzioni eseguite dal fegato. A ciascuna cella viene assegnato un ruolo specifico. Ma da loro è possibile selezionare il più significativo e importante per l'organismo. Una delle principali funzioni del fegato è la produzione di energia dal cibo. Il fegato fa questo quando il corpo ha urgente bisogno di energia vitale. Pane e patate contengono carboidrati. Con l'aiuto del fegato, vengono convertiti in glucosio e immagazzinati nel fegato e nei muscoli sotto forma di glicogeno. Quando il corpo ha urgente bisogno di energia, il glicogeno si trasforma istantaneamente in glucosio (non senza l'aiuto del fegato).

Un'altra importante funzione del fegato: pulire il corpo dalle tossine e altre scorie. Dalle sostanze nocive il sangue viene pulito mentre si trova nel fegato. Nessun organo può svolgere la funzione di disintossicazione del fegato. Le persone che hanno problemi al fegato possono soffrire di una mancanza di glucosio nel sangue.

Oltre a queste importanti funzioni, il fegato aiuta a combattere le malattie infettive, in particolare quelle che si presentano nell'intestino. Pertanto, una corretta alimentazione, la dieta durante la malattia contribuiscono a una pronta guarigione.

Produzione di bile

Una delle funzioni più importanti del fegato è la produzione di bile. Il volume della bile secreta è fino a 1,5 litri al giorno. La bile è un liquido giallo viscoso amaro. Neutralizza l'azione dell'acido. Gli alimenti vengono digeriti principalmente a causa di liquidi alcalini (bile). Calcio e grassi sono assorbiti dal corpo proprio per questo. A seconda della digeribilità di varie sostanze può essere giudicato sulla produzione di bile. Se i grassi non sono assorbiti dal corpo nella giusta quantità, allora forse questo è un sintomo di una secrezione bile impropria. Un segno di problemi con la secrezione della bile è uno sgabello indelebile, come con esso viene rimosso il grasso non digerito, che è più leggero dell'acqua.

Se il grasso non viene assorbito, anche il calcio non entra nel corpo. Affinché il corpo possa ricostituire la carenza di calcio, inizia a lavarlo dalle ossa. Di conseguenza, iniziano a comparire malattie associate al sistema scheletrico del corpo. Molto spesso, la causa dell'osteoporosi e di malattie simili sembra essere una secrezione biliare insufficiente, a causa della quale non si sta verificando l'assorbimento dei grassi, e non una carenza di calcio, come alcuni pensano. La struttura del corpo è molto complessa e tutti i sistemi sono interconnessi.

La bile prodotta dal fegato non è solo un rompiagrassi, ma aiuta anche a purificare il corpo dalle tossine che si formano. Pulisce anche l'intestino, lo lava e ripristina la microflora. Quando le pietre si formano nel fegato e nella cistifellea, il flusso della bile nell'intestino diventa difficile. Il sintomo di tali formazioni è un cambiamento nel colore delle feci nel giallo pallido, simile all'argilla. Le pietre del corpo si formano a causa di una dieta scorretta. Altri motivi per il loro aspetto sono stili di vita malsani, consumo di alcool o droghe. Per il corpo ha iniziato a funzionare nella stessa modalità normale, è necessario rimuovere i calcoli biliari. Dopo la rimozione, la microflora verrà ripristinata, gli organi inizieranno a funzionare come prima.

Come proteggere il fegato dai disturbi?

Affinché vari sistemi del corpo funzionino correttamente, è necessario preservare un organo così importante come il fegato. Con la fine del suo sano funzionamento, possono iniziare problemi di salute, comprese le malattie del pancreas, dello stomaco e di altri organi. Il livello e la qualità della vita umana dipendono da quanto bene funzioni il fegato. Per evitare problemi, devi rispettare alcune regole.

