Ripristino della vista dopo l'intervento chirurgico per il distacco della retina

Le informazioni sul tempo trascorso il quale la visione viene ripristinata dopo l'intervento chirurgico per il distacco di retina diventeranno rilevanti per molti pazienti con questa patologia. La malattia si verifica a causa della separazione della retina dalla coroide ed è considerata grave: una delle sue conseguenze può essere la completa perdita della capacità di vedere. Spesso, al fine di mantenere gli organi della visione in uno stato di salute, è necessario un intervento chirurgico ripetuto.

La necessità di ripristinare la vista dopo l'intervento chirurgico

L'intervallo di tempo attraverso il quale la visione può essere ripristinata durante il distacco di retina è determinata da molti fattori. Il processo di riabilitazione è preceduto da un riposo a letto di 3-4 giorni, dopo il quale il paziente può gradualmente tornare al solito modo di vivere.

Le caratteristiche della struttura della retina, che è un tessuto nervoso altamente organizzato, possono richiedere un lungo periodo di tempo per il pieno recupero. La normalizzazione della vista dopo l'intervento chirurgico si verifica principalmente entro 1-3 mesi. In una categoria separata di pazienti, il processo può richiedere sei mesi. In primo luogo, questo è tipico per ripristinare la visione nella miopia e nella vecchiaia.

La qualità e l'acutezza visiva nel periodo postoperatorio dipendono da diversi fattori:

  • condizioni retiniche;
  • tempestività dell'operazione;
  • trasparenza del supporto ottico del bulbo oculare;
  • lavoro completo del nervo ottico.

Il successo della riabilitazione richiederà l'approccio più serio e l'adempimento di tutte le prescrizioni del medico curante.

Il successo del ripristino della vista dopo le manipolazioni chirurgiche sulla retina dipende in gran parte dalla professionalità degli specialisti che hanno eseguito l'operazione. Un altro fattore che contribuisce a una pronta guarigione è l'attitudine responsabile del paziente alle raccomandazioni ricevute durante il periodo postoperatorio.

Periodo di riabilitazione precoce

Nei primi giorni postoperatori, gli specialisti danno al paziente raccomandazioni su come comportarsi per recuperare con successo in futuro.

Tradizionalmente, il periodo dopo l'intervento chirurgico è suddiviso in un periodo iniziale, della durata di 1 mese e in ritardo, a partire da un mese dopo l'intervento chirurgico.

La prima volta dopo l'intervento chirurgico per il distacco di retina richiederà al paziente maggiore attenzione alla propria salute. Durante il periodo di recupero precoce, è importante osservare le seguenti raccomandazioni:

  1. Non permettere il sollevamento e il trasporto di pesi superiori a 3 kg, attività sportive intensive (l'ultimo divieto non si applica al camminare o nuotare).
  2. Per prevenire lo sviluppo di raffreddori e malattie infettive che possono aumentare significativamente la probabilità di complicanze postoperatorie, per evitare concentrazioni di massa di persone.
  3. Durante il primo mese, monitorare quotidianamente la posizione della testa, evitare di chinarsi (nella vita di tutti i giorni, si dovrebbe ricorrere all'aiuto dei propri cari quando si allacciano i lacci delle scarpe, si lavano la testa, ecc.).
  4. Evitare di fare bagni caldi, di stare all'aria aperta durante un periodo di maggiore attività solare e in ambienti con alte temperature (bagni, saune, solarium).
  5. In estate, usa gli occhiali da sole.

L'esecuzione di queste azioni ridurrà al minimo il rischio di distacco di retina secondario dopo l'intervento chirurgico.

Durante il periodo di recupero precoce, la presenza di cuciture sulla congiuntiva può causare disagio o disagio quando si tenta di battere ciglio. Questi punti vengono rimossi dopo un incidente 10-14 giorni dopo l'intervento.

Dopo le procedure chirurgiche, viene prescritto un trattamento speciale, che comporta l'assunzione di determinati farmaci per ripristinare la funzionalità retinica.

La comparsa di sintomi indesiderati sotto forma di granelli, una cortina nera in vista, la torbidità dell'immagine richiederà una visita urgente a un oftalmologo che monitorerà il paziente durante il periodo postoperatorio. Tali fenomeni possono indicare un distacco di retina.

Regole rilevanti durante il periodo di recupero tardivo

Un mese dopo la dimissione, il paziente dovrà visitare un oculista, incluso un normale stato di salute. Questo è necessario per esaminare a fondo il fondo e rilevare i cambiamenti nello stato degli organi della visione.

Per garantire una maggiore sicurezza, i pazienti sono invitati ad aderire alla maggior parte delle regole specificate durante il passaggio del periodo di recupero precoce. Le azioni aggiuntive di pazienti che si riprendono durante il periodo di riabilitazione tardivo consistono in:

  • rifiuto di uno sforzo fisico illimitato;
  • prevenzione di lesioni e intasamento dell'occhio operato;
  • riducendo al minimo l'esposizione al sole.

Nel processo di lavaggio e lavaggio della testa, è necessario evitare l'irritazione con i prodotti per la cura del bulbo oculare e l'ingresso di acqua in esso. In questo caso, dovrai dare al corpo una posizione appropriata. Se l'acqua penetra ancora negli occhi, dovrai gocciolare i farmaci prescritti dal medico dopo il trattamento chirurgico.

Le gocce oculari sono prescritte per prevenire complicazioni sotto forma di infezione. Per eseguire correttamente la procedura, è necessario applicarli da soli, utilizzando uno specchio, o ricorrere all'aiuto di persone vicine.

Per fare questo, butta indietro la testa, abbassa la palpebra inferiore e cerca di guardare in alto. Le gocce dovrebbero cadere nello spazio formato tra la palpebra e l'organo della vista. È importante evitare di contattare l'occhio operato con la fiala. Quando si prescrive l'unguento, deve essere applicato sopra la palpebra inferiore, quindi lampeggiare per 10 secondi.

La maggior parte delle raccomandazioni elencate sono standard, create per uso generale. Nei casi atipici, il paziente può essere ripristinato secondo uno schema terapeutico postoperatorio individuale.

Raccomandazioni generali

Le seguenti raccomandazioni saranno utili a tutti i pazienti sottoposti a trattamento chirurgico del distacco di retina:

  1. È necessario seguire il programma delle visite dal medico curante e venire alla reception rigorosamente nel giorno designato.
  2. In primo luogo, vale la pena astenersi dalla guida.
  3. È importante evitare di sfregare gli occhi e corpi estranei in essi.

Affinché la visione possa essere ripristinata il più presto possibile, si può raccomandare l'uso di lenti a contatto o occhiali. Quando il paziente si riprende, in alcuni casi può verificarsi una distorsione dei contorni degli oggetti, oppure può apparire una divisione. Più spesso, questi sintomi si attenuano nel periodo da 2-3 settimane a diversi mesi.

Dopo l'intervento, il bulbo oculare è spesso irritato, che può causare gonfiore delle palpebre, accompagnato da abbondanti secrezioni. La gravità di questi fenomeni è determinata dalle peculiarità dell'operazione e dalla reazione individuale del corpo ai microtraumi ottenuti dopo di esso.

Le restrizioni necessarie per il corretto svolgimento del periodo postoperatorio vengono gradualmente rimosse. In caso di improvviso deterioramento dell'acuità visiva o infiammazione del bulbo oculare, sarà necessaria una consultazione urgente di uno specialista qualificato.

Come evitare le complicazioni? Distacco retinico dopo l'intervento: cosa non fare

I principali metodi per combattere il distacco della retina sono il riempimento locale e circolare, la correzione laser. Se c'è un danno al corpo vitreo, viene eseguita la vitrectomia (rimozione).

Le operazioni sono considerate sicure. Per aumentare la probabilità di un esito positivo, è necessario utilizzare i servizi di chirurghi esperti e seguire il regime. Per ogni periodo di recupero della vista è caratterizzato da determinate misure.

