Noliprel - istruzioni per l'uso, analoghi, revisioni e forme di rilascio (compresse - A, Forte, Bi-Forte 2,5 mg, 5 mg e 10 mg) del farmaco per il trattamento dell'ipertensione arteriosa negli adulti, nei bambini e durante la gravidanza

In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'uso del farmaco Noliprel. Recensioni presentate dei visitatori del sito - i consumatori di questo medicinale, nonché le opinioni degli esperti medici sull'uso di Noliprel nella loro pratica. Una grande richiesta per aggiungere il vostro feedback sul farmaco più attivamente: il medicinale ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, quali complicazioni ed effetti collaterali sono stati osservati, forse non dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Noliprel in presenza degli analoghi strutturali disponibili. Utilizzare per il trattamento dell'ipertensione e della riduzione della pressione negli adulti, nei bambini, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

Noliprel è un preparato combinato contenente perindopril (un ACE-inibitore) e indapamide (diuretico simile a tiazidici). Azione farmacologica del farmaco dovuta alla combinazione delle proprietà individuali di ciascuno dei componenti. L'uso combinato di perindopril e indapamide fornisce sinergismo dell'effetto antipertensivo in confronto a ciascuno dei componenti separatamente.

Il farmaco ha un effetto antipertensivo pronunciato dose-dipendente sia sulla pressione sistolica che diastolica in posizione supina e in piedi. L'effetto del farmaco dura 24 ore L'effetto clinico persistente si verifica meno di 1 mese dopo l'inizio della terapia e non è accompagnato da tachicardia. L'interruzione del trattamento non è accompagnata dallo sviluppo della sindrome da astinenza.

Noliprel riduce il grado di ipertrofia ventricolare sinistra, migliora l'elasticità arteriosa, abbassa il collo rotondo, non influenza il metabolismo dei lipidi (colesterolo totale, LDL, LDL, trigliceridi).

Perindopril - un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina in angiotensina 2. 1 enzima di conversione dell'angiotensina (ACE), o chinasi, è un'esopeptidasi, che svolge sia la conversione di angiotensina 1 a angiotensina 2, che ha azione vasocostrittore, e la distruzione della bradichinina, che ha azione vasodilatatrice, al heptapeptide inattiva. Di conseguenza, il perindopril riduce la secrezione di aldosterone, aumenta l'attività renina nel plasma sanguigno secondo il principio del feedback negativo, con l'uso a lungo termine riduce il PRP, che è principalmente dovuto all'effetto sui vasi nei muscoli e nei reni. Questi effetti non sono accompagnati dalla ritenzione di sali e acqua o dallo sviluppo di tachicardia riflessa con un uso prolungato.

Perindopril ha un effetto antipertensivo nei pazienti con attività renina sia bassa che normale nel plasma sanguigno.

Sullo sfondo del perindopril, c'è una diminuzione della pressione arteriosa sistolica e diastolica in posizione eretta e in piedi. L'annullamento del farmaco non porta ad un aumento della pressione sanguigna.

Perindopril ha un effetto vasodilatatore, aiuta a ripristinare l'elasticità delle grandi arterie e la struttura della parete vascolare delle piccole arterie, e riduce anche l'ipertrofia ventricolare sinistra.

Perindopril normalizza la funzione cardiaca, riducendo il precarico e il postcarico.

L'uso combinato di diuretici tiazidici migliora l'effetto antipertensivo. Inoltre, la combinazione di un ACE-inibitore e un diuretico tiazidico porta anche a una riduzione del rischio di ipopotassiemia in pazienti che ricevono diuretici.

Nei pazienti con insufficienza cardiaca, il perindopril causa una diminuzione della pressione di riempimento nel ventricolo destro e sinistro, una diminuzione di OPSS, un aumento della gittata cardiaca e un miglioramento dell'indice cardiaco, un aumento del flusso sanguigno regionale nei muscoli.

L'indapamide è un derivato della sulfanilamide, le sue proprietà farmacologiche sono vicine ai diuretici tiazidici. Inibisce il riassorbimento degli ioni di sodio nel segmento corticale dell'ansa di Henle, che porta ad un aumento dell'escrezione urinaria di ioni sodio, cloro e in misura minore di ioni di potassio e magnesio, aumentando così la diuresi. L'effetto ipotensivo si manifesta in dosi che praticamente non causano un effetto diuretico.

L'indapamide riduce l'iperreattività vascolare verso l'adrenalina.

L'indapamide non influisce sul contenuto di lipidi nel plasma sanguigno (trigliceridi, colesterolo, LDL e HDL), sul metabolismo dei carboidrati (incluso nei pazienti con diabete mellito concomitante).

L'indapamide aiuta a ridurre l'ipertrofia ventricolare sinistra.

struttura

Perindopril arginina + indapamide + eccipienti.

farmacocinetica

I parametri farmacocinetici di perindopril e indapamide con la combinazione non cambiano rispetto al loro uso separato.

Dopo somministrazione orale, il perindopril viene rapidamente assorbito. Circa il 20% della quantità totale di perindopril assorbito viene convertito nel metabolita attivo perindoprilato. Quando assume il farmaco durante un pasto, la conversione del perindopril in perindoprilato viene ridotta (questo effetto non ha significato clinico significativo). Il perindoprilato viene escreto nelle urine. Il perindoprilato di T1 / 2 è di 3-5 ore.La rimozione di perindoprilato rallenta nei pazienti anziani, così come nei pazienti con insufficienza renale e insufficienza cardiaca.

L'indapamide è rapidamente e completamente assorbito dal tratto gastrointestinale. L'assunzione ripetuta del farmaco non porta al suo accumulo nel corpo. Viene principalmente escreto con le urine (70% della dose somministrata) e con le feci (22%) sotto forma di metaboliti inattivi.

testimonianza

  • ipertensione arteriosa essenziale.

Forme di rilascio

Compresse 2,5 mg (Noliprel A).

Compresse da 5 mg (Noliprel A Forte).

Compresse da 10 mg (Noliprel A Bi-Forte).

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

Assegnare all'interno, preferibilmente al mattino, prima dei pasti, 1 compressa 1 volta al giorno. Se, dopo 1 mese dall'inizio della terapia, l'effetto ipotensivo desiderato non è stato raggiunto, la dose del farmaco può essere aumentata fino a una dose di 5 mg (prodotta dalla ditta con il nome commerciale Noliprel A Forte).

I pazienti anziani devono iniziare la terapia con 1 compressa 1 volta al giorno.

Noliprel non deve essere prescritto a bambini e adolescenti a causa della mancanza di dati sull'efficacia e sulla sicurezza dei pazienti in questa fascia di età.

Effetti collaterali

  • bocca secca;
  • nausea;
  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore addominale;
  • disturbi del gusto;
  • costipazione;
  • tosse secca che persiste a lungo durante l'assunzione di droghe in questo gruppo e scompare dopo la loro cancellazione;
  • ipotensione ortostatica;
  • eruzione emorragica;
  • eruzioni cutanee;
  • esacerbazione del lupus eritematoso sistemico;
  • angioedema (angioedema);
  • reazioni di fotosensibilità;
  • parestesia;
  • mal di testa;
  • astenia;
  • disturbo del sonno;
  • labilità dell'umore;
  • vertigini;
  • spasmi muscolari;
  • trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi, anemia aplastica, anemia emolitica;
  • ipopotassiemia (particolarmente significativa per i pazienti a rischio), iponatremia, ipovolemia che porta a disidratazione e ipotensione ortostatica, ipercalcemia.

