Quali alimenti sono autorizzati ad avere con pancreatite

L'emergenza della malattia di pancreatite richiede un approccio più responsabile alla loro dieta e conoscenza di ciò che si può mangiare con la pancreatite. Nel trattamento del processo infiammatorio nel pancreas, oltre alla terapia farmacologica di base, viene assegnato un ruolo significativo all'osservanza della dieta. Ciò che è anche di grande importanza per il rapido recupero del paziente.

Dieta per l'infiammazione del pancreas

Nella nutrizione di tutti i giorni, non c'è una scelta molto ampia che può essere consumata con lo sviluppo di pancreatite patologica. Dopo tutto, la malattia stessa ha un decorso acuto o cronico, quindi ognuno di loro ha il proprio approccio individuale quando prescrive una dieta.

Il principale gruppo di rischio di questa malattia è rappresentato dagli adulti, poiché lo sviluppo della patologia è in gran parte dovuto a una grave violazione della dieta, a situazioni stressanti costanti, a un'eccessiva consumazione serale dopo un'intensa giornata, a un consumo eccessivo di cibi grassi e fritti, abuso di alcol. Ci sono delle eccezioni - questi sono i bambini delle classi senior e degli studenti delle scuole superiori, oltre che degli istituti secondari tecnici o secondari speciali, dove la mancanza di un orario di pasto stabile è l'impulso per lo sviluppo dell'infiammazione.

Nella pratica medica, ci sono tabelle dietetiche stabilite dagli Standard del Ministero della Salute per ogni gruppo di malattie. Che cosa prevede un regime di risparmio nella dieta e l'esposizione agli organi interni di una persona. In questo caso, quali prodotti possono essere mangiati e quali non possono essere quando la pancreatite diventa chiara solo dopo la conferma della diagnosi.

I prodotti consentiti nella pancreatite in via di sviluppo dipendono dalla forma di patologia. Assegni acuti o cronici.

Più in dettaglio, che tipo di dieta con una dieta accettabile No1 o No5 da applicare, e ciò che non è possibile in forme acute o croniche di pancreatite, sarà mostrato da una tabella medica comune.

Dieta nella fase acuta

Negli attacchi acuti della malattia, oltre alle compressioni fredde sulla zona dolente del corpo, si raccomanda il consumo di acqua a base minerale, che equivale a 6-7 bicchieri al giorno. Il liquido allevia parzialmente i sintomi del dolore e rimuove le tossine dal corpo umano danneggiato. Cosa posso mangiare dopo aver rimosso un attacco di pancreatite acuta?

Dopo il sollievo dal dolore per 2 giorni, al paziente viene prescritta una terapia con fame e liquidi. Durante questo periodo, raccomandò l'uso di brodo di rosa canina e acqua minerale non gassata ad una tariffa giornaliera fino a 1,2 litri. Il terzo giorno, è consentito l'assunzione di cibi leggeri, che include cibi ipocalorici e completa eliminazione dalla dieta di grassi, sale, alimenti che causano la formazione di gas nell'intestino.

Cosa si può mangiare dopo un digiuno di due giorni e l'arresto di un attacco acuto con pancreatite - l'elenco dei prodotti consentiti comporta l'uso di piccole porzioni di 6-7 volte al giorno, senza creare un carico sul sistema digestivo.

Elenco di prodotti accettabili per pancreatite:

  1. Turchia (cotolette di vapore, soufflé).
  2. Carne di pollo (cotolette di vapore, soufflé).
  3. Carne di vitello (senza contenuto di grassi, cottura a vapore).
  4. Filetto di persico, lucioperca, baccalà (bollito, stufato, cotolette di vapore).
  5. Pane prodotti di ieri.
  6. Biscotto (usare la mattina a colazione).
  7. Cracker di grano (senza condimento).
  8. Gelatina (non più di 140-160 grammi al ricevimento).
  9. Farina d'avena con zuppa (senza condimento e ingredienti fritti, magro).
  10. Zuppa di riso (senza condimento e ingredienti fritti, magro).
  11. Zuppa d'orzo sotto forma di calore.
  12. Zuppa di verdure

Cosa puoi mangiare con un attacco di pancreatite? Nel momento stesso di un attacco per alleviare la condizione del paziente, è proibito mangiare cibo. Poiché ciò provoca ulteriori complicazioni. Mentre è in ospedale, il paziente deve rispettare pienamente la routine quotidiana in ospedale, con una dieta prescritta.

Dopo il trattamento ospedaliero, la forma alimentare della nutrizione dura fino a 7-12 mesi. L'elenco degli alimenti che possono essere consumati dopo un trattamento per un attacco di pancreatite sarà integrato con altri cibi ipercalorici, concordati con il medico. Va ricordato che la violazione delle regole comporta un impatto negativo immediato sullo stato del corpo.

Cibo in uno stadio cronico

Cosa significa nutrizione per l'infiammazione cronica del pancreas? La nutrizione con questa diagnosi viene effettuata nel pieno rispetto della dieta, che consente di alleviare le infiammazioni ripetute. Cosa si può mangiare nella pancreatite cronica del pancreas al momento della riacutizzazione?

In caso di remissione di pancreatite cronica, è necessario avvicinarsi a una dieta più responsabilmente. In questa fase di esacerbazione della malattia, si raccomanda di aumentare la disponibilità di proteine ​​nell'assunzione alimentare, le norme fisiologiche dei grassi. Al momento della esacerbazione della pancreatite, cosa viene cotto e mangiato?

La cottura è fatta bollendo, stufando, su un bagno di vapore. Il cibo preparato viene servito in forma di terra a brevi intervalli. La quantità di consumo giornaliero corrisponde a 6-7 volte. La consegna dei piatti viene effettuata con un aspetto caldo non superiore a 50 * С. Il contenuto di ingredienti utili nel piatto:

  1. Il tasso giornaliero di proteine ​​non deve superare i 170 grammi, in questo numero e le proteine ​​animali.
  2. Il contenuto giornaliero di carboidrati non deve superare i 350 grammi.
  3. La quantità totale di valore energetico, nella tariffa giornaliera, è di 2700 kilocalorie.

Per rispettare le norme della nutrizione dietetica, un nutrizionista ha creato uno speciale menu individuale, concordato con il medico. Cosa si può mangiare con pancreatite del pancreas - un menù esemplare settimanale, programmato per 6-7 pasti durante la settimana.

  1. lunedi
    1. Colazione: biscotti al galette con formaggio
    2. Colazione 2: omelette al vapore, tè con pane secco.
    3. Pranzo: zuppa di avena non lievitata, zucchine bollite, ricotta a basso contenuto di grassi.
    4. Pranzo: grattugiato su una grattugia fine mela.
    5. Secondo spuntino: ricotta a basso contenuto di grassi.
    6. Cena: consistenza liquida farina d'avena, con insalata di barbabietole bollite, frutta cotta.
  2. martedì
    1. Colazione: uova strapazzate senza tuorlo, porridge di latte con grano saraceno macinato, tè leggero.
    2. Colazione 2: kefir magro, ricotta.
    3. Pranzo: zuppa di verdure fresche, pollo bollito, bevanda acida.
    4. Spuntino: mela cotta.
    5. Secondo high tea: kefir, biscotto.
    6. Cena: filetto di pesce lesso, patate lesse (puré di patate), tè leggero.
  3. mercoledì
    1. Colazione: cracker secchi, acqua non gassata.
    2. Colazione 2: omelette al vapore senza tuorli, una fetta di pane raffermo, latte bollito 1 cucchiaio.
    3. Pranzo: 250 gr. carne di pollo bollita, una fetta di pane bianco secco.
    4. Pranzo: frutta bollita.
    5. Secondo spuntino: kefir debole grasso, ricotta.
    6. Cena: 250 fiocchi d'avena, 250 gr. purea di carote, tè leggero con latte.
  4. giovedi
    1. Colazione: 250 gr. farina d'avena in forma liquida, una fetta di pane bianco, acqua minerale non gassata.
    2. Colazione 2: 150 gr. Ricotta al forno, 120 gr. salsa di mele, tè debole
    3. Pranzo: 300 ml di zuppa di purea, 180 gr. porridge con zucca al forno, 180 gr. ricotta
    4. Snack: frutta cotta.
    5. Pranzo 2: ricotta 120 gr., Kefir 150 ml.
    6. Cena: 150 grammi. pesce bollito, 12 gr. cagliata con ricotta, 170 ml. gelatina.
  5. venerdì
    1. Colazione: acqua non gassata 180 ml., Cracker.
    2. Colazione 2: polpette di pesce al vapore, purea di barbabietola.
    3. Pranzo: stufato di manzo, purea di carote, una fetta di pane bianco.
    4. Pranzo: ricotta 150 gr.
    5. Pranzo 2: kefir, biscotti.
    6. Cena: riso bollito senza sale, kefir.
  6. sabato
    1. Colazione: frittata di proteine ​​al vapore.
    2. Colazione 2: carne di vitello bollita, tè leggero con pangrattato.
    3. Pranzo: riso bollito, zucca al forno, decotto di rosa canina.
    4. Spuntino: bollito vegetale (patata), kefir.
    5. Pranzo 2: fiocchi di latte 180 gr.
    6. Cena: budino al formaggio, kefir.
  7. domenica
    1. Colazione: ricotta con tè.
    2. Seconda colazione: zuppa di lenticchie (nel periodo di esacerbazione della pancreatite).
    3. Pranzo: carne di pollo al vapore, purea di zucca.
    4. Snack: kefir con pangrattato.
    5. Pranzo 2: ricotta al forno.
    6. Cena: zuppa di barbabietole bollite, patate al forno, pesce al vapore, tè leggero.

