Ranitidina per pancreatite: recensioni di applicazioni

La ranitidina è un farmaco antisecretorio che deprime il processo di produzione del succo gastrico. Un eccesso di acido cloridrico nella pancreatite cronica acuta, creerà condizioni favorevoli per lo sviluppo del processo infiammatorio.

A proposito della droga

La ranitidina ha acquisito una grande popolarità negli anni '80. In quel momento, questo farmaco è stato riconosciuto come il più efficace nel trattamento delle malattie legate all'acido dell'apparato digerente, compresa la pancreatite. Il principale effetto clinico della ranitidina è una diminuzione del volume dell'intero succo gastrico e una diminuzione della secrezione di pepsina.

Il farmaco dura 12 ore, ma tende ad accumularsi (accumularsi): pertanto, solo il 40% della dose assunta di ranitidina viene rimossa dal corpo ogni giorno.

I pazienti con insufficienza renale hanno bisogno di aggiustare molto attentamente la dose o rifiutare il farmaco, e scegliere invece un altro.

Per ranitidina è caratterizzata dall'effetto di "rimbalzo", che appare dopo un lungo ricevimento, e quindi un netto fallimento. In questi casi, un forte aumento della produzione di succo gastrico e, di conseguenza, bruciore di stomaco e la ripresa del dolore allo stomaco.

Il farmaco per la pancreatite

Nonostante la comparsa di farmaci più moderni in campo farmaceutico, molti medici continuano a utilizzare ranitidina per il trattamento delle esacerbazioni della pancreatite cronica.

La forma di ranitidina per iniezione - 50 mg-2 ml fiale. Il primo giorno di ospedalizzazione del paziente in ospedale, il farmaco viene somministrato per via endovenosa 3 volte al giorno in 50 mg. Il contenuto dell'ampolla viene diluito con soluzione isotonica a 10 ml e lentamente (2 minuti, almeno) iniettato in una vena.

È consentita l'iniezione a goccia di ranitidina sotto forma di infusione della durata di due ore. Una fiala viene diluita con una soluzione isotonica di cloruro di sodio in una quantità di 200 ml. In alcuni casi, le iniezioni intramuscolari sono prescritte ogni 6-8 ore in 50 mg.

Così, nelle prime ore di esacerbazione dell'infiammazione cronica del pancreas, la secrezione dello stomaco diminuisce e il carico sulla ghiandola diminuisce. Questo è particolarmente importante, perché nel primo giorno di esacerbazione il paziente di solito non mangia nulla.

Una piccola quantità di secrezione gastrica riduce al minimo l'attività delle fasi successive della catena digestiva. Anche la secrezione di succo pancreatico è ridotta, e questo è molto favorevole nella fase acuta.

Già il secondo giorno di degenza ospedaliera, il paziente viene trasferito in compresse di ranitidina. I seguenti schemi sono comunemente usati:

  • al mattino e alla sera, più precisamente in 12 ore - 150 mg;
  • a discrezione del medico, il farmaco può essere prescritto 3 volte al giorno, 150 mg ciascuno;
  • una volta al giorno alla notte - 300 mg (il picco della secrezione gastrica avviene precisamente di notte);

La dose massima giornaliera di ranitidina non deve superare i 600 mg. A causa della sindrome di rimbalzo menzionata sopra, la ranitidina richiede un ritiro costante. Altrimenti, potrebbe esserci un deterioramento del paziente.

Dopo aver rimosso la riacutizzazione della pancreatite cronica, i medici a volte usano una combinazione di ranitidina e preparazioni di enzimi pancreatici. Questo schema è rilevante per l'insufficienza pancreatica. Secondo la ricerca medica, l'azione di questi enzimi nella soppressione della secrezione gastrica è considerata la più efficace.

Molti pazienti con pancreatite cronica sviluppano complicanze come esofagite da reflusso. In questa situazione, viene prescritto un trattamento a lungo termine con ranitidina (6-8 settimane), il regime standard è usato - 150 mg ogni mattina e sera.

  • L'accettazione della ranitidina viene effettuata indipendentemente dal pasto.
  • Una pillola viene inghiottita intera, lavata con una piccola quantità di acqua.
  • La compressa effervescente viene gettata nell'acqua e si beve il liquido solo dopo che il farmaco si è completamente dissolto.

Se gli antiacidi sono prescritti al paziente, come il maalox o almagel, quindi tra loro e ranitidina ci dovrebbe essere almeno un intervallo di due ore.

Effetti collaterali della ranitidina

Non è consigliabile assumere il farmaco per la pancreatite da solo, poiché i suoi effetti collaterali sono molto gravi:

  1. vertigini, mal di testa, coscienza offuscata;
  2. diarrea, stitichezza, nausea, vomito;
  3. dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  4. disturbi del ritmo cardiaco.
  5. reazioni allergiche - angioedema, dermatite;
  6. perdita di capelli;
  7. insufficienza epatica;
  8. un aumento delle ghiandole mammarie negli uomini (ginecomastia) con uso prolungato;
  9. fallimenti nel ciclo mestruale;
  10. diminuzione della libido e della potenza.

Controindicazioni

  • durante la gravidanza;
  • durante l'allattamento al seno;
  • all'età di 12 anni.

Prima della nomina del farmaco, per escludere l'adenocarcinoma dello stomaco, deve essere eseguita la fibrogastroscopia. Questo è necessario perché l'uso a lungo termine della ranitidina può mascherare la clinica di un tumore maligno, nascondendo i segni del cancro del pancreas, i primi sintomi.

La ranitidina può fornire un test falso positivo per le proteine ​​nelle urine e nelle anfetamine (i conducenti dovrebbero saperlo). La dipendenza da nicotina riduce l'effetto terapeutico della ranitidina.

Uso della droga Ranitidine per pancreatite

La pancreatite è una malattia infiammatoria del pancreas, che sconvolge l'ingresso di enzimi nel duodeno. Il trattamento di questa patologia include necessariamente l'uso di pastiglie di ranitidina. Il compito del farmaco è quello di ridurre la produzione di succo gastrico, a seguito del quale viene alleviato il carico sul pancreas infiammato. La ranitidina per pancreatite è una droga frequentemente usata nel suo gruppo farmacologico.

Indicazioni per l'uso

La ranitidina appartiene al gruppo di H2-bloccanti dei recettori dell'istamina. L'eccitazione di questi recettori provoca la stimolazione delle ghiandole digestive della secrezione interna, incluso il pancreas. Il farmaco blocca i recettori di istamina, riduce la secrezione di acido cloridrico, creando così condizioni favorevoli per il trattamento di malattie infiammatorie dello stomaco, intestino e pancreas. La ranitidina è usata per le seguenti malattie:

  • esacerbazione dell'ulcera gastrointestinale;
  • ulcere ed erosioni del tratto gastrointestinale, derivanti dall'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • malattia da reflusso gastroesofageo;
  • prevenzione del sanguinamento dal tratto gastrointestinale;
  • come misura preventiva durante le operazioni sotto anestesia - per prevenire il reflusso del succo gastrico nel tratto respiratorio;
  • nella complessa terapia della pancreatite.

Dosaggio e somministrazione

La ranitidina è assunta per via orale, indipendentemente dal pasto. Il farmaco deve essere lavato con qualsiasi liquido. La pillola da masticare non può.

La ranitidina è parte integrante del trattamento per la pancreatite cronica, così come durante il periodo di malattia acuta. Il farmaco viene prescritto in un dosaggio di 150 mg, mattina e sera. A discrezione del medico, lo schema può essere cambiato.

I pazienti con pancreatite cronica spesso soffrono di malattia da reflusso gastroesofageo. Le sue esacerbazioni vengono trattate assumendo 150 mg di ranitidina 2 volte al giorno o 300 mg prima di coricarsi. Il massimo è possibile assumere 150 mg 4 volte al giorno. La ranitidina profilattica può essere utilizzata per lungo tempo, 150 mg al mattino e alla sera, esclusivamente sotto controllo medico.

La ranitidina è anche prescritta per il trattamento dell'ulcera peptica di qualsiasi parte del tratto gastrointestinale. Prendi 1 compressa con un dosaggio di 150 mg al mattino e alla sera. Se un tale regime di trattamento è scomodo per un paziente, è consentita una dose giornaliera prima di coricarsi. Per prevenire la comparsa di ulcere ed erosione, il farmaco viene usato solo di notte. Se necessario, il medico può aumentare il numero di pillole prese.