Fasi di recupero e raccomandazioni

Ci sono 3 fasi dopo l'intervento chirurgico:

  • il primo giorno dopo l'intervento chirurgico;
  • periodo iniziale (primi 30 giorni);
  • periodo di recupero tardivo.

Periodo di riabilitazione precoce: cosa non fare in questo momento

Dopo l'operazione di riempimento extrasclerale la mattina del giorno successivo, il paziente deve rimuovere la benda, trattare la palpebra con un tampone di cotone immerso in una soluzione al 25% di cloramfenicolo o furacilina (0,02%), lasciare l'occhio non sigillato.

Un divieto completo viene imposto alla visione della TV dopo l'operazione (primi 3 giorni), al di fuori (2 giorni), all'attività fisica e visiva (2 settimane).

Il paziente dovrà osservare il regime dopo l'intervento. Parte del primo periodo di riabilitazione che trascorrerà a letto. Puoi mentire solo sul lato o sulla schiena, sullo stomaco - è impossibile.

Dopo che il medico ti ha permesso di alzarti e impegnarti in attività domestiche, dovresti evitare di abbassare la testa. Dovrebbe essere sempre dritta.

Durante il periodo di recupero, devono essere seguite le seguenti raccomandazioni:

  • Non entrare in zone con umidità elevata;
  • evitare il surriscaldamento del corpo;
  • non sollevare oggetti più pesanti di 3-4 kg;
  • prendere le medicine in programma, seppellire gli occhi, cambiare la benda 1 volta al giorno;
  • lavati, gettando indietro la testa.

Aiuto. Un appuntamento con un medico è invitato per 10 e 30 giorni di calendario dal momento dell'operazione.

È necessaria una visita a uno specialista dopo l'intervento chirurgico, in quanto le gocce vengono utilizzate secondo uno schema che richiede una regolazione individuale.

Applicazione standard non adattata:

  • 4 gocce al giorno per tutta la settimana;
  • 3 volte al giorno durante la 2a settimana;
  • 2 gocce ogni 24 ore per tutta la 3a settimana;
  • goccia a goccia ogni 24 ore durante la quarta settimana.

Periodo di recupero tardivo

Le misure adottate in questo momento mirano principalmente a ripristinare la funzione visiva. Per raggiungere l'obiettivo il più rapidamente possibile, dovresti:

  • rifiutare di guidare una macchina per diversi mesi;
  • usare occhiali con lenti colorate;
  • rispondere tempestivamente a cambiamenti insoliti negli occhi;
  • non visitare il solarium, i bagni, le saune, la piscina fino alla completa guarigione;
  • rafforzare il sistema immunitario (evitare malattie infettive e virali);
  • limitare l'attività visiva (non più di 3 ore).

Allenamenti esaustivi, duro lavoro fisico sono controindicati durante l'anno.

Complicazioni postoperatorie

Le conseguenze più spesso indesiderabili sorgono a causa di difetti nella tecnica chirurgica.

Altre possibili cause di complicanze dopo l'intervento chirurgico:

  • non conformità con la prescrizione del medico da parte del paziente durante il periodo postoperatorio;
  • modalità visiva sbagliata;
  • farmaci non corrispondenti.

Attenzione! La probabilità di conseguenze per la chirurgia scleroplastica è superiore al 9%, con tamponamento al silicone - 3,23%. Il distacco totale si verifica nel 3% dei casi.

Complicazioni tipiche per questo tipo di chirurgia:

  1. Distacco ripetuto

La ricaduta può essere causata da eccessiva cauterizzazione, blocco incompleto del gap, blocco non di tutte le aree problematiche. Se si verifica una distanza nella distanza, è necessaria un'operazione. In alcuni casi, risulta evitare l'intervento re-chirurgico. Invece, pratica la coagulazione leggera.

Nelle patologie che si sono sviluppate sullo sfondo di una violazione del regime, spesso usano tattiche di attesa. In questo momento, il paziente rispetta le prescrizioni prescritte dal medico. Inoltre, si è rinnovato congedo per malattia. Con un deterioramento della salute, l'inefficacia delle misure adottate da entrambe le parti, viene presa in considerazione la fattibilità di una nuova operazione.

Foto 1. Il fondo dell'occhio con distacco di retina. La patologia è nell'angolo destro, sull'immagine di un colore grigio-verde.

  1. Distacco della coroide

Cause dello sviluppo: scarsa tenuta della ferita postoperatoria, comportamento tecnicamente scorretto durante la chirurgia oculare. La prognosi è nella maggior parte dei casi favorevole. La patologia si risolve in poche settimane. In alcuni casi, il processo porta ad una forte diminuzione dell'acuità visiva. In assenza di progresso, è indicata la sclerotomia.

  1. Riduzione marcata dell'organo ottico
  1. Suppurazione, rigetto di nastri, otturazioni, infiammazioni delle strutture interne dell'occhio

Le aree patologicamente alterate vengono rimosse urgentemente. Il materiale viene inviato a studiare. Il paziente viene prescritto antibiotici.

  1. Rottura sclerale

Foto 2. Sclera lacerata dell'occhio. Tale patologia è una complicanza dopo l'intervento chirurgico per il trattamento del distacco di retina.

  1. Tardo rossore dell'occhio

Il fenomeno non si verifica immediatamente dopo l'intervento chirurgico. Si sviluppa sullo sfondo di problemi cronici con circolazione del sangue, trombosi vascolare lenta o incompleta. Il trattamento medico può essere la causa principale del nuovo distacco.

  1. Squeeze syndrome

Manifestato a causa del nastro eccessivamente forte e con il posizionamento non riuscito. La patologia scompare dopo la terapia farmacologica o la rimozione del nastro circolatorio chirurgicamente.

Inoltre, ci sono effetti collaterali che sono considerati normali in determinati contesti. L'elenco delle complicazioni che non richiedono la modalità di correzione, misure cardinali:

  • aumento a breve termine della pressione oculare (passa nei primi 3 giorni dopo l'intervento);
  • visione doppia;
  • arrossamento dell'organo della vista (nel tempo il livido diventa giallo e dopo alcune settimane il problema scompare da solo);
  • dolore (il disagio a breve termine nell'occhio stesso, e non oltre, è considerato la norma).

Distacco della retina: prognosi dopo l'intervento

Il trattamento è efficace nel 60-80% dei casi.

Le possibilità di un esito positivo con la stratificazione di patologie dell'organo visivo, forme aggravate, sviluppo di complicanze, malattie croniche di altri sistemi e organi:

  1. In circa il 33% del tempo operato, l'acuità visiva ritorna in pochi mesi. Dopo il reintervento nel 40% dei pazienti, la visione rimane al livello di 0,01-0,02. La completa assenza di dinamica positiva è osservata nei processi distrofici nelle parti centrali della retina. Nei pazienti con forme inedite della malattia, dopo il trattamento cardinale, la funzionalità visiva migliora, ma è improbabile un recupero completo.

È importante! I punti vengono selezionati in 2-3 mesi dal momento dell'operazione, a meno che il medico curante non abbia stabilito altri termini.

  1. La probabilità di re-peeling diminuisce con il tempo. Molto spesso, il problema si manifesta nei primi 2 mesi: dopo un anno e mezzo, le probabilità di un risultato sfavorevole diventano minime.
  2. Dopo una recidiva primaria, 5-7 persone su 10 raggiungono un adattamento anatomico della retina. I restanti pazienti sono costretti a subire la procedura molte volte. Se la zona maculare è coinvolta nel processo, è ancora possibile far fronte al difetto, ma l'acuità visiva si riprende leggermente. Il progresso potrebbe essere assente.

Video utile

Guarda un video sul distacco della retina, i suoi sintomi, le cause e il trattamento.

Vita dopo l'intervento chirurgico per il trattamento del distacco di retina

L'operazione non è adatta per la monoterapia. Le misure radicali sono combinate con l'assunzione di farmaci, il rafforzamento del sistema immunitario, un regime speciale per gli occhi (riduzione dell'attività visiva in combinazione con esercizi). Con l'osservanza di questi regolamenti e l'assenza di complicazioni, la prognosi è favorevole. Molti pazienti gestiscono non solo per evitare una nuova operazione, ma anche per ripristinare l'acuità visiva.

Raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico sulla retina

Diagnosi, trattamento

I nostri vantaggi

Conformità agli standard internazionali ISO 9001: 2015.

Oggi è la chirurgia di correzione della vista più efficace.

Garanzia a vita sulla qualità delle operazioni.

Sono state introdotte nuove tecnologie e metodi che portano a risultati coerenti.

Promozioni e sconti

* Gli sconti non sono cumulativi.

La chirurgia retinica non è attualmente rara. La prognosi per la salute del paziente è determinata non solo dalla tempestività dell'intervento chirurgico e dalle qualifiche del medico, ma anche dal serio approccio del paziente alle raccomandazioni mediche per il periodo postoperatorio.

La moderna chirurgia oculare presso il Centro di Chirurgia Oftalmica viene eseguita utilizzando apparecchiature microchirurgiche. La diagnosi preoperatoria di alta qualità, l'elevata accuratezza delle azioni di ciascun medico e l'uso di metodi innovativi di trattamento possono ridurre al minimo le complicanze nel periodo postoperatorio. Allo stesso tempo, le raccomandazioni dopo l'operazione praticamente non limitano il paziente nelle attività quotidiane.

Periodo di recupero anticipato

Entro 1 mese dopo la chirurgia microchirurgica sulla retina, si dovrebbe prestare attenzione alle seguenti raccomandazioni:

  • Limitazione dell'attività fisica. Si tratta di un rifiuto di sollevare pesi superiori a 3 kg, allenandosi in palestra con intensi carichi di energia. Tuttavia, altri tipi di attività fisica, come camminare o nuotare, non sono controindicati.
  • Controllo della posizione della testa. Dopo una microchirurgia sugli occhi è severamente vietato inclinare la testa verso il basso. Ciò vale anche per la scelta della postura del sonno: la posizione del corpo sull'addome dovrebbe essere evitata. Inoltre, non è consigliabile legare i lacci delle scarpe, lavarsi la testa a testa bassa, lavorare in campagna, ecc.
  • Evitare il raffreddore. Qualsiasi malattia infettiva, anche se è un comune "raffreddore", può aumentare il rischio di complicanze agli occhi nel primo periodo dopo l'intervento chirurgico. Pertanto, si consiglia di limitare le visite ai luoghi pubblici per 1 mese in quanto l'operazione è stata eseguita.
  • Evitare le procedure termiche. Questo vale per bagni e saune, vasche idromassaggio e lettini abbronzanti.
  • Evitare l'eccessiva insolazione. La retina è molto sensibile alla luce solare. In estate, devi indossare costantemente un cappello e occhiali da sole.
  • Ricevimento di medicine La chirurgia non è la fase finale del trattamento. Il medico prescrive un regime di trattamento postoperatorio, grazie al quale la retina ripristina più rapidamente le sue funzioni.

Se ci sono sintomi insoliti da parte dell'occhio operato, per esempio "macchie" nel campo visivo, è necessario contattare urgentemente l'oftalmologo presente.

Periodo di recupero tardivo

Dopo 1 mese dall'intervento, è necessario venire a un appuntamento con un oftalmologo, anche in assenza di disturbi. Il medico esaminerà il fondo e valuterà la dinamica della condizione.

Restrizioni nello stile di vita sono ragionevoli per gli occhi e la salute generale. È necessario evitare:

  • forte sforzo fisico;
  • situazioni traumatiche per l'occhio operato;
  • intossicazioni,
  • lunga permanenza al sole

È possibile fissare un appuntamento con un oftalmologo presso il Centro di Chirurgia Oftalmica per scoprire le indicazioni e le controindicazioni per la chirurgia al telefono: +7 (495) 727-00-44.

Trattamento della retina: specialisti

Dottore in Scienze Mediche, Professore del Dipartimento di Oftalmologia, Facoltà di Formazione Professionale Continua RNMU. NI Pirogov, dottore della più alta categoria dal 1996

Dopo l'intervento sul periodo di recupero della retina

Hai subito un'operazione grave e dopo il trattamento in ospedale sei dimesso a casa. Il periodo postoperatorio precoce è stato completato e la riabilitazione e la riabilitazione sotto la supervisione di un oculista nel luogo di residenza è richiesta entro 1-1,5 mesi dopo l'intervento.

Noi, nel nostro dipartimento, ti consigliamo di seguire queste linee guida:

  1. Continua l'instillazione dei colliri indicati nella dichiarazione di dimissione. Puoi seppellire le gocce da solo, o parenti e vicini di casa possono aiutare.
  2. Come seppellire i colliri:
  • Devi lavarti le mani con acqua e sapone;
  • Prendi una posizione sdraiata sulla schiena e guarda verso il soffitto. Quando acquisisci esperienza, puoi seppellirti seduto o in piedi di fronte a uno specchio, con la testa leggermente inclinata;
  • Prendi una pipetta in mano, o se hai una bottiglia con gocce, quindi capovolgi la bottiglia, posiziona il cannone ad occhio sopra l'occhio nell'angolo interno. Abbassare delicatamente la palpebra inferiore dell'occhio operato e rilasciare gocce. Dopo l'instillazione, è impossibile stringere forte le palpebre, mentre la medicina viene espulsa dagli occhi e l'effetto terapeutico sarà inferiore. Si consiglia di premere l'angolo interno dell'occhio con il dito, quindi le gocce non entreranno nel passaggio lacrimale-nasale e il loro impatto sarà massimo. Tra l'instillazione delle gocce, devi fare una pausa di 5-10 minuti affinché la medicina funzioni, e poi seppellirai le gocce successive secondo lo scopo. Se si usano le pipette, per ogni tipo di goccioline si dovrebbe avere una pipetta individuale. Le pipette prima dell'uso devono essere bollite per diversi minuti e inserite in ciascuna fiala con gocce.
  1. La benda coperta non può essere indossata. Per strada, è meglio chiudere gli occhi con una benda per 1-2 settimane dopo la dimissione. A seconda delle condizioni dell'occhio, il medico può consentire di rimuovere la fasciatura prima.
  2. Il cibo dovrebbe essere completo e facilmente digeribile, contenere vitamine (A, B, C, E), elementi (zinco, selenio) e antiossidanti (beta carotene). La dieta dovrebbe essere in quantità sufficiente di verdure, frutta, olio vegetale, pane integrale. La quantità di liquido non deve essere superiore a 1,5 litri al giorno, inclusi i primi piatti. Una grande quantità di liquido può portare a gonfiore e aumento della pressione sanguigna, stress sul sistema cardiovascolare. Evitare cibi che causano sete e ritenzione di liquidi (salinità, carne affumicata, spezie, ecc.). Tè e caffè forti sono controindicati, in quanto possono causare uno spasmo dei vasi sanguigni, un aumento della pressione sanguigna. Le bevande alcoliche come il brandy, i vini fortificati sono inaccettabili, il loro uso causa espansione e quindi vasocostrizione.
  3. Ogni giorno si cammina all'aria aperta, almeno 60 minuti al giorno, poiché la mancanza di ossigeno causa danni ai vasi della retina e del nervo ottico. È necessario dormire almeno 8 ore al giorno.
  4. È necessario limitare il carico visivo, leggere, guardare la televisione, lavorare sul computer. TV, è consigliabile guardare non più di 2-3 ore al giorno con interruzioni.
  5. Eliminare l'attività fisica, lavorare in negozi caldi e al sole, attività associate a stress, vibrazioni, scuotimento del corpo, busto. Non è possibile spostare i mobili nell'appartamento, trasportare sacchi di patate, pieni di secchi d'acqua, per molto tempo per lavorare in una posizione inclinata nel paese ea casa. Ciò causa un eccessivo afflusso di sangue alla testa e quindi agli occhi. Puoi fare solo ginnastica leggera, esercizi di respirazione. Entro 2 mesi, il peso massimo che può essere portato nelle mani non deve superare gli 8-10 kg. Durante questo periodo, il picco corioretinico si forma dopo crio e coagulazione laser. Evitare stitichezza e tosse, perché durante lo sforzo, i vasi possono scoppiare e possono verificarsi lacrime sulla retina.
  6. Lavare molto attentamente, senza toccare l'occhio operato. Puoi toccare le palpebre nella proiezione del bordo dell'osso dell'orbita. Il bagno non può prendere un caldo, lo stesso vale per l'anima. L'occhio operato in un primo momento deve essere bloccato con una benda. Dopo il trattamento dell'acqua, è necessario gocciolare le gocce oculari. Bagno o sauna possono essere visitati non prima di 6 mesi dopo l'intervento. L'ingresso nel bagno turco non deve superare i 2 minuti. È necessario evitare procedure acustiche contrastanti.
  7. Oltre all'instillazione, farmaci prescritti che migliorano il metabolismo nell'organo della vista, rafforzano i vasi sanguigni, antiossidanti. Il corso del trattamento postoperatorio include:
    • "Striks" 1 cap 2 volte al giorno, 15 giorni.
    • Simultaneamente con Strix, è necessario assumere Triovit 1 cap 2 volte al giorno per 2 mesi, quindi (dopo Triovit), Duovite 1 compressa di ogni colore 1 volta al giorno per un mese.
    • Dopo 6 mesi, è consigliabile ripetere il corso. Se hai 40 anni o più e non ci sono controindicazioni, allora il trattamento può essere aumentato prendendo il farmaco "Bilobil", 1 capsula 3 volte al giorno per 3 mesi. Un buon complesso multivitaminico è Multitabs Inteniv. Accettato 1 capsula al giorno per 1 mese, dopo sei mesi, il farmaco deve essere ripetuto.
  8. Il tuo oftalmologo dovrebbe supervisionare il trattamento.
  9. 30-45 giorni dopo l'operazione, se l'occhio è diventato calmo, non ci sono disagi, puoi tornare al tuo lavoro. Il carico di lavoro visivo nel processo di lavoro dovrebbe essere effettuato in buone condizioni di illuminazione.