Una delle regole principali per la conservazione della salute è il riconoscimento tempestivo della malattia che è iniziata. La malattia del fegato può essere identificata da alcuni sintomi distinti:

  • forte dolore al fegato, che può indicare un aumento dell'organo e la presenza di epatite virale;
  • cambia il colore della pelle e degli occhi dal normale al giallo;
  • consistenza delle feci liquide;
  • problemi della nave, ben segnalati;
  • piccola eruzione cutanea sul viso o sul petto.

Non appena è comparso almeno uno dei sintomi, è necessario dare un'occhiata più da vicino al proprio corpo e, con la comparsa di altri sintomi, consultare un medico. Con l'aiuto di test e ricerche, il medico sarà in grado di identificare se ci sono problemi con il fegato e quali sono le caratteristiche dell'organo e, nel caso di una risposta positiva, prescrivere un trattamento.

Oltre al trattamento prescritto, è necessario seguire alcune semplici regole. Inoltre, la loro conformità è obbligatoria dopo il corso del trattamento, altrimenti c'è il rischio di malattia ricorrente. È anche necessario aderire a raccomandazioni simili per la prevenzione.

Prima di tutto, devi seguire una dieta rigorosa: eliminare completamente grassi, fritti, salati, speziati, affumicati, troppo dolci e alcolici.

Aggiungi alla dieta l'uso di verdure fresche e frutta in grandi quantità. Il burro è meglio sostituire la verdura. Bere molta acqua, utilizzare solo 1 litro di acqua minerale non gassata al giorno. Succhi freschi hanno un effetto positivo sul fegato. Prendere la medicina deve essere rigorosamente prescritta da un medico. Dopo aver consultato un medico, puoi ricorrere ai mezzi della medicina tradizionale. Con l'aiuto di ricette popolari, puoi pulire periodicamente il fegato, ma questo dovrebbe essere fatto con estrema cautela. Ci sono esercizi speciali per il recupero del fegato e il ripristino delle sue funzioni. Lo yoga ha anche un effetto benefico su un organo importante.

Pulizia del fegato e ripristino delle sue funzioni

È possibile cancellare il fegato e ripristinare così le sue funzioni con l'aiuto di rimedi popolari. Ma con questo metodo di trattamento ci sono controindicazioni, quindi è necessario consultare il medico in anticipo e scoprire le possibili conseguenze negative. La pulizia del fegato è vietata per le seguenti malattie:

  • l'epatite;
  • trovare calcoli biliari;
  • colecistite.

Per ulteriori informazioni sulle controindicazioni può essere ottenuto dal proprio medico. L'organo può essere pulito dopo il completamento del trattamento di queste malattie, quando il disturbo si è completamente ritirato. La pulizia aiuterà a migliorare il corpo. Questa procedura è raccomandata per le piccole anomalie nel fegato e con un leggero formicolio.

Uno degli strumenti collaudati per ripristinare le funzioni del fegato è la zucca. La ricetta della sua preparazione è molto semplice. La zucca dovrebbe essere piccola. Da esso è necessario tagliare la cima e cancellare i semi. Dopo aver pulito le interiora, la zucca deve essere riempita di miele e chiusa con una parte superiore tagliata. Metti la zucca in un luogo buio in modo che la luce non penetri affatto, per 10 giorni. Dopo il tempo prescritto, lo strumento sarà completamente pronto per l'uso.

Il corso del trattamento dura 20 giorni. Tre volte al giorno tutti i giorni prima dei pasti (circa 30-40 minuti), è necessario mangiare 1 cucchiaio. Dopo aver completato il corso, il fegato funzionerà molto meglio.

