L'operazione di rafforzare la retina con un laser: limitazioni

Oggi, il rafforzamento della retina laser è uno dei metodi più efficaci di trattamento per il trattamento della maggior parte delle malattie degli organi visivi. Lo stesso metodo di intervento chirurgico viene utilizzato a scopi terapeutici per normalizzare il sistema vascolare dei bulbi oculari.

La formazione di distacchi e lacrime nella regione reticolare del bulbo oculare richiede l'intervento immediato di specialisti.

Quando è necessario rafforzare la retina con un laser

La chirurgia laser della coagulazione è prescritta a pazienti con le seguenti diagnosi:

  • distrofia della retina e del sistema vascolare del bulbo oculare;
  • angiopatia con diabete e ipertensione;
  • la formazione di coaguli di sangue nelle vene della coroide;
  • grave miopia nella fase in cui si verifica la deformazione della struttura del bulbo oculare;
  • distacco della retina;
  • patologie associate alla crescita anormale del sistema vascolare;
  • rottura della retina;
  • distrofia maculare sullo sfondo di cambiamenti legati all'età.

La procedura di trattamento laser ha una serie di limitazioni. Questa procedura non può essere eseguita con le seguenti diagnosi:

  • annebbiamento della lente;
  • annebbiamento della cornea;
  • il verificarsi di emorragia nella parte inferiore del bulbo oculare.
Il rinforzo laser (coagulazione) della retina è oggi una delle procedure più efficaci.

I vantaggi e gli svantaggi del metodo

Come ogni altro intervento chirurgico nel meccanismo del corpo umano, il rafforzamento della retina laser ha i suoi pro e contro. I vantaggi di questa tecnica includono la velocità della sua implementazione. L'intero processo di esposizione agli organi danneggiati non richiede più di venti minuti. La coagulazione viene eseguita in regime ambulatoriale e, una volta completata l'operazione, il paziente viene inviato a casa. L'indubbio vantaggio del trattamento laser è che l'anestetico viene utilizzato durante l'operazione, non in anestesia. La tecnica elimina la formazione di emorragie ed emorragie nel bulbo oculare. L'operazione può essere eseguita nelle prime fasi della gravidanza, quando esiste la possibilità che possa formarsi un'ulteriore delaminazione della retina.

Tuttavia, con tutti i meriti indiscussi di questa tecnica, gli esperti identificano un numero di punti negativi.

La coagulazione laser è una misura temporanea e vi è la possibilità che il risultato possa gradualmente ridursi. Nei primi giorni dopo l'intervento c'è il rischio di aumento della pressione negli organi della vista. Vi sono spesso casi in cui i pazienti si lamentano di gonfiore nel bulbo oculare. L'alimentazione errata dell'apparecchio o la mancanza di esperienza di uno specialista possono causare danni alle cellule epiteliali e all'iride. La procedura di coagulazione con un laser ha un limite di età, e inoltre non aiuta a correggere l'ipermetropia causata dall'invecchiamento del corpo. La procedura consente di ottenere i seguenti risultati:

  • normalizzazione della circolazione sanguigna e dei nutrienti nel sistema vascolare del bulbo oculare;
  • migliorare lo stato della superficie del fondo del bulbo oculare;
  • eliminazione di tumori e neoplasie;
  • rafforzare la retina del bulbo oculare e la protezione dai danni.

Ci sono alcuni intervalli di tempo quando questa operazione può essere d'aiuto. Il rafforzamento della retina con un laser deve essere effettuato entro una settimana dopo la formazione di aree con lesioni. L'esposizione tempestiva aiuterà non solo a fermare la progressione della malattia, ma anche a prevenire potenziali complicazioni.

A volte lo strappo della retina può essere accompagnato dalla comparsa di aree dove la retina inizia ad esfoliare. In tali momenti, la procedura di coagulazione viene eseguita su base di emergenza. In altri casi, l'operazione viene eseguita in base al piano.

La tecnica di coagulazione laser della retina si basa sulle proprietà dei raggi laser di argon.

Esecuzione di un'operazione

Prima di iniziare l'operazione, gocce speciali vengono applicate al paziente sul bulbo oculare, causando la dilatazione della pupilla. Questo passaggio consente al medico di localizzare completamente le aree danneggiate e di ottenere il massimo impatto su di esse. La composizione di tali gocce è anestetica.

Dopo che il farmaco ha agito, il paziente si siede su una sedia speciale di fronte al sistema laser. Una speciale lente ottica è montata sulla testa del paziente in modo che i raggi laser vengano raccolti in un unico raggio. Durante l'intero corso dell'operazione, la testa del paziente dovrebbe essere fissata in una posizione e l'aspetto dovrebbe essere diretto verso un certo punto.

Il principio della coagulazione laser

Il raggio laser ha la proprietà di un effetto puntuale sulle aree danneggiate dalle alte temperature. Nel luogo dell'impatto si verifica la rottura delle proteine ​​e di altri nutrienti, con conseguente formazione di coagulanti. Nel sito di formazione dei coagulanti si verifica la saldatura della membrana in cui si trovano il sistema vascolare e la retina.

Il dispositivo con cui avviene l'operazione si basa su due raggi laser. Il raggio rosso aiuta lo specialista a "mirare" l'installazione nell'area danneggiata. Il secondo raggio laser esegue l'operazione stessa.

Chirurgia retinica nelle prime fasi della gravidanza

Un'operazione per rafforzare la retina può essere assegnata a una donna incinta quando il medico supervisore diagnostica l'assottigliamento della retina. Questa procedura ha lo scopo di prevenire la probabilità di rottura della retina. Le aree assottigliate della retina sono saldate alla cornea usando un laser. Nei punti di impatto del raggio laser si forma una cicatrice (punta) che attacca strettamente la retina alla cornea. Questa procedura è completamente indolore.

La procedura di coagulazione laser della retina viene eseguita senza contatto.

Il ripristino della qualità della visione e delle condizioni generali del bulbo oculare dopo la procedura richiede circa due ore. La procedura può essere eseguita fino al sesto mese di gravidanza. Quando il medico supervisore rivela risultati positivi dopo la procedura, al paziente è consentito il parto naturale. La tecnica del rafforzamento della retina laser può essere un buon metodo nella lotta contro il diradamento e la rottura, tuttavia, con la deformazione del fondo e degli organi visivi stessi, la procedura non porterà risultati positivi.