RICORDA! Con l'apparenza di dolore, sensazione di pesantezza negli occhi, dolore alla testa sul lato dell'occhio, fotofobia, lacrimazione, visione offuscata, è necessario contattare immediatamente il medico o l'optometrista nel luogo di residenza.

Il trattamento ambulatoriale condotto correttamente e l'osservazione del dispensario, così come la conformità con le nostre raccomandazioni aiuteranno ad evitare complicazioni e preservare la loro visione.

Centro Ore

Lun-ven: dalle 8.00 alle 20.00

sub: da 8-00 a 14-00

I nostri telefoni

24-16-71 (multicanale) Registro

24-16-80 - Vice direttore medico

24-16-82 - Infermiera domestica

24-16-83 - Capo del Dipartimento dei bambini

24-16-96 - Capo del dipartimento per adulti

24-16-93 - Responsabile del laboratorio

24-16-86 - Mammography Cabinet

24-16-79 - Capo del Dipartimento di Radiologia

24-16-87 - Capo del Dipartimento di Diagnostica Funzionale

24-16-76 - Ingegnere capo

24-16-77 - Dipartimento Risorse umane

24-16-75 - Dipartimento economico

24-16-72 - Dipartimento informazioni e informatica

24-16-84 - Dipartimento di lavoro organizzativo e metodico

+7 (963) 820-16-61 o
+7 (4217) 30-16-61 - linea telefonica di fiducia

Materiali sulla chirurgia vitreoretinica, malattie retiniche e metodi del loro trattamento

Le operazioni sulla retina negli ultimi anni si sono svolte abbastanza spesso. Allo stesso tempo, la prognosi della visione dopo tale trattamento è determinata solo dalla tempestività e dalla qualità dell'operazione, ma anche dal rispetto di tutte le raccomandazioni del medico durante il periodo postoperatorio.

Nella moderna pratica clinica, l'attrezzatura microchirurgica ad alta precisione viene utilizzata per eseguire operazioni oftalmiche. Inoltre, aiuta a minimizzare il rischio di complicanze postoperatorie, completa diagnosi preoperatoria, alta qualificazione del chirurgo e uso di tecniche innovative. Durante il periodo postoperatorio, il paziente non è praticamente limitato, ma queste raccomandazioni dovrebbero essere prese molto sul serio.

Periodo di recupero anticipato

Durante il primo mese dopo aver eseguito un'operazione di microchirurgia sulla retina, devono essere seguite le seguenti regole:

  • La limitazione dell'attività fisica include il rifiuto di sollevare oggetti pesanti (peso superiore a tre chilogrammi), occupando con carichi di energia intensiva in palestra. Altri tipi di attività sportive, tra cui nuoto, passeggiate, non sono controindicati.
  • Controlla la posizione della testa, il che implica un divieto categoriale di piegare la testa verso il basso. Questa regola deve essere osservata durante il sonno, quindi non si dovrebbe dormire sullo stomaco. Altre azioni indesiderabili includono legare i lacci delle scarpe, lavorare alla dacia, lavare la testa.
  • Evitare i raffreddori e le malattie infettive, poiché aumenta il rischio di sviluppare complicazioni postoperatorie precoci quando si eseguono interventi microchirurgici sulla retina. A questo proposito, non è necessario visitare luoghi pubblici durante il primo mese.
  • Rifiuto delle procedure termiche, che includono bagni, vasche idromassaggio, saune e lettini abbronzanti.
  • È necessario temere un'eccessiva insolazione, in quanto ciò potrebbe danneggiare la retina, che è particolarmente sensibile al sole. In estate per proteggere gli occhi è necessario utilizzare occhiali da sole e un cappello.
  • Farmaci regolari, che nel periodo postoperatorio aiuteranno le cellule della retina a recuperare più velocemente.

Se in questo momento il paziente ha sensazioni visive atipiche, per esempio, il lampeggiare delle mosche davanti ai suoi occhi, allora dovresti visitare l'oftalmologo che partecipa il prima possibile.

Periodo di recupero tardivo

Un mese dopo l'intervento è prevista una visita programmata dal medico. L'oftalmologo esaminerà il fondo oculare in questo momento e valuterà le dinamiche della malattia retinica.

Dopo di ciò, il numero di restrizioni è ridotto, ma è necessario essere ragionevoli riguardo alla salute e agli occhi. Non ne vale la pena:

  • Lunga permanenza al sole;
  • Essere in situazioni traumatiche quando l'occhio operato può essere danneggiato;
  • Esegui uno sforzo fisico serio;
  • Bere alcol, fumare e sottoporre il corpo ad altre intossicazioni.

Distacco della retina, il periodo dopo l'intervento: cosa non si può fare e i principali limiti

Il distacco della retina è il processo di rigetto del tessuto retinico da parte dell'occhio, che porta alla perdita della vista. Il trattamento può essere diverso: applicare entrambi i rimedi popolari e farmaci con possibile chirurgia oculare.

Assicurati di prendere in considerazione la dieta e alcune ricette per la terapia domiciliare, poiché è noto che le proprietà di determinati alimenti che contengono le vitamine necessarie, hanno un effetto positivo sul sistema visivo e possono rafforzare la condizione generale di tutte le membrane dell'occhio.

A seconda del tipo di attività di cura svolta da una persona, vengono imposte restrizioni temporanee alla persona. Ad esempio, dopo un intervento chirurgico per diversi giorni non sarai in grado di leggere molto, scrivere e svolgere lavori legati all'affaticamento degli occhi. Se non si aderiscono alle raccomandazioni, il trattamento potrebbe non avere l'effetto previsto.

Perché esfoliare la retina?

Allo stadio espresso della malattia, si sviluppa una perdita completa della vista, si formano cambiamenti irreversibili nel centro visivo del cervello. I cambiamenti patologici sono rintracciati in emorragie, lesioni traumatiche, patologia ereditaria della struttura del sistema vascolare e nervoso.