Puoi pulire il fegato con i denti di leone, più precisamente, con l'aiuto della marmellata di questi fiori. Questo metodo è molto veloce e comprovato. Marmellata, cucinata da fiori gialli, aiuta a pulire, eliminare molte malattie, persino l'epatite. Lo svantaggio di questo metodo è la stagionalità: devi raccogliere alcuni fiori mentre fioriscono. È necessario raccogliere 400 fiori e versare acqua fredda, lasciando per un giorno. Dopo aver spremuto i fiori e messo in una casseruola con 0,5 litri di acqua, fate bollire per 15 minuti, spegnete il fuoco, aggiungete il limone e 1 cucchiaino di acido citrico. Quando il contenuto della padella si raffredda, i fiori devono essere gettati via, dopo averli spremuti. Nel brodo aggiungere 1 kg di zucchero e far bollire la marmellata 3 volte per 5 minuti. Il risultato sarà circa 800-900 g di marmellata di tarassaco. È necessario utilizzarlo più volte al giorno su un cucchiaino e dopo un breve periodo di tempo noterai il risultato.

Ci sono molte ricette popolari per ripristinare le funzioni del fegato umano. Ma prima di usarli, dovresti consultare il tuo dottore. La salute generale dipende dal corretto funzionamento delle funzioni del fegato nel corpo umano.

Fegato e sue funzioni nel corpo

Il fegato è uno dei principali organi del corpo umano. L'interazione con l'ambiente esterno è fornita con la partecipazione del sistema nervoso, dell'apparato respiratorio, del tratto gastrointestinale, del sistema cardiovascolare, del sistema endocrino e del sistema di organi di movimento.

Una varietà di processi che si verificano all'interno del corpo, è dovuta al metabolismo o al metabolismo. Di particolare importanza nel garantire il funzionamento del corpo sono i sistemi nervoso, endocrino, vascolare e digestivo. Nel sistema digestivo, il fegato occupa una delle posizioni principali, fungendo da centro per l'elaborazione chimica, la formazione (sintesi) di nuove sostanze, un centro per neutralizzare sostanze tossiche (nocive) e un organo endocrino.

Il fegato è coinvolto nei processi di sintesi e decomposizione delle sostanze, nelle interconversioni di una sostanza in un'altra, nello scambio delle principali componenti del corpo, cioè nel metabolismo delle proteine, dei grassi e dei carboidrati (zuccheri), ed è anche un organo endocrino-attivo. Notiamo in particolare che nella disintegrazione del fegato, nella sintesi e deposizione (deposito) di carboidrati e grassi, nella scomposizione proteica dell'ammoniaca, nella sintesi dell'eme (base per l'emoglobina), nella sintesi di numerose proteine ​​del sangue e nel metabolismo intensivo degli amminoacidi.

I componenti alimentari preparati nelle precedenti fasi di lavorazione vengono assorbiti nel flusso sanguigno e consegnati principalmente al fegato. Vale la pena notare che se le sostanze tossiche entrano nelle componenti alimentari, entrano prima di tutto nel fegato. Il fegato è la più grande pianta di trasformazione chimica primaria nel corpo umano, dove avvengono i processi metabolici che interessano tutto il corpo.

Funzione epatica

1. Le funzioni barriera (protettive) e neutralizzanti consistono nella distruzione dei prodotti velenosi del metabolismo delle proteine ​​e delle sostanze nocive assorbite nell'intestino.

2. Il fegato è la ghiandola digestiva che produce la bile, che entra nel duodeno attraverso il dotto escretore.

3. Partecipazione a tutti i tipi di metabolismo nel corpo.

Considera il ruolo del fegato nei processi metabolici del corpo.

1. Metabolismo degli aminoacidi (proteine). Sintesi di albumina e parzialmente globuline (proteine ​​del sangue). Tra le sostanze che provengono dal fegato nel sangue, in primo luogo in termini di importanza per il corpo, puoi mettere le proteine. Il fegato è il sito principale della formazione di un numero di proteine ​​del sangue, fornendo una complessa reazione di coagulazione del sangue.

Nel fegato vengono sintetizzate numerose proteine ​​che partecipano ai processi di infiammazione e trasporto di sostanze nel sangue. Ecco perché lo stato del fegato influenza significativamente lo stato del sistema di coagulazione del sangue, la risposta del corpo a qualsiasi effetto, accompagnata da una reazione infiammatoria.