Le donne incinte sono molto importanti per partecipare a seminari e corsi sullo sviluppo di tecniche di respirazione adeguate. A causa del fatto che una grande percentuale di donne durante il parto affatica in modo errato, c'è una pressione negli organi della vista. Questo fatto è associato ad un enorme rischio di distacco della retina. Inoltre, esiste la possibilità di danneggiare il sistema vascolare del bulbo oculare.

Procedura ripetuta

La tecnica dell'esposizione laser non esclude l'emergere di nuove localizzazioni con distacco e distacco di retina. Per evitare queste spiacevoli conseguenze, è necessario attenersi strettamente alle raccomandazioni di uno specialista.

Dopo che la procedura di coagulazione laser della retina è stata effettuata, tutte le attività fisiche sono proibite. Per un'aderenza affidabile della retina con la coroide del bulbo oculare, può essere necessario un certo periodo di tempo durante il quale si dovrebbero evitare i carichi sugli organi della vista.

A volte sorge ancora la necessità di una nuova procedura. Questo succede se l'operazione precedente non ha prodotto i risultati desiderati. Inoltre, l'esposizione ripetuta con un raggio laser è prescritta per sospetta recidiva. Durante il primo anno dopo l'operazione utilizzando la coagulazione laser, un oftalmologo deve essere osservato almeno una volta al mese.

la procedura è esangue e richiede pochissimo tempo

Periodo di riabilitazione

Dopo la procedura stessa e l'esame successivo, il paziente è dimesso a casa. La qualità della visione nelle prime ore dopo l'intervento può essere piuttosto bassa. Molti pazienti si sono lamentati del verificarsi di nebbia e velo davanti ai loro occhi. Dopo alcune ore, questo effetto scompare.

Ci sono alcune limitazioni dopo l'intervento chirurgico per rafforzare la retina con un laser:

  1. Se l'operazione è stata eseguita in estate, il paziente deve utilizzare occhiali protettivi UV.
  2. È anche necessario controllare il livello di pressione e i livelli di glucosio e colesterolo nel corpo.
  3. Sebbene possa apparire un disagio nella zona degli occhi, ai medici è severamente vietato toccare o sfregare con le mani.
  4. È vietata qualsiasi attività fisica e sollevamento pesi.
  5. Le prime settimane dovrebbero evitare uno sforzo visivo prolungato.

Lo specialista sarà in grado di raccontare il successo nel raggiungimento del risultato stabilito in poche settimane dopo l'operazione. Nella maggior parte dei casi, con la normale rigenerazione del corpo, il processo di guarigione richiede circa due settimane.

Complicazioni e conseguenze

Come con qualsiasi altro intervento chirurgico, la procedura di rafforzamento della retina può avere determinate conseguenze:

  1. Cataratta. La malattia di solito si verifica quando il corpo vitreo viene danneggiato nel corso dell'operazione.
  2. Edema corneale Questa reazione non è una complicazione, ma piuttosto un effetto collaterale. In caso di edema, l'oftalmologo può prescrivere colliri.
  3. Danni alle terminazioni nervose e distorsione dei confini della pupilla.
  4. Ridurre la qualità della visione al crepuscolo e in condizioni di oscurità.
  5. Distacco del guscio con il corpo vitreo.
  6. L'emorragia.
  7. Glaucoma. L'edema del tessuto reticolare si sovrappone a certe aree del bulbo oculare, con il risultato che il fluido all'interno dell'occhio entra nel sistema circolatorio. La pressione negli organi della vista inizia a salire e si verifica un attacco.
Dopo aver rinforzato la retina, il paziente può tornare al suo normale stile di vita quel giorno.

Rinforzo retinico indipendente

Ci sono alcune tecniche con le quali puoi avere un effetto positivo indipendente sulla salute degli organi visivi. Ci sono tre segreti su come rafforzare la retina senza chirurgia.

Ginnastica per gli occhi

La ginnastica visiva rafforza i muscoli oculari e aumenta la circolazione sanguigna nel bulbo oculare. Prima di iniziare la ginnastica, dovresti rilassarti e premere fermamente i palmi delle mani per un minuto. L'esercizio più semplice è:

  • concentrandosi su due oggetti: prima su quello che è vicino, poi su quello in lontananza;
  • per un minuto devi chiudere gli occhi;
  • tradurre la vista da sinistra a destra e viceversa, quindi è necessario effettuare movimenti rotatori con gli occhi.

Corretta alimentazione

Qualsiasi specialista nel campo della medicina può dire che la dieta giusta è la chiave per un corpo sano. Gli alimenti ricchi di vitamine, minerali, grassi naturali arricchiscono il corpo e ne aumentano il metabolismo. È molto importante avere verdure fresche, frutta e verdura nella dieta.

Trattamenti solari

L'esposizione ai raggi ultravioletti nelle giuste dosi aiuta a rafforzare lo strato reticolare e migliorare la circolazione sanguigna. La solarizzazione richiede il progressivo abituarsi degli organi visivi ai raggi del sole.

La salute degli organi visivi è molto importante per la vita umana. Ecco perché è necessario visitare l'ufficio dell'oculista ogni anno. Non è necessario studiare da soli i vari metodi di trattamento, perché può costare la perdita della vista.

Coagulazione laser della retina: opportunità, chirurgia, riabilitazione

La coagulazione laser della retina è un'operazione eseguita in anestesia locale e facilmente tollerabile dai pazienti. Le moderne attrezzature ti permettono di indirizzare il raggio esattamente sul luogo dei cambiamenti patologici. Come risultato dell'esposizione al laser, si verifica la coagulazione (distruzione parziale) delle proteine ​​retiniche. Questo causa "saldatura" dell'area problematica e arresta la progressione della malattia, e in alcuni casi porta alla sua cura.

Indicazioni per la chirurgia

La coagulazione laser viene eseguita per le seguenti malattie degli occhi:

  • Distrofia retinica. La malattia può essere ereditaria o acquisita. È espresso nella sconfitta delle cellule dei fotorecettori. Una delle opzioni per lo sviluppo della malattia è retinoschisi - distacco della retina periferica. È con questa patologia che la "saldatura" più promettente delle aree problematiche.
  • Malattie vascolari del corpo. La coagulazione laser può essere utilizzata solo in alcuni casi, ad esempio per prevenire la neovascolarizzazione (proliferazione vascolare).
  • La retinopatia è un'area locale di assottigliamento dello strato retinico. Si verificano per vari motivi e, di regola, non si manifestano negli adulti. Tuttavia, tali affinamenti possono successivamente causare rotture, quindi, in alcuni casi, il rinforzo della retina è prescritto dalla coagulazione laser.
  • Distacco della retina Sebbene sia spesso il risultato di determinati processi, è generalmente considerato come una malattia separata. Una delle manifestazioni frequenti del distacco è la distrofia del reticolo, in cui le rotture e il diradamento della retina avvengono tra vasi intrecciati (riempiti) obliterati. Gli dà l'aspetto di una rete, un reticolo.