Nella vecchiaia, la causa del distacco è rappresentata dai disturbi degenerativi-distrofici associati alla malnutrizione e all'apporto di sangue nel contesto delle malattie degenerative-distrofiche secondarie. L'aumento della tensione retinica si forma durante l'ipertensione a causa dell'aumentata pressione all'interno dei piccoli capillari.

Assegnare il distacco secondario e primario. La forma primaria si sviluppa per motivi regmatogeni. La forma secondaria è essudativa, tractional. Il verificarsi dei suddetti tipi nosologici provoca fattori provocatori:

  • Anomalie della struttura dei vasi sanguigni;
  • miopia;
  • Diabete mellito;
  • cardiopatia ipertensiva;
  • Condizioni degenerative del fondo;
  • l'astigmatismo;
  • la gravidanza;
  • Operazioni oculari

Con il distacco retinico regmatogeno, il danno patologico alle navi e alle fibre nervose aumenta gradualmente. Emorragie, edemi portano alla separazione delle membrane vascolari e della retina. Tali cambiamenti si sviluppano sotto l'influenza di lesioni craniocerebrali (negli atleti, pugili), con eccessivo sforzo fisico, crisi ipertensive periodiche.

Tali varietà appartengono a un numero di varianti traumatiche. Le varianti essudative appaiono sullo sfondo di alcune malattie:

  1. tumori;
  2. occlusione;
  3. l'infiammazione;
  4. Retinopatia diabetica;
  5. Anemia falciforme;
  6. Intossicazione, tossicosi.

Quando si verifica essudazione infiltrazione all'interno dell'occhio, che aumenta la pressione locale. La patologia porta allo sviluppo di patologie oculari secondarie - glaucoma, cataratta. I tipi di distacco traumatico si formano con lesioni agli occhi. Eliminato solo da metodi operativi.

L'autoguarigione non è possibile. Anche i conservatori non aiutano. La letteratura scientifica indica un'altra ragione per il distacco della retina - difetti genetici. In pratica, questa specie si trova in diversi membri della famiglia, ma la localizzazione di geni anormali non è stata stabilita.

Le persone con un alto grado di miopia spesso hanno un distacco reumatogeno. I sintomi sono associati alla penetrazione del fluido dal vitreo attraverso le rotture sotto il guscio. L'aumento del rischio di malattia nelle persone con un alto grado di miopia è dovuto allo stiramento dei tessuti intraoculari.

Il ritardo retinico è un fattore stimolante che porta alla completa perdita della vista senza trattamento chirurgico. I sintomi del distacco essudativo si osservano quando il corpo vitreo cambia, quando il tessuto connettivo interferisce con il normale funzionamento.

Le cicatrici stirano la retina, cambiano le sue proprietà morfologiche, ma non si verificano rotture, sanguinamento, gonfiore dei tessuti compaiono. Nel caso di una varietà traumatica da parte della coroide, il liquido si accumula eccessivamente a causa di danni alle arterie.

È importante identificare i primi sintomi del distacco:

  • Focolai che si trovano sul lato dell'osso temporale nella regione dell'occhio dolorante;
  • Il velo dal lato danneggiato quando la testa si muove. La progressione porta all'esacerbazione di questo sintomo, quindi la persona perde gradualmente la funzione visiva;
  • L'accumulo di un gran numero di "mosche" - è la principale manifestazione della malattia. Formata sullo sfondo di emorragie, portando a rotture della retina, gonfiore del corpo vitreo.

Questi cambiamenti morfologici portano ad una diminuzione dell'acuità visiva. Osservando gli oggetti circostanti, una persona vede distorti, spostando i contorni. I contorni del soggetto sono sfocati. Durante il sonno, il gonfiore si riduce man mano che l'occhio riposa.

La visione migliora, quindi il paziente avverte che la perdita della funzione visiva di sera è il risultato dell'affaticamento del giorno. La natura temporanea della perdita dell'acuità visiva con la progressione della malattia porta a sintomi permanenti.

In caso di una condizione, rimedi popolari e colliri non possono essere applicati, quindi, quando si identificano i primi segni di patologia descritti, si dovrebbe consultare immediatamente un medico. Per prevenire la progressione in ambito ambulatoriale, si raccomanda un rigoroso riposo a letto.

Per prevenire la cecità, è necessario rilevare le prime manifestazioni di nosologia. Oltre ai sintomi clinici, vengono utilizzati metodi clinici e strumentali per verificare la patologia:

  1. ophthalmoscopy;
  2. Scansione ad ultrasuoni

L'oftalmoscopia aiuta a rilevare il gonfiore, l'emorragia all'interno del fondo. Gli oftalmologi domestici hanno diversi modi per diagnosticare l'oftalmoscopia indiretta, una lente di tre specchi. Gli esperti europei hanno una gamma più ampia di metodi.

L'esame ecografico dell'occhio è prescritto per un obiettivo nuvoloso. L'impossibilità dell'oftalmoscopia con la sconfitta del corpo vitreo richiede una diagnosi alternativa mediante ultrasuoni.

Per la diagnosi tempestiva del distacco, gli esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomandano di formare gruppi di pazienti con un'alta probabilità di distacco. La malattia è spesso osservata in persone con grave miopia, pazienti ipertesi.

La valutazione della vitalità dei tessuti intraoculari per prevedere possibili patologie patologiche in futuro viene effettuata mediante esami elettrofisiologici. Metodi moderni di diagnosi del distacco di retina:

  • La tonometria mostra una diminuzione della pressione intraoculare, inferiore a 16 mm. Hg. v.;
  • Perimetria - rivela deviazioni della visione laterale;
  • L'esame elettrofisiologico determina la funzionalità del nervo ottico, del sistema nervoso;
  • Esame dell'acuità visiva;
  • Oftalmoscopia - aiuta a visualizzare aree di difetti retinici;
  • L'esame ecografico mostra la quantità di distruzione, opacità della lente e della cornea, che sono spesso combinati con la patologia.

Le cliniche europee hanno la capacità di esaminare a fondo lo stato del fondo intraoculare. Tale attrezzatura consente di identificare la patologia in una fase iniziale.

sintomi

Il sintomo iniziale del distacco della retina diventa spesso fotopunti ("flash", "fulmine", "scintilla" nel campo visivo).

Il loro aspetto è dovuto al fatto che gli impulsi nella retina si formano non solo quando la luce entra, ma anche quando agisce meccanicamente su di essa. Le aderenze vitreoretiniche stringono la retina, irritando le cellule fotosensibili, che portano alla comparsa di questo fenomeno.

Il distacco della retina può essere accompagnato dall'apparizione di "mosche", "filamenti", "punti" fluttuanti nel campo visivo. Tuttavia, questo sintomo non è specifico, molto comune e non richiede trattamento, nella maggior parte dei casi è causato dalla distruzione del corpo vitreo.

A volte una opacizzazione arrotondata (anello di Weiss) appare nel campo visivo, indicando il distacco e il distacco della membrana ialoide posteriore nel punto di attacco del disco ottico. Questa condizione inoltre non richiede trattamento.

Insieme a questo, l'improvvisa comparsa di macchie galleggianti nere, "ragnatele" nel campo visivo, può indicare il distacco della retina, causato da emorragia del corpo vitreo da vasi danneggiati durante la rottura o trazione della retina.

Allo stesso tempo, il distacco è localizzato nel segmento della retina opposto alla presenza del difetto: cioè, se il difetto del campo visivo è notato dall'alto, allora il distacco si è verificato nelle sezioni inferiori, ecc. Se il processo ha interessato i reparti situati anteriormente all'equatore dell'occhio, allora questo sintomo non appare.

I pazienti possono notare una diminuzione o assenza di questo sintomo al mattino e l'aspetto alla sera, che è associato all'aspirazione spontanea del liquido subretinico. Il distacco delle parti superiori della retina progredisce molto più velocemente di quelle inferiori.

