diabete mellito

Esistono due tipi di diabete:

Tipo I - dipendente dall'insulina, quando il 90% delle cellule pancreatiche muore a causa di un danno virale o autoimmune e non produce insulina. Giovani malati

Il tipo II non è insulino-dipendente, quando l'insulina è presente nel corpo e viene prodotta anche in quantità maggiore, ma non ha un effetto dovuto alla violazione della sensibilità delle cellule ad esso nei tessuti del corpo. La malattia è ereditaria, di solito soffre dopo 40 anni, le persone che soffrono di obesità.

La malattia è ereditaria, di solito soffre dopo 40 anni, le persone che soffrono di obesità.

Sintomi e corso:

Le principali manifestazioni del diabete sono la sete alta, la minzione frequente, la quantità di urina aumenta a 8-9 litri. Nel tipo I, i pazienti perdono peso fino a 10-15 kg al mese, si sviluppa una grave debolezza e si sente odore di acetone dalla bocca. Se non curato, si sviluppa il coma diabetico, che porta alla morte.

Nei pazienti con diabete di tipo II, la malattia e i sintomi caratteristici si sviluppano lentamente, possono manifestarsi come prurito cutaneo, lesioni cutanee pustolose, secchezza delle fauci, sete, ma il coma diabetico è estremamente raro.

Il diabete mellito è particolarmente pericoloso per le sue complicanze, che si verificano anche nelle malattie di tipo I e di tipo II. L'alto livello di zucchero nel sangue causa la distruzione di microvasi - capillari in vari organi, che interrompono il loro flusso sanguigno e la loro funzione. Di conseguenza, si sviluppa una cataratta, emorragie retiniche e cecità, i reni sono colpiti, il che porta a insufficienza renale cronica e uremia (avvelenamento del corpo da scorie). Se i vasi degli arti inferiori sono stati colpiti, si verificano ulcere trofiche e cancrena delle dita e dei piedi. La funzione del nervo periferico è compromessa - la neuropatia, che si manifesta con il dolore alle gambe, e quindi la perdita della sensibilità cutanea. L'impotenza si sviluppa negli uomini. Poiché la resistenza dell'organismo è nettamente ridotta nei pazienti con diabete mellito, varie infezioni si uniscono alla malattia - tubercolosi, infiammazione delle vie urinarie. Cambiamenti pronunciati sono osservati nel fegato, che accumula grasso, che porta alla degenerazione grassa e alla cirrosi epatica.

La malattia viene effettuata dallo studio dei livelli di zucchero nel sangue.

Uno dei problemi più difficili della medicina, richiede la partecipazione del paziente. Nel diabete di tipo I viene utilizzata l'insulina, derivata dalle ghiandole del bestiame. Le sue iniezioni sono vitali per il paziente. L'ottimale è la modalità 2 volte dell'introduzione di due tipi di farmaco: durata d'azione breve e media. I migliori sono insuline sintetiche umane purificate.

Nel diabete di tipo II vengono utilizzate compresse - derivati ​​sulfonati (bukarban, manin), glurinorm, prediai, ecc. La dose massima è di tre compresse al giorno. Questi farmaci ripristinano la sensibilità delle cellule alla loro stessa insulina.

Per qualsiasi tipo di malattia, la dieta è un prerequisito per un trattamento efficace. Zucchero, confetteria, marmellata, biscotti dolci, prodotti da forno ad alto contenuto calorico, bevande alcoliche, sciroppi, uva, datteri sono esclusi dalla dieta. I carboidrati dovrebbero essere il 60%, il grasso - 24%, le proteine ​​- il 16% del contenuto calorico totale del cibo. Dieta - 4-5 volte al giorno. Verdure fresche, verdure, frutta, bacche, carne, pesce, pollame sono ampiamente raccomandati. La dieta è compilata dal medico tenendo in considerazione il gusto e le abitudini del paziente, le complicanze esistenti e le malattie associate.


Descrizione della malattia Il diabete mellito non ha lo scopo di prescrivere il trattamento senza la partecipazione di un medico

Diabete mellito - descrizione, sintomi, trattamento

Descrizione della malattia

Il diabete mellito è una malattia endocrina cronica causata dall'insufficienza dell'insulina ormonale (o dalla sua bassa attività biologica), che contribuisce all'assorbimento della glicemia. Il diabete mellito è caratterizzato dalla violazione di tutti i tipi di metabolismo e danni ai vasi sanguigni.

I medici distinguono 2 tipi di diabete:

  • Il tipo 1 (insulino-dipendente, primario, giovanile) - è accompagnato da un assoluto deficit di insulina dovuto alla morte delle cellule beta delle isole pancreatiche pancreatiche. L'insulina è un ormone pancreatico che abbassa i livelli di glucosio nel sangue. È anche un ormone anabolico e colpisce tutti i tipi di metabolismo. La malattia di solito si verifica in persone sotto i 30 anni di età. L'eziologia della malattia può essere geneticamente predisposta e fattori ambientali che possono danneggiare le isole pancreatiche: virus β-citotropici (virus Coxsackie, parotite, morbillo) e agenti chimici β-citotropici (alcool, streptozotocina)
  • Il tipo 2 (insulino-dipendente) è caratterizzato da una relativa deficienza di insulina, quando il pancreas non produce abbastanza ormone. Si sviluppa negli adulti dopo 40 anni. La causa dello sviluppo può essere una predisposizione genetica, l'obesità (nell'80% dei pazienti)

motivi

La causa principale del diabete mellito insulino-dipendente di tipo 1 è la comparsa di anticorpi ai tessuti del proprio pancreas. Il sistema immunitario, progettato per proteggere dalle minacce infettive esterne, inizia a uccidere sistematicamente le cellule di questo organo. I colpevoli più frequenti che attivano il meccanismo autoimmune sono:

  • infezioni virali passate (rosolia, herpes, parotite)
  • effetti tossici di alcuni agenti (pesticidi, droghe).

Tuttavia, spesso non è possibile stabilire la vera causa dell'inizio della malattia, poiché il processo autoimmune può essere innescato da vari meccanismi. Lo sviluppo di questo tipo di malattia è caratterizzato da una predisposizione genetica e molto spesso iniziano a soffrire in giovane età e persino nell'infanzia.

Il diabete di tipo 2 può anche essere causato da ereditarietà sfavorevole (nelle persone i cui parenti prossimi hanno una diagnosi simile, il rischio di ammalarsi aumenta da due a sei volte), ma anche in questo caso è necessario un determinato fattore provocatorio e spesso diventa sovrappeso.

Altre cause favorevoli per il diabete di tipo 2 sono:

  • età oltre 40 anni;
  • la presenza di questo tipo di malattia nei parenti più prossimi;
  • abuso di alcol;
  • preferenza per carboidrati ad alto contenuto calorico e cibi grassi;
  • la presenza di ipossia dovuta all'aterosclerosi delle arterie e di altre malattie cardiovascolari;
  • cambiamenti ormonali sullo sfondo di insufficienza surrenalica;
  • assunzione di alcuni farmaci (glucocorticoidi, citostatici, diuretici);
  • stato di stress costante, poiché questo aumenta significativamente il livello di adrenergico
  • ormoni.

Di solito in questo caso ci sono diversi fattori di rischio per la malattia.

Sintomi del diabete

I principali sintomi del diabete:

  • La poliuria è una maggiore escrezione di urina, che è causata da un aumento della sua pressione osmotica a causa della presenza di glucosio disciolto nelle urine (normalmente non è presente glucosio nelle urine umane). Risulta essere abbondante minzione frequente durante il giorno, così come di notte.
  • La polidipsia è una sete costante e inestinguibile, causata da significative perdite di acqua nelle urine e da un aumento della pressione osmotica del sangue.
  • Polifagia: un'insaziabile sensazione di fame. Questo sintomo è causato da un disturbo metabolico che accompagna il diabete, o meglio, dall'incapacità delle cellule di assorbire e processare il glucosio senza insulina.
  • Grave perdita di peso, specialmente caratteristica del diabete di tipo 1. Un tipico sintomo del diabete, sembra, nonostante il fatto che i pazienti abbiano un aumento dell'appetito. Dimagrimento, e spesso anche esaurimento dei pazienti causato da prove di un aumento del catabolismo dei grassi, così come proteine ​​a causa dell'esclusione di glucosio dal metabolismo energetico delle cellule del paziente.