Controindicazioni per la coagulazione laser della retina

L'operazione non viene eseguita con le seguenti patologie:

  1. Malattie che portano a una violazione della trasparenza dei media dell'occhio, ad esempio le cataratte. Il chirurgo semplicemente non sarà in grado di vedere le aree problematiche abbastanza chiaramente. Per condurre la coagulazione laser, è necessario prima curare la malattia di base.
  2. Alto grado di distacco della retina. In questo caso, la coagulazione laser non porterà a un risultato positivo.
  3. L'emorragia. Le emorragie possono anche interferire con l'imaging chiaro. Se questo è un fenomeno di una volta, allora è meglio aspettare che il sangue si sia risolto.
  4. Gliosi di III grado e oltre. Questa malattia è la sostituzione delle cellule fotosensibili della retina con elementi di tessuto connettivo. La coagulazione laser in questo caso non può aiutare.

È importante! La gravidanza non è una controindicazione per la chirurgia. La coagulazione laser può essere effettuata fino a 35-36 settimane. Alcune donne hanno bisogno di esercitarsi per consentire il parto naturale. Il rischio di rotture retiniche aumenta con gli sforzi, quindi, se esiste una tale probabilità, il medico consiglia di ricorrere al taglio cesareo. Per la coagulazione è necessario non solo il riferimento di un oftalmologo, ma anche il permesso di un ginecologo.

Corso di operazione

L'intervento viene eseguito in anestesia locale. Un anestetico viene instillato nell'occhio del paziente, che inizia ad agire immediatamente. La procedura in sé è indolore, tuttavia, indossare un obiettivo speciale può causare disagio.

Il corso dell'operazione raramente supera i 15 minuti. In primo luogo, il medico esaminerà nuovamente il paziente, avendo precedentemente espanso le sue pupille con atropina. Dopo di ciò, l'antidolorifico gocciolerà e metterà la lente sull'occhio. Sembra un oculare al microscopio. Ciò eviterà movimenti involontari agli occhi e consentirà al raggio laser di concentrarsi con precisione sull'area problematica.

Il paziente vedrà l'azione del laser come lampi di luce intensa. Di norma, non causano alcun disagio, ma alcuni pazienti notano un leggero formicolio, vertigini o nausea. L'operazione si svolge in posizione seduta. Il medico è di fronte al paziente e dirige il laser verso le aree problematiche. L'occhio stesso è fissato saldamente e il raggio su una retina sana è escluso.

Dopo l'operazione, il medico rimuove l'obiettivo. Il paziente è invitato a sedersi per alcuni minuti per tornare in sé. Dopo questo, viene portato in reparto.

Periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, rimarrà l'azione delle gocce della pupilla dilatante. Se la procedura è stata eseguita solo in un occhio, allora praticamente non influisce sulla visione del paziente. Tuttavia, non è ancora raccomandato guidare la macchina in queste condizioni.

A seconda che un'operazione venga eseguita in un istituto medico privato o pubblico, il paziente può lasciare l'ospedale il giorno stesso della sua attività o in 3-5 giorni. Quest'ultima opzione, sebbene richieda del tempo, è preferibile, perché durante il periodo postoperatorio il medico controllerà quotidianamente come la retina guarisce e l'infermiera seppellirà tutti i preparativi necessari.

Se ti è permesso lasciare la clinica privata subito dopo l'intervento, non dovresti comunque sbrigarti. Vale la pena aspettare 2-3 ore finché l'effetto dei preparati instillati non termina e la solita chiarezza della vista ritorna. E in ogni caso, è meglio chiedere a qualcuno di parenti o amici di venirti a prendere dalla clinica e portarti a casa.

Durante le prime ore dopo l'intervento chirurgico, un leggero gonfiore e arrossamento possono svilupparsi normalmente. Questi sintomi di solito vanno via da soli. Il processo di recupero della retina dura circa 2 settimane. In questo momento, è auspicabile abbandonare:

  • Attività relative a cadute, scuotimenti, vibrazioni;
  • Forti carichi visivi, lavoro al computer;
  • Uso di alcool, fumo;
  • Sollevamento pesi, sforzo fisico;
  • Appoggiarsi o dormire in una posizione in cui la testa è al di sotto delle gambe.

È importante evitare il raffreddore perché l'occhio operato è sensibile all'infiammazione. È meglio durante il periodo di recupero rifiutare di visitare grandi folle di persone, in particolare gruppi di bambini.

Possibili complicazioni dopo la coagulazione laser

La conseguenza più frequente dell'operazione è l'infiammazione congiuntivale. Per la profilassi, il medico prescrive le gocce (ad esempio, Tobrex): se il paziente è in ospedale, gli specialisti controlleranno la loro ammissione e le condizioni dell'occhio. Se l'infiammazione è ancora iniziata, è possibile utilizzare bagni speciali, antibiotici all'interno.

Anche l'esfoliazione ripetuta è abbastanza comune. Ciò si verifica quando la causa sottostante della malattia non viene eliminata o non può essere eliminata in linea di principio. La recidiva viene trattata con lo stesso metodo: la coagulazione laser della retina.

A volte dopo l'intervento si verificano disturbi visivi. Possono svilupparsi immediatamente e passare dopo la scomparsa dell'edema o iniziare qualche tempo dopo. Il paziente può essere disturbato dal restringimento dei campi visivi, dall'aspetto di punti luminosi o punti davanti agli occhi. Ogni caso è esaminato separatamente dal medico, i singoli consigli sono assegnati. È importante! Se si verificano questi sintomi, consultare immediatamente uno specialista.

Alcuni pazienti sperimentano il fenomeno del sidro dell'occhio secco dopo l'intervento chirurgico. È collegato al fatto che non viene prodotta una quantità sufficiente di liquido lacrimale, di conseguenza, ci sono sensazioni di bruciore, disagio, che passano, se sbadigli. Questo sintomo può essere facilmente interrotto da gocce speciali, in particolare il Systane Balance, che aiuta a ripristinare lo strato lipidico protettivo.