In conformità con le leggi della fisica, il fluido che si accumula nello spazio sottoretinico scende gradualmente ed esfolia le divisioni sottostanti. Mentre il distacco inferiore può essere asintomatico per un lungo periodo ed essere rilevato solo quando si diffonde nella regione maculare.

La prescrizione di ridotta acuità visiva, come conseguenza del danno all'area maculare, influisce sulla prognosi relativa al recupero della visione centrale.

Il paziente può notare una diminuzione dell'acuità visiva, una distorsione della forma e delle dimensioni degli oggetti, la curvatura delle prime linee rette (metamorfopsia), la cui gravità dipende dal grado di danno alle sezioni retiniche maculari e paramacali.

L'aspetto di questo sintomo è anche possibile dopo una lesione alla testa o agli occhi, rimozione di una cataratta, un corpo estraneo, iniezioni intravitreali, vitrectomia, riempimento sclerale, PDT, coagulazione laser. A questo proposito, in caso di metamorfosi, è necessario un esame approfondito del paziente e la cronologia.

Tutti i sintomi di cui sopra sono più caratteristici del distacco retinico regmatogeno. I sintomi del distacco essudativo sono generalmente scarsi, poiché questo tipo di distacco non è associato a trazioni retiniche. Il distacco della retina da trazione anche nella maggior parte dei casi si sviluppa lentamente e in modo asintomatico.

Difetti dei campi visivi possono aumentare (aumentare) gradualmente o non progredire affatto per mesi o addirittura anni. Solo con il coinvolgimento nel processo patologico della macula, il paziente inizia a sentire una diminuzione notevole della vista.

diagnostica

Se si sospetta il distacco di retina, è necessario un esame oftalmologico completo, poiché la diagnosi precoce consente di evitare la perdita irreversibile della vista. Nel caso di una storia di TBI, al paziente dovrebbe essere richiesto di consultare non solo un neurologo, ma anche un oftalmologo per escludere lacune e segni di distacco di retina.

Lo studio delle funzioni visive nel distacco della retina viene effettuato controllando l'acuità visiva e determinando i campi visivi (perimetria statica, cinetica o computerizzata). La perdita di campi visivi si verifica sul lato opposto al distacco della retina.

Utilizzando la biomicroscopia (incluso l'uso della lente di Goldman), viene determinata la presenza di alterazioni patologiche nel corpo vitreo (corde, distruzione, emorragie), si esaminano i siti periferici del fondo.

Queste tonometria nel distacco della retina sono caratterizzate da una moderata diminuzione della PIO rispetto ad un occhio sano. Un ruolo chiave nel riconoscimento del distacco della retina appartiene all'oftalmoscopia diretta e indiretta.

Il quadro oftalmoscopico con distacco di retina consente di giudicare la localizzazione delle lacune e il loro numero, la relazione della retina distaccata con il corpo vitreo; consente di identificare le aree di distrofia che richiedono attenzione durante il trattamento chirurgico.

Per valutare la vitalità della retina e dell'ottica, vengono condotti studi elettrofisiologici - determinazione della soglia di sensibilità elettrica e labilità del nervo ottico, ccsm (frequenza critica di fusione del flicker).

Metodi di trattamento

Il distacco della retina in qualsiasi forma richiede sempre un trattamento immediato, altrimenti tutto risulterà nella completa cecità dell'occhio. Durante il distacco cronico, che viene ignorato per un lungo periodo, l'ipotensione oculare si verifica spesso perché il fluido perde costantemente e la pressione è instabile.

Cataratta, subatrofia, iridociclite cronica e cecità, di cui non è possibile liberarsi, sono tutte conseguenze di una forma trascurata di distacco della retina. Il compito chiave per il trattamento è quello di avvicinarsi con forza ai confini del gap, che alla fine viene bloccato.

Esistono metodi basilari di microchirurgia nel trattamento dell'esfoliazione:

  1. Extrascleral - l'intero processo avviene sulla superficie della sclera.
  2. Endovitrealny - l'azione si svolge nel più bulbo oculare.

Il metodo moderno più avanzato è la vitrectomia: il corpo vitreo viene rimosso e al suo posto viene introdotta una sostanza siliconica o un gas per garantire la completa adesione delle parti esfoliate.

La microchirurgia endovascolare include operazioni eseguite nella cavità del bulbo oculare. L'accesso è fornito da tre incisioni sulla sclera, che non superano 1 mm di lunghezza. Attraverso di loro, il chiarificatore, lo strumento stesso e la soluzione vengono iniettati per mantenere la forma dell'occhio in buona forma.

A volte hai solo bisogno di un lungo tamponamento vetroso. Per questo, usano anche una speciale sostanza a base di gas o silicone. La bolla del gas si dissolve da sola entro un paio di settimane dopo la procedura, al massimo un mese.

L'area con un sostituto fluido artificiale diminuisce gradualmente di volume, poiché i vuoti sono riempiti qui con materiale naturale. Con l'olio di silicone è più difficile - viene rimosso non meno di 2 mesi, a volte e in seguito.

I sintomi del distacco hanno anche una tale specificità che appaiono improvvisamente e non possono essere trascurati. Perché non dovresti trattare incurante la tua visione, ed è meglio cercare immediatamente l'aiuto dei medici.

Metodi moderni

L'essenza principale del trattamento in caso di rotture retiniche è la chiusura del difetto. Per questi scopi viene applicata la cauterizzazione laser o l'esposizione a freddo. Sotto l'influenza di procedure, si verificano cicatrici.

L'integrità viene ripristinata più rapidamente appendendo un sigillo in silicone per avvicinare la coroide alla retina distaccata. Le seguenti procedure sono utilizzate per la chirurgia:

  • Coagulazione laser per diradamento e limitazione delle aree di rottura;
  • Vitrectomia - per rimuovere il corpo vitreo modificato, l'introduzione di silicone liquido, soluzione salina. Per migliorare le proprietà del fluido, i perfluorocarburi vengono utilizzati per portare la coroide alla retina;
  • Riempimento circolare;
  • Installazione di otturazioni locali - con parziale distacco.

La scelta del metodo è determinata dal chirurgo individualmente sulla base di dati diagnostici, la natura del decorso della malattia in ogni singola persona.

Chirurgia del distacco della retina

Se trattate la vostra salute in modo irresponsabile e non consultate tempestivamente un oftalmologo al primo segnale di distacco di retina, l'ulteriore sviluppo della malattia potrebbe risultare:

  1. Ipotonia degli occhi;
  2. Subatrofia del bulbo oculare;
  3. Iridociclite cronica;
  4. Cecità incurabile

Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a una serie di procedure diagnostiche speciali e passa i test necessari. L'esame della retina e del fondo oculare viene effettuato, i principali indicatori sono identificati, l'acuità visiva viene controllata e viene ispezionata una lampada a fessura.

Poiché ogni caso è individuale, può essere assegnata una ricerca aggiuntiva. A volte potresti aver bisogno di una radiografia del torace e un ECG.

Il paziente deve informare il medico curante della presenza di eventuali reazioni allergiche (se presenti) e dell'assunzione costante di eventuali farmaci per evitare possibili complicanze.

In questo caso, una settimana prima della data dell'operazione programmata, è necessario rifiutarsi di assumere farmaci che contribuiscono al diradamento del sangue. 6 ore prima dell'inizio dell'operazione, dovresti smettere di mangiare se non ci sono controindicazioni, ad esempio in caso di diabete. In questo caso, il medico consiglierà come prepararsi per l'operazione.

L'operazione utilizza l'anestesia generale o locale. La scelta dell'anestesia dipende dal metodo di trattamento, dalla salute generale del paziente, dall'età, dal peso e dalla presenza o assenza di complicanze. La durata della procedura è di circa 2-4 ore.

Un po 'di tempo dopo l'intervento chirurgico, sarà necessario aderire alle raccomandazioni del medico per una rapida guarigione. Immediatamente dopo tutte le procedure, viene applicata una medicazione sterile all'occhio, che può essere rimossa solo con l'autorizzazione del medico curante, di solito dalle 24 alle 36 ore dopo l'intervento.