Il secondo tipo di malattia inizia gradualmente e altri segni vengono alla ribalta:

  • forte prurito della pelle e delle mucose;
  • menomazione della vista;
  • debolezza muscolare e costante sensazione di stanchezza;
  • bocca secca;
  • tendenza a malattie della pelle purulente (foruncolosi);
  • mal di testa;
  • odore particolare di acetone dalla bocca.

Il diabete mellito è più pericoloso non da solo, ma a causa dello sviluppo di complicazioni e danni agli organi bersaglio.

diagnostica

Prima di tutto, una persona con sospetto diabete mellito viene eseguita un esame del sangue biochimico con determinazione mirata della concentrazione di glucosio. Il test viene eseguito a stomaco vuoto. Se la figura è elevata, eseguire il cosiddetto profilo glicemico, durante il quale il sangue viene prelevato ogni 3 ore durante il giorno. L'obiettivo è determinare la risposta del corpo all'assunzione di cibo e alla fame.

Inoltre, viene eseguita un'analisi delle urine in cui possono essere presenti zuccheri o corpi chetonici e viene determinata la percentuale di emoglobina glicata nel sangue. Dai metodi strumentali eseguiamo l'ecografia del pancreas, che può mostrare la violazione della sua struttura.

La diagnosi di diabete mellito è prescritta se:

  • la concentrazione di glucosio è aumentata a 6 mmol / l a stomaco vuoto ea più di 12 mmol / l dopo un pasto;
  • la percentuale di emoglobina glicata supera 6,5;
  • Il glucosio o l'acetone si trovano nelle urine.

Trattamento del diabete

Il trattamento del diabete inizia con la definizione del suo tipo. Di solito questo non causa problemi, poiché la differenza di età dei pazienti è una differenza significativa. Indipendentemente da ciò, il medico prescrive una dieta speciale, che comporta l'uso limitato di carboidrati facilmente digeribili. I pazienti curati usano un sistema di unità per il pane. Quest'ultimo è un ricalcolo dei prodotti consumati per 10-12 g di carboidrati. La dose giornaliera non deve superare le 25 unità, mentre una restrizione troppo grave può provocare uno stato inverso (ipoglicemia).

Per il trattamento di pazienti con il primo tipo di processo patologico, vengono utilizzati principalmente preparati dell'insulina, che possono essere suddivisi in due gruppi:

  • azione breve (le iniezioni vengono fatte 3-4 volte al giorno);
  • azione prolungata (usata 1-2 volte al giorno).

Spesso questi farmaci sono combinati tra loro per ottenere una concentrazione costante di glucosio nel sangue. L'insulina può anche essere utilizzata nel trattamento di pazienti con il secondo tipo di malattia. Tuttavia, nelle prime fasi del processo, è spesso possibile fare a meno di assumere pillole.

Gli agenti orali per il diabete sono divisi in diversi gruppi:

  • Sulfanilamide è una sulfonil urea modificata. Stimolano la produzione di insulina riducendo la sintesi del glucagone e la formazione di glucosio da parte delle cellule epatiche. In parallelo, aumenta la sensibilità dei tessuti all'insulina, cioè diminuisce la resistenza all'insulina.
  • Le biguanidi sono derivati ​​della guanidina. Il meccanismo della loro azione si basa sull'accelerazione del metabolismo del glucosio da parte delle cellule muscolari mediante glicolisi anaerobica. Inoltre, aumentano l'effetto dell'insulina sui recettori di membrana.

Le compresse che aumentano la sensibilità dei tessuti all'insulina, sono anche abbastanza spesso combinate con l'iniezione di questo ormone. Per comodità di entrata, penne speciali per siringhe sono state utilizzate per lungo tempo, che hanno un ago molto sottile e praticamente non feriscono la pelle.

Inoltre, ci sono dispositivi (pompe) che consentono di mantenere un certo livello di glucosio nel sangue a causa dell'introduzione costante di insulina. Il principio del loro funzionamento si basa sulla determinazione dello zucchero e sulla regolazione programmata della velocità di somministrazione sulla base del feedback. Considerando che il trattamento del diabete dura per tutta la vita, l'uso di tali meccanismi non solo migliora significativamente la qualità della vita dei pazienti, ma riduce anche il rischio di complicanze.

La componente obbligatoria del complesso trattamento del diabete è la correzione del peso corporeo, anche a causa di un adeguato aumento dell'attività motoria.

prevenzione

Sfortunatamente, non in tutti i casi è possibile influenzare l'inevitabilità dell'insorgenza del diabete mellito del primo tipo. Dopo tutto, le sue cause principali sono il fattore ereditario e i virus minori che ogni persona incontra. Ma la malattia non si sviluppa affatto. E anche se gli scienziati hanno scoperto che il diabete si verifica molto meno frequentemente nei bambini e negli adulti che sono stati allattati al seno e hanno trattato infezioni respiratorie con farmaci antivirali, questo non può essere attribuito a una prevenzione specifica. Pertanto, non esistono metodi veramente efficaci.

Una situazione completamente diversa con la prevenzione del diabete di tipo 2. Dopo tutto, è spesso il risultato di uno stile di vita sbagliato.

Pertanto, le misure preventive a tutti gli effetti del diabete includono:

  1. Normalizzazione del peso corporeo;
  2. Controllo dell'ipertensione arteriosa e del metabolismo lipidico;
  3. Corretto cibo dieta frazionale con un contenuto minimo di carboidrati e grassi in grado di digestione facile;
  4. Esercizio dosato Supponiamo la lotta contro l'inattività fisica e il rifiuto di carichi eccessivi.

Cause, segni e sintomi del diabete

Cos'è il diabete?

Il diabete mellito è una violazione del metabolismo dei carboidrati e dell'acqua nel corpo. La conseguenza di ciò è una violazione delle funzioni del pancreas. È il pancreas che produce un ormone chiamato insulina. L'insulina è coinvolta nella lavorazione dello zucchero. E senza di esso, il corpo non può trasformare lo zucchero in glucosio. Il risultato è che lo zucchero si accumula nel nostro sangue ed è espulso in grandi quantità dal corpo attraverso l'urina.

Parallelamente, lo scambio d'acqua è disturbato. I tessuti non possono trattenere l'acqua in sé e, di conseguenza, molta acqua difettosa viene eliminata attraverso i reni.

Se una persona ha un contenuto di zucchero (glucosio) nel sangue sopra la norma, allora questo è il sintomo principale della malattia - il diabete. Nel corpo umano, le cellule pancreatiche (cellule beta) sono responsabili della produzione di insulina. A sua volta, l'insulina è un ormone responsabile per garantire che il glucosio sia fornito alle cellule nella giusta quantità. Cosa succede nel corpo con il diabete? Il corpo produce una quantità insufficiente di insulina, mentre i livelli di zucchero nel sangue e di glucosio sono alti, ma le cellule iniziano a soffrire di carenza di glucosio.

Questa malattia metabolica può essere ereditaria o acquisita. La mancanza di insulina sviluppa pustolosi e altre lesioni cutanee, soffre i denti, sviluppa aterosclerosi, angina pectoris, ipertensione, sofferenza renale, sistema nervoso, la vista si deteriora.

Eziologia e patogenesi

La base patogenetica dell'insorgenza del diabete mellito dipende dal tipo di malattia. Ci sono due delle sue varietà, che sono fondamentalmente diverse l'una dall'altra. Sebbene gli endocrinologi moderni definiscano molto condizionale la divisione del diabete mellito, tuttavia il tipo di malattia è importante nel determinare le tattiche di trattamento. Pertanto, è consigliabile soffermarsi su ciascuno di essi separatamente.