I pazienti con ulcere ed erosioni possono sperimentare sanguinamento che è in pericolo di vita. La prevenzione del sanguinamento viene effettuata assumendo Ranitidina - 150 mg 2 volte al giorno.

Prima del trattamento chirurgico che prevede l'uso dell'anestesia generale, la ranitidina viene prescritta alla dose di 150 mg. È necessario assumere 1 compressa alla sera e 2 ore prima dell'intervento.

Dobbiamo ricordare che l'auto-trattamento con Ranitidina è inaccettabile. È necessario chiedere consiglio a un medico o un gastroenterologo per la scelta del regime terapeutico ottimale.

Effetti collaterali

Come ogni farmaco, la ranitidina ha effetti collaterali:

  1. I disturbi gastrointestinali si manifestano come costipazione o diarrea, nausea, vomito e dolore addominale.
  2. Da parte degli organi che formano il sangue, ci può essere una diminuzione del numero di leucociti e piastrine, una diminuzione del livello di emoglobina e l'inibizione della funzione del midollo osseo.
  3. Da parte del sistema cardiovascolare, può verificarsi una diminuzione della frequenza cardiaca e dei disturbi del ritmo. Possibile riduzione della pressione.
  4. I disturbi del sistema nervoso comprendono debolezza, mal di testa, aumento dell'ansia e dell'irritabilità e instabilità emotiva.
  5. In rari casi, i pazienti lamentano dolore ai muscoli e alle articolazioni.
  6. Una reazione allergica è possibile sul principio attivo o sui componenti ausiliari. Manifestato sotto forma di eruzione cutanea, shock anafilattico o spasmo della muscolatura liscia dei bronchi.

Controindicazioni

L'uso di ranitidina per la pancreatite è controindicato in caso di intolleranza individuale al farmaco. La restrizione dell'uso è insufficienza renale o epatica - in questo caso, il dosaggio del farmaco deve essere ridotto. La ranitidina ha un effetto sulla guida, poiché riduce la velocità di reazione.

Durata del trattamento

Nella pancreatite cronica, il farmaco viene prescritto durante le esacerbazioni, poiché la ranitidina inizia ad agire immediatamente. La durata del trattamento è determinata dal medico in base alla situazione clinica. Il corso della terapia per l'ulcera peptica non più di 1-2 mesi. Con la malattia da reflusso, il farmaco viene utilizzato per 2-3 mesi.

Interazione con altri farmaci

Gli antiacidi rallentano l'assorbimento di ranitidina, quindi è necessario assumere questi farmaci con una pausa di 1-2 ore. Nei pazienti fumatori, il farmaco può agire in modo meno efficace. La compatibilità con l'alcol è cattiva. La ranitidina riduce l'assorbimento di itraconazolo e ketoconazolo, quindi è necessario osservare una pausa di almeno 1 ora tra questi farmaci.

overdose

Un'overdose di Ranitidina può manifestarsi sotto forma di convulsioni, disturbi del ritmo cardiaco e diminuzione della frequenza cardiaca. In caso di sovradosaggio, è necessario indurre il vomito e consultare un medico.

Condizioni di conservazione

In un luogo asciutto, al riparo dalla luce solare, a una temperatura di 15... 30 ° C.

È possibile curare la pancreatite con ranitidina?

Ranitidina per pancreatite usata per lungo tempo. Dagli anni Ottanta, lo strumento è stato usato con successo per trattare le malattie dell'apparato digerente, in cui si è verificata una maggiore acidità.

La sua azione principale è volta a ridurre il volume della secrezione e la sua neutralizzazione.

Indicazioni per l'uso del farmaco

Fondamentalmente, il farmaco viene utilizzato nella fase acuta per tali malattie:

  • ulcere gastriche e intestinali;
  • esofagite erosiva;
  • esofagite da reflusso;
  • profilassi postoperatoria;
  • Sindrome di Zollinger-Ellison.

È un farmaco anti-enzimatico che inibisce il processo di produzione di acido cloridrico. Anche se emergono nuovi farmaci nell'industria farmaceutica, molti medici raccomandano questa particolare medicina.

Caratteristiche di uso e dosaggio di ranitidina

Il primo giorno dopo il ricovero, il farmaco viene somministrato per via endovenosa tre volte al giorno in 50 mg. Attraverso questa sostanza nelle prime ore, è possibile ridurre significativamente la secrezione e alleviare la tensione dal pancreas. Questo è molto importante, perché il primo giorno i pazienti non mangiano nulla e le mucose gastriche sono particolarmente esposte agli effetti distruttivi dell'acido cloridrico.

Il secondo giorno è già possibile trasferire il paziente a ricevere le compresse di ranitidina secondo questo schema: ogni 12 ore, 150 mg, 300 mg una volta alla notte o 150 mg 3 volte al giorno è possibile. L'assunzione del farmaco non deve superare i 600 mg al giorno.

Quando si pratica insufficienza pancreatica nella terapia della ranitidina in associazione con agenti enzimatici. Tra la loro ricezione dovrebbe essere almeno due ore di pausa.

In molti pazienti con la malattia in forma cronica, c'è una complicanza - esofagite da reflusso. Quindi mostra un lungo ricevimento, 6-8 settimane, 150 mg al mattino e alla sera.

È possibile prendere autonomamente il rimedio durante il processo infiammatorio?

Prima della nomina del farmaco deve passare alcuni test.

Il farmaco ha molte controindicazioni ed effetti collaterali:

  • mal di testa, vertigini;
  • disturbi del tratto gastrointestinale;
  • aritmia;
  • dolori muscolari;
  • intolleranza individuale;
  • perdita di capelli;
  • non raccomandato per bambini sotto i 14 anni;
  • le donne in gravidanza e in allattamento a prendere il farmaco è vietata.

Comparativamente, il farmaco è ben tollerato, gli effetti collaterali sono osservati molto meno frequentemente rispetto alla cimetidina.

I pazienti con insufficienza renale devono essere prescritti con molta cautela.

La sostanza agisce per dodici ore, mentre si accumula nel corpo, solo il 40% della dose consumata viene escreta al giorno.

L'efficacia del farmaco nella forma cronica della malattia

Nelle fasi di remissione, il farmaco viene prescritto non molto spesso, ma solo quando si sviluppano complicazioni o in un periodo critico. Le funzioni secretorie del corpo nell'infiammazione del pancreas sono ridotte, quindi l'uso di tale farmaco sarebbe inappropriato.

L'evento più importante nel trattamento durante i periodi interictali è la dieta. Dopo ogni attacco, il trattamento diventa più difficile e la dieta sarà ridotta in ogni momento.

Per la prevenzione delle recidive utilizzare preparati enzimatici, per alleviare il carico dal corpo.

Trattamento schematico della riacutizzazione acuta

Nel periodo acuto, si raccomanda la somministrazione endovenosa di farmaci. Il primo giorno, o anche due o tre, una persona farà uno sciopero della fame forzato, quindi riceveranno medicine come questa.

Per ridurre la secrezione prescritta ranitidina. Aiuterà ad alleviare i crampi e le coliche. Come anestetico prescritto ma-silo, papaverina.

Dopo l'eliminazione di tutti i sintomi, vengono prescritti preparati complessi che hanno un effetto avvolgente: de-nol, maalox.

Panacea per tutte le malattie, purtroppo no. Non esiste una droga che possa trattare egualmente bene tutti i sintomi della malattia in nessuna delle sue manifestazioni per ogni persona.

Statistiche e recensioni sull'assunzione di farmaci

Più spesso, la ranitidina viene prescritta ai pazienti con gastrite: con questa malattia la secrezione aumenta, così per i sentimenti dolorosi e il bruciore di stomaco per molti pazienti, questa è un'ancora di salvezza. Con l'infiammazione del pancreas, è piuttosto un rimedio solo per periodi acuti.

Il farmaco è molto popolare a causa del suo prezzo accessibile, della buona portabilità e dell'efficacia. Per quanto riguarda le recensioni, sono diverse. Qualcuno significa assolutamente non adatto, ma qualcuno è molto felice e porta con sé nel kit di pronto soccorso, per ogni evenienza.

La ranitidina con pancreatite ha diverse recensioni.

Rivedere №1

Le compresse gastriche sono sempre a portata di mano. Li porto ovunque con me, perché lo stomaco è il mio punto debole. Un paio di anni fa ho avuto un attacco con dolori selvaggi, la causa era un esaurimento nervoso, e poi è iniziato anche il bruciore di stomaco - la dieta sbagliata era già da incolpare.