Attraverso la sintesi delle proteine, il fegato partecipa attivamente alle reazioni immunologiche del corpo, che sono la base per proteggere il corpo umano dall'azione di fattori infettivi o altri fattori immunologicamente attivi. Inoltre, il processo di protezione immunologica della mucosa gastrointestinale include il coinvolgimento diretto del fegato.

I complessi proteici con grassi (lipoproteine), carboidrati (glicoproteine) e complessi di trasporto (trasportatori) di alcune sostanze (ad esempio, transferrina - trasportatore di ferro) si formano nel fegato.

Nel fegato, i prodotti di degradazione delle proteine ​​che entrano nell'intestino con il cibo sono usati per sintetizzare nuove proteine ​​di cui il corpo ha bisogno. Questo processo è chiamato transaminazione degli aminoacidi e gli enzimi coinvolti nel metabolismo sono chiamati transaminasi;

2. Partecipazione alla scomposizione delle proteine ​​nei loro prodotti finali, cioè ammoniaca e urea. L'ammoniaca è un prodotto permanente della degradazione delle proteine, allo stesso tempo è tossico per il nervoso. sistemi di sostanze. Il fegato fornisce un processo costante di conversione dell'ammoniaca in una sostanza a bassa tossicità urea, quest'ultima viene escreta dai reni.

Quando la capacità del fegato di neutralizzare l'ammoniaca diminuisce, si verifica l'accumulo nel sangue e nel sistema nervoso, che è accompagnato da disturbi mentali e termina con uno spegnimento completo del sistema nervoso - il coma. Quindi, possiamo tranquillamente affermare che esiste una pronunciata dipendenza dello stato del cervello umano dal lavoro corretto e completo del suo fegato;

3. Scambio lipidico (grasso). I più importanti sono i processi di scissione dei grassi a trigliceridi, la formazione di acidi grassi, glicerolo, colesterolo, acidi biliari, ecc. In questo caso, gli acidi grassi con una catena corta si formano esclusivamente nel fegato. Tali acidi grassi sono necessari per il pieno funzionamento dei muscoli scheletrici e del muscolo cardiaco come fonte per ottenere una percentuale significativa di energia.

Questi stessi acidi sono usati per generare calore nel corpo. Del grasso, il colesterolo è sintetizzato nell'80-90% nel fegato. Da un lato, il colesterolo è una sostanza necessaria per il corpo, d'altra parte, quando il colesterolo è disturbato nel suo trasporto, si deposita nei vasi e provoca lo sviluppo di aterosclerosi. Tutto ciò permette di tracciare la connessione del fegato con lo sviluppo di malattie del sistema vascolare;

4. Metabolismo dei carboidrati. Sintesi e decomposizione del glicogeno, conversione del galattosio e del fruttosio in glucosio, ossidazione del glucosio, ecc.;

5. Partecipazione all'assimilazione, conservazione e formazione di vitamine, in particolare A, D, E e gruppo B;

6. Partecipazione allo scambio di ferro, rame, cobalto e altri oligoelementi necessari per la formazione del sangue;

7. Coinvolgimento del fegato nella rimozione di sostanze tossiche. Le sostanze tossiche (specialmente quelle dall'esterno) sono distribuite e sono distribuite in modo non uniforme in tutto il corpo. Una fase importante della loro neutralizzazione è lo stadio di cambiamento delle loro proprietà (trasformazione). La trasformazione porta alla formazione di composti con capacità meno o più tossiche rispetto alla sostanza tossica ingerita nel corpo.

eliminazione

1. Scambio di bilirubina. La bilirubina è spesso formata dai prodotti di degradazione dell'emoglobina rilasciata dall'invecchiamento dei globuli rossi. Ogni giorno, l'1-1,5% dei globuli rossi viene distrutto nel corpo umano, inoltre, circa il 20% della bilirubina viene prodotta nelle cellule del fegato;

La rottura del metabolismo della bilirubina porta ad un aumento del suo contenuto nel sangue - iperbilirubinemia, che si manifesta con ittero;

2. Partecipazione ai processi di coagulazione del sangue. Nelle cellule del fegato si formano sostanze necessarie per la coagulazione del sangue (protrombina, fibrinogeno), nonché un certo numero di sostanze che rallentano questo processo (eparina, antiplasmina).