Altri cambiamenti sono rari e spesso sono il risultato non dell'azione del laser, ma della progressione della malattia sottostante. Per prevenirli, si raccomanda di visitare un oftalmologo almeno una volta all'anno e di condurre uno studio sul fondo.

Prezzo, operazione sotto la politica OMS

Il costo della coagulazione laser è in media di 7.000 - 10.000 rubli per il rafforzamento della retina in un occhio. Il prezzo non include la degenza ospedaliera e le medicine. Il costo è influenzato dalla posizione della clinica, dall'attrezzatura utilizzata.

Quando si contatta un'istituzione medica pubblica, è possibile eseguire l'operazione gratuitamente. Per ricevere questo tipo di aiuto, il paziente deve venire dal suo oftalmologo per un esame e ricevere un rimando a un ospedale che esegue la coagulazione laser. Dopo di ciò, puoi fissare un appuntamento con il chirurgo. Condurrà un'altra ispezione e fisserà una data per l'operazione.

Potrebbe essere necessario attendere 1-2 mesi, il servizio viene fornito a turno. Durante questo periodo, il paziente dovrà superare tutti i test necessari e ottenere i risultati nel giorno stabilito. Nelle organizzazioni private, di norma, il paziente sceglie il tempo e non sono richiesti esami.

Recensioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti apprezza il livello dell'operazione stessa e le conseguenze. Le complicazioni si verificano quando la non conformità con le prescrizioni mediche, posticipando la procedura.

Entro poche ore dall'intervento, la vista viene ripristinata, il paziente può tornare alla vita normale, tenendo conto delle limitazioni raccomandate dal medico. È molto conveniente per i pazienti. Nelle recensioni, ringraziano i loro medici, sono soddisfatti dei miglioramenti apportati.

Alcune donne si sottopongono alla procedura essendo in posizione. Lo fanno con lo scopo di partorire in modo indipendente, senza ricorrere al taglio cesareo. I problemi con una retina, di regola, vengono alla luce solo su ispezione pianificata. Per le donne che non hanno notato nessun sintomo spiacevole associato alla vista, questo è uno shock. Pertanto, considerano l'opportunità di rafforzare rapidamente e indolore la retina come una vera panacea.

È importante non posticipare l'operazione fino all'ultimo trimestre. Inoltre, il più delle volte si parla di coagulazione laser periferica della retina (è retinochisis che ha scarso effetto sulla visione e viene spesso diagnosticata per caso). L'azione del laser è limitata dai campi estremi delle cellule fotosensibili, che influisce minimamente sulla capacità di vedere e sulle condizioni del paziente.

La coagulazione laser della retina è un'operazione semplice, che ha un importante valore terapeutico e profilattico. Le complicazioni dopo che sono rari e se si seguono tutte le raccomandazioni del medico, possono essere ridotte al minimo.

Perché hai bisogno e in che modo viene eseguita la coagulazione laser della retina?

Cos'è la coagulazione laser della retina

La coagulazione laser della retina è una chirurgia minimamente invasiva che viene eseguita in anestesia locale a livello ambulatoriale. Di norma, la procedura non dura più di 20-30 minuti e, dopo il completamento, il paziente tornerà presto a casa. Al giorno d'oggi, l'operazione viene eseguita in molte agenzie governative e cliniche oftalmologiche private. La coagulazione viene eseguita da un oculista qualificato che ha ricevuto una formazione speciale ed è certificato.

Durante la coagulazione della retina, viene cauterizzato e saldato alla coroide. I vasi retinici patologicamente modificati sono sigillati, fermano per crescere e sanguinano. Naturalmente, questo ha un effetto positivo sull'organo umano. Ad esempio, nelle persone con diabete, l'acuità visiva cessa di cadere.

La coagulazione restrittiva della retina viene eseguita durante le rotture retiniche. In queste malattie, un difetto appare nella retina, che aumenta di dimensioni nel tempo e, se non trattato, porta al distacco. Saldare la retina con la coroide ai bordi della fessura crea una limitazione che impedisce l'aumento del difetto. Tale operazione spesso evita complicazioni minacciose e salva la visione di una persona.

Cause del distacco della retina

La minaccia del distacco di retina è una delle indicazioni più frequenti per la endolaseragulazione. La coagulazione preventiva viene eseguita per lesioni e malattie che violano l'integrità della retina. Inoltre, la procedura è efficace con i distacchi retinici esistenti di piccole dimensioni.

Le cause più comuni di distacco della retina sono:

  • retinopatia diabetica e ipertensiva;
  • contusioni e lesioni penetranti dell'occhio;
  • retinopatia sierosa centrale;
  • retinite e corioretinite;
  • distrofia corioretinica;
  • alta miopia e miopia maligna;
  • gravidanza e chirurgia oculare.

Va notato che la coagulazione è inefficace con il massiccio distacco della retina. In questo caso, il paziente è la vitrectomia: rimozione chirurgica del corpo vitreo, seguita dalla pressatura della retina con composti perfluororganici e dall'introduzione di olio di silicone.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

La coagulazione della retina viene effettuata in presenza di alterazioni patologiche nel fondo. La procedura è efficace per rotture, assottigliamento, degenerazione della retina, proliferazione nel suo spessore dei vasi patologici, che normalmente non dovrebbero esserci. Il trattamento laser migliora le condizioni della retina e aiuta a evitare ulteriori danni.

Indicazioni per il rafforzamento della retina laser:

  • angiopatia diabetica dei vasi della retina;
  • lacrime periferiche della retina (la vitrectomia viene eseguita con quelle centrali);
  • distrofia come pavimentazione di ciottoli o scia di lumache;
  • varie angiomatosi (difetti dei piccoli vasi) della retina;
  • distacco di retina di piccole dimensioni (la questione del metodo di trattamento viene decisa individualmente in ogni singolo caso).


Controindicazioni alla coagulazione laser della retina:

  • emorragia retinica, preretinale o intravitreale;
  • opacità del supporto ottico del bulbo oculare (cornea, cristallino, corpo vitreo);
  • crescita anormale dei vasi dell'iride;
  • hemophthalmus - emorragia del corpo vitreo dai vasi retinali;
  • acuità visiva inferiore a 0,1 - è una controindicazione relativa.