Durante il mese dopo l'intervento chirurgico, il paziente non è raccomandato di andare in sauna, e inoltre è necessario evitare stanze con alti livelli di umidità e alte temperature. È necessario durante questo periodo per assicurarsi che l'acqua non cada nell'occhio e per evitare uno sforzo fisico pesante.

Tutte le raccomandazioni del medico curante devono essere rigorosamente seguite e riesaminate per evitare complicazioni e accelerare il processo di ripristino delle funzioni visive compromesse. A seconda delle istruzioni del medico e del rispetto di tutte le raccomandazioni, sarà possibile tornare al lavoro entro 1-2 settimane dopo l'operazione.

Possibili complicazioni

In rari casi, possono verificarsi complicazioni dopo l'intervento chirurgico. Di solito sono associati a cataratta, glaucoma. cattiva salute generale del paziente. Le complicazioni più comuni includono:

  • Ripetuto distacco della retina, che richiederà un nuovo intervento chirurgico;
  • Formazione della cicatrice migliorata sulla retina (cioè vitreoretinopatia proliferativa). In questo caso si svolgono anche attività operative ripetute;
  • Lo sviluppo di endoftalmite a causa dell'infezione negli occhi.

È necessario consultare immediatamente un medico quando si scarica dagli occhi, la febbre. brividi se gonfiore e arrossamento, mancanza di respiro, tosse. dolore al petto.

Rimedi popolari per il distacco della retina

Insieme a preparazioni mediche, metodi operativi, vengono utilizzati rimedi popolari che migliorano il processo di guarigione, ma non possono essere utilizzati per la monoterapia della patologia. Il miele contiene molte sostanze naturali (oligoelementi, vitamine), enzimi, flavonoidi.

Studi clinici dimostrano che la lubrificazione degli occhi con il miele porta alla normalizzazione delle proprietà trofiche, la guarigione dei difetti traumatici, contribuisce al riassorbimento dei fuochi infiammatori.

Il prodotto contiene antibatterici, farmaci antivirali, agenti antifungini. Nella medicina popolare, il miele è stato usato per alleviare l'infiammazione dagli occhi e per curare la tubercolosi congiuntivale.

Il miele per gli occhi non è il prodotto che raccolgono gli apicoltori. Solo nella produzione industriale di medicinali gli specialisti hanno l'opportunità di creare la forma terapeutica desiderata.

A tal fine, le aziende farmaceutiche allevano api speciali, da cui il miele viene assunto in piccole quantità per un lungo periodo. La complessità della preparazione del farmaco determina l'alto costo, ma i costi sono giustificati dalle qualità medicinali.

Il distacco della retina è una delle malattie più gravi dell'apparato visivo, che può portare alla completa perdita della vista. Sfortunatamente, la sfiducia o i dubbi di alcuni pazienti riguardo alle possibilità della medicina formale li porta spesso a cercare metodi alternativi di trattamento.

Pertanto, nell'ufficio di un oftalmologo si sente spesso la domanda: esistono rimedi e metodi popolari per il trattamento del distacco di retina? Per rispondere correttamente e con la massima chiarezza a questa domanda, è necessario spiegare il meccanismo del distacco della retina.

Al suo centro, il distacco della retina è il distacco della retina dal tessuto sottostante, un danno meccanico, una ferita aperta, che non viene trattata in altro modo se non per intervento chirurgico.

La differenza nelle tecniche chirurgiche risiede unicamente nella loro complessità e nei risultati finali. Anche le compresse più miracolose, le gocce di vitamine, il succo di aloe, i decotti e altri mezzi disponibili nell'arsenale della medicina tradizionale non permetteranno alla "retina" danneggiata di "crescere" nel suo luogo originale.

Anche la ginnastica speciale e gli esercizi per gli occhi, che vengono rilasciati da vari guaritori per comprovate tecniche orientali, saranno impotenti. Qualsiasi rassicurazione sui metodi popolari di trattamento del distacco della retina e convinzione della loro efficacia sono fondamentalmente errate e criminali.

Piccoli miglioramenti nell'uso di tali metodi alternativi possono essere osservati solo nelle prime fasi della malattia. Ma questo effetto è temporaneo, il che può essere spiegato solo da una forte attivazione e mobilizzazione delle riserve riparatorie degli occhi, ma ciò non elimina la ragione principale: il distacco fisico della retina.

Ed è meglio se è prima che dopo, quando la malattia entra nella fase avanzata. Pertanto, ai primi sintomi è necessario consultare urgentemente un medico. Qualsiasi ritardo causato da esperimenti con la medicina tradizionale e trattamenti alternativi moltiplica solo i rischi di una completa perdita della vista.

restrizioni

Il distacco della retina è una grave malattia dell'occhio che richiede un intervento chirurgico immediato. I tentativi di fare senza chirurgia possono portare alla completa perdita della vista nel più breve tempo possibile.

Tuttavia, anche dopo un trattamento di successo, rimangono alcune restrizioni, alcune delle quali devono essere osservate per tutta la vita. La proibizione più importante, che riguarda il distacco di retina, non dovrebbe in alcun caso essere quella di cercare di curare questa malattia da sola, usando i cosiddetti metodi "popolari".

Quando compaiono i primi sintomi - mosche o lampi improvvisi davanti agli occhi, un improvviso deterioramento della vista, fluttuazioni negli oggetti visibili - dovresti consultare un medico. Dopo aver condotto tutti gli studi necessari per chiarire la diagnosi, è prevista un'operazione.

Dopo l'intervento chirurgico per ripristinare l'integrità della retina, il paziente durante il primo giorno indossa una benda sull'occhio operato. Se avverti dolore, puoi assumere antidolorifici - un farmaco specifico, la cui modalità consiglierà il medico.

Il giorno dopo, la benda può essere rimossa e le palpebre (non l'occhio stesso!) Trattate con una soluzione di cloramfenicolo o furatsilina. Cosa non può essere fatto durante il periodo di recupero:

  1. sovraccarico, impegnarsi in qualsiasi tipo di sport, sollevare pesi;
  2. esporre l'occhio a qualsiasi radiazione (specialmente l'ultravioletto) e al calore - è desiderabile astenersi dal cucinare sul fornello;
  3. fare movimenti bruschi della testa, piegare verso il basso;
  4. strofinare l'occhio o esporlo a qualsiasi altro stress meccanico.

Entro due mesi dall'intervento, è altamente indesiderabile utilizzare cosmetici decorativi. Prestare particolare attenzione durante il lavaggio e l'esecuzione di altre procedure igieniche: acqua, sapone e altri prodotti non devono entrare negli occhi. Per fare questo, puoi chiuderlo con un panno sterile, un nastro adesivo fisso.

Inoltre, dovrebbe essere particolarmente attento a trattare lo stato di salute generale: anche un lieve raffreddore, accompagnato da un aumento della temperatura, può portare a un deterioramento dello stato della retina.

Sfortunatamente, anche un'operazione riuscita non garantisce che la membrana reticolare dell'occhio non si stacchi di nuovo o che non ci siano interruzioni. Pertanto, il rispetto di determinate restrizioni solo durante il periodo di recupero potrebbe non essere sufficiente: alcuni di essi dovranno aderire alla vita.

Quindi, è estremamente indesiderabile per le persone affette da una malattia simile entrare nello sport, specialmente in relazione a movimenti bruschi, spinte, salti, colpi. Qualsiasi arti marziali, equitazione, corsa, salto in acqua sono vietate.

Tuttavia, gli esercizi di nuoto e mattutino, costituiti da una serie di semplici esercizi, saranno utili. In alcuni casi, viene mantenuta una proibizione permanente per il sollevamento pesi. Inoltre, è vietato eseguire qualsiasi lavoro che richieda pendenze, oltre ad essere sotto il sole caldo per lungo tempo.

Domande frequenti

Il distacco della retina è una malattia abbastanza comune. Il suo pericolo è che la progressione causi altre patologie: glaucoma, cataratta, cecità. È importante identificare la malattia in modo tempestivo.
Per questo è necessario conoscere i sintomi.