Il fegato si trova sotto il diaframma nella parte superiore della cavità addominale a destra e in condizioni normali negli adulti non è palpabile, in quanto è coperto da costole. Ma nei bambini piccoli, può sporgere da sotto le costole. Il fegato ha due lobi: il destro (grande) e il sinistro (più piccolo) ed è coperto da una capsula.

La superficie superiore del fegato è convessa, e quella inferiore - leggermente concava. Sulla superficie inferiore, al centro, ci sono particolari porte del fegato attraverso le quali passano i vasi, i nervi e i dotti biliari. Nell'incavo sotto il lobo destro c'è la cistifellea, che immagazzina la bile, prodotta dalle cellule del fegato, che sono chiamate epatociti. Al giorno, il fegato produce da 500 a 1200 millilitri di bile. La bile si forma continuamente e il suo ingresso nell'intestino è associato all'assunzione di cibo.

bile

La bile è un liquido giallo, costituito da acqua, pigmenti biliari e acidi, colesterolo, sali minerali. Attraverso il dotto biliare comune, è secreto nel duodeno.

Il rilascio di bilirubina dal fegato attraverso la bile assicura la rimozione della bilirubina, che è tossica per l'organismo, risultante dalla costante degradazione naturale dell'emoglobina (la proteina dei globuli rossi) dal sangue. Per violazioni su. In una delle fasi dell'estrazione della bilirubina (nel fegato stesso o nella secrezione biliare lungo i dotti epatici) la bilirubina si accumula nel sangue e nei tessuti, che si manifesta come un colore giallo della pelle e della sclera, cioè nello sviluppo dell'ittero.

Acidi biliari (cholates)

Gli acidi biliari (colati) in combinazione con altre sostanze forniscono un livello stazionario del metabolismo del colesterolo e la sua escrezione nella bile, mentre il colesterolo nella bile è in forma disciolta, o meglio, è racchiuso nelle particelle più piccole che forniscono l'escrezione di colesterolo. La perturbazione del metabolismo degli acidi biliari e di altri componenti che assicurano l'eliminazione del colesterolo è accompagnata dalla precipitazione dei cristalli di colesterolo nella bile e dalla formazione di calcoli biliari.

Nel mantenere uno scambio stabile di acidi biliari è coinvolto non solo il fegato, ma anche l'intestino. Nelle parti giuste dell'intestino crasso, i colati vengono riassorbiti nel sangue, il che garantisce la circolazione degli acidi biliari nel corpo umano. Il serbatoio principale della bile è la cistifellea.

cistifellea

Quando violazioni delle sue funzioni sono anche contrassegnate violazioni nella secrezione di bile e acidi biliari, che è un altro fattore che contribuisce alla formazione di calcoli biliari. Allo stesso tempo, le sostanze della bile sono necessarie per la completa digestione dei grassi e delle vitamine liposolubili.

Con una mancanza prolungata di acidi biliari e alcune altre sostanze della bile, si forma una mancanza di vitamine (ipovitaminosi). Eccessivo accumulo di acidi biliari nel sangue in violazione della loro escrezione con la bile è accompagnato da prurito doloroso della pelle e cambiamenti nella frequenza cardiaca.

La particolarità del fegato è che riceve sangue venoso dagli organi addominali (stomaco, pancreas, intestino, ecc.) Che, agendo attraverso la vena porta, viene liberato dalle sostanze nocive dalle cellule epatiche ed entra nella vena cava inferiore andando a cuore. Tutti gli altri organi del corpo umano ricevono solo sangue arterioso e donano.