Controindicazioni

  • angioedema nella storia (incluso l'assunzione di altri ACE inibitori);
  • angioedema ereditario / idiopatico;
  • insufficienza renale grave (CQ

Indapamide + perindopril (indapamide + perindopril)

Il contenuto

Nome russo

Nome latino della sostanza indapamide + perindopril

Gruppo farmacologico di sostanze Indapamid + Perindopril

Classificazione Nosologica (ICD-10)

Caratteristiche delle sostanze Indapamid + Perindopril

Agente combinato antiipertensivo (ACE inibitore + diuretico).

farmacologia

Perindopril è un ACE inibitore che blocca la conversione dell'angiotensina I in angiotensina II, elimina il suo effetto vasocostrittore e stimola la secrezione di aldosterone. Aiuta a ripristinare l'elasticità delle grandi vasi arteriosi, riduce l'ipertrofia ventricolare sinistra e la pressione nei capillari polmonari. Secondariamente aumenta l'attività renina plasmatica. Nei pazienti con insufficienza cardiaca cronica, riduce l'ipertrofia miocardica, riduce la quantità in eccesso di collagene subendoteliale, normalizza il profilo isoenzimetrico della miosina; normalizza la funzione cardiaca, riducendo il precarico e il postcarico. Abbassa la pressione di riempimento dei ventricoli sinistro e destro, abbassa il girocollo, abbassa moderatamente la frequenza cardiaca, aumenta il flusso sanguigno regionale nei muscoli.

L'indapamide è un diuretico, bloccando il riassorbimento di Na +, Cl -, acqua e, in misura minore, K +; blocca selettivamente i canali Ca 2+ lenti, riduce il tono della muscolatura liscia delle arterie, riduce la ragade rotonda.

Il farmaco combinato ha un effetto ipotensivo pronunciato dipendente dalla dose, indipendente dall'età e dalla posizione corporea del paziente e non accompagnato da tachicardia riflessa. Non influisce sul metabolismo dei lipidi (colesterolo totale, LDL, VLDL, HDL, trigliceridi) e carboidrati.

Uso di sostanze Indapamid + Perindopril

Controindicazioni

Ipersensibilità, azotemia, iperkaliemia, anuria, stenosi bilaterale delle arterie renali, stenosi dell'arteria renale del rene singolo, insufficienza epatica, gravidanza, allattamento, età infantile (fino a 15 anni).

Restrizioni all'uso di

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Esistono rapporti separati sullo sviluppo anormale delle ossa del cranio, quando gli ACE-inibitori sono stati presi durante l'intero periodo di gravidanza. Quando somministrato nei trimestri II - III, può verificarsi una diminuzione della funzionalità renale del feto con una diminuzione del volume di liquido amniotico, insufficienza renale neonatale, accompagnata da ipotensione arteriosa e una diminuzione di K +, anuria. Se la gravidanza si verifica durante il corso del trattamento, deve essere eseguita un'ecografia fetale. Le donne che apprendono la loro gravidanza dopo l'inizio del trattamento dovrebbero interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco.

Effetti collaterali di sostanze Indapamid + Perindopril

Dal momento che il sistema cardiovascolare e il sangue (emopoiesi, emostasi): eccessiva diminuzione della pressione sanguigna.

Dal sistema nervoso e dagli organi sensoriali: mal di testa, astenia, vertigini, labilità dell'umore, insonnia, convulsioni, parestesia.

Da parte del tubo digerente: dispepsia, gastralgia, perdita di appetito, nausea, stitichezza, secchezza delle fauci, cambio di gusto.

Reazioni allergiche: eruzione cutanea, angioedema.

Altro: tosse secca, vasculite emorragica, esacerbazione del lupus eritematoso sistemico, ipercreatininemia, proteinuria, iponatremia, ipocloremia, ipercalcemia; in caso di uso prolungato in dosi elevate - neutropenia, agranulocitosi, leucopenia, anemia aplastica, trombocitopenia, pancreatite.

interazione

Migliora l'effetto ipoglicemico dei farmaci a base di insulina e sulfonilurea. Baclofen, antidepressivi triciclici, farmaci antipsicotici (neurolettici) - aumentano il rischio di ipotensione ortostatica. Glucocorticoidi, tetrakozaktid, FANS - riducono la gravità dell'effetto ipotensivo (ritenzione idrica ed elettrolitica). La ciclosporina aumenta il rischio di disfunzione renale (ipercreatininemia).

Via di somministrazione

Precauzioni sostanze indapamide + perindopril

Durante il trattamento, è necessario controllare la concentrazione di elettroliti (K +, Na +, Mg 2+), glucosio, acido urico, creatinina nel plasma e pH. Dovrebbe smettere di prendere prima dell'intervento chirurgico (per 12 ore).

Noliprel e le sue controparti economiche

Noliprel A è una droga originale. Prodotto in Francia dalla società farmaceutica Servier, presente sul mercato da oltre 60 anni. Il farmaco è una combinazione di un inibitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina (perindopril) e un diuretico (indapamide). L'indicazione principale per l'appuntamento è l'ipertensione. Un gruppo speciale di pazienti sono persone che soffrono di una violazione del metabolismo dei carboidrati (diabete). Con la prescrizione di farmaci in questa situazione, è possibile ridurre il rischio di complicanze vascolari.

Inizialmente, i farmaci originali hanno un costo elevato, che è associato alla necessità di sviluppare un nuovo farmaco, conducendo numerosi studi, utilizzando materie prime di alta qualità. Non appena si presenta questa opportunità, altre compagnie farmaceutiche iniziano a produrre controparti economiche. Questo rende il trattamento più accessibile. Ma prima di iniziare il trattamento, devi consultare un medico. Dovresti studiare attentamente le istruzioni originali del farmaco.

Nozioni di base sulla combinazione

Il meccanismo d'azione per l'originale e il generico è quasi lo stesso. Un ACE inibitore inibisce la formazione di angiotensina II. C'è un'espansione dei vasi sanguigni, meno sodio trattenuto e acqua. Di conseguenza, la pressione diminuisce. Gli ACE inibitori migliorano la condizione dei pazienti con segni di insufficienza cardiaca cronica. L'effetto di classe è la nefroprotezione.

L'indapamide si riferisce ai diuretici del gruppo sulfamidico. Gli effetti principali sono associati alla rimozione di eccesso di sodio e acqua dal corpo. Una diminuzione del volume del sangue circolante nel flusso sanguigno porta ad un calo della pressione. Con l'uso regolare del farmaco, l'elasticità dei vasi sanguigni migliora e la loro resistenza periferica totale diminuisce. C'è una regressione dell'ipertrofia ventricolare sinistra. L'assenza di un effetto pronunciato sui processi metabolici, un effetto insignificante sullo scambio di potassio e magnesio ci consente di raccomandare questo strumento alla maggior parte dei pazienti.

farmacocinetica

Entrambi i componenti sono rapidamente e quasi completamente assorbiti nel tratto digestivo. Il perindopril è un profarmaco e parte di esso, subendo alcune trasformazioni nel fegato, si trasforma in una sostanza più attiva - perindoprilato. La concentrazione plasmatica di picco viene raggiunta dopo circa 3-4 ore. L'emivita di questo ACE-inibitore è in media 25 ore. Nel processo di rimozione di farmaci principalmente coinvolti i reni.

Per raggiungere il contenuto massimo di indapamide nel plasma sanguigno, ci vuole circa un'ora dal momento in cui il medicinale entra nel flusso sanguigno. L'emivita varia da 14 a 24 ore. La rimozione del farmaco viene effettuata anche principalmente dai reni. Solo una piccola parte dei metaboliti lascia il corpo bypassando l'intestino.

L'ACE-inibitore e il diuretico rafforzano reciprocamente l'effetto ipotensivo, che persiste per un giorno. Questo ti permette di prendere medicine una volta al giorno. Si consiglia di farlo al mattino a stomaco vuoto, anche se mangiare non gioca un ruolo importante.