In generale, il diabete si riferisce a quelle malattie, in sostanza, che è una violazione dei processi metabolici. In questo caso, il metabolismo dei carboidrati soffre di più, che si manifesta con un costante e costante aumento della glicemia. Questo indicatore è chiamato iperglicemia. La base più importante del problema è la distorsione dell'interazione dell'insulina con i tessuti. Questo è l'unico ormone nel corpo che contribuisce a una diminuzione del contenuto di glucosio, portandolo a tutte le cellule, come il principale substrato energetico per il mantenimento dei processi vitali. Se c'è un fallimento nel sistema di interazione dell'insulina con i tessuti, allora il glucosio non può essere coinvolto nel normale metabolismo, che contribuisce al suo costante accumulo nel sangue. Queste relazioni causali sono chiamate diabete.

È importante capire che non ogni iperglicemia è vero diabete mellito, ma solo quella causata da una violazione primaria dell'azione dell'insulina!

Perché ci sono due tipi di malattia?

Questa necessità è obbligatoria, poiché determina completamente il trattamento del paziente, che è fondamentalmente diverso nelle fasi iniziali della malattia. Più lungo e difficile è il diabete mellito, più la sua suddivisione in tipi è formale. In questi casi, infatti, il trattamento coincide quasi con qualsiasi forma e origine della malattia.

Diabete di tipo 1

Questo tipo è anche chiamato diabete insulino-dipendente. Molto spesso, questo tipo di diabete colpisce i giovani sotto i 40 anni, magri. La malattia è abbastanza difficile, poiché il trattamento richiede l'insulina. Motivo: il corpo produce anticorpi che distruggono le cellule pancreatiche che producono insulina.

È quasi impossibile curare completamente il diabete del primo tipo, sebbene vi siano casi di ripristino delle funzioni pancreatiche, ma ciò è possibile solo in condizioni particolari e in alimenti crudi naturali. Per mantenere il corpo richiede, con una siringa per iniettare l'insulina. Poiché l'insulina viene distrutta nel tratto gastrointestinale, l'assunzione di insulina sotto forma di compresse non è possibile. L'insulina viene somministrata con l'assunzione di cibo. È molto importante seguire una dieta rigorosa, i carboidrati completamente digeribili (zucchero, dolci, succhi di frutta, limonate contenenti zucchero) sono esclusi dalla dieta.

Diabete di tipo 2

Questo tipo di diabete è indipendente dall'insulina. Molto spesso, il diabete di tipo 2 colpisce gli anziani, dopo i 40 anni di età, sono obesi. Motivo: perdita di sensibilità delle cellule all'insulina a causa di un eccesso di nutrienti in esse. L'uso di insulina per il trattamento non è necessario per ogni paziente. Solo un tecnico qualificato può prescrivere il trattamento e la dose.

Per cominciare, ad un tale paziente viene prescritta una dieta. È molto importante seguire pienamente le raccomandazioni del medico. Si raccomanda di ridurre il peso lentamente (2-3 kg al mese), per ottenere un peso normale, che deve essere mantenuto per tutta la vita. Nei casi in cui le diete non sono sufficienti, vengono utilizzate compresse riducenti lo zucchero e solo in casi estremi viene prescritta l'insulina.

Correlati: 10 fatti sui pericoli dello zucchero! Perché l'immunità si indebolisce 17 volte?

Segni e sintomi del diabete

I segni clinici della malattia nella maggior parte dei casi sono caratterizzati da un decorso graduale. Raramente, il diabete si manifesta come una forma di lampo con un aumento dell'indice glicemico (contenuto di glucosio) a numeri critici con lo sviluppo di varie cellule diabetiche.

Con l'insorgenza della malattia nei pazienti compaiono:

Bocca secca persistente;

La sensazione di sete con l'incapacità di soddisfarla. I malati bevono fino a diversi litri di liquidi al giorno;

Aumento della diuresi - un aumento notevole della porzione e dell'urina totale escreta al giorno;

Una diminuzione o un forte aumento di peso e grasso corporeo;

Aumento della tendenza ai processi pustolosi sulla pelle e sui tessuti molli;

Debolezza muscolare e sudorazione eccessiva;

Scarsa guarigione di eventuali ferite;

Di solito i reclami elencati sono il primo anello della malattia. Il loro aspetto dovrebbe essere un must per un test immediato della glicemia (contenuto di glucosio).

Con il progredire della malattia, possono verificarsi sintomi di complicazioni del diabete che interessano quasi tutti gli organi. In casi critici possono verificarsi condizioni potenzialmente letali con compromissione della coscienza, grave intossicazione e insufficienza multiorgano.

Le principali manifestazioni del diabete complicato includono:

Mal di testa e anomalie neurologiche;

Dolore cardiaco, ingrossamento del fegato, se non sono stati notati prima dell'inizio del diabete;

Dolore e intorpidimento degli arti inferiori con problemi di deambulazione;

Desensibilizzazione della pelle, in particolare dei piedi;

La comparsa di ferite che non guariscono da molto tempo;

L'aspetto dell'odore dell'acetone dal paziente;

La comparsa di segni caratteristici del diabete o lo sviluppo delle sue complicanze è un segnale di allarme, che indica la progressione della malattia o una correzione medica inadeguata.

Cause del diabete

Le cause più significative del diabete sono come:

Eredità. Hai bisogno di altri fattori che influenzano lo sviluppo del diabete per annullare.

L'obesità. Combattere attivamente l'obesità

Un numero di malattie che contribuiscono alla sconfitta delle cellule beta responsabili della produzione di insulina. Queste malattie includono malattie del pancreas - pancreatite, cancro del pancreas, malattie di altre ghiandole endocrine.

Infezioni virali (rosolia, varicella, epatite epidemica e altre malattie, compresa l'influenza). Queste infezioni sono il punto di partenza per lo sviluppo del diabete. Soprattutto per le persone a rischio.

Stress nervoso Le persone a rischio dovrebbero evitare lo stress nervoso ed emotivo.

Età. Con l'età ogni dieci anni, il rischio di diabete è raddoppiato.

Questo elenco non include quelle malattie in cui il diabete mellito o iperglicemia sono secondari, essendo solo il loro sintomo. Inoltre, tale iperglicemia non può essere considerata un vero diabete finché non si sviluppano manifestazioni cliniche sviluppate o complicanze diabetiche. Le malattie che causano iperglicemia (aumento di zucchero) includono tumori e iperfunzione delle ghiandole surrenali, pancreatite cronica, aumento dei livelli di ormoni contrainsulari.

Diagnosi di diabete

Se c'è il sospetto di diabete, questa diagnosi deve necessariamente essere confermata o confutata. Per questo ci sono un certo numero di metodi di laboratorio e strumentali. Questi includono:

Test della glicemia - glicemia a digiuno;

Test di tolleranza al glucosio - determinazione del rapporto tra glucosio magro e questo indicatore dopo un incidente di due ore dopo l'ingestione di componenti di carboidrati (glucosio);

Profilo glicemico: lo studio dei numeri glicemici più volte durante il giorno. Viene eseguito per valutare l'efficacia del trattamento;

Analisi delle urine con determinazione del livello di glucosio nelle urine (glucosuria), proteine ​​(proteinuria), leucociti;

Test dell'acetone per sospetta chetoacidosi;

Esame del sangue per la concentrazione di emoglobina glicata - indica il grado di disturbi causati dal diabete;

Esame del sangue biochimico - uno studio sui test epatico-renali, che indica l'adeguatezza del funzionamento di questi organi sullo sfondo del diabete;

Lo studio della composizione elettrolitica del sangue - mostrato nello sviluppo del diabete grave;

Il test di Reberg - mostra il grado di danno renale nel diabete;

Determinazione del livello di insulina endogena nel sangue;

Esame del fondo;

Esame ad ultrasuoni degli organi addominali, del cuore e dei reni;

ECG - per valutare il grado di danno miocardico diabetico;

Ecografia Doppler, capillaroscopia, reovasografia dei vasi degli arti inferiori - valuta il grado di disturbi vascolari nel diabete;

Tutti i pazienti con diabete devono essere consultati da tali specialisti:

Chirurgo (pediatra vascolare o speciale);

L'implementazione dell'intero complesso di queste misure diagnostiche aiuterà a definire chiaramente la gravità della malattia, il suo grado e la correttezza delle tattiche in relazione al processo di trattamento. È molto importante eseguire questi studi non una volta, ma ripetere in dinamica tutte le volte che la situazione specifica richiede.

