Salute e stile di vita sano

I cambiamenti diffusi nel fegato possono essere primari - che sono sorti direttamente nel fegato e nel secondario - che sono di natura in entrata (per esempio, sullo sfondo dell'intossicazione o sullo sfondo dell'insufficienza circolatoria).

I principali cambiamenti diffusi nel fegato includono:
- processi infiammatori del fegato,
- cambiamenti di carattere di scambio (infiltrazione grassa),
- cambiamenti cirrotici.

Cambiamenti epatici diffusi di natura infiammatoria.

Processi infiammatori acuti.

Nell'ecografia del fegato, i sintomi dell'epatite acuta sono poco specifici: in tutti i processi infiammatori acuti in qualsiasi organo, la dimensione dell'organo risponde per prima. Aumenta di dimensioni. Segni ecografici di edema appaiono - una diminuzione di ecogenicità.

Processi infiammatori cronici del fegato (epatite cronica) I processi infiammatori cronici hanno determinati confini temporanei - compaiono non meno di 6 mesi dopo l'insorgenza della malattia. C'è una tendenza alla compattazione del corpo, che è caratterizzata da un aumento della densità dell'eco. La dimensione del fegato nei processi infiammatori cronici è normale o leggermente aumentata. Se un ecografo epatico rivela una levigatezza degli angoli del fegato, una tendenza a restringere il diametro interno delle vene epatiche, allora questi cambiamenti sono irreversibili.

Cambiamenti diffusi nel fegato come epatosi grassa.
L'insorgenza dell'epatosi grassa è tipica per le persone con disturbi metabolici (diabete), per le persone che usano spesso l'alcol, per le persone con obesità. L'essenza di questo processo è che il grasso comincia ad accumularsi nel fegato.

All'esame ecografico del fegato, l'epatosi grassa si manifesta con un aumento dell'eco-strettezza dell'organo, l'esaurimento del modello vascolare.

L'epatosi grassa o l'infiltrazione grassa è totale (quando i cambiamenti interessano l'intero organo), locale (aumento della densità dell'eco è osservato in un'area limitata o in uno dei lobi) e focale (una piccola area limitata nel fegato). Il più spesso ha rivelato l'infiltrazione grassa totale.

L'ecografia non consente di stabilire in modo affidabile la natura dei cambiamenti diffusi nel fegato, per distinguere il processo infiammatorio cronico da infiltrazione grassa. La tomografia computerizzata o la biopsia vengono utilizzate per differenziare questi processi. Pertanto, il più delle volte nella conclusione si trova semplicemente la frase "cambiamenti diffusi nel fegato", senza specificare la loro origine.

Cambiamenti fibrosi (cirrotici) nel fegato.

I cambiamenti cirrotici nel fegato sono caratterizzati dalla compattazione dell'organo, dalla sostituzione del tessuto epatico con il tessuto connettivo. I cambiamenti sono irreversibili.

Quando i cambiamenti fibrosi del fegato, l'organo inizia a cambiare le sue dimensioni nella direzione della riduzione, i contorni diventano irregolari, è persino possibile ritrarre il diaframma.

Il sistema delle vene portale sta cambiando: il suo diametro inizia ad aumentare. Anche la vena splenica e la milza stessa sono dilatate. Questi sono segni di ipertensione portale:

- espansione della vena porta,

- l'espansione della vena splenica,

Anche nella cavità addominale può avere fluido libero (ascite), la vena cava inferiore non collassa durante l'inalazione a causa del fatto che il fegato è molto spesso.

Cambiamenti secondari diffusi nel fegato.

I cambiamenti secondari diffusi nel fegato stanno arrivando.

I cambiamenti secondari diffusi nel fegato includono:

1. "Fegato congestizio" - questa sindrome è stata osservata in pazienti con insufficienza circolatoria scompensata, con insufficienza ventricolare destra. Allo stesso tempo, un ultrasuono rivela un aumento uniforme della dimensione del fegato, la vena cava inferiore aumenta di diametro (più di 24 mm), il diametro delle vene epatiche aumenta di conseguenza, il modello vascolare è visibile ai bordi del fegato, l'IVC non risponde bene all'ispirazione o non collassa affatto, ascite e idrotorace.

2. Cambiamenti secondari diffusi nel fegato contro l'intossicazione.

3. Sullo sfondo di farmaci a lungo termine.

4. Con infezioni fungine del fegato.

5. Con lesione tubercolare - lo sviluppo del tubercolo nel fegato.

6. Invasioni di vermi.

In tutte queste forme di cambiamenti diffusi nel fegato, i segni ecografici non sono molto specifici.

Segni ecografici di cambiamenti diffusi nelle strutture del fegato

I cambiamenti diffusi nel fegato non sono considerati una malattia separata, la loro presenza indica solo la proliferazione del parenchima dell'organo, caratteristica di molte condizioni patologiche. Le modifiche sono diverse, in tutti i casi viene utilizzato un esame dettagliato per confermare la diagnosi.

In termini di gravità, i cambiamenti diffusi nel parenchima epatico possono essere:

  1. Minore. Diagnosticato abbastanza spesso. Caratterizzato dalle prime fasi di un processo infiammatorio virale o batterico e condizioni patologiche causate dall'esposizione a fattori avversi.
  2. Pronunciate. Accompagnato da gonfiore e allargamento dell'organo. Caratteristica dell'epatite cronica, della cirrosi, del diabete, dell'obesità grave, dei tumori maligni primitivi e secondari.
  3. Moderato. Moderati cambiamenti diffusi si sviluppano sullo sfondo di intossicazione del corpo con farmaci, uso prolungato di bevande alcoliche e cibi grassi.

Dalla natura dei cambiamenti nella struttura del fegato ci sono:

  1. Cambiamenti diffusi nel tipo di steatosi. Caratterizzato dall'aspetto di inclusioni grasse sparse. L'accumulo di una grande quantità di grasso contribuisce alla distruzione di cellule epatiche sane con la conseguente formazione di cisti che modificano la struttura dell'organo. I cambiamenti focali diffusi nel fegato dal tipo di steatosi possono essere riscontrati sia negli anziani che nei bambini.
  2. Cambiamenti nel tipo di epatite. I tessuti di un fegato sano hanno una struttura omogenea, contengono vasi sanguigni e dotti biliari. L'epatosi è caratterizzata dall'accumulo di grasso in eccesso all'interno delle cellule di un organo. Gli epatociti sani vengono gradualmente distrutti.
  3. Infiltrazione grassa. Il fegato è attivamente coinvolto nel metabolismo dei nutrienti. I grassi alimentari sono suddivisi dall'azione degli enzimi nell'intestino. Nel fegato, le sostanze risultanti vengono convertite in colesterolo, trigliceridi e altri composti importanti per il corpo umano. Lo sviluppo di cambiamenti diffusi nel tipo di infiltrazione grassa porta all'accumulo nei tessuti di un gran numero di trigliceridi.

A seconda dei motivi che hanno contribuito al cambiamento nella struttura del corpo, potrebbe essere del seguente tipo:

  • gonfiore;
  • sclerotica;
  • ipertrofica;
  • distrofico.

I cambiamenti diffusi nei tessuti del fegato sono un sintomo di malattie come:

  1. Obesità e diabete Il fegato in questi casi aumenta di dimensioni, l'ecogenicità dei suoi tessuti aumenta più volte.
  2. Epatite cronica I cambiamenti diffusi sullo sfondo di un rapido aumento del corpo sono lievi.
  3. Cirrosi epatica. La struttura del corpo diventa eterogenea, appare un gran numero di aree colpite, l'ecogenicità aumenta molte volte.
  4. Neoplasie benigne e maligne. Caratterizzato dalla comparsa di cambiamenti pronunciati in un lobo del corpo.
  5. Infiammazione virale I tessuti del fegato sono rinati, il processo non è letale, dopo un po 'le cellule si riprendono da sole.
  6. Invasioni parassitarie

Il rischio di aumentare il fegato aumenta sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. Alimentazione inadeguata L'uso di maionese, fast food, salse piccanti e cibi pronti ha un carico aggiuntivo sul fegato, a causa del quale inizia a funzionare in modalità di emergenza.
  2. Abuso di alcol L'alcol etilico sotto l'influenza degli enzimi epatici si scompone nelle aldeidi, che hanno un effetto dannoso sugli epatociti. Con il consumo regolare di alcol, i tessuti iniziano a rompersi e le inclusioni grasse gradualmente li sostituiscono. L'epatite alcolica con trattamento improprio si trasforma in cirrosi.
  3. Prendendo antibiotici e alcuni altri farmaci. Oltre all'effetto terapeutico, i principi attivi che compongono il farmaco hanno anche un effetto epatotossico. Pertanto, qualsiasi farmaco deve essere assunto in dosi prescritte dal medico.
  4. Vivere in una situazione ambientale sfavorevole. Sostanze tossiche che entrano nel corpo, con il flusso di sangue nel fegato, dove si depositano e si neutralizzano nel tempo. Tuttavia, nel tempo, il corpo cessa di far fronte a queste funzioni, sorgono varie malattie. Il gruppo di rischio comprende persone che vivono vicino a fabbriche, fabbriche e autostrade principali.
  5. Sovraccarico psico-emotivo. In situazioni di stress, le ghiandole surrenali iniziano a produrre adrenalina. Questo ormone, diviso dal fegato, è pericoloso per i suoi tessuti. Lo stress costante è quasi sempre accompagnato dalla sconfitta degli epatociti.

I segni di cambiamenti diffusi nel fegato dipendono in gran parte dalla causa del loro verificarsi. Tuttavia, la maggior parte delle malattie ha sintomi simili, questi sono:

  1. Disturbi digestivi Il paziente si lamenta di nausea, bruciore di stomaco, scolorimento delle feci, aumento della voglia di defecare.
  2. Deterioramento della pelle. I cambiamenti patologici nella struttura del fegato contribuiscono all'ingiallimento della pelle, alla comparsa di acne e papillomi. Spesso si osservano reazioni allergiche, prurito grave, desquamazione e gonfiore.
  3. La comparsa di crepe e placca sulla superficie della lingua.
  4. Sindrome del dolore Le sensazioni spiacevoli nelle patologie epatiche hanno un carattere diverso. Con piccoli cambiamenti nel lobo sinistro differiscono il carattere mite. Dolori intensi compaiono durante processi infiammatori purulenti nel parenchima dell'organo, lesioni e tumori maligni.
  5. Sudorazione eccessiva Il sudore con un deterioramento del fegato ha un forte odore sgradevole.
  6. Amarezza in bocca Più spesso appare al mattino, così come dopo aver mangiato cibi piccanti e grassi.
  7. Debolezza generale e affaticamento Il paziente nota di aver iniziato a stancarsi anche dopo un minore sforzo fisico.
  8. Irritabilità, sbalzi d'umore, mal di testa.
  9. Aumento della temperatura corporea.
  10. La fragilità dei vasi sanguigni, contribuendo allo sviluppo di sanguinamento.