Controindicazioni

Tra le controindicazioni ci sono i seguenti stati:

  • intolleranza ai principi attivi e altri componenti che compongono la compressa;
  • riduzione del potassio al di sotto del limite consentito;
  • Edema di Quincke nella storia;
  • restringimento critico dell'arteria dell'unico rene funzionalmente attivo;
  • grave danno al fegato con lo sviluppo di insufficienza di questo organo, in particolare con lo sviluppo di encefalopatia epatica;
  • cambiamenti nella funzione renale quando la clearance della creatinina è inferiore a 30 ml / min;
  • l'uso di agenti che influenzano il sistema di conduzione cardiaca, causando disturbi del ritmo;
  • gravidanza e periodo di allattamento.

Quando prescrive un farmaco, il medico deve tenere conto di altre condizioni in cui il trattamento è possibile, ma sotto controllo speciale:

  1. Intolleranza al lattosio
  2. Patologia cardiovascolare: instabilità della pressione arteriosa, grave stenosi della valvola aortica, cardiomiopatia (variante ipertrofica), malattia coronarica (angina), scompenso cardiaco cronico in fase avanzata, ischemia cerebrale di qualsiasi eziologia.
  3. Patologia dei reni, che porta allo sviluppo di ipertensione sintomatica. Condizione dopo trapianto di rene, così come emodialisi con determinate membrane ad alto flusso.
  4. Compromissione della funzione ematopoietica del midollo osseo, anche sullo sfondo della terapia immunosoppressiva.
  5. Patologia endocrina (diabete).
  6. Malattie sistemiche del tessuto connettivo (sclerodermia, lupus eritematoso sistemico).
  7. Disturbi metabolici che portano allo sviluppo della gotta, alla formazione di calcoli di urato. Quando si prescrive il trattamento, è anche necessario prendere in considerazione una condizione come l'iperuricemia, quando il contenuto di acido urico nel sangue è più alto del normale, anche se non ci sono sintomi di gotta.
  8. Perdita di liquidi associata a terapia diuretica, diarrea o vomito. La causa della disidratazione può essere anche l'emodialisi e il completo rifiuto dell'uso del sale.
  9. Un periodo speciale è la preparazione per l'aferesi delle lipoproteine ​​a bassa densità, quando viene utilizzata una desensibilizzazione specifica.
  10. Età dei pazienti sotto i 18 anni.

Reazioni indesiderate

Durante l'assunzione di Noliprel, si possono osservare effetti negativi:

  • Da parte dell'apparato digerente: dolore addominale, dispepsia, nausea, vomito, feci alterate, bocca secca, perversione del gusto. L'epatite, l'ingiallimento della pelle e delle membrane mucose, l'encefalopatia epatica in pazienti con patologia epatica, così come l'angioedema dell'intestino sono meno comunemente rilevati.
  • Da parte degli organi di senso e del sistema nervoso: disturbi visivi, tinnito; spesso fa male e ha le vertigini; possibili violazioni della sensibilità (parestesia). I pazienti possono soffrire di insonnia, cambiamenti nel background emotivo. Non è esclusa una violazione della coscienza, possibili svenimenti.
  • Dal lato del cuore e dei vasi sanguigni: calo della pressione al di sotto della norma, disturbi del ritmo, attacchi di dolori al petto (angina) e persino infarto del miocardio.
  • Da parte del sistema respiratorio: attacchi di tosse secca o tosse, broncospasmo, manifestati da mancanza di respiro; polmonite eosinofila, rinite.
  • Da parte degli organi urinari: una rara complicanza è compromessa la funzionalità renale (insufficienza renale), possibili disturbi della funzione sessuale negli uomini.
  • Sulla parte della pelle: ci possono essere lamentele riguardo al verificarsi di prurito, varie eruzioni fino a gravi lesioni cutanee, emorragie sotto la pelle e le mucose. Una complicanza pericolosa della terapia è l'angioedema. A volte c'è una maggiore suscettibilità agli ultravioletti (fotosensibilizzazione).
  • Da parte degli organi che formano il sangue: diminuzione dei livelli ematici al di sotto del livello normale delle piastrine, conta totale dei leucociti, nonché singole frazioni di globuli bianchi: neutrofili, agranulociti. Forse lo sviluppo dell'anemia.
  • Dagli indicatori di laboratorio: un aumento superiore al normale contenuto di potassio nel sangue, creatinina, acido urico, glucosio, calcio. La concentrazione di potassio, sodio può cadere. A volte c'è un aumento delle transaminasi epatiche (AlAT, AsAT). Con l'aiuto dell'ECG, è possibile identificare un intervallo QT esteso. Meno comune è l'alcalosi metabolica dovuta alla perdita di cloro.
  • Le reazioni collaterali includono anche: spasmo muscolare, sudorazione grave, astenia.

In caso di sovradosaggio, la pressione scende al di sotto dei valori critici, che possono essere accompagnati da vertigini, nausea, vomito e perdita di conoscenza. Possibili convulsioni, violazione della scarica delle urine. Sono stati rilevati cambiamenti nella composizione elettrolitica del sangue.

Interazioni farmacologiche

L'efficacia della terapia può essere significativamente influenzata dall'uso simultaneo di altri farmaci. Quindi, tutti i farmaci appartenenti al gruppo di antipertensivi, aumentano l'effetto di Noliprel. E i soliti antidolorifici del gruppo di FANS non consentono alle sostanze attive di ridurre completamente la pressione. Altri farmaci aumentano la probabilità di reazioni avverse. Ad esempio, i preparati di potassio e i diuretici che inibiscono il potassio contribuiscono allo sviluppo di iperkaliemia. E ci sono molte di queste interazioni. Maggiori informazioni su di loro possono essere trovate nelle istruzioni ufficiali, che è collegato al farmaco Noliprel.

Caratteristiche del farmaco originale

Il farmaco è disponibile solo in forma di compresse. Ogni compressa ha un rivestimento bianco. La forma è oblunga, ci sono rischi su entrambi i lati. Noliprel contiene perindopril arginina - 2,5 mg, nonché indapamide - 0,625 mg. I componenti ausiliari sono: silice, lattosio, magnesio stearato, sodio carbossimetilamido, maltodestrina. Il guscio contiene macrogol, magnesio stearato, glicerolo, biossido di titanio.

L'imballaggio viene effettuato in bottiglie di plastica, dotate di un tappo-dispenser. C'è un tappo in cui è posto il gel che assorbe l'umidità. Nella bottiglia può essere 14 o 30 compresse. Vengono prodotti pacchetti contenenti 90 compresse.

Noliprel è rilasciato dalla prescrizione. La durata è di 3 anni senza requisiti speciali di conservazione. Il prezzo di un pacchetto, calcolato per un mese di trattamento, è di circa 550 rubli.

Ci sono altre 2 forme di medicina: Noliprel A forte e Noliprel A Bi-Forte. Questi farmaci differiscono solo nel dosaggio degli ingredienti attivi. Nel primo caso, le dosi di perindopril e indapamide sono 5 e 1,25 mg, rispettivamente, e in Nolipell Bi-Forte, 10 e 2,5 mg. Il prezzo della forma forte raggiunge 700, e Bi-Forte - fino a 800 rubli al mese di trattamento.

Mezzi alternativi

Ad oggi, Noliprel ha diversi analoghi del domestico e importati. Ma in tutti i farmaci generici, ad eccezione della droga di Teva, si usa il perindopril erbumin salt.

Perindopril-Indapamide Richter

Prodotto in Polonia dalla società farmaceutica Gedeon Richter. La combinazione può contenere 4 mg di un ACE-inibitore e 1,25 mg di un diuretico o 2 mg di perindopril e 0,625 di indapamide. Sostanze ausiliari: MCC (cellulosa microcristallina), lattosio, magnesio stearato e biossido di silicio.

Le compresse sono poste in un blister. Il blister contiene 10 pezzi. In un pacchetto ci sono 3 bolle. La data di scadenza è di 2 anni. Conservare il farmaco a una temperatura non superiore a 30 ° C. Le informazioni sul prezzo sono difficili da rintracciare, perché non tutte le farmacie hanno a disposizione.