Tuttavia, possono essere diversi: il velo davanti agli occhi o punti neri, l'apparenza di "lampo" davanti agli organi visivi, "lampeggia". I sintomi possono essere diversi a seconda del livello e delle ragioni che hanno portato al distacco, ma tutti i sintomi sono accompagnati da un deterioramento della vista.

Pertanto, quando questo viene rilevato, un appuntamento deve essere fatto con un oculista, che, dopo una diagnosi approfondita, diagnosticare e determinare l'entità dello sviluppo della malattia. Inoltre, il medico determinerà le cause del distacco e dirà cosa fare prima e dopo l'operazione.

Cosa non dovrebbe essere fatto con il distacco della retina?

Prima della procedura chirurgica, il paziente deve:

  • rinunciare allo sforzo fisico, poiché sono una delle ragioni della rottura e del distacco della retina;
  • evitare situazioni traumatiche;
  • indossare occhiali da sole durante il giorno e sotto il sole splendente;
  • fai attenzione a tutti i tipi di intossicazione.

Inoltre, l'insorgenza di complicanze può influenzare il parto in presenza di questa patologia. Una donna dovrebbe dare alla luce una coagulazione laser prima della consegna.

Cosa non si può fare dopo l'intervento chirurgico sulla retina?

  1. In primo luogo, il paziente deve seguire tutte le raccomandazioni dell'oculista. Ti dirà che cosa è controindicato e può causare ricadute o complicazioni.
  2. In secondo luogo, è necessario limitarsi a sport e altri carichi pesanti. Nuotare o correre allo stesso tempo, ad esempio, non è proibito, ma il sollevamento pesi è severamente controindicato.
  3. In terzo luogo, non è possibile inclinare la testa in basso: legare i lacci delle scarpe, dormire sullo stomaco, lavorare nel paese a terra.
  4. In quarto luogo, le procedure termali (bagni, saune, solarium) sono proibite.

Anche in assenza di reclami, il paziente deve presentarsi alla reception dall'oculista dopo un mese.
Inoltre, il paziente deve evitare un'eccessiva insolazione, luoghi pubblici nel primo periodo postoperatorio per evitare di contrarre malattie infettive.

Inoltre, è importante assumere tutti i farmaci prescritti dal medico. Aiuteranno la retina a recuperare più velocemente. In caso di qualsiasi sintomo, come punti davanti agli occhi, dovresti andare immediatamente in ospedale.

prospettiva

Il rilevamento della patologia richiede un intervento chirurgico immediato. Il ritardo nel trattamento di questa patologia è irto di sviluppo di ipotensione persistente e subatrofia del bulbo oculare, iridociclite cronica, cataratta secondaria, cecità incurabile.

Nell'intervento di distacco della retina vengono utilizzate tecniche extrasclerali ed endovitre: nel primo caso l'intervento viene eseguito sulla superficie sclerale, nel secondo - all'interno del bulbo oculare. I metodi extraterrestri includono il riempimento e il gonfiamento della sclera.

L'otturazione extraterrestre comporta la cucitura di una speciale spugna di silicone (riempimento) alla sclera, che crea un'area depressiva sclerale, blocca le rotture retiniche e crea le condizioni per l'assorbimento graduale di liquido accumulato sotto la retina dai capillari e dall'epitelio pigmentato.

Le opzioni di riempimento extrasclerali per il distacco di retina possono essere a tenuta sclerale radiale, settoriale, circolare (circlagena).

Il palloncino della sclera nel distacco della retina viene ottenuto pinzando temporaneamente uno speciale catetere a palloncino nell'area di proiezione della rottura, che, quando gonfiato, produce un effetto simile al riempimento (albero della depressione sclerale e riassorbimento del liquido subretinico).

Il trattamento endovitereo del distacco di retina può includere la chirurgia vitreoretinica o la vitrectomia. Nel corso della vitrectomia, il vitreo modificato viene rimosso e vengono introdotti preparati speciali (silicone liquido, salino, gas speciale), che riuniscono la retina e la coroide.

I metodi di spargimento del trattamento del distacco di retina includono crioagulazione delle lacrime e distacchi di retina subclinica e coagulazione laser della retina. permettendo di ottenere la formazione di aderenze corioretiniche.

La criopessia e la coagulazione laser della retina possono essere utilizzate sia per la prevenzione del distacco della retina, sia per scopi terapeutici da soli o in combinazione con tecniche chirurgiche.

La prognosi dipende dalla durata della patologia e dalla tempestività del trattamento. Un'operazione eseguita precocemente dopo lo sviluppo del distacco di retina di solito contribuisce a un esito favorevole.

Nella maggior parte dei casi, il distacco della retina può essere prevenuto. A questo scopo, i pazienti con miopia, distrofia retinica, diabete mellito, lesioni alla testa e agli occhi hanno bisogno di un regolare esame preventivo da parte di un oftalmologo.

L'esame dell'oculista è incluso nello standard di gravidanza e aiuta a prevenire il distacco della retina durante il travaglio. I pazienti a rischio per il verificarsi del distacco di retina sono controindicati esercizio fisico pesante, sollevamento pesi, fare alcuni sport.

Nell'identificare le aree della distrofia retinica a scopo preventivo, viene eseguita la criopessia o la coagulazione laser della retina.

prevenzione

La prevenzione del distacco della retina si riduce alla diagnosi precoce delle distrofie vitreo-coreoretiniche periferiche della retina e di altri fattori che predispongono alla comparsa del distacco della retina, all'attuazione tempestiva di misure preventive, all'impiego razionale dei pazienti e all'osservazione dinamica.

I tipi più pericolosi di distrofia vitreo-orno-retinica in termini di distacco della retina includono rotture retiniche isolate, distrofia del "reticolo", distrofia "impronta di lumaca", retinosi periferica degenerativa.

I fattori predisponenti includono il distacco della retina nel doppio occhio, l'afachia o l'artefia, soprattutto se è prevista la capsulotomia laser, miopia elevata accompagnata da distrofia vitreo-corioretinale "lattice", malattie sistemiche - sindrome di Marfan, sindrome di Stickler.

I metodi di trattamento profilattici comprendono la coagulazione transpupillare con argon o laser a diodo attorno a distrofie o rotture vitreo-ortoretiniche (Fig. 31-54) o criopessia transsclerale o coagulazione laser a diodo di queste zone, eseguita sotto il controllo dell'oftalmoscopia indiretta di sclerocompressione.

La principale conseguenza del distacco della retina è la cecità. Il trattamento chirurgico di questa malattia dovrebbe iniziare il più presto possibile, poiché è solo in questo modo che è possibile ottenere il massimo ripristino della vista ed evitare la sua completa perdita.

Tale "velo" può essere formato in qualsiasi area dell'occhio, mentre la localizzazione si verifica nell'area di fronte all'area difettosa. Per esempio: se il "velo" è osservato dall'alto, allora il distacco di retina si è verificato nella parte inferiore.

Tutti i sintomi di cui sopra sono accompagnati da una diminuzione dell'acuità visiva, dalla curvatura dei contorni degli oggetti e da un'immagine "fluttuante". Al mattino, i pazienti notano un miglioramento della vista. Ciò è dovuto all'assorbimento parziale del liquido accumulato sotto la retina durante il sonno.

Questo è un fenomeno temporaneo e i miglioramenti del mattino non vengono più osservati dopo pochi giorni. Sono sostituiti da "velo", che sta diventando più ogni giorno.

I difetti del campo visivo possono aumentare gradualmente o non progredire nell'arco di un mese o addirittura di diversi anni. Una diminuzione evidente della visione inizia solo quando la macula è coinvolta nel processo patologico.

In una forma trascurata, il distacco della retina minaccia la completa perdita della vista. Pertanto, quando si individuano i sintomi descritti, è necessario contattare immediatamente uno specialista per selezionare il metodo di trattamento appropriato.

Test di tolleranza al glucosio durante la gravidanza: quanto tempo e come passare?

I vantaggi del silicio