Livelli di zucchero nel sangue per il diabete

Il primo metodo informativo per la diagnosi primaria del diabete mellito e la sua valutazione dinamica durante il trattamento è lo studio del livello di glucosio (zucchero) del sangue. Questo è un chiaro indicatore dal quale tutte le successive diagnosi e misure terapeutiche dovrebbero essere respinte.

Gli specialisti hanno rivisto più volte i numeri glicemici normali e patologici. Ma oggi sono stati stabiliti i loro precisi valori, che gettano una vera luce sullo stato del metabolismo dei carboidrati nel corpo. Dovrebbero essere guidati non solo dagli endocrinologi, ma anche da altri specialisti e dai pazienti stessi, in particolare i diabetici con una lunga storia di malattia.

Stato del metabolismo dei carboidrati

Indicatore del livello di glucosio

Tasso di zucchero nel sangue

2 ore dopo il carico di carboidrati

2 ore dopo il carico di carboidrati

Come si può vedere dalla tabella sottostante, la conferma diagnostica del diabete mellito è estremamente semplice e può essere eseguita all'interno delle mura di qualsiasi ambulatorio o anche a casa con un glucometro elettronico personale (un dispositivo che misura il glucosio nel sangue). Allo stesso modo, sono stati sviluppati i criteri per valutare l'adeguatezza del trattamento del diabete mellito mediante uno o un altro metodo. Il principale è lo stesso livello di zucchero (glicemia).

Secondo gli standard internazionali, i livelli di glucosio nel sangue inferiori a 7,0 mmol / l sono un buon indicatore del trattamento del diabete mellito. Sfortunatamente, nella pratica questo non è sempre fattibile, nonostante i veri sforzi e il forte desiderio di medici e pazienti.

Grado di diabete

Una rubrica molto importante nella classificazione del diabete è la sua gravità. La base di questa distinzione è il livello di glicemia. Un altro elemento nella corretta formulazione della diagnosi di diabete è un'indicazione del processo di compensazione. La base di questo indicatore è la presenza di complicanze.

Ma per facilitare la comprensione di ciò che sta accadendo con un paziente con diabete mellito, guardando i record nella documentazione medica, è possibile combinare la gravità con lo stadio del processo in un'unica rubrica. Dopo tutto, è naturale che più alto è il livello di zucchero nel sangue, più difficile è il diabete e più alto è il numero delle sue terribili complicazioni.

Diabete di 1 ° grado

Caratterizza il decorso più favorevole della malattia a cui ogni trattamento dovrebbe sforzarsi. Con questo grado di processo, è completamente compensato, il livello di glucosio non supera i 6-7 mmol / l, la glicosuria è assente (escrezione urinaria di glucosio), gli indici di emoglobina glicata e di proteinuria non vanno oltre i valori normali.

Non ci sono segni di complicanze del diabete nel quadro clinico: angiopatia, retinopatia, polineuropatia, nefropatia, cardiomiopatia. Allo stesso tempo, è possibile ottenere tali risultati con l'aiuto della terapia dietetica e dei farmaci.

Diabete di grado 2

Questa fase del processo indica una compensazione parziale. Vi sono segni di complicanze del diabete e danni ai tipici organi bersaglio: occhi, reni, cuore, vasi sanguigni, nervi, arti inferiori.

Il livello di glucosio è leggermente aumentato e ammonta a 7-10 mmol / l. La glicosuria non è definita. Gli indicatori di emoglobina glicosilata sono nel range normale o leggermente aumentati. Assenza di gravi disfunzioni degli organi.

Diabete di grado 3

Un tale corso del processo indica la sua progressione costante e l'impossibilità del controllo della droga. Allo stesso tempo, il livello di glucosio varia tra 13-14 mmol / l, glicosuria persistente (escrezione di glucosio nelle urine), alta proteinuria (presenza di proteine ​​nelle urine), sono evidenti manifestazioni dispiegate di danno d'organo bersaglio nel diabete mellito.

L'acuità visiva diminuisce progressivamente, l'ipertensione grave persiste (aumento della pressione arteriosa) e la sensibilità diminuisce con la comparsa di dolore acuto e intorpidimento degli arti inferiori. Il livello di emoglobina glicata viene mantenuto ad un livello elevato.

Diabete di grado 4

Questo grado caratterizza l'assoluto scompenso del processo e lo sviluppo di gravi complicanze. Allo stesso tempo, il livello di glicemia sale a numeri critici (15-25 o più mmol / l), è difficile da correggere con qualsiasi mezzo.

Proteinuria progressiva con perdita proteica Lo sviluppo di un'insufficienza renale, ulcere diabetiche e cancrena di estremità è caratteristico. Un altro criterio per il diabete di grado 4 è la tendenza a sviluppare frequenti comete diabetiche: iperglicemico, iperosmolare, chetoacidotico.

Complicazioni e conseguenze del diabete

Di per sé, il diabete non rappresenta una minaccia per la vita umana. Le sue complicazioni e le loro conseguenze sono pericolose. È impossibile non menzionarne alcune, che spesso si verificano, o comportano un pericolo immediato per la vita del paziente.

Coma con diabete. I sintomi di questa complicanza aumentano alla velocità della luce, indipendentemente dal tipo di coma diabetico. Il segnale di avvertimento più importante è la stupefazione o l'estrema letargia paziente. Queste persone dovrebbero essere urgentemente ospedalizzate nella più vicina struttura medica.

Il coma diabetico più comune è chetoacidotico. È causato dall'accumulo di prodotti metabolici tossici che hanno un effetto dannoso sulle cellule nervose. Il suo criterio principale è l'odore persistente di acetone durante la respirazione del paziente. Nel caso del coma ipoglicemico, anche la coscienza è attenuata, il paziente è coperto da sudore freddo e profuso, ma allo stesso tempo viene registrata una diminuzione critica del livello di glucosio, che è possibile con un sovradosaggio di insulina. Altri tipi di coma, per fortuna, sono meno comuni.

Gonfiore nel diabete. L'edema può essere sia locale che diffuso, a seconda del grado di insufficienza cardiaca concomitante. In realtà, questo sintomo è un indicatore di disfunzione renale. Quanto più pronunciato è il gonfiore, tanto più grave è la nefropatia diabetica (come rimuovere il gonfiore a casa?).

Se l'edema è caratterizzato da una diffusione asimmetrica, catturando solo uno stinco o un piede, allora questo suggerisce la microangiopatia diabetica degli arti inferiori, che è supportata dalla neuropatia.

Alta / bassa pressione nel diabete. Gli indicatori di pressione sistolica e diastolica fungono anche da criterio per la gravità del diabete. Può essere considerato in due piani. Nel primo caso viene valutato il livello di pressione arteriosa totale sull'arteria brachiale. Il suo aumento indica una nefropatia diabetica progressiva (danno renale), a seguito della quale rilasciano sostanze che aumentano la pressione.

L'altro lato della medaglia è una riduzione della pressione sanguigna nei vasi degli arti inferiori, come determinato dall'ecografia Doppler. Questo indicatore indica il grado di angiopatia diabetica degli arti inferiori (Come normalizzare la pressione a casa?).

Dolore alle gambe con diabete. Dolore alle gambe può indicare angio o neuropatia diabetica. Puoi giudicare questo per loro natura. La microangiopatia è caratterizzata dalla comparsa di dolore durante qualsiasi sforzo fisico e deambulazione, che fa sì che i pazienti si fermino brevemente per ridurre la loro intensità.

