saccarosio

Sucrose C12H22O11, o zucchero di barbabietola, zucchero di canna, nella vita di tutti i giorni solo lo zucchero è un disaccaride dal gruppo degli oligosaccaridi, costituito da due monosaccaridi: α-glucosio e β-fruttosio.

Il saccarosio è un disaccaride che è molto comune in natura, si trova in molti frutti, frutti e bacche. Il contenuto di saccarosio è particolarmente elevato nella barbabietola da zucchero e nella canna da zucchero, utilizzati per la produzione industriale di zucchero commestibile.

Il saccarosio ha un'alta solubilità. Dal punto di vista chimico, il saccarosio è piuttosto inerte, poiché quando si sposta da un luogo a un altro non viene quasi coinvolto nel metabolismo. A volte il saccarosio viene conservato come nutriente di riserva.

Il saccarosio, che penetra nell'intestino, viene rapidamente idrolizzato dall'alfa-glucosidasi dell'intestino tenue a glucosio e fruttosio, che vengono quindi assorbiti nel sangue. Gli inibitori dell'alfa-glucosidasi, come l'acarbosio, inibiscono la rottura e l'assorbimento del saccarosio, così come altri carboidrati idrolizzati dall'alfa-glucosidasi, in particolare l'amido. È usato nel trattamento del diabete di tipo 2 [1].

Sinonimi: α-D-glucopiranosil-β-D-fructofuranoside, zucchero di barbabietola, zucchero di canna

Il contenuto

aspetto

Cristalli monoclinici incolori. Quando il saccarosio fuso si solidifica, si forma una massa trasparente amorfa: il caramello.

Proprietà chimiche e fisiche

Peso molecolare 342,3 a. e. m. Formula lorda (sistema Hill): C12H22O11. Il gusto è dolce Solubilità (in grammi per 100 grammi di solvente): in acqua 179 (0 ° C) e 487 (100 ° C), in etanolo 0,9 (20 ° C). Leggermente solubile in metanolo. Non solubile in dietil etere. La densità è 1.5879 g / cm 3 (15 ° C). Rotazione specifica per la linea D del sodio: 66,53 (acqua, 35 g / 100 g, 20 ° C). Una volta raffreddato con aria liquida, dopo l'illuminazione con luce intensa, i fosfori dei cristalli di saccarosio. Non mostra le proprietà di ripristino - non reagisce con il reagente di Tollens e il reagente di Fehling. Non forma una forma aperta, quindi, non esibisce le proprietà di aldeidi e chetoni. La presenza di gruppi ossidrile nella molecola di saccarosio è facilmente confermata dalla reazione con idrossidi metallici. Se la soluzione di saccarosio viene aggiunta all'idrossido di rame (II), si forma una soluzione blu brillante di saccarosio di rame. Non vi è alcun gruppo aldeidico in saccarosio: quando riscaldato con una soluzione di ammoniaca di ossido di argento (I), non dà uno "specchio d'argento", quando riscaldato con idrossido di rame (II), non forma ossido rosso di rame (I). Dal numero di isomeri di saccarosio, con una formula molecolare12H22oh11, può essere distinto maltosio e lattosio.

Reazione di saccarosio con acqua

Se si fa bollire la soluzione di saccarosio con poche gocce di acido cloridrico o solforico e si neutralizza l'acido con alcali, e quindi si riscalda la soluzione, appaiono molecole con gruppi aldeidici che riducono l'idrossido di rame (II) all'ossido di rame (I). Questa reazione mostra che il saccarosio sotto l'azione catalitica dell'acido subisce l'idrolisi, a seguito del quale si formano glucosio e fruttosio:

Reazione con idrossido di rame (II)

Nella molecola di saccarosio ci sono diversi gruppi idrossile. Pertanto, il composto interagisce con l'idrossido di rame (II) allo stesso modo del glicerolo e del glucosio. Quando si aggiunge la soluzione di saccarosio al precipitato di idrossido di rame (II), si dissolve; il liquido diventa blu. Tuttavia, a differenza del glucosio, il saccarosio non riduce l'idrossido di rame (II) in ossido di rame (I).

Fonti naturali e antropogeniche

Contenuto in canna da zucchero, barbabietola da zucchero (fino al 28% di sostanza secca), succhi vegetali e frutta (ad esempio, betulla, acero, melone e carota). La fonte della produzione di saccarosio - dalla barbabietola o dalla canna, è determinata dal rapporto tra isotopi di carbonio stabile 12 C e 13 C. La barbabietola da zucchero ha un meccanismo C3 per l'assimilazione del biossido di carbonio (attraverso l'acido fosfoglicerico) e preferibilmente assorbe l'isotopo 12 C; la canna da zucchero ha un meccanismo C4 per l'assorbimento del biossido di carbonio (attraverso l'acido ossalacetico) e preferibilmente assorbe l'isotopo 13 C.

Produzione mondiale nel 1990 - 110 milioni di tonnellate.

galleria

Immagine statica 3D
molecole di saccarosio.

Cristalli marroni
zucchero di canna

note

  1. ↑ Akarabose: istruzioni per l'uso.
  • Trova e organizza sotto forma di link a fonti attendibili che confermano scritte.

Wikimedia Foundation. 2010.