Indapamide / Perindopril-Teva

Teva è un'azienda israeliana. La composizione è leggermente diversa dall'originale e da altri generici, ma il dosaggio è più vicino al farmaco originale. Contiene perindopril tosilato 2,5 mg e indapamide 0,625 mg. C'è un dosaggio di più - 5 / 1,25 mg. Le compresse hanno una conchiglia. Ulteriori componenti sono: lattosio, povidone, amido di mais, magnesio stearato e sodio bicarbonato. La composizione del guscio è rappresentata da sostanze come macrogol, alcool polivinilico, talco e biossido di titanio.

Le compresse sono poste in un contenitore di plastica di 30 pezzi. La data di scadenza è di 2 anni. Il medicinale viene conservato a una temperatura fino a 25 ° C. Non è il farmaco farmaceutico più comune, quindi il costo della terapia è difficile da determinare.

Co-Parnavel

Questo strumento combinato è prodotto sul territorio della Federazione Russa dalla società Ozon. Le pillole sono bianche. Possono essere divisi, in quanto vi è un rischio. Manca Shell. Il rapporto tra diuretico e ACE-inibitore può essere 1,25 / 4 mg e 0,625 / 2. Gli eccipienti sono usati come controparte israeliana, solo che non c'è bicarbonato di sodio e MCC è stato aggiunto.

Le compresse sono poste in blister da 10, 20 o 30 pezzi. Ci sono anche barattoli di plastica in cui si trovano 10, 20, 30, 40, 50 e persino 100 pezzi. Nelle farmacie, non c'è quasi nessuna medicina. La durata di conservazione è di 3 anni, a condizione che la temperatura di conservazione non superi i 25 ° C.

Co-Perineva

Il produttore è la società farmaceutica KRKA, Slovenia. Anche se la produzione viene effettuata in questo momento e in Russia. Dosaggio 3, in base al rapporto tra principi attivi: 0,625 / 2; 1,25 / 4 e 2,5 / 8 mg. Le compresse bianche hanno una forma biconvessa, c'è un rischio.

La composizione è in qualche modo diversa dagli analoghi. Qui viene aggiunto cloridrato di calcio esaidrato. Il lattosio è presente I componenti rimanenti sono ripetuti: crospovidone, bicarbonato di sodio, MCC, biossido di silicio, magnesio stearato. L'imballaggio è effettuato su 10 pezzi in imballaggi a cella. In una confezione di cartone ci sono 3, 6 o 9 pacchetti di questo tipo. Durante la conservazione dovrebbe anche osservare le condizioni di temperatura. Conservato per tre anni.

Il prezzo dipende dal dosaggio e dal numero di compresse nel pacco. Un corso mensile di trattamento con dosi minime avrà un costo di 300-500 rubli. Un pacchetto contenente 90 compresse costa circa 1000 rubli. È possibile acquistare il dosaggio più alto al mese di trattamento per 480-560 rubli. Il costo del packaging per 3 mesi di terapia è di circa 1.200 rubli.

Perindapam

È prodotto in Slovenia dalla società LEK. Dosaggi standard: 0,625 + 2 mg e 1,25 + 4 mg. Ulteriori componenti nella massa ricorrono: lattosio, biossido di silicio, magnesio stearato, povidone, MCC (prosolv). Ma qui appare una nuova sostanza: idrossipropil betadex. Le compresse stesse sono biconvesse, allungate. C'è un rischio. Collocato in blister da 7 o 10 pezzi. In un pacchetto può essere 28, 30, 50, 90 pezzi. La durata di conservazione è limitata a due anni, i requisiti per la temperatura durante lo stoccaggio sono standard. Nelle farmacie, quasi mai si verifica.

Perindid

Il farmaco è prodotto in India da Edge Pharma Private Limited. Il rapporto di ingredienti attivi può essere 1,25 / 4 e 0,625 / 2. Le compresse differiscono nella copertina della pellicola a colori, che può essere rossa o arancione. Le sostanze ausiliarie sono standard: MCC, magnesio stearato, ipromellosa, macrogol, talco, diossido di silicio, lattosio, biossido di titanio. La tintura utilizzata nel guscio è di ossido di ferro rosso.

Blister da 14 e 10 pezzi. Una confezione contiene 1, 2 o 3 bolle. Durata di conservazione e temperatura di conservazione come con altri generici. Il prezzo del più piccolo dosaggio varia da 270-340 rubli e più dosi - da 400 a 515 rubli.

Perindopril + Indapamide Sandoz

Sandoz è stata fondata in Svizzera, ma ha uffici in molti paesi. Il produttore più comune è la Slovenia. Dosaggi standard: 0,625 / 2 e 1,25 / 4 mg. Le bolle possono contenere 7 o 10 compresse. Ci sono confezioni da 14, 30, 50, 90 compresse. La struttura praticamente non differisce da altri analoghi economici. Le farmacie sono difficili da trovare.

Perindopril PLUS Indapamide

Questo è un altro analogo domestico di Noliprel. Izvarino Pharma LLC è prodotto. Tutti e 3 i dosaggi sono disponibili: 0.625 / 2; 1,25 / 4 e 2,5 / 8 mg. Il guscio del tablet si distingue per un colore giallo con una caratteristica sfumatura rosata. La forma è rotonda, biconvessa. I componenti aggiuntivi sono standard, ma non c'è il lattosio nella composizione. Questo ti permette di assegnare questo strumento a persone che non tollerano il lattosio. L'ossido di ferro giallo e rosso sono usati come coloranti per il guscio.

Blister cellulari da 10 pezzi. In un pacchetto ci sono 1, 3, 6 o 9 pacchetti di questo tipo. Periodo di validità e condizioni di conservazione come gli altri generici. Il prezzo varia da 245 a 530 rubli.

monopreparations

I farmaci combinati sono stati creati per facilità d'uso. Invece di due compresse, puoi prenderne solo uno e ottenere un trattamento efficace. Se per qualche motivo la ricezione di un mezzo a due componenti è impossibile, ad esempio, un prezzo elevato, è difficile trovare un dosaggio adatto, ecc., Allora si possono prendere monopreparati. Il perindopril originale - Prestarium A, l'originale indapamide - Arifon. Questi fondi sono disponibili anche da Servier.

Il Prestarium A ha dosaggi di 2,5; 5 e 10 mg. A seconda della dose, il prezzo della confezione varia da 400 a 600 rubli. Arifon contiene 2,5 mg di indapamide. Un mese di trattamento può costare intorno ai 350-400 rubli. È anche disponibile una forma a rilascio lento - Arifon retard 1,5 mg. Il prezzo medio per 30 compresse è di 350 rubli.

Questi farmaci hanno anche analoghi economici. Sostituti per Prestarium - Parnavell, Perineva. Anche farmaci generici che non hanno un marchio. Questo perindopril prodotto da produttori nazionali ed esteri. Prezzo da 160 rubli e oltre.

Gli analoghi di Arifon sono: Indap, Ravel CP, Acripamid. Le farmacie vendono l'indapamide, fabbricato da varie compagnie farmaceutiche. Il nome corrisponde alla sostanza attiva. I farmaci più economici possono costare circa 20 rubli.

Data la diversità dei farmaci, ogni persona può ricevere un trattamento efficace. Ma solo il medico dovrebbe essere coinvolto nella selezione della terapia. Sperimentare in modo indipendente con la propria salute è impossibile.

Noliprel, Ko-Perineva (Perindopril più Indapamide)

Ci sono controindicazioni Prima di iniziare, consultare il medico.

Nome commerciale all'estero (estero) - Bi Preterax, Co-Prenessa, Coverex Komb, Coversum Combi, Coversyl Comp, Coversyl Plus, Noriplex, Perigard D, Predonium, Prelettale, Preterax.

Tutti gli inibitori ACE e le loro combinazioni qui.