L'articolo utilizza materiali provenienti da fonti aperte: Autore: Trofimov S. - Libro: "Malattie del fegato"

Quali sono le funzioni del fegato negli umani?

Il fegato è la ghiandola più grande responsabile di una serie di importanti processi biochimici nel corpo umano. Le funzioni del fegato sono molteplici. È opinione diffusa che questo organo sia maggiormente associato al tratto digestivo. Questa affermazione è vera. Tuttavia, il fegato interagisce con i sistemi nervoso, endocrino e cardiovascolare. Ha un ruolo cruciale nel mantenere il metabolismo e neutralizzare le tossine pericolose. Soprattutto questa funzione in presenza di stress e un forte deterioramento dei processi di supporto della vita.

A quale sistema di organi appartiene il fegato?

Il fegato umano, in senso figurato, agisce come un laboratorio chimico centrale. Poiché il prodotto di questo organo è la secrezione della bile, che è necessaria per la digestione del cibo, viene riferito al sistema digestivo. Il ferro produce gli enzimi necessari per l'assorbimento del cibo, distrugge le tossine. Con la sua partecipazione, si verificano tutti i tipi di metabolismo:

Sebbene il fegato produca diversi tipi di ormoni, non è incluso nel sistema endocrino.

Anatomia e struttura interna del fegato

Il fegato è la ghiandola più grande del sistema digestivo. Il suo peso può variare da uno a due a due chilogrammi. Posizione - destra, e una parte più piccola dell'ipocondrio sinistro del corpo. La struttura del fegato è caratterizzata dalla sua divisione in 2 metà (lobi). Una parte è separata dall'altra dalla piega principale.

Un'unità funzionale del fegato è il lobulo epatico. È inteso come una piccola area sotto forma di un prisma esagonale 1,5 largo e alto circa 2,5 mm. L'intero corpo consiste di oltre 500mila di tali formazioni, che insieme svolgono le funzioni epatiche di base.

Ciascuno dei segmenti è separato dall'adiacente partizione di collegamento più sottile, formando un triangolo. Ha dotti biliari. Nei diagrammi della struttura del lobo epatico si possono osservare piastre (raggi) che convergono insieme sotto forma di cellule - epatociti. Nel mezzo del sito è il centro di Vienna. Da esso al bordo del lobulo, le cellule del fegato si accumulano in file o catene.

Per cosa è un fegato?

La funzione principale del fegato nel corpo umano è di neutralizzare le tossine (veleni). Entrano nel corpo con cibo, bevande, aria inalata.

A causa dell'elevato numero di funzioni, il fegato è soggetto a danni rapidi.

Il ferro agisce come una specie di filtro che neutralizza i prodotti nocivi. È responsabile di molti processi e funzioni:

  • partecipa al tratto digestivo, sintetizza acidi biliari e bilirubina, corregge la separazione della bile;
  • sintetizza le sostanze proteiche - albumina, fibrinogeno, globuline;
  • regola il metabolismo delle proteine;
  • divide e decompone gli eritrociti;
  • svolge la disintossicazione, previene l'avvelenamento da masse tossiche, veleni e allergeni;
  • produce il metabolismo dei carboidrati, converte il glucosio in glicogeno;
  • è immagazzinato con vitamine, calcio, ferro, necessari per la formazione del sangue;
  • visualizza prodotti di decomposizione (fenolo, acido urico, ammoniaca, ecc.);
  • agisce come un "deposito" di emergenza per il sangue per la sua immediata compensazione in caso di perdita di sangue volumetrica.

disintossicazione

Per capire come funziona il fegato di una persona, va ricordato che abbiamo a che fare con un organo molto complesso. Un sistema circolatorio inquieto e un intricato schema di capillari biliari consente all'organismo di svolgere i suoi compiti.