Il metodo principale per rilevare la malattia del fegato è la diagnosi ecografica. Con l'aiuto degli ultrasuoni rilevano segnali di eco di cambiamenti diffusi, determinano il loro carattere e il loro grado di manifestazione. La procedura non richiede molto tempo. Gli ultrasuoni hanno rivelato anomalie della struttura del corpo, epatite, cirrosi, focolai primari e secondari del cancro. Inoltre, vengono eseguite le seguenti procedure diagnostiche:

  1. Scansione di radionuclidi. Le sostanze radioattive vengono iniettate nel sistema circolatorio, che penetra nei tessuti del fegato con il sangue. I cambiamenti nell'ecostruttura del corpo sono determinati dalla natura della distribuzione del contrasto. Questo metodo viene utilizzato per diagnosticare lesioni metastatiche e alterazioni post-traumatiche nei tessuti.
  2. CT. Lo studio viene utilizzato per identificare sanguinamento parenchimale, piccoli tumori e alcune altre modifiche.
  3. Biopsia con ago sottile. Il materiale ottenuto durante la procedura viene inviato per esame istologico. È considerato un metodo ausiliario utilizzato per confermare o confutare la diagnosi precedente.
  4. Esame del sangue per biochimica. Consente di valutare l'attività funzionale degli epatociti. Lo sviluppo di cambiamenti diffusi è accompagnato da una diminuzione del livello di albumina, un aumento della quantità di ALT e bilirubina.
  5. Analisi degli anticorpi contro il virus dell'epatite. Consente di determinare il tipo di malattia e il grado di attività dell'agente patogeno.

Il trattamento completo delle malattie che comportano cambiamenti patologici nel fegato comporta l'assunzione di farmaci, i cambiamenti dello stile di vita, l'aderenza a una dieta speciale. La terapia farmacologica include:

  1. Epatoprotettori a base vegetale. Per la normalizzazione delle funzioni dell'organo, i preparati vengono utilizzati dal cardo mariano (Karsil, Gepabene, Silimarina). Sono efficaci nell'epatite, nella cirrosi, nella colecistite e nei danni tossici.
  2. Fosfolipidi essenziali (Essentiale Forte, Phosphogliv, Essliver). Normalizza i processi metabolici nei tessuti, accelera il loro recupero.
  3. Droghe di origine animale (Hepatosan, Sirepar). Prodotto da idrolizzati di fegato di manzo. Possiede proprietà protettive e depurative.
  4. Amminoacidi (Heptral, Heptor). Hanno una spiccata azione disintossicante e antiossidante, proteggono gli epatociti e accelerano il loro recupero.
  5. Farmaci antivirali e immunostimolanti. Direzione per ridurre l'attività dei virus dell'epatite e aumentare la resistenza del corpo. Avere un gran numero di effetti collaterali, quindi, dovrebbe essere applicato sotto la supervisione di un medico.

Si raccomanda di essere trattati con l'aiuto di infusi di piante medicinali: cardo mariano, radici di dente di leone e carciofo, foglie di fragola, stimmi di mais, cinorrodi. Per la preparazione del farmaco 2 cucchiai. l. materie prime versare 0,5 litri di acqua bollente, insistono 3-4 ore, filtrare e prendere 100 ml 3 volte al giorno.

Il rispetto dei principi di una corretta alimentazione in presenza di cambiamenti diffusi nel tessuto epatico è una parte importante del trattamento. Da ciò dipende l'efficacia e la durata della terapia. Dalla dieta dovrebbe essere escluso:

  • caffè e tè nero;
  • pomodori e succo di pomodoro;
  • bevande alcoliche;
  • soda dolce;
  • carne grassa;
  • forti brodi di carne e funghi;
  • miglio, orzo e pappa d'orzo;
  • salse grasse;
  • carne affumicata e salsicce;
  • pesce grasso;
  • prodotti da forno dolci;
  • latticini;
  • verdure in salamoia e salate;
  • verdure piccanti;
  • funghi;
  • fagioli;
  • frutta fresca e bacche;
  • dolciaria;
  • cioccolato;
  • condimenti.

L'elenco dei prodotti approvati include:

  • bevande (brodo, tè verde debole, composte di frutta secca);
  • pane di segale o di crusca, biscotti, crackers;
  • carne magra (pollo, tacchino, coniglio, vitello);
  • pesce magro (luccio, merluzzo, luccio);
  • verdure e burro;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • uova;
  • verdure bollite e al vapore;
  • farina di grano saraceno, farina d'avena e riso;
  • insalata di foglie dal sapore neutro;
  • peperone fresco;
  • la pasta;
  • marmellata di frutta, marmellata, miele.

È necessario mangiare in piccole porzioni, 5-6 volte al giorno. Il cibo è cotto a vapore, bollito o cotto. Le zuppe sono cotte con carne e aspic di pesce. Consentito di utilizzare una piccola quantità di crauti, caviale di zucca, vinaigrette. La quantità di sale consumata è limitata a 3 g al giorno, lo zucchero è sostituito da xilitolo.

Aiuta a prevenire cambiamenti di organi diffusi:

  • vaccinazione tempestiva dell'epatite virale;
  • isolamento dei pazienti con epatite A;
  • rispetto delle procedure di sicurezza in aree pericolose, uso di dispositivi di protezione individuale;
  • l'uso di prodotti freschi acquistati da fornitori di fiducia;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • il rispetto delle regole di asepsi durante l'esecuzione di interventi chirurgici, l'inserimento di iniezioni, l'esecuzione di procedure dentistiche;
  • uso di strumenti medici monouso;
  • test multistage del sangue del donatore;
  • abbandono di relazioni intime casuali;
  • corretta alimentazione;
  • esame regolare di pazienti con patologie epatiche croniche;
  • esclusione di farmaci incontrollati;
  • uso profilattico di epatoprotettori;
  • accesso immediato a un medico in caso di comparsa di sintomi di malattia epatica;
  • trattamento adeguato della patologia che può portare a danni al fegato.

La prognosi dipende dalla causa dello sviluppo di cambiamenti diffusi, dallo stadio e dalla forma della malattia. Quando si cambiano i tessuti per tipo di steatosi, la prognosi, purché il trattamento tempestivo sia favorevole, lo stesso vale per l'epatite cronica persistente. Un risultato avverso è la cirrosi, in cui il tasso di sopravvivenza media a 5 anni non supera il 50%.

Cambiamenti diffusi nel fegato: che cos'è, segni e metodi di trattamento

Quando si esaminano gli organi interni con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile sospettare violazioni, che saranno discusse da cambiamenti diffusi nel parenchima d'organo. Il fegato è associato a quasi tutti i sistemi del corpo, quindi, sia le malattie proprie dell'organo che le malattie del flusso sanguigno, del pancreas, ecc. Possono portare a cambiamenti negli ultrasuoni.Dopo aver identificato il sintomo dell'eco, è necessario condurre una diagnosi completa e determinare la vera causa dei processi patologici.

Il trattamento per alcuni tipi di malattie può essere specifico, ma le misure per ripristinare il parenchima epatico hanno determinati principi. È importante condurre una terapia completa. Una volta completato, è necessario il monitoraggio delle prestazioni.

Questo concetto è usato dai medici della diagnostica ecografica, che caratterizza i cambiamenti patologici nel fegato. Il termine sostituisce la diagnosi principale prima di determinare la causa. I cambiamenti diffusi sono causati da varie malattie - dall'epatite alla degenerazione grassa.

Normalmente, l'ecostruttura del tessuto epatico è ecogenicità granulare, uniforme, media. Ma è importante ricordare che anche una normale ecostruttura non esclude la presenza di patologia, dal momento che il danno o la compromissione della funzione, che è localizzata a livello cellulare, potrebbero non essere visualizzati dagli ultrasuoni. Con questo metodo, determinare le dimensioni del fegato, i vasi sanguigni, i cambiamenti che sono anche considerati un segno della malattia.

Cambiamenti diffusi del fegato mediante ultrasuoni

I cambiamenti diffusi nel fegato sono suddivisi in:

  1. 1. Parenchimale: i cambiamenti nelle cellule epatiche (epatociti) sono omogenei o eterogenei. Possibile deposizione di sali di calcio, colesterolo nella degenerazione grassa (cambiamenti infiltrativi), bile durante lo sviluppo della cirrosi biliare, degenerazione (diminuzione dell'attività funzionale) delle cellule epatiche durante l'alcolismo, degenerazione d'organo in tessuto fibroso in cirrosi, presenza di un tumore (cambiamenti focali). Può essere moderato, lieve o grave. I cambiamenti reattivi sono solitamente causati da infiammazione o neoplasie. Modificati cambiamenti diffusi nella struttura del fegato sono rilevati in ogni quinto paziente dopo 45 anni.
  2. 2. Duttale: esiste un'espansione del lume dei dotti con stasi biliare causata da colelitiasi, alterazioni delle pareti, infiammazione della colecistite e tumori dei dotti biliari.
  3. 3. Processi distrofici nel pancreas - caratterizzati da ecostruttura irregolare, cambiamenti nei dotti, cisti con contenuto di vari gradi di ecogenicità, tumori.

Il fegato ingrandito è l'epatomegalia. La patologia si sviluppa con stasi venosa nell'organo causata da insufficienza cardiaca, con tumori, epatite virale, intossicazione (veleni epatotropici, metalli pesanti), sepsi.

L'immagine sintomatica con cambiamenti diffusi nel fegato non è specifica. Spesso un segno diventa casuale quando passa un esame di routine. In altri casi, la clinica dipende dalla malattia di base che ha causato il cambiamento.

Ecografia (segni ecografici) - aumento o diminuzione dell'ecogenicità del tessuto epatico, piccolo nodo o cambiamenti infiltrativi e reattivi nel parenchima o nei dotti, nelle dimensioni del fegato, nei vasi sanguigni, nei calcoli nei dotti.

Possibili sintomi di cambiamenti diffusi nel fegato:

Molti segni non sono specifici e sono caratteristici di una serie di altre condizioni patologiche. Identificare in modo affidabile i sintomi e le cause dei cambiamenti diffusi nel fegato solo il medico è competente dopo l'esame.

Le persone per tutta la vita affrontano una serie di fattori predisponenti che possono portare a cambiamenti diffusi nel fegato. Anche dopo aver abbandonato le cattive abitudini e aver effettuato un trattamento complesso, la diffusione degli ultrasuoni persiste perché i cambiamenti avvenuti sono irreversibili.

I fattori di rischio includono:

  1. 1. Alcolismo - ha un effetto dannoso diretto sul tessuto epatico.
  2. 2. Nutrizione irrazionale - un'abbondanza di cibi grassi, speziati e fast food sconvolge il fegato.
  3. 3. Malattie del sistema cardiovascolare - causano cambiamenti venosi nel corpo, c'è una deformazione dei vasi.
  4. 4. La pancreatite è la cronica più pericolosa, ci sono delle irregolarità nella struttura di tutti gli organi dell'apparato digerente.
  5. 5. Fumo - porta a cambiamenti sistemici, metalli pesanti e nicotina passano attraverso il tessuto epatico.
  6. 6. Situazione ecologica avversa nel luogo di residenza.
  7. 7. Ricezione farmaci che hanno effetti tossici sul fegato (azitromicina, azatioprina, amiodarone, ampicillina, Amoksiklav, aspirina, verapamil, prednisolone, diltiazem, ketoconazolo, captopril, losartan, metronidazolo, acido nicotinico, omeprazolo, ranitidina, cefalosporine).
  8. 8. Patologie della cistifellea - queste includono la colecistite, incluso il calculous, con un lungo decorso di essa, inizia l'infiltrazione del fegato con gli acidi biliari.