Tutti i farmaci usati in cardiologia sono qui.

Fai una domanda o lascia una recensione sul farmaco (per favore non dimenticare di includere il nome del farmaco nel testo del messaggio) qui.

Preparazioni di combinazione contenenti Perindopril (Perindopril) e Indapamide (Indapamide).

(In caso di indisponibilità delle combinazioni di fabbrica, l'effetto congiunto dei farmaci nella combinazione nelle stesse dosi avrà un effetto collaterale.)

Noliprel - istruzioni ufficiali per l'uso. Il farmaco è prescritto, l'inormazione è inteso solo per gli operatori sanitari!

Gruppo clinico-farmacologico:

Azione farmacologica

Preparato combinato contenente perindopril (un ACE-inibitore) e indapamide (un diuretico dal gruppo dei derivati ​​sulfamidici). Azione farmacologica Noliprel dovuta alla combinazione delle proprietà individuali di ciascuno dei componenti. La combinazione di perindopril e indapamide aumenta l'effetto di ciascuno di essi.

Noliprel ha un effetto ipotensivo pronunciato dipendente dalla dose sia della pressione sistolica che diastolica mentre si trova in posizione eretta e in piedi. L'effetto del farmaco dura 24 ore L'effetto clinico persistente si verifica meno di 1 mese dopo l'inizio della terapia e non è accompagnato da tachicardia. L'interruzione del trattamento non è accompagnata dallo sviluppo della sindrome da astinenza.

Noliprel riduce il grado di ipertrofia ventricolare sinistra, migliora l'elasticità arteriosa, abbassa il collo rotondo, non influenza il metabolismo dei lipidi (colesterolo totale, HDL, LDL, trigliceridi) e non influenza il metabolismo dei carboidrati (anche nei pazienti con diabete).

Il perindopril è un inibitore dell'enzima che converte l'angiotensina I in angiotensina II. L'ACE o chinasi è una esopeptidasi, che svolge sia la conversione dell'angiotensina I in angiotensina II, che ha un effetto vasocostrittore, sia la distruzione della bradichinina, che ha un vasodilatatore, in un eptapeptide inattivo. Di conseguenza, il perindopril riduce la secrezione di aldosterone, aumenta l'attività renina nel plasma sanguigno secondo il principio del feedback negativo, con l'uso a lungo termine riduce il PRP, che è principalmente dovuto all'effetto sui vasi nei muscoli e nei reni. Questi effetti non sono accompagnati dalla ritenzione di sali e acqua o dallo sviluppo di tachicardia riflessa.

Il perindopril ha un effetto ipotensivo nei pazienti con attività renina sia bassa che normale nel plasma sanguigno.

Sullo sfondo del perindopril, c'è una diminuzione della pressione arteriosa sistolica e diastolica in posizione eretta e in piedi. L'annullamento del farmaco non porta allo sviluppo di una reazione ipertensiva.

Perindopril ha un effetto vasodilatatore, aiuta a ripristinare l'elasticità delle grandi arterie e la struttura della parete vascolare delle piccole arterie, e riduce anche l'ipertrofia ventricolare sinistra.

La somministrazione concomitante di diuretici tiazidici aumenta la gravità dell'effetto antipertensivo. Inoltre, la combinazione di un ACE-inibitore e un diuretico tiazidico porta anche a una riduzione del rischio di ipopotassiemia in pazienti che ricevono diuretici. Perindopril normalizza la funzione cardiaca, riducendo il precarico e il postcarico.

Uno studio dei parametri emodinamici in pazienti con insufficienza cardiaca cronica ha rivelato una diminuzione della pressione di riempimento nei ventricoli sinistro e destro del cuore, una diminuzione della CRPS, un aumento della gittata cardiaca e un aumento dell'indice cardiaco e un aumento del flusso sanguigno regionale muscolare.

Le proprietà farmacologiche dell'indapamide sono vicine ai diuretici tiazidici. L'indapamide inibisce il riassorbimento degli ioni sodio nel segmento corticale dell'ansa di Henle, che porta ad un aumento dell'escrezione urinaria di ioni sodio, cloro e in misura minore di ioni di potassio e magnesio, aumentando così la diuresi.

L'effetto ipotensivo si manifesta in dosi che praticamente non causano un effetto diuretico.

L'indapamide riduce l'iperreattività vascolare verso l'adrenalina. L'indapamide non influisce sul contenuto di lipidi nel plasma sanguigno (trigliceridi, colesterolo, LDL e HDL), sul metabolismo dei carboidrati (incluso nei pazienti con diabete mellito concomitante).

Aiuta a ridurre l'ipertrofia ventricolare sinistra.

farmacocinetica

I parametri farmacocinetici di perindopril e indapamide con la combinazione non cambiano rispetto al loro uso separato.

Assorbimento e metabolismo

Dopo somministrazione orale, il perindopril viene rapidamente assorbito. La biodisponibilità è del 65-70%. Circa il 20% della quantità totale di perindopril assorbito viene convertito in perindoprilato - il metabolita attivo. L'assunzione del farmaco con i pasti è accompagnata da una diminuzione della conversione del perindopril in perindoprilato (questo effetto non ha significato clinico significativo).

La Cmax di perindoprilato nel plasma sanguigno si raggiunge 3-4 ore dopo l'ingestione di perindopril per via orale.

Il legame del perindoprilato con le proteine ​​plasmatiche è solitamente inferiore al 30% e dipende dalla sua concentrazione nel sangue.

La dissociazione del perindopriolato legato in ACE è rallentata. Di conseguenza, l'efficacia di T1 / 2 è di 25 ore.La riconferma di perindopril non porta al suo accumulo e T1 / 2 di perindoprilato quando viene assunto di nuovo corrisponde al periodo della sua attività, quindi, il Css viene raggiunto in media dopo 4 giorni.

Perindopril penetra la barriera placentare.

Il perindoprilato viene escreto nelle urine. T1 / 2 è 3-5 ore.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali

La rimozione del perindoprilato è ritardata nella vecchiaia, così come nei pazienti con insufficienza cardiaca e renale.

La clearance del perindoprilato durante la dialisi è di 70 ml / min.

La farmacocinetica del perindopril varia nei pazienti con cirrosi epatica: la clearance epatica del perindopril è ridotta di 2 volte. Tuttavia, la concentrazione di perindoprilato formatasi non cambia e, pertanto, non è necessario modificare la dose del farmaco.

L'indapamide è rapidamente e completamente assorbito dal tratto gastrointestinale. La Cmax nel plasma è raggiunta 1 ora dopo la somministrazione orale.

Legame delle proteine ​​plasmatiche - 79%.

L'assunzione ripetuta del farmaco non porta al suo accumulo nel corpo.

T1 / 2 è di 14-24 ore (in media 19 ore). Viene principalmente escreto con le urine (70% della dose somministrata) e con le feci (22%) sotto forma di metaboliti inattivi.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali

La farmacocinetica dell'indapamide non cambia nei pazienti con insufficienza renale.

Indicazioni per l'uso del farmaco NOLIPREL®

  • ipertensione arteriosa essenziale.

Regime di dosaggio

Gli adulti, compresi i pazienti anziani, sono prescritti 1 compressa al giorno, preferibilmente al mattino.

I pazienti con insufficienza renale con CC ≥30 ml / min non richiedono un aggiustamento della dose.

Effetti collaterali

Effetti del perindopril

Dal momento che il sistema cardiovascolare: eccessiva diminuzione della pressione sanguigna, ipotensione ortostatica; in alcuni casi - infarto miocardico, angina, ictus, aritmia.

Dal sistema urinario: raramente - ridotta funzionalità renale, proteinuria (nei pazienti con nefropatia glomerulare); in alcuni casi, insufficienza renale acuta. Un leggero aumento della concentrazione di creatinina nelle urine e nel plasma sanguigno (reversibile dopo interruzione del farmaco) è più probabile con stenosi dell'arteria renale, trattamento dell'ipertensione arteriosa con farmaci diuretici, presenza di insufficienza renale. Forse (di solito temporaneo) aumento della concentrazione di potassio nel plasma sanguigno.