Inoltre, è possibile modificare determinati alimenti per una varietà di alimenti. Cosa può essere preparato con pancreatite - ricette:

1. Casseruola di cavolo Cuocere 270 gr. cavolo in acqua leggermente salata. Tagliare a fette sottili. Quindi bollire 60 grammi. carote, frullatore tritato. 10-15 grammi. pangrattato inumidito con latte Separare gli albumi dai tuorli, aggiungere 5 gr. burro, esca su una grattugia fine. Tutti gli ingredienti risultanti vengono mescolati e messi in forno.

2. Gelatina di carote. Prendi 60 grammi. carote, 4 gr. gelatina, 30 gr. zucchero a velo, 0,1 g. acido citrico. Carota sbucciata tagliata ad anelli, far bollire in acqua bollente. Nel brodo preparato aggiungere zucchero, acido citrico, portare a ebollizione. Versare la gelatina e versare nella carota. Versare nelle forme e raffreddare fino a ottenere una gelatina.

Ci sono molte altre ricette in cui la dieta corrisponde a una dieta di pancreatite, che può essere utilizzata senza pensare alle conseguenze per il corpo.

Prodotti utili ammessi

In caso di malfunzionamento del pancreas, sono richieste norme dietetiche Per questi scopi, è stata sviluppata una tabella di prodotti, cosa può essere mangiato e cosa non è possibile con la pancreatite. Facciamo alcuni esempi di cosa sono le insalate utilizzate nello sviluppo della pancreatite. Quali insalate puoi mangiare con la pancreatite - ricette:

Insalata di barbabietole La barbabietola passa attraverso la fase di ebollizione per 2 ore, quindi sbucciata e schiacciata a bassa velocità in un frullatore. Olio d'oliva leggermente salato e aggiunto. Questo vegetale ha molti microelementi benefici ed è utile nella pancreatite cronica. Anche se rivela qualità utili per l'organismo, è necessario osservare il tasso di utilizzo. Per varietà, vengono aggiunte carote bollite e mele grattugiate.

Insalata "Mimosa" con infiammazione del pancreas è molto utile per il corpo del paziente e porta una varietà dello stesso tipo di cucina dietetica. Cuocere 3 uova sode. Prendi 250 gr. pesce magro, cuocere per circa 20-25 minuti. Lessare le carote, tre patate, 3 uova. Tutti gli ingredienti sono finemente tritati e stratificati su un piatto. Il primo strato è il filetto di pesce, la carota successiva. Il formaggio grattugiato (a basso contenuto di grassi) stende un nuovo strato. Il passo successivo sono le uova e le patate macinate. Tutto questo è coperto con panna acida con il 10% di grassi.

Posso mangiare aneto e prezzemolo in caso di pancreatite? In tutti i piatti, aggiungere erbe fresche di aneto, prezzemolo, ma in piccole dosi limitate, poiché un eccesso di oligoelementi provoca irritazione della mucosa pancreatica.

Che tipo di erbe non possono essere utilizzate per la pancreatite? Quando l'infiammazione del pancreas, i medici consigliano di abbandonare completamente l'uso di erbe e spezie, come le loro proprietà irritano le mucose e causano gravi danni al corpo del paziente.

Cosa si può mangiare se si dispone di pancreatite acuta - un elenco di prodotti vegetali accettabili:

  • patate;
  • barbabietole;
  • peperone dolce;
  • zucca;
  • cavolo (cavolfiore);
  • zucchine;
  • spinaci;
  • carote.

Con l'aiuto di questi prodotti preparare zuppe di verdure, insalate. La loro preparazione dovrebbe essere effettuata bollendo, infornando.

Il porridge proveniente da diversi cereali sarà adatto all'uso. Prepararli in acqua, frullarli con un frullatore e aggiungere latte non grasso. Nel piatto finito è desiderabile aggiungere il burro. Carne di pollo, vitello, varietà di pesce a basso contenuto di grassi - viene preparata con la torrefazione e la cottura. Le zuppe di verdure si sfilacciano a una pappa con la mancanza di pezzi. Al momento di coricarsi, si consiglia di bere un bicchiere di kefir senza grassi.

Prodotti proibiti

Ciò che non può essere mangiato quando la pancreatite si verifica nel pancreas, è prodotti contenenti sostanze irritanti gastrointestinali. Dall'inizio dell'irritazione, i sintomi della malattia aumentano e il paziente può essere ricoverato in ospedale.

Cosa non si può fare con la pancreatite del pancreas, quindi è quello di violare la dieta prescritta dai medici. Dopo tutto, la norma alimentare aiuta a rimuovere l'irritazione dal pancreas e contribuisce al rapido recupero del corpo. L'elenco dei prodotti vietati per qualsiasi forma di pancreatite:

  • verdure che contengono una forma ruvida di fibre (fagioli, piselli);
  • carne grassa (maiale, agnello);
  • prodotti di caffè;
  • di cacao;
  • peperoncino;
  • sottaceti;
  • cibo contenente lievito;
  • soda;
  • bevande alcoliche

Nella dieta sviluppata, è previsto che sia possibile e non possa essere mangiato con varie forme di pancreatite. Supponiamo con esacerbazione di pancreatite del pancreas, che è sbagliato perché ci sono alcuni tipi di prodotti, come la raccomandazione è uno - la fame per 2 giorni.

Dopo l'esacerbazione della pancreatite, iniziare lentamente a prendere il cibo, secondo la dieta, e ciò che il medico non dirà al paziente.

Cosa puoi mangiare con pancreatite (elenco di prodotti)

La pancreatite sconvolge il solito modo di vivere, costringendo a ricostruire completamente il programma. Soprattutto questa tendenza riguarda il campo della nutrizione. Dieta per pancreatite - la chiave principale per il trattamento di successo dei pazienti. L'importanza di una corretta alimentazione non può essere sottovalutata. Nessun farmaco o intervento chirurgico non garantisce una cura per la pancreatite se non si segue una dieta regolare.

Primi piatti

Il primo piatto è servito per il pranzo su base obbligatoria. Sono consentite minestre vegetariane (cotte in brodo vegetale vegetariano) o zuppe cotte in brodo con carni magre. Una volta alla settimana puoi mangiare zuppe con pezzi di pesce magro. Il primo piatto è servito caldo ma non caldo.

È importante!

Varietà di carne

La dieta di un paziente con pancreatite dovrebbe includere un'adeguata quantità di alimenti proteici di origine animale. Per fare questo, nella dieta sono incluse carni magre: manzo, pollo, tacchino, coniglio, vitello. Di loro cucinano hamburger, bistecche, polpette al vapore. Sulla loro base, il brodo per i primi piatti è bollito. La carne è usata in forma bollita, ma in nessun caso è fritta. Cuocere la carne senza aggiungere spezie e spezie, con una quantità minima di sale.