Le cause più comuni di cambiamenti epatici diffusi includono:

  1. 1. Epatosi grassa, degenerazione grassa del fegato (steatosi) - accumulo di lipidi nel tessuto epatico, che si verificano nell'obesità, aumento del colesterolo nel sangue e metabolismo compromesso, patologie endocrine. Si manifesta con epatomegalia, pesantezza o dolore nel giusto ipocondrio, cambiamenti nel gusto e nell'appetito e disturbi digestivi.
  2. 2. Epatite - danno epatico alcolico, medicinale (tossico) o virale, espresso nello sviluppo di un'infiammazione acuta o cronica del tessuto epatico. Manifestata da cute itterica e mucose, aumento delle dimensioni e dolore al fegato, nausea, perdita di appetito, mal di testa.
  3. 3. Cirrosi del fegato - quasi sempre il risultato di qualsiasi epatite. Con l'infiammazione prolungata, gli epatociti vengono sostituiti dal tessuto connettivo. I sintomi sono pressoché uguali: dolore e pesantezza al fegato, nausea, anoressia.
  4. 4. Danni al tumore del fegato, incluse metastasi di tumori di altri organi - oltre al dolore al fegato e disturbi digestivi, i segni sono caratteristici di tutti i tumori - debolezza, ridotta capacità lavorativa, anemia, nausea, persistente ma bassa temperatura corporea (circa 37 ° C).

Cosa fare con i cambiamenti diffusi nel fegato

I cambiamenti diffusi nel fegato non sono una singola malattia, ma una deviazione uniforme dalla struttura normale. I cambiamenti nel tessuto della ghiandola più grande del corpo trovato durante la diagnosi ecografica, ulteriori test ed esami sulla base dello sviluppo clinico, così come le denunce, consultare un medico aiuto umano. In base ai risultati delle procedure diagnostiche, il medico formulerà una diagnosi e prescriverà un trattamento se necessario.

Quali sono i cambiamenti diffusi nel fegato e quello che sono

Il fegato è l'unico organo che impedisce alle sostanze tossiche di entrare nel flusso sanguigno. È necessario scoprire quale sia il parenchima del fegato e in che modo i cambiamenti nelle sue condizioni influenzano la salute.

Il tessuto che costituisce il fegato è chiamato parenchima. La crescita del tessuto parenchimale o la sua diminuzione è osservata nel corso di cambiamenti focali diffusi. Sono entrambi minori e voluminosi.

La struttura del parenchima è la struttura del tessuto connettivo, che è rivestito di fegato. Consiste di un insieme di cellule su cui si trovano vasi e canali biliari.

  • Il fegato nelle persone sane ha una struttura a grana fine, contorni chiari e lisci.
  • Il metabolismo errato porta all'identificazione dell'ecostruttura a grana media ultrasonica del parenchima.
  • La struttura a grana grossa può essere osservata nel diabete, nell'epatite, nell'alcolismo.
  • Varie malattie provocano la comparsa di strati grassi, che porta a un cambiamento nella direzione più ampia della densità del parenchima epatico.

Le violazioni degli organi interni portano a cambiamenti reattivi nel parenchima epatico in un bambino. Tali cambiamenti nei bambini sono spiegati dall'insufficienza del tubo digerente e dalle sue malattie. Le cause frequenti della malattia includono la presenza di vermi nel corpo del bambino.

Quali malattie possono portare a cambiamenti nel parenchima dell'organo

I cambiamenti nel parenchima epatico sono rilevati nelle seguenti condizioni:

  • malattie virali;
  • diabete mellito;
  • danno epatico tossico, compreso l'alcol;
  • l'obesità;
  • dieta malsana;
  • abuso di alcol;
  • la presenza di parassiti nel fegato;
  • degenerazione grassa (steatosi);
  • disturbi dello scambio.

Uno dei problemi più urgenti della gastroenterologia è il trattamento delle malattie croniche del fegato diffuse. Tra di loro emettono cambiamenti diffusi insignificanti, pronunciati e moderati. Lo stato normale del tessuto epatico durante l'ecografia è espresso in presenza della stessa densità in tutto l'organo. Un aumento o diminuzione uniforme della densità è un modello di eco di variazioni diffuse.

Disturbo del metabolismo dei lipidi nel tessuto epatico (steatogepatoz o grasso) è associata con la progressiva degenerazione delle cellule del fegato nel tessuto adiposo. Diagnosi e trattamento tempestivi possono ripristinare completamente la funzione dell'organo danneggiato.

Il trattamento tardivo o ignorare le prime manifestazioni della malattia è irto di distruzione del fegato. Esiste il rischio di sviluppare cirrosi, che porta alla morte del paziente.

Ulteriori sintomi di malattia del fegato

Quando si esaminano gli organi interni mediante ultrasuoni, i medici rilevano spesso una violazione sotto forma di un sigillo diffuso del fegato. Poiché il normale lavoro di questo organo interno è vitale per una persona, un tale segno può essere considerato allarmante. I cambiamenti nei tessuti di un organo sono segni di malattia:

  1. Infiammazione cronica I cambiamenti non sono molto chiari.
  2. Obesità e diabete Il fegato è notevolmente ingrandito, l'eco è aumentato.
  3. Tumori. Le modifiche si trovano in una delle parti del corpo.
  4. Infiammazione virale C'è una degenerazione dei tessuti dell'organo, le cellule si sono ripristinate.
  5. La cirrosi. Struttura eterogenea del corpo, ci sono più lesioni.

Oltre ai segni ecografici, ci sono anche sintomi soggettivi:

  • Sentita sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro.
  • Occhi ingialliti, viso, lingua.
  • Urina scura e feci leggere.
  • Problemi digestivi
  • Stanchezza costante, sonnolenza, irritabilità.

diagnostica

Le cellule epatiche non sono sempre in grado di affrontare la penetrazione nel corpo o i veleni formati in esso. In alcuni casi, le cellule avvelenate muoiono, e invece di esse appare tessuto connettivo (fibroso). Non sostituisce le funzioni degli epatociti e ha una diversa ecogenicità. I segni ecografici di variazioni moderate moderate sono rilevati solo durante l'esame ecografico degli organi interni. Questo metodo diagnostico consente di impostare le dimensioni del fegato, identificare possibili cambiamenti nella sua struttura, esaminare le collinette, le irregolarità, i linfonodi ingrossati.

La presenza di ecostruttura eterogenea del fegato indica cirrosi. L'eterogeneità del parenchima è anche epatite diversa, in cui il fegato si ispessisce, espandendo il tessuto connettivo.

Oltre agli ultrasuoni, la condizione di questo organo può essere controllata mediante un esame del sangue per la biochimica e l'analisi delle urine generale. I campioni aumentano il numero di bilirubina, enzimi epatici, specialmente ALT e AST.

Trattamento dei cambiamenti epatici diffusi

Nel suo stato naturale, il fegato è uniforme. I vasi sanguigni e i dotti biliari passano attraverso i suoi tessuti. Negli stessi casi, quando il parenchima epatico è cambiato diffusamente, che è stato scoperto durante l'ecografia, vi è la necessità di un trattamento di emergenza.

L'impatto sul fegato di molti fattori sfavorevoli può portare alla comparsa di segni di eco di cambiamenti reattivi nel parenchima. Tipicamente, la causa di tale diagnosi, in particolare l'epatite reattiva, non è un danno epatico o un malfunzionamento nel suo lavoro, ma un altro problema. Come risultato della malattia, il contenuto di sangue biochimico cambia, quindi un trattamento tempestivo in questa situazione è estremamente necessario.

Il trattamento viene effettuato in due modi: conservativo e chirurgico. L'aumento della pressione nella vena porta, le metastasi, i tumori richiedono un intervento chirurgico per rimuovere i tumori. In altre situazioni, il trattamento viene effettuato con farmaci.

Metodi di dieta e aiuto

Indipendentemente dalle ragioni, una dieta con cambiamenti diffusi nel fegato svolge un ruolo significativo. Prima di tutto, il medico prescriverà una dieta numero 5 di Pevzner. Dalla dieta dovrebbe essere escluso piccante, troppo salato, fritto e grasso. Il fast food e l'alcol sono completamente vietati.

Aggiungi al menu hai bisogno di più alimenti proteici, fibre, frutta e verdura. È utile bere composte, gelatine, bevande alla frutta, tisane. Ogni giorno devi mangiare latticini a basso contenuto di grassi. I piatti sono cotti al vapore, al forno o bolliti.

farmaci

Lo schema della terapia farmacologica è prescritto solo da un medico. Per il trattamento di usato:

  1. Droghe di origine animale Questo è Syrepar, Erbisol. Sono fatti da organi di bestiame.
  2. Fosfolipidi essenziali Migliora l'integrità della membrana e la struttura delle cellule del fegato. Le droghe più comuni di questo gruppo sono Essliver, Liventiale, Livolife Forte, Anthrall, Rezalyut Pro.
  3. Farmaci contenenti aminoacidi, che includono Heptral e Hepa-Merz. Riduce la concentrazione di ammoniaca nel plasma, migliora la funzione protettiva del fegato.
  4. I farmaci coleretici eliminano il deflusso della bile, prevengono i crampi: Holemax, Odeston, Ursofalk.
  5. Sostanze sintetiche - Exhol, Choludexan. Influisce sulla circolazione della bile, previene l'esacerbazione dell'epatite.
  6. Farmaci a base di interferone (Laferobion, Velferon, Ingaron), farmaci antiparassitari (Karbendazim, Niklosamid, Dekaris), antibiotici (esclusivamente su indicazione di un medico) - se ci sono infezioni parassitarie, batteriche e virali.

Rimedi popolari

Oltre ai metodi di trattamento conservativi, è possibile ricorrere a rimedi popolari. Costi utili di erbe medicinali che possono ripristinare il tessuto danneggiato degli organi.

Una caratteristica del trattamento popolare è la necessità di molto tempo per applicare lo stesso strumento. Di solito il corso dura 3-4 settimane.

Preparare decotti di piante:

  • Erba di San Giovanni;
  • salvia;
  • achillea;
  • una successione;
  • tanaceto;
  • fiori di camomilla;
  • radice di wheatgrass.

Un cucchiaio della raccolta o una delle erbe viene estratto in acqua calda per circa 20 minuti e consumato 2-3 volte durante il giorno.

Un'efficace combinazione di curcuma e aglio. Questo strumento dà un effetto antibatterico. Per la preparazione della bevanda medicinale uno spicchio d'aglio tritato e 1 cucchiaino. la curcuma è mescolata con acqua bollente (200 ml). Utilizzare due volte al giorno prima dei pasti.

Per il fegato è molto utile l'avena. 2/3 tazza di avena viene aggiunta all'acqua calda e arrostita sul fuoco per mezz'ora. Dopo aver spento il fuoco, la miscela viene infusa per diverse ore. Bere decotto tre volte al giorno prima dei pasti.

trapianto

In circostanze in cui il trattamento del fegato interessato non è possibile e la vita di una persona è in pericolo, i medici ricorrono a un trapianto di fegato. È necessario per:

  • anomalie congenite dell'organo;
  • l'ultima fase di cambiamenti diffusi;
  • tumori inoperabili (cancro e altre lesioni focali);
  • insufficienza epatica acuta.

Prognosi e prevenzione

La prognosi dei cambiamenti diffusi nel tessuto e nella struttura del fegato è principalmente dovuta alla malattia di base.

Poiché il parenchima epatico danneggiato viene ripristinato in tempi relativamente brevi, il trattamento tempestivo restituisce al corpo il suo aspetto originario e le sue normali funzioni.

Se i tessuti sono modificati dal tipo di steatosi, allora la prognosi è molto spesso favorevole. Lo stesso si può dire dell'epatite cronica - viene trasferito alla remissione.