L'aspetto della notte e del dolore a riposo parla di neuropatia diabetica. Di solito sono accompagnati da intorpidimento e diminuzione della sensibilità della pelle. Alcuni pazienti hanno una sensazione di bruciore locale in certi punti della gamba o del piede.

Ulcere trofiche nel diabete. Le ulcere trofiche sono la fase successiva dell'angio diabetico e della neuropatia dopo il dolore. Il tipo di superfici della ferita con diverse forme di piede diabetico è radicalmente diverso, così come il loro trattamento. In questa situazione, è estremamente importante valutare correttamente tutti i più piccoli sintomi, poiché la possibilità di conservazione degli arti dipende da questo.

Immediatamente vale la pena notare la relativa favorevolezza delle ulcere neuropatiche. Sono causati da una diminuzione della sensibilità dei piedi a causa di danni ai nervi (neuropatia) sullo sfondo delle deformità del piede (osteoartropatia diabetica). Nei punti tipici di attrito della pelle, al posto delle protuberanze ossee, compaiono i natoptysh, che i pazienti non sentono. Sotto di loro si formano gli ematomi con la loro ulteriore suppurazione. I pazienti prestano attenzione al piede solo quando è già rosso, gonfio e con un'enorme ulcera trofica sulla superficie.

Cancrena nel diabete. La cancrena è spesso il risultato di angiopatia diabetica. Per questo, ci deve essere una combinazione di danni a tronchi arteriosi piccoli e grandi. Di solito il processo inizia nell'area di una delle dita dei piedi. In conseguenza della mancanza di flusso di sangue ad esso, vi è un forte dolore al piede e il suo arrossamento. Nel corso del tempo, la pelle diventa bluastra, edematosa, fredda e quindi si riempie di vesciche con contenuti fangosi e macchie nere di necrosi cutanea.

Le modifiche descritte sono irreversibili, quindi non è possibile salvare un arto in nessuna circostanza, viene mostrata l'amputazione. Naturalmente, è desiderabile eseguirlo il più in basso possibile, poiché le operazioni sul piede non hanno alcun effetto sulla cancrena, la gamba inferiore è considerata il livello ottimale di amputazione. Dopo un tale intervento, è possibile ripristinare la camminata con l'aiuto di buone protesi funzionali.

Prevenzione delle complicanze del diabete. La prevenzione delle complicanze è la diagnosi precoce della malattia e il suo trattamento adeguato e adeguato. Ciò richiede ai medici una conoscenza chiara di tutte le sottigliezze del decorso del diabete e della rigorosa applicazione da parte dei pazienti di tutte le raccomandazioni dietetiche e terapeutiche. Una sezione separata nella prevenzione delle complicanze diabetiche è quella di evidenziare la corretta cura quotidiana degli arti inferiori per prevenirne il danno e, in caso di loro individuazione, contattare immediatamente i chirurghi per un aiuto.

Il principale metodo di trattamento

Per sbarazzarsi del diabete di tipo 2, è necessario seguire queste linee guida:

Vai a dieta a basso contenuto di carboidrati.

Rifiuta di prendere pillole dannose per il diabete.

Iniziare a prendere un farmaco economico e innocuo per il trattamento del diabete mellito basato sulla metformina.

Inizia a praticare sport, aumenta l'attività motoria.

A volte possono essere necessarie piccole dosi di inulina per normalizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Queste semplici raccomandazioni ti permetteranno di controllare i livelli di zucchero nel sangue e di rifiutare di assumere farmaci che danno più complicazioni. Mangiare non è necessario di tanto in tanto, ma ogni giorno. La transizione verso uno stile di vita sano è una condizione indispensabile per sbarazzarsi del diabete. Un metodo più affidabile e semplice per il trattamento del diabete in questo momento non è stato ancora inventato.

Farmaci usati per il diabete

Nel diabete di tipo 2 si usano i farmaci ipoglicemici:

Preparati per stimolare il pancreas, che provoca la produzione di più insulina. Questi sono derivati ​​sulfonil urea (Gliclazide, Glikvidon, Glipizid), così come meglitinidi (Repaglitinide, Nateglitinide).

Farmaci che aumentano la suscettibilità delle cellule all'insulina. Queste sono le biguanidi (Siofor, Glucophage, Metformin). Le biguanidi non sono prescritte a persone che soffrono di patologie del cuore e dei reni con grave insufficienza del funzionamento di questi organi. Inoltre, i farmaci che aumentano la suscettibilità delle cellule all'insulina sono Pioglitazone e Avandia. Questi farmaci appartengono al gruppo tiazolidinedione.

Preparati in possesso di attività incretinica: inibitori della DPP-4 (Vildagliptin e sitagliptina) e agonisti del recettore GGP-1 (Lyraglutide ed exenatide).

Farmaci che impediscono l'assorbimento del glucosio negli organi dell'apparato digerente. Questo farmaco è chiamato Acarbose dal gruppo degli inibitori alfa-glucosidasi.

6 idee sbagliate comuni sul diabete

Ci sono credenze comuni sul diabete che devono essere dissipate.

Il diabete si sviluppa nelle persone che mangiano molti dolci. Questa affermazione non è completamente vera. Infatti, mangiare dolci può innescare un aumento di peso, che è un fattore di rischio per lo sviluppo del diabete di tipo 2. Tuttavia, una persona deve avere una predisposizione al diabete. Cioè, sono necessari due punti chiave: l'ereditarietà sovrappesata e oppressa.

All'inizio del diabete, l'insulina continua a essere prodotta, ma il grasso corporeo non gli consente di essere normalmente assorbito dalle cellule del corpo. Se questa situazione viene osservata per molti anni, il pancreas perderà la sua capacità di produrre abbastanza insulina.

Mangiare dolci non influenza lo sviluppo del diabete di tipo 1. In questo caso, le cellule del pancreas muoiono semplicemente a causa di attacchi di anticorpi. E produce il proprio corpo. Questo processo è chiamato una reazione autoimmune. Ad oggi, la scienza non ha trovato le cause di questo processo patologico. È noto che il diabete di tipo 1 viene raramente ereditato, in circa il 3-7% dei casi.

Quando comincio ad avere il diabete, lo comprenderò immediatamente. Si può imparare che una persona sviluppa immediatamente il diabete mellito, se solo manifesta una malattia di tipo 1. Questa patologia è caratterizzata da un rapido aumento dei sintomi, che sono semplicemente impossibili da notare.

In questo caso, il diabete di tipo 2 si sviluppa a lungo ed è spesso completamente asintomatico. Questo è il principale pericolo della malattia. Le persone lo conoscono già nella fase delle complicazioni, quando hanno sofferto i reni, il cuore e le cellule nervose.

Mentre il trattamento prescritto in tempo, potrebbe fermare la progressione della malattia.

Il diabete di tipo 1 si sviluppa sempre nei bambini e il diabete di tipo 2 negli adulti. Indipendentemente dal tipo di diabete, può svilupparsi a qualsiasi età. Anche se il più delle volte il diabete mellito di tipo 1 è malato, sono i bambini e gli adolescenti. Tuttavia, questo non è un motivo per credere che la malattia non possa iniziare in età avanzata.

Il motivo principale che porta allo sviluppo del diabete di tipo 2 è l'obesità, ma può svilupparsi a qualsiasi età. Negli ultimi anni, la questione dell'obesità infantile nel mondo è piuttosto acuta.

Tuttavia, il diabete di tipo 2 viene diagnosticato più spesso nelle persone di età superiore ai 45 anni. Anche se i praticanti stanno iniziando a dare l'allarme, indicando che la malattia è molto più giovane.

Nel diabete, non puoi mangiare dolci, devi mangiare cibi speciali per i diabetici. Il tuo menu, ovviamente, dovrà cambiare, ma abbandonare completamente il solito cibo non dovrebbe essere. I cibi diabetici possono sostituire i soliti dolci e i dolci preferiti, ma mangiandoli, è necessario ricordare che sono una fonte di grassi. Pertanto, rimane il rischio di ottenere un eccesso di peso. Inoltre, i prodotti per i diabetici sono molto costosi. Pertanto, la soluzione più semplice è passare a una dieta sana. Il menu dovrebbe essere arricchito con proteine, frutta, carboidrati complessi, vitamine e verdure.