Da parte del sistema nervoso centrale e del sistema nervoso periferico: mal di testa, stanchezza, astenia, capogiri, labilità dell'umore, disturbi visivi, tinnito, disturbi del sonno, convulsioni, parestesia, anoressia, disturbi del gusto; in alcuni casi - confusione.

Da parte dell'apparato respiratorio: tosse secca; raramente - difficoltà a respirare, broncospasmo; in alcuni casi, rinorrea.

Da parte dell'apparato digerente: dolore addominale, nausea, vomito, stitichezza, diarrea; raramente, bocca secca; in alcuni casi - ittero colestatico, pancreatite, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, iperbilirubinemia.

Dal lato dell'acqua e dell'equilibrio elettrolitico: l'ipokaliemia è possibile. Il perindopril, che fa parte del farmaco, ha la capacità di aumentare la concentrazione di potassio inibendo il sistema renina-angiotensina-aldosterone, portando ad una diminuzione della perdita di potassio causata dall'indapamide. È stato dimostrato che nei pazienti trattati con Noliprel la diminuzione della concentrazione di potassio era inferiore a 3,4 mmol / l dopo 12 settimane di terapia nel 2% dei pazienti. Fondamentalmente, la diminuzione della concentrazione di potassio dopo 12 settimane di terapia era 0,1 mmol / l.

Da parte del sistema emopoietico: anemia (nei pazienti dopo trapianto di rene, emodialisi); raramente - ipoemoglobinemia, trombocitopenia, diminuzione dell'ematocrito; in alcuni casi - agranulotsitoz, pancitopenia; l'anemia emolitica è possibile (sullo sfondo del deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi).

Reazioni allergiche: eruzione della pelle, prurito; raramente - orticaria, angioedema; in alcuni casi, eritema multiforme.

Altro: raramente - aumento della sudorazione, diminuzione della potenza.

Effetti di indapamide

Da parte del sistema nervoso centrale e del sistema nervoso periferico: raramente - vertigini, mal di testa, astenia, parestesie (di solito scompaiono con una diminuzione della dose del farmaco).

Da parte dell'apparato digerente: raramente - nausea, stitichezza, secchezza delle fauci; in alcuni casi, pancreatite; in caso di insufficienza epatica, può svilupparsi encefalopatia epatica.

Dal bilancio idrico ed elettrolitico: possibile ipopotassiemia (soprattutto nei pazienti a rischio), diminuzione del sodio, accompagnata da ipovolemia, disidratazione del corpo e ipotensione ortostatica. La contemporanea perdita di ioni di cloro può portare ad un'alcalosi metabolica compensatoria (la frequenza di alcalosi e la sua gravità sono piccole). In alcuni casi, aumento dei livelli di calcio.

Da parte del metabolismo: è possibile aumentare il contenuto di urea e glucosio nel plasma sanguigno.

Dal lato del sistema emopoietico: in alcuni casi - trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi, anemia aplastica, anemia emolitica, aplasia del midollo osseo.

Reazioni dermatologiche: possibile rash cutaneo, vasculite emorragica, esacerbazione di SLE.

Reazioni allergiche: in pazienti predisposti - manifestazioni della pelle.

Controindicazioni all'uso del farmaco NOLIPREL®

  • angioedema nella storia (compreso nei pazienti trattati con ACE inibitori);
  • ipokaliemia;
  • insufficienza renale grave (CC inferiore a 30 ml / min);
  • grave insufficienza epatica (inclusa l'encefalopatia);
  • uso simultaneo di farmaci che estendono l'intervallo QT;
  • la gravidanza;
  • allattamento (allattamento al seno);
  • ipersensibilità al perindopril e ad altri ACE inibitori;
  • ipersensibilità a indapamide e sulfonamidi.

Uso del farmaco NOLIPREL® durante la gravidanza e l'allattamento

Noliprel è controindicato per l'uso durante la gravidanza e durante l'allattamento.

Non sono stati condotti studi adeguati e controllati sull'uso di noliprel in gravidanza nell'uomo. Gli ACE inibitori sono in grado di penetrare la barriera placentare e portare ad un aumento della morbilità e della mortalità del feto e del neonato. L'effetto degli ACE-inibitori sul feto nel secondo e terzo trimestre di gravidanza può portare allo sviluppo di ipotensione arteriosa nel neonato, insufficienza renale, deformazione delle ossa del cranio e del viso e persino morte.

Esistono rapporti sullo sviluppo dell'oligidramnios (marcata diminuzione del volume del liquido amniotico), che è causata da una ridotta funzionalità renale nel feto. L'oligoidramnios può essere accompagnato dalla comparsa di contratture degli arti superiori e inferiori nel feto, deformazioni delle ossa del cranio e del viso, sviluppo ipoplastico dei polmoni e ritardo dello sviluppo fetale. I neonati esposti ad un ACE-inibitore in utero devono essere accuratamente esaminati per escludere ipotensione arteriosa, oliguria e iperkaliemia. Il trattamento di oliguria deve essere associato al mantenimento di un'adeguata pressione sanguigna e perfusione renale.

Vi sono segnalazioni di ritardo della crescita intrauterina, parto prematuro, non-chiusura del dotto arterioso (Botallov), così come morte fetale durante l'assunzione di ACE-inibitori durante la gravidanza. Tuttavia, non è possibile stabilire esattamente fino a che punto lo scopo del farmaco abbia avuto un ruolo decisivo e in quale misura la malattia di fondo della madre.

Attualmente non ci sono dati sull'effetto di un ACE-inibitore prescritto nel primo trimestre di gravidanza.

Se la gravidanza si è verificata durante l'assunzione di un ACE-inibitore, non è necessario interromperlo, ma interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco ed eseguire un esame ecografico del cranio fetale. Le donne che hanno una gravidanza mentre assumono un ACE-inibitore devono essere informate dei potenziali rischi per la salute del feto.

La somministrazione di diuretici, compresa l'indapamide, può causare lo sviluppo di insufficienza placentare e ritardo della crescita intrauterina.

Sia il perindopril che l'indapamide possono passare nel latte materno. Se noliprel viene prescritto durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

Domanda di violazioni del fegato

Controindicato in caso di grave insufficienza epatica (inclusa l'encefalopatia).

Domanda di violazioni della funzione renale

Non sono richiesti pazienti con insufficienza renale con CC> 30 ml / min di aggiustamento della dose. Controindicato in insufficienza renale grave (CC inferiore a 30 ml / min).

Istruzioni speciali

Con l'uso cautela in pazienti con stenosi bilaterale dell'arteria renale o stenosi dell'arteria unico funzionante renale, insufficienza renale, malattie del tessuto connettivo sistemiche (lupus, sclerodermia), durante la terapia con immunosoppressori (rischio di neutropenia, agranulocitosi), soppressione di emopoiesi di midollo osseo, ridotta BCC ( diuretici, senza sale dieta, vomito, diarrea, emodialisi), malattie cerebrovascolari, ipertensione renovascolare, diabete, grave SERD insufficienza echnoy (stadio IV), per iperuricemia (soprattutto con gotta concomitante e nefrolitiasi urato), l'assunzione di diuretici risparmiatori di potassio, preparazioni di potassio e litio, con labilità BP durante l'emodialisi utilizzando vysokoprotochnyh membrane durante lo stato di desensibilizzazione dopo trapianto renale, la stenosi della valvola aortica / cardiomiopatia ipertrofica, con deficit di lattosio, galattosemia o glucosio sindrome / galattosio nei pazienti anziani Paci ntov di età inferiore ai 18 anni (efficacia e la sicurezza sono stati stabiliti).