Una prognosi sfavorevole per la cirrosi: il tasso di sopravvivenza a cinque anni è di circa il 50%. Una malattia trascurata è in pericolo di vita.

Le misure preventive includono regole semplici generali:

  • controllo costante del peso;
  • rifiuto delle dipendenze;
  • cibo pieno e sano;
  • rafforzamento costante del sistema immunitario;
  • visite regolari a specialisti e controlli di routine.

I problemi al fegato possono essere prevenuti correggendo la nutrizione, così come il fallimento o una forte restrizione del consumo di alcol.

Danno epatico secondario che cos'è

Il cancro del fegato, o come dice la gente, "il cancro del fegato" è una malattia abbastanza comune. Ciò significa che molte persone stanno cercando la risposta alle domande se sia possibile curare il cancro al fegato e per quanto tempo vivano con esso, che cercheremo di capire.

Statistiche mondiali sulle malattie

Secondo i dati della ricerca, più spesso gli uomini sono malati. In essi, il tasso di incidenza di questo tipo di cancro è di circa 13 per 100 mila persone ed è il quinto nella struttura dopo il cancro del polmone, dello stomaco, della prostata e del retto. Nelle donne, il tasso di incidenza di circa 5 per 100 mila persone, e nella struttura - in ottava posizione.

È interessante notare che nei paesi sviluppati il ​​cancro del fegato è al sesto posto negli uomini e nelle donne - al sedicesimo posto tra tutti i tumori del cancro. Nei paesi meno sviluppati, l'immagine è leggermente diversa: il terzo e il sesto posto, rispettivamente. Molti scienziati sono dell'opinione che la situazione sia influenzata in generale dal modo in cui le persone vivono nel paese: aderenza a uno stile di vita sano, prodotti di alta qualità, attenzione alla dieta, consumo moderato, approccio più cauto al trattamento delle malattie.

Per origine, il cancro del fegato differisce in primario e secondario o metastatico. Il carcinoma epatico primario si sviluppa direttamente negli epatociti e la metastasi si verifica a causa della penetrazione delle metastasi epatiche da altri organi colpiti da un tumore maligno.

Cancro epatico primitivo

Secondo le statistiche, il cancro del fegato primario è molto meno comune di quello metastatico.
Per caratteristiche morfologiche, ottenute come risultato di una biopsia di tumori, accade:

  • proveniente da un tumore benigno maligno o da cellule epatiche - epatoma o carcinoma epatocellulare del fegato, carcinoma fibrolamellare, epatoblastoma;
  • formata sulla base di cellule epiteliali dei dotti biliari - colangioma o cancro del fegato colangiocellulare;
  • misto - colangioepatom;
  • indifferenziato - quando è impossibile determinare la natura del tumore;
  • neoplasie mesodermiche - angiosarcoma (emangioendotelioma), emangioendotelioma epitelioide, sarcoma, ecc.

Il cancro epatocellulare tra tutte le formazioni oncologiche del fegato è di circa l'85%. Circa il 5-10% del carcinoma epatico primario è responsabile del cancro del colangiocellulare e inferiore al 5% per i tumori abbastanza rari: emangiosarcoma, epatoblastoma, tumori mesenchimali.

Carcinoma epatocellulare (HCC)

Il tumore più comune tra le neoplasie maligne del fegato. È al settimo posto tra tutti i tipi di cancro negli uomini e al nono posto nelle donne. Più di 300.000 casi di malattia sono rilevati ogni anno. Il rapporto di incidenza di uomini e donne - da 4: 1 a 8: 1. Come puoi vedere, gli uomini soffrono di questo tipo di cancro molto più spesso delle donne. L'età media dei pazienti è di 40-60 anni.

Cause del cancro al fegato

L'eziologia di HCC non è ancora completamente compresa. Tuttavia, molti ricercatori hanno concordato sull'opinione che la presenza di alcool precedente o altra intossicazione, così come le malattie infiammatorie o parassitarie del fegato aumentano significativamente le "possibilità" di HCC.
Ci sono molti fattori di rischio che possono innescare lo sviluppo di epatocarcinoma.
Considera i più comuni.

  • Il ruolo dei virus dell'epatite B e C, che hanno forti proprietà antigeniche e, penetrando negli epatociti, può provocare lo sviluppo del processo tumorale. Inizialmente, si formano aree di epatociti danneggiati (epatociti vitrei opachi), poi un tumore benigno - un adenoma epatico - e infine un tumore maligno - HCC. In caso di infezione da virus dell'epatite C in oltre il 40% dei casi, si osserva una displasia degli epatociti. Il rischio di HCC aumenta quando infettato da diversi tipi di virus.
  • Lo sviluppo più frequente di HCC in pazienti con cirrosi precedente (fino al 70-90%). Di particolare importanza è data alla cirrosi, che è sorta sullo sfondo dell'epatite virale cronica.
  • L'alcol non è un agente cancerogeno diretto, tuttavia, può migliorare le proprietà cancerogene dei fattori ambientali. Inoltre, l'HCC in abusi di alcol spesso si verifica sullo sfondo della cirrosi alcolica. La combinazione del danno virale con l'alcolismo cronico è particolarmente sfavorevole in termini di sviluppo del cancro del fegato.
  • Secondo la ricerca, uno dei momenti principali della comparsa di HCC, forse, è la fame di proteine, trasferita nella prima infanzia. È la predominanza di carboidrati nella dieta che causa lo sviluppo di processi distrofici nel fegato e in altri organi.
  • L'esposizione prolungata agli estrogeni in grandi quantità (ad esempio durante la terapia) può causare un cambiamento negli enzimi epatici, si sviluppa un adenoma epatico, seguito da neoplasie. Gioca anche un grande ruolo squilibrio ormonale. Ad esempio, negli alcolisti di sesso maschile, con lo sviluppo della cirrosi, aumenta il rapporto tra estrogeni e testosterone.
  • Alcuni tumori benigni del fegato benigni (adenomi trabecolari, cistoadenoma) possono trasformarsi in cancro.
  • Nello sviluppo della malattia è anche l'habitat importante, la natura del cibo, le specifiche delle precedenti malattie del fegato.

Segni di

I primi sintomi del cancro del fegato non sono specifici e si manifestano come sensazioni di gravità e pressione nell'epigastrio, dolore moderato nell'ipocondrio destro, che può essere permanente o parossistico. C'è anche debolezza, affaticamento, astenia generale, perdita di peso, febbre occasionale di basso grado.

Col passare del tempo, l'intensità del dolore aumenta, compare l'ittero, l'espansione delle vene safene sulla parete anteriore dell'addome, l'ascite. La perdita di peso progredisce rapidamente, l'astenia aumenta, la pelle acquisisce una tipica tonalità di grigio pallido (terra), vi è un costante aumento della temperatura corporea. Il fegato aumenta e il paziente stesso può notare un aumento. La sua superficie è irregolare, densa. Con un grado successivo della malattia, è anche possibile palpare un tumore al fegato.

L'epatocarcinoma può anche verificarsi nel tipo di stato febbrile acuto, in cui il sintomo principale è una temperatura corporea elevata o ha un decorso sintomatico basso.

Cancro del fegato colangiocellulare (colangiocarcinoma intraepatico)

È molto meno comune di HCC. Invasioni verme e parassitarie (opistorchiasi, schistosomiasi, clonorchosi), così come la colangite primaria, la presenza di cambiamenti cistici dei dotti biliari e gli steroidi anabolizzanti svolgono un ruolo importante nell'eziologia. Una certa importanza è attribuita alle malattie congenite (fibrosi epatica, malattia policistica, ecc.).
Sia gli uomini che le donne si ammalano altrettanto spesso. L'età media dei pazienti è di 60-70 anni. In caso di lesioni totali del colon, il rischio di insorgenza aumenta del 10%.
I primi sintomi della malattia sono simili alla forma precedente (debolezza, temperatura subfebbrile, fastidio nell'ipocondrio destro, ecc.). Il sintomo dominante è l'ittero.

Altri tipi di tumori maligni del fegato sono molto rari.

classificazione

Ci sono molte classificazioni del cancro del fegato.
La maggior parte rispecchia pienamente i cambiamenti istologici nel fegato durante lo sviluppo di un tumore nella classificazione WHO (C.M. Leevy et al., 1994). Secondo questa classificazione, i tumori epatici maligni sono suddivisi in:

  • epiteliale;
  • non epiteliale;
  • misto;
  • ematopoietico e linfoide;
  • metastatico;
  • inclassificabile.

In base alla classificazione clinica e morfologica, si distinguono le forme di crescita del carcinoma epatico primario.

La crescita più comune di carcinoma nella forma di un nodo (unicentrica o multifocale) è del 50-80% dei casi. Il tumore viene dagli epatociti. L'organo ha più nodi bianco-gialli di varie dimensioni. Inoltre, quando localizzato sulla superficie del fegato, si verifica la loro depressione ombelicale.

Una crescita massiccia (sotto forma di un singolo nodo, accompagnata da satelliti o forma cavitaria) si verifica nel 10-40% dei casi. Ha l'aspetto di un grande nodo che occupa un segmento o un lobo del fegato, attorno al quale ci possono essere metastasi intraepatiche.

I restanti tipi (forma diffusa e cirrosi) sono meno comuni, fino al 15-20% dei casi. Si osservano piccoli noduli disseminati nel tessuto epatico che possono fondersi l'uno con l'altro. Esternamente, il fegato non è praticamente diverso dal cirrotico.

I tumori maligni differenziano la differenziazione. Secondo le classificazioni moderne, ci sono quattro gradi di differenziazione delle cellule tumorali. Nel primo grado, le cellule tumorali sono altamente differenziate e assomigliano ai normali epatociti. Inoltre, nel secondo e terzo grado, le cellule vengono modificate e gradualmente perdono la loro somiglianza con le cellule normali. E al quarto grado diventano indifferenziati.

Secondo molti ricercatori, maggiore è la differenziazione delle cellule tumorali, più favorevole è la prognosi. I tumori indifferenziati sono difficili da trattare, crescono rapidamente e rapidamente si metastatizzano.

Esiste una classificazione clinica dell'American Joint Cancer Committee (AJCC), 1992, che utilizza un raggruppamento di dati clinici in stadi. Secondo lei, si distinguono 4 fasi della progressione del tumore, a sua volta, 3 e 4 fasi sono divise in diverse sottospecie. Secondo questa classificazione, lo stadio 4 del cancro del fegato di solito non è curabile.

La classificazione anatomica internazionale dei tumori del fegato secondo il sistema TNM-6 (2002) è utilizzata in parallelo, dove: T è la dimensione e la posizione del tumore primario (T0, T1, T2, T3, T4); N - lo stato dei linfonodi regionali (N0, N1, N2, N3); M - presenza o assenza di metastasi a distanza (M0, M1). La figura successiva indica la presenza e la prevalenza della lesione, dove 0 è l'assenza di un segno.

Diagnosi di cancro al fegato

Come notato sopra, i primi segni di cancro al fegato sono manifestazioni cliniche poco specifiche e manifeste già presenti in condizioni avanzate. Per questo motivo, la diagnosi di cancro al fegato, purtroppo, è fatta piuttosto tardi e la prognosi è spesso sfavorevole.

L'attenzione dovrebbe essere prestata al deterioramento dei pazienti con cirrosi epatica, questo potrebbe indicare neoplasie. I pazienti con tumori benigni del fegato dovrebbero essere presso il dispensario e dovrebbero essere esaminati regolarmente (esame del sangue biochimico, marcatori tumorali, ecografia, ecc.)