Come dimostrato da studi recenti, un approccio integrato al trattamento del diabete consente progressi significativi. Pertanto, è necessario non solo assumere farmaci, ma anche condurre uno stile di vita sano e mangiare bene. L'insulina deve essere iniettata solo in casi estremi, provoca dipendenza.

Se una persona con diabete di tipo 1 si rifiuta di iniettare l'insulina, porterà alla sua morte. Se il paziente soffre di diabete di tipo 2, nelle fasi iniziali della malattia il pancreas produrrà ancora una certa quantità di insulina. Pertanto, ai pazienti vengono prescritti farmaci sotto forma di compresse e iniezioni di farmaci che bruciano zucchero. Ciò consentirà di assorbire meglio l'insulina.

Con il progredire della malattia, l'insulina viene prodotta sempre meno. Di conseguenza, arriverà un momento in cui semplicemente non è possibile rifiutare le sue iniezioni.

Molte persone diffidano delle iniezioni di insulina e queste paure non sono sempre giustificate. Dovrebbe essere chiaro che quando le pillole non riescono a produrre l'effetto desiderato, aumenta il rischio di sviluppare complicanze della malattia. In questo caso, le iniezioni di insulina sono un must.

È importante controllare il livello di pressione sanguigna e colesterolo e assumere farmaci per normalizzare questi indicatori.

L'insulina porta all'obesità. È spesso possibile osservare una situazione in cui una persona sottoposta a terapia insulinica inizia ad ingrassare. Quando il livello di zucchero nel sangue è alto, il peso inizia a diminuire, perché con l'urina si elimina il glucosio in eccesso, che significa eccesso di calorie. Quando il paziente inizia a ricevere insulina, queste calorie non vengono più espulse con l'urina. Se non si verifica un cambiamento di stile di vita e dieta, allora è logico che il peso inizierà a crescere. Tuttavia, questo non è colpa dell'insulina.

Prevenzione del diabete

Sfortunatamente, non in tutti i casi è possibile influenzare l'inevitabilità dell'insorgenza del diabete mellito del primo tipo. Dopo tutto, le sue cause principali sono il fattore ereditario e i virus minori che ogni persona incontra. Ma la malattia non si sviluppa affatto. E anche se gli scienziati hanno scoperto che il diabete si verifica molto meno frequentemente nei bambini e negli adulti che sono stati allattati al seno e hanno trattato infezioni respiratorie con farmaci antivirali, questo non può essere attribuito a una prevenzione specifica. Pertanto, non esistono metodi veramente efficaci.

Una situazione completamente diversa con la prevenzione del diabete di tipo 2. Dopo tutto, è spesso il risultato di uno stile di vita sbagliato.

Pertanto, per completare le misure preventive includere:

Normalizzazione del peso corporeo;

Controllo dell'ipertensione arteriosa e del metabolismo lipidico;

Corretto cibo dieta frazionale con un contenuto minimo di carboidrati e grassi in grado di digestione facile;

Esercizio dosato Supponiamo la lotta contro l'inattività fisica e il rifiuto di carichi eccessivi.

diabete mellito

Il diabete mellito è un disturbo metabolico cronico, basato su una deficienza nella formazione di insulina e un aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Si manifesta una sensazione di sete, un aumento della quantità di urina escreta, aumento dell'appetito, debolezza, vertigini, lenta guarigione delle ferite, ecc. La malattia è cronica, spesso con un decorso progressivo. Alto rischio di ictus, insufficienza renale, infarto miocardico, cancrena degli arti, cecità. Le forti fluttuazioni della glicemia causano condizioni potenzialmente letali: coma ipo e iperglicemico.

diabete mellito

Tra i comuni disordini metabolici, il diabete è al secondo posto dopo l'obesità. Nel mondo del diabete, circa il 10% della popolazione soffre, tuttavia, se si considerano le forme latenti della malattia, questa cifra può essere 3-4 volte superiore. Il diabete mellito si sviluppa a causa dell'insufficienza cronica dell'insulina ed è accompagnato da disturbi del metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. La produzione di insulina si verifica nel pancreas dalle cellule ß delle isole di Langerhans.

Partecipando al metabolismo dei carboidrati, l'insulina aumenta il flusso di glucosio nelle cellule, promuove la sintesi e l'accumulo di glicogeno nel fegato, inibisce la decomposizione dei composti di carboidrati. Nel processo del metabolismo delle proteine, l'insulina migliora la sintesi di acidi nucleici e proteine ​​e sopprime la sua rottura. L'effetto dell'insulina sul metabolismo dei grassi consiste nell'attivare l'assorbimento di glucosio nelle cellule adipose, nei processi energetici nelle cellule, nella sintesi degli acidi grassi e nel rallentare la disgregazione dei grassi. Con la partecipazione di insulina aumenta il processo di ammissione al sodio delle cellule. Disturbi dei processi metabolici controllati dall'insulina possono svilupparsi con sintesi insufficiente (diabete di tipo I) o insulino-resistenza dei tessuti (diabete di tipo II).

Cause e meccanismo di sviluppo

Il diabete di tipo I è più spesso rilevato nei pazienti giovani sotto i 30 anni di età. La disgregazione della sintesi di insulina si sviluppa come conseguenza del danno autoimmune al pancreas e della distruzione delle cellule ß produttrici di insulina. Nella maggior parte dei pazienti, il diabete mellito si sviluppa dopo un'infezione virale (parotite, rosolia, epatite virale) o effetti tossici (nitrosammine, pesticidi, farmaci, ecc.), La risposta immunitaria a cui causa la morte delle cellule pancreatiche. Il diabete si sviluppa se più dell'80% delle cellule produttrici di insulina sono colpite. Essendo una malattia autoimmune, il diabete mellito di tipo I è spesso combinato con altri processi di genesi autoimmune: tireotossicosi, gozzo tossico diffuso, ecc.

Nel diabete mellito di tipo II, insulino-resistenza dei tessuti si sviluppa, vale a dire, la loro insensibilità all'insulina. Il contenuto di insulina nel sangue può essere normale o elevato, ma le cellule sono immuni ad esso. La maggior parte (85%) dei pazienti ha rivelato il diabete di tipo II. Se il paziente è obeso, la suscettibilità all'insulina dei tessuti viene bloccata dal tessuto adiposo. Il diabete mellito di tipo II è più suscettibile ai pazienti più anziani che manifestano una diminuzione della tolleranza al glucosio con l'età.

L'insorgenza del diabete mellito di tipo II può essere accompagnata dai seguenti fattori:

  • genetica - il rischio di sviluppare la malattia è del 3-9%, se i genitori oi genitori hanno il diabete;
  • obesità - con una quantità eccessiva di tessuto adiposo (in particolare il tipo di obesità addominale) vi è una marcata diminuzione della sensibilità dei tessuti all'insulina, contribuendo allo sviluppo del diabete mellito;
  • disturbi alimentari - il cibo prevalentemente carboidratico con una mancanza di fibre aumenta il rischio di diabete;
  • malattie cardiovascolari - aterosclerosi, ipertensione arteriosa, malattia coronarica, riduzione della resistenza all'insulina tissutale;
  • situazioni di stress cronico - in uno stato di stress, il numero di catecolamine (norepinefrina, adrenalina), glucocorticoidi, che contribuiscono allo sviluppo di aumenti del diabete;
  • azione diabetica di alcuni farmaci - ormoni sintetici glucocorticoidi, diuretici, alcuni farmaci antipertensivi, citostatici, ecc.
  • insufficienza surrenalica cronica.