Scopri cosa c'è in Sucrose nei dizionari:

Saccarosio - nome chimico zucchero di canna. Dizionario di parole straniere incluso nella lingua russa. Chudinov, AN, 1910. Sucrose chem. il nome dello zucchero di canna. Dizionario di parole straniere incluso nella lingua russa. Pavlenkov F., 1907... Dizionario di parole straniere della lingua russa

saccarosio - zucchero di canna, zucchero di barbabietola Dizionario di sinonimi russi. saccarosio n., numero di sinonimi: 3 • maltobiosi (2) •... Dizionario di sinonimi

saccarosio - s, w. saccarosio f. Zucchero contenuto nelle piante (canna, barbabietola). USH. 1940. Prou ​​nel 1806 ha stabilito l'esistenza di diversi tipi di zuccheri. Ha distinto lo zucchero di canna (saccarosio) dall'uva (glucosio) e dalla frutta...... Il dizionario storico dei gallicismi della lingua russa

SAXAROSE - (zucchero di canna), un disaccaride, che, dopo idrolisi, dà d glucosio e d fruttosio [a 1 (1,5) glucoside in 2 (2,6) fruttoside]; i resti di monosaccaridi sono collegati in esso da un legame di-glicosidico (vedi Disaccaridi), in conseguenza del quale non possiede...... Grande Enciclopedia Medica

Saccaridosi - (zucchero di canna o di barbabietola), un disaccaride formato da residui di glucosio e fruttosio. Un'importante forma di trasporto di carboidrati nelle piante (specialmente un sacco di saccarosio nella canna da zucchero, nelle barbabietole da zucchero e in altre piante di zucchero)...... Modern encyclopedia

SAChAROSA è un disaccaride (zucchero di canna o barbabietola) formato da residui di glucosio e fruttosio. Un'importante forma di trasporto di carboidrati nelle piante (specialmente un sacco di saccarosio nella canna da zucchero, barbabietole da zucchero e altre piante di zucchero); facile...... Grande dizionario enciclopedico

Saccarosio - (C12H22O11), normale ZUCCHERO cristallino bianco, DISACHARID, costituito da una catena di molecole di glucosio e FRUTTOSI. Si trova in molte piante, ma principalmente la canna da zucchero e la barbabietola da zucchero vengono utilizzate per la produzione industriale...... Dizionario enciclopedico scientifico e tecnico

Saccarosio - Saccarosio, saccarosio, femmina. (Chem.). Zucchero contenuto nelle piante (canna, barbabietola). Dizionario esplicativo Ushakov. DN Ushakov. 1935 1940... Dizionario esplicativo di Ushakov

Saccharosi - Saccharosis, s, fem. (Spec.). Zucchero di canna o di barbabietola formato da residui di glucosio e fruttosio. | adj. saccarosio, oh, oh. Dizionario Ozhegova. SI Ozhegov, N. Yu. Shvedova. 1949 1992... Ozhegov Dictionary

Saccarosio: zucchero di canna, zucchero di barbabietola, disaccaride, costituito da residui di glucosio e fruttosio. Naib, una forma di trasporto facilmente digeribile ed essenziale di carboidrati nelle piante; sotto forma di C. carboidrati formati durante la fotosintesi saranno mescolati dalla foglia in...... Dizionario enciclopedico biologico

saccarosio - ZUCCHERO CODIFICATO, zucchero di barbabietola; Zucchero - disaccaride costituito da residui di glucosio e fruttosio; uno degli zuccheri più comuni di origine vegetale in natura. La principale fonte di carbonio in molti ballo di fine anno. mikrobiol. processi...... Dizionario di Microbiologia

Zucchero dal punto di vista di un chimico: massa molare e formula

Contenuto dell'articolo

  • Zucchero dal punto di vista di un chimico: massa molare e formula
  • Quali sono le proprietà chimiche dello zucchero
  • Come trovare il volume molare

Esistono diversi tipi di zucchero. Il tipo più semplice è i monosaccaridi, che comprendono glucosio, fruttosio e galattosio. Lo zucchero da tavola o lo zucchero semolato, comunemente usato negli alimenti, è il disaccaride saccarosio. Altri disaccaridi sono maltosio e lattosio.

Tipi di zucchero con lunghe catene di molecole sono chiamati oligosaccaridi.

La maggior parte dei composti di questo tipo sono espressi attraverso la formula CnH2nOn. (n è un numero che può variare da 3 a 7). La formula del glucosio è C6H12O6.

Alcuni monosaccaridi possono formare legami con altri monosaccaridi, formando disaccaridi (saccarosio) e polisaccaridi (amido). Quando lo zucchero è usato per il cibo, gli enzimi abbattono questi legami e lo zucchero viene digerito. Dopo la digestione e l'assorbimento da parte del sangue e dei tessuti, i monosaccaridi vengono convertiti in glucosio, fruttosio e galattosio.

I monosaccaridi pentosi ed esosi formano una struttura ad anello.

Monosaccaridi di base

I principali monosaccaridi comprendono glucosio, fruttosio e galattosio. Hanno cinque gruppi idrossile (-OH) e un gruppo carbonile (C = 0).

Glucosio, destrosio o zucchero d'uva si trovano nei succhi di frutta e verdura. È il prodotto principale della fotosintesi. Il glucosio può essere ottenuto dall'amido mediante l'aggiunta di enzimi o in presenza di acidi.

Il fruttosio o lo zucchero della frutta sono presenti nei frutti, in alcune verdure a radice, nello zucchero di canna e nel miele. Questo è lo zucchero più dolce. Il fruttosio è un componente di zucchero da tavola o saccarosio.

Il galattosio non si trova nella sua forma pura. Ma fa parte del lattosio disaccaride glucosio o zucchero del latte. È meno dolce del glucosio. Il galattosio fa parte degli antigeni sulla superficie dei vasi sanguigni.

disaccaridi

Il saccarosio, il maltosio e il lattosio sono disaccaridi.

La formula chimica dei disaccaridi è C12H22O11. Sono formati combinando due molecole di monosaccaridi con l'eccezione di una molecola d'acqua.

Il saccarosio si trova in natura nei gambi dello zucchero di canna e nelle radici della barbabietola da zucchero, in alcune piante, nelle carote. Una molecola di saccarosio è un composto di molecole di fruttosio e glucosio. La sua massa molare è 342,3.

Il maltosio si forma durante le piantine di alcune piante, come l'orzo. La molecola di maltosio è formata dalla combinazione di due molecole di glucosio. Questo zucchero è meno dolce del glucosio, del saccarosio e del fruttosio.

Il lattosio si trova nel latte. La sua molecola è un composto di galattosio e molecole di glucosio.