Varietà di pesce

Il pesce è bollito, o cotto a vapore in pezzi interi, è possibile anche cucinare le cotolette di vapore da esso. La preferenza è data ai pesci magri: luccio, merluzzo, passera, pollock. Una grande idea per una cena o uno spuntino sarebbe un soufflé di pesce. Questo piatto proteico si saturerà con la quantità necessaria di energia, mentre non è untuoso, il che significa che non causerà la secrezione nel pancreas.

Cereali e pasta

Quando sono ammessi i seguenti tipi di cereali:

Sono usati per preparare i cereali per la colazione o come contorno per il piatto principale. Il porridge viene cotto sia in acqua che nel latte, senza aggiungere zucchero. Escludere l'orzo perlato e miglio, in quanto non sono il modo migliore per influenzare il lavoro del pancreas.

La pasta è meglio comprare dal grano duro, hanno un alto contenuto di fibre e carboidrati complessi. Il maccherone bollito viene servito con un cucchiaio di olio d'oliva o con un pezzetto di burro, leggermente salato. Sono serviti a pranzo come contorno, ma per cena non dovrebbero essere consumati, in quanto ciò darà un carico elevato sul tratto gastrointestinale prima di andare a dormire.

verdure

Il componente principale della dieta di un paziente con pancreatite è verdure. Costituiscono la maggior parte del cibo consumato. Sono serviti al forno, bolliti, in umido per colazione, pranzo o cena. Le verdure crude vengono utilizzate come snack in qualsiasi momento della giornata. È molto utile cucinare le minestre in brodo vegetale. Adatto a quasi tutti i tipi di verdure:

  • carote;
  • barbabietole;
  • patate;
  • sedano;
  • Pepe (ma non caldo);
  • zucchine;
  • melanzane;
  • cavolo;
  • piselli;
  • Pomodori.

Durante i periodi di peggioramento, le verdure vengono bollite e strofinate su una grattugia o tritate in un frullatore, dando la consistenza di purè di patate ai piatti. Questo facilita la digestione, riduce il carico non solo sul pancreas, ma anche sulla cistifellea (quest'ultima spesso si infiamma durante la pancreatite).

Bacche e frutti dolci

Sono una componente importante della nutrizione. Contengono una grande quantità di sali minerali benefici e vitamine. Tuttavia, con la malattia l'elenco dei frutti è molto limitato. Ciò è dovuto al fatto che contengono sostanze difficili da digerire. Inoltre, contengono una grande quantità di zucchero (glucosio e fruttosio), che causa il carico di insulina sulla ghiandola.

Nella fase di esacerbazione della malattia dall'uso di bacche e frutti è meglio rinunciare completamente. Se lo si desidera, si può mangiare mela o pera, ma devono essere cotti prima. In forma grezza, questi prodotti non sono serviti.

I seguenti frutti sono ammessi nella fase di remissione:

Non puoi consumare più di un frutto al giorno. Prima di servire, il frutto è cotto. Lo stesso vale per le bacche. L'alternativa a tali prodotti è la purea di frutta e bacche per bambini, ma non dovrebbero essere portati via.

Latte e prodotti lattiero-caseari

Il latte contiene una grande quantità di proteine ​​e grassi essenziali. Tuttavia, il latte intero è molto difficile da digerire. Con la pancreatite, bere latte provoca disagio nell'intestino, aumento della formazione di gas e gonfiore e persino vomito. Pertanto, si raccomandano solo bevande a base di latte fermentato. Tra questi ci sono:

  • Kefir (preferibilmente a basso contenuto di grassi);
  • Ryazhenka;
  • Bifidok;
  • Ricotta a basso contenuto di grassi;
  • Panna acida;
  • Yogurt naturale;
  • Formaggio (non più di un morso al giorno);

Questi prodotti sono usati come spuntino, ma la parte del leone dei prodotti a base di latte fermentato dovrebbe essere a cena, poiché sono facili da digerire e da digerire. Casseruole e soufflé al forno sono fatti con formaggio magro, ma possono anche essere serviti con una piccola quantità di frutta o bacche e un cucchiaino di miele per la dolcezza.

Per quanto riguarda il latte intero, può e deve essere aggiunto durante la cottura (quando si cucinano cereali, zuppe di latte, casseruole). E dall'uso nella sua forma pura è meglio rinunciare completamente.

bevande

Un altro punto della dieta: che tipo di bevande possono essere utilizzate per la pancreatite. Sono ammessi tutti i tipi di tè (nero, verde, bacche, foglie, erbe). Sono ammessi anche brodi (erbe, rosa canina, crusca), bacche e bacelli di latte, composte, succo in forma diluita e non più di una tazza al giorno.

Tuttavia, la bevanda migliore per la pancreatite era e rimane acqua minerale. Una tale bevanda alcalina è un primo aiuto per gli attacchi di dolore e nei primi giorni di esacerbazione della pancreatite. L'acqua reintegra l'equilibrio dei liquidi nel corpo del paziente e i sali minerali che lo compongono arricchiscono le cellule del corpo con gli oligoelementi mancanti. Una giornata consuma almeno un litro e mezzo di acqua minerale.

Dolci e dessert

A volte puoi permetterti un dolce. Per questo in forma marshmallow, marshmallow o marmellata. Tuttavia, non farti coinvolgere in questi prodotti, concediti in una piccola quantità non più di una volta alla settimana. Se vuoi davvero dei dolci, poi metti un frutto al forno (per esempio una pera), preparati una marmellata di bacche o bevi un bicchiere di succo (gelatina o succo di frutta). Quindi, la preferenza è data agli edulcoranti "naturali".

Per quanto riguarda l'uso del miele, i medici non possono ancora prendere una decisione inequivocabile. Nella fase di remissione, il miele è usato come dolcificante per il tè, le casseruole, i fiocchi di latte, ma non più di un cucchiaino. È collegato al fatto che il miele provoca la produzione di insulina da parte di una ghiandola malata, che in ultima analisi influisce negativamente sull'organo.

Nella fase acuta, i cibi dolci vengono completamente eliminati. Dopo che il processo si è attenuato, i cibi zuccherati non possono essere consumati per dieci giorni. Nella fase di remissione, tutto quanto sopra può essere aggiunto alla dieta, ma il paziente deve monitorare attentamente la quantità di alimenti zuccherati consumati.

È importante! Nella pancreatite cronica, una completa nutrizione può essere sufficiente per il completo recupero, l'aderenza a tutti i principi di una dieta moderata. La scelta corretta del cibo può non solo ritardare il successivo peggioramento, ma anche eliminare i sintomi e i segni della malattia.

Perché è necessario seguire una dieta

Una domanda frequente tra i pazienti: come può aiutarmi la restrizione alimentare? E questo non sorprende, per molti di noi è molto più facile prendere una pillola nella speranza che ci salverà da tutti i mali. Con la pancreatite, una tale tattica sarebbe una decisione completamente sbagliata.

Nell'infiammazione, è importante creare un riposo funzionale del pancreas, e questo è possibile solo nella condizione di completo abbandono di cibo e piatti che causano una maggiore attività enzimatica di questo organo. In condizioni di completo riposo funzionale, si creano condizioni favorevoli per il ripristino del tessuto danneggiato, si migliora il deflusso del succo pancreatico e si migliora la circolazione sanguigna. Tutto ciò alla fine porta alla rimozione dell'infiammazione e dei principali sintomi della malattia. In alcuni casi, la malattia entra in uno stadio di remissione stabile, cioè, smette completamente di disturbare il paziente.

Se la dieta non è stata seguita, allora il recupero è fuori questione. Un farmaco universale per il trattamento della pancreatite non è stato ancora inventato. Esiste solo una terapia farmacologica ausiliaria, che si aggiunge alla terapia dietetica.

Quando iniziare a mangiare bene

La nutrizione delicata è prescritta al paziente già in ospedale dal primo giorno di ammissione alla clinica. Il paziente viene trasferito a una dieta speciale (tabella numero 5). Implica una limitazione di cibi fritti, grassi, salati, dolci e piccanti. Tutti i piatti per i pazienti con pancreatite sono al vapore o bollente. Il paziente osserva una tale dieta fino alla dimissione dall'ospedale, dopodiché riceve una raccomandazione dal medico per un'ulteriore nutrizione.