La correzione laser dei difetti retinici non viene eseguita con cataratta, cataratta, distrofia corneale e distruzione vetrosa. Poiché l'operazione viene eseguita sotto la supervisione visiva di un medico (guarda il fondo attraverso la pupilla), una violazione della trasparenza dei supporti ottici è un problema serio.

Lacerazioni e distacchi della retina si verificano spesso nelle donne in gravidanza con miopia. La coagulazione laser della retina è una vera salvezza durante la gravidanza, quando la gestante non può subire un intervento chirurgico. La procedura aiuta a preservare la visione di una donna e, dopo di essa, i medici spesso permettono il parto in modo naturale. La fotocoagulazione viene eseguita in anestesia locale, quindi assolutamente non nuoce al bambino.

Vantaggi e svantaggi della procedura

I vantaggi della tecnica includono velocità, completa assenza di dolore, mancanza di sangue, mancanza di necessità di anestesia generale e ospedalizzazione. Il paziente non ha bisogno di andare in vacanza o cambiare il suo solito stile di vita. Tutto ciò di cui ha bisogno è di mettere da parte un giorno per visitare la clinica. Il recupero avviene molto rapidamente e senza alcun disagio.

Gli svantaggi del trattamento laser della retina includono l'alto costo. Tuttavia, il prezzo della procedura è pienamente giustificato. Va notato che un buon metodo per trattare la retinopatia diabetica è la terapia anti-VEGF - somministrazione intravitreale di farmaci come Lucentis e Ilia.

Corso di operazione

Prima della procedura, il paziente comunica con il medico, è sottoposto a un esame completo e a test. La procedura stessa viene eseguita su base ambulatoriale. Un anestetico viene lasciato cadere negli occhi di una persona e dopo 10-15 minuti iniziano a rinforzare la retina con un laser. Il medico può saldare la guaina di maglia in diversi punti. Durante la procedura, il paziente deve rimanere fermo e guardare un punto. Guidati attraverso gli occhi è severamente proibito.

Esistono questi tipi di coagulazione:

La coagulazione laser centrale o periferica della retina può essere eseguita. Va notato che le manipolazioni nella regione centrale (zona della macula) sono piuttosto pericolose, dal momento che la membrana reticolare in questa parte dell'occhio è molto sottile ed è facilmente strappabile.

Periodo postoperatorio

Molti pazienti sono interessati a come comportarsi, cosa può e cosa non può essere fatto nei primi giorni e periodi più lontani dopo l'intervento. In un primo momento, è necessario gocciolare nelle gocce oculari, prescritte da un medico e regolarmente venire all'oftalmologo per gli esami.

Nel periodo postoperatorio dopo la coagulazione laser della retina, si raccomanda di proteggere gli occhi dalle radiazioni ultraviolette e da carichi visivi eccessivi. Gli occhiali da sole dovrebbero essere indossati prima di uscire. Per alcune settimane è meglio rifiutarsi di lavorare al computer e limitare la visione di programmi televisivi.

Nel periodo successivo, si raccomanda di evitare di sollevare pesi, attività fisica eccessiva e fare sport duri. Le persone con diabete devono monitorare attentamente i livelli di glucosio nel sangue, i pazienti ipertesi - per monitorare la loro pressione sanguigna.

Possibili complicazioni

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, il paziente può manifestare edema corneale, causando un deficit visivo temporaneo. È anche possibile la violazione del deflusso del fluido intraoculare a causa dell'edema del corpo ciliare e della chiusura dell'angolo della camera anteriore. In alcuni casi, il paziente richiede l'aiuto di un medico.

Le conseguenze spiacevoli possono verificarsi in un periodo più remoto. Alcune persone possono sviluppare cataratta da radiazioni, peggiorare la visione notturna e apparire difetti nel campo visivo. È anche possibile la deformazione della pupilla e anche la formazione di sinechia posteriore - aderenze tra l'iride e la lente.

Le più comuni malattie della retina sono retinopatia, angiomatosi, retinite, lacrime e distacco. Uno dei metodi più moderni ed efficaci per la loro prevenzione e trattamento è di rafforzare la retina con un laser. La procedura è assolutamente indolore, viene eseguita su base ambulatoriale e dà buoni risultati. Puoi farlo in molte cliniche moderne.

Coagulazione laser della retina: prezzo, periodo postoperatorio, effetti

La coagulazione laser è un trattamento professionale senza contatto della retina. Il metodo consente di ottenere risultati positivi con assottigliamento centrale e periferico della retina, lesioni vascolari e l'insorgenza di tumori.

La coagulazione con un laser previene un ulteriore distacco e lacerazione della retina, una buona prevenzione dei possibili cambiamenti patologici nel fondo e nelle neoplasie. Questa procedura è l'unico trattamento per la miopia e la retinopatia diabetica, la distrofia retinica correlata all'età, la trombosi, l'angiomatosi e altri cambiamenti degenerativi progressivi.

Cos'è?

Il rafforzamento della retina viene eseguito utilizzando un apparecchio speciale: un coagulatore laser.

L'uso di un laser consente la manipolazione senza sangue e confortevole per il paziente, inoltre esegue l'anestesia locale.


L'indicazione per la procedura è un cambiamento nel trofismo e nello stiramento della retina, un cambiamento nella forma del bulbo oculare e patologia vascolare locale. Questa tecnica aiuta a fermare l'ulteriore progressione dei processi negativi che si verificano sulla retina dell'occhio.

La tecnica di trattamento si basa sull'uso di successo di un laser ad argon. La coagulazione si ottiene localmente cauterizzando la coroide della retina con l'aiuto di un raggio hardware.

Grazie a una lente speciale, la radiazione laser penetra in profondità all'interno del bulbo oculare, raggiungendo aree della retina difficili da raggiungere e limitate.

La qualità del risultato dipende in gran parte dalla professionalità del chirurgo che esegue tutte le manipolazioni necessarie.

Descrizione della procedura

La coagulazione laser della retina viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando anestesia locale a goccia sulla pupilla dilatata.

La procedura dura 20-30 minuti, durante i quali la retina oculare viene trattata con i raggi di un laser medicale a bassa frequenza. Le sensazioni dolorose sono escluse, il paziente sente solo il tocco di una lente e vede lampi di luce.