Come trovare la massa molare di una molecola di zucchero

Per contare la massa molare di una molecola, è necessario aggiungere le masse atomiche di tutti gli atomi nella molecola.

Massa molare C12H22O11 = 12 (massa C) + 22 (massa H) + 11 (massa O) = 12 (12.01) + 22 (1.008) + 11 (16) = 342.30

Convertitore di unità

1. lattosio 2. maltosio 3. saccarosio: composizione e massa molare

Massa molare C12H22O11, 1. lattosio 2. maltosio 3. saccarosio 342.29648 g / mol

Frazioni di massa di elementi in un composto

Usando il calcolatore di massa molare

  • Le formule chimiche devono essere case sensitive
  • Gli indici sono inseriti come numeri normali.
  • Il punto sulla linea di mezzo (segno di moltiplicazione), utilizzato, ad esempio, nelle formule di idrati cristallini, viene sostituito dal solito punto.
  • Esempio: invece di CuSO₄ · 5H₂O nel convertitore, per comodità di input, viene utilizzato lo spelling CuSO4.5H2O.

Densità di carica lineare

Calcolatrice di massa molare

Tutte le sostanze sono composte da atomi e molecole. In chimica, è importante misurare accuratamente la massa di sostanze che reagiscono e si traducono in essa. Per definizione, una talpa è la quantità di una sostanza che contiene tanti elementi strutturali (atomi, molecole, ioni, elettroni e altre particelle o loro gruppi) come 12 atomi di isotopo di carbonio con una massa atomica relativa di 12. Questo numero è chiamato costante o numero Avogadro ed è uguale a 6.02214129 (27) × 10²³ mol⁻¹.

Numero Avogadro Nla = 6.02214129 (27) × 10²³ mol⁻¹

In altre parole, una talpa è una quantità di una sostanza uguale in massa alla somma delle masse atomiche di atomi e molecole di una sostanza moltiplicata per il numero di Avogadro. L'unità della quantità di una sostanza mol è una delle sette unità di base del sistema SI ed è indicata dalla talpa. Poiché il nome dell'unità e il suo simbolo coincidono, è necessario notare che il simbolo non si inclina, in contrasto con il nome dell'unità, che può essere inclinato secondo le consuete regole della lingua russa. Per definizione, una mole di carbonio puro 12 è esattamente 12 g.

Massa molare

La massa molare è una proprietà fisica di una sostanza, definita come il rapporto tra la massa di questa sostanza e la quantità di sostanza in moli. In altre parole, è la massa di una talpa di sostanza. Nel sistema SI, l'unità di massa molare è chilogrammo / mol (kg / mol). Tuttavia, i chimici sono abituati a utilizzare un'unità più conveniente g / mol.

massa molare = g / mol

Massa molare di elementi e composti

I composti sono sostanze costituite da diversi atomi chimicamente legati l'uno all'altro. Ad esempio, le seguenti sostanze che possono essere trovate nella cucina di qualsiasi hostess sono composti chimici:

  • sale (cloruro di sodio) NaCl
  • zucchero (saccarosio) C₁₂H₂₂O₁₁
  • aceto (soluzione di acido acetico) CH₃COOH

La massa molare degli elementi chimici in grammi per mole coincide numericamente con la massa degli atomi dell'elemento, espressa in unità di massa atomica (o dalton). La massa molare dei composti è uguale alla somma delle masse molari degli elementi che compongono il composto, tenendo conto del numero di atomi nel composto. Ad esempio, la massa molare di acqua (H₂O) è approssimativamente 2 × 2 + 16 = 18 g / mol.

Peso molecolare

La massa molecolare (il vecchio nome è peso molecolare) è la massa di una molecola, calcolata come la somma delle masse di ciascun atomo nella molecola moltiplicata per il numero di atomi in quella molecola. La massa molecolare è una grandezza fisica adimensionale, numericamente uguale alla massa molare. Cioè, il peso molecolare differisce dalla massa molare nella dimensione. Sebbene il peso molecolare sia una quantità senza dimensione, ha ancora una quantità chiamata unità di massa atomica (amu) o dalton (Sì), e approssimativamente uguale alla massa di un singolo protone o neutrone. Anche l'unità di massa atomica è numericamente uguale a 1 g / mol.

Calcolo della massa molare

La massa molare è calcolata come segue:

  • determinare le masse atomiche degli elementi sulla tavola periodica;
  • determinare il numero di atomi di ciascun elemento nella formula del composto;
  • determinare la massa molare aggiungendo le masse atomiche degli elementi inclusi nel composto moltiplicati per il loro numero.

Ad esempio, calcolare la massa molare dell'acido acetico

  • due atomi di carbonio
  • quattro atomi di idrogeno
  • due atomi di ossigeno
  • carbonio C = 2 × 12.0107 g / mol = 24.0214 g / mol
  • idrogeno H = 4 × 1,00794 g / mol = 4,03176 g / mol
  • ossigeno O = 2 × 15.9994 g / mol = 31.9988 g / mol
  • massa molare = 24.0214 + 4.03176 + 31.9988 = 60.05196 g / mol

La nostra calcolatrice esegue esattamente questo calcolo. Puoi inserire la formula dell'acido acetico e verificare cosa succede.

Potresti essere interessato ad altri convertitori del gruppo "Altri convertitori":

Hai difficoltà a convertire unità di misura da una lingua all'altra? I colleghi sono pronti ad aiutarti. Pubblica la tua domanda a TCTerms e in pochi minuti riceverai una risposta.

Altri convertitori

Calcolo della massa molare

La massa molare è una proprietà fisica di una sostanza, definita come il rapporto tra la massa di questa sostanza e la quantità di una sostanza in moli, cioè è la massa di una mole di una sostanza.

La massa molare dei composti è uguale alla somma delle masse molari degli elementi che compongono il composto, tenendo conto del numero di atomi nel composto.