In studi di sangue, anemia ipocromica, leucocitosi con uno spostamento a sinistra della formula dei leucociti e granulosità tossica dei neutrofili può verificarsi, aumenti di ESR.
La definizione di marcatori tumorali nelle sostanze specifiche del sangue, generalmente di natura proteica. Il loro aspetto in una certa quantità nel sangue può indicare la presenza e la crescita di una neoplasia maligna. Per l'HCC, il rilevamento della alfa-fetoproteina (AFP) è specifico.

Va ricordato che la rilevazione dei marcatori tumorali nel sangue non è una diagnosi, ma serve come motivo per ulteriori approfondimenti.

Dai metodi strumentali di esame, ecografia, TC, risonanza magnetica, metodi di radionuclide, l'angiografia sono ampiamente utilizzati.

Tutti questi metodi sono aggiuntivi: solo una biopsia dell'organo seguita da una conclusione istologica consente di verificare accuratamente la diagnosi. Vengono utilizzati diversi tipi di biopsia.

trattamento

Il tumore al fegato è trattato? Non esiste una risposta definitiva a questa domanda, così come alla domanda "quante persone vivono con il cancro" - tutto dipende esclusivamente dalle condizioni del paziente e dal momento in cui la malattia è stata scoperta.

La scelta del trattamento viene fatta individualmente per ciascun paziente. Dipende dal numero e dalla dimensione del tumore, dal grado di danno al parenchima epatico, dal coinvolgimento di grandi vasi nel processo, da malattie concomitanti, ecc.

I principi di base del trattamento:
1. Chirurgico - il metodo più comune di trattamento. Lo scopo dell'intervento è dalla resezione all'emiopatectomia.
2. Radiochirurgia (termoablazione a radiofrequenza).
3. Cryodestruction.
4. Chemoembolizzazione arteriosa.
5. Polichiatria.
6. Radioterapia.
7. Sintomatico.

Alcuni pazienti cercano di curare il cancro del fegato con rimedi popolari o con l'aiuto di guaritori, guaritori, sensitivi, ecc., Perdendo così tempo prezioso e peggiorando la prognosi. Si consiglia di consultare uno specialista prima che sia troppo tardi!

Carcinoma epatico secondario (metastatico)

Le metastasi al fegato provengono da tumori provenienti dagli organi forniti dalla vena porta (v. Portae). Le metastasi derivano più comunemente da petto, polmone, rene, ovaio, utero, intestino crasso e stomaco.

Inoltre, un danno secondario al fegato è possibile con la germinazione dei tumori dagli organi adiacenti: la cistifellea, lo stomaco. Si riferisce allo stadio IV sulla classificazione clinica.
I sintomi clinici del cancro del fegato sono molto simili alla lesione primaria. La diagnosi è notevolmente semplificata quando viene rilevato un focus sul tumore. Il trattamento viene effettuato in combinazione con la terapia del focus primario.

prospettiva

Dato che l'HCC si sta sviluppando abbastanza rapidamente e la sua diagnosi viene eseguita in ritardo, la prognosi per questo tipo di cancro è sfavorevole. Nei tumori inoperabili, quando il trattamento è già privo di significato, i pazienti più spesso muoiono entro 4 mesi dalla conferma della diagnosi. Per i tumori sottoposti a trattamento chirurgico, la prognosi è in qualche modo più positiva. L'aspettativa di vita media dopo l'intervento chirurgico è di circa 3 anni. Tuttavia, il tasso di sopravvivenza a cinque anni arriva al 20%.

Con lo sviluppo del cancro sullo sfondo della cirrosi, la prognosi è peggiore, il trattamento è complicato dalla perdita della funzionalità epatica, il paziente muore più spesso nel giro di pochi mesi. Prognosi colangiocarcinoma: tasso di sopravvivenza medio di 3-6 mesi.

Con le lesioni metastatiche, la prognosi è, molto spesso, estremamente sfavorevole, specialmente con una semina massiccia. Le metastasi da tumori del retto e del colon hanno una prognosi migliore per l'aspettativa di vita.

Il cancro del fegato si riferisce alla malattia, la cui proporzione tra le lesioni oncologiche del corpo è in costante aumento.

E questo è associato principalmente con un aumento del numero di pazienti con la forma cronica di epatite virale di diversi tipi, così come con una serie di altri fattori che provocano la malattia.

Il cancro del fegato è difficile da trasportare, l'identificazione della malattia nella fase iniziale del suo sviluppo facilita notevolmente il trattamento e può portare a un completo recupero.

Il concetto e le statistiche della malattia

Malignità epatica significa lo sviluppo di cellule tumorali in questo organo. La malattia può essere primaria o secondaria.

Nel primo caso, il tumore inizia direttamente a crescere dagli epatociti, cioè le cellule di questo organo o dai dotti biliari.

La forma secondaria di cancro al fegato viene rilevata circa 30 volte più spesso e si verifica a causa di metastasi, cioè sotto l'influenza di cellule tumorali che provengono da altri organi con neoplasia maligna.

Foto di cancro al fegato - angiosarcoma

Ogni anno, il danno epatico maligno viene rilevato in quasi settecentomila persone in tutto il mondo. Ma la percentuale di lesioni maligne primarie tra i pazienti identificati è solo dello 0,2%.

Esiste una dipendenza territoriale, in cui l'educazione primaria al cancro è più spesso rilevata nei cinesi. India, Sud Africa. In Russia, la probabilità di sviluppare questa patologia è aumentata tra la popolazione delle regioni settentrionali, che gli scienziati attribuiscono all'uso di pesce crudo da parte degli abitanti di questi luoghi.

L'uso di pesci termicamente non trattati finisce con l'infettare i parassiti che infettano le cellule del fegato.

I tumori sono più sensibili alle persone con più di 40 anni e tra gli uomini quasi 4 volte di più.

Un tale modello è stato rivelato - se un tumore si trova in un uomo, allora la probabilità che si riveli essere maligna si avvicina al 90%. L'identificazione delle formazioni epatiche nelle donne nel 60% dei casi stabilisce il loro processo benigno e il 40% maligno.

classificazione

In medicina, vengono utilizzate diverse classificazioni del cancro del fegato. Dalla sua origine, una neoplasia maligna è divisa in:

  • Primaria.
  • Secondario. Più spesso, il tumore primitivo, che causa danni agli organi, è localizzato nell'intestino crasso, nei polmoni, nel seno, nelle ovaie e nello stomaco.

Il cancro del fegato è suddiviso in base a quali cellule dell'organo si sviluppa:

  • Epiteliale. Questo gruppo comprende colangiocellulare, epatocellulare ed epato-colangiocellulare. Il cancro al fegato epiteliale può anche essere di tipo indifferenziato.
  • Non epiteliale. Questo gruppo include emangioendotelioma.
  • Misto - questo è carcinosarcoma e epatoblastoma.

Video sui segni e il trattamento del cancro nel fegato:

  • Colangiocellulare - la crescita del tumore inizia dalle cellule epiteliali dei dotti biliari. All'inizio di una lesione maligna, non ci sono praticamente sintomi della malattia.
  • Epatocellular comincia a formarsi da hepatocytes, la frequenza di distribuzione è quasi nel primo luogo. Questo tipo di cancro può essere nella forma di un singolo tumore, o nella forma di una serie di piccoli noduli. Un sottotipo di questa lesione maligna è il carcinoma fibrolamellare, caratterizzato da danni a piccole aree del fegato, che migliora la prognosi della patologia.
  • L'angiosarcoma è una formazione maligna formata da cellule endoteliali vascolari. Differisce lo sviluppo estremamente aggressivo, la rapida comparsa di metastasi e la distruzione significativa del parenchima dell'organo.
  • Carcinosarcoma è un tipo misto di tumore costituito da cellule atipiche di un carcinoma colangiocellulare o epatocellulare e di cellule formate durante il sarcoma. Questo tipo di cancro è raramente rilevato.
  • Epatoblastoma. Questo tipo di neoplasma maligno si sviluppa da cellule simili nella struttura a cellule di organi embrionali. Soggetto a questa patologia bambini sotto i 4 anni. Manifestata da un rapido aumento dell'addome, febbre, diminuzione dell'attività.

primario

Il cancro del fegato primario è una neoplasia che inizia la sua formazione direttamente nell'organo stesso.

Nella maggior parte dei casi, la formazione di questo tumore maligno è causata da processi infiammatori cronici nell'organo e cirrosi.

Le cause del cancro primario includono:

  • Opisthorchiasis - invasione elmintica che si sviluppa quando si utilizzano pesci scarsamente arrostiti o crudi. Una malattia simile è più spesso rilevata nei fiumi Irtysh e Ob che vivono nei bacini e porta alla crescita di tumori con una struttura colangiocellulare.
  • L'impatto sul corpo dell'aflatossina è un prodotto del fungo che infetta i cereali e le noci.
  • Epatite virale In più della metà dei pazienti con carcinoma epatico primario, i test sono rilevati nel sangue dall'antigene dell'epatite B.

È stato notato un effetto cancerogeno sulle cellule epatiche di catrame di tabacco, alcool, componenti di contraccettivi orali e farmaci usati dagli atleti per costruire muscoli.

Secondo la sua struttura anatomica è divisa in:

  • Massive. La dimensione del neoplasma arriva al pugno e dai tessuti sani del corpo è limitata alla capsula.
  • Nodale. I tumori possono essere più di una dozzina, le loro dimensioni possono raggiungere le dimensioni di una noce.
  • Diffuse. In questa forma di lesione maligna, le cellule tumorali permeano l'intero organo.

Nella maggior parte dei casi, il carcinoma primario è il carcinoma epatocellulare. La malattia è più incline agli uomini dopo 50 anni.

I primi sintomi della patologia includono l'aspetto del dolore nella parte superiore dell'addome, l'identificazione di un sigillo, la perdita di peso. La prima manifestazione di carcinoma epatocellulare è spesso la sindrome febbrile, l'ascite o la peritonite.

secondario

Secondario, cioè il cancro del fegato metastatico, si verifica quasi 30 volte più spesso rispetto alla sua forma primaria.

Con questo tipo di malattia, l'obiettivo principale è localizzato più spesso negli organi adiacenti - lo stomaco, il pancreas, i reni e le ghiandole mammarie. Meno comunemente, la causa principale della malattia si riscontra nelle donne nell'utero e nelle ovaie, negli uomini nella ghiandola prostatica.

Le cellule tumorali entrano nel fegato attraverso la vena porta con flusso sanguigno o flusso linfatico. Il cancro secondario è spesso la sua forma nodulare, in cui i nodi possono essere localizzati o sulla superficie dell'organo o al centro di esso.

I sintomi di un tumore secondario sono praticamente indistinguibili dal tipo primario di lesione maligna.

Emangioendotelioma epitelioide

L'emangioendotelioma epitelioide si sviluppa dall'endotelio che riveste i capillari del fegato. La diffusione del neoplasma maligno si verifica lungo i vasi e copre anche i rami della vena porta.

La malattia è rara, colpisce soprattutto i giovani. Non sono state identificate patologie associate, nei confronti delle quali possa verificarsi l'emangioendotelioma epitelioide. In rari casi, questo tipo di cancro si verifica in cirrosi, ed è già stato rilevato in casi avanzati - nel 20% dei pazienti, le metastasi vengono rilevate simultaneamente nei tessuti dei polmoni o nelle ossa.