La mia zattera di salvataggio era mezyme e omeprazolo. Prima di acquistare le compresse di ranitidina, non sapevo praticamente nulla su di loro. Seduto a dieta, ma un po 'rompendo la dieta, sentì bruciore di stomaco, poi ancora e ancora. Il medico ha prescritto pillole. Per me è diventato uno strumento di risparmio 2in1.

Dalla mia esperienza personale: prendo con bruciore di stomaco e dolore, tutto passa in 10-15 minuti.

Rivedi il numero 2

Mio padre spesso assumeva ranitidina per il dolore e il bruciore di stomaco. Ogni volta che aumentava la dose, che era assolutamente impossibile da fare.

Di conseguenza, iniziarono ad apparire gli effetti collaterali. All'inizio, la mia testa doleva selvaggiamente, poi i miei capelli cadevano completamente.

Rivedi il numero 3

La mia ragazza ha assunto pillole per un tempo molto lungo, ma non sempre, ma periodicamente se necessario, non ci sono effetti collaterali, anche se il medico le ha prescritto.

La medicina non mi andava affatto bene. Un terribile mal di testa e anche un po 'nauseato. Ma il problema non è la medicina, ma in me. Tutto dipende dalle caratteristiche personali, perché la reazione del corpo può essere completamente imprevedibile.

Recensioni dei medici sul farmaco: farmaco antiulcera, che reagisce molto rapidamente alla guarigione delle ulcere gastriche e delle ulcere duodenali. Farmaco economico, che fornisce un effetto abbastanza veloce. Il dosaggio per ciascun paziente è impostato individualmente.

C'è una caratteristica del farmaco - è una sindrome da astinenza, cioè, dopo la fine del corso, il paziente può avvertire un deterioramento. Smettere bruscamente di bere pillole non può. È necessario alcuni giorni prima della fine del corso, gradualmente iniziare a ridurre la dose.

In generale, il farmaco è molto buono. I reclami di effetti collaterali sono rari, si può dire che in casi isolati.

Puoi prendere, indipendentemente dal pasto. Nonostante il fatto che l'agente debba essere prescritto da un medico, molti pazienti stessi iniziano già a usare il farmaco in periodi critici.

La pancreatite può essere curata con ranitidina?

Sulla base di quanto precede, oltre al feedback di pazienti e medici, risulta che la ranitidina è un farmaco efficace a basso costo. Affronta perfettamente il suo compito principale.

Ha una sindrome da astinenza, quindi, se la terapia viene bruscamente e non correttamente completata, la quantità di secrezione nello stomaco aumenterà drasticamente e provocherà una nuova ricaduta. È necessario ridurre adeguatamente l'uso del farmaco al minimo.

Viene utilizzato principalmente nel periodo critico, quando aumenta l'acidità, che porta al carico dell'organo infiammato, per inibizione temporanea della funzione secretoria.

Non raccomandato per l'auto-somministrazione, solo sotto la supervisione di un medico, in quanto ha una lista considerevole di reazioni avverse e controindicazioni.

Con l'intolleranza individuale ai componenti o l'impossibilità di assumere questo particolare farmaco, è consigliabile utilizzare analoghi:

Il regime di trattamento è prescritto solo da un medico, tenendo conto di tutti gli indicatori individuali del paziente. Non è necessario automedicare, anche il farmaco più innocuo a prima vista può causare conseguenze disastrose.

Sarai sorpreso di quanto velocemente la malattia si allontani. Prenditi cura del pancreas! Più di 10.000 persone hanno notato un miglioramento significativo della loro salute bevendo al mattino...

Il farmaco per la pancreatite è considerato uno dei migliori. Può anche essere usato come farmaco per il recupero dopo la rimozione della cistifellea.

Almagel protegge le mucose dello stomaco e del pancreas dagli effetti nocivi delle sostanze tossiche - bile e acido cloridrico.

Nella terapia con pancreatite vengono prescritti farmaci antibatterici se esiste un rischio di infezione dello stomaco e dell'intestino con batteri. Per le infezioni virali, gli antibiotici non sono prescritti.

Posso bere De-Nol con pancreatite, se non c'è gastrite? Molti pazienti sono perplessi quando vengono loro prescritte queste pillole, perché non soffrono di danni alle mucose dello stomaco e dell'intestino.

Ranitidina per pancreatite: composizione, proprietà, regole di applicazione

La ranitidina è un farmaco efficace che viene utilizzato nel trattamento di varie malattie del tratto gastrointestinale. Sulle specifiche dell'uso di compresse (iniezione) Ranitidine per combattere la pancreatite - on.

Azione ed efficienza della ranitidina nella pancreatite

Pancreatite - infiammazione del pancreas, che può manifestarsi in forme acute e croniche. La ragione principale dell'emergenza e dello sviluppo della malattia - cattiva alimentazione (mancanza di regime e dieta squilibrata).

Fai attenzione! Il principale segno di "identificazione" della pancreatite è un dolore ricorrente nell'ipocondrio destro (può essere doloroso, tirante o spastico).

Uno dei fattori che causa l'esacerbazione della malattia è un eccesso di acido cloridrico (aggrava il processo infiammatorio nel pancreas). Per prevenire questo fenomeno, i gastroenterologi raccomandano che i pazienti affetti da pancreatite cronica assumano la ranitidina.

Ranitidina - farmaco antisecretorio che inibisce la produzione di succo gastrico

La ranitidina è un "rappresentante" del gruppo di farmaci antisecretori, il cui compito principale è quello di sopprimere la produzione di succo gastrico. Il farmaco è indicato per la prevenzione di disturbi del tratto gastrointestinale superiore nel periodo postoperatorio della riabilitazione.

È importante! La ranitidina è un farmaco che agisce per 12 ore e differisce anche nella sua "capacità" di accumularsi nel corpo umano (solo il 40% della dose accettata viene eliminato durante il giorno).

L'uso massiccio di ranitidina per il trattamento delle malattie correlate all'acido del tratto gastrointestinale si verifica negli anni '80, ma nonostante ciò, molti esperti oggi prescrivono questo medicinale ai loro pazienti per alleviare i sintomi della pancreatite cronica durante i periodi di esacerbazione.

Qual è la pancreatite acuta - video

Forme di rilascio e composizione

La ranitidina è disponibile in due forme di dosaggio:

  • ampolle (50 mg);
  • compresse (nelle farmacie puoi trovare confezioni da 20, 30 e 100 pezzi, il prezzo è da 18 a 100 rubli.)

La ranitidina è disponibile in confezioni da 20, 30 e 100 compresse

  1. Una compressa rivestita (0,15 e 0,3 g) contiene rispettivamente 150 e 300 mg di ranitidina cloridrato. I componenti ausiliari sono:
    • cellulosa microcristallina;
    • sodio croscarmelloso;
    • biossido di silicio colloidale;
    • stearato di magnesio.
  2. In 1 ml di soluzione iniettabile sono presenti 0,025 mg del principio attivo specificato. Inoltre:
    • fenolo;
    • disodio idrogeno fosfato diidrato;
    • fosfato di potassio idrogeno.

Raccomandazioni sulla droga

Le iniezioni di ranitidina sono utilizzate solo per il trattamento ospedaliero della pancreatite sotto la supervisione di uno specialista (il contenuto dei flaconcini viene diluito con soluzione isotonica di cloruro di sodio e somministrato per via endovenosa tre volte al giorno). In alcune situazioni, sono consentite iniezioni intramuscolari (ogni 6-8 ore).

Per evitare il cosiddetto "effetto rebound" (attivazione della sintesi di succo gastrico, che può causare bruciore di stomaco e dolore addominale), il 2 ° giorno del paziente viene trasferito al ricevimento di compresse di Ranitidina (2-3 volte al giorno, a seconda della gravità dei sintomi della malattia).

Nel trattamento della pancreatite cronica a casa nella fase di remissione, i medici raccomandano che i pazienti combinino l'uso della ranitidina con i preparati enzimatici. L'azione di quest'ultimo in combinazione con la soppressione della secrezione di succo gastrico è considerata un meccanismo efficace per la prevenzione della esacerbazione della malattia.

Le compresse di ranitidina sono bevute a prescindere dall'assunzione di cibo, non masticano, vengono lavate con un bicchiere d'acqua (il medico seleziona il dosaggio esatto).