Può sembrare incomprensibile, se la funzione principale del fegato è disintossicare le tossine, allora da dove vengono, se mangiamo, ad esempio, solo cibo sano. Le reazioni biochimiche che si verificano nel corpo causano la rottura degli aminoacidi. Come risultato, si formano prodotti di decomposizione, incluso un composto tossico - ammoniaca, che può avvelenare una persona dall'interno in violazione della sua eliminazione. Con l'aiuto del fegato, viene assicurato un processo continuo di formazione dell'urea, in cui viene convertita l'ammoniaca. L'ammoniaca ha capacità tossiche - il suo eccesso colpisce il cervello, portando al coma e alla morte.

Eseguendo le sue funzioni dirette, il fegato converte veleni, tossine, altri composti attivi in ​​formazioni meno dannose, che sono quindi facilmente escreti nelle feci. La rottura degli amminoacidi e la conversione dell'ammoniaca in urea è un processo abbastanza stabile. Non si ferma nemmeno in assenza del 90% del tessuto epatico.

Funzione digestiva

Il ruolo del fegato nel sistema digestivo è difficile da sovrastimare. È responsabile della formazione della bile. Il ferro produce la quantità necessaria di bile, che è formata da:

  • pigmenti;
  • acidi biliari;
  • bilirubina;
  • colesterolo.

La bile aumenta la motilità intestinale, aiuta ad assorbire le vitamine, attiva altri enzimi coinvolti nella digestione del cibo (ad esempio il succo pancreatico).

La separazione della bile nel fegato (coleresi) avviene continuamente. La secrezione della bile (cholekinesis) viene effettuata solo durante la digestione. Quando una persona inizia a mangiare, la bile dalla colecisti attraverso il dotto entra nel duodeno. Quando le violazioni del sistema epatobiliare diminuiscono la produzione di enzimi coinvolti nella lavorazione di proteine, grassi e carboidrati, l'intestino inizia a funzionare male, la digestione del cibo si deteriora.

La partecipazione al metabolismo

Il valore del fegato nel mantenimento della vita umana è grande. Svolge non solo le funzioni di digestione e circolazione del sangue, ma svolge anche il metabolismo, anche ormonale. I seguenti tipi di ormoni si disintegrano nel tessuto epatico:

  • insulina;
  • tiroxina;
  • glucocorticoidi;
  • aldosterone;
  • estrogeni.

Non è presente nel sangue il colesterolo, ma il suo composto con proteine ​​- lipoproteine. A seconda della densità, sono chiamati "buoni" e "cattivi". Le lipoproteine, che hanno un'alta densità, sono utili per l'uomo, in particolare, prevengono l'aterosclerosi. Il colesterolo è la base, un componente necessario per la formazione della bile. I composti proteici "cattivi" sono colesterolo dannoso.

Nel processo del metabolismo dei carboidrati, il fegato assorbe il galattosio. Negli epatociti, viene convertito in glucosio, che viene quindi convertito in glicogeno. Questa sostanza è progettata per mantenere una normale concentrazione di glucosio nel sangue. Quando il livello di zucchero sale dopo un pasto, le cellule del fegato iniziano a sintetizzare il glicogeno, oltre a depositarlo (messo in riserva).

Sintesi di proteine ​​e fattori di coagulazione

Il fegato è estremamente importante nel funzionamento del corpo. Fornisce una costante concentrazione di nutrienti nel sangue e mantiene la composizione del plasma al giusto livello. Coordina anche la connessione del cerchio portale del sangue che scorre attraverso la vena porta con la circolazione generale. Sintetizza:

  • fattori di coagulazione delle proteine;
  • albumina;
  • fosfatidi plasmatici e la maggior parte delle sue globuline;
  • il colesterolo;
  • carboidrati e altri enzimi.