Emangioendotelioma epitelioide dovrebbe essere differenziato da angiosarcoma e holongiocarcinoma.

cause di

La causa principale del danno epatico da parte delle cellule tumorali, così come in altri tipi di cancro, non è stata ancora stabilita.

Ma l'esame dei pazienti con questo tipo di educazione maligna ha permesso di scoprire che si verifica nella maggior parte delle persone, se una o più delle seguenti cause provocanti si esercitano sui loro corpi:

  • Epatite virale cronica, il più delle volte è l'epatite B, anche se ci sono molti casi in cui il cancro si verifica nelle persone con epatite C. Il virus è capace di mutazione, che determina i cambiamenti nella struttura delle cellule.
  • La cirrosi. A sua volta, la cirrosi si sviluppa spesso nelle persone con malattie virali, così come in coloro che soffrono di alcolismo. La causa della malattia può essere l'uso a lungo termine di determinati gruppi di farmaci. Nella cirrosi, il tessuto epatico normale viene sostituito dal tessuto connettivo e questo porta a una violazione delle sue funzioni.
  • Effetti sul corpo aflatossina. Questa sostanza è un prodotto di scomposizione di funghi localizzati su prodotti le cui condizioni di conservazione sono violate. Più spesso, la tossina alleva noccioline, grano, riso, soia, mais.
  • Aumento dei livelli di ferro nel corpo. Questa patologia è denotata dal termine emocromatosi.
  • Malattia di calcoli biliari e diabete.
  • Infestazione da elminti
  • Sifilide. In questa malattia venerea, la struttura del tessuto epatico cambia costantemente.
  • L'uso di steroidi - farmaci utilizzati per un set di muscoli da alcuni atleti.

Un tumore maligno è più spesso rilevato nelle persone che fumano, e l'alcol ha anche un effetto cancerogeno sugli epatociti. La probabilità di ammalarsi è aumentata nelle persone che lavorano in industrie pericolose, così come in coloro che hanno parenti stretti ereditari con questa patologia.

Sintomi di cancro al fegato in donne, uomini e bambini

Nelle fasi iniziali della formazione, il tumore non manifesta un quadro clinico pronunciato. Ed è questo che influisce sul fatto che a volte la malattia si trova troppo tardi.

Nel cancro del fegato si sviluppano sintomi specifici e non specifici. Questi ultimi includono segni di intossicazione da cancro, deterioramento generale della salute, perdita di peso.

Le manifestazioni specifiche della malattia comprendono lo sviluppo di ittero, epatomegalia, ascite, emorragia interna. Queste manifestazioni di cancro si verificano nella terza o quarta fase.

I sintomi in una fase iniziale

Il fegato è l'organo della digestione, con la partecipazione di cui la digestione del cibo e la neutralizzazione delle sostanze nocive. Il tumore in crescita distrugge le funzioni dell'organo e la natura dell'apparato digerente cambia di conseguenza.

Pertanto, in una fase precoce della malattia, la patologia può manifestarsi:

  • Nausea, diminuzione dell'appetito, costipazione o diarrea.
  • Aumento dell'affaticamento e sonnolenza.
  • Disagio e sensazione di pesantezza sotto il giusto ipocondrio.
  • Dolori. Spesso restituiscono e scapola.
  • La formazione di un sigillo sotto le costole.
  • Gialla della sclera degli occhi, pelle.

Spesso una persona malata risolve la febbre e la sindrome febbrile. Lo sviluppo di questi cambiamenti è associato al lavoro del sistema immunitario, che inizia autonomamente a combattere le cellule tumorali.

Un'altra manifestazione di neoplasia è la sindrome di Cushing, che è correlata a disturbi endocrini e, nei casi avanzati, è la causa del diabete steroideo. In alcuni pazienti nelle fasi iniziali della malattia inizia a perdere peso.

Segni in ritardo

L'ultima fase del cancro al fegato è esposta quando il tumore si diffonde alla maggior parte dell'organo e si metastatizza in altre parti del corpo.

A questo proposito, non solo l'organo funziona quasi completamente, ma i disordini patologici si sviluppano in tutto il corpo.

Quando la neoplasia cambia, cambia anche la circolazione del sangue, che causa anche un certo numero di sintomi.

Gli ultimi sintomi del cancro del fegato includono:

  • L'aspetto di un dolore quasi costante.
  • Perdita di peso acuta. In questo contesto si sviluppa l'esaurimento del corpo e l'anemia, l'affaticamento e l'aumento di sonnolenza, compare il capogiro periodico, che spesso termina con lo svenimento.
  • Disturbi del sistema nervoso, apatia, depressione.
  • La comparsa di edema alle gambe, è associata ad alterata circolazione sanguigna. Gli edemi sono rilevati in più della metà dei pazienti, e specialmente negli anziani. Il gonfiore può essere così forte da disturbare il processo di camminata.
  • Ascite. Accumulo patologico associato di fluido in violazione della sua circolazione.
  • Sanguinamento interno La crescita di un tumore porta alla sconfitta delle navi e alla loro rottura. Il sanguinamento è determinato dal crescente pallore, dalla caduta della pressione sanguigna, dallo shock del paziente. Spesso, si verificano pazienti con cancro al fegato e sangue dal naso.
  • Linfonodi ingrossati di diversi gruppi.
  • Istruzione sulla pelle delle macchie scure oblunghe.

Questi sintomi si sviluppano in altre patologie, quindi la diagnosi può essere fatta accuratamente dopo un esame approfondito.

Fasi dello sviluppo della malattia

Lo stadio del cancro del fegato è esposto secondo un sistema che tiene conto della dimensione della neoplasia (T), del grado di lesione patologica dei linfonodi (N) e della presenza di metastasi (M).

  • Il primo stadio è T1, N0, M0. Il neoplasma è uno, non c'è germinazione nei vasi, in quanto non vi è alcun danno ai linfonodi e alle metastasi.
  • Il secondo stadio è T2, N0, M0. Vengono rilevati diversi piccoli neoplasmi o una grande germinazione nelle pareti dei vasi sanguigni. Ma non ci sono metastasi e danni ai linfonodi.
  • Il terzo stadio è T3, N0, M0. La neoplasia è grande, ma non va oltre i limiti dell'organo. A volte la germinazione si verifica nella vena porta. T4, N0, M0 - il tumore inizia a crescere nel peritoneo e nella parete esterna degli organi adiacenti al fegato. T4, N1, M0 - si nota la germinazione tumorale negli organi adiacenti e nei linfonodi.
  • Il quarto stadio - T1-4, N1-4, M1. Vengono rilevati un tumore del cancro al fegato, danni a diversi gruppi di linfonodi e metastasi di almeno un organo localizzato a distanza.

Cosa c'è di diverso dalla cirrosi e dall'emangioma?

La cirrosi è una malattia caratterizzata dalla graduale sostituzione del normale tessuto connettivo degli organi. Di conseguenza, il corpo si restringe e non può più svolgere tutte le sue funzioni.

Il processo patologico può essere sospeso se viene eliminata la causa principale della cirrosi.

In una lesione cancerosa, un ulteriore cambiamento nella struttura dell'organo dipende dal tipo di lesione maligna verificatasi e dal momento in cui il trattamento è stato iniziato.

Il cancro del fegato si sviluppa più spesso sullo sfondo di cirrosi già esistente, e il decorso congiunto di queste patologie peggiora solo i sintomi. La cirrosi e il cancro sono due malattie per le quali la prognosi è sfavorevole. Molto del prolungamento della vita in caso di cirrosi dipende dal paziente stesso e da quanto ascolterà il parere del medico.

L'emangioma è un tumore benigno che si sviluppa dai vasi sanguigni. Nella maggior parte dei casi, non causa alcun sintomo e non richiede trattamento. Ma con grandi dimensioni di emangioma, il fegato aumenta di dimensioni, c'è una compressione delle navi e degli organi vicini.

La crescita di emangiomi, in contrasto con i tumori maligni che colpiscono i vasi sanguigni del fegato, si verifica lentamente, a volte per decenni. Un grosso tumore può esplodere, con conseguente emorragia interna.

metastasi

La diffusione di metastasi al di fuori del fegato si verifica quando la forma primaria del cancro. La rapida metastasi è dovuta al fatto che è abbondantemente fornita di sangue, il portale e le vene epatiche lo attraversano, e c'è una connessione con l'aorta.

Oltre al flusso sanguigno, le cellule tumorali vengono trasportate attraverso il sistema linfatico. I fuochi secondari più vicini di cancro primario possono essere nei linfonodi situati alle porte del fegato, nella testa del pancreas, mediastino. Nelle fasi successive, i linfonodi del collo e del mediastino posteriore sono metastatizzati.

Con il flusso sanguigno, il cancro può andare alle vertebre e alle costole, con una lesione simile i sintomi assomigliano al corso dell'osteocondrosi.

Successivamente, le cellule tumorali passano al tessuto polmonare, il diaframma, il pancreas, lo stomaco, le ghiandole surrenali, i reni e il rene destro vengono metastatizzati più volte più spesso.

Come determinare la malattia?

Se si sospetta il cancro al fegato, al paziente vengono assegnati numerosi esami strumentali, tra cui:

  • Ultrasuoni del corpo.
  • CT o RM.
  • Una biopsia.
  • Analisi generale e biochimica del sangue.
  • Radiografia dei polmoni, colonna vertebrale.

Come curare un tumore maligno?

Nel caso in cui il cancro del fegato sia rappresentato da una educazione di taglia singola e piccola, viene prescritto un trattamento chirurgico. Dopo che la rimozione dell'organo ha avuto successo, può recuperare e quindi c'è un risultato favorevole della malattia.

Ma la chirurgia non è possibile se il tumore è combinato con la cirrosi o il tumore si trova in prossimità della vena porta. In caso di danno epatico maligno, è anche possibile il trapianto di questo organo. Lo scopo del trattamento chirurgico dipende da molti fattori, ognuno dei quali deve essere preso in considerazione dall'oncologo.

La chemioterapia viene utilizzata se è impossibile eseguire un intervento chirurgico o come un ulteriore metodo di trattamento. Una maggiore efficacia dei farmaci viene osservata se vengono iniettati direttamente nell'arteria che fornisce il tumore.

In alcuni casi, l'introduzione di acido tricloroacetico o alcool è mostrata nel tumore, queste sostanze hanno un effetto distruttivo. Negli stadi avanzati del cancro, viene selezionato il trattamento palliativo.

Quanti pazienti vivono?

La prognosi della malattia epatica maligna è influenzata dalla dimensione del tumore, dal numero di neoplasie e dalla presenza di metastasi nell'organo stesso. La sopravvivenza dei pazienti è maggiore se l'operazione eseguita è meno traumatica.

I pazienti con un solo nodo sopravvivono non più della metà del tempo, con due nodi si ha un esito favorevole per circa il 30%. La prognosi più sfavorevole, se ci sono diversi nodi - con una tale lesione, solo il 12 e fino al 18% delle persone sopravvive per cinque anni.

Nella fase 3-4 del cancro del fegato si verifica una rapida metastasi e quindi la morte è possibile in pochi mesi.

Video sul cancro epatico:

Come si può ottenere il cancro del fegato, dire il seguente video:

Il cancro del fegato è una neoplasia maligna di natura maligna che si trova nel fegato ed è formata da cellule e strutture del fegato o è un'infezione metastatica da un tumore in un altro organo. Le lesioni metastatiche, che provocano i sintomi del cancro del fegato, vengono diagnosticate molto più spesso.