Utilizzo del convertitore di calcolo della massa molare

In queste pagine sono presenti convertitori di unità che consentono di convertire rapidamente e accuratamente i valori da un'unità all'altra, nonché da un sistema di unità a un'altra. I convertitori saranno utili per ingegneri, traduttori e tutti coloro che lavorano con diverse unità di misura.

Usa il convertitore per convertire diverse centinaia di unità in 76 categorie o diverse migliaia di coppie di unità, incluse unità metriche, britanniche e americane. È possibile convertire unità di lunghezza, area, volume, accelerazione, forza, massa, flusso, densità, volume specifico, potenza, pressione, tensione, temperatura, tempo, momento, velocità, viscosità, elettromagnetico e altri.
Nota. A causa della precisione della conversione limitata, sono possibili errori di arrotondamento. In questo convertitore, gli interi sono considerati accurati a 15 caratteri e il numero massimo di cifre dopo il punto decimale o il punto è 10.

Per rappresentare numeri molto grandi e molto piccoli, questa calcolatrice usa una notazione esponenziale del computer, che è una forma alternativa di una notazione esponenziale (scientifica) normalizzata, in cui i numeri sono scritti nella forma a · 10 x. Ad esempio: 1.103.000 = 1.103 · 10 6 = 1.103E + 6. Qui E (abbreviazione di esponente) significa "· 10 ^", cioè ". moltiplicare per dieci per grado. ". La notazione esponenziale computerizzata è ampiamente utilizzata nei calcoli scientifici, matematici e ingegneristici.

Stiamo lavorando per garantire l'accuratezza dei convertitori e calcolatori di TranslatorsCafe.com, tuttavia non possiamo garantire che non contengano errori e inesattezze. Tutte le informazioni sono fornite "come sono" senza garanzie di alcun tipo. Condizioni.

Se notate un'inesattezza nei calcoli o un errore nel testo, o avete bisogno di un altro convertitore per convertire da un'unità di misura ad un'altra, che non è sul nostro sito Web - scriveteci!

Massa di saccarosio molare

Massa di saccarosio molare

In condizioni normali si trovano cristalli incolori, solubili in acqua. La molecola di saccarosio è costituita da residui di α-glucosio e fructopiranosio, che sono interconnessi dal glicoside idrossile (figura 1).

Fig. 1. La formula strutturale del saccarosio.

Formula del saccarosio - C12H22O11. Come è noto, la massa molecolare della molecola è uguale alla somma delle masse atomiche relative degli atomi che compongono la molecola (i valori delle masse atomiche relative prelevate dalla tavola periodica di Mendeleev sono arrotondati ai numeri interi).

Mr (C12H22O11) = 12 × 12 + 22 × 1 + 11 × 16 = 144 + 22 + 176 = 342.

La massa molare (M) è la massa di 1 mole della sostanza. È facile dimostrare che i valori numerici della massa molare M e della massa molecolare relativa Mr uguale, tuttavia, la prima quantità ha la dimensione [M] = g / mol e la seconda dimensioneless:

Ciò significa che la massa molare del saccarosio è 342 g / mol.

Esempi di risoluzione dei problemi

Troviamo le masse molari di alluminio e ossigeno (i valori delle masse atomiche relative prelevate dalla tavola periodica di Mendeleev sono arrotondati ai numeri interi). È noto che M = Mr, significa (Al) = 27 g / mol, e M (O) = 16 g / mol.

Quindi, la quantità di sostanza di questi elementi è pari a:

n (Al) = m (Al) / M (Al);

n (Al) = 9/27 = 0,33 mol.

n (O) = 8/16 = 0, 5 mol.

Trova il rapporto molare:

n (Al): n (O) = 0,33: 0, 5 = 1: 1,5 = 2: 3.

vale a dire la formula per combinare alluminio con ossigeno è Al2O3. Questa è allumina.

Cerchiamo di trovare le masse molari di ferro e zolfo (i valori delle masse atomiche relative prelevate dalla tavola periodica di Mendeleev sono arrotondati ai numeri interi). È noto che M = Mr, significa (S) = 32 g / mol, e M (Fe) = 56 g / mol.

Quindi, la quantità di sostanza di questi elementi è pari a:

n (s) = 4/32 = 0,125 mol.

n (Fe) = m (Fe) / M (Fe);

n (Fe) = 7/56 = 0,125 mol.

Trova il rapporto molare:

n (Fe): n (S) = 0.125: 0.125 = 1: 1,

vale a dire la formula per la combinazione del rame con l'ossigeno è FeS. Questo è il solfuro di ferro (II).

Chimica: la massa molare di zucchero e la sua formula?

Attrezzature e reagenti. Misurino graduato da 100 ml, pallone conico, bilancia con pesi, asta di vetro con punta in gomma, calcolatrice; zucchero (pezzi), acqua distillata.

L'ordine del lavoro Osservazioni. risultati
Misurare con un cilindro graduato 50 ml di acqua distillata e versarlo in una beuta da 100 ml. Pesare due pezzi di zucchero su una scala da laboratorio, quindi metterli in una fiaschetta con acqua e mescolare con una bacchetta di vetro fino a completa dissoluzione.

Calcola la frazione di massa di zucchero nella soluzione. I dati necessari che hai: la massa di zucchero, il volume d'acqua. La densità dell'acqua dovrebbe essere pari a 1 g / ml. Formule per il calcolo:
(sakh.) = m (sakh.) / m (p-ra),

m (p-ra) = m (sam.) + m (H2O),

La massa molare M di una sostanza è uguale alla somma delle masse atomiche degli elementi nella formula e la dimensione [M] è g / mol. Calcola la massa molare dello zucchero, se è noto che il saccarosio ha la formula C 12 H 22 O 11
Numero di Avogadro
NA = 6,02 • 1023 molecole / mol. Calcolare il numero di molecole di zucchero nella soluzione risultante.
(sakh.) = m (sakh.) / M (sakh.),

Massa molare di saccarosio

Un esempio dei più comuni disaccaridi in natura (oligosaccaridi) è il saccarosio (barbabietola o zucchero di canna).