Precauzioni durante l'uso di noliprel

Applicazione Noliprel farmaco può causare una forte diminuzione della pressione sanguigna, soprattutto quando prima di prendere il farmaco e per le prime 2 settimane di terapia. Il rischio di un'eccessiva riduzione della pressione arteriosa aumentata nei pazienti con ridotta BCC (a seguito di una rigorosa dieta priva di sale, la dialisi, vomito e diarrea), con grave insufficienza cardiaca (come con insufficienza renale concomitante, e in sua assenza) al inizialmente bassa pressione sanguigna, con stenosi dell'arteria renale o stenosi dell'arteria renale unico funzionante, cirrosi epatica, accompagnato da edema e ascite.

È necessario monitorare sistematicamente l'aspetto dei segni clinici di disidratazione e perdita di sale, misurare regolarmente la concentrazione di elettroliti nel plasma sanguigno.

Una marcata diminuzione della pressione sanguigna alla prima dose del farmaco non è un ostacolo per l'ulteriore somministrazione del farmaco. Dopo il ripristino di BCC e il trattamento della pressione arteriosa può essere continuato, con l'uso di una dose inferiore del farmaco o monoterapia con uno dei suoi componenti.

Bloccando il sistema renina-angiotensina-aldosterone con ACE inibitori può risultare in aggiunta a un brusco calo della pressione sanguigna per aumentare il contenuto di creatinina nel plasma sanguigno, a testimonianza della insufficienza renale funzionale, talvolta acuto. Queste condizioni sono rare. Tuttavia, in tutti questi casi, il trattamento deve iniziare con attenzione ed essere eseguito gradualmente.

Durante il trattamento di noliprel, è necessario monitorare sistematicamente la concentrazione di creatinina nel plasma sanguigno.

La combinazione di perindopril e indapamide non impedisce la perdita di ioni di potassio. Sullo sfondo dell'assunzione di Noliprel, è necessario monitorare regolarmente la concentrazione di potassio nel plasma sanguigno. Nei pazienti anziani o debilitati deve tener conto del rischio di ridurre la concentrazione di potassio sotto del livello accettabile (meno di 3,4 mmol / l). Questo gruppo dovrebbe includere i pazienti che assumono diversi farmaci diversi, i pazienti con cirrosi epatica, che è accompagnata da edema o ascite dei pazienti con malattia coronarica o insufficienza cardiaca. Riducendo i livelli di potassio aumenta la tossicità dei glicosidi cardiaci e aumenta il rischio di aritmie. Bassi livelli di potassio, bradicardia, nonché un aumento intervallo QT sono fattori di rischio per lo sviluppo di aritmie come "pirouette", che può portare alla morte.

Prima di iniziare il trattamento nei pazienti anziani, è necessario valutare l'attività funzionale dei reni e la concentrazione di potassio nel plasma sanguigno. La dose iniziale del farmaco viene determinata in base al grado di riduzione della pressione arteriosa, tenendo conto della possibile disidratazione e perdita di elettrolita. Tali misure aiutano ad evitare una brusca diminuzione della pressione sanguigna.

Va tenuto presente che il lattosio monoidrato fa parte degli eccipienti del farmaco Noliprel. Di conseguenza, questo farmaco non è raccomandato per le persone con deficit di lattasi, galattosemia o sindrome da malassorbimento di glucosio / galattosio.

Precauzioni durante l'utilizzo di perindopril

Il rischio di sviluppare neutropenia, nei pazienti trattati con un ACE inibitori è dose-dipendente e dipende dal farmaco ricevuto e la presenza di malattie concomitanti (insufficienza renale, specialmente contro malattie del tessuto connettivo sistemiche / SLE, sclerodermia /).

Quando si assumono gli ACE-inibitori, incl. e perindopril, a volte si osserva sviluppo di angioedema della faccia inferiore, delle labbra, della lingua, della faringe e / o della laringe. Quando compaiono questi sintomi, il perindopril deve essere immediatamente interrotto e le condizioni del paziente devono essere monitorate fino a quando i segni dell'edema scompaiono completamente. Se l'edema colpisce solo il viso e le labbra, le sue manifestazioni di solito scompaiono da sole, sebbene gli antistaminici possano essere utilizzati per eliminare più rapidamente i sintomi.

L'angioedema, accompagnato da gonfiore della laringe, può essere fatale. gonfiore della lingua, faringe o laringe può causare ostruzione delle vie aeree, e la comparsa di questi sintomi deve immediatamente entrare p / epinefrina alla diluizione 1/1000 (0,3 o 0,5 ml) e il trattamento appropriato. I pazienti con una storia di angioedema osservata non associato ad ACE-inibitori, angioedema sviluppo durante l'assunzione di questi farmaci è molto più probabile.

Quando si utilizza altamente permeabile membrana di dialisi (poliacrilonitrile) può provocare reazioni anafilattiche in pazienti trattati con ACE inibitori (gonfiore della lingua e le labbra, accompagnata da mancanza di respiro e riduzione della pressione sanguigna). Evitare combinazione con membrane di emodialisi poliacrilico e il trattamento con ACE-inibitori.

Con l'uso di ACE-inibitori può sviluppare tosse secca improduttiva. Gli attacchi di tosse sono persistenti, ma scompaiono rapidamente dopo la sospensione del farmaco. Se necessario, il trattamento può essere continuato.

Nei pazienti con IHD o insufficienza cerebrovascolare, il trattamento deve essere iniziato utilizzando basse dosi del farmaco.

L'uso di ACE-inibitori ha un effetto benefico nei pazienti con ipertensione arteriosa renovascolare, come quelli in attesa di un intervento chirurgico, e quando è impossibile eseguire l'operazione. Il trattamento dovrebbe iniziare con basse dosi del farmaco, valutando sia l'attività funzionale dei reni che il livello di potassio nel plasma sanguigno. Alcuni pazienti possono sviluppare insufficienza renale funzionale, che scompare rapidamente quando il farmaco viene sospeso.

I pazienti con grave insufficienza cardiaca (stadio IV) ed i pazienti con diabete mellito insulino-dipendente (pericolo di aumento spontaneo livello di potassio) il trattamento farmacologico dovrebbe iniziare con una dose bassa ed essere sotto costante controllo medico.

I pazienti con ipertensione e scompenso cardiaco non dovrebbero interrompere l'assunzione di beta-bloccanti: ACE-inibitori devono essere usati in combinazione con beta-bloccanti.

L'anemia può verificarsi nei pazienti dopo trapianto di rene o in soggetti in emodialisi. Allo stesso tempo, la diminuzione del livello di emoglobina è maggiore, più alto è il suo livello iniziale. Questo effetto, apparentemente, non è dipendente dalla dose, ma può essere associato al meccanismo d'azione degli ACE-inibitori.

Una leggera diminuzione del livello di emoglobina si verifica durante i primi 6 mesi, quindi il contenuto di emoglobina rimane stabile e viene completamente ripristinato dopo l'interruzione del farmaco. In tali pazienti, il trattamento può essere continuato, ma i test ematologici devono essere eseguiti regolarmente.

L'azione degli ACE-inibitori può essere accompagnata da una marcata diminuzione della pressione arteriosa durante l'anestesia generale, specialmente se l'anestetico ha un effetto ipotensivo. Si raccomanda di interrompere l'assunzione di ACE-inibitori, incl. perindopril, 12 ore prima dell'intervento.

Precauzioni durante l'utilizzo di indapamide

Nei pazienti con compromissione della funzionalità epatica, l'indapamide può portare allo sviluppo di encefalopatia epatica. In questo caso, dovresti interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco.

Prima e durante il trattamento, è necessario controllare la concentrazione di sodio nel plasma sanguigno. L'accettazione di qualsiasi farmaco diuretico può portare ad una diminuzione del contenuto di sodio nel plasma sanguigno, in alcuni casi asintomatico, che, a sua volta, contribuisce allo sviluppo di una serie di gravi complicanze. Molto spesso, il plasma plasmatico di sodio deve essere monitorato in soggetti a rischio (ad esempio, nei pazienti anziani o nella cirrosi epatica).