Quando l'insufficienza o la resistenza all'insulina diminuisce il flusso di glucosio nelle cellule e aumenta il suo contenuto nel sangue. Nel corpo, viene attivata l'attivazione di modi alternativi di digestione e digestione del glucosio, che porta all'accumulo di glicosaminoglicani, sorbitolo, emoglobina glicata nei tessuti. L'accumulo di sorbitolo porta allo sviluppo di cataratta, microangiopatie (disfunzioni di capillari e arteriole), neuropatia (disturbi del funzionamento del sistema nervoso); i glicosaminoglicani causano danni alle articolazioni. Per ottenere le cellule dell'energia mancante nel corpo inizia i processi di disgregazione proteica, causando debolezza muscolare e distrofia dei muscoli scheletrici e cardiaci. Si attiva la perossidazione del grasso, si verifica l'accumulo di prodotti metabolici tossici (corpi chetonici).

L'iperglicemia nel sangue nel diabete mellito causa un aumento della minzione per rimuovere lo zucchero in eccesso dal corpo. Insieme al glucosio, una quantità significativa di liquido viene persa attraverso i reni, portando a disidratazione (disidratazione). Insieme alla perdita di glucosio, le riserve energetiche del corpo sono ridotte, quindi i pazienti con diabete mellito hanno perdita di peso. Livelli elevati di zucchero, disidratazione e accumulo di corpi chetonici a causa della rottura delle cellule adipose causano una pericolosa condizione di chetoacidosi diabetica. Nel tempo, a causa dell'alto livello di zucchero, danno ai nervi, piccoli vasi sanguigni dei reni, occhi, cuore, cervello si sviluppano.

classificazione

Per la coniugazione con altre malattie, l'endocrinologia distingue il diabete sintomatico (secondario) e il vero diabete.

Il diabete mellito sintomatico accompagna le malattie delle ghiandole endocrine: pancreas, tiroide, ghiandole surrenali, ghiandola pituitaria ed è una delle manifestazioni della patologia primaria.

Il vero diabete può essere di due tipi:

  • tipo I insulino-dipendente (AES tipo I), se l'insulina propria non è prodotta nel corpo o è prodotta in quantità insufficiente;
  • di tipo II insulino-indipendente (I e II tipo II), se l'insulina tissutale è insensibile alla sua abbondanza ed eccesso di sangue.

Esistono tre gradi di diabete mellito: lieve (I), moderato (II) e grave (III) e tre stati di compensazione dei disturbi del metabolismo dei carboidrati: compensati, subcondensati e scompensati.

sintomi

Lo sviluppo del diabete mellito di tipo I si verifica rapidamente, di tipo II - al contrario gradualmente. Il decorso nascosto e asintomatico del diabete mellito è spesso notato e la sua individuazione avviene per caso nell'esaminare il fondo o la determinazione di laboratorio di glicemia e urina. Clinicamente, il diabete mellito di tipo I e il tipo II si manifestano in modi diversi, ma i seguenti sintomi sono comuni a loro:

  • bocca sete e secche, accompagnata da polidipsia (aumento di assunzione di liquidi) fino a 8-10 litri al giorno;
  • poliuria (minzione abbondante e frequente);
  • polifagia (aumento dell'appetito);
  • pelle secca e mucose, accompagnate da prurito (compreso il cavallo), infezioni pustolose della pelle;
  • disturbo del sonno, debolezza, prestazioni ridotte;
  • crampi ai muscoli del polpaccio;
  • menomazione visiva.

Manifestazioni di diabete mellito di tipo I sono caratterizzate da sete grave, minzione frequente, nausea, debolezza, vomito, aumento della fatica, fame costante, perdita di peso (con nutrizione normale o aumentata), irritabilità. Un segno di diabete nei bambini è la comparsa di incontinenza notturna, soprattutto se il bambino non ha bagnato il letto prima. Nel diabete mellito di tipo I, iperglicemico (con un livello di zucchero nel sangue estremamente alto) e ipoglicemico (con un livello di zucchero nel sangue estremamente basso) le condizioni che richiedono misure di emergenza si sviluppano più spesso.

Nel diabete mellito di tipo II, prurito, sete, visione offuscata, sonnolenza e affaticamento marcati, infezioni cutanee, processi lenti di guarigione delle ferite, parestesia e intorpidimento delle gambe predominano. I pazienti con diabete mellito di tipo 2 sono spesso obesi.

Il decorso del diabete mellito è spesso accompagnato da perdita di capelli agli arti inferiori e aumento della loro crescita sul viso, comparsa di xantomi (piccole escrescenze giallastre sul corpo), balanopostite negli uomini e vulvovaginite nelle donne. Con il progredire del diabete mellito, la violazione di tutti i tipi di metabolismo porta a una diminuzione dell'immunità e della resistenza alle infezioni. Il lungo decorso del diabete provoca una lesione del sistema scheletrico, manifestata dall'osteoporosi (perdita ossea). Ci sono dolori nella parte bassa della schiena, ossa, articolazioni, lussazioni e sublussazioni delle vertebre e delle articolazioni, fratture e deformazione delle ossa, che portano alla disabilità.

complicazioni

Il diabete mellito può essere complicato dallo sviluppo di disturbi multiorganici:

  • angiopatia diabetica - aumento della permeabilità vascolare, della loro fragilità, trombosi, aterosclerosi, che porta allo sviluppo di cardiopatia coronarica, claudicatio intermittente, encefalopatia diabetica;
  • polineuropatia diabetica - danno ai nervi periferici nel 75% dei pazienti, con conseguente ridotta sensibilità, gonfiore e freddolosità degli arti, sensazione di bruciore e gattonare. La neuropatia diabetica si sviluppa anni dopo il diabete mellito, è più comune con un tipo insulino-indipendente;
  • retinopatia diabetica - la distruzione della retina, delle arterie, delle vene e dei capillari dell'occhio, diminuzione della vista, irto di distacco della retina e completa cecità. Con il diabete mellito di tipo I si manifesta in 10-15 anni, con il tipo II - precedentemente rilevato nell'80-95% dei pazienti;
  • nefropatia diabetica - danno ai vasi renali con compromissione della funzione renale e sviluppo dell'insufficienza renale. Si nota nel 40-45% dei pazienti con diabete mellito in 15-20 anni dall'insorgenza della malattia;
  • circolazione del piede diabetica compromessa agli arti inferiori, dolore ai muscoli del polpaccio, ulcere trofiche, distruzione delle ossa e delle articolazioni dei piedi.

Diabetici (iperglicemici) e coma ipoglicemico sono condizioni critiche e acutissime nel diabete mellito.

Condizione iperglicemica e coma si sviluppano a seguito di un forte e significativo aumento dei livelli di glucosio nel sangue. I precursori dell'iperglicemia aumentano il malessere generale, la debolezza, il mal di testa, la depressione, la perdita di appetito. Poi ci sono dolore addominale, rumoroso respiro di Kussmaul, vomito con l'odore di acetone dalla bocca, apatia progressiva e sonnolenza, diminuzione della pressione sanguigna. Questa condizione è causata dalla chetoacidosi (accumulo di corpi chetonici) nel sangue e può portare alla perdita di coscienza - coma diabetico e morte del paziente.

La condizione critica opposta nel diabete mellito - coma ipoglicemico si sviluppa con un forte calo dei livelli di glucosio nel sangue, spesso a causa di sovradosaggio di insulina. L'aumento dell'ipoglicemia è improvviso, rapido. Acutamente si ha la sensazione di fame, debolezza, tremori degli arti, mancanza di respiro, l'ipertensione, la pelle del paziente è freddo, umido, a volte sviluppare convulsioni.

La prevenzione delle complicanze nel diabete mellito è possibile con un trattamento continuato e un attento monitoraggio dei livelli di glucosio nel sangue.

diagnostica

La presenza di diabete mellito è indicata dal contenuto di glucosio a digiuno in sangue capillare superiore a 6,5 ​​mmol / l. Nel normale glicemia manca l'urina, perché è ritardata nel corpo dal filtro renale. Con un aumento del livello di glucosio nel sangue superiore a 8,8-9,9 mmol / l (160-180 mg%), la barriera renale non riesce e passa il glucosio nelle urine. La presenza di zucchero nelle urine è determinata da strisce reattive speciali. Il contenuto minimo di glucosio nel sangue, a cui inizia a essere determinato nelle urine, è chiamato "soglia renale".