Il ruolo biologico del saccarosio

Il più grande valore nella nutrizione umana è il saccarosio, che in una quantità significativa entra nel corpo con il cibo. Come il glucosio e il fruttosio, il saccarosio dopo la digestione nell'intestino viene rapidamente assorbito dal tratto gastrointestinale nel sangue ed è facilmente utilizzato come fonte di energia.

La più importante fonte di saccarosio è lo zucchero.

Struttura del saccarosio

Formula molecolare del saccarosio C12H22oh11.

Il saccarosio ha una struttura più complessa del glucosio. Una molecola di saccarosio consiste di residui di glucosio e fruttosio nella loro forma ciclica. Sono collegati l'uno all'altro a causa dell'interazione del legame ossiacilico emiacetale (1 → 2) -glucoside, cioè non esiste ossidrile emiacetale (glicosidico) libero:

Proprietà fisiche del saccarosio e della natura

Il saccarosio (zucchero normale) è una sostanza cristallina bianca, più dolce del glucosio, ben solubile in acqua.

Il punto di fusione del saccarosio è 160 ° C. Quando il saccarosio fuso si solidifica, si forma una massa trasparente amorfa: il caramello.

Il saccarosio è un disaccaride che è molto comune in natura, si trova in molti frutti, frutti e bacche. Soprattutto un sacco di esso è contenuto nella barbabietola da zucchero (16-21%) e nella canna da zucchero (fino al 20%), che vengono utilizzati per la produzione industriale di zucchero commestibile.

Il contenuto di zucchero nello zucchero è del 99,5%. Lo zucchero è spesso chiamato "portatore di calorie vuote", poiché lo zucchero è un carboidrato puro e non contiene altri nutrienti, come ad esempio vitamine e sali minerali.

Proprietà chimiche

Per reazioni caratteristiche saccarosio di gruppi ossidrile.

1. Reazione qualitativa con idrossido di rame (II)

La presenza di gruppi ossidrile nella molecola di saccarosio è facilmente confermata dalla reazione con idrossidi metallici.

Video test "Prova della presenza di gruppi ossidrile in saccarosio"

Se la soluzione di saccarosio viene aggiunta all'idrossido di rame (II), si forma una soluzione blu brillante di saharat di rame (reazione qualitativa degli alcoli poliatomici):

2. La reazione di ossidazione

Ridurre i disaccaridi

Disaccaridi, in molecole di cui è conservato l'idrossile emiacetale (glicosidico) (maltosio, lattosio), in soluzioni sono parzialmente convertiti da forme cicliche per aprire forme di aldeide e reagire, caratteristiche delle aldeidi: reagire con l'ossido d'argento ammoniacale e ripristinare l'idrossido di rame (II) all'ossido di rame (I). Tali disaccaridi sono chiamati riducenti (riducono il Cu (OH)2 e Ag2O).

Silver Mirror Reaction

Disaccaride non riducente

I disaccaridi, in molecole di cui non esiste idrossile (saccarosio) emiacetale (glicosidico) e che non possono trasformarsi in forme carboniliche aperte, sono chiamati non riducenti (non ridurre Cu (OH)2 e Ag2O).

Il saccarosio, a differenza del glucosio, non è un'aldeide. Il saccarosio, quando è in soluzione, non reagisce allo "specchio d'argento" e se riscaldato con idrossido di rame (II) non forma ossido rosso di rame (I), poiché non può trasformarsi in una forma aperta contenente un gruppo aldeidico.

Test video "L'assenza della capacità riducente del saccarosio"

3. Reazione di idrolisi

I disaccaridi sono caratterizzati dalla reazione di idrolisi (in mezzo acido o sotto l'azione degli enzimi), a seguito della quale si formano i monosaccaridi.

Il saccarosio è in grado di subire l'idrolisi (quando riscaldato in presenza di ioni idrogeno). Allo stesso tempo, una molecola di glucosio e una molecola di fruttosio sono formate da una singola molecola di saccarosio:

Esperimento video "Idrolisi acida del saccarosio"

Durante l'idrolisi, il maltosio e il lattosio sono suddivisi nei loro monosaccaridi costituenti a causa della rottura dei legami tra loro (legami glicosidici):

Pertanto, la reazione di idrolisi dei disaccaridi è il processo inverso della loro formazione dai monosaccaridi.

Negli organismi viventi, l'idrolisi del disaccaride si verifica con la partecipazione di enzimi.

Produzione di saccarosio

La barbabietola o la canna da zucchero vengono trasformate in trucioli fini e poste in diffusori (enormi caldaie), in cui l'acqua calda lava via il saccarosio (zucchero).

Insieme al saccarosio, anche altri componenti vengono trasferiti alla soluzione acquosa (vari acidi organici, proteine, coloranti, ecc.). Per separare questi prodotti dal saccarosio, la soluzione viene trattata con latte di calce (idrossido di calcio). Come risultato di ciò, si formano sali scarsamente solubili, che precipitano. Il saccarosio forma saccarosio di calcio solubile C con idrossido di calcio12H22oh11· CaO · 2H2O.

L'ossido di monossido di carbonio (IV) viene fatto passare attraverso la soluzione per decomporre il saharath di calcio e neutralizzare l'idrossido di calcio in eccesso.

Il carbonato di calcio precipitato viene filtrato via e la soluzione viene evaporata in un apparato sotto vuoto. Come la formazione di cristalli di zucchero è separata usando una centrifuga. La soluzione rimanente - melassa - contiene fino al 50% di saccarosio. È usato per produrre acido citrico.

Il saccarosio selezionato viene purificato e decolorato. Per fare questo, si scioglie in acqua e la soluzione risultante viene filtrata attraverso carbone attivo. Quindi la soluzione viene nuovamente evaporata e cristallizzata.

Applicazione del saccarosio

Il saccarosio viene utilizzato principalmente come prodotto alimentare indipendente (zucchero), nonché nella produzione di dolciumi, bevande alcoliche, salse. È usato in alte concentrazioni come conservante. Per idrolisi si ottiene da esso il miele artificiale.