Neoplasia metastatica viene diagnosticata nei pazienti molte volte più spesso rispetto alle lesioni primarie del cancro del fegato. Il fegato è considerato l'organo più frequentemente colpito nelle metastasi. Questo organo svolge un ruolo importante nel lavoro di tutto l'organismo, in relazione al quale ha un carattere speciale del flusso sanguigno.

L'oncologia epatica è divisa in base alla sua origine, vale a dire:

  • Forma primaria - la lesione colpisce inizialmente solo le cellule del fegato.
  • La forma secondaria è una conseguenza della progressione in qualsiasi organo del cancro e della penetrazione delle sue metastasi nel fegato. Più spesso, è l'oncologia metastatica che colpisce il fegato - circa venti volte più spesso. Il fegato percepisce rapidamente le metastasi a causa delle sue caratteristiche funzionali.

Un tumore maligno è più spesso rilevato nel corpo maschile - la forma primaria in circa il 90% dei casi.

Sintomi di danno epatico primario con oncologia

Inizialmente, le manifestazioni cliniche del cancro del fegato sono quasi impercettibili e la patologia è spesso accompagnata da segni non specifici. A questo proposito, una diagnosi accurata viene spesso fatta solo quando si sviluppano i sintomi della fase 4 del cancro del fegato.

Di regola L'infortunato visita il medico circa due o tre mesi dopo la comparsa dei primi segni di insufficienza epatica. Circa due terzi dei pazienti lamentano disagio all'addome, perdita di appetito, perdita di peso. La metà dei pazienti nota un aumento del volume del fegato - si sviluppa una sensazione di distensione dalla destra nell'ipocondrio.

Un tumore nel fegato può essere confuso con i segni delle seguenti patologie non specifiche da manifestazioni nelle prime fasi della progressione: colecistite, colelitiasi, colangite, esacerbazioni di epatite cronica, ecc. I sintomi clinici iniziano ad apparire dopo un significativo aumento del tumore, quando inizia a spremere visibilmente gli organi e le strutture vicine.

I primi segni di cancro al fegato possono essere i seguenti:

  • L'aumento della temperatura corporea.
  • L'aumento dell'addome.
  • Rapida stanchezza, debolezza e letargia.
  • Sanguinamento dalla cavità nasale.
  • Nausea seguita da vomito.
  • Gonfiore.
  • Pelle gialla
  • Anemia.
  • La diarrea.

Più della metà di tutti i pazienti lamenta dolore tirando nello sviluppo di lesioni tumorali nella regione lombare o nel quadrante superiore a destra. Periodicamente, il dolore si sviluppa quando si cammina e si fa un intenso sforzo fisico. Più tardi, il dolore diventa permanente.

La progressione della malattia è completata da un malfunzionamento dell'organo, cioè la bile viene rilasciata nella cavità intestinale. A questo proposito, inizia il cambiamento di colore della pelle e della superficie mucosa - ingiallimento, raggiungendo un colore giallo brillante. Quindi i segni sono accompagnati da pelle secca e pruriginosa, una violazione della sedia. La temperatura corporea varia da 37 a 39 gradi e successivamente non diminuisce affatto.

Sintomi di danno epatico secondario con oncologia

I tumori secondari nel fegato rappresentano quasi il 90% di tutti i tumori di questo organo. Come già accennato, la metastasi è più spesso colpita.

I sintomi in tali situazioni dipenderanno principalmente dai segni della malattia primaria e dal suo stadio.

Diagnosi di cancro al fegato

È importante ricordare che la diagnosi di patologia epatica è un processo complesso che include un gran numero di metodi di ricerca di laboratorio. La diagnosi può essere stabilita sulla base dei reclami di una persona, dopo un esame, palpazione del fegato, dopo l'organizzazione degli esami di base. Quando l'oncologia nelle urine aumenta la concentrazione di urobilina e la concentrazione di bilirubina nel sangue.

Molto spesso, una diagnosi accurata viene stabilita dopo un esame ecografico. Pertanto, l'ecografia nel cancro del fegato è un metodo di diagnosi accessibile, che aiuta a stabilire i noduli tumorali nel fegato e la natura della loro formazione e sviluppo - benigni e maligni.

Altri metodi di diagnosi del cancro nel fegato includono:

  • Puntura transcutanea per l'avvistamento del fegato sotto controllo ecografico. In una tale situazione, la diagnosi morfologica può essere fatta con alta precisione, perché sintomi simili con oncologia possono verificarsi con varie lesioni del fegato.
  • La risonanza magnetica e la tomografia computerizzata vengono implementate anche quando sorgono problemi controversi.
  • Il controllo esterno dell'organo e la raccolta dei dati per il successivo esame istologico sono spesso un metodo laparoscopico.
  • Stabilendo la concentrazione di fetoproteine ​​nel sangue - nei pazienti con cancro, questa concentrazione aumenta nell'80% dei casi.
  • In situazioni particolari, la fluoroscopia viene eseguita quando l'aria viene introdotta nella sezione addominale e, sullo sfondo del gas iniettato, vengono rilevate la ruvidità e l'eterogeneità della struttura epatica.
  • Se necessario, la scansione dei radioisotopi è organizzata per ottenere ulteriori dati.

Terapia per danni al fegato con oncologia

La resezione epatica è il trattamento chirurgico del cancro del fegato, che comporta la rimozione dei nodi esistenti sull'organo, che può essere eseguita solo se i nodi sono piccoli e situati isolatamente. La possibilità di un intervento chirurgico può essere determinata solo dopo aver aperto la sezione addominale. Fondamentalmente, il cancro viene diagnosticato in stadi avanzati e pertanto è consentita solo la terapia sintomatica.

Quando si risponde alla domanda su come curare il cancro del fegato della forma secondaria con l'aiuto dell'intervento chirurgico, i medici dicono che ciò è possibile solo in assenza di crescita nell'organo stesso. L'efficacia della chemioterapia, quando i farmaci vengono somministrati per via endovenosa, è minima. Sfortunatamente, la malattia è caratterizzata da un decorso rapido e dopo l'operazione il paziente può vivere per circa 3-5 anni, e i tumori che non sono resistenti all'operazione provocano la morte del paziente entro pochi mesi.

Se l'oncologia colpisce il fegato come conseguenza del cancro di un altro organo, viene diagnosticato un cancro di quarto grado e viene eseguita una terapia sintomatica, e il medico controlla l'alimentazione per il cancro del fegato.

Per prevenire l'oncologia, puoi usare alcuni semplici modi:

  • Vaccinazioni tempestive contro l'epatite B.
  • Uso moderato di bevande alcoliche.
  • Rispetto delle misure di sicurezza nell'industria chimica.
  • Rispetto di una dieta speciale, nonché il rifiuto dell'uso di supplementi di ferro e steroidi anabolizzanti senza prove mediche.

I medici raccomandano che i pazienti inizino sempre a mangiare mangiando cibi crudi e poi procedano con piatti trattati termicamente. Ci dovrebbero essere piccoli pasti e spesso.

Il cancro del fegato è una malattia che è accompagnata dalla comparsa di una neoplasia maligna, che si forma come risultato della trasformazione degli epatociti in cellule tumorali. Può essere primario o secondario (metastatico). Nel tumore primitivo, il tumore si forma direttamente nel fegato, e nel secondario, sembra dovuto alla metastasi delle cellule tumorali per via ematogena da altri organi (stomaco, utero, ovaie, polmoni, reni, intestino, ghiandole mammarie). In questo articolo è possibile ottenere informazioni sulle cause, i tipi, i segni e i metodi di diagnosi e trattamento del cancro del fegato.

Circa 20 volte più spesso il cancro del fegato è secondario e solo nello 0,2-3% dei casi vengono rilevati tumori primari di questo organo. La più alta prevalenza di carcinoma epatico primario è osservata in tali regioni: Cina, Senegal, India, Filippine e Paesi del Sud Africa. Ciò è dovuto alla prevalenza estremamente elevata tra la popolazione di forme croniche di epatite.

Secondo le statistiche, gli uomini hanno 4 volte più probabilità di soffrire di questo tumore e solitamente questi tumori vengono rilevati nelle persone dopo 50-65 anni.

motivi

Le cause esatte del cancro al fegato non sono ancora state determinate, ma tutti gli esperti identificano molti fattori che contribuiscono allo sviluppo di questo tumore maligno. Questi includono:

  • epatite virale cronica;
  • cirrosi epatica;
  • l'alcolismo;
  • fumo di tabacco;
  • la tossicodipendenza;
  • emocromatosi;
  • diabete mellito;
  • malattia da calcoli biliari;
  • steroidi anabolizzanti incontrollati;
  • uso contraccettivo ormonale non controllato;
  • aflatossina B1, che entra nel corpo quando si utilizzano cereali, soia, groppa immagazzinati in modo improprio, in un ambiente umido, sono seminati con un fungo speciale che secerne questa tossina);
  • esposizione a sostanze chimiche tossiche e tossiche: radio, arsenico, torio, cloruro di vinile, pesticidi contenenti cloro, ecc.;
  • la sifilide;
  • invasioni elmintiche: opistorchiasi, schistosomiasi, amebiasi;
  • predisposizione genetica.

classificazione

Cancro epatico primitivo

Tra i principali tumori maligni del fegato, i carcinomi epatocellulari sono più comunemente rilevati. Queste neoplasie crescono modificando gli epatociti.

Oltre ai carcinomi epatocellulari, ci sono tipi più rari di tumori primari:

  1. Colangiocellulari. Le neoplasie crescono dalle cellule epiteliali dei dotti biliari.
  2. Gepatoholangiotsellyulyarnye. I tumori crescono sia dagli epatociti che dalle cellule epiteliali del dotto biliare.
  3. Cistoadenocarcinoma. Le nuove crescite sono grandi, ricordano l'aspetto di una ciste. Spesso crescono da cisti benigni benigni o cisti congenite. Di solito si sviluppa nelle donne.
  4. Carcinomi fibrolamellari I tumori sono un tipo speciale di carcinoma epatocellulare con una morfologia caratteristica di epatociti maligni mutati, che sono circondati da tessuto fibroso lamellare. Si trovano più spesso nei bambini o nei giovani fino a 35 anni e non sono in alcun modo associati ai fattori predisponenti del cancro del fegato (epatite cronica, ecc.).
  5. Angiosarcoma. Questi sono tumori estremamente aggressivi e spesso inutilizzabili, in rapida crescita da vasi endoteliali e peritali. Di solito rilevato negli anziani esposti a sostanze tossiche e tossiche.
  6. Emangioendotelioma epitelioide. Queste sono neoplasie maligne estremamente rare, ma non aggressive come gli angiosarcomi. Sono soggetti a metastasi rapide e hanno bisogno di una diagnosi precoce per un trattamento efficace. In tali tumori, le cellule endoteliali arrotondate di una specie epitelioide proliferano nella rete vascolare del fegato e creano un denso stroma fibroso.
  7. Epatoblastoma. Il tumore è scarsamente differenziato, ha origine embrionale e si sviluppa nella prima infanzia (fino a 4-5 anni). Rilevato raramente negli adulti. Cresce da cellule embrionali di fegato embrionale e porta a perdita di peso, sviluppo sessuale accelerato e aumento delle dimensioni addominali. La neoplasia è soggetta a metastasi frequenti e rapide.
  8. Sarcoma indifferenziato. Tali neoplasie sono molto rare e differiscono nella loro struttura da angiosarcoma, anaplastico con HCC o emangioendotelioma epitelioide. Quando si effettuano queste diagnosi, questo tumore deve essere differenziato da questi tumori. Solitamente il sarcoma indifferenziato è rilevato nei bambini. Cresce rapidamente, metastatizza ed è molto difficile da trattare. In rari casi, un trapianto di fegato può salvare un paziente.