L'aumento dei tessuti danneggiati è ottenuto dall'aumento della temperatura locale sulla retina. I posti di rotture retiniche sono collegati da enzimi speciali. Dopo la coagulazione, si consiglia al paziente di rimanere sotto controllo medico per qualche tempo.

Il costo della procedura di coagulazione laser dipende dal grado di disturbi circolatori e dalla natura dei cambiamenti sulla retina.

Il prezzo medio a Mosca varia da 5.000 a 30.000 rubli, a seconda del livello della clinica e della qualità delle attrezzature utilizzate.

Le recensioni di coloro che hanno subito la coagulazione laser indicano il raggiungimento di un risultato positivo stabile anche nelle situazioni più difficili - con ampio distacco di retina, grave retinopatia e ipovisione. Questa tecnica ha aiutato molti durante la gravidanza - dopo la procedura, alle donne è stato permesso di parto naturale.

Vantaggi del metodo

Per ottenere un'elevata efficienza della coagulazione laser dell'occhio, il medico deve condurre uno studio approfondito della storia clinica del paziente e dello stato attuale della sua vista. Nel periodo postoperatorio, la retina è sensibile allo stress, quindi è necessario dargli il tempo di rigenerare e ripristinare completamente.

Foto prima e dopo la procedura

Vantaggi della coagulazione laser della retina:

  1. Efficienza. La procedura è semplice e rapida nel tempo, non richiede una preparazione preliminare.
  2. Disponibilità. Molte cliniche acquisiscono coagulanti laser di alta qualità, con i quali i chirurghi oftalmologici trattano.
  3. Minimi effetti collaterali. Secondo le statistiche, il 90% delle coagulazioni viene eseguito con il massimo successo ed efficienza.

Il paziente trascorre in ospedale solo un giorno, dopo di che può tornare a casa. Durante il periodo postoperatorio di recupero, è fondamentale osservare le regole e le raccomandazioni del medico.

Effetti collaterali

Gli effetti negativi della coagulazione possono verificarsi quando non vengono seguite numerose controindicazioni alla procedura laser.

  • il processo di crescita anormale dei vasi sanguigni nell'iride dell'occhio - rubeosi della retina;
  • vasta attività emorragica del fondo;
  • scarsa trasparenza dei supporti durante la manipolazione laser;
  • alto grado di distacco della retina oculare;
  • ridotta acuità visiva inferiore a 0,1 diottrie;
  • grado di liasi 3 e 4.

Per la corretta nomina della coagulazione laser, è obbligatoria la consultazione preventiva di un retinologo qualificato. Lo specialista esamina attentamente il paziente - conduce uno studio hardware del fondo, valuta la profondità e la dimensione delle aree delle lesioni vascolari. I pazienti a rischio dovrebbero regolarmente sottoporsi a monitoraggio oftalmologico della retina.

Periodo postoperatorio

Dopo un intervento chirurgico per diversi giorni, il paziente può essere disturbato dal disagio degli occhi - sensazione di bruciore e sabbia, lacrimazione e fotofobia, visione offuscata e altri.

Il periodo di recupero dura circa 10-14 giorni, durante i quali si raccomanda l'uso di terapia anti-infiammatoria sintomatica.


Dopo la coagulazione laser è impossibile:

  • consentire la luce solare diretta negli occhi;
  • guardare la tv;
  • lavorare al computer;
  • indossare lenti e occhiali;
  • andare in sauna;
  • fare una doccia calda;
  • succede sulla spiaggia.

Durante il periodo postoperatorio, nessuna attività fisica è vietata, durante questo periodo è necessario rilassarsi di più e monitorare la pressione. Si consiglia ai pazienti di indossare occhiali da sole scuri, mangiare bene, usare meno liquidi e sale, smettere di bere e fumare.

La perdita della vista è una diagnosi terribile, e metodi tecnologicamente avanzati e convenienti ti aiuteranno a evitare questo, uno dei quali è la coagulazione laser dell'occhio.

La procedura è consentita a qualsiasi età e può essere parte di un ripristino completo della funzione visiva nel diabete mellito e nell'ipertensione.

Metodo di trattamento della retina con coagulazione laser

La visione ti consente di godere appieno della bellezza del mondo circostante, ottenere piacere estetico, vedere i tuoi cari, vivere una vita piena. È estremamente spiacevole e offensivo perdere la vista, e alcune deviazioni nelle condizioni degli occhi possono portare a questo.

La malattia oftalmologica più pericolosa è il distacco della retina, che richiede un intervento chirurgico urgente senza garanzie di ripristino della funzione visiva.

La coagulazione laser della retina è un metodo di trattamento e prevenzione delle malattie dell'occhio associate a cambiamenti distrofici dei vasi sanguigni o delle loro rotture. Dopo anestesia locale con gocce, la procedura viene eseguita direttamente, ci vogliono 15-30 minuti.

I pazienti non avvertono sensazioni dolorose, a volte si avverte il contatto diretto della superficie oculare con l'obiettivo. L'operazione non richiede osservazione stazionaria: una persona può quasi immediatamente tornare a casa.

Dopo la procedura, l'effetto del flash può rimanere per un breve periodo, tuttavia, la luce si spegne entro pochi minuti.

L'essenza del metodo è la seguente: aree con vasi difettosi sono separate da coagulanti laser (coagulati a causa del tessuto ad alta temperatura) e prevengono il loro impatto negativo sulla retina in futuro.

Questo metodo è applicabile anche al distacco retinico piatto già esistente.

Indicazioni per la coagulazione

L'operazione nella maggior parte dei casi viene effettuata per eliminare i difetti vascolari e prevenire malattie oftalmiche gravi e complesse - distacco di retina.

Nominato nei seguenti casi:

  • degenerazione dei vasi della retina;
  • retinopatia ipertensiva e diabetica;
  • cambiamenti vascolari, presenza di tumori;
  • angiomatosi;
  • deterioramento correlato all'età della retina;
  • rottura dei vasi sanguigni, penetrazione del fluido vitreo sotto la retina, che minaccia con il suo distacco.

Caratteristiche dell'uso di lenti a contatto notturne per la correzione della vista con un piccolo grado di miopia.

Guarda i nostri consigli su come scegliere gli occhiali da sole sportivi con diottrie.

Se c'è una piccola area di distacco, è possibile delimitare questa area usando la coagulazione laser.

A volte la procedura viene prescritta dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il distacco per formare connessioni più affidabili dopo le interruzioni nell'area chirurgica.