Il saccarosio è usato nell'industria chimica. Da essa si ricavano fermentazione, etanolo, butanolo, glicerina, levulinato e acido citrico e destrano.

In medicina, il saccarosio viene utilizzato nella produzione di polveri, miscele, sciroppi, anche per i neonati (per conferire un sapore dolce o la conservazione).

saccarosio

Saccarosio, saccarosio (dal greco Σάκχαρον - zucchero), barbabietola e zucchero di canna, α-D-glucopiranosil-β-D-fructofuranoside, C 12 H 22 circa 11 - importante disaccaride. Il nome della famiglia è lo zucchero. Cristalli bianchi, dal sapore dolce, ben solubili in acqua, scarsamente in alcoli.

La molecola di saccarosio è costituita da residui di glucosio e fruttosio. Sottoposto all'idrolisi sotto l'azione degli acidi e degli enzimi sucrasi. Come risultato dell'idrolisi, si decompone con la formazione di una molecola di glucosio e una molecola di fruttosio.

È molto comune in natura: è sintetizzato nelle cellule di tutte le piante verdi e si accumula in steli, radici, frutti. Viene estratto dalla barbabietola da zucchero (contiene fino al 28% di saccarosio) o dalla canna da zucchero; contenuto nella linfa di betulla, acero e alcuni frutti.

Il saccarosio è un prezioso prodotto alimentare.

Viene anche utilizzato nell'industria alimentare e microbiologica per la produzione di alcoli, acidi citrici e lattici e tensioattivi. Per fermentazione del saccarosio viene prodotta una quantità significativa di alcool etilico.

Proprietà chimiche e fisiche

Peso molecolare 342,3 a. e. m Formula lorda (sistema Hill): C12H22O11. Il gusto è dolce Solubilità (grammi per 100 grammi): in acqua 179 (0 ° C) e 487 (100 ° C), in etanolo 0,9 (20 ° C). Pochi solubili in metanolo. Non solubile in dietil etere. La densità di 1,5589 g / cm 3 (15 ° C). Rotazione specifica per la linea D del sodio: 66,53 (acqua, 35 g / 100 g, 20 ° C). Una volta raffreddato con aria liquida, dopo l'illuminazione con luce intensa, il cristallo di saccarosio è fosforescente. Non mostra proprietà riducenti - non reagisce con il reagente al tollense e al reagente di abbattimento. Non forma una forma aperta, quindi, non esibisce le proprietà di aldeidi e chetoni. La presenza di gruppi ossidrile nella molecola di saccarosio è facilmente confermata dalla reazione con idrossidi metallici. Se la soluzione di saccarosio viene rabboccata con idrossido di rame (II), si forma una soluzione blu brillante di rame succoso. Non vi è alcun gruppo aldeidico in saccarosio: quando riscaldato con una soluzione di ammoniaca di ossido d'argento (I), non dà uno "specchio d'argento", quando riscaldato con idrossido di rame (II), non forma ossido rosso di rame (I). Il maltosio e il lattosio possono essere distinti dal numero di isomeri di saccarosio aventi la formula molecolare C12H22O11.

Reazione di saccarosio con acqua

Se si fa bollire la soluzione di saccarosio con poche gocce di acido cloridrico o solforico e si neutralizza l'acido con alcali, e quindi si scalda la soluzione, appaiono molecole con gruppi aldeidici e l'idrossido di rame (II) viene ridotto a ossido di rame (I). Questa reazione mostra che il saccarosio sotto l'azione catalitica dell'acido subisce l'idrolisi, a seguito del quale si formano glucosio e fruttosio: C12H22O11 + H2O → C6H12O6 + C6H12O6.

Reazione con idrossido di rame

Esistono diversi gruppi idrossile nella molecola del saccarosio. Pertanto, il composto interagisce con l'idrossido di rame (II) in modo simile a glicerolo e glucosio. Quando la soluzione di saccarosio viene aggiunta al precipitato con idrossido di rame (II), si dissolve; il liquido diventa blu. Tuttavia, a differenza del glucosio, il saccarosio non riduce l'idrossido di rame (II) in ossido di rame (I).

Cos'è il saccarosio: proprietà e regole d'uso

Il saccarosio è un composto organico. Le principali fonti di saccarosio sono il gruppo che trasporta la clorofilla, la canna da zucchero, la barbabietola rossa e il mais. Secondo molti scienziati, il saccarosio è contenuto in quasi tutte le piante e svolge un ruolo estremamente importante nella vita di ogni persona.

Il saccarosio appartiene alla categoria dei disaccaridi. Sotto l'influenza di enzimi o acidi, si scompone in fruttosio e glucosio, che fa parte della maggior parte dei polisaccaridi. La fonte principale e più comune di una sostanza come il saccarosio è direttamente lo zucchero, che viene venduto in quasi tutti i negozi.

Le principali proprietà del saccarosio

Il saccarosio è una massa cristallina senza colore, che si scioglie facilmente nell'acqua.

Affinché il saccarosio inizi a sciogliersi devi avere una temperatura di almeno 160 gradi.

Non appena il saccarosio fuso si solidifica, forma una massa trasparente o, in altre parole, caramello.

Le principali proprietà fisiche e chimiche del saccarosio:

  1. È il tipo principale di disaccaride.
  2. Non rilevante per le aldeidi.
  3. Durante il riscaldamento, non vi è alcun effetto "specchio" e non si forma ossido di rame.
  4. Se si fa bollire la soluzione di saccarosio con poche gocce di acido cloridrico o acido solforico, quindi neutralizzarlo con alcali e scaldare la soluzione, appare un precipitato rosso.

Un modo per utilizzare il saccarosio è quello di riscaldarlo in combinazione con acqua e un mezzo acido. In presenza dell'enzima invertasi o come variante di acidi forti, si osserva l'idrolisi del composto. Il risultato è la produzione di zucchero inerte. Questo zucchero inerte viene utilizzato in combinazione con molti prodotti alimentari, la produzione di miele artificiale, al fine di evitare la cristallizzazione dei carboidrati, la creazione di melassa caramellata e alcoli poliidrici.