Precauzioni di sicurezza

L'uso di questo farmaco può essere associato a una serie di effetti collaterali:

  • capogiri, emicrania, confusione;
  • vari disturbi digestivi (dalla nausea e vomito alla diarrea, stitichezza);
  • insufficienza cardiaca
  • dolore articolare e muscolare;
  • varie forme di reazioni allergiche - da eruzione cutanea (dermatite) a angioedema;
  • insufficienza epatica;
  • alopecia (alopecia);
  • allucinazioni;
  • aumento della fatica;
  • diminuzione della conta piastrinica e aumento della creatinina nel sangue.

La ranitidina può essere assunta solo dopo aver consultato un medico, poiché il farmaco ha una serie di controindicazioni

L'uso a lungo termine di ranitidina può portare a conseguenze indesiderabili come:

  • ginecomastia (un fenomeno anormale in cui le ghiandole mammarie negli uomini aumentano di dimensioni);
  • fallimento del ciclo mestruale nelle donne;
  • diminuzione del desiderio sessuale.

Inoltre, sono stati registrati casi clinici di sviluppo dell'epatite (infiammazione del fegato), una diminuzione del livello dei globuli bianchi nel sangue, un aumento della sintesi della prolattina (un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria).

È importante! E 'vietato prendere il farmaco durante la gravidanza, l'allattamento al seno, Ranitidina non somministrare ai bambini sotto i 12 anni di età. L'effetto terapeutico del farmaco riduce il fumo.

Prima di iniziare il trattamento della pancreatite con queste compresse (iniezioni), è necessario escludere la presenza di neoplasie maligne negli organi dell'apparato digerente.

Cosa sostituire ranitidina

Analoghi della ranitidina devono essere utilizzati con intolleranza individuale al principio attivo, che fa parte delle compresse (iniezioni), nonché per alleviare i sintomi di esacerbazione della pancreatite durante la gravidanza e durante l'allattamento.

Analoghi del farmaco - tavolo

  • idrossido di alluminio;
  • idrossido di magnesio;
  • benzocaina.
  • gravi disturbi dei reni;
  • intolleranza individuale ai singoli componenti del farmaco;
  • Morbo di Alzheimer
  • bustine di tè;
  • capsule.
  • radici di calamo, Althea;
  • fiori di cumino, calendula;
  • foglie di ortica, menta;
  • altri componenti vegetali.
  • compresse;
  • confetti;
  • capsule.
  • intolleranza individuale ai singoli componenti del farmaco;
  • farmaci a base di bismuto;
  • gravidanza e allattamento al seno;
  • grave insufficienza renale.

Farmaci usati per pancreatite - galleria

Recensioni dei pazienti

Le mie pillole non si adattavano perfettamente. Dopo di loro, la mia testa era molto dolorante e persino nausea. Anche se questo è il mio problema, non una droga. Tutto dipende dalle caratteristiche di ogni singolo organismo, perché può semplicemente reagire in modo imprevedibile al trattamento, anche alle allergie.

Margarita Sergeevna

http://otzovik.com/reviews/tabletki_zdorove_ranitidin/2/

Le compresse di ranitidina in realtà aiutano, spesso ho problemi di stomaco ultimamente, non sapevo cosa fare. Danneggia costantemente lo stomaco, indipendentemente dal fatto che io abbia mangiato o no, mangiamo - un altro 2 volte peggio. All'inizio ho pensato che fosse di cibo grasso, e ho smesso di mangiare, naturalmente, tutto era grasso, ma poi ho capito che mi fa anche male così. Ho bevuto un sacco di pillole diverse dallo stomaco, ho provato la ranitidina, mio ​​padre ha bevuto queste pillole. Quando ho iniziato a bere le pillole, mi sentivo meglio, come dopo il carbone attivo, solo il dolore non è passato per un po ', ma per molto tempo. Se, naturalmente, è normale bere delle pillole, allora tutto passa, e non così - l'ho bevuto una volta, è sparito - e basta. Al momento bevo Ranitidina 2 volte al giorno e non importa a stomaco vuoto o meno, e vedo che l'effetto è eccellente. Non ci sono reazioni consecutive, neanche le allergie. Ma se sei preoccupato, allora, ovviamente, è meglio consultare un medico. Ora posso mangiare tutto e mi rende felice. E non ingoiare la sonda, beh, almeno in questo momento.

Ruslan

http://otzovik.com/reviews/tabletki_zdorove_ranitidin/2/

Queste pillole curative sono concepite per il trattamento dei dolori addominali, hanno un effetto rapido e dopo la loro applicazione, il dolore e la colica si fermano dopo 5 minuti. Queste compresse devono essere assunte senza masticare, deglutire e bere con acqua. Ogni confezione contiene istruzioni dettagliate per l'uso di questo farmaco e tutte le azioni controindicate sono indicate. Non è raccomandato l'uso del farmaco con altri farmaci e compresse, ma se necessario non è proibito. Ora molte persone soffrono di malattie dello stomaco e del duodeno, quindi posso tranquillamente raccomandarlo per uso personale in modo che il dolore scompaia per qualche tempo, ma comunque queste pillole non cureranno completamente la malattia e non dovresti tirare la gomma e contattare urgentemente un medico che ti scriverà un referente per studiare il sistema digestivo.

ivan117

http://otzovik.com/review_1171069.html

È meglio, ovviamente, curare il dolore allo stomaco dal medico, ma quando lo stomaco fa male, hai bisogno di un mezzo efficace per alleviare il dolore. Una commessa in una farmacia mi ha consigliato di acquistare Ranitidina. Il prezzo è ridicolo - 10-15 rubli. Mi hanno aiutato a cinque più. Dopo il corso, i miei dolori di stomaco non si ripresentarono, il bruciore di stomaco scomparve dopo aver mangiato.

Aleksandra2013

http://otzovik.com/review_2037254.html

Ranitidina - un farmaco che viene utilizzato per prevenire il ripetersi di infiammazione del pancreas associato ad un aumento della secrezione di succo gastrico. Poiché questo strumento può causare effetti indesiderati, il regime di trattamento e il dosaggio del farmaco devono essere determinati esclusivamente dal medico curante.

Ranitidina per l'infiammazione del pancreas

Per il trattamento dell'infiammazione pancreatica, vengono utilizzati farmaci appartenenti al gruppo dei bloccanti del recettore H2-istamina, ad esempio la ranitidina. Questi sono farmaci antisecretori che riducono il livello di acido cloridrico nello stomaco. Possono essere usati in combinazione con antiacidi. La ranitidina per pancreatite è stata utilizzata dagli anni '80 del secolo scorso. Ha analoghi in azione, che sono prescritti per controindicazioni ai componenti del farmaco. Ranitidina è consigliabile utilizzare in esacerbazioni, forme reattive e ricorrenti della malattia.

Caratteristiche del farmaco e indicazioni per l'uso

La ranitidina è usata per curare le malattie dell'apparato digerente. Con l'aumento della secrezione gastrica, la membrana mucosa dello stomaco e dell'intestino diventa infiammata e ulcerata. Ulcere gastriche e duodenali, esofagite si sviluppano. Il farmaco riduce la secrezione in eccesso, cioè, colpisce le cellule che producono acido, ma non lo neutralizza.

La ranitidina è inefficace con una ridotta secrezione dello stomaco, quindi viene sostituita con analoghi dall'azione o viene utilizzata insieme a loro in combinazione.

Disponibile in forme di dosaggio:

  • 2 ml fiale - 50 mg;
  • compresse da 150 e 300 mg.

Perché la ranitidina è prescritta per l'infiammazione del pancreas

Con un attacco acuto di pancreatite, quando il paziente non assume cibo per 2-3 giorni, la secrezione delle secrezioni pancreatiche continua. Il sistema digestivo funziona sulla catena:

  • lo stomaco produce acido cloridrico per abbattere il cibo;
  • il pancreas secerne il succo contenente enzimi;
  • nel duodeno sotto l'azione del succo pancreatico, si verifica un'assimilazione più completa degli elementi alimentari.

Il trattamento ha lo scopo di ridurre la produzione di acido cloridrico. Gruppi di farmaci usati per la pancreatite, riducono l'attività secretoria dello stomaco, rallentando così la produzione di enzimi nel pancreas. A causa del blocco dei dotti, il loro deflusso è insufficiente, quindi avviene l'auto-digestione degli organi.

La ranitidina è un rimedio efficace contro vari tipi di pancreatite:

  • i dotti biliare nella colecisti sono bloccati e questo causa infiammazione del pancreas;
  • alcoolizzato - edema del parenchima sotto l'azione di prodotti di decomposizione alcolica;
  • pancreatite distruttiva - ristagno del succo pancreatico, in cui si verifica la distruzione delle cellule pancreatiche;
  • medicinale - l'effetto di sostanze tossiche dopo la somministrazione a lungo termine di farmaci.