I medici consigliano alle donne incinte di condurre un esame approfondito da parte di un oftalmologo (incluso il fondo dell'occhio) alla fine del primo trimestre di gravidanza. Se ci sono prove, il medico prescrive una coagulazione laser, che può essere effettuata fino a 35 settimane dopo il concepimento.

Parto naturale - stress e un carico enorme su tutto il corpo, quindi rotture o pareti deboli dei vasi sanguigni possono portare a gravi problemi alla vista in futuro. La prevenzione tempestiva è sicura e aiuterà a evitare complicazioni agli occhi.

Fasi dell'operazione

  1. Dopo l'anestesia, una lente a tre specchi viene installata sull'occhio.
  2. Con l'aiuto di un laser che crea una temperatura elevata sulla superficie trattata, i vasi o le formazioni interessate sono saldati o delimitati.

Una lente speciale fornisce piena penetrazione del raggio laser in qualsiasi area dell'occhio e il laser stesso ha un raggio sottile che consente manipolazioni precise. Il medico controlla la procedura attraverso un microscopio.

I coagulanti formati dai "punti" collegano saldamente la retina con le membrane oculari adiacenti, che aiuta a ripristinare il normale afflusso di sangue agli occhi. La delimitazione della zona a rischio con i coagulanti riduce al minimo il rischio di distacco di retina in quest'area.

  • prevenzione dello sviluppo di malattie che possono portare ad una diminuzione dell'acuità e completa perdita della vista;
  • l'operazione viene eseguita rapidamente e non richiede il ricovero in ospedale;
  • mancanza di perdita di sangue e dolore;
  • grado estremamente basso di infezione dell'occhio (non c'è contatto dei tessuti del bulbo oculare con lo strumento);
  • possibilità di utilizzo a qualsiasi età, oltre che incinta.

Nel diabete, gravi malattie cardiovascolari e in numerosi altri casi in cui non è possibile eseguire operazioni complesse o anestesia generale, la coagulazione laser è l'unico modo per trattare la retina.

Controindicazioni

L'operazione deve essere trasferita o esclusa nei seguenti casi:

  • grave opacizzazione e arrossamento del corpo dell'occhio (alto rischio di esposizione laser nella zona del bulbo oculare);
  • bassa acuità visiva (meno di 0,1 diottrie), la procedura è possibile solo in casi estremamente difficili dopo un esame scrupoloso;
  • ricco di iridi di vasi di nuova formazione;
  • fondo con grave emorragia;
  • 3 e 4 gradi di gliosi (annebbiamento del corpo vitreo posteriore).

L'approccio giusto e un esame approfondito ti aiuteranno a scegliere il giusto metodo di trattamento.

Con una significativa opacizzazione del corpo vitreo, viene eseguita la vitrectomia, che consente al paziente di restituire la vista.

Perché le navi negli occhi scoppiano e come rafforzare i capillari, leggi il nostro articolo.

Possibili complicazioni

La procedura dell'esposizione laser alla retina può avere le seguenti spiacevoli conseguenze:

  • edema corneale a breve termine (la vista diminuisce per diversi giorni, poi viene ripristinata la nitidezza);
  • esposizione alla lente, che può portare allo sviluppo della cataratta;
  • infiammazione dell'iride (può influenzare il laser);
  • deterioramento della visione notturna, l'emergere nel campo visivo delle macchie scure.

Oltre al primo oggetto (edema corneale), la probabilità di complicanze è trascurabile. Se è necessaria una coagulazione estesa, al fine di evitare spiacevoli conseguenze, è meglio dividere la procedura in più fasi.

Periodo postoperatorio

L'operazione per eliminare le formazioni vascolari difettose procede rapidamente e non provoca disagio al paziente. Tuttavia, l'intervento laser impone determinati doveri a una persona:

  • sport e carichi pesanti sono controindicati;
  • le lesioni alla testa e in particolare agli occhi sono estremamente indesiderabili;
  • non può sollevare pesi

Gli esperti non consigliano di apparire sotto il sole senza occhiali oscuranti, e anche di astenersi dalla guida per il trasporto, prima della formazione di forti aderenze corioretiniche.

Fino a 2 settimane, i coagulanti sono completamente guariti e cicatrizzati.

Le persone con una predisposizione ereditaria alle malattie degli occhi o quelle che già ne soffrono, dopo aver subito lesioni agli occhi e alla testa, è consigliabile esaminare periodicamente il fondo dell'occhio.
È più opportuno rimuovere il difetto rilevato in maniera tempestiva piuttosto che subire tutto il tempo o eseguire le operazioni più difficili.

Dopo la coagulazione laser, in particolare nel diabete mellito, sono talvolta possibili ricadute e l'emergere di nuove aree con vasi distrofici o un distacco incipiente.

Pertanto, dopo la procedura, si consiglia vivamente di visitare un oftalmologo per un'ispezione mensile fino a sei mesi, ridurre gradualmente la frequenza delle visite a 1 volta in 3 mesi, poi a 6 mesi e 1 volta all'anno.

La coagulazione laser della retina è un modo abbastanza semplice, non traumatico ed efficace per prevenire il distacco della retina. La percentuale estremamente bassa di complicazioni, la rapida riabilitazione dopo la procedura e la facile trasportabilità giustificano l'uso diffuso di questo metodo in oftalmologia.

Conseguenze della coagulazione laser della retina

La coagulazione laser della retina è una procedura comune volta a rafforzare il tessuto retinico. Viene eseguito prima della correzione della visione laser ed è necessario per i pazienti che soffrono di patologie associate a degenerazione o distrofia di questo elemento del sistema visivo. Ci sono un numero di possibili conseguenze di questa procedura.

Uno dei problemi più comuni dopo la coagulazione laser degli occhi è il distacco della retina. Le osservazioni pratiche degli oftalmologi mostrano che il problema potrebbe non manifestarsi, specialmente nelle fasi iniziali dopo l'intervento. È per questo motivo che il paziente deve osservare attentamente tutti i requisiti dell'oculista e sottoporsi periodicamente alla diagnosi del sistema visivo e all'esame del fondo.
È importante capire che il distacco dopo la coagulazione laser è pericoloso perché, con un forte sforzo del corpo, ad esempio durante lo sforzo fisico, può causare un netto deterioramento della vista. Quindi, negli stadi successivi della miopia (miopia), potrebbero esserci "mosche volanti" davanti ai miei occhi. Con il rilevamento tempestivo del distacco della retina, i medici eseguono il riempimento extrascleral o la coagulazione laser ripetuta. A volte c'è bisogno di rimozione parziale o completa del corpo vitreo, la procedura è chiamata "vitrectomia".