È importante! Una corretta alimentazione per un paziente con pancreatite dovrebbe essere un modo di vivere particolare. La dieta è osservata non solo durante il trattamento in ospedale, ma anche dopo la dimissione. Mangia meglio alla stessa ora del giorno, 4-5 volte al giorno. Quindi pianifica in anticipo il tuo programma in modo da avere il tempo per un pasto tempestivo.

Durante i periodi di acuta esacerbazione del processo cronico, è particolarmente strettamente necessario trattare la vostra dieta, nella fase di remissione, è sufficiente seguire le raccomandazioni del medico e limitare il consumo di determinati alimenti.

conclusione

La pancreatite è una patologia grave che richiede una stretta aderenza alla dieta. Il cibo delicato include vapore non grossa, non grasso, bollito o cotto, cucinato senza l'aggiunta di spezie ed erbe aromatiche. I prodotti sono scelti in modo da contenere il meno possibile di grassi e carboidrati semplici, fibre e fibre grossolane. Il cibo deve essere fresco al gusto e facile da digerire, servirlo in una forma calda, in piccole porzioni. In caso contrario, il cibo in arrivo causerà disturbi digestivi, disagio nell'intestino e aumenterà il carico funzionale sul pancreas, che alla fine porterà ad un'altra esacerbazione della pancreatite cronica.

pancreatite

La pancreatite è una malattia caratterizzata da infiammazione del pancreas.

Normalmente, il pancreas ha due importanti funzioni. Innanzitutto, il pancreas produce enzimi che, quando entrano nell'intestino tenue, vengono attivati ​​e coinvolti nella digestione di proteine, grassi e carboidrati. In secondo luogo, questo corpo produce l'insulina ormonale, che regola il livello di glucosio nel sangue. Se, a causa di vari motivi, gli enzimi pancreatici iniziano ad essere attivati ​​anche all'interno del corpo, avviene la digestione della ghiandola stessa e si sviluppa un processo infiammatorio.

Esistono due forme di pancreatite: pancreatite acuta e cronica.

Pancreatite acuta

Il più delle volte si verifica in donne obese di età compresa tra 30 e 60 anni. L'insorgenza della malattia è caratterizzata da dolore acuto al cingolo nell'addome superiore, più spesso dopo aver bevuto alcolici o cibi grassi. Il dolore può essere lieve, tollerabile o molto grave, irradiato alla scapola o allo sterno. Il dolore può essere così grave che in alcuni casi il paziente può sviluppare shock o collasso. C'è nausea, vomito, feci alterate. A causa dell'ostruzione del flusso della bile, la pelle e la sclera assumono un colore giallastro. A volte è possibile la cianosi della pelle dell'addome e la parete addominale anteriore. Si osservano sintomi di intossicazione, la lingua con pancreatite acuta è secca e rivestita.

All'inizio della malattia, si osserva distensione addominale, mentre la parete addominale rimane morbida. Con lo sviluppo e la progressione della pancreatite acuta, si osservano tensione muscolare e sintomi di irritazione peritoneale.

La pancreatite acuta può provocare il recupero o diventare cronica. I casi particolarmente gravi di pancreatite acuta possono essere fatali.

Pancreatite cronica

Ci sono diverse forme di malattia: pancreatite ricorrente, pseudo-umorismo e sclerosante pancreatite.

Dolore nella pancreatite cronica di varia intensità, parossistica o costante. La principale localizzazione del dolore è nella parte superiore della parete addominale che si irradia verso la parte posteriore, il petto (parte sinistra) e l'addome inferiore. Per provocare l'insorgere di dolore, è possibile utilizzare cibi grassi pesanti, bevande alcoliche, stress e altri fattori. Lo sviluppo della pancreatite cronica è caratterizzato da nausea, perdita di appetito, distensione addominale, feci anormali e talvolta vomito. L'ittero è possibile a causa della compromissione del flusso biliare.

La pancreatite cronica è caratterizzata da periodi di remissione ed esacerbazione. Con il decorso della malattia, i periodi di esacerbazione diventano sempre più frequenti, lo sviluppo di disturbi intestinali, disturbi della normale digestione e perdita di peso sono possibili. Possibile sviluppo del diabete. Spesso dà complicazioni, tra cui sanguinamento dello stomaco, cancro, cisti e ascessi, danni al fegato, diabete, enterocolite.

Sintomi di pancreatite acuta

Il pancreas non è un organo molto grande, tuttavia svolge le funzioni più importanti nel corpo umano, la più importante delle quali è la secrezione degli enzimi alimentari per la normale digestione e la produzione di insulina, la cui carenza porta a una malattia così grave come il diabete mellito. Cosa succede con l'infiammazione della ghiandola? Durante il periodo di pancreatite acuta, i sintomi si sviluppano come in caso di avvelenamento grave.

Gli enzimi prodotti dal pancreas indugiano in esso o nei suoi dotti e iniziano a distruggere la stessa ghiandola e quando entrano nel sangue provocano sintomi di intossicazione generale:

  1. Pain. Questo è il sintomo più pronunciato, il dolore con pancreatite è di solito molto intenso, persistente, la natura del dolore è descritta da pazienti taglienti, noiosi. In caso di prematura assistenza medica e sollievo dal dolore, un paziente può sperimentare uno shock doloroso. Dolore localizzato sotto il cucchiaio, ipocondrio, a destra oa sinistra, a seconda del sito della lesione della ghiandola, nel caso in cui l'intero organo si infiamma, quindi il dolore è di un carattere circostante.
  2. Alta temperatura, bassa o alta pressione. Con il rapido sviluppo del processo infiammatorio, il benessere del paziente si deteriora rapidamente, la temperatura può salire a valori elevati e la pressione sanguigna può diminuire o aumentare.
  3. Carnagione. Quando un paziente ha la pancreatite, le caratteristiche del viso diventano più nitide, la pelle diventa pallida prima e la carnagione acquisisce gradualmente una tinta grigio-terrosa.
  4. Singhiozzo, nausea. Inoltre, la pancreatite è caratterizzata da sintomi come secchezza delle fauci, singhiozzo, eruttazione e nausea.
  5. Vomito. Gli attacchi di vomito con la bile non portano sollievo al paziente. Pertanto, all'inizio del periodo acuto, non si parla di assunzione di cibo, il digiuno in caso di pancreatite acuta è la condizione principale per un ulteriore trattamento di successo.
  6. Diarrea o stitichezza La sedia nella pancreatite acuta è spesso schiumosa, frequente con un odore fetido, con particelle di cibo non digerito. Il vomito può essere mangiato cibo (quando si vomita il contenuto dello stomaco all'inizio di un attacco), quindi appare la bile da 12 ulcera duodenale. Tuttavia, ci sono e viceversa costipazione, gonfiore, indurimento dei muscoli addominali, che può essere il primo segnale di un incipiente attacco di pancreatite acuta.
  7. Mancanza di respiro La dispnea è anche causata dalla perdita di elettroliti durante il vomito. Il paziente è preoccupato per la mancanza di respiro costante, il sudore appiccicoso, c'è una ricca patina gialla sulla lingua.
  8. Gonfiore. Lo stomaco e l'intestino non si riducono durante un attacco, quindi, una volta esaminato, il medico determina una forte distensione addominale e la palpazione non determina la tensione dei muscoli addominali.
  9. Cianosi della pelle Macchie cianotiche possono apparire intorno all'ombelico o sulla schiena, dando alla pelle una sfumatura di marmo, nella zona inguinale il colore della pelle può acquisire una tinta blu-verde. Questo perché il sangue della ghiandola infiammata può penetrare sotto la pelle dell'addome.
  10. Giallo di sclera, pelle. Nella forma sclerosante di pancreatite, può verificarsi ittero meccanico, che appare a causa della compressione di una parte del dotto biliare comune con un tessuto ghiandolare compattato.
  11. Con tali sintomi di pancreatite in una persona con ogni minuto la circostanza peggiora, è impossibile ritardare in tali casi e dovresti chiamare un'ambulanza appena possibile.

Sintomi di pancreatite cronica

La pancreatite cronica può essere asintomatica per qualche tempo o mascherata da altre malattie degli organi addominali. In questo caso, solo un medico può fare una diagnosi accurata.