Il trattamento del pancreas blocca l'azione distruttiva degli enzimi, che è molto importante nell'esacerbazione della pancreatite cronica e della sua forma cronica lenta. Il primo giorno dopo il ricovero del paziente vengono utilizzate iniezioni intramuscolari. Il farmaco penetra nel tessuto in pochi secondi e, in caso di infiammazione del pancreas, l'effetto curativo è immediatamente evidente.

Caratteristiche di ricezione e cancellazione

Se la ranitidina viene assunta per un lungo periodo di tempo, con la sua brusca cancellazione, la sindrome di ricochet è possibile.

La ranitidina per la pancreatite viene assunta giornalmente, quindi con il trattamento a lungo termine, i componenti medicinali si accumulano nel corpo. La dose di ranitidina dopo un ciclo di trattamento si riduce gradualmente.

L'acido cloridrico inizia a essere prodotto in quantità maggiori rispetto a prima del trattamento farmacologico. Pertanto, prima di prescrivere il medicinale, il medico fornisce istruzioni dettagliate su come prendere e smettere di prenderlo. Nella pancreatite acuta il trattamento viene effettuato secondo lo schema:

  • Primo giorno: il farmaco viene somministrato per via intramuscolare. Il dosaggio è di 50 mg. Le iniezioni vengono fatte 3 volte al giorno, aggiungendo 2 ml di soluzione salina (cloruro di sodio) a un volume di 10 ml.
  • Secondo giorno: ogni 12 ore una compressa di ranitidina, 150 mg.

Sono possibili variazioni del trattamento:

  1. Infusione della soluzione attraverso il contagocce: 1 fiala di Ranitidina viene diluita con soluzione salina a 200 ml e iniettata per 2 ore.
  2. Ricevimento di 300 mg di ranitidina in compresse per la notte - una volta al giorno.

La massima dose giornaliera consentita di ranitidina - 600 mg. Quando viene superato, le condizioni del paziente si deteriorano rapidamente: vertigini, confusione, nausea e tremore delle estremità appaiono, inclusa la perdita di coscienza. Dopo la completa dissoluzione del farmaco lascia il corpo attraverso il sistema escretore.

Effetti collaterali e controindicazioni

Durante l'assunzione di Ranitidina possibili effetti collaterali:

  • vertigini, diarrea, nausea, mal di testa;
  • tachicardia;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • intolleranza individuale della sostanza attiva, manifestata sotto forma di eruzioni cutanee e angioedema;
  • dolore nell'ipocondrio destro causato da insufficienza epatica;
  • aumento della caduta dei capelli;
  • ginecomastia (negli uomini si osserva gonfiore doloroso delle ghiandole mammarie), è possibile una violazione della potenza;
  • mestruazioni ritardate e scomparsa della libido nelle donne;
  • dolore nella zona sovrapubica.

Questo farmaco è vietato:

  • bambini sotto i 12 anni;
  • donne durante la gravidanza e l'allattamento.

Se aumenti il ​​dolore devi interrompere l'assunzione di ranitidina e bere papaverina o no-shpu prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Analoghi per azione

Oltre alla ranitidina, che è un antagonista dell'istamina, i bloccanti della pompa protonica vengono utilizzati per ridurre la produzione di acido cloridrico per la pancreatite. Sono analoghi del farmaco in azione. Questo gruppo include:

  • Omez;
  • omeprazolo;
  • esomeprazolo;
  • rabeprazolo;
  • Lansoprozol;
  • Pantoprazolo.

Cosa è meglio - Omez o ranitidina - solo un medico può decidere. Ma la ranitidina ha più effetti collaterali e controindicazioni rispetto alla sua controparte.

Con l'aumento della secrezione dello stomaco, gli antiacidi hanno un effetto simile. Sono usati per le forme non complicate di pancreatite e per l'assistenza medica di emergenza durante un attacco. I preparati di questo gruppo alleviano lo spasmo pilorico, riducono il dolore allo stomaco a causa del contenuto di magnesio e alluminio, che avvolgono la mucosa. Questi includono:

Quando si utilizzano insufficienza pancreatica con pancreatite agenti enzimatici:

Le medicine sono selezionate dal medico curante in base alla diagnosi e allo stadio della malattia. L'auto-selezione dei farmaci non è consentita.

Ranitidina per pancreatite: recensioni, dottori

Prezzi di ranitidina nelle farmacie di Yekaterinburg

Rilascia forma e composizione

Il farmaco Ranitidina è disponibile sotto forma di compresse per somministrazione orale, rivestito enterico. Hanno una forma arrotondata, una superficie biconvessa, colore arancione chiaro. Il principale ingrediente attivo del farmaco è la ranitidina cloridrato, il suo contenuto in una compressa è 150 e 300 mg.

Le compresse di ranitidina sono confezionate in un blister da 10 pezzi. La confezione contiene 2 blister (20 compresse) e le istruzioni per l'uso del farmaco.

Azione farmacologica

La ranitidina blocca i recettori H2 dell'istamina delle cellule parietali della mucosa gastrica, riduce la produzione di acido cloridrico, causata dall'irritazione dei barocettori, dal carico di cibo, dall'azione degli ormoni e dagli stimolanti biogenici. La durata dell'effetto terapeutico dopo una singola dose viene mantenuta fino a 12 ore.

Cosa aiuta la ranitidina?

Le istruzioni per l'uso prescrivono l'assunzione di compresse in gastroenterologia. Ranitidine Akos è prescritto per il trattamento di varie patologie dell'apparato digerente e può anche essere utilizzato a scopo preventivo.

Indicazioni per l'uso di ranitidina (Akri, Akos, Sopharma):

  • esofagite erosiva;
  • lesioni ulcerative sintomatiche del tubo digerente;
  • malattia ulcera peptica dell'apparato digerente (stomaco, duodeno);
  • esofagite da reflusso;
  • prevenire lo sviluppo di lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale dopo l'intervento chirurgico;
  • prevenzione dell'aspirazione del succo gastrico durante l'intervento chirurgico con l'introduzione dell'anestesia;
  • Sindrome di Zollinger-Ellison;
  • prevenire lo sviluppo di ulcere stressanti;
  • prevenzione di recidiva di sanguinamento dal tratto digestivo superiore.

Istruzioni per l'uso

La ranitidina è presa, indipendentemente dal pasto, senza masticare, bevendo una piccola quantità di liquido.

Ulcera peptica e 12 ulcera duodenale

Per il trattamento delle esacerbazioni prescritte 150 mg 2 volte al giorno (mattina e sera) o 300 mg per notte. Se necessario, 300 mg 2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 4-8 settimane. Per la prevenzione delle riacutizzazioni, 150 mg sono prescritti per la notte, per i pazienti fumatori - 300 mg per la notte.

Ulcere associate all'uso di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS)

Assegnare 150 mg 2 volte al giorno o 300 mg durante la notte per 8-12 settimane. Prevenzione delle ulcerazioni durante l'assunzione di FANS - 150 mg 2 volte al giorno.

Esofagite da reflusso erosivo

Assegnare 150 mg 2 volte al giorno o 300 mg durante la notte. Se necessario, la dose può essere aumentata a 150 mg 4 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 8-12 settimane. Terapia profilattica a lungo termine: 150 mg 2 volte al giorno.

Prevenzione dello sviluppo della sindrome di Mendelssohn

Prescritto a una dose di 150 mg per 2 ore prima dell'anestesia e preferibilmente di 150 mg la sera prima. In presenza di concomitante funzione epatica, può essere necessaria una riduzione della dose.

  • Sindrome di Zollinger-Ellison: la dose iniziale è 150 mg 3 volte al giorno, se necessario, la dose può essere aumentata.
  • Ulcere postoperatorie e "stressanti": designare 150 mg 2 volte al giorno per 4-8 settimane.
  • Prevenzione di sanguinamento ricorrente: 150 mg 2 volte al giorno.

Nei pazienti con insufficienza renale con un CC inferiore a 50 ml / min, la dose raccomandata è di 150 mg al giorno.

Controindicazioni

  • Ipersensibilità individuale a componenti di ranitidina, da cui le compresse possono causare effetti collaterali.
  • Età da bambini fino a 12 anni.
  • Il periodo di gravidanza e allattamento.
  • Porfiria acuta, in anamnesi compreso.
  • Cirrosi epatica con encefalopatia portosistemica nell'anamnesi.
  • Insufficienza epatica e / o renale.