L'effetto del saccarosio sul corpo

Nonostante il fatto che il saccarosio puro non sia assorbito, va detto che è una fonte di riserve energetiche di alta qualità per il corpo.

Con la mancanza di questo elemento, è assicurato il normale funzionamento efficace degli organi umani.

Ad esempio, il saccarosio migliora significativamente le funzioni protettive del fegato, l'attività cerebrale e assicura anche la crescita delle proprietà protettive del corpo dalla penetrazione di sostanze tossiche.

Le cellule nervose, così come alcune parti dei muscoli, ricevono anche una parte dei nutrienti dal saccarosio.

Se c'è una carenza di saccarosio, il corpo umano presenta i seguenti svantaggi:

  • decadenza della vitalità e mancanza di energia sufficiente;
  • la presenza di apatia e irritabilità;
  • stato depresso.

Inoltre, possono verificarsi capogiri, perdita di capelli e esaurimento nervoso.

Eccesso di saccarosio, così come la sua mancanza, può portare a gravi conseguenze, vale a dire:

  1. la comparsa del diabete di tipo 2;
  2. la comparsa di prurito nella zona genitale;
  3. l'insorgenza della malattia da candidosi;
  4. processi infiammatori nella cavità orale, tra cui la malattia parodontale e la carie;

Inoltre, un eccesso di saccarosio nel corpo porta ad un eccesso di peso.

Saccarosio e il suo danno

Oltre alle qualità positive, in alcuni casi l'uso del saccarosio ha un effetto negativo sul corpo.

Quando il saccarosio si divide in glucosio e saccarosio, si osserva la formazione di radicali liberi.

Di regola, bloccano l'azione degli anticorpi diretti alla protezione.

Pertanto, il corpo diventa vulnerabile a fattori esterni.

L'effetto negativo del saccarosio sul corpo è osservato in:

  • Violazione del metabolismo minerale.
  • Violazione del funzionamento dell'apparato insulare del pancreas, causando l'insorgenza di tali patologie come diabete, prediabete e sindrome metabolica).Riducendo l'attività della funzionalità enzimatica.
  • Riducendo il numero di sostanze utili come rame, cromo e varie vitamine del gruppo di categoria B. In tal modo aumenta il rischio di seguenti malattie: sclerosi, trombosi, infarto e malfunzionamento del sistema circolatorio.
  • Violazione dell'assimilazione di vari nutrienti nel corpo.
  • Aumentare il livello di acidità nel corpo.
  • Aumento del rischio di malattie legate all'ulcera.
  • Aumento del rischio di obesità e diabete.
  • La comparsa di sonnolenza e aumento della pressione sistolica.
  • In alcuni casi, vengono scatenate reazioni allergiche.
  • Violazione delle proteine ​​e, in alcuni casi, delle strutture genetiche.
  • La comparsa di tossicità durante la gravidanza.

Inoltre, l'effetto negativo del saccarosio si manifesta nel deterioramento della pelle, dei capelli e delle unghie.

Confronto di saccarosio e zucchero

Se parliamo della differenza tra questi due prodotti, va detto che se lo zucchero è un prodotto ottenuto nel processo di uso industriale del saccarosio, il saccarosio stesso è direttamente un puro prodotto di origine naturale. In molti casi, questi termini sono considerati sinonimi.

Teoricamente, il saccarosio può essere usato come sostituto dello zucchero. Ma va ricordato che l'assimilazione del saccarosio direttamente è un processo più lungo e più complesso. Pertanto, si può concludere che il saccarosio non è un sostituente saccarosio.

La dipendenza da zucchero è un problema serio per molte persone. A questo proposito, gli scienziati hanno fornito la presenza di vari equivalenti che sono relativamente sicuri per il corpo. Ad esempio, esiste un farmaco come Fitpard, considerato uno dei più efficaci e sicuri nel suo uso di farmaci usati come dolcificante.

I principali vantaggi dell'utilizzo di questo particolare farmaco sono l'assenza di retrogusto amaro, la presenza di dolcezza, che è la stessa rispetto allo zucchero, così come l'aspetto corrispondente. Il principale vantaggio dell'uso di questo farmaco è la presenza di una miscela di edulcoranti appropriati che sono di origine naturale. Un ulteriore vantaggio è la conservazione delle proprietà naturali che non vengono perse anche in caso di trattamento termico.

Come si può vedere dalla definizione di saccarosio - una sostanza che, rispetto ai monosaccaridi, ha due componenti principali.

L'acqua e la reazione a causa della sua combinazione con saccarosio non hanno un effetto particolarmente positivo sul corpo. Come medicina, questa combinazione non può essere utilizzata senza ambiguità e la principale differenza di saccarosio derivante dallo zucchero naturale è una maggiore concentrazione del primo.

Per ridurre il danno del saccarosio, è necessario:

  1. usare dolci naturali invece di zucchero bianco;
  2. eliminare grandi quantità di glucosio come cibo accettato;
  3. monitorare il contenuto dei prodotti utilizzati per la presenza di zucchero bianco e sciroppo d'amido;
  4. se necessario, utilizzare antiossidanti che neutralizzano l'effetto dei radicali liberi;
  5. tempestivamente mangia e bevi abbastanza acqua;

Inoltre, si raccomanda di praticare attivamente sport.

Informazioni sui sostituti dello zucchero più sicuri sono fornite nel video in questo articolo.

Sucrose (Enciclopedia)

Per la normale alimentazione di un uomo adulto che non è gravato da un sacco di lavoro fisico, è necessario prendere in un giorno la quantità di cibo, il valore di energia nutrizionale (contenuto calorico) di cui è circa 3000 kcal. Ciò corrisponde alla ricezione della seguente quantità di nutrienti di base (in forma pura): 100 g di proteine ​​(contenuto calorico di 1 g - 4,8 kcal o 20,1 kJ), 100 g di grassi (contenuto calorico di 9,3 kcal / g) e 400 g di carboidrati (contenuto calorico 4 kcal / g).