I principali sintomi della pancreatite cronica classica sono i seguenti:

1. Dolore addominale. È senza una chiara localizzazione, si irradia verso la parte posteriore, potrebbe circondare:

  • con blocco parziale o completo del lume del dotto - si verifica dopo aver mangiato, parossistico, fermato da pancreatina o farmaci antisecretori;
  • a causa dell'infiammazione - non dipende dall'assunzione di cibo, dall'irradiazione dall'epigastria all'area posteriore, avviene dopo l'assunzione di analgesici;
  • a causa della mancanza di enzimi pancreatici, dolori di natura prevalentemente arcuata, associati ad una maggiore formazione di gas.

2. Segni di carenza esocrina (esocrina). Si sviluppa a causa di disturbi digestivi e l'assorbimento di sostanze essenziali dall'intestino. È caratterizzato da:

  • disturbi delle feci (fino a 6 volte al giorno),
  • sgabelli offensivi e grassi (steatorrea),
  • nausea, vomito,
  • perdita di peso
  • gonfiore, flatulenza,
  • brontolando nello stomaco, eruttando,
  • sintomi di carenza di vari minerali e vitamine.

3. Sindrome da intossicazione. In questo caso, appare:

  • debolezza generale
  • diminuzione dell'appetito
  • tachicardia,
  • aumento della temperatura
  • abbassando la pressione sanguigna.

4. Ipertensione biliare. Le principali caratteristiche della sindrome:

  • ittero ostruttivo
  • sugli ultrasuoni: testa pancreatica allargata, coledoco.

5. Patologie endocrine. Incontra in 1/3 dei pazienti:

  • chetoacidosi,
  • diabete mellito
  • tendenza all'ipoglicemia.

Nella pancreatite cronica, si può osservare il sintomo di Tuzhilin - l'apparizione di punti rossi luminosi nell'addome, nella parte posteriore, nel torace, che sono aneurismi e non scompaiono quando vengono pressati.

Cosa fare quando la pancreatite attacca?

  1. È vietato prendere cibo. E l'astensione dal mangiare dovrebbe essere di 3 giorni. Questo deve essere fatto per fermare la produzione di enzimi che aumentano la risposta infiammatoria e il dolore. Puoi bere acqua senza gas e additivi.
  2. Viene applicato un raffreddore alla regione epigastrica - questo riduce l'intensità del dolore, rimuove leggermente il gonfiore e l'infiammazione. Meglio di tutti, se viene utilizzata una bottiglia di acqua calda riempita con acqua fredda al posto del ghiaccio.
  3. Il paziente dovrebbe essere a letto e in completo riposo. Ciò ridurrà il flusso di sangue all'organo malato e ridurrà quindi l'infiammazione.
  4. I farmaci auto-somministrati sono Drotaverina, Spasmalgon, No-shpa e Maxigan. Possono essere bevuti prima dell'arrivo della squadra di ambulanze. Nel frattempo, è necessario chiamare i dottori anche se il paziente non è sicuro di avere un attacco di pancreatite acuta. Dopotutto, questa patologia è pericolosa perché potrebbe ridursi per un po 'e poi ricorrere rapidamente.

Soprattutto spesso ricorrenza rapida si verifica quando necrosi del corpo. Pertanto, è così importante per i parenti che il paziente (anche a dispetto delle sue proteste) subisca un esame completo.

Le tre parole principali nel trattamento di un paziente con pancreatite acuta sono Pace, freddo e fame. Sono le regole del primo soccorso nell'attacco.

Il ricevimento di qualsiasi enzima digestivo non può che rafforzare il processo patologico. I bloccanti della pompa protonica, in particolare Rabeprazole e Omeprazole, sono in grado di alleviare la condizione.

Se è noto che il paziente è stato esposto ad almeno uno dei fattori provocatori infiammatori (assunzione di alcol, eccesso di cibo, traumi, ecc.) Prima del verificarsi di un attacco, allora l'ambulanza dovrebbe essere chiamata senza indugio.

effetti

La prima cosa che un paziente prova quando sperimenta una forma acuta di pancreatite è il dolore acuto, che è insopportabile da sopportare. In questo momento, il seguente si verifica nella ghiandola.

  1. Il tessuto pancreatico e gli organi adiacenti si rompono e si rompono.
  2. Tutti gli organi e i sistemi a contatto con gli enzimi sono danneggiati.
  3. Gli enzimi che sono in uno stato di attività e non possono passare nell'intestino allo stesso tempo, assorbono (digeriscono) qualsiasi tessuto che trovano.
  4. Quindi gli enzimi "aggressivi" si disperdono attraverso il flusso sanguigno, portando con sé le cellule pancreatiche danneggiate.
  5. Il processo infiammatorio in questa situazione può iniziare in qualsiasi momento e in qualsiasi organo, anche nel cervello.
  6. Si possono sviluppare problemi di organo multipli, in cui le tossine catturano l'intero corpo, diffondendosi attraverso il sangue.

In tale situazione clinica, la vita del paziente è in pericolo se le misure necessarie non vengono prese immediatamente.

  1. La sepsi può svilupparsi.
  2. Il sanguinamento si verifica negli organi.
  3. Si forma la peritonite
  4. Il paziente può andare in stato di shock.
  5. La morte è probabile

Ma sarebbe un errore assoluto assumere che la forma cronica di pericolo non costituisca. In primo luogo, la stessa malattia cronica può essere una forma acuta complicata, se non si seguono le raccomandazioni o non si riceve un trattamento sufficiente. In secondo luogo, nella cronaca sono costantemente presenti fattori irritanti e dannosi. Ferro, anche se più lento, ma crolla ancora. Ciò causa ripetuti attacchi, incluso acuto. In terzo luogo, il processo cronico di infiammazione nel pancreas è uno sfondo favorevole per il diabete e l'oncologia, sepsi e ostruzione intestinale, insufficienza renale, problemi al fegato, tumori purulenti, trombosi della milza e necrosi pancreatica.

diagnostica

Per diagnosticare questa malattia, di regola, non è difficile, poiché i suoi sintomi sono quasi sempre pronunciati. Tuttavia, il medico per la nomina di un trattamento adeguato deve necessariamente determinare la forma della malattia. Per fare questo, è consigliabile laparoscopia - un metodo che consente di ispezionare l'interno della cavità addominale con uno strumento speciale.

Se si sospetta una pancreatite acuta, vengono eseguiti alcuni test di laboratorio. Questo è un esame del sangue generale, analisi delle urine, studi biochimici. Test simili sono eseguiti per sospetta pancreatite cronica. Tuttavia, gli studi biochimici sono importanti da condurre nel periodo di esacerbazione della malattia. Viene anche condotto uno speciale esame fecale.

Trattamento di pancreatite acuta

Nella pancreatite acuta, il trattamento è possibile solo in un ospedale, sotto la supervisione di specialisti qualificati, questa è considerata una condizione molto pericolosa. Se sospetti una pancreatite acuta, dovresti chiamare urgentemente un'ambulanza e la persona dovrebbe essere urgentemente ricoverata in ospedale.

A volte la consegna intempestiva delle cure mediche può costare una vita a una persona. Il primo soccorso che può essere dato a una persona con un attacco di pancreatite, i cui sintomi sono evidenti, consiste nel mettere a freddo nello stomaco, prendere un antispasmodico - Na-shpa, papaverina, oltre a rifiutarsi di prendere cibo e riposo prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Le 3 balene principali su cui si basa il trattamento della pancreatite acuta: FAME, FREDDO E CALMA

Assistenza di emergenza fornita dall'ambulanza:

  • puntura venosa, goccia a goccia con soluzione fisiologica
  • antiemetico - metoclopramide (cerucal) 10 mg
  • antidolorifico - ketorolac
  • antisecretory - octreotide (sandostatin) 250 mg o smalto (omeprazolo) 40 mg

Nelle condizioni di un ospedale di solito spendono:

  • In ospedale cloruro di sodio per via endovenosa (salina), reopolyglucin + contrycal
  • Utilizzare farmaci diuretici, prevengono l'edema pancreatico e contribuiscono anche alla rimozione di enzimi dal sangue, tossine dal corpo. Da diuretico o furosemide (lasix) durante la terapia infusionale (nella gengiva dopo la flebo) o compresse di diacarb sotto le sembianze di preparazioni di potassio.
  • Omeprazolo 80 mg al giorno, ci sono forme per la somministrazione endovenosa durante la flebo - Kvamatel.
  • Antispasmodici - Drotaverina cloridrato, no-spa
  • Con vomito persistente - metoclopramide intramuscolare
  • Per il dolore - antidolorifici
  • Per pancreatite grave o purulenta, antibiotici (cefalosporine di 3-4 generazioni o fluorochinoloni).
  • Nel periodo acuto, gli inibitori enzimatici sono mostrati (contrycal e gordox).
  • La terapia vitaminica è anche inclusa nel complesso mantenimento di un corpo indebolito, in particolare la vitamina C e le vitamine del gruppo B sono indicate.
  • Per 4-5 giorni al paziente viene assegnata la fame e si beve acqua calda senza gas. Nella pancreatite grave, quando si digiuna per diverse settimane, viene indicata la nutrizione parenterale (le proteine ​​idrate- nate e le emulsioni lipidiche vengono iniettate per via endovenosa, se il colesterolo nel sangue è normale).
  • Solo dopo questo tempo, il paziente è autorizzato a mangiare, all'inizio si può solo bere yogurt, aggiungendo gradualmente la ricotta al menu e dopo 3-4 giorni, il paziente può gradualmente mangiare un pasto dietetico con una dieta speciale a 5P.