L'indapamide, come i diuretici tiazidici, può ridurre l'escrezione urinaria di calcio, che porta ad un temporaneo e insignificante aumento della concentrazione di calcio nel sangue. Un aumento significativo del calcio può essere associato a iperparatiroidismo non diagnosticato. In questo caso, il trattamento deve essere interrotto fino a quando non viene studiata la funzione delle ghiandole paratiroidi.

Nei pazienti con diabete, è necessario monitorare costantemente i livelli di glucosio nel sangue, soprattutto sullo sfondo di ipopotassiemia.

I pazienti con un alto contenuto di acido urico nel plasma sanguigno aumentano il rischio di sviluppare la gotta.

All'inizio del trattamento, i pazienti con farmaci diuretici possono manifestare una diminuzione della filtrazione glomerulare a causa dell'ipovolemia, che a sua volta è causata dalla perdita di acqua e ioni di sodio. Di conseguenza, le concentrazioni di urea e creatinina possono aumentare nel plasma sanguigno. Se la funzione renale non è compromessa, allora, di regola, è normalizzata, comunque, con l'insufficienza renale esistente, le condizioni del paziente possono peggiorare.

Gli atleti devono tenere presente che l'indapamide può dare una reazione positiva durante il controllo antidoping.

Utilizzare in pediatria

L'uso di Noliprel nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni è controindicato, perché l'efficacia e la sicurezza del farmaco in questa fascia di età non sono state stabilite.

Influenza sulla capacità di guidare il trasporto motorio e i meccanismi di controllo

Nel periodo di assunzione di Noliprel (specialmente all'inizio del corso della terapia), occorre prestare attenzione quando si guida e si esegue un lavoro che richiede maggiore attenzione e un alto tasso di reazioni psicomotorie.

overdose

Sintomi: diminuzione pronunciata della pressione sanguigna, nausea, vomito, convulsioni, vertigini, insonnia, diminuzione dell'umore, poliuria o oliguria, che possono andare in anuria (a causa di ipovolemia), bradicardia, disturbi elettrolitici.

Trattamento: lavanda gastrica, l'appuntamento di adsorbents, correzione di equilibrio dell'acqua e elettrolitico. Con una significativa diminuzione della pressione sanguigna dovrebbe essere trasferito al paziente in posizione orizzontale con le gambe sollevate.

Perindoprilato può essere rimosso dal corpo attraverso la dialisi.

Interazione farmacologica

L'uso simultaneo di noliprel e preparazioni al litio non è raccomandato. Un aumento della concentrazione di litio può portare a sintomi e segni di sovradosaggio di litio (a causa di una diminuzione dell'escrezione di litio da parte dei reni). Se la terapia combinata, inclusi gli ACE-inibitori e i diuretici risparmiatori di potassio, non può essere annullata, il livello di litio deve essere attentamente monitorato e, se necessario, la dose del farmaco deve essere aggiustata.

La combinazione di perindopril con diuretici risparmiatori di potassio e preparazioni di potassio può portare ad un aumento significativo della concentrazione di potassio sierico (soprattutto sullo sfondo di insufficienza renale), o addirittura alla morte. Non prescrivere ACE-inibitori in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio e preparati di potassio, ad eccezione dei pazienti con ipopotassiemia (con monitoraggio costante della concentrazione plasmatica di potassio e dei parametri ECG).

Va tenuto presente che l'uso di indapamide in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio o preparazioni di potassio non preclude lo sviluppo di ipokaliemia o iperkaliemia (specialmente nei pazienti con diabete e insufficienza renale).

Con l'uso simultaneo di eritromicina (per somministrazione endovenosa), pentamidina, sultopride, vincamina, alofantrina, bepridil e indapamide possono sviluppare aritmie tipo piroette (ipogalemia, bradicardia o un intervallo QT esteso) come fattori provocatori.

Quando si usano gli ACE-inibitori, incl. Noliprel, può aumentare l'effetto ipoglicemico dei derivati ​​dell'insulina e sulfonilurea. Lo sviluppo dell'ipoglicemia è estremamente raro (aumento della tolleranza al glucosio e diminuzione del fabbisogno di insulina).

Con l'uso simultaneo di Noliprel e baclofen si ha un aumento dell'effetto ipotensivo (è necessario controllare il livello della pressione sanguigna e regolare la dose di Noliprel).

Con l'uso simultaneo di indapamide, che fa parte del farmaco Noliprel, e dei FANS in caso di disidratazione, lo sviluppo di insufficienza renale acuta (a causa di una diminuzione della filtrazione glomerulare). In tali casi, prima di iniziare il trattamento, è necessario garantire una sufficiente idratazione del corpo e valutare l'attività funzionale dei reni. È anche necessario considerare che i FANS indeboliscono l'effetto ipotensivo degli ACE-inibitori. È stato dimostrato che i FANS e gli ACE-inibitori hanno un effetto additivo sull'iperkaliemia e che è anche possibile una diminuzione della funzionalità renale.

Con l'uso simultaneo di noliprel e antidepressivi triciclici, i neurolettici possono aumentare l'effetto ipotensivo e aumentare il rischio di ipotensione ortostatica (effetto additivo).

GCS, il tetrakozaktid riduce l'effetto ipotensivo di Noliprel (ritenzione idrica ed elettrolitica a causa dell'azione glucocorticoide).

Con l'uso simultaneo di indapamide con farmaci antiaritmici IA (chinidina, idrochinidina, disopiramide) e classe III (amiodarone, bretilium, sotalolo), possono verificarsi aritmie tipo piroette (ipogalemia, bradicardia o un intervallo QT esteso) possono essere i fattori scatenanti. Con lo sviluppo del tipo di aritmia "pirouette" non si devono usare farmaci antiaritmici (è necessario utilizzare un pacemaker artificiale).

Con l'uso simultaneo di indapamide e farmaci che riducono il livello di potassio (inclusi amfotericina B in / in, gluco - e mineralcorticoidi con uso sistemico, tetracosactid, lassativi stimolanti), aumenta il rischio di ipokaliemia. È necessario controllare la concentrazione di potassio, se necessario, regolarlo. Se necessario, la nomina di lassativi dovrebbe usare farmaci senza un effetto stimolante sulla motilità intestinale.

Con l'uso simultaneo di Noliprel con glicosidi cardiaci, si dovrebbe tenere presente che bassi livelli di potassio possono aumentare l'effetto tossico dei glicosidi cardiaci. Il livello di potassio e di ECG deve essere monitorato e, se necessario, la terapia deve essere regolata.

L'acidosi lattica nei pazienti che assumono metformina è apparentemente associata a insufficienza renale funzionale, che è causata dall'azione dell'indapamide. La metformina non deve essere utilizzata se i livelli di creatinina sierica superano 1,5 mg / dl (135 μmol / l) negli uomini e 1,2 mg / dl (110 μmol / l) nelle donne.

Noliprel aumenta il rischio di sviluppare una disfunzione renale durante l'uso di sostanze iodio-radiopaco in dosi elevate. Prima di utilizzare agenti di contrasto contenenti iodio, è necessaria la reidratazione.

Con l'uso simultaneo di sali di calcio può aumentare il contenuto di calcio nel plasma sanguigno a causa della riduzione della sua escrezione nelle urine.

Con l'uso simultaneo di ciclosporina aumenta il rischio di ipercreatininemia.

Condizioni di vendita della farmacia

Il farmaco è disponibile su prescrizione medica.

Termini e condizioni di conservazione

Elenco B. Il farmaco deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini ad una temperatura non superiore a 30 ° C. Periodo di validità - 3 anni.

Cambiamenti diffusi del pancreas nell'uomo

Cuore di Phoenix