Effetti collaterali

Durante l'assunzione di compresse di ranitidina, è possibile lo sviluppo di reazioni negative da vari sistemi del corpo, che includono:

  • Il sistema endocrino - ginecomastia (un aumento delle ghiandole mammarie in un uomo), impotenza negli uomini, un aumento del livello di prolattina nel corpo (iperprolattinemia), una diminuzione della libido (attrazione sessuale al sesso opposto), amenorrea (nessuna mestruazione) nelle donne.
  • Organi di senso - compromissione della vista sotto forma di diminuzione della chiarezza della percezione, paresi di accomodamento.
  • Possibile perdita di capelli (alopecia), nonché aumento dei livelli di creatinina nel sangue (ipercreatininemia).
  • Sistema cardiovascolare - riduzione della frequenza delle contrazioni cardiache (bradicardia) e del livello di pressione arteriosa sistemica (ipotensione), aritmia (aritmia) e blocco della conduzione dell'impulso attraverso il ganglio tra atri e ventricoli (blocco atrioventricolare).
  • Sistema muscolo-scheletrico - dolore nei muscoli (mialgia) e articolazioni (artralgia).
  • Reazioni allergiche: comparsa di eruzioni cutanee, prurito della pelle, arrossamento, orticaria (cambiamenti cutanei caratteristici che ricordano un'ustione di ortica), angioedema Quincke (rigonfiamento dei tessuti molli a causa dell'aumento della permeabilità vascolare), spasmo (restringimento del lume) dei bronchi, shock anafilattico (reazione allergica sistemica con grave insufficienza multiorgano).
  • Sistema nervoso - sonnolenza, mal di testa ricorrente, affaticamento, vertigini, più spesso si sviluppa tinnito, confusione, allucinazioni (in particolare nelle persone anziane), irritabilità, comparsa di movimenti involontari.
  • Sangue e midollo osseo rosso - una diminuzione del numero di leucociti (leucocitopenia), piastrine (trombocitopenia), scomparsa dei granulociti (agranulocitosi), anemia emolitica (diminuzione del livello di emoglobina e dei globuli rossi, associata alla loro maggiore distruzione) nel sangue, diminuzione dell'attività del midollo osseo rosso.
  • Apparato digerente: secchezza delle fauci, nausea, vomito intermittente, diarrea, dolore addominale, raramente sviluppa epatite (infiammazione colestatica, epatocellulare o mista del fegato).

La comparsa di segni di reazioni negative ed effetti collaterali è la base per il ritiro del farmaco.

Bambini, gravidanza e allattamento

La ranitidina è controindicata durante la gravidanza e l'allattamento. Il farmaco non è prescritto per i bambini sotto i 12 anni di età.

Istruzioni speciali

È consentita la distorsione dei risultati dei test di laboratorio (enzimi epatici, creatinina, GGT). L'intervallo di tempo tra l'assunzione di antiacidi e ranitidina deve essere di almeno 1-2 ore a causa del rischio di cambiamenti nell'assorbimento della sostanza attiva. Gli studi clinici che confermano la sicurezza del farmaco nella pratica pediatrica sono limitati.

Nella patologia del sistema renale grave, il farmaco viene prescritto con cautela. Prima di usare il farmaco, è necessario escludere malattie oncologiche dell'intestino, dell'esofago e dello stomaco.

La terapia a lungo termine di pazienti debilitati in uno stato di stress può innescare lo sviluppo di una malattia batterica dello stomaco, così come la successiva diffusione del processo infiammatorio.

Nei pazienti che soffrono di vari disturbi del ritmo, una rapida iniezione endovenosa della soluzione può innescare la bradicardia. Persone con storia di porfiria Ranitidina prescritta con cautela a causa del rischio di sviluppare un attacco acuto.

Con l'annullamento brusco del farmaco aumenta il rischio di recidiva di ulcera peptica. La terapia preventiva è più efficace quando si assume il farmaco per un periodo di 45 giorni in autunno e primavera, rispetto all'uso regolare.

Interazione farmacologica

Si noti che ranitidina:

  • Riduce l'assorbimento di ketoconazolo e itraconazolo.
  • Inibisce il metabolismo nel fegato di anticoagulanti indiretti, calcio antagonisti, aminofenazone, glipizide, diazepam, lidocaina, metronidazolo, propranololo, fenazone, teofillina, esobarbital, buformina, aminofillina, fenitoina.
  • Aumenta la concentrazione sierica e l'emivita di metoprololo.

Il fumo riduce l'efficacia del farmaco. Con l'uso simultaneo di farmaci che hanno un effetto depressivo sul midollo osseo aumenta il rischio di neutropenia. Gli antiacidi e il sucralfato a dosi elevate possono rallentare l'assorbimento del farmaco, quindi tra le dosi dovrebbero esserci intervalli di almeno 2 ore.

Analoghi di farmaci Ranitidina

La struttura determina gli analoghi:

  1. Gertokalm.
  2. Gistak.
  3. Renks.
  4. Ranitin.
  5. Ranitidina Sediko (Sopharma, Akos, Akri, -LekT, -Ferein).
  6. Ranisan.
  7. Zantin.
  8. Rantak.
  9. Runiberl 150.
  10. Ranigast.
  11. Atsideks.
  12. Ranital.
  13. Zantac.
  14. Zoran.
  15. Ulkodin.
  16. Ulkosan.
  17. Atsilok.
  18. Ranitidina cloridrato.
  19. Ulran.

Indicazioni per l'uso

Vediamo la lista da cui prendono i tablet Ranitidine:

  • esofagite da reflusso;
  • periodo di ulcera gastrica acuta;
  • Sindrome di Zollinger-Ellison.

Che cosa causa la ranitidina? Queste pillole sono anche un buon farmaco per sbarazzarsi rapidamente del bruciore di stomaco.
Inoltre, il farmaco viene prescritto per via profilattica per prevenire la recidiva dell'ulcera e nella sindrome di Mendelssohn. Il farmaco aiuta anche a prevenire il ripetersi di sanguinamento gastrointestinale. Inoltre, il farmaco è indicato per qualsiasi dolore che si verifica nello stomaco.

La composizione del farmaco

Il principio attivo del farmaco è ranitidina sotto forma di cloridrato.
I componenti ausiliari del farmaco includono amido di mais, ossido di silicio, etilcellulosa, ecc.

Modulo di rilascio

Questo medicinale è disponibile solo sotto forma di compresse con un contenuto di sostanza attiva di 150 mg o 300 mg. Ci sono due blister in una scatola di cartone, ognuno dei quali contiene 10 compresse.

Proprietà medicinali

Le compresse di ranitidina, da cui non verrebbero prese rapidamente alleviare il mal di stomaco. Il suo effetto terapeutico del farmaco ha dodici ore dopo la somministrazione.

Il farmaco aumenta la funzione protettiva del tratto gastrointestinale, contribuendo alla formazione del muco gastrico. Come risultato del suo effetto terapeutico, i tessuti vengono rigenerati più velocemente. Inoltre, l'agente farmaceutico riduce la produzione di succo gastrico e riduce il livello di acido cloridrico.

Metodo di utilizzo

Le compresse possono essere prese dodici anni. L'uso di ranitidina non dipende dai pasti e può essere utilizzato in qualsiasi momento. Il farmaco viene lavato con la quantità necessaria di acqua senza masticare.

Il dosaggio del farmaco dipende dalla diagnosi e può essere scelto individualmente dal medico.

Nel periodo di ulcerazione acuta, il farmaco viene prescritto nel seguente dosaggio: una compressa (150 mg) al mattino e alla sera o una singola dose (300 mg) è indicata.

Per "stress" e ulcere postoperatorie, applicare una compressa (150 mg) due volte al giorno. Il trattamento viene effettuato entro 1-2 mesi.

L'esofagite da reflusso è trattata con ranitidina come segue: al mattino e alla sera, 150 mg o solo la sera, 300 mg. In alcuni casi, il dosaggio è aumentato a 4 volte una dose di 150 mg.

Con la sindrome di Zollinger-Ellison, applicare tre volte al giorno una compressa (150 mg).

Come misura preventiva per prevenire il sanguinamento, prendono una pillola (150 mg) al mattino e alla sera.