Il trattamento chirurgico è indicato per sospetta pancreatite distruttiva e per i segni di infiammazione peritoneale, così come per il fallimento della terapia conservativa.

Nello stesso momento laparascopia è indicata in caso di sospetto fluido nella cavità addominale o segni di peritonite. Viene anche eseguito per la diagnosi differenziale di pancreatite acuta con altre malattie.

Laparatomia (ampio accesso chirurgico con dissezione dallo sterno all'inguine) viene eseguita con interventi chirurgici precedentemente eseguiti sull'addome, ernie ventrale, circolazione del sangue instabile (shock).

Trattamento di esacerbazione di pancreatite

Durante l'esacerbazione della pancreatite, i pazienti devono essere ospedalizzati con monitoraggio giornaliero dei parametri del sangue, bilancio idrico, conta dei globuli bianchi, livelli degli enzimi sierici e equilibrio acido-base durante la prima settimana.

La soppressione della secrezione pancreatica è l'evento più importante nel trattamento della riacutizzazione della pancreatite. A tale scopo, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • freddo nella regione epigastrica;
  • Nei primi 1-3 giorni di esacerbazione della pancreatite, si raccomanda la fame e le soluzioni alcaline ogni 2 ore (ad esempio, acque minerali alcaline);
  • uso di colinolitici M-periferici (gastrotepina)
  • la nomina dell'analogo della somatostatina - sandostatina al fine di ridurre la secrezione pancreatica, eliminare il dolore addominale, ridurre la necessità di antidolorifici. Sandostatin viene somministrato alla dose di 100 mcg per via sottocutanea 1-3 volte al giorno (massimo fino a 600 mcg / die) per un periodo da diversi giorni a diverse settimane;
  • ridurre l'acidità del contenuto gastrico per garantire il riposo funzionale del pancreas. A tale scopo, vengono utilizzati farmaci antiacidi, bloccanti del recettore H2-istamina (cimetidina) e bloccanti della "pompa protonica" di cellule abrasive (omeprazolo);
  • inibizione della funzione pancreatica: dalargin, 1 ml per via intramuscolare, 2 volte al giorno per 22-24 giorni; Peritol sembra essere promettente (4 mg 3 volte al giorno per via orale per 8-10 giorni)
  • Gli inibitori enzimatici sono usati dopo aver determinato la tolleranza individuale del farmaco ai pazienti. Sono usati i seguenti farmaci: trasilol, contrycal, gordox. Essi vengono somministrati per via endovenosa simultaneamente in una soluzione di glucosio al 5% o in una soluzione isotonica di cloruro di sodio. Le reazioni allergiche all'introduzione di questi farmaci sono osservate con una frequenza del 10-12%;
  • terapia antimicrobica. È usato nell'esacerbazione della pancreatite, che si manifesta con febbre, intossicazione e anche per la prevenzione delle complicanze. Tipicamente, vengono usati antibiotici ad ampio spettro - penicilline o cefalosporine (ampicillina, oxacillina, ampioks, kefzol, claforan e altri) per 5-7 giorni nelle dosi giornaliere usuali.

L'insufficienza della funzione pancreatica si manifesta con la sindrome da assorbimento intestinale compromessa. Secondo i concetti moderni, questa sindrome non si manifesta nella pancreatite cronica fino a quando la secrezione di enzimi diminuisce al 10% del suo potenziale originario. Il trattamento dell'insufficienza pancreatica si riduce alla nomina di una dieta e di una terapia sostitutiva enzimatica. In questo caso, la dose della preparazione enzimatica viene selezionata individualmente per ciascun paziente.

Il criterio principale per l'efficacia del trattamento è la dinamica della quantità di grasso nelle feci e il peso corporeo del paziente. Di solito, il trattamento inizia con 3 compresse prima, dopo e durante i pasti principali. Nelle forme gravi, la quantità di farmaco può raggiungere 20 o più compresse al giorno. I preparati enzimatici per la pancreatite cronica sono prescritti per un tempo molto lungo, spesso per tutta la vita. È possibile ottenere una riduzione della loro dose mantenendo una dieta rigorosa con restrizione di grassi e proteine. Tuttavia, con l'espansione della dose di dieta dei preparati enzimatici dovrebbe aumentare.

La terapia fisica ha un effetto analgesico e un certo effetto anti-infiammatorio. Di norma, la fisioterapia viene utilizzata nella fase di esacerbazione. Il più comunemente usato:

  • elettroforesi della soluzione al 5-10% di novocaina o dalargin
  • correnti diadinamiche
  • correnti modulate ad onda sinusoidale

Nella fase di remissione, la balneoterapia è ampiamente utilizzata sotto forma di anidride carbonica-idrogeno solforato, anidride carbonica-radon, anidride carbonica, bagni "perlati" o solfuri. Sono presi a una temperatura di 36-37 ° С, la durata - 10-15 minuti, il corso di trattamento è 8-10 procedure.

Spa trattamento viene effettuato in fase di compensazione è acuta nelle località di Essentuki, Truskavets, Zheleznovodsk, così come in luoghi di cura della Bielorussia (Naroch, Rechitsa).

Trattamento di pancreatite cronica

La pancreatite cronica può avere sintomi pronunciati o lievi. Molto spesso, durante l'esacerbazione della pancreatite cronica, al paziente viene mostrata ospedalizzazione e terapia, simile al processo acuto.

Il paziente deve seguire una dieta per tutta la vita e assumere farmaci dal gruppo di antispastici e farmaci che normalizzano la funzione secretoria dell'organo. Particolarmente utile due volte l'anno per sottoporsi a un trattamento di sanatorio nelle pertinenti istituzioni del territorio di Stavropol (Kislovodsk, Zheleznovodsk, Pyatigorsk), dove vengono trattati con acqua minerale naturale.

I principi di base della terapia:

1) Dieta - questo è il più difficile da eseguire principio di trattamento, come nella pancreatite dovrebbe escludere tutto il preferito di molti prodotti - fritto, piatti piccanti, funghi, dolci, cioccolato, barbecue, fast food. Tutti i prodotti, comprese alcune verdure e frutta, devono essere consumati solo in forma cotta, bollita o macinata. I pasti dovrebbero essere frequenti e frazionari, in altre parole, è necessario mangiare ogni tre ore mentre è indesiderabile mischiare diversi tipi di proteine, carboidrati e grassi in un'unica assunzione.

2) Opzioni per eliminare il dolore nella pancreatite cronica.

Quando si osserva una dieta, il dolore inizia a disturbare il paziente molto meno frequentemente, tuttavia, alla minima violazione del regime o quando si prende un prodotto proibito, è richiesto l'anestetico.

  1. In caso di dolori intensi, il medico può prescrivere antispastici - "Drotaverin", "No-Spa", che alleviano l'infiammazione nel corpo e quindi riducono il dolore.
  2. Inoltre, nel nostro tempo, il medico può prescrivere "mebeverina" ( "Spareks", "Duspatalin"), che è un myotropic azione antispasmodica ed elimina gli spasmi in tutto il tratto gastrointestinale.
  3. La terapia antisecretoria può essere utilizzata per un breve periodo ("Diacarb" o "Omeprazolo" 1 tabl / 3 giorni, in presenza di gonfiore - "Asparkam").
  4. Utilizzato anche "Octreotide" - un farmaco che sopprime la produzione di ormoni, perché il dolore si verifica a causa della stimolazione della ghiandola con i suoi ormoni. Tale farmaco è prescritto solo per il trattamento ospedaliero.