Cancro al fegato secondario

I tumori epatici secondari del fegato sono metastatici e rappresentano la disseminazione di neoplasie maligne primarie dei seguenti organi:

  • intestino crasso;
  • utero;
  • ovaio;
  • della prostata;
  • ghiandola mammaria;
  • stomaco;
  • polmoni;
  • reni, ecc.

sintomi

I primi sintomi clinici del cancro del fegato di solito si manifestano sotto forma di segni non specifici di altre patologie di questo organo: colangite, esacerbazione dell'epatite, colelitiasi, colecistite, ecc. Nelle prime fasi del processo tumorale, i pazienti perdono peso, causano stanchezza e debolezza senza causa e anoressia (fino all'anoressia ), sensazione di pesantezza nella regione epigastrica e nell'ipocondrio destro. Altri sintomi di cancro al fegato compaiono più tardi.

Disturbi dispeptic

I pazienti sviluppano nausea, trasformandosi in vomito. Diarrea osservata, stitichezza e flatulenza. Tali disturbi e perdita di appetito causano perdita di peso nell'85% dei pazienti.

Sensazione di dolore

La causa del dolore nel cancro del fegato è la sovradistensione della capsula di questo organo e la reazione infiammatoria secondaria.

La comparsa di dolore nel cancro del fegato nelle fasi iniziali può essere associata a disturbi dispeptici. Più tardi, il paziente appare sensazioni dolorose che sono causate dalla crescita del tumore. La neoplasia sovrasta la capsula epatica e provoca una reazione infiammatoria secondaria. Di conseguenza, il corpo cresce di dimensioni, diventa molto denso e bitorzoluto, e un nodo può essere sentito attraverso la parete addominale in metà dei pazienti.

Inizialmente, il dolore si verifica durante lo sforzo fisico (ad esempio, dopo aver corso), e in seguito si sente a riposo. Inoltre, a causa della crescita del tumore, l'addome aumenta di volume.

Disturbi biliari

I tessuti tumorali causano la compressione dei dotti biliari e provocano lo sviluppo di ittero ostruttivo. Di conseguenza, la pelle e la sclera del paziente acquisiscono una tonalità itterica, l'urina diventa scura, le feci diventano scolorite a una tonalità pallida gessosa e appare il prurito cutaneo.

Sindrome da intossicazione generale

I pazienti peggiorano bruscamente le condizioni generali e compaiono i seguenti sintomi:

  • grave debolezza e ridotta tolleranza a qualsiasi stress;
  • vertigini;
  • l'anemia;
  • svenimento e svenimento;
  • febbre prolungata, inspiegabile e persistente.

emorragia

I pazienti con cancro del fegato sviluppano la sindrome emorragica, che si manifesta sotto forma di teleangectasie (vene del ragno) e ricorrenti sanguinamenti nasali e gastrointestinali. Nel 15% dei pazienti, la rottura spontanea del tumore porta a un sanguinamento intra-addominale acuto con lo sviluppo di una reazione d'urto. Alcuni pazienti sviluppano una peritonite.

ascite

La crescita del tumore porta a una ridotta circolazione del sangue e all'accumulo di una grande quantità di liquido nella cavità addominale (ascite). L'addome del paziente aumenta ulteriormente di volume, ci sono sensazioni di scoppio e pesantezza. Di conseguenza si sviluppano eruttazione, bruciore di stomaco, nausea, dolore addominale e flatulenza. A causa dello scoppio della parete addominale, i rigonfiamenti dell'ombelico.

metastasi

Con la diffusione delle metastasi, le manifestazioni cliniche del cancro del fegato sono integrate da segni di danni ad altri organi. Metastasi in un cancro del fegato possono essere:

  • intraorganico - il tumore si diffonde ad altre parti del fegato;
  • regionale - il tumore si diffonde ai linfonodi della porta epatica, dei linfonodi paraortici e celiaci;
  • a distanza - il tumore si diffonde ad altri tessuti e organi (polmoni, pleura, peritoneo, ossa, reni, pancreas, ecc.).

diagnostica

Se ci sono segni indiretti di cancro al fegato - dolore, ittero, ingrossamento del fegato e palpazione del nodo nell'ipocondrio destro - per confermare la diagnosi, può essere prescritto quanto segue:

  • Ultrasuoni del fegato e altri organi addominali;
  • biopsia epatica percutanea mirata (sotto guida ecografica) e analisi istologica del tessuto bioptico;
  • Scansione TC;
  • risonanza magnetica;
  • esami del sangue di laboratorio per determinare il livello di enzimi epatici, piastrine, AFP, bilirubina, fosfatasi alcalina, proteine, ecc.;
  • coagulazione.

Se necessario, tali studi supplementari possono essere nominati:

  • Fegato di animale domestico;
  • celiaografia selettiva;
  • scintigrafia epatica statica;
  • laparoscopia diagnostica.

Fasi del cancro al fegato

Sulla base dei dati diagnostici ottenuti, viene determinata la fase del processo del cancro:

  • Stadio I - il tumore è piccolo, non influenza i vasi sanguigni e non colpisce più dell'organo, le manifestazioni della malattia sono assenti o scarsamente espresse;
  • Stadio II - nel fegato vi è una o più neoplasie fino a 5 cm, il tumore colpisce i vasi sanguigni, ma non si estende oltre la divisione dell'organo e non si diffonde ai linfonodi;
  • Stadio III (sottostanti A, B e C) - con sottosaggio A la dimensione di uno o più tumori è superiore a 5 cm, le neoplasie interessano il portale o la vena epatica; con il sottotesto B, il processo tumorale si diffonde agli organi vicini (eccetto per la vescica) o è attaccato alla membrana esterna del fegato; con il sottotesto C, le cellule maligne si diffondono ai linfonodi e agli organi;
  • Stadio IV - la neoplasia raggiunge la massima diffusione in tutti i linfonodi e altri organi, il paziente muore dopo pochi mesi (raramente vive fino a 5 anni).

trattamento

L'intervento chirurgico è il modo principale per rimuovere un tumore.

La tattica del trattamento del cancro del fegato dipende interamente dallo stadio del processo del tumore.

Le seguenti tecniche innovative possono essere utilizzate nelle fasi iniziali per rimuovere un tumore:

  1. Trattamento radiochirurgico con CyberKnife. Il tumore viene rimosso da fasci di radiazioni ionizzanti ad alta potenza sotto il controllo della navigazione informatica, e i tessuti sani dell'organo non sono interessati.
  2. Chemoembolizzazione con microsfere. Nella siringa vengono aspirati un farmaco antineoplastico e uno speciale polimero adsorbente (microsfere). La soluzione risultante viene miscelata con una preparazione radiopaca. Sotto controllo radiografico, viene introdotto un microcatetere nell'arteria che fornisce il tumore, che viene eseguito il più vicino possibile al tumore. La soluzione dalla siringa viene iniettata nell'arteria. Le microsfere ostruiscono la nave e interrompono l'afflusso di sangue al tumore. Il farmaco chemioterapico in soluzione entra nei tessuti del neoplasma e causa la loro morte senza entrare nel flusso sanguigno generale.
  3. Ablazione con radiofrequenza. Le neoplasie tissutali "bruciano" onde radio ad alta energia che vengono alimentate attraverso un ago sottile inserito nel tumore. L'ago viene inserito attraverso la parete addominale sotto il controllo di apparecchiature ad ultrasuoni.
  4. Radioembolizzazione (o SIRT). Questa tecnica è in qualche modo simile alla chemioembolizzazione. Come le microsfere usavano la droga radioattiva Yttrium-90. Con l'aiuto di un catetere inserito nell'arteria femorale, viene consegnato al tumore e provoca la morte del tessuto.

Nei casi operabili, il modo principale per eliminare il tumore è la manipolazione chirurgica. Per rimuovere i tumori può essere effettuato:

  • lobectomia - resezione del lobo epatico;
  • emiepatectomia: rimozione della metà del fegato;
  • resezione atipica.

Il trattamento chirurgico è completato da cicli di chemioterapia. 5-Fluorouracile, Metotrexato, ecc. Possono essere usati come citostatici Gli agenti chemioterapici possono essere infusi attraverso l'arteria epatica. Quando si utilizza questa tecnica, l'efficienza della citostatica diventa più elevata e hanno meno di un effetto generale sul corpo.

In alcuni casi, il trapianto di fegato è efficace nelle prime fasi del cancro del fegato. Questo metodo di trattamento può dare la possibilità di un recupero completo. Nelle fasi successive, il trapianto è meno efficace.

Nei casi di cancro al fegato non utilizzabile, solo la chemioterapia può essere utilizzata per il trattamento. Di regola, i citostatici vengono introdotti attraverso l'arteria epatica.

La radioterapia per il cancro del fegato non è così spesso prescritta come per altri tumori maligni. Può essere combinato con un trattamento chirurgico o chemioterapia.

In alcune cliniche, è possibile eseguire un metodo innovativo di irradiazione, come la terapia protonica. La radiazione protonica consente di influenzare in modo selettivo solo il tessuto maligno. Distrugge le cellule tumorali e causa la loro morte.

Quale dottore contattare

Se ti senti pesante nella regione epigastrica e nel quadrante superiore destro, peggioramento dell'appetito, disturbi dispeptici o ittero dovrebbero contattare il gastroenterologo. Dopo aver condotto una serie di studi e in caso di sospetto cancro del fegato, si consiglia al paziente di consultare e testare un oncologo. Per confermare la diagnosi sono assegnati: ecografia epatica, biopsia e analisi istologica, TC, RMN, analisi biochimica del sangue, ecc.

previsioni

Le proiezioni di cancro al fegato sia primario che secondario sono estremamente sfavorevoli. L'aspettativa di vita di molti pazienti è ridotta a diversi mesi (a volte fino a 5 anni). Sopravvivenza deludente e predetta dei pazienti dopo resezione epatica: mortalità del 10% e morte per insufficienza epatica.

Altrettanto importante è l'aspetto istologico del tumore. Con un intervento chirurgico di successo per la rimozione di epatoblastoma e cistoadenocarcinoma, il paziente può vivere 5 anni e con angiosarcoma - non più di 2 anni. La sopravvivenza dei pazienti con carcinoma fibrolamellare può essere di circa 2-5 anni (a volte più lunghi). E con il sarcoma indifferenziato, il tumore progredisce molto rapidamente ei pazienti vivono solo pochi mesi.

Con il trattamento operabile del cancro del fegato, la sopravvivenza a 5 anni è osservata solo nel 9-20% dei pazienti. Se il tumore è inutilizzabile, i pazienti non possono vivere più di 4 mesi. La stessa prognosi sfavorevole è caratteristica del carcinoma epatico metastatico.

Il cancro del fegato è un cancro estremamente pericoloso. I suoi primi segni sono sempre aspecifici e possono essere presi per altre malattie del fegato e delle vie biliari. Nell'identificare questa malattia, il paziente deve eseguire un intervento chirurgico complesso e pericoloso per la vita, e in casi inoperabili, il paziente può vivere solo pochi mesi.

A proposito di cancro al fegato nel programma "Vivi sani!" Con Elena Malysheva (da 33:35 min.):

Vildagliptin + metformina (Vildagliptin + metformina)

Caratteristiche dei test del fegato nei bambini