L'esame per sospetto diabete mellito include la determinazione del livello di:

  • glucosio a digiuno nel sangue capillare (dal dito);
  • corpi di glucosio e chetoni nelle urine - la loro presenza indica il diabete mellito;
  • emoglobina glicosilata - significativamente aumentata nel diabete mellito;
  • C-peptide e insulina nel sangue - con diabete mellito di tipo I, entrambi gli indicatori sono significativamente ridotti, con il tipo II - praticamente invariato;
  • Esecuzione del test di carico (test di tolleranza al glucosio): determinazione del glucosio a stomaco vuoto e dopo 1 e 2 ore dall'assunzione di 75 g di zucchero, sciolto in 1,5 tazze di acqua bollita. Negativo (senza diabete conferma) è considerato un risultato del test con campioni: digiuno 6,6mmol / l durante la prima misurazione e> 11,1 mmol / L a 2 ore dopo carico di glucosio.

Per la diagnosi delle complicanze del diabete test aggiuntivi: ecografia dei reni, arti inferiori reovasography, rheoencephalography EEG cervello.

trattamento

L'attuazione delle raccomandazioni di un diabetologo, l'autocontrollo e il trattamento del diabete mellito sono effettuati a vita e possono rallentare o evitare in modo significativo complicate varianti del decorso della malattia. Il trattamento di qualsiasi forma di diabete ha lo scopo di ridurre i livelli di glucosio nel sangue, normalizzando tutti i tipi di metabolismo e prevenendo complicazioni.

La base del trattamento di tutte le forme di diabete è la terapia dietetica, tenendo conto del sesso, dell'età, del peso corporeo, dell'attività fisica del paziente. I principi di calcolo del consumo calorico vengono insegnati in relazione al contenuto di carboidrati, grassi, proteine, vitamine e oligoelementi. In caso di diabete mellito insulino-dipendente, si raccomanda il consumo di carboidrati alle stesse ore per facilitare il controllo e la correzione del glucosio da parte dell'insulina. In caso di IDDM tipo I, l'assunzione di cibi grassi che promuovono la chetoacidosi è limitata. Con il diabete mellito insulino-dipendente, tutti i tipi di zuccheri sono esclusi e il contenuto calorico totale del cibo è ridotto.

I pasti dovrebbero essere frazionari (almeno 4-5 volte al giorno), con una distribuzione uniforme di carboidrati, contribuendo a livelli di glucosio stabili e mantenendo il metabolismo basale. Si raccomandano speciali prodotti diabetici a base di sostituti dello zucchero (aspartame, saccarina, xilitolo, sorbitolo, fruttosio, ecc.). La correzione dei disturbi diabetici con una sola dieta viene applicata a un grado lieve della malattia.

La scelta del trattamento farmacologico per il diabete mellito è determinata dal tipo di malattia. I pazienti con diabete mellito di tipo I insulino mostrato al II tipo - dieta e farmaci per il diabete (insulina assegnati durante la ricezione di forme di inefficienza tablet, lo sviluppo e la ketoazidoza stato prekomatosnoe, la tubercolosi, la pielonefrite cronica, insufficienza renale ed epatica).

L'introduzione di insulina viene effettuata sotto il controllo sistematico dei livelli di glucosio nel sangue e nelle urine. Le insuline per meccanismo e durata sono di tre tipi principali: azione prolungata (estesa), intermedia e breve. L'insulina a lunga durata d'azione viene somministrata 1 volta al giorno, indipendentemente dal pasto. Spesso, le iniezioni di insulina prolungata vengono prescritte insieme a farmaci intermedi e ad azione breve, consentendo di ottenere una compensazione per il diabete mellito.

L'uso di insulina è un pericoloso sovradosaggio, che porta ad una forte diminuzione dello zucchero, allo sviluppo di ipoglicemia e coma. farmaci di selezione e dosaggio di insulina viene effettuata tenendo conto dei cambiamenti dell'attività fisica del paziente durante il giorno, la stabilità di glucosio nel sangue, la dieta calorica, potenza frazionata, di tolleranza all'insulina e così via. D. Quando l'insulina possibile sviluppo di locali (dolore, rossore, gonfiore al sito di iniezione) e reazioni allergiche generali (fino ad anafilassi). Inoltre, la terapia insulinica può essere complicata dalla lipodistrofia - "insufficienza" nel tessuto adiposo nel sito di somministrazione di insulina.

Le compresse riducenti lo zucchero sono prescritte per il diabete mellito non insulino dipendente oltre alla dieta. Secondo il meccanismo di riduzione della glicemia, si distinguono i seguenti gruppi di farmaci ipoglicemizzanti:

  • sulfoniluree (gliquidone, glibenclamide, clorpropamide, carbutamide) - stimolata la secrezione di insulina delle ß-cellule pancreatiche e promuovere la penetrazione del glucosio nel tessuto. Il dosaggio ottimale di farmaci in questo gruppo mantiene un livello di glucosio non> 8 mmol / l. In caso di sovradosaggio, possono svilupparsi ipoglicemia e coma.
  • biguanidi (metformina, buformina, ecc.) - riducono l'assorbimento del glucosio nell'intestino e contribuiscono alla saturazione dei tessuti periferici. Biguanidi possono aumentare i livelli ematici di acido urico e causare lo sviluppo di grave stato - di acidosi lattica in pazienti di età superiore ai 60 anni, nonché le persone che soffrono di insufficienza epatica e renale, infezioni croniche. Le biguanidi sono più comunemente prescritte per il diabete mellito non insulino dipendente in pazienti obesi giovani.
  • meglitinidi (nateglinide, repaglinide) - causano una diminuzione dei livelli di zucchero, stimolando il pancreas alla secrezione di insulina. L'azione di questi farmaci dipende dal contenuto di zucchero nel sangue e non causa ipoglicemia.
  • Inibitori di alfa-glucosidasi (miglitolo, acarbosio) - rallentano l'aumento della glicemia bloccando gli enzimi coinvolti nell'assorbimento dell'amido. Effetti collaterali - flatulenza e diarrea.
  • Tiazolidinedioni: ridurre la quantità di zucchero liberato dal fegato, aumentare la suscettibilità delle cellule adipose all'insulina. Controindicato nell'insufficienza cardiaca.

Nel diabete mellito, è importante insegnare al paziente e ai suoi familiari come controllare il loro stato di salute e le condizioni del paziente e le misure di pronto soccorso nello sviluppo di stati precomatosi e comatosi. Un effetto terapeutico benefico nel diabete mellito è esercitato dalla perdita di peso e dall'esercizio individuale moderato. A causa dello sforzo muscolare, l'ossidazione del glucosio aumenta e il suo contenuto nel sangue diminuisce. Tuttavia, l'attività fisica non può essere iniziata a un livello di glucosio> 15 mmol / l, è necessario prima attendere che diminuisca sotto l'azione dei farmaci. Nel diabete, lo sforzo fisico dovrebbe essere uniformemente distribuito a tutti i gruppi muscolari.

Prognosi e prevenzione

I pazienti con diabete diagnosticato sono messi sul conto di un endocrinologo. Quando si organizza il giusto stile di vita, dieta, trattamento, il paziente può sentirsi soddisfacente per molti anni. Esse peggiorano la prognosi del diabete e riducono l'aspettativa di vita dei pazienti con complicanze acute e croniche.

La prevenzione del diabete mellito di tipo I è ridotta ad aumentare la resistenza del corpo alle infezioni e l'esclusione degli effetti tossici di vari agenti sul pancreas. Le misure preventive del diabete mellito di tipo II comprendono la prevenzione dell'obesità, la correzione della nutrizione, specialmente nelle persone con una storia ereditaria gravata da oneri. La prevenzione dello scompenso e il complicato decorso del diabete mellito consistono in un trattamento appropriato e sistematico.

Xilitolo nel dentifricio: utile o pericoloso

Trattamento farmacologico di pancreatite e colecistite