Come va l'operazione?

Prima di eseguire la coagulazione laser della retina, il paziente viene sottoposto a un esame completo del sistema visivo e esegue anche i test necessari per il terapeuta. La preparazione per la chirurgia in cliniche private può iniziare con il ricovero in ospedale il giorno proposto. Negli ospedali comunali, potrebbe essere necessario monitorare il paziente per un periodo di 3-7 giorni dopo il rilevamento del distacco di retina.

Prima dell'inizio del processo, l'oftalmologo esegue l'anestesia locale e instilla i preparativi che espandono la pupilla. Dopo di ciò, un tipo speciale di lente che assomiglia ad un oculare del microscopio viene indossato sugli occhi. Dà l'opportunità di focalizzare il raggio laser e puntarlo verso l'area desiderata. Durante l'operazione, si formano aree di rottura delle proteine, così come l'incollaggio della retina, che ne impedisce l'ulteriore separazione.

La coagulazione laser dell'occhio avviene in posizione seduta, momento in cui la persona avverte l'effetto del dispositivo, come lampi luminosi di luce. In casi eccezionali, può causare vertigini e riflessi gag. Per rendere il paziente più a suo agio nel processo, lo specialista consiglia di concentrarsi sul secondo occhio. La formazione finale delle adesioni avviene dopo circa 10-14 giorni, solo dopo la scadenza di questo periodo si può giudicare se l'operazione ha avuto successo.

La coagulazione laser è un processo completamente indolore, in casi rari il paziente può avvertire un leggero formicolio.

Possibili complicazioni

Spesso, dopo un'operazione sulla retina, si verifica un edema della membrana corneale, che può causare un cambiamento significativo negli indici visivi di rifrazione: una persona inizia a vedere gli oggetti vagamente. Tuttavia, il gonfiore dopo la coagulazione diminuisce rapidamente e la visione viene ripristinata, quindi questa complicanza è la più facile. Ci sono casi in cui un oftalmologo applica coagulanti di dimensioni troppo grandi durante un'operazione laser e l'energia del dispositivo può essere trasferita all'iride dell'organo visivo, che provoca il processo infiammatorio. Di conseguenza, la pupilla si deforma a causa della formazione di sinechia posteriore sulla retina, la conseguenza viene corretta mediante un'operazione ripetuta. La complicanza più grave dopo la coagulazione laser della retina, secondo gli oftalmologi, è la chiusura dell'angolo della camera anteriore, le conseguenze di questo processo sono i salti di pressione intraoculare che si verificano quando la coroide si stacca e il corpo ciliare è gonfio di un forte raggio laser.

Ci sono casi in cui uno specialista esegue la coagulazione laser della retina con un raggio laser stretto che passa attraverso la lente e ha un effetto sul suo tessuto. La reazione può essere individuale, a volte il paziente sviluppa una cataratta dopo un'operazione del genere con un raggio laser.

Anche sulla retina stessa possono apparire emorragie microscopiche, la comparsa di distacco in un altro luogo. L'errata applicazione dei coagulanti sulla retina provoca spesso edema maculare e disturbi della perfusione nervosa dell'occhio. La conseguenza è una visione ridotta, una ridotta capacità di vedere al buio.

La coagulazione laser della retina viene spesso eseguita durante la formazione di vasi della testa del nervo ottico. Questo è irto di ischemia e un netto calo della vista.
La retina è una formazione multistrato contenente la coroide e l'epitelio pigmentato. Pertanto, se la coagulazione viene eseguita da un fascio stretto, allora il paziente può subire fratture nella membrana e nelle emorragie di Bruch nel vitreo e nella retina stessa.
Emorragie, opacità, contrazioni della membrana limite e, di conseguenza, il distacco del corpo vitreo, come il raggio laser passa attraverso questa formazione sono anche possibili.
Dopo l'esposizione laser alla retina, il paziente deve essere regolarmente osservato da uno specialista per un po 'di tempo, dal momento che le anomalie possono verificarsi solo qualche tempo dopo la procedura. Questi includono l'atrofia progressiva dello strato di pigmento della retina nella zona di coagulazione.

Indicazioni per la chirurgia

La coagulazione laser è assegnata a persone con patologie oculari quali:

  • distacco della retina o lacrimazione (gli occhi diventano vulnerabili anche a un leggero carico);
  • distrofia maculare;
  • danno meccanico alla retina, corpo vitreo, coroide;
  • retinopatia congenita (di solito nei bambini prematuri);
  • retinopatia diabetica;
  • proliferazione patologica dei vasi del disco del nervo ottico e della retina;
  • processi infiammatori nel sistema vascolare della retina con emorragie;
  • sconfitta della macula;
  • anomalie retiniche associate all'ostruzione della vena oculare centrale.

Controindicazioni per la coagulazione

I medici si rifiuteranno categoricamente di eseguire l'operazione se il paziente viene trovato:

  • gliosi del terzo grado e superiori. Questa malattia provoca la sostituzione delle cellule fotosensibili della retina con tessuto connettivo, c'è un forte deterioramento della vista;
  • grave distacco di retina;
  • emorragia nel bulbo oculare. Questa restrizione è temporanea, se l'emorragia è risolta, il paziente è autorizzato alla procedura. Altrimenti, è necessario trattare il sintomo e le sue cause alla radice;
  • annebbiamento del corpo vitreo, della lente o di altre aree del sistema visivo a seguito di anomalie, incluse le cataratte. Se la deviazione viene eliminata, l'operazione può essere eseguita.

Restrizioni alla riabilitazione

Per evitare possibili complicazioni dopo la coagulazione il più possibile, è necessario seguire un numero di regole per un mese:

  • è vietato consumare bevande alcoliche;
  • limitare lo sforzo fisico, in particolare in relazione a vibrazioni e vibrazioni;
  • evitare di camminare lungo la strada, specialmente durante la stagione fredda;
  • non sporgersi in avanti e non passare molto tempo in posizione verticale;
  • rifiutare di guidare una macchina;
  • limitare la visione della TV, non utilizzare computer e gadget, non leggere.

L'effetto dello zucchero sul corpo umano. Ricerca, articoli, fatti

Olio di pesce