Per prevenire lo sviluppo della sindrome di Mendelssohn, usare 150 mg alla vigilia dell'operazione e due ore prima dell'anestesia nello stesso dosaggio.
In caso di insufficienza renale, si raccomanda di ridurre il dosaggio della metà.

Controindicazioni

Il farmaco non deve essere assunto da donne in gravidanza e in allattamento. I bambini di età inferiore ai dodici anni che ricevono il farmaco sono categoricamente controindicati.

Per rifiutare di prendere il farmaco dovrebbero essere persone con intolleranza individuale ai componenti che compongono.

Precauzioni di sicurezza

In caso di insufficienza epatica e renale, il farmaco antiulcera viene utilizzato sotto la supervisione di un medico o si rifiuta di usarlo del tutto. In alcuni casi, si raccomanda di ridurre il dosaggio di ranitidina.

Il farmaco viene eseguito sotto la stretta supervisione di un medico in caso di cirrosi epatica e porfiria acuta.

Durante il periodo di trattamento, si dovrebbe rifiutare di accettare bevande alcoliche e prodotti che influenzano negativamente la mucosa gastrica e intestinale.
Quando si assumono farmaci, si dovrebbe rifiutare di guidare un'auto e lavorare che richiede un'elevata concentrazione di attenzione.

L'annullamento della ranitidina deve essere effettuato gradualmente, poiché vi è un alto rischio di sindrome da rimbalzo.

Interazioni tra farmaci

L'assunzione simultanea di ranitidina con farmaci che hanno un effetto depressivo sul midollo osseo può portare a neutropenia.

Il farmaco riduce l'assorbimento di itraconazolo e ketonazolo.

L'uso simultaneo con antiacidi o sulkrafatom rallenta l'assorbimento del farmaco anti-ulcera. Per questo motivo, è necessario fare una pausa tra i farmaci con un intervallo di almeno due ore.

È importante! Il fumo riduce l'efficacia di ranitidina.

Effetti collaterali

I farmaci antiulcera hanno una serie di effetti collaterali, che si manifestano con:

  • tratto gastrointestinale (nausea, feci anormali, sensazione di secchezza delle fauci, pancreatite acuta);
  • sistema cardiovascolare (ipotensione, aritmia, bradicardia);
  • sistema nervoso (debolezza generale, sonnolenza, mal di testa e vertigini);
  • tessuti ematopoietici (anemia, trombocitopenia, leucopenia);
  • organo visivo (percezione visiva sfocata);
  • sistema muscolo-scheletrico (mialgia, artralgia);
  • sistema riproduttivo (perdita di libido, disfunzione erettile).

Altri effetti collaterali includono perdita di capelli e irritabilità.

overdose

In caso di sovradosaggio, vi è un polso rapido (aritmia), una diminuzione della frequenza cardiaca (bradicardia) o manifestazioni convulsive.
Per le convulsioni, viene prescritto diazepam per via endovenosa, per le aritmie e la bradicardia sono prescritte lidocaina e atropina.

Termini e condizioni di conservazione

Conservare il farmaco è consentito solo in un luogo asciutto e buio a una temperatura di 15-30 gradi.

Costo della droga

Il prezzo della ranitidina varia da 18 a 67 rubli, a seconda del dosaggio, del numero di pillole e della regione.

Analoghi del farmaco

Per i farmaci che hanno un effetto simile includono:

Ciascuna delle medicine ha i suoi pro e contro.

famotidina

Il medicinale viene utilizzato per le stesse malattie e condizioni di Ranitidina. Inoltre, il farmaco è efficace nella mastocitosi sistemica, nell'adenomatosi poliendocrina e nella dispepsia.

La famotidina non può essere utilizzata durante la gravidanza e l'allattamento, così come un bambino sotto i tre anni.

Prima di usarlo, i tumori maligni del tubo digerente dovrebbero essere esclusi, dal momento che il farmaco può mascherare i sintomi dell'oncologia.

I pazienti con un sistema immunitario indebolito mentre ricevono i fondi possono sviluppare un'infezione batterica.

Con insufficienza renale ed epatica, la famotidina viene prescritta con estrema cautela. Il farmaco ha effetti collaterali simili a quelli della ranitidina.

Il costo del farmaco è in media 60 rubli.

cimetidina

Il farmaco ha le stesse istruzioni per l'uso come ranitidina. Inoltre, il farmaco può essere prescritto per l'orticaria, l'artrite reumatoide e la mancanza di propri enzimi.

Controindicazione alla ricezione è l'intolleranza individuale alla cimetidina. Le donne in gravidanza e in allattamento dovrebbero usare lo strumento con cautela e solo dopo aver consultato un medico.

All'età di 16 anni, la cimetadina viene utilizzata solo come prescritto dal medico curante.

Il costo dell'analogo della droga è compreso tra 108 e 300 rubli e dipende dalla forma del rilascio e del volume.

Atsilok

L'analogo della ranitidina viene utilizzato per le stesse patologie, inclusa la pancreatite acuta.

Non può essere usato per scopi medicinali con intolleranza individuale ai componenti che compongono la composizione.

Aciloc, come tutte le droghe del gruppo di farmaci antisecretori, ha una lista considerevole di effetti collaterali, tra cui anemia, sonnolenza, broncospasmo, anafilassi, ecc.

Prima di iniziare la ricezione, consultare un medico. Il costo del farmaco varia da 30 a 200 rubli e dipende dalla forma di rilascio e dosaggio.

Il farmaco è usato per tutti i tipi di ulcera, così come per la dispepsia. Il medicinale è disponibile solo sotto forma di capsule per somministrazione orale.
Omez non è raccomandato per i pazienti con ipersensibilità ai componenti costitutivi. Inoltre, non può essere applicato a bambini, madri in gravidanza e in allattamento.

Prima di prenderlo è necessario escludere la presenza di malattie oncologiche da parte del tubo digerente.

Il costo dei farmaci antiulcera è compreso tra 73 e 300 rubli.

struttura

La compressa nel rivestimento del film contiene 150/300 mg di ranitidina cloridrato. Eccipienti: silice (colloide), MCC (tipo 12), copovidone, Mg stearato.

Componenti di film shell (bianco Opadry AMB OY-B28920): lecitina di soia, talco, gomma xantano, biossido di titanio, alcool polivinilico.

La soluzione iniettabile (1 ml) contiene 0,025 grammi di ranitidina cloridrato.

Modulo di rilascio

La ranitidina è disponibile in compresse e come iniezione.

  • Le compresse in un involucro di film sono confezionate in blister da 10 pezzi. In una confezione di cartone ci possono essere 2, 3 o 10 blister.
  • La soluzione iniettabile è disponibile in fiale da 2 ml.

Azione farmacologica

Ranitidine Akos è un farmaco anti-ulcera, la cui sostanza attiva appartiene al gruppo degli antagonisti del recettore H2 dell'istamina. Il principio di azione si basa sul blocco dei recettori H2 nelle cellule parietali nella mucosa gastrica e sull'inibizione della produzione di acido cloridrico. Sotto l'influenza della sostanza attiva, il volume della secrezione totale diminuisce, inibendo l'attività della pepsina nel succo gastrico.

Grazie all'effetto antisecretorio della ranitidina, è possibile creare condizioni favorevoli per la guarigione delle lesioni ulcerative nel tratto digestivo (stomaco, duodeno). Il principio attivo è in grado di esercitare un effetto protettivo migliorando i processi riparativi, aumentando il rilascio di speciali sostanze mucose e migliorando la microcircolazione.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Il principio attivo ranitidina viene rapidamente assorbito dal lume del tubo digerente. Il cibo non influisce sul grado di assorbimento. La biodisponibilità raggiunge il 50%. Entro 2-3 ore dopo la somministrazione orale, viene registrata la concentrazione massima. Associato con proteine ​​plasmatiche del 15%. Il metabolismo parziale avviene nel sistema epatico con la formazione di S-ossido ranitidina e desmetilanitidina.

Il farmaco ha un effetto "first pass" attraverso il sistema epatico. Lo stato del fegato influenza il grado e il tasso di eliminazione. Dopo aver assunto per os, l'emivita è di 2,5 ore e quando la clearance della creatinina è di 20-30 ml / min, questa cifra sale a 8-9 ore.

Una quantità insignificante viene escreta con le feci, la parte principale viene escreta invariata attraverso il sistema renale. Il principio attivo non supera la barriera emato-encefalica, ma penetra bene nella placenta. La ranitidina viene escreta durante l'allattamento.

Indicazioni per l'uso Ranitidina

Compresse di ranitidina - da quale aiuto? L'area principale di applicazione del farmaco è la gastroenterologia.