Altre caratteristiche

Il fegato ha molte funzioni: dal metabolismo dei carboidrati e delle proteine ​​alla disgregazione degli ormoni e della coagulazione del sangue. Quindi, se il corpo non è fornito di proteine ​​sufficienti per nessuna ragione, il fegato invia la riserva che ha accumulato per bisogni "comuni". Con lo scambio di vitamine, la ghiandola produce una certa quantità di acidi biliari, che trasportano vitamine liposolubili per l'intestino. Ritarda alcune vitamine, creando la loro riserva. Qui c'è uno scambio di oligoelementi come manganese, cobalto, zinco e rame.

Una delle funzioni di base del fegato è la barriera. Sotto le condizioni di attacchi costanti di tossine sul corpo umano, questa ghiandola agisce come un filtro affidabile, prevenendo l'avvelenamento.

Un'altra importante funzione è immunologica. La funzione neutralizzante può attivare l'immunità in risposta al danno tissutale e alle varie infezioni.

Innervazione e funzioni di circolazione del sangue

L'apporto di sangue al fegato viene effettuato in due modi: dalla vena porta e dall'arteria epatica. Il valore della seconda fonte, anche se meno produttivo, non può essere sottostimato, poiché il sangue arterioso entra già arricchito con l'ossigeno necessario per l'organismo.

Innervazione si verifica con la partecipazione del plesso epatico, che si trova nel mezzo delle foglie del legamento epatoduodenale lungo la periferia dell'arteria epatica. Questo processo coinvolge rami dei nodi diaframmatici e dei nervi vago.

Fattori che influenzano la funzionalità epatica

La disfunzione si verifica con epatite (infiammazione), epatite (degenerazione cellulare), malattie tumorali nel corpo. Anche se il fegato ha un alto tasso di recupero, se non lo aiuti, c'è il rischio di perdere un organo vitale. Allora solo il trapianto ti aiuterà.

Prima di tutto, per la salute del fegato, si consiglia di rimuovere dalla dieta tutti i prodotti semilavorati, fritti e cibi grassi pesanti. Ciò è particolarmente vero per il grasso di maiale e di agnello, dal momento che questi grassi vengono lavorati dalla bile e, se non è abbastanza nel corpo, può verificarsi un avvelenamento grave.

La formazione di calcoli biliari interrompe il normale lavoro a causa di un metabolismo scorretto. Aumentando la quantità di colesterolo o bilirubina diminuisce la quantità di sale necessaria per dissolverli. Ciò causa la formazione di formazioni dense chiamate calcoli.

Un'altra causa comune di patologia è considerata come malattie di altri organi digestivi, in particolare il pancreas. Disturbi dello scambio di bile si verificano con una dieta scorretta.

I primi segni di disfunzione d'organo

Poiché il fegato ha potenziali compensatori sufficientemente grandi, le malattie, soprattutto all'inizio, si presentano senza sintomi evidenti. Poiché il ferro appartiene al sistema digestivo, le malattie che ne derivano sono manifestate da malfunzionamenti del tratto gastrointestinale. I pazienti sentono disagio, dolore nel giusto ipocondrio, sensazione di trabocco. Abbastanza spesso ci sono diarrea e costipazione, accompagnati da nausea. Possono verificarsi scolorimento delle feci, scolorimento delle urine e ingiallimento della pelle.

Altre manifestazioni della malattia:

  • febbre;
  • perdita di appetito;
  • sentirsi rotto;
  • brividi;
  • una forte diminuzione della massa muscolare.

Come mantenere la salute del fegato

Per mantenere la salute del fegato in modo che funzioni con le sue funzioni, è necessario limitare il consumo di alcol, muoversi di più, cambiare la dieta - ridurre il consumo di grassi e carboidrati. È necessario ridurre al minimo l'uso di antidepressivi, antibiotici, antidolorifici. Prestare attenzione all'igiene personale, lavarsi le mani con il sapone dopo la strada e prima di mangiare. È importante controllare il peso, utilizzare un calcolatore di calorie per prevenire l'obesità.

Sosudinfo.com

Neuropatia: cos'è?