Enzimi pancreatici, disturbi correttivi della ghiandola

Con pancreatite cronica prolungata, le cellule normali dell'organo vengono sostituite con tessuto connettivo. Pertanto, la funzionalità del corpo è disturbata, il diabete e i disturbi digestivi possono svilupparsi. Al fine di ridurre il dolore e riposare il pancreas, gli enzimi pancreatici dovrebbero essere presi:

  • "Festal" - prendere 3 volte al giorno con il cibo, nella maggior parte dei casi in combinazione con la ricezione dei bloccanti istamina, che riducono l'acidità gastrica ( "cimetidina", "famotidina").
  • "Pancreatin" ("Enzistal", "Gastenorm", "Biozim", "Mezim", "Micrasim", "Pangrol", "Panzinorm", "Penzital", "Creon", "Hermital") sono enzimi pancreatici, che dovrebbe essere preso, come Festal, mentre è meglio bere il farmaco con acqua minerale alcalina. Contribuiscono a una migliore disgregazione di proteine, carboidrati e grassi.
  • Hai anche bisogno di chiarire l'attività degli enzimi. La terapia sostitutiva richiede 10.000 UI di lipasi (3 compresse di "Mezim" al giorno). Va notato che l'originale "Mezim" ha un odore sgradevole, quindi, in sua assenza, si può sostenere che si tratta di un falso (gesso schiacciato).

In presenza di pancreatite cronica, i sintomi possono essere osservati per un tempo molto lungo, rispettivamente, diminuzione dei livelli di insulina, che alla fine può portare allo sviluppo del diabete. Nel caso di diagnosi di questa patologia, il paziente deve contattare l'endocrinologo per sviluppare un regime di trattamento e la coordinazione della dieta.

Dieta Pancreatite

Se l'esacerbazione della pancreatite cronica è abbastanza grave ed è accompagnata da dolore severo, vomito persistente, cambiamenti significativi nei test di laboratorio, i pazienti hanno bisogno di fame. Permette all'organo infiammato di massimizzare il riposo e minimizzare la produzione di enzimi aggressivi che distruggono l'organo. La sua durata dipende dal caso clinico specifico, ma il più delle volte varia da 1 a 3 giorni. A volte nella fase "affamata" è permesso bere brodo di rosa canina, acque minerali alcaline e tè debole.

Quindi viene prescritta una speciale dieta ipocalorica (fino a 2.200 kcal) con una normale quota proteica. È progettato per massimizzare il pancreas e altri organi digestivi. Le caratteristiche di questa dieta sono:

  • consumo frazionario di cibo (fino a 6 volte);
  • macinare o strofinare i prodotti utilizzati;
  • restrizione di sale;
  • i piatti sono serviti esclusivamente sotto forma di calore;
  • esclusione di tutti gli alimenti con un alto contenuto di estrattivi e oli essenziali (pesce, brodo di carne, cacao, caffè, ecc), frutta fresca, verdura, erbe aromatiche, frutta, frutta, succhi acidi, bevande gassate, marinate;
  • divieto di cibi grassi (agnello, maiale, panna, strutto, ecc.) e alcol;
  • ampia applicazione zuppa mucosa cereali, zuppa di verdure, purè di bollito con carne aggiunta, soufflé, proteine ​​frittate, pesce e quenelle di carne, cotolette di vapore, polpettine, mele al forno, puree vegetali, gelatine, mousse, il pane bianco secco, yogurt senza grassi, gelatine.

Con miglioramenti clinici e di laboratorio, la nutrizione viene ampliata, aumentando il suo contenuto calorico e la quantità di proteine ​​necessarie per una pronta guarigione. Sebbene l'insieme dei prodotti consentiti sia molto simile alla dieta già menzionata, l'elenco dei piatti nel menu aumenta (la cottura è consentita). Se la pancreatite è accompagnata dallo sviluppo del diabete, i porridge bianchi, le patate, il miele, i dolci e i dolci vengono aggiunti all'elenco dei generi alimentari vietati.

Cosa puoi e non puoi mangiare con la pancreatite

La tabella seguente elenca i prodotti indesiderati e raccomandati per la pancreatite.

  • pane fresco e segale, prodotti e pasta sfoglia
  • gelato
  • caffè, cacao
  • bevande gassate e fredde
  • succhi freschi e in scatola
  • latticini ad alto contenuto di grassi
  • pesce fritto, affumicato e salato
  • tutti i tipi di cibo in scatola, oltre a carni affumicate e salinità
  • uova bollite e fritte
  • zuppe su carne e pesce grassi, okroshka, zuppa di cavoli
  • carni grasse: anatra, oca, maiale
  • piatti di fagioli
  • ravanello, rapa, ravanello, aglio, acetosa, funghi
  • frutti e bacche crudi (uva, banana, datteri, fichi e altri)
  • eventuali spezie
  • Pane di frumento di 1 ° e 2 ° grado, necessariamente essiccato
  • zuppe di purea di patate, carote, zucchine
  • riso bollito, grano saraceno, farina d'avena, vermicelli
  • varietà di carne non grasse (manzo, vitello, coniglio, tacchino, pollo) in forma bollita, tritate (cotolette, manzo alla Stroganoff e altri tipi di piatti)
  • verdure bollite o al forno (patate, carote)
  • pesce magro (bollito)
  • latticini a basso contenuto di grassi (ricotta fresca non acida), vari budini
  • frutta e bacche mature non acide, grattugiate, crude o al forno
  • tè debole con limone, fianchi di brodo
    burro (30 grammi), olio di girasole (10-15 ml) - nei piatti

Come menzionato sopra, durante un'esacerbazione, viene prescritta una dieta da fame di 1-2 giorni con un consumo costante di acqua minerale (ogni 2 ore). Poi c'è una graduale inclusione di prodotti come purea di verdure o porridge grattugiato.

Menu di esempio

Nell'infiammazione cronica del pancreas, prima di tutto, diminuisce la capacità di digerire e assorbire i grassi, che si manifesta con il dolore addominale e le feci molli. A questo proposito, il principio principale nella preparazione del menu è un basso contenuto di grassi nella dieta quotidiana di non più di 50 grammi di grasso al giorno.

Ti offriamo un menu di esempio per il giorno con un contenuto di 50 grammi di grasso:

prima colazione:

  • Frittata di vapore da 1 uovo con spinaci (proteine);
  • 1 toast integrale con burro (meno di 1 cucchiaino);
  • ½ tazza di farina d'avena;
  • ½ tazza di mirtilli;
  • Composta di tè, caffè o frutta secca

merenda:

  • Cocktail di frutta: 1 tazza di latte di soia o di mandorle, montata con 1 tazza di yogurt senza grassi e 1 banana.

pranzo:

  • Panino con tacchino e formaggio: 2 fette di pane integrale, 80 grammi di petto di tacchino o pollo (proteine);
  • 1 piatto di formaggio magro
  • Carota o barbabietola bollite,
  • ½ tazza di succo di mela (non acida).

merenda:

  • 1 tazza di ricotta a basso contenuto di grassi (proteine);
  • 1-2 mele cotte;

cena:

  • 100 grammi di pesce magro (proteine);
  • 100-150 grammi di riso cotto;
  • 1-2 carote bollite;
  • Panino integrale;
  • 1 cucchiaino di burro;
  • Tè sfuso o composta di frutta secca.

merenda:

  • 3 piccole pagnotte (grano e farina d'avena);
  • ½ tazza di mirtilli (o altri frutti consigliati);
  • 1 tazza di latte con 1% di grassi (proteine).

Cerca di aggiungere proteine ​​ad ogni pasto e spuntino (petto, pesce, albume, latticini a basso contenuto di grassi, soia, ecc.). Se una dieta non è sufficiente per eliminare i sintomi, è necessario assumere preparazioni sostitutive degli enzimi pancreatici (Mezim, Creonte, Panreatina, ecc.) Prima dei pasti.