In termini di contenuto calorico, i carboidrati sono inferiori a proteine ​​e grassi, ma nella razione giornaliera di una persona, il contenuto calorico totale dei carboidrati è maggiore della metà e, in termini di volume di cibo, circa due terzi. I carboidrati sono la principale fonte di energia per il corpo umano.

Il principale carboidrato nella nutrizione umana - amido polisaccaridico insolubile in acqua (in grani, patate, ecc.) - per l'assimilazione nel corpo deve prima essere scomposto in monosaccaridi e trasferito in soluzione (questo è prodotto da enzimi di saliva e succo gastrico), ci vuole tempo. Il carboidrato solubile, il saccarosio disaccaride o lo zucchero normale si decompone in monosaccaridi (glucosio e fruttosio) e viene assorbito molto più rapidamente dell'amido, motivo per cui una persona sostituisce volentieri parte della sua amido con zucchero, che ha un sapore dolce, nella sua dieta. Per un rapido recupero di energia spesa (durante le escursioni, lo sport, un sacco di lavoro fisico, per i malati e il recupero) lo zucchero come nutriente è particolarmente prezioso a causa della sua velocità e facilità di assimilazione.

Grazie al prezioso cibo, il gusto e le proprietà fisiche del saccarosio (zucchero) sono diventati il ​​prodotto alimentare più importante di prima necessità.

La rapida digeribilità del saccarosio, tuttavia, non consente di utilizzarlo come unico carboidrato alimentare. L'amido relativamente lentamente digeribile fornisce uniformemente il sangue al glucosio. Il consumo di saccarosio in dosi significative sovraccarica il sangue con glucosio, che in questo caso inizia a essere trasformato in grassi, vale a dire inizia l'obesità corporea. Pertanto, si determina che solo fino al 20% della quantità richiesta di carboidrati può essere consumata sotto forma di zucchero. Pertanto, al giorno è consentito consumare circa 80 g di zucchero in tutte le sue forme (in genere, in pasticceria, in bevande, ecc.), Che è di circa 30 kg di zucchero all'anno.

Zucchero normale, che acquistiamo nel negozio, oltre il 99,7% è costituito da saccarosio.

Il saccarosio appartiene a una vasta classe di sostanze organiche naturali chiamate carboidrati (composti di atomi di carbonio e molecole d'acqua) con la formula generale: Cm(H2O)n

Sia gli zuccheri zuccherini (ad esempio glucosio e fruttosio) che gli oligosaccaridi (ad esempio saccarosio e raffinosio) e anche i polisaccaridi (ad esempio cellulosa e amido) appartengono a questa categoria più o meno dolce al gusto dello zucchero.

Il saccarosio (canna, zucchero di barbabietola) è un disaccaride con la formula empirica generale C12H22oh11, composto da due parti uguali di monosaccaridi: d-glucosio e d-fruttosio. Questi monosaccaridi sono collegati tra loro da gruppi glucoside: glucosio in a-configurazione e fruttosio in b-configurazione. In una molecola di saccarosio, il glucosio è sotto forma di piranosio (un anello di pyran) e il fruttosio è nella forma furanoside (un anello di furano). Pertanto, il saccarosio è un -d-glucopiranosil-b-d-fruttofuranoside.

Il peso molecolare del saccarosio è 342,296. La molecola di saccarosio contiene il 42,11% di carbonio, il 6,43% di idrogeno e il 51,46% di ossigeno.

Il saccarosio è una sostanza cristallina la cui struttura molecolare ha uno speciale reticolo regolare per questo.

Un normale cristallo di saccarosio cresciuto in una soluzione pura ha una forma complessa a più facce (15 o più faccette).

Esistono 15 tipi noti di cristalli di saccarosio, si osservano spesso cristalli gemelli, la forma dei cristalli dipende dalle condizioni del processo di cristallizzazione, dalle impurità nella soluzione iniziale e dal grado di sovrasaturazione di questa soluzione con saccarosio.

La densità dei cristalli di saccarosio senza inclusioni a 20 ° C è 1,5915 g / cm 3, e il volume specifico è 0,628 cm 3 / g.

I cristalli con una dimensione di 1,5-2,5 mm appartengono a una grande frazione, con una dimensione di 0,5-1,5 mm - alla frazione centrale, con una dimensione fino a 0,5 mm - a quella piccola.

1 g contiene approssimativamente la seguente quantità di cristalli di saccarosio:

I cristalli di saccarosio puro sono chiari e incolori. Quando schiacciati, i cristalli di saccarosio danno lampi molto luminosi di luminescenza cristallina. Il cristallo saccarosio è un isolante. L'espansione termica volumetrica del saccarosio è 0,00011% a 1 ° C.

Le soluzioni di saccarosio puro sono non conduttive e chimicamente neutre, vale a dire il loro pH = 7.

In soluzioni acquose di saccarosio sotto l'influenza di acidi, aggiungendo acqua, split (processo di inversione) nelle sue parti costituenti - glucosio e fruttosio.

Sotto l'azione di alcuni enzimi, lievito, muffe e batteri, anche il saccarosio si decompone in glucosio e fruttosio.

La solubilità del saccarosio in acqua pura è significativa e aumenta rapidamente con l'aumentare della temperatura. In alcool etilico e metilico, il saccarosio è praticamente insolubile.

Il saccarosio si scioglie a una temperatura di 186-188 ° C, si verifica così. "Caramellizzazione" del saccarosio o la formazione di complesse sostanze di gusto amaro di colore marrone.

Il saccarosio chimicamente puro per la ricerca scientifica viene preparato sciogliendo lo zucchero commerciale più raffinato in acqua distillata seguito da precipitazione con alcool etilico anidro e questo processo viene ripetuto più volte.

Come ridurre la glicemia - Trattamento del diabete a base di erbe

Strawana Panakota (ricetta classica)