Ranitidina Akos: da cosa aiuta? Il farmaco è prescritto per il trattamento di varie patologie dell'apparato digerente e può anche essere usato a scopo profilattico.

Indicazioni per l'uso Ranitidina Acre

  • lesioni ulcerative sintomatiche del tubo digerente;
  • malattia ulcera peptica dell'apparato digerente (stomaco, duodeno);
  • Sindrome di Zollinger-Ellison;
  • prevenzione dell'aspirazione del succo gastrico durante l'intervento chirurgico con l'introduzione dell'anestesia;
  • prevenire lo sviluppo di ulcere stressanti;
  • esofagite da reflusso;
  • esofagite erosiva;
  • prevenire lo sviluppo di lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale dopo l'intervento chirurgico;
  • prevenzione di recidiva di sanguinamento dal tratto digestivo superiore.

Le indicazioni per l'uso di Ranitidina Sopharma sono simili.

Controindicazioni

Con la patologia della funzione escretoria del sistema renale, le compresse dallo stomaco sono prescritte con cautela.

  • allattamento;
  • ipersensibilità individuale;
  • gravidanza gestazionale.

Ranitidine Acre non è usato nella pratica pediatrica (limite di età fino a 14 anni).

Effetti collaterali

  • leucopenia (con terapia a lungo termine);
  • trombocitopenia.
  • sviluppo del blocco atrio-ventricolare (raramente, principalmente con infusione endovenosa).
  • disturbi delle feci (stitichezza / sindrome da diarrea);
  • epatite (estremamente rara).

Effetti collaterali dal sistema nervoso centrale:

  • vertigini, vertigini;
  • stanchezza;
  • visione offuscata;
  • mal di testa;
  • allucinazioni (estremamente rare);
  • confusione (estremamente raro).

Sistema endocrino, metabolismo:

  • aumento dei livelli di prolattina;
  • aumento dei livelli di creatinina;
  • amenorrea;
  • ginecomastia;
  • diminuzione della libido;
  • l'impotenza.
  • parotite ricorrente;
  • ipotensione;
  • broncospasmo;
  • artralgia;
  • perdita di capelli;
  • shock anafilattico;
  • angioedema;
  • orticaria;
  • varie eruzioni cutanee;
  • mialgia.

Compresse di ranitidina, istruzioni per l'uso (metodo e dosaggio)

Il regime di trattamento è selezionato individualmente. Le compresse sono progettate per ricevere per os.

Dosaggio giornaliero 300-450 mg (fino a 600-900 mg, se necessario), suddiviso in 2-3 dosi. Per prevenire l'aggravamento delle malattie del tratto digerente, un farmaco viene prescritto al momento di coricarsi alla dose di 150 mg. La durata della terapia è determinata dalla dinamica del decorso della malattia.

Quando la patologia del sistema renale, il farmaco viene prescritto due volte al giorno ad una dose di 75 mg. Istruzioni per l'uso Ranitidine Akos simili. Quanto tempo può prendere le pillole sarà detto dal medico (il corso medio di trattamento è 2-4 settimane).

overdose

  • eruzioni cutanee;
  • confusione;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • aumento della sonnolenza.

Il primo soccorso è quello di ricevere enterosorbenti (Polysorb, Smekta, carbone attivo e altri), chiamare la brigata di ambulanza.

interazione

Esiste una diminuzione dell'assorbimento della ranitidina nel trattamento degli agenti antiacidi. Nei pazienti anziani, c'è un deterioramento dell'attenzione e della memoria, mentre si assumono farmaci anticolinergici. Si presume che i farmaci che bloccano i recettori H2 dell'istamina siano in grado di sopprimere l'effetto ulcerogeno dei farmaci dal gruppo FANS sulla mucosa gastrica. Vi è una diminuzione della clearance di warfarin nel trattamento della ranitidina. Nella pratica medica descritto il caso di sanguinamento e ipoprotrombinemia in un paziente che ha assunto warfarin.

Forse un aumento indesiderato dell'assorbimento della ranitidina con trattamento simultaneo di trikaliy ditsitrat bismuto. Sono stati segnalati casi di ipoglicemia durante l'assunzione di Glibenclamide.

La ranitidina inibisce l'assorbimento di Itraconazolo e Ketoconazolo. L'emivita del metoprololo e la sua AUC aumentano con il trattamento della ranitidina. L'assorbimento del farmaco varia quando si assumono alte dosi di Sucralfato (più di 2 g).

C'è un rallentamento nell'escrezione di Procainamide attraverso il sistema renale, che porta ad un aumento della concentrazione del principio attivo nel sangue. L'assorbimento del triazolam aumenta a causa dei cambiamenti nel pH del succo gastrico. Il rischio di danni tossici aumenta con il trattamento con fenitoina, che si spiega con un aumento significativo della sua concentrazione nel sangue. Vi è un aumento della biodisponibilità della furosemide con terapia simultanea con ranitidina.

Nella letteratura medica c'è una descrizione di un caso di sviluppo di aritmie ventricolari del tipo di bigeminia in un paziente che assumeva ranitidina e chinidina. Con il trattamento, cisapride aumenta il rischio di danno cardiotossico. Esiste un aumento del livello di ciclosporina nel sangue con un trattamento concomitante con ranitidina.

Condizioni di vendita, ricetta in latino

È rilasciato nelle farmacie dietro presentazione di un modulo di prescrizione da un medico.

Rp: Tab. Ranitidini 0.15
D.t.d. N30
S. 1 compressa 30 minuti prima dei pasti 2 volte al giorno.

Condizioni di conservazione

Le compresse di ranitidina sono conservate nella loro confezione originale, soggette a un intervallo di temperatura compreso tra 15 e 30 gradi.

Periodo di validità

Istruzioni speciali

Nella patologia del sistema renale grave, il farmaco viene prescritto con cautela. Prima di usare il farmaco, è necessario escludere malattie oncologiche dell'intestino, dell'esofago e dello stomaco.

La terapia a lungo termine di pazienti debilitati in uno stato di stress può innescare lo sviluppo di una malattia batterica dello stomaco, così come la successiva diffusione del processo infiammatorio.

Con l'annullamento brusco del farmaco aumenta il rischio di recidiva di ulcera peptica. La terapia preventiva è più efficace quando si assume il farmaco per un periodo di 45 giorni in autunno e primavera, rispetto all'uso regolare.

Nei pazienti che soffrono di vari disturbi del ritmo, una rapida iniezione endovenosa della soluzione può innescare la bradicardia. Persone con storia di porfiria Ranitidina prescritta con cautela a causa del rischio di sviluppare un attacco acuto.

È consentita la distorsione dei risultati dei test di laboratorio (enzimi epatici, creatinina, GGT). L'intervallo di tempo tra l'assunzione di antiacidi e ranitidina deve essere di almeno 1-2 ore a causa del rischio di cambiamenti nell'assorbimento della sostanza attiva. Gli studi clinici che confermano la sicurezza del farmaco nella pratica pediatrica sono limitati.

Analoghi di ranitidina

Corrisponde al codice ATC 4o livello:

  • gastrosidin
  • Gistak
  • Atsilok
  • famotidina
  • cimetidina
  • Zantac
  • kvamatel

Per i bambini

Nella pratica pediatrica può essere applicato dai 14 anni di età.

Durante la gravidanza e l'allattamento

Non ci sono studi controllati e adeguati che dimostrino la sicurezza di Ranitidina in gravidanza, il che non consente di nominarlo in questa categoria di pazienti. L'allattamento viene interrotto per il periodo di trattamento per la sicurezza della salute del bambino.

Recensioni di ranitidina

Il farmaco consente di fermare rapidamente il dolore nella regione epigastrica con patologia ulcerosa del tubo digerente, la gastropatia riducendo l'acidità del succo gastrico. Recensioni Ranitidina per lo più positivo, perché il farmaco è ben tollerato, quasi senza causare sintomi negativi nel rispetto del regime di dosaggio. Tra i vantaggi si può notare il basso costo delle compresse, effetto rapido quando si arresta il bruciore di stomaco.

Il farmaco può essere utilizzato in casi di emergenza con errori nella dieta per prevenire l'esacerbazione della gastrite, l'ulcera peptica.

Tra gli aspetti negativi - l'incapacità di applicare il farmaco durante la gravidanza e l'allattamento.

Che cosa prude sul corpo con il diabete?

Perché ALT è elevata, cosa significa?