Sopra sono stati indicati i principi generali dell'alimentazione nella pancreatite cronica adatti alla maggior parte delle persone affette da questa malattia. Tuttavia, vale la pena notare che ogni organismo è individuale, di genere, età, razza, genetica, stress, comorbidità, ecc., Quindi la composizione dei menu è una questione particolarmente individuale. Prima di tutto, dovresti ascoltare il tuo corpo per scegliere da solo una dieta che il tuo corpo percepisca meglio. In tutto ciò che serve un approccio ragionevole e un mezzo felice.

Assicurati di consultare il tuo medico!

C'è qualche verdura fresca per la pancreatite?

L'uso di verdure fresche per la pancreatite non è raccomandato, in quanto questi prodotti contribuiscono al miglioramento dei processi di fermentazione nell'intestino, che può causare una serie di sintomi spiacevoli e persino provocare alcune gravi complicanze.

Nella pancreatite cronica, una grave disfunzione del pancreas si verifica con un cambiamento nella quantità e composizione del succo digestivo prodotto da esso. Di conseguenza, il processo di digestione di un certo numero di sostanze nutritive è disturbato. Ciò provoca cambiamenti nelle condizioni generali del paziente (a causa di una violazione dell'assorbimento di sostanze nutritive, può verificarsi un esaurimento generale) e un cambiamento nell'equilibrio interno dell'intestino. A causa dello spostamento dell'ambiente interno dell'intestino, l'attività vitale della sua normale microflora viene disturbata (i microrganismi vivono nel lume intestinale, che contribuiscono alla normale digestione), che provoca processi di fermentazione.

La verdura fresca, nonostante i suoi indiscutibili benefici per le persone sane e un alto contenuto di vitamine, con pancreatite cronica può provocare un aumento dei processi di fermentazione. Questo provoca gonfiore, disagio, diarrea o, più raramente, costipazione. Inoltre, le verdure fresche hanno un pronunciato effetto stimolante sul tessuto pancreatico, aumentando così la quantità di succo digestivo prodotto. Nonostante il fatto che a prima vista questo effetto possa sembrare favorevole, in realtà non lo è. Il fatto è che, sullo sfondo della struttura alterata del pancreas, anche le sue capacità di riserva vengono violate, cioè una stimolazione eccessiva non porta a un miglioramento del funzionamento della ghiandola, ma a un deterioramento o esacerbazione della malattia. Pertanto, l'esclusione delle verdure fresche e dei loro succhi è estremamente importante per la pancreatite.

Va notato che nella pancreatite acuta, oltre che nella riacutizzazione della pancreatite cronica, si raccomanda di evitare non solo frutta e verdura fresche, ma in generale qualsiasi nutrizione enterale (cibo che penetra nel tratto gastrointestinale attraverso la bocca e lo stomaco).

Rimedi popolari

  1. Propoli. Piccoli pezzi vengono masticati a fondo tra prese di cibo, il metodo è un vivido esempio di omeopatia moderna efficace ed elimina attacchi dolorosi, normalizzando il lavoro di digestione.
  2. Rowan. Eccellente agente coleretico, che viene utilizzato, sia nel trattamento che nella prevenzione della pancreatite. I frutti di Rowan possono essere consumati freschi o essiccati per un uso futuro.
  3. Per 10 giorni devi prendere 1 cucchiaino di olio di rosa canina. Riposa per due mesi e riprendi il corso. Raccomandato per patologia cronica.
  4. Baffi d'oro. 1 foglia grande (lunghezza 25 cm) o due piccoli schiacciati e versare 700 ml di acqua. A fuoco medio, brodo a languire per 15-20 minuti, quindi infuso per diverse ore nel corpo (puoi partire per la notte). È necessario utilizzare l'infusione sotto forma di calore 25 ml (prima dei pasti).
  5. Succo di patate e carote. 2 patate e 1 carota saltare attraverso uno spremiagrumi. Bere 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti, il trattamento per gli adulti sarà di 7 giorni, il metodo aiuta a normalizzare la digestione, eliminare i sintomi del dolore.
  6. Le erbe per il pancreas sono utilizzate nelle raccolte e una di esse deve essere composta da achillea, fiori di calendula e camomilla. Tutti i componenti vengono presi in un cucchiaio e fatti fermentare in un mestolo con acqua bollente. Dopo mezz'ora, puoi bere il primo lotto (100 ml) e dopo 40 minuti puoi mangiare. È necessario bere il farmaco almeno 4 volte al giorno, esclusivamente prima dei pasti.
  7. Per una ricetta per la pancreatite, avrete bisogno di fiori di immortelle, motherwort, erba di San Giovanni, versate 200 ml di acqua bollente dappertutto, insistete per 30 minuti, bevete fino a tre volte al giorno prima dei pasti.
  8. Invece del normale tè, usa il tè con menta e miele. La menta ha un effetto coleretico e contribuisce al rilascio di enzimi dal pancreas.
  9. Versare un bicchiere di avena con un litro d'acqua, in infusione per 12 ore. Portare a ebollizione il brodo e far bollire sotto il coperchio per mezz'ora. Avvolgere un contenitore con il brodo, insistere per 12 ore, quindi filtrare e aggiungere acqua al volume di un litro. Gli adulti prendono il brodo tre volte al giorno, 100-150 ml per mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento è di un mese.
  10. Rosa canina. Nella pancreatite cronica, la rosa canina può essere bevuta regolarmente - fino a 400 ml al giorno. Le bacche di rosa canina sono versate con acqua calda (il numero di bacche è uguale alla quantità di liquido). In una thermos viene lasciato per un paio d'ore, dopo di che la bevanda può essere consumata.

prevenzione

La prevenzione della pancreatite è il modo migliore per evitare gravi problemi di salute:

  • L'eccesso di cibo è proibito. Per non caricare il tuo corpo con cibo in eccesso, è sufficiente ascoltarlo mentre mangi.
  • Il caffè è la bevanda meno preferita di un organo problematico. Dalla sua ricezione è meglio non rifiutare affatto, né bere più tazze al giorno. La persona fa particolarmente male a se stesso, prendendo un drink a stomaco vuoto. Un vero colpo da stiro è il caffè istantaneo.
  • A un organo malato non piacciono gli alimenti che contengono fibre grossolane, quindi le verdure sono meglio cotte o stufate. È importante rinunciare non solo agli alimenti grassi e fritti, ma anche a limitare il più possibile l'assunzione di prodotti in scatola, salati e affumicati. Anche gli agrumi sono soggetti a restrizioni. È utile bere acqua minerale, per includere nel menu frutti di mare e latticini con una piccola percentuale di grasso.
  • Un'eccessiva attività fisica, come ad esempio: allenamento in palestra, corsa e salto, visita al bagno, sauna - tutto questo può portare a esacerbazioni della malattia. L'opzione migliore per lo sforzo fisico è eseguire esercizi terapeutici e di respirazione e corsi di massaggio.
  • Il rifiuto di cattive abitudini (alcol e fumo) fornirà un'opportunità per ridurre il carico sul corpo, che otterrà una remissione stabile.
  • Trattamento tempestivo della patologia della colecisti e delle vie biliari. Quando le pietre si sono già formate nella vescica, è necessaria la loro eliminazione precoce.
  • È necessario mangiare correttamente, le porzioni non dovrebbero essere grandi, ma è meglio fare approcci al tavolo più spesso. Non si dovrebbero usare contemporaneamente molti prodotti diversi: il principio della nutrizione frazionata facilita enormemente il lavoro del corpo. È necessario evitare di mescolare carboidrati e proteine: questa è la combinazione più difficile per la ghiandola. I giorni del digiuno andranno a beneficio del corpo. Utile cibo semplice, ricotta e cereali.

Finora, solo 1 commento

marina

Non ho mai mangiato troppo e per quanto riguarda l'abuso di alcool, non si può parlare. Qui sono solo avvelenamento molte volte nella mia vita, ricordo la prima volta durante l'infanzia, avevo 6-7 anni. E poi ci sono stati avvelenamenti in età adulta. Quindi voglio dire a tutti: ho imparato non molto tempo fa che se c'era intossicazione alimentare, allora è imperativo che tu prenda un corso di trattamento per ripristinare la microflora del sistema digestivo. E ora sono con un pieno "Mazzo" di malattie interne. organi... Vado dal dottore! Tutta la salute e lunga vita!

Feci molli, ma non diarrea in un adulto: cause e trattamento

Trattamento dei calli tra le dita